Venti di guerra

La politica in Ucraina.

Re: Venti di guerra

Messaggiodi andrey il domenica 9 dicembre 2018, 13:19

come putin insegna c'e' anche uan guerra mediatica
quindi prima di una guerra fisica
ad azione si deve rispondere con una reazione e renderla pubblica

e' comune opinione che putin abbia mangiato la sua vittima quando questa non ha reagitoo come diceva Falcone per coloro che combattevano la mafia,quando questa rimane sola...

grazie anche agli appunti sul forum
posso capire quando una info e' reale
quando essa e' interpretabile
quando e' falsa o propagandistica

Credo che per fortuna Ue Usa e Ucraina abbiano creato canali per smascherare
non tutte ma alcune delle molte disinformazie di professione russe

le ritengo molto inefficaci visto che i partiti o movimenti pro putin stanno crescendo in molti paesi a democrazia ritenuta avanzata

e per questo ritengo che l'Ucraina abbia poco da guadagnare a far propaganda senza obbiettivo
e a diffondere cose non vere

prendo atto che non solo io ma anche altri trovino di difficile soluzione la crisi Ucraina
e non ci sono facili vie per eliminare putin e estirpare il cancro che ha avvolto i suoi territori
«Lottate e vincerete!»,Taras Ševčenko ai popoli soggetti al dominio imperiale di Mosca "QUANDO TRA IL PANE E LA LIBERTÀ IL POPOLO SCEGLIE IL PANE, PRIMO O POI SI PERDERÀ TUTTO, COMPRESO IL PANE" Stepan Bandera
СЛАВА УКРАЇНІ CON IL CUORE VIVA UCRAINA
Avatar utente
andrey
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 5793
Iscritto il: lunedì 7 maggio 2007, 7:59
Residenza: firenze,lviv(resistenza)
Anti-spam: 42


Re: Venti di guerra

Messaggiodi andrey il domenica 9 dicembre 2018, 16:18

Propongo questo articolo (di parte :D )
su una riflessione vista anchevla presenza di
bandiera imperiale russa alla manifestazione della lega italia
E bandiere lnr dnr in francia

E intreccio di partecipazione tra partiti movimenti
Di estrema destra e sinistra

~https://www.stopfake.org/it/ci-stanno-invadendo-i-russi-non-gli-extracomunitari/

Il peccato originale dell’Europa è stato quello di non fornire una risposta ferma alla Russia negli anni precedenti. Questi tipi di intromissioni sono in atto da diversi anni, Brexit, Germania, Olanda, Catalogna, Italia e ora Francia, ma si è sempre fatto finta di nulla, si è sempre fatto finta che queste analisi appartenessero a visioni russofobiche e non si è mai fatto nulla per contrastarle seriamente oltre al solito “deeply concerned”.

Ad una guerra informativa si deve rispondere con una guerra informativa se possibile di intensità ancora più alta, solo questo atteggiamento potrebbe convincere Putin ad abbandonare i progetti neozaristi di influenza e dominio europeo.

In mancanza di una strategia e di una risposta unitaria siamo destinati a vedere crollare una ad una le democrazie occidentali
«Lottate e vincerete!»,Taras Ševčenko ai popoli soggetti al dominio imperiale di Mosca "QUANDO TRA IL PANE E LA LIBERTÀ IL POPOLO SCEGLIE IL PANE, PRIMO O POI SI PERDERÀ TUTTO, COMPRESO IL PANE" Stepan Bandera
СЛАВА УКРАЇНІ CON IL CUORE VIVA UCRAINA
Avatar utente
andrey
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 5793
Iscritto il: lunedì 7 maggio 2007, 7:59
Residenza: firenze,lviv(resistenza)
Anti-spam: 42

Re: Venti di guerra

Messaggiodi peterthegreat il lunedì 10 dicembre 2018, 0:57

L'Europa ha messo fuori legge i partiti nazional-socialisti e poi vi lamentate che nessuno da una risposta ferma alla Russia.
Anche se tutti noi no!
La radici profonde non gelano!
Avatar utente
peterthegreat
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 5736
Iscritto il: martedì 29 gennaio 2008, 18:11
Residenza: Savona
Anti-spam: 42

Re: Venti di guerra

Messaggiodi andrey il lunedì 10 dicembre 2018, 10:57

Peter sta battuta arriva in un momento in cui i partiti diciamo dell'ultra destra per usare un eufemismo
Sono in ritorno anche pesante e sono tutti o quasi in sintonia con putin

A me la cosa non é che mi renda felicissimo..
«Lottate e vincerete!»,Taras Ševčenko ai popoli soggetti al dominio imperiale di Mosca "QUANDO TRA IL PANE E LA LIBERTÀ IL POPOLO SCEGLIE IL PANE, PRIMO O POI SI PERDERÀ TUTTO, COMPRESO IL PANE" Stepan Bandera
СЛАВА УКРАЇНІ CON IL CUORE VIVA UCRAINA
Avatar utente
andrey
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 5793
Iscritto il: lunedì 7 maggio 2007, 7:59
Residenza: firenze,lviv(resistenza)
Anti-spam: 42

Re: Venti di guerra

Messaggiodi peterthegreat il lunedì 10 dicembre 2018, 11:52

Non puoi essere di destra ed essere amico di un bolscevico.
Anche se tutti noi no!
La radici profonde non gelano!
Avatar utente
peterthegreat
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 5736
Iscritto il: martedì 29 gennaio 2008, 18:11
Residenza: Savona
Anti-spam: 42

Re: Venti di guerra

Messaggiodi andbod il lunedì 10 dicembre 2018, 12:34

Indubbiamente esiste propaganda da entrambe le parti ma esistono dei dati di fatto incontrovertibili che non bisogna dimenticare: l’aggressore (anche nel caso dell’incidente del Mare di Azov) è sempre la Russia e se togliamo l’invasione Russa dal contesto vengono meno anche tutti i problemi.

Riguardo alle notizie sul movimento di truppe e navi purtroppo sono molto più preoccupanti di quanto non dicano i numero in se proprio per il tipo di mezzi che la Russia sta spostando in zona. Quasi tutti i giornali del mondo, tranne quelli di Italia, Germania e Francia (quest’ultima per altri motivi) riportano il dettaglio dei mezzi che la Russia sta muovendo: nel mare di Azov arriverà a breve una parte importante della flotta del Nord, almeno 40 navi e non parliamo di navi di supporto ma di gruppi di battaglia. Ieri in Crimea sono arrivati una quantità impressionante di mezzi e uomini, almeno 5.000 secondo diverse stime. Agli S400 si sono aggiunte una decina di sistemi Iskander dotati con ogni probabilità di testate nucleari con la possibilità di colpire gran parte delle capitali dell’est Europa, deterrente nel caso di un’invasione e centinaia di carri armati e sistemi di artiglieria pesante. Sul confine Ucraino lato Donbass ora stazionano 80.000 uomini, 400 carri armati, 1000 pezzi di artiglieria, 500 tra caccia ed elicotteri, se aggiungiamo le forze stazionate in Crimea parliamo di quasi metà delle reali capacità operative di terra dell’esercito Russo, oltre un terzo della flotta e dell’aviazione.

Certamente non si sposta un apparato simile se non si vuole qualcosa.

Che la Russia voglia invadere l’Ucraina la vedo una ipotesi molto remota, soprattutto oggi che l’Ucraina sta schierando gran parte del suo potenziale militare, riservisti compresi. A mio avviso è più una dimostrazione di forza per l’Occidente e anche per la Cina che, per la prima volta, ha votato contro la Russia.

La vera partita non si sta giocando militarmente ma economicamente. Il consenso di Putin continua a scendere, ora sotto il 65% e le riforme economiche previste per il prossimo anno sono devastanti : aumento delle tasse, innalzamento a 65 anno dell’età pensionabile (che in Russia significa abolire le pensioni), aumento della benzina e dei prezzi delle utilities, raddoppio di tasse su spazzatura e servizi comunali. Delle sanzioni vere avrebbero un effetto devastante sulla Russia e soprattutto su Putin.

Da un lato Stati Uniti, Paesi dell’est, Canada, Inghilterra, Giappone e Australia stanno valutando di chiudere l’accesso alla Russia ai sistemi Swift, IBAN e alle carte di credito, bloccare il Nord stream e diminuire drasticamente l’import del gas dalla Russia, dall’altro Germania e Francia, per motivi diversi, si oppongono.

Sanzioni di questa portata porterebbero al probabile crollo del sistema bancario Russio, tanto che la Banca Centrale Russa ha già informato le banche più piccole di iniziare ad accantonare valuta e prepararsi allo stacco delle carte di credito in modo da poter operare almeno in ambito nazionale.

Oltre alla dimostrazione di forza verso l’occidente Putin vuole anche mostrare all’interno che tutto quello che fa è per difendere il Paese da un’invasione Ucraina supportata dalla Nato. Da giorni le TV Russe non parlano di altro che l’aggressione Ucraina probabilmente per abbattere il ponte su Kerch e della NATO che vuole che l’Ucraina schieri l’esercito ai confini Russi facendo sottointendere ad una possibile invasione.

Se per noi questa è pura follia in Russia molti ci credono e aiuta a tenere in piedi un castello che inizia a vacillare.

Una vita d’uscita per una possibile escalation c’è e, da quanto ne so, sono in atto azioni concrete in questa direzione. Gli USA hanno chiesto un atto concreto e questo potrebbe essere la scarcerazione di Sentzov : proprio ieri, inaspettatamente, il Cremlino ha consentito ad una commissione medica di visitarlo e il suo avvocato ha presentato un appello per gravi motivi di salute.

Certo è che quando si schierano cosi tante forze il rischio aumenta a dismisura e basta un colpo partito per caso per fare cambiare tutto.
Avatar utente
andbod
Admin
Admin
 
Messaggi: 7198
Iscritto il: domenica 7 dicembre 2008, 1:40
Residenza: Lviv Ucraina
Anti-spam: 56

Re: Venti di guerra

Messaggiodi peterthegreat il lunedì 10 dicembre 2018, 13:02

Da un lato gli eredi del Sacro Romano Impero dall' altro i discendenti dei Plantageneti.

I Russi credono a tutto, hanno cominciato con Marx e Lenin.
Anche se tutti noi no!
La radici profonde non gelano!
Avatar utente
peterthegreat
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 5736
Iscritto il: martedì 29 gennaio 2008, 18:11
Residenza: Savona
Anti-spam: 42

Re: Venti di guerra

Messaggiodi Gianmarco58 il lunedì 10 dicembre 2018, 14:56

peterthegreat ha scritto:Non puoi essere di destra ed essere amico di un bolscevico.

Allora tu ed io non siamo amici? :D
Gli uomini sono sanguinari, NON le Ideologie! (Peterthegreat)
Avatar utente
Gianmarco58
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 2345
Iscritto il: martedì 11 settembre 2012, 9:32
Località: Milano e Odessa
Residenza: Milano e Odessa
Anti-spam: 42

Re: Venti di guerra

Messaggiodi peterthegreat il lunedì 10 dicembre 2018, 17:44

Il nemici dei miei nemici sono miei amici.
Anche se tutti noi no!
La radici profonde non gelano!
Avatar utente
peterthegreat
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 5736
Iscritto il: martedì 29 gennaio 2008, 18:11
Residenza: Savona
Anti-spam: 42

Re: Venti di guerra

Messaggiodi Gianmarco58 il lunedì 10 dicembre 2018, 18:35

Adoro certi francesismi.... :lol:
Gli uomini sono sanguinari, NON le Ideologie! (Peterthegreat)
Avatar utente
Gianmarco58
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 2345
Iscritto il: martedì 11 settembre 2012, 9:32
Località: Milano e Odessa
Residenza: Milano e Odessa
Anti-spam: 42

Re: Venti di guerra

Messaggiodi dreamcatcher il martedì 11 dicembre 2018, 13:33

Ho una domanda, nasce da una specie di 'radio babushka' ma giusto per togliermi ogni dubbio chiedo qui.

Un'amica della mia bella ha comprato i biglietti aerei per venire in Italia, via Chisinau, all'inizio di febbraio.
Viaggerebbero lei, suo marito e sua figlia dodicenne.

Acquistati i biglietti, le hanno fatto notare che suo marito molto probabilmente verrà fermato in dogana quando cercherà di raggiungere la Moldavia perchè, in stato di guerra, non viene permesso l'espatrio.

Il marito ha presumibilmente l'età della moglie, parliamo quindi di circa 35 anni. Non so onestamente, se a suo tempo abbia assolto gli obblighi di leva.

Che io sappia al momento non vi sono restrizioni particolari sugli espatri, tant'è vero che autisti di pullmini e loro collaboratori fanno avanti e indietro dall'Ucraina senza problemi.

E' vero che l'oblast di odessa è interessata da misure particolari, ma è anche vero che da qui a febbraio lo stato di guerra dovrebbe essere terminato :mrgreen: , poi ci sono le elezioni ecc ecc...

Quindi, allo stato attuale delle cose, ha senso prendere un biglietto aereo o c'è il rischio concreto di non poter espatriare?
Grazie!
Avatar utente
dreamcatcher
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 7648
Iscritto il: giovedì 1 luglio 2010, 10:38
Residenza: Como
Anti-spam: 56

Re: Venti di guerra

Messaggiodi markus il martedì 11 dicembre 2018, 17:14

dreamcatcher ha scritto:Che io sappia al momento non vi sono restrizioni particolari sugli espatri, tant'è vero che autisti di pullmini e loro collaboratori fanno avanti e indietro dall'Ucraina senza problemi.

E' vero che l'oblast di odessa è interessata da misure particolari, ma è anche vero che da qui a febbraio lo stato di guerra dovrebbe essere terminato :mrgreen: , poi ci sono le elezioni ecc ecc...

Quindi, allo stato attuale delle cose, ha senso prendere un biglietto aereo o c'è il rischio concreto di non poter espatriare?
Grazie!


Al momento non mi risulta che vi sono restrizioni particolari riguardanti l’espatrio di cittadini maschi ucraini. La Moldova confina con l’Oblast di Odessa, vi fossero restrizioni questo verrebbe subito ripreso dagli organi d’informazione locali.

Proprio ieri ho letto che alla frontiera Ucraina/Moldova tutto è tranquillo e, nonostante “lo stato di guerra”, in frontiera si passa senza problemi ed i tempi d’attesa non si sono allungati.

Cosa poi succederà domani o dopo non lo so, cosa gira per la testa di Putin lo sa solo lui (presumo più o meno :D)
Avatar utente
markus
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 1896
Iscritto il: giovedì 13 marzo 2014, 12:18
Residenza: Basarabia
Anti-spam: 42

Re: Venti di guerra

Messaggiodi Ciorni.voran il martedì 11 dicembre 2018, 18:00

Mi sembra improbabile un movimento di navi di quel tipo considerando che delle poco più di 200 navi in servizio 76 sono corvette , 42 motovedette, 20 veicoli per gli sbarchi di carri armati, 32 per lo sbarco di uomini, 46 dragamine, 61 sottomarini fra tutte le classi, 1 nave pattuglia, 15 navi speciali per vari utilizzi,

Per il resto di grandi unità hanno: 1 portaerei, 2 incrociatori da battaglia, 3 incrociatori, 13 cacciatorpedinieri e 10 fregate.Molte sono progetti di fine anni 60, inizio 70 più volte rimodernati.

Considerando che devono presidiare uno spazio di mare immenso mi sembrerebbe strano che vadano a incastrare gran parte della flotta in quel catino.La flotta che presidiava le coste siriane era composta da una decina di unità in tutto tra cui alcune della flotta del Nord,come quella vecchia portaerei che è basata nella penisola di Kola e che si è fatta 18.000 miglia marine l'ultima volta.

Che io sappia alla flotta del Mar Nero si è aggiunta di recente una corvetta della classe Buyan sul tipo di quelle che usano nel Caspio, piccole navi stelth lancia missili inferiori alle 1000 tonnellate che sono più adatte alla navigazione costiera o nei grandi fiumi.La strategia navale russa, data la loro grande inferiorità in questa arma per colmare un po' il gap si è più orientata in questo senso.Per fare una portaerei ci metti 10 anni quando magari adesso basta un missile sparato da una piccola unità per affondarla.

Alle ultime esercitazioni la NATO in Georgia di navi ne ha messe in campo 18 la cui potenza di fuoco era di molto superiore a tutta la flotta del Mar Nero.Praticamente 5 di quelle navi valgono l'intera flotta russa.Le navi militari dei paesi che non si trovano nel Mar Nero hanno un tempo di permanenza limitato e sono soggette a molte regole ma è chiaro che i patti e le regole valgono finchè non succede niente come abbiamo visto, ovvero non valgono nulla.
Il Mondo alla rovescia, quello del male, della follia distruttiva e dell’assurdo è difeso e costruito da un esercito di “medici pietosi”, di anime belle allo specchio, di persone che vanno dove le porta il cuore avendo lasciato la testa a casa.
Avatar utente
Ciorni.voran
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 3207
Iscritto il: venerdì 13 novembre 2009, 23:43
Residenza: Territori di steppa
Anti-spam: 42

Re: Venti di guerra

Messaggiodi peterthegreat il martedì 11 dicembre 2018, 19:30

Non c'e' proporzione tra le forze in campo a livello di mezzi, gli Usa hanno 10 portaerei contro 1.
Anche se tutti noi no!
La radici profonde non gelano!
Avatar utente
peterthegreat
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 5736
Iscritto il: martedì 29 gennaio 2008, 18:11
Residenza: Savona
Anti-spam: 42

Re: Venti di guerra

Messaggiodi Forrest Gump il martedì 11 dicembre 2018, 21:10

dreamcatcher ha scritto: Acquistati i biglietti, le hanno fatto notare che suo marito molto probabilmente verrà fermato in dogana quando cercherà di raggiungere la Moldavia perchè, in stato di guerra, non viene permesso l'espatrio

Ho appena visto su facebook le foto in costume della vacanza thailandese di una famiglia di amici ucraini.
"L'uomo saggio aspetta il momento giusto, il pazzo lo anticipa, l'imbecille lo lascia passare". (tratto dal film "Mai arrendersi")
Avatar utente
Forrest Gump
Admin
Admin
 
Messaggi: 6370
Iscritto il: sabato 5 luglio 2008, 18:04
Località: Puerto Banùs (Spain)
Residenza: Kiev Ucraina
Anti-spam: 56

PrecedenteProssimo

Torna a Attualita' politica





Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti