Un aiuto per documento affidamento bimbo

Ricongiungimento con il figlio o la figlia maggiorenni.

Un aiuto per documento affidamento bimbo

Messaggiodi dreamcatcher il mercoledì 18 gennaio 2012, 12:06

Mi scuso in anticipo se postando il link qui di seguito infrango qualche regolamento, non è mia intenzione.
Inoltre, il documento contiene dati personali che tuttavia spero non creino problemi, in fondo è proprio l'interessata che chiede informazioni...

http://digilander.libero.it/ljolja/doc.pdf

Il link qui sopra porta al documento che è stato rilasciato (con non poca fatica) da un giudice di Reni riguardante la paternità da togliere al papà del bimbo della mia bella, o forse sarebbe meglio dire, l'affidamento del bimbo alla sua mamma.
Ora, qualcuno di voi conoscitori della lingua ucraina e soprattutto del linguaggio burocratico, può darmi almeno qualche indicazione pratica riguardante l'utilità di questo documento?

I quesiti principali (scusate l'ovvietà, più che altro cerco conferma di quanto suppongo sia stato ottenuto) sono questi.

- E' scritto forte e chiaro che il padre del bambino non può impedire alla madre di portare suo figlio all'estero, anche senza la sua autorizzazione?
- E' scritto che il padre non intende occuparsi di suo figlio, nè oggi nè in futuro?
- E' indicato qualcosa che faccia intravvedee la possibilità in futuro di rivalersi sul padre per quanto riguarda ad esempio l'assegno di mantenimento per il bimbo?

Poi dal punto di vista più pratico, come posso utilizzare il documento?
Intendo dire, immagino che lo dovrò far tradurre in Ucraina presso la nostra ambasciata (non qui in Italia, giusto?), apostillare e quanto altro...
...a quel punto lo posso utilizzare per chiedere il ricongiungimento (lo chiederebbe la mamma, qui con regolare PDS)?

...lo posso utilizzare se ad esempio a maggio, nel prossimo viaggio in Ucraina, si volesse portare il bimbo in gita turistica (ovviamente non in area Schengen, credo serva comunque il visto anche se il bimbo viaggia con la mamma...)?

Aiuta nella richiesta di un visto, in attesa di completare le pratiche di ricongiungimento?


E ancora... se per esempio i nonni volessero portare il bimbo in Moldavia a trovare i parenti, con questo documento e l'autorizzazione della mamma, potrebbero?

Sono un po' pieno di dubbi, sia perchè con la mia ragazza ancora non abbiamo provato a tradurlo con precisione, sia perchè non avendo perfettamente chiaro come muoversi qui in italia per far venire il bimbo, lo vediamo un po' come se fosse solo una scartoffia in più...

Grazie infinite!
Avatar utente
dreamcatcher
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 8099
Iscritto il: giovedì 1 luglio 2010, 10:38
Residenza: Como
Anti-spam: 56


Re: Un aiuto per documento affidamento bimbo

Messaggiodi Luca il mercoledì 18 gennaio 2012, 13:19

Ciao credo occorra fare alcuni distinguo.
Per quel concerne la possibilità che la madre, già in Italia, si ricongiunga al suo bambino dovresti preliminarmente specificare se tu e la tua compagna (madre del minore) siete sposati.
In tal caso, infatti, si applicherebbe il D.lgs. 30/2007 e, dunque, in base a detta normativa (senza dubbio di favore) dovreste fare la richiesta.

In caso contrario la procedura sarebbe certamente più complessa: la tua compagna dovrebbe avere un pds CE per soggiornanti di lungo periodo o un pds rilasciato per lavoro subordinato, autonomo, per asilo, per studio, motivi religiosi, motivi familiari e per protezione sussidiaria di durata almeno annuale.

Dovrebbe, sempre in quest'ultima ipotesi, dimostrare di avere la disponibilità di un alloggio che abbia determinate caratteristiche (non mi soffermo sul punto) ed un reddito minimo (pari all'assegno sociale aumentato della metà per ogni familiare da ricongiungere).

Questo per quel che concerne il diritto italiano.

E', tuttavia, ovvio che se la legislazione ucraina prescrive l'assenso del padre per l'espatrio del minore occorre prima giuridicamente superare tale problema.

Io non sono in grado di tradurre il contenuto del documento, il cui link hai postato, ma immagino che la tua compagna / moglie lo comprenda.

Posso solo consigliarti di fartelo tradurre "alla buona" e dopo averne compreso il senso, di recarti da un legale ucraino, che ti illustrerà tutti gli aspetti giuridici connessi.

Ti ripeto, gran parte delle problematiche attengono al diritto ucraino.

Nel momento in cui il bambino sarà legalmente in Italia, potrà muoversi all'interno dell'area Schengen alle stesse condizioni della mamma.

Per quel concerne, infine la possibilità che il bimbo espatri con i nonni, anche per tale problema occorre al momento verificare cosa prescrive la normativa ucraina.

Saluti.
Luca
Avatar utente
Luca
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 1490
Iscritto il: sabato 30 maggio 2009, 19:57
Località: Chieti
Residenza: Chieti
Anti-spam: 56

Re: Un aiuto per documento affidamento bimbo

Messaggiodi dreamcatcher il mercoledì 18 gennaio 2012, 13:29

Ciao Luca,

intanto grazie per la risposta.
Non essendo sposati so che il ricongiungimento è legato alle condizioni cui accennavi tu (PDS, alloggio ecc ecc) della mamma. Probabilmente ci sposeremo, e non solo per snellire la burocrazia! ;)
Il problema dell'autorizzazione del padre naturale sarebbe rimasto anche in caso di matrimonio, per questo si era deciso di procedere per vie legali.
In un primo momento come avevo raccontato in altri post, il padre davanti ad un notaio aveva dichiarato di non volerne sapere del figlio, ma il documento redatto in quella sede aveva valenza di solo un anno.
Con questo ci aspettiamo che la cosa sia definitiva...
...per la traduzione "alla buona" certamente non avremo problemi, più che altro chiedevo consigli sull'utilità pratica del documento... abbiamo faticato tanto per averlo, speriamo davvero che semplifichi la vita, se non altro quella del bimbo!
Grazie ancora!
Avatar utente
dreamcatcher
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 8099
Iscritto il: giovedì 1 luglio 2010, 10:38
Residenza: Como
Anti-spam: 56

Re: Un aiuto per documento affidamento bimbo

Messaggiodi Luca il mercoledì 18 gennaio 2012, 16:37

Come accennavo in precedenza, ove (come del resto ovvio) la legislazione ucraina subordini la possibilità che il minore espatri al consenso di entrambi i genitori, il documento di cui parli può avere un'utilità concreta nella misura in cui consenta di superare legalmente tale problema.

In altri termini se in quel provvedimento (il cui contenuto non comprendo), il magistrato avesse stabilito (sulla base del diritto ucraino), che nella fattispecie il minore può espatriare anche senza l'assenso del padre, allora, se la tua compagnia ha i requisiti, potrà tranquillamente richiedere il ricongiungimento con il figlio.

La questione dell'espatrio del minore con i nonni, sempre nell'ipotesi in cui il documento stabilisca quanto detto sopra, in questa fase non potrà che risolversi in base al diritto ucraino.

Io purtroppo non conosco il diritto ucraino e, dunque, non sono in grado di fare nello specifico ulteriori considerazioni.
Saluti.
Luca
Avatar utente
Luca
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 1490
Iscritto il: sabato 30 maggio 2009, 19:57
Località: Chieti
Residenza: Chieti
Anti-spam: 56

Re: Un aiuto per documento affidamento bimbo

Messaggiodi kontecagliostro il mercoledì 18 gennaio 2012, 17:11

Con le dovute cautele, viste le difficoltà di Vika ad esprimersi in italiano...

Il documento del tribunale dichiara la decadenza della patria potestà del padre. La sentenza sembrerebbe non immediatamente esecutiva, perchè pone un termine di 10 gg a decorrere dal 1 dicembre 2011 al padre per proporre ricorso.

Se alla data dell'11 dicembre 2011 il padre non ha opposto ricorso, quindi, la patria potestà è esercitata solo dalla madre.

Considera che io non parlo una parola di ucraino e questo è quello che ho capito dalla traduzione di Vika... che non parla ancora una parola di italiano... :D

Vorrei chiederti se non facevi prima a fartelo tradurre dalla tua ragazza... ma avrai i tuoi motivi... :D
Avatar utente
kontecagliostro
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 686
Iscritto il: giovedì 28 ottobre 2010, 14:03
Residenza: Messina - Priluki
Anti-spam: 42

Re: Un aiuto per documento affidamento bimbo

Messaggiodi Luca il mercoledì 18 gennaio 2012, 18:14

Se quanto detto da Kontecagliostro è corretto allora mi pare che questo documento sia decisamente utile.

In ogni caso valuta con un avvocato del posto le conseguenze giuridiche di una pronucia di questo genere.

Mi spiego meglio.
Cosa comporta per il diritto ucraino la perdita di potestà genitoriale in capo al padre? La potestà resta tutta in capo alla madre o subentra ex lege un altro soggetto?

Ovviamente non conosco la risposta a questi quesiti, che, tuttavia, al tuo posto mi porrei.
Avatar utente
Luca
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 1490
Iscritto il: sabato 30 maggio 2009, 19:57
Località: Chieti
Residenza: Chieti
Anti-spam: 56

Re: Un aiuto per documento affidamento bimbo

Messaggiodi dreamcatcher il mercoledì 18 gennaio 2012, 20:31

Dunque, il documento non l'avevo ancora fatto tradurre alla mia ragazza perchè mi era stato inviato per posta e lei era ancora al lavoro. Poco fa mi ha illuminato sui punti chiave della gìdecisione del giudice, cioè:
-il padre non esercita più la patria potestà
-questa decisione deve essere trascritta sul documento di nascita (?) del bimbo
-il padre o altri possono fare ricorso entro 10 gg dalla decisione (ma nessuno l'ha fatto nè mai lo farà lui)

Ora, la richiesta l'avevamo fatta un paio d'anni fa, affidandoci ad un avvocato di Odessa che dopo aver intascato un paio di pagamenti praticamente è sparito, anzi, si è reso quasi sempre irreperibile perchè "troppo impagnato". Non ha recuperato un documento che fosse uno, non è mai andato a Reni, non era a conoscenza nemmeno del fatto che la mia ragazza fosse poi andata personalmente dal giudice e avesse proseguito da sola la trafila burocratica. Ovviamente dall'Italia è difficile sia essere presenti e tempestivi quando occorre, sia avere un'idea precisa delle leggi e del come muoversi in mezzo ad esse. Per inciso, proprio qualche giorno fa l'avvocato ha contattato dopo un anno esatto la famiglia della mia ragazza chiedendo un altro pagamento, ed ha saputo anche della sentenza rimanendo tra il sorpreso e l'indispettito. Affidarsi a lui per capirne di più soprattutto sul come muoversi e che utilizzo fare della sentenza anche qui in italia è da escludersi.

Per quel che ne sappiamo, cioè quello che ci è stato detto a suo tempo, con questa sentenza la mamma può portare con sè il figlio senza alcuna autorizzazione del marito.
Non perde il diritto a richiedere che il marito le "paghi gli alimenti", più che a lei al figlio, compresi gli arretrati e quelli per gli anni futuri. Infatti, perdere la patria potestà non significa che il figlio non è più suo... decadono certi diritti ,ma non i doveri. Comunque non pagherà nulla, non vale la pena nemmeno di disturbarsi per provare a chiedere. :evil:

Le mie domande, a cui in parte avete già dato risposta, ora si rivolgono più a un utilizzo pratico.. immagino che questo documento vada tradotto per poter essere valido in dogana, mi chiedo se la traduzione possa essere fatta qui in Italia in un tribunale, o magari presso il consolato,o se richieda per forza una visitina all'ambasciata italiana a Kiev... :doubt:

E sono curioso anche di sapere se la mamma può produrre un documento che permetta ai nonni di spostarsi col bimbo, o a me... come e dove dovrebbe essere presentato, tradotto ecc ecc.
Immagino che sia più facile ora ottenere un visto per il bimbo senza dover cercare il padre in qualche angolo dell'Ucraina... ma come glielo spieghiamo al momento della richiesta? :?:

Ogni info è ben accetta!

ps. se poi ci fosse anche un avvocato sul posto... 8)
Avatar utente
dreamcatcher
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 8099
Iscritto il: giovedì 1 luglio 2010, 10:38
Residenza: Como
Anti-spam: 56


Torna a Ricongiungimento familiare





Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti