viaggio in ucraina

Racconta i tuoi viaggi i Ucraina

viaggio in ucraina

Messaggiodi shofar il martedì 11 gennaio 2011, 22:07

Sono appena tornato dal mio primo e, spero, non ultimo viaggio in Ucraina.
Tutto è iniziato verso la metà di Novembre,quando su Vkontakte,un social network molto diffuso in Russia e Ucraina ho conosciuto una ragazza di Simferopol,Marina.Io 49,lei 33.

Lei parla un buon inglese ,una delle pochissime tra tutte quelle contattate.
In poco tempo nasce qualcosa di più di una amicizia e non passa giorno senza che ci telefoniamo o ci vediamo su Skipe.
Premetto che ho già avuto un esperienza con una ragazza ucraina anche lei di nome Marina ma di Karkhov.

La conobbi in Italia,ma questa è un’altra storia,una brutta storia.
Tornando a Marina di Simferopol,decido di approfondire e di concretizzare la nostra storia e,spinto anche dala curiosità di conoscere questo paese di cui ho tanto sentito parlare,organizzo il mio primo viaggio a in Ucraina sfruttando le ferie natalizie.
Trovo un offerta molto economica con Wizzair,e il 22 Dicembre prendo il treno che da Milano mi porta a Treviso.

Un consiglio:meglio prendere il treno fino a Mestre e poi il pullman fino all’aereoporto di Treviso.
Sull’aereo pochissimi Italiani,tutti con fidanzata o moglie ucraina,il resto tutte donne Ucraine.
Arrivo alla sera ale 11 al terminal F.Dormicchio fino alle 4,poi mi trasferisco al Terminale B che mi sembra più grande e dotato di servizi.
Cambio i soldi(10,4 grivne X €) lascio il bagaglio al deposito(3 grivne l’ora)ma prima devo svegliare l’addetto che dorme.
Superato il muro dei tassisti che mi chiedono 20 € trovo un pullmino che mi porta alla stazione dei treni a Kiev per 18 grivne.

Durante il viaggio chiedo informazioni,e devo dire che da quel momento in poi ho sempre incontrato persone gentili e di$sponibili,la maggior parte parlava inglese e anche qualche parola d’italiano.
Infatti trovo un signore che gentilmente dalla piazza della stazione “moderna” ( dove arriviamo col pullmino) mi accompagna fino alla piazza sul lato opposto della stazione,cioè quello “antico”da qui prendo il metro che in un paio di fermate mi porta in centro(fermata Teatral’na).

Curiosità:al posto del biglietto ti danno un gettone e i treni si raggiungono dopo una lunghissima discesa in scala mobile(anche a Mosca è cosi).Raggiungo la via principale;sono le 6, è ancora buio ma la citta si anima alla svelta.
Fa freddo, qualche grado sotto lo zero e devo stare attento a dove metto i piedi perché c’è ghiaccio dappertutto.Dopo qualche ora spunta il sole e inizia a sciogliersi,ma anche così si rivela pericoloso:una lastra di qualche chilo mi piomba da un tetto a una spanna dal naso.

Da quel momento cammino in mezzo alla strada.
Dalle informazioni ricevutedai passanti e dalle mappe esposte lungo la via principale,capisco che di fianco a questa c’è una salita in cima alla quale c’è una buona parte delle bellezze della citta e una splendida vista panoramica.
A proposito di bellezze:incrocio più donne che uomini,molte bellissime e curatissime nel vestire,nel trucco, in ogni particolare della loro immagine anche quando vanno semplicemente al mercato.le lunghie sono lunghissime con sopra dipinti dei quadri in miniatura.
Tutte con stivali e tacchi altissimi,camminano con passo sicuro e veloce sul ghiaccio.Gia,una cosa che ho notato in tutti i posti che ho visitato,è la velocita con cui tutti camminano.

Se non ti adegui,vieni travolto.A un certo punto un tipo di fianco a me raccoglie un pacco con 2 mazzette di banconote,dollari e euro da 50.
Con una gran mimica mi fa capire che e faccio finta di niente e divide con me il malloppo.C’è puzza di bruciato e improvvisamente mi viene in mente qualcosa letto su questo blog a proposito di una truffa.Lo mando cortesemente aff….
La cosa più incredibile è che tutto avviene a pochi metri da una stazione di polizia.Leggo appena adesso che non sono statol’unico in quei giorni a incappare in quel gentiluomo Compro una card telefonica(MTC)e carico 10 grivne che dureranno un 15 minuti.

Chiamo Marina e mi conferma che domani mattina è in aereoporto.
Sono le 16 e incomncia a fare buio,ritorno in areoporto,vado al self service,e mi ciulano sul resto e sul conto,ma tradotto in euro è una miseria e non sto a sindacare.Mi trasferisco al terminale A,e qui dormicchio fino alla partenza,alle 6 di mattina.
Arrivo a Simferopol,ritiro i bagagli e a soli 10 metri dal nastro trasportatore(che è praticamente all’aperto)sono fuori dall’aereoporto.Non vedo Marina,ma dopo un po la vedo arrivare da lontano.
In skipe l’immagine non era molto nitida ma la riconosco subito e così anche lei.
Dal vivo è ancora più bella,ha degli occhi stupendi.Ma quanto è alta?coi tacchi mi supera di una spanna!questo su skipe non lo potevo vedere.

Ci ridiamo sopra.Pazienza se son rose… Mi ha prenotato un appartamento(20 € al g.)ma prima passiamo a casa sua.Per tutto il viaggio vedo case molto fatiscenti,mi ricorda un po’ la parte più brutta diBaranzate e Quartoggiaro.Il quartiere e il condominio dove vive sono anche peggio.
Ma il suo piccolo appartamento lo tiene bene ed è pulito.Ha un solo fornelino elettrico per cucinare,al posto del frigo mette il cibo sul balcone e l’acqua c’è solo qualche ora al mattino e alla sera.
Un po’ imbarazzata mi confessa che se mi ha prenotato un appartamento,non è per mancanza di fiducia verso me,ma è che si vergognava a ospitarmi in quelle condizioni.

Le dico che a me importa solo di starle vicino.Disdiciamo l’appartamento.
Inizieranno così 2 settimane stupende. Lei deve lavorare ancora per qualche giorno,e io per passare un po’ il tempo mi iscrivo in una palestra frequentata da un’altra ragazza conosciuta sul sito.
Il posto è bello e pulito più della mia palestra a milano.il titolare è una montagna e anche i frequentatori non sono da meno.
Ho visto più di uno fare i 200 di panca.La mia amica ha un fisico bellissimo ma normale e fa i 70 sula panca.Unica nota stonata,vedo più di uno sniffare da una boccetta,penso sia un cardio-tonico.
La temperatura nei primi giorni è eccezionalmente mite,circa 18°-20° ma con l’anno nuovo scenderà sotto zero.

Giro la città,gli edifici del centro sono ben curati,sia i nuovi che quelli storici.Addirittura stanno ricostruendo la grande basilica che era andata distrutta durante la guerra.
A proposito di chiese:mai viste tanto sfarzo all’interno nelle decorazioni e cosi tante relique,in una ne avrò contate un centinaio.
Visito qualche Museo dove non manca mai la parte dedicata alla 2°conflitto.Trovo una lapide di un soldato francese morto nel 1855,ha lo stesso cognome di mio zio,francese anche lui.Il centro è affollatissimo e nei negozi si trova di tutto.

I mercati sono colmi di ogni ben di Dio.In uno specializzato in carni(mai vista tanta carne esposta) trovo uno strano animale che scoprirò essere una nutria.
Certi negozi,in particolare alcune panetterie sono grandi 1 M2(non esagero)e il negoziante è sommerso nel suo pane.
Abbonda anche il pesce specialmente un tipo di carpa molto buono ed economico che viene venduto anche da molti ambulanti per la strada.
Capito in un parco con uno dei tanti monumenti hai caduti presenti in ogni paese che visiterò.Questo in particolare è dedicato al’Afganistan e intorno è pieno di gente in divisa e mimetica.
Marina mi dice che sono reduci è che oggi si commemorano i caduti.

Leggendo le lapidi noto che la maggior parte è del ’61,come me.
Sento un nodo in gola che si scioglie quando un militare mi offre un goccio di vodka.Un giorno vado a Evpatoria,a trovare Giovanni che ho conosciuto su questo sito,e che qui ha messo su una bellissima casa e una famiglia stupenda.
Mi racconta la sua Ucraina,croci e delizie di chi ha deciso di vivere qui.Mi spiega che la Crimea in pratica si considera ancora parte della Russia.Ha un regime autonomo e la maggior parte parla russo non ucraino(compresa Marina).

E’stata colpa di Krushiev che l’ha voluta annettere all’Ucraina per fare un regalo ala moglie…. ucraina.Il giorno dopo sono a Sebastopoli.Molte le cose da vedere,tra cui interessante è il museo con il diorama in parte a grandezza naturale dell’assedio durato 1 anno agli inizi del secolo scorso.
Un altro giorno siamo a Bapchisarai,un antico villaggio abitato da tartari di religione mussulmana situato in un bellissimo canyon dal quale se ne aprono altri le cui pareti sono ricche di anfratti e grotte.Su una di queste è appollaiato come un nido di rondine un monastero ortodosso.
Anche negli altri canyons sono presenti monasteri,antichi villaggi e siti archeologici.
Arriva l’ultimo dell’anno e siamo invitati a casa dei genitori di Marina,a Lvgolskoe.

Durante il viaggio sale un ubriaco(e non è l’unico che vedo durante la mia vacanza)che oltre a rifiutarsi di pagare,importuna piu di una donna,nonostante le proteste dell’autista e dei passeggeri.
Lvgolskoe è un villaggio a circa 80 km a NE di Simferopol. Negli anni 60 venne creato per sviluppare estese coltivazioni e allevamenti.
Con il crollo del sistema economico sovietico,gran parte delle attività vennero abbandonate e cosi una gran parte degli edifici ora sono in rovina.
Il giorno dopo e quello seguente sono invitato a caccia dal padre,che oltre ad essere il guardiacaccia fa da guida ai numerosi cacciatori che vengono qui da tutta europa,tra cui molti italiani.
Spero che Marina abbia parlato bene di me al papi.
Le terre qui intorno, a parte le montagne, sono completamente disboscate(qui tutto il riscaldamento è a legna)ma c’è comunque molta selvaggina:lepri,beccacce,cervi,cinghiali e…lupi!che però sono protetti(in teoria…).

Camminiamo dalle 6 di mattina alle 4 di sera,salvo qualche incontro con altri cacciatori e ogni volta è d’obbligo uno spuntino con la vodka.
Assieme ai genitori vive la nonna,ormai cieca che è quasi sempre in lettura sui suoi numerosi libri in brail.
Un giorno mi racconta la sua vita,in particolare durante la seconda guerra mondiale:prima coi partigiani,poi il campo di concentramento e infine il lungo rientro a casa.
Riprendo il tutto con la video camera.Qui mangio alla grande:selvaggina e un ottimo vino fatto in casa,a differenza di quello pessimo comprato a Simferopol ,nonostante il consiglio del manager dei vini del supermercato.

Ottime le birre specie quelle a 7°/8°e le “black”.Ma la cosa che più ho apprezzato è stata la panna,la Smetana,divenuta per me una una vera droga,arrivando a divorarne mezzo kilo a colazione(quella al 30% di grassi,naturalmente).
Nel mio piccolo,contribuisco con un pandoro portato dall’Italia,molto apprezzato. Alla sera non ce altro che guardare la televisione.
I programmi sono un po come i nostri,alcuni gli stessi:la casa del grande f.,dott.House,X factor.In quest’ultima 2 dei finalisti portano canzoni italiane,poichè qui la nostra musica va alla grande.
Il più famoso è Celentano ed esiste una catena di pizzerie che porta il suo nome.

Rimangono un po’ male quando gli dico che in Italia non conosciamo nessun cantante russo o ucraino.Il 3 partiamo e il pullmino arriva con 1 ora di ritardo,e pare accada spesso perché gli autisti,per lo più Tartari(che qui sono visti come un popolo di furbacchioni per non dire peggio) cercano di tirare su più gente possibile.
Infatti ci facciamo tutto il viaggio in piedi pigiati come sardine.Mentre ci avviciniamo ad un posto di blocco,l’autista chiede a tutti di tirare le tendine,perché non si veda che siamo in sovrannumero.il giorno dopo facciamo visita ala sorella.

Lei abita a Nicolaiev col marito che in questi giorni lavora in Odessa.
Lei si trova momentaneamente a Simferopol,perche deve fare”la guardia”alla casa dei suoceri mentre sono in vacanza,altrimenti i Tartari….
Arriva il giorno della partenza, il volo tarda di 3 ore facendomi saltare il bis a Kiev ,ma regalandomi un po’ piu di tempo con Marina.Con lei tutto è andato oltre le mie speranze,un sogno.
Abbiamo fatto molti progetti e spero di poterne presto parlare qui,quando si realizzeranno.

Che dire dell’Ucraina o meglio della Crimea?forse 2 settimane per lo più da turista e senza aver dovuto affrontare problemi sono pochi per esprimere dei giudizi.
Ma il calore,l’affetto che ho ricevuto da Marina e dalla sua famiglia,dai loro amici mi hanno lasciato un segno profondo nella mente e nel cuore.
E mi domando come si sarebbero comportati i miei genitori se mia sorella si fosse presentata con un fidanzato ucraino conosciuto su internet….


EDIT: meglio scrivere formattato in paragrafi e dopo il punto SEMPRE a capo
Avatar utente
shofar
ESCURSIONISTA
ESCURSIONISTA
 
Messaggi: 70
Iscritto il: lunedì 17 maggio 2010, 17:05
Residenza: arese
Anti-spam: 56


Re: viaggio in ucraina

Messaggiodi claudio.r il martedì 11 gennaio 2011, 23:05

Veramente una bella storia... :D segno che non tutte le conoscenze su internet son fregature....

che dire!!!! speriamo che tutto proceda come e' iniziato,,,, =D> sinceri auguri!!!!!!
Avatar utente
claudio.r
MASTER
MASTER
 
Messaggi: 390
Iscritto il: lunedì 1 marzo 2010, 19:26
Residenza: firenze
Anti-spam: 56

Re: viaggio in ucraina

Messaggiodi Forrest Gump il mercoledì 12 gennaio 2011, 0:07

Bel racconto
"L'uomo saggio aspetta il momento giusto, il pazzo lo anticipa, l'imbecille lo lascia passare". (tratto dal film "Mai arrendersi")
Avatar utente
Forrest Gump
Admin
Admin
 
Messaggi: 6854
Iscritto il: sabato 5 luglio 2008, 18:04
Località: Tra Marbella e Kiev
Residenza: Kiev Ucraina
Anti-spam: 42

Re: viaggio in ucraina

Messaggiodi shofar il mercoledì 12 gennaio 2011, 0:17

spassiba :)
Avatar utente
shofar
ESCURSIONISTA
ESCURSIONISTA
 
Messaggi: 70
Iscritto il: lunedì 17 maggio 2010, 17:05
Residenza: arese
Anti-spam: 56

Re: viaggio in ucraina

Messaggiodi lampo il mercoledì 12 gennaio 2011, 1:42

Sono stato anche io a caccia da quelle parti una meraviglia!!

In bocca al lupo per tutto il resto =D>
Ancora una settimana e torno in Ucraina anche io dalla mia Kateryna,conto i minuti!!!!!
Avatar utente
lampo
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 1217
Iscritto il: venerdì 16 gennaio 2009, 14:51
Residenza: rimini
Anti-spam: 56

Re: viaggio in ucraina

Messaggiodi dreamcatcher il lunedì 17 gennaio 2011, 19:58

Bel racconto davvero.

Sottolineo solo una cosa, riguardo la descrizione dell'appartamento.
Ho avuto la stessa sensazione a Odessa, tantissimi stabili in pessimo stato se non addirittura pericolanti, eppure abitati soprattutto da giovani che ogni giorno vanno a lavorare in centro, dopo un'ora e più di trasferimento su bus affollatissimi fin dalle prime ore del mattino.
Eppure, nonostante le condizioni pessime di molti "appartamenti" (in realtà stanze singole, con fornellino a gas, quando va bene), è sorprendente la capacità di adattarsi di queste persone.
Mi viene in mente un'amica della mia ragazza, a vederla pronta per andare al lavoro, non ndiresti che vive in condizioni così disagiate. Sempre truccata e vestita come se vivesse in una suite, non esageratamente vistosa, ma interessante, attraente e piacevole sì. Complimenti!
Avatar utente
dreamcatcher
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 8103
Iscritto il: giovedì 1 luglio 2010, 10:38
Residenza: Como
Anti-spam: 56

Re: viaggio in ucraina

Messaggiodi johannes100 il martedì 18 gennaio 2011, 10:13

Bella storia, ho ritrovato certe osservazioni che mi erano venute in mente quando sono stato a Simferopoli.

Ringrazio di cuore il moderatore che si é preso la briga di mettere la punteggiatura. Avevo cominciato a leggere l'intervento il giorno in cui era stato postato ma avevo smesso dopo un minuto per il mal di testa.

Ora é leggibile e godibile e spero che l'utente la prossima volta usi la punteggiatura in maniera umana :D .
Perciocché l'invidioso si rallegra ed é lieto del male, e dolente d'ogni bene altrui; e per questo va sempre cercando come possa CALUNNIARE. (Domenico Cavalca, sec. XIV, 'Disciplina degli Spirituali col Trattato delle trenta stoltizie', cap. 9, pag. 69.8).
Avatar utente
johannes100
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 1328
Iscritto il: sabato 27 ottobre 2007, 11:48
Località: Roma

Re: viaggio in ucraina

Messaggiodi marcoxx il martedì 18 gennaio 2011, 14:47

claudio.r ha scritto:Veramente una bella storia... :D segno che non tutte le conoscenze su internet son fregature....



il sito che ha usato lui,Vkontakte,è un social network come facebook (che nei paesi ex URSS è più popolare dello stesso FB) e non un sito di dating......certamente bisogna fare SEMPRE attenzione,ma è molto più fattibile come strumento di conoscenza. io sono lì da più di un anno,e mi è sempre andata bene,devo dire....con diverse conoscenze poi approfondite in loco :mrgreen:

consigliato! l'unico problema è che senza il russo non è facile comunicare (ma è un problema generale,quello)
Avatar utente
marcoxx
MASTER
MASTER
 
Messaggi: 513
Iscritto il: sabato 24 aprile 2010, 1:22
Residenza: Napoli
Anti-spam: 56

Re: viaggio in ucraina

Messaggiodi shofar il martedì 18 gennaio 2011, 18:02

Grazie per vostri commenti e scusatemi per la punteggiatura,era la mia prima lettera.

Si,confermo che VKONTACTE non è un sito di dating,ma forse proprio per questo le conoscenze che si possono fare sono un pò più spontanee.
La percentuale di chi parla in Inglese è bassissima.
Su circa 40 di quelle che mi hanno risposto solo 3 parlavano inglese.Altre 4 dicevano di parlare in inglese ma poi ho scoperto che usavano il traduttore.
Sicuramente su quel sito,per chi parla russo, le occasioni sono infinite.
Solo le ucraine iscritte sono 7 milioni....

Sto preparando un pacco con un po di cose per la mia fidanzata e i suoi genitori:panettoni,torroni e un libro sulla caccia.Sabato andrò a C.Gobba e so già che dovrò resistere alla tentazione di saltare dentro qualche pullmino......
Avatar utente
shofar
ESCURSIONISTA
ESCURSIONISTA
 
Messaggi: 70
Iscritto il: lunedì 17 maggio 2010, 17:05
Residenza: arese
Anti-spam: 56

Re: viaggio in ucraina

Messaggiodi Pasha67 il martedì 25 gennaio 2011, 14:30

Ciao!
Il tuo bel racconto mi era sfuggito (in questi ultimi tempi sono un po' latitante dal forum!) e leggo solo adesso!
In moltissimi passaggi mi sono perfettamente riconosciuto nelle tue stesse situazioni, con la sola differenza che tu mi sembri molto più in gamba di me al primo viaggio...e forse anche al secondo!
Ero in tutto e per tutto dipendente dalla mia Natalia e da solo forse non sarei nemmeno riuscito a prendere un caffè! :lol:
Benvenuto nel club dei Crimeani!!! :wink:
Avatar utente
Pasha67
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 456
Iscritto il: giovedì 22 novembre 2007, 21:56
Località: Arezzo
Residenza: Toscana
Anti-spam: 56

Re: viaggio in ucraina

Messaggiodi shofar il martedì 25 gennaio 2011, 16:36

Ti ringrazio.Mi ha aiutato molto la mia esperienza e la passione di viaggiatore incallito,che mi ha portato in tutte le parti del mondo senza mai appoggiarmi a un agenzia,organizzando tutto da me con pochi,pochissimi soldi.

E ancor più sono state le ore passate su questo sito,tanto che quando sono arrivato molti luoghi,persone,situazioni mi sembravano quasi"familiari".Anche quando il tipo ha cercato di fregarmi ho avuto come un deja vù.

Sicuramente tornerò l'estate prossima,intanto aspetto la mia lei.
Se tutto va bene arriva tra un paio di mesi.

se riesco oggi pubblico alcune foto del viaggio
Avatar utente
shofar
ESCURSIONISTA
ESCURSIONISTA
 
Messaggi: 70
Iscritto il: lunedì 17 maggio 2010, 17:05
Residenza: arese
Anti-spam: 56

Re: viaggio in ucraina

Messaggiodi shofar il martedì 25 gennaio 2011, 20:28

ma non ho capito com si fa
Avatar utente
shofar
ESCURSIONISTA
ESCURSIONISTA
 
Messaggi: 70
Iscritto il: lunedì 17 maggio 2010, 17:05
Residenza: arese
Anti-spam: 56

Re: viaggio in ucraina

Messaggiodi shofar il lunedì 12 settembre 2011, 18:57

finalmente ho imparato a postare le foto,per qui inserisco quelle di questo viaggio di cui ho scritto sopra
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine[img]
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
[imghttp://a4.sphotos.ak.fbcdn.net/hphotos-ak-snc6/167919_184584191581451_100000896132798_436612_8210010_n.jpg][/img]
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Avatar utente
shofar
ESCURSIONISTA
ESCURSIONISTA
 
Messaggi: 70
Iscritto il: lunedì 17 maggio 2010, 17:05
Residenza: arese
Anti-spam: 56


Torna a Racconti di viaggio





Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti