Vita da pensionati in Ucraina

Tutti i problemi nascosti o seminascosti, tutto quello che è fuori dalla sfera della vacanza e del viaggio di piacere.

Re: Vita da pensionati in Ucraina

Messaggiodi Robyleo il mercoledì 21 settembre 2011, 12:11

Ragazzi il problema della sanità non è che se ti rompi una gamba non riesci a fartela aggiustare.
Il problema è che se ti viene un infarto, arriva un'ambulanza senza defibrillatore.
Avatar utente
Robyleo
ESPLORATORE
ESPLORATORE
 
Messaggi: 180
Iscritto il: mercoledì 20 gennaio 2010, 23:23
Residenza: Ancona
Anti-spam: 56


Re: Vita da pensionati in Ucraina

Messaggiodi baloo il mercoledì 21 settembre 2011, 12:29

johannes100 ha scritto:Tantissimi altri paesi con sanitá, clima, welfare ed infrastrutture migliori sono d'accordo, ma dove ti puoi permettere di usufruire di tutto quel Bengodi con una pensione da 1000 euro al mese sinceramente non me ne vengono in mente tanti.


Beh, quadi tutti gli stati centro e sud americani. Gli stati del sud est asiatico. Anche la spagna e il portogallo non sono per niente male. Ma l'ucraina sarebbe una delle mie ultime scelte.

@Robyleo: condorco pienamente. O arriva e ti chiedono se hai il portafoglio. O non sanno usarlo. O è "misteriosamente" sparito-rotto-inservibile.
Avatar utente
baloo
ESCURSIONISTA
ESCURSIONISTA
 
Messaggi: 59
Iscritto il: martedì 22 luglio 2008, 17:28
Località: Padova

Re: Vita da pensionati in Ucraina

Messaggiodi Ciorni.voran il mercoledì 21 settembre 2011, 13:38

Io con 2 pensioni (le pensioni sono 2 e non 1 se avete letto bene) vado a Phuket insieme a MIGLIAIA di altri italiani e non solo.
Qui,in questo grigiume,non mi vedono neanche con il binocolo.
Se mi voglio deprimere non ho bisogno di venire qua,basta l'Italia.
Il freddo e le artriti le lasciamo agli altri :DE se fa troppo caldo o umido ci sfronboliamo in piscina con le bxxxe al vento.
Il Mondo alla rovescia, quello del male, della follia distruttiva e dell’assurdo è difeso e costruito da un esercito di “medici pietosi”, di anime belle allo specchio, di persone che vanno dove le porta il cuore avendo lasciato la testa a casa.
Avatar utente
Ciorni.voran
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 3207
Iscritto il: venerdì 13 novembre 2009, 23:43
Residenza: Territori di steppa
Anti-spam: 42

Re: Vita da pensionati in Ucraina

Messaggiodi Stay il mercoledì 21 settembre 2011, 15:44

armabona ha scritto:...se hai bisogno di un intervento o di un ricovero in ospedale puoi tornare in italia andare al pronto soccorso...


Se le parole hanno un senso...

PRONTO SOCCORSO: "Il Pronto Soccorso serve a prestare le prime cure mediche e chirurgiche ai casi di emergenza/urgenza, ad effettuare gli interventi necessari per la rianimazione e stabilizzazione del paziente critico, a effettuare gli esami per valutare l’effettiva gravità del caso, decidendo poi sulla necessità o meno del ricovero."

Adesso ditemi come cavolo (quando ci vuole, ci vuole), faccio ad andare al pronto soccorso in italia partendo dall'Ucraina!

Forse mi sfugge che hanno inventato il teletrasporto umano ...e prorio in Ucraina, lo Stato più avanzato del Mondo! :mrgreen:
Avatar utente
Stay
ESCURSIONISTA
ESCURSIONISTA
 
Messaggi: 53
Iscritto il: mercoledì 2 febbraio 2011, 9:58
Residenza: Emilia
Anti-spam: 56

Re: Vita da pensionati in Ucraina

Messaggiodi johannes100 il mercoledì 21 settembre 2011, 17:14

baloo ha scritto:
Beh, quadi tutti gli stati centro e sud americani. Gli stati del sud est asiatico.


Il tuo mi sembra piú un libro dei sogni.

Dal Sudamerica escludi Messico e Venezuela perché stanno peggio che in Ucraina con in piú la guerra civile Stato-narcos in Messico e situazione politica sempre molto tesa in Venezuela.
Brasile paese superemergente d'accordo, Rio bellissima senz'altro, ma ormai a Rio, S. Paolo e grandi cittá i costi sono come in Sardegna d'estate.
La sorella del mio collega brasiliano compró casa a Rio per 60 mila euro ora la rivende a 120 mila...d'altra parte se un paese é terzo mondo non ha servizi, non ha infrastrutture ma con poco campi da signore, se cresce e, come il Brasile, diventa una potenza mondiale tutto migliora ma per vivere bene ci vogliono gli sghei.

In Sudamerica conosco anche Cuba ma nemmeno la commento.

Questo é il Sudamerica che conosco io, certo sono stato nelle grandi cittá come Caracas e Cittá del Messico.
Allora uno dice, bé vai fuori dalle cittá, sono Stati molto grandi.

Certo, e sicuramente a 300 kilometri da Caracas, a 700 da Buenos Aires o a 1000 da Rio de Janeiro gli operatori se ti rompi il femore sanno come tirarti su perché li mandano a studiare alla Clinica Universitaria di Zurigo.
Ovviamente poi se arrivi in Brasile e dici 'voglio venire a vivere qui io e mia moglie stranieri e con i miei bei 1000 euro di pensione' tranquillo che te lo danno subito il permesso di soggiorno permanente, non dovrai fare file, pagare mazzette, scontrarti con uno che ti dice una cosa ed uno un'altro a seconda di come si svegliano la mattina, in uffici pubblici con aria condizionata e con un sistema di prenotazione elettronico gestito dalla Nasa, altro che le varie liste scritte a penna.
Anche in Thailandia tutto questo si fará facilmente, perché non é come in Ucraina dove c'é il problema della lingua, il thailandese é facilmente assimilabile e poi li' tutti parlano inglese perfettamente.

:D

Ora, a parte le battute, Il dire 'un conto é la vacanza ed un conto é viverci in un paese' dovrebbe essere tenuto in mente per tutti i paesi non solo l'Ucraina.

Ci sono dei paesi che invitano gli stranieri ad andare a vivere (ed ad investire) da loro.
Faccio l'esempio di Panama che rilascia il PDS appena si fa accreditare su una banca locale la pensione estera.
Mi viene in mente anche il Costa Rica che si piazza sempre ai primissimi posti in ogni classifica sui paesi con piú alta qualitá di vita.
Ma, nella stragrande maggioranza dei paesi, tutti hanno pro e contro.
La cosa piú importante per qualcuno potrebbe essere vivere tutto l'anno al caldo, per un altro la non grande lontananza con l'Italia, per un terzo il vivere in un ambiente molto gradevole, come mi dice della Thailandia il mio amico agente di viaggio, anche se si trova nella peggior zona al mondo di formazione di cicloni tropicali: il bacino dell'oceano indiano settentrionale che é la zona dove gli uragani ivi formatisi sono stati i peggiori in tributi di vite umane: http://www.tropiland.it/clima/clima.htm
Senza arrivare agli uragani anche il tempo lí non é dei migliori, a Pukhet ci sono, di media, 5 dicasi 5 mesi l'anno di pioggia superiore a 200mm l'anno piú tanto per gradire 2 con pioggia tra i 151-200, per comparare, a Roma non ci sono, statisticamente, mesi con piogge superiori a 150mm l'anno. Vedi: http://www.tropiland.it/clima/clima.htm).

Sono pesantissimi 4 mesi a Kiev di -20, ma anche 5/7 mesi di piogge tropicali non risolleverebbero, almeno a me, troppo l'animo.

Un paese dove si vive bene con poco, i servizi funzionano, la sanitá cura gratis tutti con perizia svizzera non esiste. Esistono paesi con pro e contro ed ognuno sceglie a seconda di quello che é piú importante e meno difficoltoso da affrontare.
Peraltro parecchi paesi non facilitano chi vuole risiederci non per lavorare ma per viverci come pensionati.
Facciamo l'esempio del Sudamerica. Welfare, sanitá ed infrastrutture a livelli europei (e sempre meno italiani) li trovi solo se hai tanti soldini sotto il cuscino se non ce li hai quello che trovi é come in Ucraina.
Ma allora siamo nella stessa situazione dell'Ucraina. Poi si puó pensare che a paritá di problemi é meglio stare in un posto caldo e personalmente sono d'accordissimo.

Senza pensare che andare a vivere oltreoceano vuol dire ritornare in Italia/Europa ogni 2-3 anni perché la trasferta diventa costosa e complicata (questa é la media dei viaggi in Europa dei miei ex colleghi che sono ritornati al loro paese dopo 30 anni di lavoro in Europa o del mio ex collega italiano che é andato a vivere a Malindi, posto pieno di italiani ma dove non vivrei manco con i soldi sopra) ed allora magari é meglio un posto che non sará cosi benedetto da Dio dal punto di vista climatico ma é piú vicino se uno ha ancora madre, padre, figli, nipoti/casa affittata/qualsiasi altra cosa che puó comportare eventuali ritorni in Italia per emergenze o altro.

Stranamente non é venuto fuori che la stragrande maggioranza di italiani che vanno a vivere in posti esotici ha mogli del posto (vedi il mio collega pensionato che vive a Malindi) ed allora cosi' diventa tutto piú facile, ma ci provi qualcuno ad andare a vivere in una piccola cittá in un paese del sud est asiatico cosi d'emblée senza conoscere nessuno, vedrà che non incontrerá nessun problema d'ambientamento.

Intendiamoci, ognuno fa le sue scelte, ma non credere che andare a vivere in altri paesi fuori dall' Europa sia tutto rose, fiori e cocktail sulla spiaggia.

In Europa non conosco il Portogallo, sulla Spagna sono d'accordissimo....peró conosco Madrid e Barcellona e nella seconda andrei a vivere domani, solo che costa come Roma (quando ci sono stato sono entrato in 3 agenzie immobiliari a vedere i prezzi del quartiere dove risiedevo ed i prezzi erano gli stessi), per cui siamo al punto di partenza.
Solo che a Barcellona, campi male come a Roma con mille euro, ma le stazioni della metropolitana sono pulite, le spiagge sono strapulite e gratuite, il centro si raggiunge facilmente anche con la macchina, i trasporti pubblici funzionano, per cui c'é un miglioramento in ogni caso.

Ma fuori dall'Europa non pensare di trovare situazioni tanto meglio dell'Ucraina (se hai i soldi stai bene se no ciccia) con in piú la distanza enorme dall'Italia.
Perciocché l'invidioso si rallegra ed é lieto del male, e dolente d'ogni bene altrui; e per questo va sempre cercando come possa CALUNNIARE. (Domenico Cavalca, sec. XIV, 'Disciplina degli Spirituali col Trattato delle trenta stoltizie', cap. 9, pag. 69.8).
Avatar utente
johannes100
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 1328
Iscritto il: sabato 27 ottobre 2007, 11:48
Località: Roma

Re: Vita da pensionati in Ucraina

Messaggiodi baloo il mercoledì 21 settembre 2011, 17:35

Johannes, condivido appieno quello che hai detto. E non ho mai detto che si vive meglio in sud amercia che in europa. Ho solo espresso il mio parere in riguardo al trasferirsi o meno in Ucraina da pensionati e il mio intervento era a partire da questo assunto.

Ci sono paesi dove andare a godersi la pensione che siano, a mio sindacabilissimo giudizio, "migliori" dell'Ucraina?

E mi sono risposto, si. Ho detto quasi tutti i paesi centro e sud americani, non tutti. Costarica, Panama, Belize, Brasile, Argentina, Cile, repubblica Dominicana, mi sembrano sotto vari punti di vista migliori dell'Ucraina per passarci la mia vecchiaia (se mai volessi farlo). Anche Bali, Thailandia, Nuova Zelanda non sono malaccio.

Anche Cipro mi ispira.

L'Ucraina per svariati motivi non sarebbe mai una mia scelta. E in particolare, come dice l'autore del post, in un paese a 30km (se ricordo bene) da Lviv dove di inverno è peggio di un girone infernale. Scusa ma a rischiare la vita a causa di menefreghismo del governo Ucraino non ci tengo minimamente. Un paese a cui non frega minimamente della vita dei propri cittadini non è per me.

Detto ciò, io personalmente me ne sto benissimo in Italia, trovo che abbiamo uno dei paesi migliori al mondo anche se ormai non ce ne accorgiamo minimamente.
Avatar utente
baloo
ESCURSIONISTA
ESCURSIONISTA
 
Messaggi: 59
Iscritto il: martedì 22 luglio 2008, 17:28
Località: Padova

Re: Vita da pensionati in Ucraina

Messaggiodi armabona il mercoledì 21 settembre 2011, 18:19

x stay
quando porti la residenza all estero la tessera sanitaria non e piu valida
chi rientra in italia ha comunque diritto in caso di patologie che richiedano il ricovero ospedaliero a 90 giorni
di assistenza gratuita e non avendo il medico di base che ti fa la richiesta di ricovero passi per il pronto soccorso
sempre giovane
Avatar utente
armabona
ESCURSIONISTA
ESCURSIONISTA
 
Messaggi: 54
Iscritto il: mercoledì 2 luglio 2008, 0:24
Località: trento
Residenza: trento-chernigov
Anti-spam: 56

Re: Vita da pensionati in Ucraina

Messaggiodi johannes100 il mercoledì 21 settembre 2011, 20:20

baloo:

Rispetto tutte quelle che sono le tue scelte, ci mancherebbe.
Uno deve pensare di portare le sue stanche ossa a svernare dove vuole :D ed anche per me l' Ucraina non sarebbe un'opzione.

L' assunto era anche dove andare in pensione con un budget limitato ed allora le cose si fanno complicate.

Ti posso dire che tu nomini tra gli altri S. Domingo, bel posto sicuramente. Un mio amico russo c'ha passato un anno sabbatico tornando al lavoro qualche mese fa.
Eravamo in contatto quasi giornaliero con skype e lui ci viveva con 2000 dollari al mese facendo una vita normale, non è tipo da discoteche, che al cambio attuale sono sui 1600/1700 euro e con assicurazione sanitaria del lavoro mantenuta ma pagata da lui in quanto in aspettativa non pagata.
Come vedi, bisogna avere un minimo di sghei anche li.
Quindi un conto è dove piacerebbe andare, un conto è trovare un paese con un livello di vita decente con poco.

Mi rafforzo nel giudizio poi che il tuo elenco sia più un libro dei sogni che reale perchè dici che potresti considerare di andare a vivere anche la Nuova Zelanda, posto bellissimo ma è chiaro che non hai idea di cosa significa andare a vivere in un posto a 24 ore di aereo e 3/4 scali di distanza dall' Italia.
Anche avendone la possibilità non sarebbe per nulla facile.

Un saluto.
Perciocché l'invidioso si rallegra ed é lieto del male, e dolente d'ogni bene altrui; e per questo va sempre cercando come possa CALUNNIARE. (Domenico Cavalca, sec. XIV, 'Disciplina degli Spirituali col Trattato delle trenta stoltizie', cap. 9, pag. 69.8).
Avatar utente
johannes100
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 1328
Iscritto il: sabato 27 ottobre 2007, 11:48
Località: Roma

Re: Vita da pensionati in Ucraina

Messaggiodi toto il mercoledì 21 settembre 2011, 20:40

#-o Meno male che c'e' Armabona che e' una bona persona!Ma siete scoraggianti e invidiosetti!
Venite se siete conviventi o sposati con donne Ucraine,bando alle chiacchiere ma che dite!!!

Amici miei sofferenti per malattie in farmacia hanno pagato alcuni farmaci,anche costosi!
A Nikolaev siamo ufficialmente tre le famiglie Italiane/Ucraine con bimbi piccoli!

L'Ucraina se rimane cosi ci saranno ancora donne per i futuri giovani italiani che potranno rifuggiarsi
in questo paese in caso di necessita economica!

Se crescera l'economia e si avranno passi in avanti o si apriranno le frontiere ci saranno restrizioni per i nostri giovani che non avranno possibilita' di legarsi con le signore ucraine!

Perche avranno piu pretese e saranno meno disponibile!Quindi il paese sara' diverso!
Noi siamo quelli che usufruiamo il meglio,siamo i primi esploratori,i primi ricercatori!

Corvo Nero gironzola di qua' e di la' apprende le novita negative ed e' influenzato dalla quotidianita' spicciola!

Io non guardo e non sento nulla,mentre sono attento che in Italia e caos totale e delinquenza dilagante!

Allora dico, fra me stesso,certamente influenzato dai media,caspita meglio io che sono qua!


Roma omicidi fra bande quasi giornalmente,allora che dire!


Laciamo perdere,discorso macchine qui girano benestanti,ma certo non c'e' paragone.
Costruzioni inesistenti ed altro!

Ma se vieni qua che te ne frega degli altri,hai i soldi vai al supermercato fai la spesa vai a casa,
ti chiudi cucini e mangi,alla faccia di chi non puo permetterselo!

Ricordatevi che siamo in europa e non in sudamerica!Il piatto e servito buon appetito a voi!!!
Avatar utente
toto
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 921
Iscritto il: sabato 21 novembre 2009, 10:43
Residenza: Nikolaev
Anti-spam: 56

Re: Vita da pensionati in Ucraina

Messaggiodi Orion il mercoledì 21 settembre 2011, 21:26

Ciao a tutti! Vi ringrazio ancora una volta per le vostre indicazioni, sicuramente preziose. Vorrei però chiarire un paio di punti sui quali evidentemente non sono stato troppo preciso.

Primo: io ho già preso la mia decisione, andrò a vivere in Ucraina con mia moglie e la sua (e ora anche mia) famiglia. I pro e i contro li ho già presi in considerazione (e in questo, lo ripeto, mi avete aiutato anche voi, amici del Forum), ma i pro - per me - superano di gran lunga i contro. Anche perché secondo me non si può tenere conto solo degli elementi "oggettivi" (come certe problematiche della sanità ucraina, che pure esistono, chi lo nega?) ma bisogna considerare anche quelli "soggettivi" (la propria personalità, le proprie aspettative, la propria situazione personale etc.). Mi piace leggere di altri Paesi che hanno situazioni interessanti (soprattutto economicamente) per chi voglia andarsene dall'Italia, ma io non sono interessato semplicemente a trasferirmi in un'altra nazione, la mia destinazione l'ho già scelta.

Secondo: per avere una panoramica più completa della situazione desidererei leggere - oltre agli interventi di chi comunque conosce la situazione in Ucraina perché ci vive o ci trascorre parecchio tempo - anche l'intervento di qualche pensionato italiano che vive in quel Paese e che quindi ha un'esperienza diretta della "vita da pensionato", appunto.

Aggiungo che i problemi riguardanti la vicinanza o la lontananza dall'Italia mi interessano poco: nella vita ho viaggiato parecchio, soprattutto per lavoro, e sinceramente vorrei evitare di fare la spola tra l'Ucraina e l'Italia...

A presto e grazie ancora!
Avatar utente
Orion
ESPLORATORE
ESPLORATORE
 
Messaggi: 122
Iscritto il: sabato 30 luglio 2011, 19:25
Residenza: Lvivska Oblast - Ucraina
Anti-spam: 42

Re: Vita da pensionati in Ucraina

Messaggiodi Ciorni.voran il mercoledì 21 settembre 2011, 21:40

Sei già stato accontentato.Basta che leggi il post precedente.il prototipo del pensionato felice in Ucraina :D
Il Mondo alla rovescia, quello del male, della follia distruttiva e dell’assurdo è difeso e costruito da un esercito di “medici pietosi”, di anime belle allo specchio, di persone che vanno dove le porta il cuore avendo lasciato la testa a casa.
Avatar utente
Ciorni.voran
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 3207
Iscritto il: venerdì 13 novembre 2009, 23:43
Residenza: Territori di steppa
Anti-spam: 42

Re: Vita da pensionati in Ucraina

Messaggiodi Stay il giovedì 22 settembre 2011, 12:47

armabona ha scritto:x stay
quando porti la residenza all estero la tessera sanitaria non e piu valida
chi rientra in italia ha comunque diritto in caso di patologie che richiedano il ricovero ospedaliero a 90 giorni
di assistenza gratuita e non avendo il medico di base che ti fa la richiesta di ricovero passi per il pronto soccorso


Chiarito il "mistero", resta il problema del pronto soccorso per tale scopo, come nell'esempio "del rompersi una gamba" che qualcuno faceva.
Poi so' anche che molti farmaci che si vendono regolarmente nelle farmacie ucraine sono falsi (ma su questo chiedo conferma) e con il tempo di spappolano il fegato.

Se ci accettano i rischi, allora va bene vivere dove più ci si aggrada, ma mi sa che sul piatto della bilancia bisogna sacrificare troppe cose, non ultimo il cibo che, se proprio ci si annoia a passare 90 giorni di assistenza gratuita in Italia, bisogna pagarlo a prezzi occidentali e quindi si ritorna al punto di partenza...

Comunque non discredito nessuno che faccia una scelta diversa da quella che potrei fare io al suo posto, il nostro è solo un confronto di idee, più o meno condivisibili, poi tanto (per statistica) i consigli non vengono mai seguiti e mi sembra anche giusto considerando che nessuno detiene la verità assoluta.

toto ha scritto:Meno male che c'e' Armabona che e' una bona persona!Ma siete scoraggianti e invidiosetti!
Venite se siete conviventi o sposati con donne Ucraine,bando alle chiacchiere ma che dite...


Caro Toto, di me ho forti dubbi ma sono sicuro che a parte Armabona, ci sono tante altre brave persone in questo forum, fidati! :wink:

Poi, visto che qualcuno ha citato la Nuova Zelanda, è proprio di questo Paese che ti avrei invidiato sul serio ma purtroppo credo che per poter entrare e vivere li (come in Australia) ci vuole un visto che non rilasciano tanto facilmente, altro che l'Italia per gli Ucraini! Poi per il costo della vita, in certi casi risulta anche meno che da noi e la qualità della vita è inimmaginabile per noi comuni mortali che ci accontentiamo di molto, ma molto, ma molto, ma molto meno... [-o<
Avatar utente
Stay
ESCURSIONISTA
ESCURSIONISTA
 
Messaggi: 53
Iscritto il: mercoledì 2 febbraio 2011, 9:58
Residenza: Emilia
Anti-spam: 56

Re: Vita da pensionati in Ucraina

Messaggiodi toto il giovedì 22 settembre 2011, 14:58

=D> =D> =D> Bravi tutti!Armabona perche finisce con Bona persona!
Avatar utente
toto
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 921
Iscritto il: sabato 21 novembre 2009, 10:43
Residenza: Nikolaev
Anti-spam: 56

Re: Vita da pensionati in Ucraina

Messaggiodi robert374 il giovedì 22 settembre 2011, 16:24

Io sono arrivato 6 anni fa in Ucraina come turista. Avevo 52 anni. Ho conosciuto dopo il secondo giorno una ragazza vedova con figlia. Era bella, elegante, gentile,sempre senza soldi, ma buona di carattere ed altro. Me ne sono innamorato. Da 3 anni continuo a vivere quasi costantemente in Ucraina ad eccezione di una volta. Sono tornato appena 12 giorni fa dopo 100 gg fra Italia,Grecia,Francia, Lussemburgo,Olanda, Belgio. Bene ,dopo aver dichiarato tante volte su questo sito che voglio scappare da questo paese...

Ho notato che fra Italia,Grecia;olanda etc etc solo di sigarette spendevo 260E al mese mentre qui ne spendo 30E. Casini dappertutto ormai in Europa..non parliamo dell'Italia. Leggiti bene questi forum, c'è da apprendere molto. Qualcuno sembra pessimista ,altri ottimisti. La realtà è che qui c'è molta molta corruzione. Si paga sempre e non si capisce niente di leggi etc.e non avrai mai riferimenti certi. A volte non sai se le donne stanno con te perchè sei bello e bravo(io sono bello..scusate) o perchè hai i soldi,comunque anche io pago il giusto!!

L'inverno è duro...anche perchè le strade si ghiacciano e nessuno pulisce. In alcune città puoi cadere in un tombino perchè li rubano per portarli sul pozzo del loro giardino. Insomma ci sarebbe da scrivere una diecina di pagine per essere obiettivi, dare un consiglio etc etc. Leggi i forum. Troverai tutto. Non so chi l'ha scritto questo:
"Diffidate da chi è schiavo dei bisogni materiali. C'è più genuinità nell'atteggiamento egoistico del mondo occidentale, che in tanto idealismo nei paesi in via di sviluppo."

Comunque ci vuole anche tanta fortuna..oppure essere un pò disperati..o amare troppo le giovani donne,che sono precluse ai sessantenni in Italia. Qui no!! Poi c'è gente che qui ha avviato buone attività redditive, chi è riuscito a farsi una bella famiglia, chi ha comprato e sta bene in una bella casa con buoni amici. Sappi che la seconda domanda che ti faranno gli ucraini è: " Tu che business fai qui?" Perchè per arrotondare qui tutti hanno un doppio o un triplo lavoro..ad eccezione della milizia!! Non chiedermi perchè!!!

Se non parli il russo,come me, e non hai una donna che parla italiano...non venire. Soffriresti tanto,dopo i primi mesi di euforia sessuale. Poi se hai la capa fresca,buona memoria ,anche il russo dopo un 2-3 anni lo parlucchi un po'. Saluti a Andbod,Forrestgump,Toto ed altri cari amici come Ocin ...non mi ricordo. Ho fatto solo un discorso come fra me e me, perchè l'argomento è ampio e meriterebbe di più profonde osservazioni ed io sono stato leggero.
robert374
 

Re: Vita da pensionati in Ucraina

Messaggiodi vittorio_guido il giovedì 22 settembre 2011, 17:16

Robert, breve ma chiaro...
Soltanto gli stupidi non sbagliano mai.....
Odessa Mama
Avatar utente
vittorio_guido
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 5849
Iscritto il: domenica 7 febbraio 2010, 22:09
Residenza: viareggio (Odessa vacanza)
Anti-spam: 56

PrecedenteProssimo

Torna a Problemi dell'Ucraina.





Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

cron