Vita da pensionati in Ucraina

Tutti i problemi nascosti o seminascosti, tutto quello che è fuori dalla sfera della vacanza e del viaggio di piacere.

Re: Vita da pensionati in Ucraina

Messaggiodi toto il lunedì 19 settembre 2011, 14:47

Ciao Corvo Nero!

Come ben sai mi ispiri,non sono poi tanto pesante nella penna,no?
Ma fatti sentire,come scrivi tu abiti vicino Tavria v di Namiv-

In mercato del centro (EVIS) vi e' un'altro Italiano se per caso non sei tu?

Comunque dovere di penna,rispondo sempre allegramente :lol: .

Saluti e abbracci a tutti!
Avatar utente
toto
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 922
Iscritto il: sabato 21 novembre 2009, 10:43
Residenza: Nikolaev
Anti-spam: 56


Re: Vita da pensionati in Ucraina

Messaggiodi Orion il lunedì 19 settembre 2011, 20:47

Ciao a tutti. Vi ringrazio per le indicazioni che mi state dando, sono tutte utili e sicuramente contribuiscono a creare un quadro più completo e dettagliato della situazione in Ucraina.

Vorrei fare riferimento a una frase di Ciorni.voran: “Credo che chi va in pensione dopo una vita di lavoro possa apirare a una esistenza migliore o almeno più tranquilla". Un'affermazione sulla quale sono d'accordo al cento per cento, ma uno dei motivi che mi ha convinto a trasferirmi in Ucraina (una volta andato in pensione) è proprio questo, perché le mie prospettive come pensionato italiano in Italia non sono proprio esaltanti.

Ognuno ha la sua situazione personale, quindi non credo che esista una soluzione valida indistintamente per tutti. La mia situazione futura (nel caso assolutamente improbabile che decidessi di restare in Italia dopo i 65 anni) è la seguente: pensione non eccezionale (se riceverò 1.000 euro al mese sarà già tanto, malgrado gli oltre 40 anni di attività... assurdo!) e seria prospettiva di andare a vivere sotto un ponte, visto che non ho una casa di proprietà e quindi vivo in affitto (ora pago 600 euro al mese, ma tra qualche anno saranno sicuramente di più). Questo, chiaramente, esclude anche l'idea di trascorrere 6 mesi all'anno in Ucraina e gli altri 6 mesi in Italia, prospettiva che peraltro non mi affascina troppo. Anche perché, essendo figlio unico, non ho grandissimi legami in Italia.

Forse sbaglio, ma credo che anche tra qualche anno le pensioni mia e di mia moglie, messe insieme, ci permetteranno di vivere dignitosamente in Ucraina, di certo più che in Italia.

Quanto alla prospettiva di dovermi dedicare "all'orto e al giardinaggio", in realtà coltivo da sempre un paio di hobby che rendono piacevole il soggiorno in casa anche se fuori nevica. E comunque non è che il giardinaggio sia da buttare via: in fondo è anche l'attività preferita di molti pensionati italiani che vivono in Italia e che non amano passare le giornate giocando a briscola. Come ripeto, credo che ognuno di noi abbia le sue esigenze e io cerco soprattutto la tranquillità.

Quanto ai problemi della sanità in Ucraina, mi vengono in mente i non pochi episodi di malasanità in Italia, per non parlare di una certa disorganizzazione (senza offesa per nessuno, beninteso): tanto per fare solo l'esempio più recente, per attivare un servizio (previsto dal Sistema Sanitario Nazionale italiano) a favore di una mia parente che ha il 100% di invalidità, sono dovuto andare alla ASL di competenza ben cinque volte, perdendo altrettante mezze giornate di lavoro. No comment.

Un'altra cosa: l'Ucraina, anche se ha "solo" 50 milioni di abitanti, è il secondo Paese più esteso d'Europa, quindi non so quanto sia giusto parlarne come di un'entità omogenea. In altre parole, la vita nella parte Ovest è quasi sicuramente diversa da quella nella parte più vicina alla Russia. Anche questo ha il suo peso, credo. Io comunque andrò a vivere nell'Oblast di Lviv, quindi nella parte più occidentale (peraltro l'unica che conosco, al momento).

Grazie ancora a tutti coloro che mi hanno risposto!
Avatar utente
Orion
ESPLORATORE
ESPLORATORE
 
Messaggi: 158
Iscritto il: sabato 30 luglio 2011, 19:25
Residenza: Lvivska Oblast - Ucraina
Anti-spam: 42

Re: Vita da pensionati in Ucraina

Messaggiodi leofabiani il lunedì 19 settembre 2011, 21:16

Ci sono tanti posti molto meno costosi, anche in Italia (senza cercare per forza un paese straniero) dove con 2 pensioni si puo vivere dignitosamente. (basta non voler vivere in centro in una grande città)
All'estero ce ne sono a bizzeffe anche in EU
Se poi hai una certa età le cure mediche sono di primo livello e gratis (in Italia).. non così in Ucraina (se ti rompi qualcosa la tua pensione quel mese sarà drasticamente ridotta)
Per non parlare del clima, servizi, strade etc etc

Poi ognuno è libero di fare le proprie scelte, ma per quel poco che ho visto l'Ucraina. pur essendo un paese che ha indubbiamente il suo fascino e non solo in ambito femminile, non mi pare proprio l'ideale per passare una pensione tranquilla....
Avatar utente
leofabiani
MASTER
MASTER
 
Messaggi: 446
Iscritto il: martedì 28 dicembre 2010, 23:46
Residenza: SOLVENIA - CEREJ - KOPER
Anti-spam: 56

Re: Vita da pensionati in Ucraina

Messaggiodi Robyleo il lunedì 19 settembre 2011, 21:44

Se per un servizio dell'asl in Italia devi aspettare mesi.. in Ucraina non lo avrai nemmeno aspettando un secolo.
Vivere lì sarà molto peggio che vivere in Italia, per la qualità di tutto, cibo, ospedali, strade, etc..
Tuttavia, se non hai casa di proprietà sarà un problema per te visto che avrai una pensione piuttosto bassa. Quindi probabilmente trasferirti lì, dove l'affitto costerebbe molto meno, potrebbe essere un vantaggio..
Valuta bene pro e contro.
Avatar utente
Robyleo
ESPLORATORE
ESPLORATORE
 
Messaggi: 180
Iscritto il: mercoledì 20 gennaio 2010, 23:23
Residenza: Ancona
Anti-spam: 56

Re: Vita da pensionati in Ucraina

Messaggiodi vittorio_guido il lunedì 19 settembre 2011, 22:30

Che l'affitto costi meno non ci giurerei, o meglio costa meno ma non pensate di andare a spendere 50 euro al mese... Almeno in città!
Anche se forse con la crisi si saranno abbassati...
Problema russo risolto... Vai a lviv li se parli russo ti gambizzano ....
Di sicuro ti potrai fare una bella dentiera a bassissimo prezzo!!! Io come posso vado dal denstista di mia moglie...
Se la prospettiva è quella descritta da te allora vai in messico la situazione è la stessa Ucraina ma col sole 12 mesi l'anno!
In ogni caso hai ancora tempo, credo di aver capito, quindi fatti uno schema e segnati nei mesi e negli anni i pro e i contro.
Non costa tutto poco dipende cosa cerchi un cellulare o una macchina nuova costa come qui per intendersi,
Auguri
Vittò
Soltanto gli stupidi non sbagliano mai.....
Odessa Mama
Avatar utente
vittorio_guido
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 6014
Iscritto il: domenica 7 febbraio 2010, 22:09
Residenza: viareggio (Odessa vacanza)
Anti-spam: 56

Re: Vita da pensionati in Ucraina

Messaggiodi Ciorni.voran il lunedì 19 settembre 2011, 22:40

Se questa è la scelta di chi non ha scelta allora non posso che farti i miei migliori auguri.

Solo un paio di precisazioni,Anche se in Italia abbiamo assistito negli ultimi anni a casi di malasanità e talvolta anche a scandalosi episodi criminosi,la sanità Italiana rimane IMMENSAMENTE più efficiente di quella Ucraina.Se poi la paragoniamo a quella di alcune regioni del centro nord il paragone si fa addirittura IMPROPONIBILE.

Tantissimi sono i nostri concittadini in esenzione dal ticket appartenenti a particolari fasce di età o di reddito.E dopo i 65 anni non paghi praticamente più niente.In Ucraina la sanità è (di fatto) tutta a carico dell'assistito.

La spesa sanitaria incide in maniera significativa nel bilancio di una famiglia di persone anziane o che lo saranno.
Esiste poi il problema che anche avendo la disponibilità di denaro spesso non si trova ciò di cui si necessita.

Se in Italia il servizio per il tuo parente con l'invalidità totale alla fine, seppur faticosamente,lo hai attivato (ovviamente non è una giustificazione),là il servizio non esiste proprio.L'Italia copre molte carenze con le attività delle associazioni di volontariato che in Ucraina sono una realtà (quasi) inesistente.

Pur essendo il più grande paese europeo,se escludiamo la Federazione Russa che però ha una componente asiatica è in realtà un paese abbastanza omogeneo senza significative differenze tra le varie regioni,per ragioni storiche e culturali che non sto a spiegare.E guarda che le regioni più ricche non sono quelle vicine ai confini occidentali.

Se ti piacciono orto,giardinaggio,bricolage o attività "indore" in genere è solo un vantaggio.Non davo nessuna eccezione negativa alla cosa.Anzi.

Io non sono uno che frequenta i party o gli avvenimenti mondani.Anche a me piace la vita serena e a volte anche la solitudine.Ma almeno un luogo dignitoso dove poter fare una passeggiata alla sera,con un po' di luce,assieme alla famiglia, senza volare in un tombino aperto o slalomeggiare fra gli ubriachi...uno!Non credo sia una gran richiesta.

L'unico vantaggio è che qui,come ha detto Roby con altre parole, hai una percezione della ricchezza diversa.E puoi adattarti a vivere,comprandola,in una casa dove in Italia nessuno si sognerebbe di mettere piede.E' il mal comune mezzo gaudio.E non è una cosa disprezzabile a mali estremi.

Avere una automobile (possibilmente 4x4) ,non dico sia indispensabile ma altamente raccomandato.Il trasporto pubblico è abbastanza capillare ma le città sono tra le più lunghe del Mondo,tutte disposte in lunghezza.

Per il resto non è che sia un paese economico.Se fai la spesa e compri le stesse cose che compri in Italia (ma difficilmente le troverai) spendi di più.Preparati anche a una alimentazione qualitativamente inferiore e immensamente meno varia.Qui bisogna essere sempre autosufficienti in tutto.Ed è una cosa costosa.

Ultimo.Un aspetto psicologico.Qui dipenderai in tutto e per tutto da tua moglie per tantissimo tempo se non per il resto della tua vita.Io,lo dico onestamente,non posso ancora definirmi completamente autonomo,nonostante sia passato un congruo numero di anni.E' una situazione un po' pesante da sopportare alla lunga anche per coppie affiatatissime.

Intanto ti rinnovo i miei auguri e poi se ti farà piacere continua a farti sentire e a tenerci informati.Ciao
Il Mondo alla rovescia, quello del male, della follia distruttiva e dell’assurdo è difeso e costruito da un esercito di “medici pietosi”, di anime belle allo specchio, di persone che vanno dove le porta il cuore avendo lasciato la testa a casa.
Avatar utente
Ciorni.voran
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 3235
Iscritto il: venerdì 13 novembre 2009, 23:43
Residenza: Territori di steppa
Anti-spam: 42

Re: Vita da pensionati in Ucraina

Messaggiodi Ciorni.voran il lunedì 19 settembre 2011, 22:48

Aggiungo (ho letto il post di Victor adesso) che anche sulle cure odontoiatriche ci sarebbe molto da discutere.

Non sono pratico di dentiere ma io dell'implantologia in Ucraina non me la farei fare neanche sotto minaccia delle armi.
Va bene per le cose semplici.Poi magari approfondiamo in altro luogo con qualche esperienza.
Il Mondo alla rovescia, quello del male, della follia distruttiva e dell’assurdo è difeso e costruito da un esercito di “medici pietosi”, di anime belle allo specchio, di persone che vanno dove le porta il cuore avendo lasciato la testa a casa.
Avatar utente
Ciorni.voran
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 3235
Iscritto il: venerdì 13 novembre 2009, 23:43
Residenza: Territori di steppa
Anti-spam: 42

Re: Vita da pensionati in Ucraina

Messaggiodi vittorio_guido il lunedì 19 settembre 2011, 23:02

Penso che anche lì più paghi e meglio stai... Ma non è il caso del nostro 'uomo'.
Io mi son fatto fare un dente (snervare e ricostruire) per una bischerata... (non ricordo di preciso) di sicuro qui mi dissero 3000 euro perchè oltre il devitalizzare andava fatto questo e questo e quest...
son passati 2 anni e ancora adesso i dentisti italiani mi fanno i complimenti (poi dopo dico che li ho fatti all'estero e storcono il naso.... tirando fuori una serie di ploblematiche che onestamente non vedo costa sempre meno il biglietto aereo e la visita... il problema sono i tempi :( )

Non andiamo oltre corvo, ti assicuro che non sono toto e non vedo tutto rosa quando si parla di Ucraina... Spesso vedo nero.... :(
Ma nel mio caso ho trovato gente in gamba (dentisticamente parlando).

ps quando vengo ad Odessa andiamo insieme da Marina (si chiama così) :) , almeno dò un volto a questo corvaccio nero!
Ma dovrai aspettare ancora un pò quest'anno salto il giro!
Vittò
Soltanto gli stupidi non sbagliano mai.....
Odessa Mama
Avatar utente
vittorio_guido
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 6014
Iscritto il: domenica 7 febbraio 2010, 22:09
Residenza: viareggio (Odessa vacanza)
Anti-spam: 56

Re: Vita da pensionati in Ucraina

Messaggiodi Ciorni.voran il martedì 20 settembre 2011, 8:21

Volentieri ti aspetto.Ma io parlavo di implantologia di cui avanzando con gli anni difficilmente potrai fare a meno.

I nostri dentisti sono odiosi perchè evadono mostruosamente il fisco mentre ti sparano delle parcelle da far drizzare i capelli,non certo per le loro capacità.In pratica si può dire che l'implantologia endossea l'abbiano inventata loro (seguiti dall'altra scuola svedese).

Se devi fare una TAC con dentalscan per valutare la densità dell'osso dove vai in Ucraina?Cosa fai?Infili i perni a caso, dove capita e della lunghezza che pare a te?Magari andando a ledere una struttura nervosa "fuori posto"?
Una TAC di questo tipo costa come 10 poltrone da dentista complete.

E oggi l'implantologia è routine in Europa.Con milioni di interventi.
Io in UA mi limiterei a interventi di media-bassa complessità.Da Marina andiamo a prendere il caffè :D
Il Mondo alla rovescia, quello del male, della follia distruttiva e dell’assurdo è difeso e costruito da un esercito di “medici pietosi”, di anime belle allo specchio, di persone che vanno dove le porta il cuore avendo lasciato la testa a casa.
Avatar utente
Ciorni.voran
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 3235
Iscritto il: venerdì 13 novembre 2009, 23:43
Residenza: Territori di steppa
Anti-spam: 42

Re: Vita da pensionati in Ucraina

Messaggiodi johannes100 il martedì 20 settembre 2011, 9:17

Orion:

Direi che la tua idea di andare all'estero quando andrai in pensione é giustissima.

Con una pensione di nemmeno 1000 euro a Roma campi veramente male anche con casa di proprietá, nemmeno si discute se senza.

Ho comprato un libro per Forrest Gump, non mi ricordo il titolo (lui te lo dirá appena possibile). Il tema era un'analisi di vari paesi nel mondo visti specificatamente con la prospettiva di andare a vivere lí per un italiano.
C'era anche un capitolo su dove vivere quantomeno decentemente con 1000 euro al mese ed erano indicati ed analizzati alcuni paesi dove questo é possibile.

Per quanto riguarda andare in Ukr, pro e contro.
Visto il progressivo, e drammaticamente aumentato recentemente, scadimento della qualitá della vita e dei servizi essenziali (cosa che io e forse anche tu, probabilmente perché viviamo a Roma e tutto nella Capitale si amplifica, vediamo ogni giorno), non trovo strano che si cerchi un'altro tipo di vita avendone le possibilitá.
Le cose da rimpiangere, se parliamo di qualitá di vita, a parte il cibo ed il tempo di Roma, diventano sempre di meno.

Se hai una compagna ucraina questo puó essere un buon motivo.
Ti dovrai adattare e comprendere mentalitá e modi di fare differenti. Ma questo é logico e le persone intelligenti si adattano molto facilmente e questo varrebbe in ogni caso per qualsiasi paese del mondo.

Io andrei in un posto con il sole tutto l'anno peró di sicuro non si puó prendere, partire ed andare a stabilirsi diciamo a caso in Brasile, si deve andare a vedere il posto prima e questo puó essere un altro problema perché invece l'Ucraina giá la conosci almeno un pó.

In ogni caso tantissimi auguri.
Perciocché l'invidioso si rallegra ed é lieto del male, e dolente d'ogni bene altrui; e per questo va sempre cercando come possa CALUNNIARE. (Domenico Cavalca, sec. XIV, 'Disciplina degli Spirituali col Trattato delle trenta stoltizie', cap. 9, pag. 69.8).
Avatar utente
johannes100
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 1328
Iscritto il: sabato 27 ottobre 2007, 11:48
Località: Roma

Re: Vita da pensionati in Ucraina

Messaggiodi leofabiani il martedì 20 settembre 2011, 9:50

Citando il corvo anche a me hanno fatto impressione le buche disseminate a casaccio lungo qualsiasi percorso pedonale, strada, marcaipiede o viottolo, e mi sono chiesto quanti non ucraini si spezzerebbero le ossa abituati a camminare senza guardare le inside inferiori :)
Avatar utente
leofabiani
MASTER
MASTER
 
Messaggi: 446
Iscritto il: martedì 28 dicembre 2010, 23:46
Residenza: SOLVENIA - CEREJ - KOPER
Anti-spam: 56

Re: Vita da pensionati in Ucraina

Messaggiodi gabrielcik17 il martedì 20 settembre 2011, 10:47

Circa la sanita'...
In ucraina, andare dal medico, significa andare in ospedale, non ci sono studi come da noi... E non puoi nemmeno scegliere quale ospedale... E' attribuito secondo l'area di residenza! Il sistema sanitario non e' come da noi, qui ci lamentiamo ma abbiamo uno dei sistemi piu' "umani" che ci sono nel mondo... In ukr se non hai la grana finisci male.
I medici sono una delle categorie piu' corrotte che ci siano! Guadagnano poco e devono integrare!

Tra est e ovest c'e' un mondo, Lviv e' splendida, ma l'ovest e' sensibilmente piu' povero (maggiore disocupazione, minori salari).

Se vai in macchina, ti conviene non agitarti troppo... Anche se ti fanno un torto, ci sono dei pazzi per le strade...
Tanta gente semplicemente compra la patente!

Non ho capito se tua moglie e' ucraina oppure no, se no, magari vai in Slovacchia, paese piu' tranquillo;)
Avatar utente
gabrielcik17
MASTER
MASTER
 
Messaggi: 313
Iscritto il: mercoledì 31 agosto 2011, 10:30
Residenza: Genova - Donetsk
Anti-spam: 42

Re: Vita da pensionati in Ucraina

Messaggiodi Ciorni.voran il martedì 20 settembre 2011, 11:40

Di studi medici è pieno dappertutto,però sono privati.E non sono molto meglio rispetto al pubblico se si fa eccezzione per qualche struttura nella capitale.Per il "pubblico" si va all'ospedale o struttura analoga.

Tra est e ovest io tutte queste differenze non le ho mai viste.Lascia stare le bellezze architettoniche o paesaggistiche.A Lvov credo ce ne siano il 70,80% di tutte quelle dell'Ucraina,un paese immenso.Un dato che la dice lunga su cosa offre questo paese.Fuori dal centro è una città come tutte le altre.

Anche Odessa ha un bel centro storico (che si gira a piedi in cinque minuti) ma se uno mi dice che è una bella città lo sfido a duello.

Per il resto quali sarebbero le differenze per quel che riguarda la qualità della vita?
Il Mondo alla rovescia, quello del male, della follia distruttiva e dell’assurdo è difeso e costruito da un esercito di “medici pietosi”, di anime belle allo specchio, di persone che vanno dove le porta il cuore avendo lasciato la testa a casa.
Avatar utente
Ciorni.voran
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 3235
Iscritto il: venerdì 13 novembre 2009, 23:43
Residenza: Territori di steppa
Anti-spam: 42

Re: Vita da pensionati in Ucraina

Messaggiodi alandd2001 il martedì 20 settembre 2011, 12:23

Orion,

E' chiaro che se uno ha solo visto l'Italia e non ha un metro di paragone, difficilmente capisce.

Ma, qui la questione piu' importante e' veramente la sanita'.

Fatti un giro negli ospedali PUBBLICI. Sottolineo pubblici, perche' tutti gli esempi qui fatti su studi medici, studi privati, dentisti privati sono FUORI LUOGO.
Questo perche' una persona anziana ha bisogno di continue cure e continui check up, e visto che avrai la pensione di 1000 Euro, non puoi proprio permetterti di pagare 100 Euro solo per 1 visita e qualche analisi.

Ti ripeto, prima di prendere decisioni, vai a toccare con mano.

Inoltre, con uno stipendio del genere puoi vivere decentemente solo fuori da Kiev o altri centri grandi, e sono posti dove la qualita' della vita e' di MOLTO inferiore, specialmente se uno e' in eta' avanzata.
Ci sono state testimonianze sul forum di chi apprezza la bellezza della vita in Bukovina, ma quella va bene finche' non hai acciacchi.
Prova ad andare in ospedale e Ivano Frankovsk o Chernivzy (o prova anche solo a chiamare l'ambulanza e una volta che sei sopra a dire che sei senza soldi) e dire che c'hai il dolorino, l'acciacco...ti ridono in faccia e ti dicono "Ringrazia che a quest'eta' sei ancora vivo".
Ecco, in questa frase si riassumono tutto i principi della medicina ucraina.

Forse l'unico vantaggio e' dato dal fatto che le Farmacie sono liberalizzate e quindi i medicinali costano molto meno, ma non puo' essere l'unico motivo.
Ti consiglierei altri paesi dell'est ma per lo meno in EU, anche perche' cosi' non hai i bordelli che avrai con il visto e permesso di soggiorno.
Avatar utente
alandd2001
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 646
Iscritto il: mercoledì 10 giugno 2009, 9:39
Località: Hamburg
Residenza: Hamburg
Anti-spam: 42

Re: Vita da pensionati in Ucraina

Messaggiodi leofabiani il martedì 20 settembre 2011, 12:30

slovenia o croazia sono solo un esempio di stati belli dove vivere col costo della vita (in certe zone ovviamente) molto basso
Le isole croate (quelle piu piccole lontano dalla costa) hanno l'aspettativa di vita piu lunga di tutta l'europa
e i prezzi sono ridicoli perchè la gente non vuole viverci ed emigra(va benissimo per un pensionato a cui piace la pace, il giardinaggio e perchè no d'estate il giretto in barca e la pesca)
con servizi a livello di quelli europei
vicini a casa
con strade perfette, supermercati riforniti e servizi in ogni settore
con reciprocità sul servizio sanitario etc etc etc
Avatar utente
leofabiani
MASTER
MASTER
 
Messaggi: 446
Iscritto il: martedì 28 dicembre 2010, 23:46
Residenza: SOLVENIA - CEREJ - KOPER
Anti-spam: 56

PrecedenteProssimo

Torna a Problemi dell'Ucraina.





Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti