Yanukovich Presidente.

La politica in Ucraina.

Re: Yanukovich Presidente.

Messaggiodi lampo il domenica 30 gennaio 2011, 12:55

Ma stai dicendo che ha fatto una delle solite gaffe o per davvero? 8)

No perchè,se ha detto proprio così ,dopo la pasta ,la pizza ,la moda abbiamo esportato pure il \:D/ BUNGA BUNGA!!!!!!
Avatar utente
lampo
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 1217
Iscritto il: venerdì 16 gennaio 2009, 14:51
Residenza: rimini
Anti-spam: 56


Re: Yanukovich Presidente.

Messaggiodi peterthegreat il domenica 30 gennaio 2011, 13:10

Ciao,
la gaffe il presidente l'ha fatta per davvero.
La seconda era una battuta.
Dove son gli impiccatori degli Eroi che non scordiamo?
Dove son gli infoibatori della nostra gente sola?
Ruggirà per noi il leone, di là raglio di somaro.
Eia, carne del Quarnaro! Eja Eja Alalà
G. D'Annunzio
Avatar utente
peterthegreat
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 6475
Iscritto il: martedì 29 gennaio 2008, 18:11
Residenza: Savona
Anti-spam: 42

Re: Yanukovich Presidente.

Messaggiodi andrey il martedì 1 febbraio 2011, 16:43

lampo ha scritto:Ma stai dicendo che ha fatto una delle solite gaffe o per davvero? 8)

provare per credere
http://www.in-dies.info/29/01/2011/veni ... ggere/6344

una ulteriore fonte di preoccupazione di carattere generale,
insieme al rinascere di insofferenze per la lingua,le regioni russofone ecc..
Ucraina: Parlamento, voto slitta al 2012
I deputati estendono il proprio mandato da 4 a 5 anni
01 febbraio, 12:48

Ucraina: Parlamento, voto slitta al 2012 (ANSA) - MOSCA, 1 FEB - Il parlamento ucraino, controllato da una maggioranza che sostiene il presidente Viktor Ianukovich, ha fissato la data per le prossime elezioni legislative: si votera' il 28 ottobre 2012. Lo riferisce l'agenzia Ria Novosti. Hanno votato a favore 310 parlamentari, il quorum era di 300. I deputati hanno cosi' deciso di estendere il loro mandato da quattro a cinque anni. Le elezioni presidenziali si terranno invece nel marzo del 2015.

seconda news:

Dopo la Voce Arancione, anche la ONG, impegnata nella difesa della Libertà di Stampa nel Mondo, solidarizza con le tre televisioni indipendenti. Penalizzate dalle Autorità, per la loro corretta informazione

I simboli di 5 Kanal e TVi

L’ennesima azione per la libertà di stampa in Ucraina. Nella giornata di lunedì, 31 Gennaio, Reporter sans Frontières ha condannato la sentenza della Corte d’Appello di Kyiv, con la quale le televisioni indipendenti 5 Kanal, TVi ed STB sono state private di frequenze, regolarmente vinte in un apposito concorso.

Con una nota, la ONG ha denunciato la dipendenza della magistratura dalle direttive delle Autorità. Ed il pericolo, che sta correndo la libera informazione sulle Rive del Dnipro, dinnanzi ad inammissibili conflitti di interesse.

Difatti, quanto sottratto alle tre televisioni, apprezzate nel Paese per una corretta e costante informazione, è stato assegnato ai canali del gruppo Inter, di proprietà del Capo dei servizi segreti, Valerij Khoroshkovs’kyj.

Ricorso all’Europa
Lo staff del 5 Kanal ha criticato la limitazione della Libertà di Parola. Più duro il Direttore Generale di TVi, Mykola Knjazhyc’kyj, che ha parlato di vero e proprio ritorno della censura.
Come dichiarato da Tetjana Malashenkova, legale del Canale delle Notizie Oneste – come recita lo slogan del 5 Kanal – le tre televisioni ricorreranno alla Corte Europea per i Diritti Umani.
Unico organo in grado di garantire la difesa della Libertà di espressione, in un Paese sempre più a fondo nei rating internazionali sullo stato della Democrazia.
.........
Collaboratore della tv indipendente 5 Kanal aggredito da forze dell’ordine per accuse imprecisate. I vertici promettono giustizia
Picchiato per sospetto furto di un trattore. Tragicomico il trattamento subito dal giornalista Jurij Stecenko, lo scorso 28 Gennaio.

Come riportato dall’autorevole – malgrado tutto – Ukrajins’ka Pravda, su lancio dell’agenzia Ukrajins’ki Novyny, il 25enne collaboratore per il 5 Kanal di Poltava sarebbe stato percosso da agenti delle forze dell’ordine, per una manciata d’ore.

Aggredito all’uscita della Corte di Giustizia cittadina, in seguito, sarebbe stato trasportato in un ufficio isolato, dove le violenze avrebbero avuto seguito per 4 ore.
Colpi alla testa ed al corpo, ricevuti per non voler ammettere un imprecisato furto di un mezzo agricolo.
Un fatto increscioso, che la dice lunga sulla condizione dei giornalisti nell’Ucraina di Janukovych.

Risa e rabbia
Come dichiarato dallo stesso collega della tv indipendente, dinnanzi al palesarsi della sua professione, gli aggressori si sarebbero messi persino a ridere.
Reazione opposta, di sicuro, per il Padre di Stecenko. Il quale, una volta rilasciato il figlio, ha esposto denuncia.
Conferma dell’accaduto, dal Capo della polizia provinciale di Poltava, che ha garantito indagini rigorose per punire i responsabili.
«Lottate e vincerete!»,Taras Ševčenko ai popoli soggetti al dominio imperiale di Mosca "QUANDO TRA IL PANE E LA LIBERTÀ IL POPOLO SCEGLIE IL PANE, PRIMO O POI SI PERDERÀ TUTTO, COMPRESO IL PANE" Stepan Bandera
СЛАВА УКРАЇНІ CON IL CUORE VIVA UCRAINA
Avatar utente
andrey
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 6040
Iscritto il: lunedì 7 maggio 2007, 7:59
Residenza: firenze,lviv(resistenza)
Anti-spam: 42

Re: Yanukovich Presidente.

Messaggiodi robert374 il martedì 1 febbraio 2011, 20:34

A volte mi chiedo cosa passa per la testa dei personaggi politici ucraini quando si recano in Europa o in USA o altrove per chiedere soldi o altri aiuti. Appena scesi dall’aereo e si guardano attorno, che sensazioni provano queste persone?

Non hanno un orgoglio nazionale? Quando percorrono strade lisce e senza buche,quando vedono i palazzi, le autostrade,i parchi, etc non si sentono umiliati avendo davanti agli occhi l’immagine del loro paese che è cosi arretrato? Io voglio nutrire un dubbio positivo dentro di me e credere che oltre ad essere politici professionisti covino dentro di loro qualche sentimento umano ,qualche sentimento di rivalsa e di riscatto per il loro paese che si trova in condizioni cosi arretrate e con cosi poca dignità.
robert374
 

Re: Yanukovich Presidente.

Messaggiodi lampo il martedì 1 febbraio 2011, 21:29

Sai cosa gli frega a quelli del loro paese e dei loro connazionali,meno che niente,se no come spiegheresti i loro comportamenti?

Per loro essere li è solo per proprio tornaconto,e l'unica cosa a cui tengono è$$$$$$$$$$$$
Avatar utente
lampo
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 1217
Iscritto il: venerdì 16 gennaio 2009, 14:51
Residenza: rimini
Anti-spam: 56

Re: Yanukovich Presidente.

Messaggiodi andbod il martedì 1 febbraio 2011, 22:12

La risposta indiretta l'ha data il Presidente Yanykovich qualche tempo fa comprando il piu' costoso elicottero esistente al mondo. Le strade fanno schifo : mi faccio pagare dallo Stato l'elicottero.

Quelli che non possono tanto si fanno comunque fare (ovviamente a spese dello Stato) delle autostrade asfaltate che arrivano fin sotto casa (cosa vista piu' volte) e si comprano (leggere sopra per sapere chi paga) delle auto che assomigliano di piu' a dei carri armarti.

Quando vanno all'estero pensano prima di tutto quanti soldi riusciranno a scucire all'organizzazione internazionale di turno (e quindi a intascarsi) e poi a quanto sono disgraziati i loro colleghi. Non dimentichiamoci che parliamo di un Parlamento in cui siedono quasi esclusivamente multimilionari (in Euro).

A queste persone non frega assolutamente nulla della condizione di un paese che peraltro non e' il loro essendo praticamente tutti gli oligarchi non Ucraini ma Russi.
Avatar utente
andbod
Admin
Admin
 
Messaggi: 7232
Iscritto il: domenica 7 dicembre 2008, 1:40
Residenza: Lviv Ucraina
Anti-spam: 56

Re: Yanukovich Presidente.

Messaggiodi peterthegreat il venerdì 4 febbraio 2011, 20:10

Il Presidente dell’Europarlamento, Jerzy Buzek, condanna a più riprese il regresso della democrazia sulle Rive del Dnipro, e solidarizza con la Leader dell’Opposizione Democratica, Julija Tymoshenko, vittima di repressione politica. Il Capo di Stato polacco, Bronislaw Komorowski, parla solo di affari e calcio con il suo collega ucraino, Viktor Janukovych



Le due facce della Polonia. Quella responsabile, coerente con la sua storia, e quella pragmatica, stordita da un volemose bene cosmico, di impronta obamiana.

Nella giornata di giovedì, 3 febbraio, il Presidente dell’Europarlamento, Jerzy Buzek ha ribadito la forte preoccupazione dinnanzi allo stato della democrazia in Ucraina.

In particolare, il Leader polacco ha denunciato gli arresti, ed i processi politici, a cui, da un anno a questa parte, sono soggetti gli oppositori delle Autorità.

Una dichiarazione forte, in linea sia con quanto espresso a più riprese, sia con la tradizione del suo Paese. La patria di Solidarnosc, guida dell’Europa Centrale nella lotta contro l’oppressione sovietica.

Un atteggiamento coerente, al punto che lo stesso Buzek persino ha telefonato alla Leader dell’Opposizione Democratica ucraina, Julija Tymoshenko, rinnovandole l’invito a Bruxelles — dove l’anima della Rivoluzione Arancione ha il divieto di recarsi, confinata in Patria dalle Autorità — ed esprimendole piena solidarietà.

“In Ucraina, sta avvenendo un uso arbitrario della giustizia — ha dichiarato il polacco, rivolgendosi alla Lady di Ferro ucraina — come il caso contro di Lei. E’ una situazione inammissibile in un Paese democratico”.

A negare, nei fatti, tale orientamento, il Presidente della Polonia, Bronislaw Komorowski. A colloquio con il suo collega ucraino, Viktor Janukovych, ha ribadito che i rapporti tra Varsavia e Kyiv sono basati su un pragmatismo economico.

L’esempio, lodato dall’alfiere nel Vecchio Continente della concordia cosmica obamiana, la quotazione nella borsa del Paese di ben cinque compagnie ucraine.

Medesimo approccio ribadito anche dal Primo Ministro, Donald Tusk, che ha preferito trattare di questioni energetiche, e della preparazione del Campionato Europeo di Calcio del 2012, tralasciando oppressione politica e libertà di stampa.

Janukovych contro i dziennikarze
Maggiormente sensibili dei propri governanti, i giornalisti polacchi. I quali, nel corso di una brevissima conferenza stampa, hanno chiesto a Janukovych di rendere conto sullo stato della democrazia in Ucraina. Data da diversi rating, tra cui l’autorevole Freedom House, in costante peggioramento.

Vaga la risposta del Presidente ucraino, che lascia da sé ogni commento.

“La stampa polacca è male informata e di parte. Occorre analizare la situazione da tutti i punti di vista”.

Seppur smentito nei fatti, a credere nella buona fede di Komorowski è lo stimato politologo polacco, Andrzej Szeptycki. Il quale, dinnanzi al silenzio in pubblico su certe tematiche da parte del suo Capo di Stato, non ha escluso che la questione sia stata trattata in privato.
Dove son gli impiccatori degli Eroi che non scordiamo?
Dove son gli infoibatori della nostra gente sola?
Ruggirà per noi il leone, di là raglio di somaro.
Eia, carne del Quarnaro! Eja Eja Alalà
G. D'Annunzio
Avatar utente
peterthegreat
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 6475
Iscritto il: martedì 29 gennaio 2008, 18:11
Residenza: Savona
Anti-spam: 42

Re: Yanukovich Presidente.

Messaggiodi andbod il venerdì 4 febbraio 2011, 22:36

Oltre ad essere sotto gli occhi di tutti il costante peggioramento della liberta' e della corruzione in Ucraina, le domande sono le stesse poste a Yanykovich dalla stampa internazionale nel corso della sua visita a Bruxelles, anche in quell'occasione aveva dato un risposta simile.

La realta' e' che l'atteggiamento dei politici Polacchi rispetta fedelmente quello dell'Unione Europea da un lato condanna (a parole e senza fare alcun tipo di pressione) in continuazione l'Ucraina e i suoi governanti ma dall'altro continua a chiudere entrambe gli occhi per portare aventi trattative commerciali legate soprattutto al costante innalzamento dei costi di transito del gas e degli alimentari.
Avatar utente
andbod
Admin
Admin
 
Messaggi: 7232
Iscritto il: domenica 7 dicembre 2008, 1:40
Residenza: Lviv Ucraina
Anti-spam: 56

Re: Yanukovich Presidente.

Messaggiodi robert374 il sabato 5 febbraio 2011, 16:05

Leggete questo documento del parlamento europeo. E' un pò vecchio(di 2 mesi e mezzo), ma sempre interessante. Si parla di tutto e si denunciano molte cose, ma si dice anche il contrario di tutto. E' diplomazia pura secondo i canoni dei nostri preti cattolici che dicono: " La diplomazia è l'arte della doppia verità" . Si accusa quasi chiaramente, ma si esprime anche comprensione. E' tutto in linea come dai vostri 2 post precedenti. Non è un documento di facile lettura!Ma come è possibile che l'Europa sia tanto debole? E poi per il gas, non dovrebbe essere la Russia l'interlecutore?


PROPOSTA DI RISOLUZIONE 110k 64k

Vedasi anche la proposta di risoluzione comune RC-B7-0650/2010

23.11.2010 PE450.488v01-00
B7-0672/2010


presentata a seguito di una dichiarazione del Vicepresidente della Commissione/Alto rappresentante dell'Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza

a norma dell'articolo 110, paragrafo 2, del regolamento



sull’Ucraina


Jaromír Kohlíček a nome del gruppo GUE/NGL

Risoluzione del Parlamento europeo sull’Ucraina B7‑0672/2010

Il Parlamento europeo,

– viste le sue precedenti risoluzioni sull'Ucraina,

– visto l'Accordo di partenariato e cooperazione (APC) tra l'Unione europea e l'Ucraina, entrato in vigore l'1 marzo 1998, e i negoziati in corso sull'accordo di associazione destinato a sostituire l'APC,

– visto l'elenco delle azioni prioritarie per il 2010, convenuto di comune accordo da Ucraina e Unione europea,

– visti i risultati del secondo turno delle elezioni presidenziali in Ucraina, tenutosi nel febbraio del 2010,

– vista la risoluzione 1755 (2010) del Consiglio d'Europa su "Il funzionamento delle istituzioni democratiche in Ucraina" approvata il 5 ottobre 2010,

– visto l'articolo 110, paragrafo 2, del suo regolamento,

A. considerando che in virtù delle sue dimensioni, ubicazione geografica e legami storici, culturali, economici e di altro genere con l'Europa centrale e occidentale, l'Ucraina è un partner importante per l'UE e un attore chiave in ambito regionale,

B. considerando che il paese ha sofferto per molti anni per instabilità politica, corruzione, una privatizzazione che ha portato a strutture economiche oligarchiche, a problemi di approvvigionamento energetico e di trasferimento di energia in Europa, causati dalla politica antirussa dei governi precedenti, a problemi sociali e all'insoddisfazione dei cittadini ucraini nei confronti dei loro politici al governo,

C. considerando che l'Ucraina è stata gravemente colpita dalla crisi economica mondiale in ragione della forte dipendenza del paese dalla sua industria metallurgica e dalla grande vulnerabilità dei suoi settori bancario e energetico; considerando che l'Ucraina è diventata profondamente dipendente dal prestito Fmi per evitare il fallimento nel mezzo di una recessione e per mantenere i pagamenti per il transito di gas russo verso l'Europa; considerando che la crisi economica e le condizioni imposte dal Fondo monetario internazionale hanno provocato un calo dei salari reali e l'aumento della disoccupazione, un aumento delle tariffe del gas per i consumi domestici e altri gravi problemi sociali,

D. considerando che il nuovo governo dell'Ucraina ha chiaramente designato i suoi due obiettivi di politica estera: ricerca di relazioni più strette con l'UE e miglioramento delle relazioni con la Russia,

E. considerando che le misure adottate dal nuovo governo ucraino, al fine di migliorare le relazioni con la Russia e i nuovi accordi tra i due paesi in diverse aree di cooperazione, come l'energia, l'aviazione, il settore culturale e dell'istruzione, hanno contribuito a superare la difficile situazione economica,

F. considerando che vi è consenso nella società ucraina sulla necessità di approfondire le relazioni con l'UE; considerando che i negoziati in corso tra l'Ucraina e l'UE sull'accordo di associazione e la liberalizzazione dei visti non hanno alcuna possibilità di riuscire a breve termine e portare alla popolazione di entrambe le parti reali benefici,

G. considerando che la legge elettorale, le modifiche costituzionali recentemente approvate e la nuova legislazione sulle ONG nonché le denunce crescenti dei giornalisti circa le restrizioni della libertà di espressione imposte da editori e / o proprietari dei mezzi di comunicazione hanno causato preoccupazioni internazionali circa lo sviluppo della democrazia in Ucraina,

1. prende atto delle aspirazioni europee del popolo ucraino e ribadisce la sua disponibilità ad istituire un partenariato a lungo termine, che comprenda una prospettiva europea per l'Ucraina;

2. sottolinea che non vi è alcuna contraddizione tra le aspirazioni europee e il proseguimento di relazioni reciprocamente vantaggiose con la Russia; sottolinea che la stabilità delle relazioni tra l'Ucraina e la Russia potrebbe risultare vantaggiosa per la stabilità e la cooperazione in tutto il continente;

3. fa appello alla UE e a tutti i paesi vicini affinché rispettino pienamente la scelta democratica del popolo ucraino e si astengano da qualsiasi pressione economica o di altro genere per cambiare la decisione democratica sull'ulteriore sviluppo politico, sociale ed economico del paese;

4. ritiene che porre fine alla competizione tra UE e Russia sul "vicinato comune" e la costituzione di un partenariato durevole e globale con l'UE contribuirebbe alla soluzione di molti problemi e conflitti nella regione e darebbe l'impulso necessario alla cooperazione con i paesi del partenariato orientale;

5. ritiene che la stabilità politica sia una condizione essenziale per il consolidamento della democrazia in Ucraina: si compiace dei progressi compiuti finora, ma sottolinea che una stabilità politica duratura può essere garantita solo attraverso modifiche costituzionali che stabiliscano una chiara separazione dei poteri, così come un vero e proprio sistema di controlli ed equilibri tra e nei rami esecutivo, legislativo e giudiziario del potere;

6. deplora il fatto che i negoziati tra UE e Ucraina non hanno finora comportato reali benefici per la popolazione delle due parti; ritiene che questioni quali un'ulteriore liberalizzazione dei visti, in particolare la rinuncia alle tasse sul visto, e i progetti a breve termine in materia di infrastrutture, sanità, efficienza energetica, istruzione e ambiente potrebbero dare al partenariato l'impulso necessario; sottolinea l'importanza di migliorare i collegamenti di trasporto tra UE e Ucraina, nonché le norme di sicurezza nel settore; raccomanda una maggiore armonizzazione delle norme tecniche;

7. sottolinea l'importanza della società civile per lo sviluppo democratico dell'Ucraina e chiede pertanto alle autorità di accelerare l'adozione di una nuova legge sulle organizzazioni civiche, al fine di colmare le carenze riscontrate nel quadro giuridico attuale per le organizzazioni non governative;

8. accoglie con favore la priorità data dal nuovo presidente alla lotta contro la corruzione; si rammarica della decisione della Verkhovna Rada di prorogare, fino al 2011, l'entrata in vigore del pacchetto di leggi anticorruzione che sono state messe a punto con l'ausilio del Consiglio d'Europa, nonché il veto da parte dell'ex Presidente sulla legge antiriciclaggio; chiede al Presidente e al Parlamento di garantire che il pacchetto di leggi anticorruzione sia ora attuato senza ulteriori ritardi e che tutte le raccomandazioni fatte dal Gruppo di Stati contro la Corruzione (GRECO) nella sua relazione congiunta sul primo e secondo turno di valutazione siano ormai prontamente attuate;

9. incarica il suo Presidente di trasmettere la presente risoluzione al Consiglio, alla Commissione, al parlamento e al governo dell’Ucraina e alle Assemblee parlamentari dell'OSCE e del Consiglio d'Europa
robert374
 

Precedente

Torna a Attualita' politica





Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti