Una storia autunnale...

Esperienze e confronti, le storie d'amore le delusioni e il carattere delle ragazze ucraine.

Una storia autunnale...

Messaggiodi solstizio34 il lunedì 26 novembre 2012, 16:23

Buonasera a tutto il forum.
Mi sono presentato nell'apposita sezione, ma sono ben felice di rifarlo qui: mi chiamo Francesco ed ho 33 anni.
Vivo vicino Roma e da poco ho scoperto questo interessantissimo forum colmo di informazioni utili per visitare l'ucraina.

Vi racconto la mia storia in continuo aggiornamento (in effetti è un qualche cosa in divenire...).

Circa due mesi fa, un pò per noia e un pò per curiosità ho deciso di iscrivermi ad un'agenzia matrimoniale italiana che mette in contatto uomini con ragazze dell'est che hanno ...le solite intenzioni: famiglia, matrimonio, etc...etc...
Naturalmente avendo avuto esperienza con le Romene, il grado di affidabilità delle slave è decisamente poco più che comnpromesso.
Compeltata la registrazione e pagato un obolo decisamente contenuto, dopo aver inviato qualche mia foto, ho ricevuto la risposta di alcune ragazze che hanno voluto iniziare una fase di corrispondenza abbastanza stucchevole: dicevano, nelle lettere, tutte la stessa cosa e con le medesime espressioni...
Io credo che non siano loro a rispondermi, bensì la traduttrice che cerca così di farmi credere che tutte le ragazze mi trovano interessante, simpatico, buono e le solite qualità cardinali che "sembrerebbero introvabili" presso gli uomini del luogo.
Debbo dire che non ho mangiato la foglia nemmeno un pò: ad oggi nessuna richiesta di denaro e tutta la "corrispondenza" è filtrata dal sito dell'Agenzia.
In attesa del viaggio verso la terra Ucraina che dovrebbe far scoccare l'amore (mah...).
Quello che mi rende decisamente sospettoso è la forma oltre che la sostanza delle lettere: ma è possibile che dicano, tutte le ragazze, sempre le stesse cose?
Volevo chiedere se qualcuno ha esperienze in merito a questo modus operandi delle Agenzie e se ha consigli o storie da raccontarmi: infatti, Io ho tutta l'intenzione di aprtire e di farmi una settimana in Ucraina per iniziare a studiare il luogo, la sua cultura e le sue tradizioni per conoscere meglio un paese che esercita sempre su di me un certo fascino.
Se poi dovessero nascere storie di bella amicizia, ben venga: ma ascanso di equivoci, dico subito di essere fortemente prevenuto verso le donne slave in generale e anche, quindi, verso le ucraine.
Ogni consiglio è naturalmente ben accetto. :D
Grazie. :wink:
Avatar utente
solstizio34
VIAGGIATORE
VIAGGIATORE
 
Messaggi: 13
Iscritto il: domenica 11 novembre 2012, 8:59
Residenza: Rieti
Anti-spam: 42


Re: Una storia autunnale...

Messaggiodi dreamcatcher il lunedì 26 novembre 2012, 16:33

Buongiorno e benvenuto nel forum...

solstizio34 ha scritto:dico subito di essere fortemente prevenuto verso le donne slave in generale e anche, quindi, verso le ucraine

... leggendo le pagine di questo forum si potrà notare quanto le "generalizzazioni" siano "in genere" poco veritiere e poco utili, ancora meno lo sono i pregiudizi. Senza rimuovere questi ultimi e senza scendere nei dettagli riguardo le generalizzazioni, allora forse è meglio non cominciarle proprio le "storie autunnali".

solstizio34 ha scritto:Circa due mesi fa, un pò per noia e un pò per curiosità ho deciso di iscrivermi ad un'agenzia matrimoniale italiana che mette in contatto uomini con ragazze dell'est che hanno ...le solite intenzioni: famiglia, matrimonio, etc...etc...
Naturalmente avendo avuto esperienza con le Romene, il grado di affidabilità delle slave è decisamente poco più che comnpromesso.

Noia e curiosità sono ottimi presupposti per trovare l'anima gemella...
...mi chiedo se "le Romene" e "le slave" misurano con gli stessi criteri l'affidabilità degli italiani classificandoli tutti come "annoiati e curiosi"... e "con le solite intenzioni". :roll:

Spero che almeno per il viaggio l'Ucraina saprà ricompensare i soldi del biglietto.
Avatar utente
dreamcatcher
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 7560
Iscritto il: giovedì 1 luglio 2010, 10:38
Residenza: Como
Anti-spam: 56

Re: Una storia autunnale...

Messaggiodi beppino il lunedì 26 novembre 2012, 16:44

Ciao Francè... ti sei scottato una volta e non hai perso la speranza. Io per noia e curiosità cercherei in area schengen perchè poi se trovi un'anima gemella ti tocca andare in ucraina e penare per farla venire in italia.

Le agenzie matrimoniali hanno spose vere e spesso anche false. Quelle false ci sono perchè agli uomini generalmente quelle vere non piacciono abbastanza...

Sui social network è più facile trovare persone "vere" di tutti i tipi.

Prevenuto no, diffidente sì.
Avatar utente
beppino
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 946
Iscritto il: lunedì 22 novembre 2010, 13:51
Residenza: bergamo - italia
Anti-spam: 56

Re: Una storia autunnale...

Messaggiodi solstizio34 il lunedì 26 novembre 2012, 17:09

Grazie delle risposte.
Penso di dover fare un pò di chiarezza, andando anche a sintetizzare alcuni miei pensieri sulle storie con ragazze Ucraine che ho letto qui.
Nessuna velleità polemica o altro: solo desiderio di espandere le nostre discussioni.

Qualsiasi generalizzazione è inutile e odiosa, questo credo che sia pacifico.
Tuttavia, non penso nemmeno che sia giusto nascondersi dietro ad un dito: quando le condizioni di vita sono marcatamente diverse per motivi prettamente economici e culturali, credo che l'amore sia veramente un qualche cosa di raro che chi ha la fortuna di trovare, debba coltivare con infinita cura.
Non possiamo nemmeno dire che siano tutte rose e fiori le donne dell'est e forse anche le Ucraine (leggere le storie negative su questo forum fa venire veramente la pelle d'oca...storie terribilmente simili a tante altre che ho sentito nella realtà quotidiana. donna bellissima e fatale che ha letteralmente spolpato l'uomo di turno, anche e soprattutto della dignità dei sentimenti...).
Io non cerco la moglie in Ucraina e nemmeno la fidanzata.
Il mio intento è quello di raccontare la mia esperienza in questo forum e confrontarmi con chi ne sa più di me sull'Ucraina: in effetti una scusa per visitarla me la sono creata...
Sto benissimo da solo senza arrovellarmi la vita in questioni complicate: le italiane le ho abbandonate da tempo e senza rimpianti reciproci.
Per fortuna con le Romene non mi sono bruciato per niente: alla prima "mamma malata" (ma son tutte malate le madri dell'est...), sono divenuto uccel di bosco...
Il fatto è che non credo di essere, per loro intendo, un buon partito per niente nel senso dell'italianità: molte "amiche russe" (loro dicono di essermi amiche, ma Io non le considero per niente tali...) dicono che somiglio caratterialmente molto ad un uomo russo; in effetti l'attitudine è proprio quella.
Penso sia una questione di carattere individuale, sul quale c'è ben poco da lavorare: chi nasce quadrato non può morire rotondo.
Tendo a vedere una terribile ripetitività nei comportamenti tra noi uomini italiani e le "fate dell'est": quest'ultime hanno un cincismo mascherato da dolcezza che francamente trovo sconcertante, gli stenti e le privazioni a cui sono state sottoposte non so se possano bastare a giustificare tale forma mentis, o forse siamno noi italiani che con loro ci mettiamo troppo il cuore?
Certo, a livello di scroccaggine non credo possano battere le Romene...

Comunque già il viaggio in una terra nuova e per me inesplorata (in effetti mi manca l'Ucraina e la Siberia da vedere...) sarà un ottimo stimolo a capire di più e a farmi un'idea più chiara dell'Ucraina. per il momento per il mio insano desiderio di conoscenza sto sutdiando qualche cosa di russo e imparando un pò il cirillico.
Il resto sarà riportato su questo forum quando avverrà.

P.S. città di destinazione: Poltava (chi la conosce?)
naturalmente io sono un free-rider e conto di vedere e conoscere anche altri luoghi...(rigorosamente da solo...)
Avatar utente
solstizio34
VIAGGIATORE
VIAGGIATORE
 
Messaggi: 13
Iscritto il: domenica 11 novembre 2012, 8:59
Residenza: Rieti
Anti-spam: 42

Re: Una storia autunnale...

Messaggiodi dreamcatcher il lunedì 26 novembre 2012, 17:38

solstizio34 ha scritto:Io non cerco la moglie in Ucraina e nemmeno la fidanzata.

Iscrivendosi a un sito di un'agenzia matrimoniale credo sia difficile incontrare qualcuna che non sia iscritta per trovare l'anima gemella. Era solo questo che volevo sottolineare col mio commento.

Per il resto, non sono il tipo da "tutto rose e fiori" con le Ucraine ma quando sento dire "le Rumene" o "somiglio all'uomo russo" mi vengono un po' i brividi. E' colpa mia probabilmente...

Cerco di spiegarmi:
se estraggo a sorte il nome di una ragazza da un'agenzia matrimoniale, al 99,9% troverò una donna che cerca un uomo per mettere su famiglia. In tutto il mondo.
se per primo mi metto in lista per trovare moglie ma non è la mia vera intenzione, non vedo perchè chi è dall'altra parte non potrebbe fare la stessa cosa. In tutto il mondo.
se arrivo sventolando le carte di credito in un posto dove non c'è un pezzo di pane in tavola, qualcuno mi salterà addosso, promettendomi amore eterno o anche solo dandomi una bella mazzata in testa per prendermi il portafogli. In tutto il mondo.
se vado a fare il turista in un posto dove non posso permettermi nemmeno di comprare un gelato, non saprò mai se lì il gelato è buono. In tutto il mondo.

In pratica, generalizzo, se penso di sapere e di conoscere il posto dove andrò, o la persona che incontrerò, partendo dalle mie convinzioni e dai miei pregiudizi, allora posso fare a meno di partire e magari sarò anche in grado di spiegare a chi c'è stato come funziona lì.

Ps OT (forse). Oggi ho un po' las pelotas che girano... quindi mi sfogo e chiedo scusa.
Beh, esperienza personale, forse per questo la tiro fuori ora. Qualche anno fa ho avuto delle vicende poco piacevoli a livello di conoscenze/famigliari. Per farla corta e senza troppi dettagli, il problema di qualcuna era che con me vivesse "un'Ucraina". Questa qualcuna, laureata in Legge, un pozzo di scienza e a giudicare da come vestiva, dall'arredamento del suo ufficio e da tutto il resto anche fin troppo altolocata, è arrivata anche a dire: "vorrei vedere come reagiresti se io portassi in casa un Rumeno!"
Sono schifato ancora adesso a ripensarci.
Ma a quanto pare è cosa diffusa pensare che "le Rumene" siano peggio delle "Ucraine"... e poi ci sono le Italiane... bisognerà forse aprire una sezione a parte nel forum per queste speciali classifiche, potrebbero tornare utili.

Finchè si paragonano strade, macchine, caffè e ferrovie ancora ancora ci arrivo... quando si passa alla gente mi arrendo.
In fondo sono io il primo a dire che la mia bella "ragiona così", "pensa così" e "agisce così", perchè "così" è tipico del suo Paese e della sua mentalità... ma è quella parte di lei che mi conquista, che fa rabbia e tenerezza e che la rende unica. Non "Ucraina" ma "Unica".
Avatar utente
dreamcatcher
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 7560
Iscritto il: giovedì 1 luglio 2010, 10:38
Residenza: Como
Anti-spam: 56

Re: Una storia autunnale...

Messaggiodi peterthegreat il lunedì 26 novembre 2012, 17:49

solstizio34 ha scritto:P.S. città di destinazione: Poltava (chi la conosce?)


Io.
Anche se tutti noi no!
La radici profonde non gelano!
Avatar utente
peterthegreat
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 5684
Iscritto il: martedì 29 gennaio 2008, 18:11
Residenza: Savona
Anti-spam: 42

Re: Una storia autunnale...

Messaggiodi uvdonbairo il lunedì 26 novembre 2012, 18:18

Sul forum troverai molti che conoscono bene tante città, siamo un popolo di navigatori, noi italiani, molti, tanti, tutti o quasi, hanno inziato per gioco e adesso portano i figli del loro gioco a scuola.

Quindi scrivi ma pensa che molti ti leggono, alcuni rispondono ma "tanti tanti" sanno, #sappilo.
Avatar utente
uvdonbairo
Admin
Admin
 
Messaggi: 4654
Iscritto il: martedì 29 agosto 2006, 14:02
Località: Lucca
Residenza: Lucca
Anti-spam: 56

Re: Una storia autunnale...

Messaggiodi solstizio34 il lunedì 26 novembre 2012, 18:29

dreamcatcher ha scritto:
solstizio34 ha scritto:Io non cerco la moglie in Ucraina e nemmeno la fidanzata.
Iscrivendosi a un sito di un'agenzia matrimoniale credo sia difficile incontrare qualcuna che non sia iscritta per trovare l'anima gemella. Era solo questo che volevo sottolineare col mio commento.

Per il resto, non sono il tipo da "tutto rose e fiori" con le Ucraine ma quando sento dire "le Rumene" o "somiglio all'uomo russo" mi vengono un po' i brividi. E' colpa mia probabilmente...

Non credo proprio di essere un tipo passionale o disposto a perdere la testa per un'avvenente donna Ucraina: questo credo che sia un latro dato di fatto; delr esto mi accontenterei di trovare un'amica abbastanza sincera da quest'esperienza e di usare il tutto come "cavallo di xxxx" per conoscere una terra tanto affascinante quanto da me inesplorata.

dreamcatcher ha scritto:Cerco di spiegarmi:
se estraggo a sorte il nome di una ragazza da un'agenzia matrimoniale, al 99,9% troverò una donna che cerca un uomo per mettere su famiglia. In tutto il mondo.

dreamcatcher ha scritto:Sono propenso a ritenere la percentuale eccessivamente generosa...
se per primo mi metto in lista per trovare moglie ma non è la mia vera intenzione, non vedo perchè chi è dall'altra parte non potrebbe fare la stessa cosa. In tutto il mondo.
se arrivo sventolando le carte di credito in un posto dove non c'è un pezzo di pane in tavola, qualcuno mi salterà addosso, promettendomi amore eterno o anche solo dandomi una bella mazzata in testa per prendermi il portafogli. In tutto il mondo.
se vado a fare il turista in un posto dove non posso permettermi nemmeno di comprare un gelato, non saprò mai se lì il gelato è buono. In tutto il mondo.

Condivido pienamente il tuo pensiero e dico che non farò mai così.

dreamcatcher ha scritto:In pratica, generalizzo, se penso di sapere e di conoscere il posto dove andrò, o la persona che incontrerò, partendo dalle mie convinzioni e dai miei pregiudizi, allora posso fare a meno di partire e magari sarò anche in grado di spiegare a chi c'è stato come funziona lì.

Su questo non sono d'accordo: mi ritengo un uomo di sufficiente cultura da sapere di non sapere; voglio vedere l'Ucraina e conoscere una cultura nuova in ogni aspetto, non posso farlo seduto dietro ad un PC. Diciamo che sfrutto l'occasione di conoscere qualcuna per allargare le mie conoscenze e divertirmi un pò a sentire se queste ragazze usano tutti gli stereotipi possibili ed immaginabili per avere qualche cosa di più, curiosità sociologica? E' possibile. Facendo silenzio ed osservando tutto, credo che difficilmente potrei essere incastrato in qualche "lamento di geremia con secondo fine".

dreamcatcher ha scritto:Ps OT (forse). Oggi ho un po' las pelotas che girano... quindi mi sfogo e chiedo scusa.
Beh, esperienza personale, forse per questo la tiro fuori ora. Qualche anno fa ho avuto delle vicende poco piacevoli a livello di conoscenze/famigliari. Per farla corta e senza troppi dettagli, il problema di qualcuna era che con me vivesse "un'Ucraina". Questa qualcuna, laureata in Legge, un pozzo di scienza e a giudicare da come vestiva, dall'arredamento del suo ufficio e da tutto il resto anche fin troppo altolocata, è arrivata anche a dire: "vorrei vedere come reagiresti se io portassi in casa un Rumeno!"
Sono schifato ancora adesso a ripensarci.
Ma a quanto pare è cosa diffusa pensare che "le Rumene" siano peggio delle "Ucraine"... e poi ci sono le Italiane... bisognerà forse aprire una sezione a parte nel forum per queste speciali classifiche, potrebbero tornare utili.

Finchè si paragonano strade, macchine, caffè e ferrovie ancora ancora ci arrivo... quando si passa alla gente mi arrendo.
In fondo sono io il primo a dire che la mia bella "ragiona così", "pensa così" e "agisce così", perchè "così" è tipico del suo Paese e della sua mentalità... ma è quella parte di lei che mi conquista, che fa rabbia e tenerezza e che la rende unica. Non "Ucraina" ma "Unica".


Sei stato bravo, determinato, fortunato e decisamente in gamba, tanto da avere un'ottima esperienza; ma siamo onesti e realisti: quante sono in percentuale sul totale, le storie dove il sentimento vero permette una reale e onesta condivisione di questa cosa chiamata vita? Forse anche noi italiani non scontiamo negli altri una marea di pregiudizi spesso limitanti? Quanti di Noi non hanno i baffi, non apprezzano la pizza e non sanno suonare il mandolino, eppure quelli siamo agli occhi di molte di loro...
Ricordo la prima volta che conobbi una russa (non particolarmente avvenente, diciamo nella media della belelzza slava, comunque sempre decisamente più alta degli standard femminili italiani) mi disse testuali parole: "In Italia gli uomini sono tutti bassi, pelosi ed appiccicosi con le donne", riferendosi al fatto che non me la filavo di striscio...
Io ho replicato: "ed Io pensavo che gli slavi fossero tutti ubriaconi, pensa tu..." (credo che fosse al 4 o 5 bicchiere di vodka...). Zittita in maniera fulminea: tanto che dopo ho avuto anche maggior rispetto da lei ed ho cominciato a capire un pò come si ragiona ad est del Danubio...
Insomma sicuramente i pregiudizi sono odiosi e sbagliati, ma almeno teniamoci le genralizzazioni: ci servono per sopravvivere nell'immanente e vivere meglio nel futuro.
Naturalmente imho.
Avatar utente
solstizio34
VIAGGIATORE
VIAGGIATORE
 
Messaggi: 13
Iscritto il: domenica 11 novembre 2012, 8:59
Residenza: Rieti
Anti-spam: 42

Re: Una storia autunnale...

Messaggiodi solstizio34 il lunedì 26 novembre 2012, 18:31

peterthegreat ha scritto:
solstizio34 ha scritto:P.S. città di destinazione: Poltava (chi la conosce?)


Io.


perdonami ma se ne hai voglia vorrei avere qualche notizia in più sulla città: quelle da me reperite sulla rete sono come al solito scarne ed impersonali.
Grazie.
Avatar utente
solstizio34
VIAGGIATORE
VIAGGIATORE
 
Messaggi: 13
Iscritto il: domenica 11 novembre 2012, 8:59
Residenza: Rieti
Anti-spam: 42

Re: Una storia autunnale...

Messaggiodi dreamcatcher il lunedì 26 novembre 2012, 21:21

solstizio34 ha scritto:Sei stato bravo, determinato, fortunato e decisamente in gamba


No, solo fortunato, fin'ora.
La mia bella pensava che gli italiani fossero tutti pieni di soldi, e io invece ero al verde.
Pensava anche che fossero tutti mammoni, e invece alla famiglia dovevo provvedere io.
Era anche convinta che con le Ucraine desiderassero solo storie usa-e-getta, e invece son qua a impazzzire per fare il ricongiungimento con suo figlio.
E mille altre cose.
Le ho aperto gli occhi e la mente, e contemporaneamente lei faceva la stessa cosa con me.

Così ora difficilmente parliamo di "bellezza media", di "alcolismo medio" o di "portafoglio medio". Oppure finiremmo col dire che siamo innamorati mediamente sopra la media :mrgreen:

Ma a parte queste considerazioni troppo personali, aspetto il resoconto del tuo viaggio che poi è la cosa che conta!

*impaZZZire con tre Z era un errore di battitura ma rileggendo non l'ho corretto perchè appunto, sto impaZZZendo :evil:
Avatar utente
dreamcatcher
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 7560
Iscritto il: giovedì 1 luglio 2010, 10:38
Residenza: Como
Anti-spam: 56

Re: Una storia autunnale...

Messaggiodi solstizio34 il lunedì 26 novembre 2012, 22:37

Non credo che esista la fortuna.
Fortuna o sfortuna è soltanto il nome che diamo alle conseguenze initenzionali delle nostre azioni.
Se sei felice per quello che hai, evidentemente te lo sei meritato.

Io non sono stato altrettanto capace: ma, ripeto, devono essere questioni caratteriali.
Non riesco proprioa fidarmi di niente e di nessuno; la mia è una terribile deformazione esistenziale.
Proverò a farmele amiche e a sfruttare le loro conoscenze del posto per futuri viaggi in terra Ucraina che coem ho detto mi affascina terribilmente come del resto tutto l'Est.

Per quanto non si possa escludere niente nella vita e nulla sia scontato tranne la morte, credo altamente impossibile se non completamente improbabile un fidanzamento con le stesse (per altro sono mesi e mesi che sono sempre sul catalogo dell'agenzia, segno che non si fidanzano con gli italiani: e non credo che cambieranno idea davanti a me seppure giovane e non propriamente orripilante).

Comunque sto organizzando un bel viaggio che si dividerà in due parti: la prima dedicata agli impegni "istituzionali" a Poltava; esauriti questi nei giorni successivi mi dedicherò alla visita della capitale.
Non nascondo che nei successivi dieci giorni vorrei vedere anche При́п'ять (spero di averlo scritto bene...): vecchio sogno di quando ero bambino.

In fondo mancano poche settimane alla partenza.
Possibilmente scrivere dividendo il testo in paragrafi di massimo quattro cinque righe per facilitare la lettura.Grazie
Avatar utente
solstizio34
VIAGGIATORE
VIAGGIATORE
 
Messaggi: 13
Iscritto il: domenica 11 novembre 2012, 8:59
Residenza: Rieti
Anti-spam: 42

Re: Una storia autunnale...

Messaggiodi Forrest Gump il martedì 27 novembre 2012, 11:50

solstizio34 ha scritto:Non riesco proprio a fidarmi di niente e di nessuno; la mia è una terribile deformazione esistenziale.
......Per quanto non si possa escludere niente nella vita e nulla sia scontato tranne la morte, credo altamente impossibile se non completamente improbabile un fidanzamento con le stesse

Caro Solstizio, ti racconto una storia di vecchia data.
Quella che mi è venuta in mente quando ho letto qualche tua frase.

Al liceo, tra i miei ricordi più forti, c'è quello di un gruppo di amici che giocavano insieme a pallone, andavano l'uno a casa dell'altro, uscivano insieme il sabato sera, si passavano i compiti di latino e matematica ecc.

Molto uniti.

Come in ogni gruppo di amici, c'era molta varietà: quello alto e quello bassino, quello bravo a scuola e quello scarso, quello tutto istinto, quello bruttino e quello che tutte le ragazzine ammiravano per la sua bellezza.

Non ti conosco, ma vedo una incredibile somiglianza di pensiero tra il nostro "bello" di allora e quanto hai scritto in queste pagine.

Dopo il complimento, passo a :axe:
Continuo la storia.

Il bello, passava da ragazza a ragazza, si divertiva (beato lui era il più invidiato e famoso dell'intera scuola), era simpatico, bravo, ma aveva solo un problemino.

Continuava a dire sempre, anche quando dai banchi del liceo siamo passati a quelli dell'università, che tutte le ragazze che incontrava erano piene di difetti.
Anche la più bella, anche la più brava, perfino quella che a noi "umani" appariva irraggiungibile, [-X non andavano mai bene per lui.

Sai com'è andata a finire?
Che di quel gruppo di liceali unitissimi, che vincevano quasi ogni anno il campionato di calcio a 7, che si ubriacavano ed andavano in vacanza insieme, che oggi hanno 45 anni, lui è rimasto l'unico eterno single.

Qualcuno di noi, affettuosamente, scherzosamente, nel corso di qualche rimpatriata gli ha fatto notare:
"non è che sei tu "troppo perfetto" per gli altri?".

Ecco, ho un sospetto anche se non ti conosco.
Che tu, nonostante ti sia iscritto ad una agenzia matrimoniale dell'est per puntare (giustamente) in alto, in realtà non vuoi metterti in gioco, tanto da dichiarare apertamente, aprioristicamente:
"credo altamente impossibile se non completamente improbabile un fidanzamente con le stesse".

Ho girato parecchio: Europa, Asia, America e Sudamerica, Africa. Mi manca solo l'Australia.
Guarda che, scammers di professione a parte, se non ti vanno bene le Ucraine :angelo: .....ti resta solo la Luna :D
"L'uomo saggio aspetta il momento giusto, il pazzo lo anticipa, l'imbecille lo lascia passare". (tratto dal film "Mai arrendersi")
Avatar utente
Forrest Gump
Admin
Admin
 
Messaggi: 6278
Iscritto il: sabato 5 luglio 2008, 18:04
Località: Puerto Banùs (Spain)
Residenza: Kiev Ucraina
Anti-spam: 56

Re: Una storia autunnale...

Messaggiodi vittorio_guido il martedì 27 novembre 2012, 13:02

Forrest Gump ha scritto:Ho girato parecchio: Europa, Asia, America e Sudamerica, Africa. Mi manca solo l'Australia.Guarda che, scammers di professione a parte, se non ti vanno bene le Ucraine .....ti resta solo la Luna


ps alla scritta di forrest, se confondi le Rumene con Le Ucraine... Vai ancora meno lontano...
la differenza è più o meno come tra uno del trentino e un Siciliano.... (E' un esempio mo non fraintendete... :) )

Vittò
Soltanto gli stupidi non sbagliano mai.....
Odessa Mama
Avatar utente
vittorio_guido
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 5778
Iscritto il: domenica 7 febbraio 2010, 22:09
Residenza: viareggio (Odessa vacanza)
Anti-spam: 56

Re: Una storia autunnale...

Messaggiodi vittorio_guido il martedì 27 novembre 2012, 13:05

Senza contare che generalizzare un popolo non ha senso, se non per le usanza e certe abitudini che li fanno lontani da noi! ( e più vicini a noi gli anglosassoni degli Ucraini/Russi)

Auguri
Ti auguro di non finire la tua esistenza da solo,chiamando mamma la badante rumena a cui lascerai tutto :)

Vittò
Soltanto gli stupidi non sbagliano mai.....
Odessa Mama
Avatar utente
vittorio_guido
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 5778
Iscritto il: domenica 7 febbraio 2010, 22:09
Residenza: viareggio (Odessa vacanza)
Anti-spam: 56

Re: Una storia autunnale...

Messaggiodi solstizio34 il martedì 27 novembre 2012, 15:14

Grazie degli auguri.
Quando tornerò dal viaggio sposterò il racconto in un 3d diverso da questo perchè non ci saranno risvolti romantici e quindi sarebbe decisamente fuori luogo un racconto nella sezione dedicata agli amori.
Voglio soltanto dire che sto benissimo da solo e solo l'idea di restarci non mi spaventa per niente: sarei soddisfatto di conoscere nuove amiche (solo quelle) per sfruttarle meglio nei miei viaggi in territorio ucraino: ho già detto di aver girato un pò per l'est europa anche se non ho imparato per niente bene la lingua: Bielorussia, Russia Europea, ed Europa dell'Est (mi resta la Sovacchia, come terra inesplorata).
Ebbene non ho proprio felling con le ragazze slave, sarà sicuramente un limite personale.
Non confondo le Rumene con le Ucraine: a dire il vero non mi interessano nessuna delle due tipologie dico solo che più scroccone delel Rumene credo che sia veramente difficile trovarne: poi le valutazioni sono fatte per essere smentite...
Avatar utente
solstizio34
VIAGGIATORE
VIAGGIATORE
 
Messaggi: 13
Iscritto il: domenica 11 novembre 2012, 8:59
Residenza: Rieti
Anti-spam: 42

Prossimo

Torna a In Ucraina per amore





Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite