Vita da pensionati in Ucraina

Tutti i problemi nascosti o seminascosti, tutto quello che è fuori dalla sfera della vacanza e del viaggio di piacere.

Re: Vita da pensionati in Ucraina

Messaggiodi Orion il sabato 17 agosto 2019, 8:52

Da un argomento all’altro, ma sempre in tema di vita da pensionati - e non solo - in Ucraina. Una delle cose che mi ha maggiormente colpito sin dal mio arrivo in Ucraina, nel 2015, è il fatto che qui le banche facciano orario continuato (dalle 9 alle 18) senza chiudere all’ora di pranzo e, in particolare, che restino aperte anche di sabato (fino alle 15, mi sembra).

Ora, è vero che con tutti gli sportelli bancomat che ormai si trovano un po’ dappertutto nella maggior parte delle nazioni, molte operazioni si possono fare anche quando la banca è chiusa, ma è vero anche che alcune attività richiedono necessariamente la presenza (e l’assistenza) dei dipendenti della banca.

Ne ho parlato via chat con alcuni amici nati e residenti in Italia, e tutti mi hanno detto che, secondo loro, tenere aperte le banche anche all’ora di pranzo e, soprattutto, di sabato, è - riporto testualmente - “una forma di rispetto per il cittadino”. Voi che ne dite?
Avatar utente
Orion
ESPLORATORE
ESPLORATORE
 
Messaggi: 158
Iscritto il: sabato 30 luglio 2011, 19:25
Residenza: Lvivska Oblast - Ucraina
Anti-spam: 42


Re: Vita da pensionati in Ucraina

Messaggiodi gioviale1956 il sabato 17 agosto 2019, 11:44

Anche in italia alcune sono aperte di pomerigio e anche di sabato. Saluti.
Avatar utente
gioviale1956
ESPLORATORE
ESPLORATORE
 
Messaggi: 193
Iscritto il: lunedì 2 maggio 2016, 13:41
Residenza: tenerife spagna
Anti-spam: 42

Re: Vita da pensionati in Ucraina

Messaggiodi Orion il sabato 17 agosto 2019, 12:04

Buono a sapersi, ma ho motivo di credere che queste banche italiane che aprono anche di sabato non siano poi così tante. Io perlomeno (ma anche i miei amici) non ne ricordo molte, anzi direi praticamente nessuna. Ovviamente non posso certo affermare di avere visitato tutte le banche italiane... :mrgreen:

Ciò che ricordo con certezza erano le lamentele di chi avrebbe avuto bisogno di recarsi in banca anche di sabato perché impossibilitato a farlo durante la settimana per motivi di lavoro. Sia chiaro che qui nessuno ce l'ha con i bancari italiani, ma - ripeto - il fatto che in Ucraina gli istituti di credito rimangano aperti anche di sabato ha meravigliato sia me che i miei amici. Comunque grazie per l'informazione, gioviale1956, riferirò. :wink:
Avatar utente
Orion
ESPLORATORE
ESPLORATORE
 
Messaggi: 158
Iscritto il: sabato 30 luglio 2011, 19:25
Residenza: Lvivska Oblast - Ucraina
Anti-spam: 42

Re: Vita da pensionati in Ucraina

Messaggiodi gioviale1956 il sabato 17 agosto 2019, 13:41

h**ps://www.icer.it/orari-apertura-banche/
Avatar utente
gioviale1956
ESPLORATORE
ESPLORATORE
 
Messaggi: 193
Iscritto il: lunedì 2 maggio 2016, 13:41
Residenza: tenerife spagna
Anti-spam: 42

Re: Vita da pensionati in Ucraina

Messaggiodi Orion il sabato 17 agosto 2019, 13:58

Grazie per il link, gioviale1956, lo giro immediatamente ai miei amici residenti in Italia, ovviamente servirà soprattutto a loro, non a me. Comunque fa piacere sapere che da qualche anno in Italia alcune banche aprono anche di sabato.

Qui in Ucraina sembra che questa lodevole "abitudine" sia in vigore già da diverso tempo, ma io me ne sono reso conto solo tre anni e mezzo fa, quando ho preso la residenza definitiva in questa nazione, prima non ci avevo fatto caso. Buona giornata!
Avatar utente
Orion
ESPLORATORE
ESPLORATORE
 
Messaggi: 158
Iscritto il: sabato 30 luglio 2011, 19:25
Residenza: Lvivska Oblast - Ucraina
Anti-spam: 42

Re: Vita da pensionati in Ucraina

Messaggiodi Orion il mercoledì 4 settembre 2019, 11:17

E’ incredibile come una stessa cosa o una stessa situazione possano essere viste in maniera diametralmente opposta a seconda delle proprie esigenze o desideri o timori etc. Quando, nel 2015, io e mia moglie stavamo preparando il trasferimento definitivo dall’Italia all’Ucraina, una sua amica e connazionale - da diversi anni residente in Italia per lavoro - chiese a mia moglie: “Ma cosa farà tuo marito in Ucraina da pensionato? Non si annoierà?”.

In realtà da quando vivo qui, dopo aver smesso di esercitare un’attività professionale che mi teneva impegnato praticamente tutto il giorno (un lavoro che peraltro mi piaceva molto, devo ammetterlo), mi godo un po’ di più la vita: mia moglie ed io possiamo andare al ristorante o in pizzeria quando ci va (non raramente come invece accadeva in Italia), possiamo concederci qualche spesuccia in più, ci godiamo i nipotini, abbiamo potuto “mettere in cantiere” un progetto che accarezzavamo da tempo, etc. In poche parole: in Ucraina non mi annoio affatto, anche perché ho molto più tempo per seguire i miei hobby, come ho avuto modo di scrivere in un precedente post. Ad esempio, gioco a scacchi sin da ragazzo e qui ci sono parecchi scacchisti (peraltro tutti più bravi di me, compresi i giovanissimi, anche se io non sono proprio una schiappa a questo gioco)!

Insomma, la vita da pensionato in Ucraina (perlomeno nell’Ucraina che IO conosco, quella dell’ovest) mi sta benissimo. Aggiungo che alla fine dello scorso anno ho avuto anche modo di sperimentare l’assistenza ospedaliera ucraina e devo dire che ho trovato grande competenza tra i medici, sia nella cittadina dove vivo sia a Lviv. Non entro nei dettagli, ma sono stato curato molto bene. Naturalmente in questo campo così delicato - la sanità - ognuno vive la propria esperienza personalissima, ma questo accade in tutto il mondo.
Avatar utente
Orion
ESPLORATORE
ESPLORATORE
 
Messaggi: 158
Iscritto il: sabato 30 luglio 2011, 19:25
Residenza: Lvivska Oblast - Ucraina
Anti-spam: 42

Re: Vita da pensionati in Ucraina

Messaggiodi assessore il giovedì 5 settembre 2019, 19:58

Quindi 4 anni vissuti in Ucraina senza rimpianti?
Ma i soldi pure li hai trasferiti o li tieni in Italia?
Ma è vero che la tassazione è a livelli agghiaccianti? O forse è solo per chi lavora?
Avatar utente
assessore
VIAGGIATORE
VIAGGIATORE
 
Messaggi: 28
Iscritto il: martedì 15 gennaio 2019, 7:42
Residenza: Svizzera, Berna
Anti-spam: 42

Re: Vita da pensionati in Ucraina

Messaggiodi Forrest Gump il giovedì 5 settembre 2019, 21:07

Assessore, una recente ricerca che leggevo a proposito della fuga all'estero dei pensionati italiani, diceva chiaramente che ci sono sono altri 4 posti nel mondo su 197 paesi riconosciuti dalla comunità internazionale, dove la ritenuta alla fonte sulla pensione lorda è maggiore di quella italiana.

Diciamo che un pensionato può puntare il dito e girare il mappamondo fino a quando non si ferma: difficilmente andrà peggio dell'Italia. :D
"L'uomo saggio aspetta il momento giusto, il pazzo lo anticipa, l'imbecille lo lascia passare". (tratto dal film "Mai arrendersi")
Avatar utente
Forrest Gump
Admin
Admin
 
Messaggi: 6478
Iscritto il: sabato 5 luglio 2008, 18:04
Località: Tra Marbella e Kiev
Residenza: Kiev Ucraina
Anti-spam: 42

Re: Vita da pensionati in Ucraina

Messaggiodi Orion il venerdì 6 settembre 2019, 7:42

assessore ha scritto:Quindi 4 anni vissuti in Ucraina senza rimpianti?
Ma i soldi pure li hai trasferiti o li tieni in Italia?
Ma è vero che la tassazione è a livelli agghiaccianti? O forse è solo per chi lavora?

Assessore, posso rispondere solo su temi che conosco personalmente, e sinceramente non so a quanto ammonti la tassazione sui redditi da lavoro. Posso però dirti che l'aliquota sull'importo lordo della pensione che un cittadino italiano residente in Ucraina (si parla di residenza anche fiscale, oltre che anagrafica) riceve dall'Italia è del 18%, alla quale bisogna aggiungere l'addizionale ATO (che ritengo sia solo temporanea: con la fine della guerra nell'Est dell'Ucraina dovrebbe essere abolita) dell'1,5%. Totale: 19,5%. Non mi sembra proprio una tassazione "agghiacciante", soprattutto se consideriamo anche quanto esposto da Forrest Gump.

Per essere più precisi, va ricordato che tra l'Italia e l'Ucraina esiste una convenzione contro la doppia tassazione, in base alla quale l'italiano residente in Ucraina per almeno 183 giorni l'anno (184 nell'anno bisestile) risulta a tutti gli effetti residente fiscale in questa nazione, e quindi anche soggetto fiscale dell'Ucraina, dunque paga le tasse solo qui e non in Italia. Io, ad esempio, vivo in Ucraina 12 mesi all'anno e l'Inps mi invia la pensione lorda: sta poi a me fare i dovuti calcoli e pagare le relative tasse allo Stato ucraino. Alla mia nazione di provenienza non devo più nulla, anche perché non ho alcuna proprietà (né conto in banca) in Italia.

Quanto alla tua prima domanda, ti rispondo di sì: non mi sono mai pentito della scelta di trasferirmi nella nazione di mia moglie. Ma non voglio annoiare gli altri utenti ripetendo i motivi per i quali vivo bene in Ucraina: se hai tempo e voglia di dare uno sguardo ai post che ho pubblicato nel thread "Vita da pensionati in Ucraina" capirai le ragioni della mia soddisfazione.
Avatar utente
Orion
ESPLORATORE
ESPLORATORE
 
Messaggi: 158
Iscritto il: sabato 30 luglio 2011, 19:25
Residenza: Lvivska Oblast - Ucraina
Anti-spam: 42

Re: Vita da pensionati in Ucraina

Messaggiodi assessore il venerdì 6 settembre 2019, 21:13

Grazie Orion e complimenti per la riuscita integrazione in Ucraina.
Ho letto un po’ la tua storia. Io sono riuscito a estirpare da mia moglie la nostalgia della “ Rodina” solo dopo 7 lunghi sofferti anni.
Avatar utente
assessore
VIAGGIATORE
VIAGGIATORE
 
Messaggi: 28
Iscritto il: martedì 15 gennaio 2019, 7:42
Residenza: Svizzera, Berna
Anti-spam: 42

Precedente

Torna a Problemi dell'Ucraina.





Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite