Una paternita' tutta italiana

Ricongiungimento con il figlio o la figlia maggiorenni.

Una paternita' tutta italiana

Messaggiodi tkdgiuseppeq il martedì 1 febbraio 2011, 17:23

La problematica è di fondamentale importanza per la vita di una minore poiché, seppur nata in UCRAINA, il padre naturale è italiano ma al momento della nascita la madre ha indicato un nome di FANTASIA del padre così come previsto dalle norme del diritto di famiglia ucraino, ex art. 135;

Ora nel richiedere il riconoscimento giudiziale in Italia del padre, così da poter permettere anche il mantenimento dignitoso della stessa minore, i giudici italiani hanno frapposto una problematica di carattere tecnico, precisamente, la Corte Italiana, ha chiesto come pregiudiziale per procedere all'esame del DNA di disconoscere il padre di fantasia presente sui documenti anagrafici della minore.

Qualcuno mi può aiutare?

Il consolato ucraino in Italia, non risponde al telefono in ogni sua sede.
Avatar utente
tkdgiuseppeq
TURISTA
TURISTA
 
Messaggi: 1
Iscritto il: lunedì 31 gennaio 2011, 16:37
Residenza: bari
Anti-spam: 56


Re: Una paternita' tutta italiana

Messaggiodi uvdonbairo il martedì 1 febbraio 2011, 19:43

Ho preferito dividere in un nuovo argomento vista la delicatezza del tema.

I consolati ucrainai in italia non rispondono al telefono, è necessario presentarsi personalmente a Milano o Roma (a seconda della competenza) in orari già riportati in molti post.

Saluti
Avatar utente
uvdonbairo
Admin
Admin
 
Messaggi: 4672
Iscritto il: martedì 29 agosto 2006, 14:02
Località: Lucca
Residenza: Lucca
Anti-spam: 56

Re: Una paternita' tutta italiana

Messaggiodi Forrest Gump il martedì 1 febbraio 2011, 20:19

Manifesta e notoria non indigent probatione.
E' un principio generale di diritto italiano che sancisce che, i fatti storici, evidenti, noti non hanno bisogno di essere provati in giudizio dalle parti.

Per intenderci, se Cannavaro viene accusato di un omicidio compiuto la notte in cui ha vinto la coppa del mondo nel 2006, non ha bisogno che uno, dieci, cento spettatori vengano a dirci che lo hanno visto giocare e che quindi e' innocente perche' ha un alibi.

Quindi, io farei tradurre da interprete autorizzato l'articolo del codice ucraino che consente (siamo sicuri??) di mettere cognomi di fantasia e non quello del padre.
Poi documento alla mano, l'avvocato parlera' col giudice in udienza e spieghera' tutto.

Fra l'altro, credo che dall'anagrafe ucraina (anche qui si puo' tradurre se necessario) deve necessariamente apparire, alla stregua di luogo e data di nascita, chi e' il padre, la madre ecc. ecc..
Se gia' risulta il papa' italiano, credo ci sia poco altro da dire.
"L'uomo saggio aspetta il momento giusto, il pazzo lo anticipa, l'imbecille lo lascia passare". (tratto dal film "Mai arrendersi")
Avatar utente
Forrest Gump
Admin
Admin
 
Messaggi: 7007
Iscritto il: sabato 5 luglio 2008, 18:04
Località: Tra Marbella e Kiev
Residenza: Kiev Ucraina
Anti-spam: 42

Re: Una paternita' tutta italiana

Messaggiodi Luca il martedì 1 febbraio 2011, 20:58

Dunque da quello che dici la bambina ha un padre legalmente riconosciuto come tale.

In teoria, quindi, si tratta di una minore con due genitori ucraini ed attualmente soggiornante in Ucraina.

Dal punto di vista del diritto italiano la questione è oltremodo complessa.

Va premesso che quanto affermato dal giudice (pregiudizialità del disconoscimento di paternità) rappresenta un principio oramai consolidato.

Detto questo è necessario sottolineare che ai sensi dell'art. 244 c.c. il preteso padre naturale non è legittimato attivamente a proporre un'azione di disconoscimento di paternità.

In termini semplici: chi assume di essere il padre naturale non può chiedere al giudice che venga disconosciuta l'effettiva paternità di un altro soggetto.

Il problema si potrebbe superare con riferimento all'ultimo comma dell'art. 244 c.c. il quale legittima all'azione un curatore speciale nominato dal giudice, su istanza del PM essendo nel caso di specie la bambina minore di 16 anni.

Queste problematiche (ti assicuro di non poco conto) vengo ulteriormente complicate dal fatto che i tre soggetti passivi coinvolto non sono italiani e non risiedono in Italia.

Il mio consiglio (ma non tratto specificamente queste fattispecie) è di informarti attraverso un avvocato ucraino sull'iter da seguire in base alle norme di quel diritto.

Purtroppo temo, tuttavia, che senza una fattiva collaborazione della madre la cosa sia oltremodo complicata.

Una volta ottenuto il disconoscimento della paternità, poi,la strada diventa più semplice.
Saluti.
Luca
Avatar utente
Luca
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 1514
Iscritto il: sabato 30 maggio 2009, 19:57
Località: Chieti
Residenza: Chieti
Anti-spam: 56

Re: Una paternita' tutta italiana

Messaggiodi Forrest Gump il martedì 1 febbraio 2011, 21:43

tkdgiuseppeq ha scritto: seppur nata in UCRAINA, il padre naturale è italiano

Luca, il papa' e' italiano e penso che coincida con il soggetto che ha avviato (o nei cui confronti e' avviato) il procedimento in Italia.
Ecco perche' c'e' qualcosa di illogico. Sembra che a questa storia manchi qualche tassello
"L'uomo saggio aspetta il momento giusto, il pazzo lo anticipa, l'imbecille lo lascia passare". (tratto dal film "Mai arrendersi")
Avatar utente
Forrest Gump
Admin
Admin
 
Messaggi: 7007
Iscritto il: sabato 5 luglio 2008, 18:04
Località: Tra Marbella e Kiev
Residenza: Kiev Ucraina
Anti-spam: 42

Re: Una paternita' tutta italiana

Messaggiodi Luca il mercoledì 2 febbraio 2011, 0:07

Allora Forrest il soggetto che avvia il procedimento di disconoscimento di paternità non può essere il preteso padre naturale.

Qualunque Tribunale avrebbe rilevato il difetto di legittimazione attiva.

Se parliamo di riconoscimento di paternità è vero che la procedura potrebbe essere stata avviata nei suoi confronti (ovviamente non da lui perchè in questo caso legittimata sarebbe la figlia e quindi la madre quale genitore esercitante la potestà).

Comunque hai ragione tu.
MAnca qualche tassello.
Avatar utente
Luca
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 1514
Iscritto il: sabato 30 maggio 2009, 19:57
Località: Chieti
Residenza: Chieti
Anti-spam: 56


Torna a Ricongiungimento familiare





Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti