Visto shenghen polacco e viaggio in Italia

Visto di ingresso per l'Italia

Re: Visto shenghen polacco e viaggio in Italia

Messaggiodi markus il venerdì 7 ottobre 2016, 12:49

vittorio_guido ha scritto:Scusa Francesco non è che ce l'abbiamo con te.
Ma poi rischi che il prossipo post sarà:
Mi sono sposato in ucraina ma non me la fanno entrare in italia perché è stata espulsa....


Bella questa :lol:

Però mi hai fatto venire in mente una domanda alla quale non sò rispondere.

Mettiamo che la persona viene respinta all'entrata in zona Schengen (in questo caso frontiera polacca) cosa succede?

Non penso che possa venire data l'espulsione in quanto la persona non si trova "illegalmente" in zona Schengen. Forse un divieto d'entrata con conseguente annullamento del visto Schengen polacco ?

Di fatto vi può essere solo la presunzione che la persona intenda proseguire ed eventualmente soggiornare la maggior parte del tempo in altra nazione Schengen e non in Polonia (nazione che ha emesso il visto).

Francamente non capisco perchè la Polonia, nel caso degli ucraini, non emette visto Schengen limitato alla Polonia, cosa assolutamente fattibile. Da qui si eviterebbero malintesi ed il visto Schengen polacco, valido per tutta la zona Schengen, potrebbe essere rilasciato previa presentazione della documentazione che attesta la reale intenzione di trascorrere la maggior parte del tempo in Polonia.

Spero che il regime visa free venga concesso al più presto così non vi saranno più questi "problemi".
Avatar utente
markus
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 1881
Iscritto il: giovedì 13 marzo 2014, 12:18
Residenza: Basarabia
Anti-spam: 42


Re: Visto shenghen polacco e viaggio in Italia

Messaggiodi vittorio_guido il venerdì 7 ottobre 2016, 12:56

Come detto in precedenza
Il matrimonio non è l'unica soluzione.
Si comincia con visti corti (1 settimana), aumentando poco alla volta.
In ucraina non esistono fidanzamenti lunghi.
Puoi leggere nel forum perché ne abbiamo parlato mille volte.
In ogni caso, la ci si conosce,piace,sposa.... tutto a volte anche nel giro di un mese....
I concetti:aspettiamo..vediamo..conosciamoci..ecc
Sono alla maggior parte del popolo sconosciuti e non compresi (eccezione fatta per la mia :D )
Te lo dico perché arriverà il giorno in cui te lo chiederà,cosa vuoi fare?....
Risponderai ho già vissuto l'inferno?

Ps-comunque al momento un visto per fidanzati non esiste :?
Soltanto gli stupidi non sbagliano mai.....
Odessa Mama
Avatar utente
vittorio_guido
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 5742
Iscritto il: domenica 7 febbraio 2010, 22:09
Residenza: viareggio (Odessa vacanza)
Anti-spam: 56

Re: Visto shenghen polacco e viaggio in Italia

Messaggiodi dreamcatcher il venerdì 7 ottobre 2016, 13:06

Francesco, ti rispondo sia da utente che da moderatore.

Da utente, posso dirti che molti di noi sono passati attraverso storie che vanno ben oltre l'irregolarità di un visto polacco per venire in Italia.
Sono storie che fortunatamente per la maggior parte riguardano gli anni passati, normative che sono state modificate nel corso degli anni, e via dicendo.
Questo forum non è aperto da ieri, quindi è logico che su queste pagine se le si legge anche solo per curiosità, si troveranno riferimenti a fatti personali e a problematiche che ciascuno nel suo piccolo ha dovuto affrontare.
La linea guida però è sempre una: il confronto della propria situazione con la normativa in vigore, con le procedure da seguire e via dicendo.
Il resto, il classico
francesco73 ha scritto:io di certo non mi sposo una donna che conosco da 5 mesi e che ho visto pochi giorni anche se la vedo virtualmente ogni sera in Skipe
è una scelta personale. C'è chi la pensa come te, c'è chi invece l'ha fatto, c'è chi è felicemente sposato e c'è chi ha visto naufragare tutto. Avere una simile incertezza è legittimo, chiedere sul forum è prassi comune, ricevere risposte che contengano la verità è assolutamente impossibile.
Se giustifichi il metodo che utilizza per venire in Italia con la tua incertezza (sposarsi senza frequentarsi), che vuoi che ti si dica? Non sei nè il primo nè l'ultimo. Parlaci dei tuoi dubbi, se ti va, ma non giustificare la violazione delle norme europee (e del forum) con una tua paura personale. E' così per tutti.


Da moderatore invece, la musica cambia (anche se non troppo).
Se apri una discussione parlando di visto polacco per venire in Italia, a prescindere dal motivo per cui la apri, non puoi che sentirti dire cosa prevede la Legge. Siccome ti si vuole aiutare , ti si spiega anche quali possono essere le conseguenze. Fine.

Ciò che si vuole evitare è che un topic come il tuo venga letto e interpretato da chiunque apra le pagine del forum, in questo modo:
se voglio far venire la mia ragazza qui in italia, la mando in agenzia, le faccio aprire un visto polacco, viene in bus, non ne denuncio la presenza, torna a casa felice e contenta.
No.
Su questo forum si spiega come si ottiene un visto schengen per l'italia, che documenti occorrono, quali sono le tempistiche, quali i costi, quali le condizioni e via dicendo.
L'intervento di Gios sottolineava proprio questo.

Altrimenti troveresti un bel po' di topic che parlano anche delle organizzazioni che fanno arrivare le ragazze in Italia senza nemmeno il visto, su come si può evitare o ignorare espulsioni, e via dicendo.
Avatar utente
dreamcatcher
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 7525
Iscritto il: giovedì 1 luglio 2010, 10:38
Residenza: Como
Anti-spam: 56

Re: Visto shenghen polacco e viaggio in Italia

Messaggiodi dreamcatcher il venerdì 7 ottobre 2016, 13:15

markus ha scritto:Mettiamo che la persona viene respinta all'entrata in zona Schengen (in questo caso frontiera polacca) cosa succede?

Non penso che possa venire data l'espulsione in quanto la persona non si trova "illegalmente" in zona Schengen. Forse un divieto d'entrata con conseguente annullamento del visto Schengen polacco ?

Esattamente.
La mia ragazza, come ho sicuramente già scritto, provò a venire in Italia la prima volta con un visto bulgaro.
Un visto 'vero', valido per schengen, ottenuto attraverso un'agenzia.
Con tanto di prenotazione in albergo e relativa documentazione.

All'aeroporto di Sofia fu fermata, interrogata (e come lei le altre ragazze) e trattenuta per una notte intera.
Il visto venne cancellato e fu rispedita in Ucraina con volo diretto.

Ovviamente nessuno poteva sapere da un biglietto aereo per la Bulgaria, quale fosse realmente la destinazione finale del suo viaggio, nè lo scopo e via dicendo.
Ma la polizia in dogana ha ritenuto che la ragazza, pur in possesso di regolare visto, non si sarebbe trattenuta in Bulgaria ma probabilmente era diretta altrove.

A posteriori, credimi, penso sia stato un bene. Tieni presente che lei, come tante altre ragazze, pensavano che il problema per venire in europa , fosse nel visto, non nell'impossibilità di restare poi in territorio schengen.

Infatti, secondo tentativo con visto ungherese,è riuscita ad arrivare, trovandosi poi in situazione di clandestinità per molti anni, con tutto ciò che questo ha comportato: impossibilità di stare con suo figlio, di farlo venire in italia, di lavorare con un contratto e via dicendo.

Aggiungo che probabilmente i controlli, il sistema informatico e anche le conseguenze per un respingimento alla dogana, sono probabilmente cambiate negli anni.
Lei ha viaggiato successivamente, dopo aver ottenuto il pds, con quello stesso passaporto dove era ben visibile il visto barrato in bulgaria.
Oggi credo che un respingimento non permetterebbe poi di spostarsi con facilità.
Avatar utente
dreamcatcher
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 7525
Iscritto il: giovedì 1 luglio 2010, 10:38
Residenza: Como
Anti-spam: 56

Re: Visto shenghen polacco e viaggio in Italia

Messaggiodi markus il venerdì 7 ottobre 2016, 15:00

dreamcatcher ha scritto:La mia ragazza, come ho sicuramente già scritto, provò a venire in Italia la prima volta con un visto bulgaro.
Un visto 'vero', valido per schengen, ottenuto attraverso un'agenzia.
Con tanto di prenotazione in albergo e relativa documentazione.

All'aeroporto di Sofia fu fermata, interrogata (e come lei le altre ragazze) e trattenuta per una notte intera.
Il visto venne cancellato e fu rispedita in Ucraina con volo diretto.


Sarei curioso di sapere cosa l'agenzia, a suo tempo, ha raccontato alla tua ragazza e che cavolo di visto le hanno fatto.

La Bulgaria non fà parte della zona Schengen.
Avatar utente
markus
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 1881
Iscritto il: giovedì 13 marzo 2014, 12:18
Residenza: Basarabia
Anti-spam: 42

Re: Visto shenghen polacco e viaggio in Italia

Messaggiodi vittorio_guido il venerdì 7 ottobre 2016, 15:13

Sulle Marsrukte di Odessa c'è la pubblicità di una agenzia che promuove visti per l'area schengen...
Non Polonia, ma Italia,Francia,Germania....
Sono tentato di chiamarli... meno male che non parlo russo... :lol:
Soltanto gli stupidi non sbagliano mai.....
Odessa Mama
Avatar utente
vittorio_guido
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 5742
Iscritto il: domenica 7 febbraio 2010, 22:09
Residenza: viareggio (Odessa vacanza)
Anti-spam: 56

Re: Visto shenghen polacco e viaggio in Italia

Messaggiodi dreamcatcher il venerdì 7 ottobre 2016, 15:28

Siamo OT...
Sai Markus, non sono in grado di risponderti.

Uno dei motivi per cui non so risponderti, è questo: quando scrivo 'agenzia' mi riferisco a un'organizzazione, presumibilmente del tutto illegale, che si occupa di portare persone in territorio europeo.
Chi fosse questa organizzazione, non lo saprò mai semplicemente perchè la mia compagna non l'ha mai saputo.

Mi piacerebbe un giorno aprire questo tipo di argomento su queste pagine, ma è un terreno insidioso perchè, a parte gli aspetti puramente personali e l'eventuale discussione che ne seguirebbe, si tratta di toccare questioni che sono palesemente fuori legge.

Ai tempi, parlo del 2007, una ragazza che partiva da una zona rurale dell'Ucraina per andare in Europa, non sapeva assolutamente nulla nè di visti nè di altro. Pagava la cifra che le veniva richiesta senza avere la più pallida idea della gravità di ciò che faceva.
Il visto sul passaporto era autentico e valido, l'ho visto io stesso. Come quello avuto per l'Ungheria, l'anno seguente.

Per inciso, in occasione della sanatoria del 2010, durante un colloquio in Prefettura, le è stato proprio chiesto di dare più dettagli possibili delle modalità di ingresso in Italia.

Devo dire una cosa: dopo il primo tentativo fallito, l'agenzia le restituì fino all'ultimo centesimo versato. :mrgreen: C'è un codice etico, almeno c'era, anche in questo schifo.
Avatar utente
dreamcatcher
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 7525
Iscritto il: giovedì 1 luglio 2010, 10:38
Residenza: Como
Anti-spam: 56

Re: Visto shenghen polacco e viaggio in Italia

Messaggiodi markus il venerdì 7 ottobre 2016, 16:03

dreamcatcher ha scritto:Devo dire una cosa: dopo il primo tentativo fallito, l'agenzia le restituì fino all'ultimo centesimo versato. :mrgreen: C'è un codice etico, almeno c'era, anche in questo schifo.


O/T capisco e non era mia intenzione sollevare polemiche.

Di "schifezze" come hai scritto tu ne ho viste diverse. Se l'agenzia alla quale si era rivolta la tua ragazza ha rimborsato tutto o era seria o altrimenti, e sarei propenso a pensarla così, aveva timore di probabili problemi con le autorità ucraine.

Comunque penso che si trattava di "anni fà".

Parlando di Moldavia, attualmente, vi sono agenzie che offrono posti di lavoro all'estero. Principalmente nazioni quali Israele (manovali nel settore edile), Cipro parte greca (posti di lavoro stagionali per la raccolta di frutta e verdura), Slovacchia (settore edilizia) ecc. Tutti lavori in regola ossia con contratto e con regolare visto per lavoro. Giusto così!
Avatar utente
markus
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 1881
Iscritto il: giovedì 13 marzo 2014, 12:18
Residenza: Basarabia
Anti-spam: 42

Re: Visto shenghen polacco e viaggio in Italia

Messaggiodi dreamcatcher il venerdì 7 ottobre 2016, 17:05

Figurati Markus, nessuna polemica.

Anzi, penso sia giusto distinguere tra:

vms: si tratta dell'unica 'agenzia incaricata dal Consolato italiano di prestare assistenza ai cittadini che vogliono richiedere un visto. Il vms non ha alcun potere decisionale, essendo presente in carie città dell'Ucraina rende meno problematico l'iter burocratico. Controlla che i documenti siano quelli necessari e che siano corretti, in modo da ridurre al minimo la possibilità di un rifiuto alla richiesta di visto per vizi di forma. Offre anche un servizio di traduzione. Sottolineo ancora una volta che il vms NON ha alcun potere decisionale!

agenzie: offrono, tra le altre cose, anche un servizio per la richiesta del visto. Pensano loro a tutto (beh, poi i documenti li dovrete produrre voi... di certo non si inventano un certificato !), ma senza ovviamente avere alcuna autorizzazione a operare da parte delle nostre autorità consolari.
A volte i servizi offerti dalle agenzie si limitano ad agevolare il cliente: traduzioni, eventuali apostille e via dicendo.
Altre volte le agenzie offrono 'pacchetti' per un visto, ad esempio di tipo business, anche a chi non va certo all'estero per lavoro.
In genere il cliente è ignaro del fatto che non avrebbe titolo per richiedere tale visto. Produce la documentazione richiesta (che verrà integrata dall'agenzia), paga (in ogni caso, anche per visti turistici, l'agenzia applica costi molto più alti di quelli ufficiali, giustificandoli con la 'certezza matematica dell'ottenimento del visto') e ritira il suo passaporto col visto 'comprato'.

altre organizzazioni (criminali): sono quelle cui mi riferivo prima. Sono persone che, vuoi tramite passaparola, vuoi attraverso un'attività sistematica, offrono la possibilità di viaggiare e di lavorare in europa.
Il cliente paga e , a volte senza dover fornire alcun documento che non sia il passaporto, ottiene sia il visto sia il biglietto per il viaggio... l'organizzazione stessa si preoccupa di portare la persona fino a destinazione.
Da quanto so, per fortuna questo tipo di attività oggi si è molto ridotta, almeno per quanto riguarda l'Ucraina.
Sotto qualsiasi luce la si voglia vedere, sempre di attività criminose si tratta.
Avatar utente
dreamcatcher
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 7525
Iscritto il: giovedì 1 luglio 2010, 10:38
Residenza: Como
Anti-spam: 56

Re: Visto shenghen polacco e viaggio in Italia

Messaggiodi peterthegreat il venerdì 7 ottobre 2016, 19:06

Hanno bloccato la suocera di un mio amico a zurigo perché aveva un visto lettone, e andavano in Italia, l'hanno fatta passare solo perché' lui era con lei.
Gli hanno detto la prossima volta gli faccia il visto giusto, anche se all' ambasciata italiana ci sono più code.
Lo sanno anche loro sono mica stupidi.
Prenota un albergo su booking un paio di giorni, anche se ci rimetti 100€ non rischi che la respingano
Anche se tutti noi no!
La radici profonde non gelano!
Avatar utente
peterthegreat
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 5639
Iscritto il: martedì 29 gennaio 2008, 18:11
Residenza: Savona
Anti-spam: 42

Re: Visto shenghen polacco e viaggio in Italia

Messaggiodi matte76 il sabato 5 novembre 2016, 17:11

Ciao a tutti, avrei bisogno di alcune info riguardo il visto. Vorrei invitare una ragazza a trascorrere 5 giorni in Italia (sua prima volta) e volevo sapere quali sono i documenti necessari (oltre ai biglietti aereo andata e ritorno, e passaporto) per farle ottenere il visto turistico:
1) la lettera d'invito va compilata se pernottiamo in albergho (o alberghi diversi dal momento che ci piacerebbe visitare città diverse) ; se si devo comunicare per ogni singolo giorno in quale albergo pernottiamo e la prenotazione dovrebbe essere a nome suo o mio?
2) quale tipologia di visto è necessario (ho letto che ci sono 2 tipologie per il visto turistico)
3) altri domcumenti
4) la tempistica del rilascio dal momento della presentazione della documentazione.

grazie mille

Matteo
Avatar utente
matte76
TURISTA
TURISTA
 
Messaggi: 5
Iscritto il: lunedì 17 ottobre 2016, 16:58
Residenza: Livorno
Anti-spam: 42

Re: Visto shenghen polacco e viaggio in Italia

Messaggiodi francesco73 il giovedì 10 novembre 2016, 17:22

Ciao a tutti
Volevo dirvi che alla fine la mia amica è riuscita a venire in Italia con il visto polacco con apertura Shengen . ed è anche gia andata via

È stata qui con me 10 giorni e a parte la pesantezza del viaggio (poverina ha fatto quasi 24 ore di bus) non ha avuto difficoltà alla dogana , anche se ha dovuto fare un escamotage consigliato dall autista del bus che ovviamente era esperto della cosa .

Praticamente è scesa dal bus poco prima della dogana , ha fermato un auto diretta in Polonia e per 10 euro ha passato la dogana con questa auto e poi dopo è risalita sul bus .. praticamente una farsa .

In un altro post magari vi racconterò come sono andati questi 10 giorni di vacanza in Italia .

L’ultima cosa che posso dire che alla fine mi ha fatto piacere che venisse ma tra ore di viaggio assurde e tutto quello che si è speso per visto, regalini vari e bus per venire e tornare sinceramente per un'altra volta è meglio trovare un'altra soluzione . comunque l’importante che sia andata bene
Avatar utente
francesco73
ESPLORATORE
ESPLORATORE
 
Messaggi: 101
Iscritto il: lunedì 27 luglio 2015, 8:04
Residenza: Padova
Anti-spam: 42

Re: Visto shenghen polacco e viaggio in Italia

Messaggiodi markus il giovedì 10 novembre 2016, 17:52

francesco73 ha scritto:Praticamente è scesa dal bus poco prima della dogana , ha fermato un auto diretta in Polonia e per 10 euro ha passato la dogana con questa auto e poi dopo è risalita sul bus .. praticamente una farsa .


Ma pensa te, in pratica gli ucraini ed i polacchi hanno già introdotto il visa free :lol:
Avatar utente
markus
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 1881
Iscritto il: giovedì 13 marzo 2014, 12:18
Residenza: Basarabia
Anti-spam: 42

Re: Visto shenghen polacco e viaggio in Italia

Messaggiodi peterthegreat il giovedì 10 novembre 2016, 18:41

Perche' se fosse rimasta sul bus la rimandavano indietro.
Anche se tutti noi no!
La radici profonde non gelano!
Avatar utente
peterthegreat
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 5639
Iscritto il: martedì 29 gennaio 2008, 18:11
Residenza: Savona
Anti-spam: 42

Re: Visto shenghen polacco e viaggio in Italia

Messaggiodi Forrest Gump il giovedì 10 novembre 2016, 18:49

Ma che sta succedendo ?? #-o
Ascensori esterni per aumentare il valore di edifici che ne erano privi, colonne di scarico trasformate in capitelli romani, impiegati corrotti presi con le mani nel sacco che dichiarano di "essere costretti dai superiori pena il licenziamento", adesso pure scendere prima del confine dal bus con la scritta ITALIA per darsi appuntamento 10 km dopo, ma....... #-o non è che questi mi inventano il teletrasporto entro fine anno ?? :lol: :lol: :badgrin:
"L'uomo saggio aspetta il momento giusto, il pazzo lo anticipa, l'imbecille lo lascia passare". (tratto dal film "Mai arrendersi")
Avatar utente
Forrest Gump
Admin
Admin
 
Messaggi: 6254
Iscritto il: sabato 5 luglio 2008, 18:04
Località: Puerto Banùs (Spain)
Residenza: Kiev Ucraina
Anti-spam: 56

PrecedenteProssimo

Torna a Visto di ingresso





Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti