Video e foto Resistenza Ucraina

Quattro chiacchiere tra amici, pettegolezzi e curiosita'. Si parla di tutto o quasi

Re: Video e foto Resistenza Ucraina

Messaggiodi dgta67 il sabato 31 marzo 2018, 20:36

Il problema é la testa di caxxo che l'ha scatenata questa guerra .
Una guerra che non giova a nessuno nel Donbass ( ammesso che qualche guerra possa essere utile a qualcuno ....)

Prima che qualcuno mi risponda: eh ,ma allora quegli altri la , in quell'anno la ......

Guerra in Iraq 2003 : grandissimo testa di caxxo chi l'ha provocata ....
Guerra in Viet nam : grandissimi teste di caxxo che l'hanno fatta (qui piu' di uno ) ....
Guerra in Afganistan 1979 1989 : grandissimi teste di caxxo anche questi .....

Le prime tre che mi vengono in mente ,purtroppo la lista é infinita .

Chi inizia una guerra è molto peggio di quanto ho scritto sopra .......

Diego .
Avatar utente
dgta67
ESPLORATORE
ESPLORATORE
 
Messaggi: 287
Iscritto il: domenica 25 gennaio 2015, 19:48
Residenza: cornedo vicentino (vi)
Anti-spam: 42


Re: Video e foto Resistenza Ucraina

Messaggiodi andrey il sabato 31 marzo 2018, 22:54

Sarei ben felice di stringermi a tutti quei russi bambini o meno che volessero ricordare i loro caduti in terra straniera.Dove o sono stati costretti ad andare a combattere o dove sono andati volontari

Ciò non cambia le mie sicurezze su chi sta dalla parte del torto o della ragione.

Sulle altre guerre andiamo fuori argomento
Ma sono cosa ben diversa da questa cosidetta guerra ibrida...fare negare confondere

Ci sono soldati e armi russe in Ucraina??
La Crimea ha avuto una indipendenza riconosciuta da leggi e valide motivazioni.Senza uso di mezzi militari di una Potenza straniera??

Lasciate questo argomento al ricordo di questi Eroi
Che hanno dato la vita per una Nobile causa

Se intorno al mondo Ucraino di qualcuno c'è indifferenza
Verso queste Grandi Persone
Resti pure in quel mondo se gli piace

Non so chi vincerà
Ma mai abbandonero' l'occasione di ricordarne alcuni
Chiedendo scusa per coloro che non riesco a offrire
Ad un piccolo ricordo anche se solo in un forum...


Peterthegreat argomenti aperti dove si può ironizzare, e rendere meno triste questo argomento ci sono
Ma non in questo.

Dall'Italia grazie ad Associazione Nazionale Italia Ucraina Maidan ed altre,.questa.guerra é ben viva nei Cuori e nelle Menti delle persone.
O ovunque social ecc..dove si continua a notiziare
Su questa aggressione vigliacca


Slava UcrainI
Heroiam Slava
«Lottate e vincerete!»,Taras Ševčenko ai popoli soggetti al dominio imperiale di Mosca "QUANDO TRA IL PANE E LA LIBERTÀ IL POPOLO SCEGLIE IL PANE, PRIMO O POI SI PERDERÀ TUTTO, COMPRESO IL PANE" Stepan Bandera
СЛАВА УКРАЇНІ CON IL CUORE VIVA UCRAINA
Avatar utente
andrey
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 5751
Iscritto il: lunedì 7 maggio 2007, 7:59
Residenza: firenze,lviv(resistenza)
Anti-spam: 42

Re: Video e foto Resistenza Ucraina

Messaggiodi dreamcatcher il sabato 31 marzo 2018, 22:58

Concordo con te Diego, hai scritto una grande verita'. Ovvia, ma ogni tanto va ricordata.

Riguardo gli ultimi interventi di Gianmarco, non c'è molto da commentare. I sensi di colpa uno dovrebbe averli solo per la posizione che ha preso fin dall'inizio di questa guerra. Ma se a uno i sensi di colpa non vengono, non è che glieli si possa inventare.

Resto dell'idea, gia' espressa, che questo atteggiamento e certi interventi tra il sadico e il compiaciuto, derivino dal fatto che non c'è da preoccuparsi per chi poteva / doveva , volente o nolente, essere al fronte.

Quando una cosa, giusta o sbagliata, non ti tocca da vicino, puoi permetterti un certo sarcasmo e una certa ironia, e nessun senso di colpa.

Non parlo tanto per.
Mio cognato doveva essere li anche lui, e invece è su una nave a girare il mondo o su una Mercedes a farsi vedere o a Izmail, o a giocare con la sua bambina. Sono felice per lui, ma se dice che chi non è scappato ed è al fronte è un pirla, mi arrabbio, per usare un eufemismo.

Piu' o meno è come sentire Gianmarco. Se ci fosse meno gente a ragionare cosi', forse avremmo (e avremmo avuto) meno Putin e teste di caxxo tra i piedi.
Ma tant'è, c'è a chi piace cosi e di certa follia si compiace, con la scusa che c'è chi fa peggio.

come dice Peter, certe immagini mettono tristezza, meglio le tette. Sottoscrivo.
pero' mica posso sentirmi in colpa se Putin nel donbass ha mandato mercenari e bombe e non ballerine di lap dance.

Né posso sentirmi in colpa se di tanto in tanto rivolgo un pensiero a un ragazzo caduto al fronte, a un militare russo mandato a morire dopo il lavaggio del cervello, a un orfano di guerra, a un poveraccio di campagna che ha perso anche la casa per la follia di un *** che sta al Cremlino - e dei suoi simili sparsi qua e la' per il mondo.

Quando sara' il momento Gianmarco tornera' a Lygansk. Lui pazienza di aspettare ce l'ha, e in più ha il conforto di sapere che li stanno tutti benone, sono tutti felici e contenti, la vita va avanti ecc ecc

Zero problemi direi.
Per questo non capisco che fastidio gli dia se un altro magari ricorda un ragazzo morto in guerra.
Ma son tante le cose che non capisco, una piú una meno cambia poco.
Avatar utente
dreamcatcher
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 7560
Iscritto il: giovedì 1 luglio 2010, 10:38
Residenza: Como
Anti-spam: 56

Re: Video e foto Resistenza Ucraina

Messaggiodi vittorio_guido il sabato 31 marzo 2018, 23:47

peterthegreat ha scritto:Si pero' non si puo' postare tutte le volte foto che mettono una tristezza incredibile.

Io sono per le tette e i culi.


No pietro te le censurano. ....
Perbenisti Femen e vegani (contrari alla carne in generale. .... di maiala poi... :lol: )
Soltanto gli stupidi non sbagliano mai.....
Odessa Mama
Avatar utente
vittorio_guido
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 5778
Iscritto il: domenica 7 febbraio 2010, 22:09
Residenza: viareggio (Odessa vacanza)
Anti-spam: 56

Re: Video e foto Resistenza Ucraina

Messaggiodi Forrest Gump il domenica 1 aprile 2018, 10:33

Il mondo è pieno di ingiustizie e non possiamo raccoglierle tutte nei nostri cuori o nel nostro forum.
Ognuno di noi ha una particolare sensibilità verso alcune di esse e, viceversa, disinteresse verso altre. Alla fine non basterebbe una vita totalmente dedicata a rimediare alle ingiustizie nel mondo e la stragrande maggioranza di noi ne fa proprie solo alcune. Poi, per le altre, gira la testa e continua a vivere la sua vita, fatta anche, per citare il nostro Peter, di tette e di culi.

Non ci vedo nulla di strano nel fatto che Andrey, per la sua esperienza di vita o per parere personale, abbia sviluppato una particolare attenzione per le vittime della guerra in Ucraina e non magari (esempio a caso) per quelle di Somalia o Mozambico. Viceversa, non vedo nulla di anomalo se Gianmarco presti più attenzione alle vittime russe che a quelle ucraine. La sensibilità di ciascuno si sviluppa in maniera diversa a seconda del vissuto o dell'orientamento di pensiero.
Ecco perché mi trovo abbastanza d'accordo sul detto: "ognuno pianga le sue vittime".

Se invece passiamo a chi le guerre, i morti e le ingiustizie le ha provocate, io le idee le ho ben chiare e le ho anche esposte in svariate occasioni. Ma anche qui dobbiamo accettare il fatto che nel mondo, ed anche sul forum, ci sia sempre chi la pensi diversamente. A me non interessa imporre un pensiero, perchè non faccio il politico di professione, viceversa mi preme che questi signori - coincidano o no con i "colpevoli" della mia linea di pensiero - vengano fermati.

Solitamente la storia insegna che, magari anche a distanza di decenni, certe evidenze saltino fuori e la maggioranza delle persone ragionevoli ne prenda coscienza. Poi c'è anche chi ancora oggi pensa che l'olocausto non è mai esistito.
"L'uomo saggio aspetta il momento giusto, il pazzo lo anticipa, l'imbecille lo lascia passare". (tratto dal film "Mai arrendersi")
Avatar utente
Forrest Gump
Admin
Admin
 
Messaggi: 6278
Iscritto il: sabato 5 luglio 2008, 18:04
Località: Puerto Banùs (Spain)
Residenza: Kiev Ucraina
Anti-spam: 56

Re: Video e foto Resistenza Ucraina

Messaggiodi Gianmarco58 il domenica 1 aprile 2018, 11:32

Non è che io penso solo alle vittime Russe e non a quelle Ucraine, solo che non mi piacciono i "sensi unici".
Più che dispiacere io provo rabbia perché per vendere le armi ci vogliono le guerre e dove non hanno motivo di verificarsi si organizzano e si fomentano, ovviamente mai in casa propria.
E a chi fa comodo organizzare e fomentare le guerre? Ai fabbricanti e trafficanti d'armi. E chi sono i fabbricanti d'armi?

"Riguardo gli ultimi interventi di Gianmarco, non c'è molto da commentare. I sensi di colpa uno dovrebbe averli solo per la posizione che ha preso fin dall'inizio di questa guerra. Ma se a uno i sensi di colpa non vengono, non è che glieli si possa inventare."
Ovviamente questo vale per qualsiasi posizione presa, sia esso pro oppure contro.
O anche qui c'è un senso unico?
Gli uomini sono sanguinari, NON le Ideologie! (Peterthegreat)
Avatar utente
Gianmarco58
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 2281
Iscritto il: martedì 11 settembre 2012, 9:32
Località: Milano e Odessa
Residenza: Milano e Odessa
Anti-spam: 42

Re: Video e foto Resistenza Ucraina

Messaggiodi andrey il domenica 1 aprile 2018, 11:34

Ammetto che qualche volta mi scappa qualche opinione non mediata
Si puo'aprire anche un argomento su i perche' delle guerre attuali o passate nel mondo

Magari con l'impressione "Ecco la storia che si ripete"..gravissimo per le tragedie
Il Ricordo La Memoria e'fondamentale proprio per questo

Ma la guerra in Ucraina non puo'mancare nel nostro forum
Creato per condividere tra i partecipanti esperienze che li hanno portati
Per un momento per anni,
a conoscere questo meraviglioso e controverso Paese

Che qualsiasi opinione si formi bella o brutta e'comunque segno che qualcosa questa Gente e questa Parte di Europa o del mondo ha segnato la vita di ognuno di noi

Il mio giudizio sulla guerra Ucraina e'senza se e senza ma....

Poi possiamo discutere poi dei difetti,delle ingiustizie,della corruzione,degli oligarchi...
Di questo popolo che ne avra'come tutti

Ma mai per me come leggo,
queste vite perdute e questa guerra la potro' non sentire
Parte di me...
«Lottate e vincerete!»,Taras Ševčenko ai popoli soggetti al dominio imperiale di Mosca "QUANDO TRA IL PANE E LA LIBERTÀ IL POPOLO SCEGLIE IL PANE, PRIMO O POI SI PERDERÀ TUTTO, COMPRESO IL PANE" Stepan Bandera
СЛАВА УКРАЇНІ CON IL CUORE VIVA UCRAINA
Avatar utente
andrey
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 5751
Iscritto il: lunedì 7 maggio 2007, 7:59
Residenza: firenze,lviv(resistenza)
Anti-spam: 42

Re: Video e foto Resistenza Ucraina

Messaggiodi vittorio_guido il domenica 1 aprile 2018, 12:42

Un po come i nostri tg...
La guerra in ucraina è finita...
Il Papa prega per i fratelli ucraini...
Ma al cambio (euro/grivna) dei nostri tg il Papa prega per i fratelli Siriani e palestinesi... :lol:
Soltanto gli stupidi non sbagliano mai.....
Odessa Mama
Avatar utente
vittorio_guido
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 5778
Iscritto il: domenica 7 febbraio 2010, 22:09
Residenza: viareggio (Odessa vacanza)
Anti-spam: 56

Re: Video e foto Resistenza Ucraina

Messaggiodi Ciorni.voran il martedì 3 aprile 2018, 12:56

Sono parole piene di ignavia.La chiesa più minacciata in Ucraina è quella in comunione con Roma.Ma al Papa non frega nulla , preferisce parlare con Ilarion.Solo che nella chiesa cattolica oggi c'è una deriva luterana tale che mai un ortodosso verrà dalla tua parte.Infatti mi raccontava un prete che conosco che quando va per le benedizioni pasquali è molto più facile trovare un musulmano che si fa benedire piuttosto che un ortodosso.

Per il resto ognuno ha i suoi sentimenti, le proprie idee ed è giusto esprimerle liberamente ma ci sono persone che non hanno mai un dubbio anche di fronte a grossolane esagerazioni.O tutto nero o tutto bianco.Ma è molto difficile che una cosa sia tutta nera o tutta bianca.Bisognerebbe saper esercitare l'arte del dubbio.Anche le parole andrebbero pesate per evitare di criminalizzare interi gruppi di persone che vengono chiamate in causa per essendo totalmente estranee.

Per pagare le vacanze ai figli dei soldati caduti non ci dovrebbe essere bisogno del crouwdfunding.Utilizzare le facce dei bambini a questo scopo sa di sottile istigazione all'odio.Si cerca un impatto emotivo molto forte.Non dico che è sbagliato perchè comunque il fine è nobile ma è di pessimo gusto.Anche spettacolarizzare il dolore o il lutto è di pessimo gusto.Sono immagini che servono a coalizzare gruppi di persone nell'odio verso altri gruppi di persone come se ci fosse sempre una responsabilità collettiva.Dopo distinguere è difficile.Una turista di Saratov che fa lo shopping a Rimini diventa uguale a un soldato che combatte a Donetsk.
Il Mondo alla rovescia, quello del male, della follia distruttiva e dell’assurdo è difeso e costruito da un esercito di “medici pietosi”, di anime belle allo specchio, di persone che vanno dove le porta il cuore avendo lasciato la testa a casa.
Avatar utente
Ciorni.voran
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 3173
Iscritto il: venerdì 13 novembre 2009, 23:43
Residenza: Territori di steppa
Anti-spam: 42

Re: Video e foto Resistenza Ucraina

Messaggiodi dreamcatcher il martedì 3 aprile 2018, 18:45

Tutto vero Ciorni, però come sempre c'è un però, perchè anche nel tuo ragionamento viene spontaneo leggere un tutto nero o tutto bianco.

Provo a spiegarmi.

Punto primo: la strumentalizzazione. Qualsiasi fine si avvale di immagini che facciano colpo sull'immaginario, che tocchino sentimenti il più profondi possibile, se mirano a farti mettere mano al portafogli. Vale per qualsiasi cosa, non necessariamente per un fine che potremmo definire nobile. Se una donzella vuol far colpo su di te si fa bella, più e meglio che può, pur di far colpo. Non c'è nulla di male in questo. Vale anche il contrario, puoi essere il meno galante di tutti ma al primo appuntamento verserai da bere.
Qui ci sono orfani, famiglie distrutte... hai due modi di fare propaganda: o mostri i muscoli del tuo esercito e punti a conquistare coloro i cui animi sono più facili ad entusiasmarsi ed accendersi, o mostri i disastri di una guerra a vaia toccare i cuori dei più sensibili.

Punto secondo: il turista e il soldato. Il turista diventa uguale al soldato perchè vive ,a sua vita da turista mentre il soldato uccide (o muore, a seconda del lato da cui si voglia guardare la cosa).
Se penso a quei filmati molto comuni a inizio secolo, con migliaia di persone in piazza ad ascoltare ed acclamare il dittatore di turno, mi viene difficile pensare che tra quelli vi fosse anche il panettiere, il calzolaio, il sacrestano e l'infermiere capaci poi di tornarsene a casa e vivere da persone qualunque, mettendo da parte i deliri di onnipotenza appena applauditi. Eppure certamente era così.
Oggi alle adunate oceaniche si sono sostituite altre adunate, quelle che ci tengono incollati ai nostri affari talvolta come pecore in un gregge, talvolta come pecorelle smarrite perchè costretti a cavarcela da soli.
Oggi viene naturale pensare che mentre c'è una guerra si può fare turismo, si può ospitare un mondiale o un europeo di calcio, si può comprare casa o semplicemente andare al bar come se nulla fosse.

Poi una parte infinitesima della popolazione che ha una sensibilità diversa, prova a sottoporre il resto a un piccolo esame di coscienza, non so con che pretese o con che successo, ma ci prova. Vuoi perchè il problema lo vive sulla propria pelle, vuoi perchè è naturalmente portato ad accollarsi problemi non suoi.

Io non mi sognerei mai di associare la parola 'russo' a 'invasore', ma più facilmente l'assocerei a 'persona plagiata nel suo modo di pensare'. Sbagliando, sia chiaro. Però un discorso a senso unico, senza un confronto sulle fonti, senza quel dubbio di cui parlavi anche tu, mi porta a 'catalogare' questo interlocutore.
Così come mi viene impossibile associare 'mussulmano' a 'terrorista' ma sicuramente mi è più facile associare 'mussulmano' a 'intollerante', semplicemente perchè ho la convinzione, giusta o sbagliata che sia, che se mi trovassi in un Paese islamico le mie usanze, abitudini e idee non verrebbero tollerate.

Mi rendo perfettamente conto dei limiti di questo modo di ragionare, ma sarai d'accordo sul fatto che ciascuno di noi tenda a 'catalogare' tutto ciò con cui si confronta.
Ora, l'immagine di un orfano di guerra, o di un giovane caduto al fronte, non dovrebbe essere motivo di un sentimento d'odio verso questo o quel popolo, ma piuttosto dovrebbe andare a toccare sentimenti di pietà, di vergogna, di desiderio di cambiamento, dovrebbe spingere a mettersi in gioco nei limiti delle possibilità di ciascuno, affinchè certe assurdità vengano fermate.
Anche perchè sono realtà, non è che il diciannovenne non è morto sotto le bombe o il ragazzino non sia rimasto orfano.

Il punto non è ribadire che Putin è un folle ed è la causa della perdita di quelle vite umane, quanto ricordarsi che nella normalità della nostra vita ci deve essere anche spazio per un pensiero a chi affronta queste tragedie.
Non le uniche, non solo loro, ovvio.

Ma insomma,,, quando dovevo prendere l'aereo pochi giorni dopo l'abbattimento del boeing malese la gente mi chiedeva se avessi paura ad andare in ucraina perchè c'è la guerra.
Oggi mi chiedono: ma c'è ancora la guerra o è finita?
Se a qualcuno ogni tanto capitasse di leggere un articolo o vedere la foto di un ragazzo della sua età che è caduto al fronte, forse si avrebbe una sensibilità diversa verso una tragedia che altrimenti resterà sempre invisibile.
Avatar utente
dreamcatcher
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 7560
Iscritto il: giovedì 1 luglio 2010, 10:38
Residenza: Como
Anti-spam: 56

Re: Video e foto Resistenza Ucraina

Messaggiodi markus il mercoledì 4 aprile 2018, 12:58

Trovo un controsenso quanto hai scritto e questo mi porta a rispondere.

Ciorni.voran ha scritto:Utilizzare le facce dei bambini a questo scopo sa di sottile istigazione all'odio.Si cerca un impatto emotivo molto forte.Non dico che è sbagliato perchè comunque il fine è nobile ma è di pessimo gusto.Anche spettacolarizzare il dolore o il lutto è di pessimo gusto.


poi

Ciorni.voran ha scritto:Per il resto ognuno ha i suoi sentimenti, le proprie idee ed è giusto esprimerle liberamente ma ci sono persone che non hanno mai un dubbio anche di fronte a grossolane esagerazioni.


A proposito di persone (per me degli idioti) che non hanno mai un dubbio anche a fronte di grossolane esagerazioni. Qui ritengo che hai ragione, come in fondo ha scritto anche Forrest, ognuno di noi ha i propri sentimenti.

Io, ad esempio, probabilmente sono un pirla. Ogni mattina accompagno la mia figlia più piccola (7 anni) fino in classe.

La sua compagna di banco è una bambina minuta, ha un viso molto carino ma i suoi occhi esprimono tristezza. Un giorno ho parlato con mia compagna di questa bambina e lei mi ha detto che non ha un padre (qui significa che il padre, messa incinta la madre poi è sparito).

Questa non è certo una pecurialità della Moldova, può capitare ovunque. La bambina in questione certo ha dovuto accettare la realtà delle cose e crescere più in fretta della mia figlia più piccola. Deve andare a scuola da sola, tornare a casa da sola, scaldarsi il cibo da sola e fare i compiti da sola perchè la madre deve lavorare.

Diciamo che sono un pirla perchè provo tristezza per questa bambina (forse erronamente) ed ho l'impressione (ripeto forse sbagliata) che anche a lei piacerebbe avere un padre che si prende cura di lei.
Avatar utente
markus
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 1885
Iscritto il: giovedì 13 marzo 2014, 12:18
Residenza: Basarabia
Anti-spam: 42

Re: Video e foto Resistenza Ucraina

Messaggiodi dreamcatcher il mercoledì 4 aprile 2018, 14:19

Non penso che tu sia un pirla.

Le due frasi che più mi hanno colpito di quello che di fatto (= nella vita di ogni giorno) è diventato mio figlio, sono queste:

non capisco come un padre possa abbandonare il suo bambino

per fortuna che mamma ha incontrato te ed io ho avuto di nuovo un papà.

Diciamo che, a parte le mie questioni personali, è molto poco naturale che un bambino debba 'cercarsi' un papà.

Purtroppo a volte capita che resti senza e altre volte capita che la vita non gliene darà 'uno di riserva'.

Quando 'capita' perchè il destino ha voluto così (e lo chiamo destino, poi ognuno lo chiami come vuole), c'è poco da fare. Quando 'capita' perchè qualcuno fa di tutto affinchè capiti, allora oltre al sentimento 'da pirla' di Markus viene spontanea anche un po' di sana e lucida rabbia.
Avatar utente
dreamcatcher
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 7560
Iscritto il: giovedì 1 luglio 2010, 10:38
Residenza: Como
Anti-spam: 56

Re: Video e foto Resistenza Ucraina

Messaggiodi Ciorni.voran il giovedì 5 aprile 2018, 12:09

Credo che la reazione di Markus sia molto umana.

Ma anche dall'altro lato della barricata ci sarà qualcuno che piange perché il padre è scomparso e quel qualcuno è innocente parimenti.Questa rabbia dovrebbe essere neutrale e non avere un segno particolare.Anzi dall'altra parte è pure peggio perchè se ad esempio si trattasse del figlio un cittadino russo questo non potrebbe beneficiare di nessuna forma di solidarietà da parte delle istituzioni visto che questo paese si dichiara totalmente estraneo ai fatti.Che è appunto una evidente esagerazione come lo è quella di considerare, nell'epoca in cui un satellite può fotografare una moneta da 50 centesimi al suolo l'intervento russo come una vera e propria invasione.C'è un evidente uso distorto del linguaggio a fini propagandistici.Infatti una operazione antiterrorismo è diventato un conflitto in piena regola solo dopo oltre quattro anni quando in realtà si spara di meno e si muore di meno.Sono cose che dovrebbero quanto meno insinuare il dubbio che non significa necessariamente sponsorizzare questa o l'altra parte.Come i fatti di Londra che dovrebbero far sorgere almeno mille dubbi in una persona razionale che ha il tempo e la possibilità di confrontare il numero maggiore di fonti.E tutti i fatti accaduti in quei territori generano dubbi su dubbi al punto che quasi sempre non abbiamo dei responsabili e quando ci sono anche a portata di mano quasi mai vengono puniti.

La gente tende ad abbeverarsi a fonti che in qualche modo sono affini a quello che è il suo orientamento.E quello che dicono gli altri diventa aprioristicamente falso.Ma non c'è nessuno in grado di certificare la verità perchè per farlo personalmente bisognerebbe essere simultaneamente in migliaia di luoghi e avere l'accesso ad altri che sono interdetti alla stra-grande maggioranza dei comuni mortali.

Vivisezionare notizie per dimostrare che sono false, questi anatomo-patologi del giornalismo è quasi del tutto una perdita di tempo.Ci sono schegge di verità che messe in circolazione a livello planetario possono essere mille volte più nocive di un fake clamoroso e fake clamorosi che sono totalmente innocui.La propaganda grossolana di uno Sputnik non è grossolana perchè i russi sono più cretini degli altri o meno tecnologici.E' cosi perchè serve così.Un giornale che si spaccia per indipendente non può certo avere quel taglio giornalistico ma può propagare stupidaggini in modo più subdolo e ancor più pericoloso.

Quello che è certo è che al fondo della natura umana c'è qualcosa che accomuna tutti sia che si trovino a Mosca piuttosto che a Whashington o altrove.Quindi è molto molto improbabile che il bene risieda solo da una parte e i cattivi tutti dall'altra.Soprattutto quando chi si professa "dal lato giusto" è enormemente più ricco, più potente, controlla i prezzi delle materie prime, controlla il web , la stra-grande maggioranza dei mezzi di informazione a livello planetario,i flussi del denaro, è complessivamente meglio armato...

Al turista di Saratov in strasferta non mi sento di attribuire nessuna responsabilità.Il presidente dello stato che si professa aggredito va con tutto il suo entourage alle Maldive e un illustre sconosciuto in Russia non può andare in vacanza a Rimini?Che importanza ha se spende soldi statali o meno?La cosa grave è che vai la mentre i soldati presidiano le trincee non tanto chi paga.In Italia la destra e i 5S hanno stravinto le elezioni.Gli elettori di questi partiti sono in massima parte simpatizzanti di Putin tranne forse un'aliquota dei 5S.Ma non penso che quando vadano a votare pensino a Putin.Vogliamo dire che anche loro sono corresponsabili?Se un cittadino russo pensa che il proprio presidente difenda gli interessi strategici del suo paese in quel modo e gli va bene non credo si possa attribuire a tutti una responsabilità collettiva.Anche un cittadino degli USA allora dovrebbe vivere straziato dai rimorsi e impiccarsi a un albero come Giuda.
Il Mondo alla rovescia, quello del male, della follia distruttiva e dell’assurdo è difeso e costruito da un esercito di “medici pietosi”, di anime belle allo specchio, di persone che vanno dove le porta il cuore avendo lasciato la testa a casa.
Avatar utente
Ciorni.voran
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 3173
Iscritto il: venerdì 13 novembre 2009, 23:43
Residenza: Territori di steppa
Anti-spam: 42

Re: Video e foto Resistenza Ucraina

Messaggiodi dreamcatcher il giovedì 5 aprile 2018, 13:57

Ciorni.voran ha scritto:Ma anche dall'altro lato della barricata ci sarà qualcuno che piange perché il padre è scomparso e quel qualcuno è innocente parimenti.

Infatti. Ma qui si parla di Ucraina e viene logico magari raccontare o riportare storie di Ucraini. Non è che si dice che dalla parte russa i bambini non vedano l'ora di restare orfani.

Ciorni.voran ha scritto:Anzi dall'altra parte è pure peggio perchè se ad esempio si trattasse del figlio un cittadino russo questo non potrebbe beneficiare di nessuna forma di solidarietà da parte delle istituzioni visto che questo paese si dichiara totalmente estraneo ai fatti.

Hai detto qualcosa di correttissimo. La conseguenza di questo, è che da una parte e dall'altra si muore perchè qualcuno è andato in vacanza portandosi dietro un arsenale. Mi pare ovvio che - fermo restando che chi è lì in vacanza probabilmente avrebbe preferito andare alle maldive armato di fiocina per la pesca subacquea - a quelli che restano orfani perchè qualcuno ha organizzato una gita turistica nel Donbass venga spontaneo fare un po' la vittima. E ci mancherebbe.

Ciorni.voran ha scritto:Al turista di Saratov in strasferta non mi sento di attribuire nessuna responsabilità.Il presidente dello stato che si professa aggredito va con tutto il suo entourage alle Maldive e un illustre sconosciuto in Russia non può andare in vacanza a Rimini?

Ciorni.voran ha scritto:La cosa grave è che vai la mentre i soldati presidiano le trincee non tanto chi paga.

Esattamente. E' ciò che avevo scritto anch'io, intendevo dire proprio questo. Al turista di Saratov non posso dare alcuna colpa, posso pensare che al massimo sia un invasato (esattamente come il turista americano ecc ecc) per motivi non riconducibili alla propria volontà.
La cosa grave è che mentre c'è una guerra che tocca il tuo Paese (sia esso Russia o Ucraina) il 90% della popolazione, ma forse il 99, vive come se nulla fosse.

Meglio così, da un certo punto di vista. Vuol dire che la guerra è qualcosa di limitato e con essa anche le perdite umane e tutti i relativi danni.
D'altra parte è anche la conferma che se una cosa non tocca da vicino, quando non ci dà fastidio come minimo la ignoriamo. Infatti Poroshenko va alle Maldive, io vado a Zatoka e mio cognato va a fare shopping.
E dà fastidio leggere un articolo che parla di un ragazzo che, incontrata una comitiva in vacanza, c'ha lasciato le penne.
Avatar utente
dreamcatcher
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 7560
Iscritto il: giovedì 1 luglio 2010, 10:38
Residenza: Como
Anti-spam: 56

Re: Video e foto Resistenza Ucraina

Messaggiodi markus il giovedì 5 aprile 2018, 14:14

Ciorni.voran ha scritto:Ma anche dall'altro lato della barricata ci sarà qualcuno che piange perché il padre è scomparso e quel qualcuno è innocente parimenti.


Concordo e l'ho scritto in questo argomento usando "probabilmente" perchè come giustamente hai scritto ufficialmente non vi sono truppe della Federazione russa in Ucraina.

markus ha scritto:Sono bambini ucraini e mi dispiace per loro, probabilmente dal lato russo vi sono anche dei bambini che hanno perso il padre e ti posso assicurare che, se così fosse, mi dispiacerebbe esattamente allo stesso modo per loro.


poi, altro argomento

Ciorni.voran ha scritto:Il presidente dello stato che si professa aggredito


Per quanto concerne l'aggressione la penso così. È iniziata nel 2004 quando l'allora candidato Presidente ucraino venne avvelenato con la diossina. Yushchenko ha più volte detto che il mandante stà al Cremlino. Direi che è difficile non credergli.

Frà l'altro venne usata della diossina denominata "agente Orange". Forse un caso o forse, visto che era in corso la "Rivoluzione arancione", ha preso il sopravvento lo "humor" russo.

Per quanto concerne il recente avvelenamento con un agente nervino ritengo che è una porcheria. Chi è stato non lo saprei dire. Non ne ho prove. Qualche dubbio ancora mi rimane però tendo a condividere quanto ha scritto Forrest.

Probabilmente vi è un coinvolgimento russo altrimenti a che scopo fare tutto sto casino? Ossia espulsioni di diplomatici ecc. E come ha scritto Forrest non è che tutte le informazioni vengono rese pubbliche.
Avatar utente
markus
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 1885
Iscritto il: giovedì 13 marzo 2014, 12:18
Residenza: Basarabia
Anti-spam: 42

PrecedenteProssimo

Torna a Il caffè di Ucraina Viaggi





Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti