Ucraina in Ue

La politica in Ucraina.

Messaggiodi filclems il martedì 15 luglio 2008, 8:49

Oh guarda che son stufo delle vostre continue polemiche!
Siete voi ad essere polemici, io nel forum parlo bene di mille cose riguardo all'ucraina..........ho aiutato centinaia di Ucraini........faccio parte di un associazione di volontariato specifica per gli ucraini per la quale a mie spese ho imparato il russo e giro qualche regione, ho famiglia e amici........ecc ecc
Quando un argomento vi piace va bene se turba l'idea che "l'Ucraina è l'eden" vi innervosite subito.
Cancellate messaggi, chiudete thread, annacquate le realtà ...........ma son parole tra forummisti mica stiam facendo la rivoluzione nelle piazze :lol:
A me hanno insegnato che la gente che ha PAURA delle frasi altrui e le censura..........probabilmente sa di aver TORTO.
Ad ogni tua chiusura o rimprovero ricevo messaggi di gente mi dice che non sopporta più sti modi di fare.
Poi risponmdi cose pretestuose........è un forum sull'Ucraina che mi frega se in Africa ci son nazioni messe peggio.........tutto mondo è paese? in certi cose si ma va da se che in certe fasi storiche in certe nazioni siano accentuate certi modi di fare..........o che ci siano le conseguenze di dittature e oppressioni per anni.......
Uv il sito è bello, utile e hai fatto un gran lavoro....ma mettiti una mano sulla coscienza e smettila di vedere il diavolo ovunque...

Cancella anche questo post.........chiudi i thread, continua pure........tanto fai solo un torto a te stesso e questo post girerà cmq in modo diverso.
LA TRIBU' DELLE PICCOLE DONNE
Entre nous soit dit, bonnes gens,
Pour reconnaître
Que l'on n'est pas intelligent,
Il faudrait l'être.
Avatar utente
filclems
MASTER
MASTER
 
Messaggi: 595
Iscritto il: martedì 12 giugno 2007, 22:39
Località: Gubbio


Messaggiodi uvdonbairo il martedì 15 luglio 2008, 10:33

Mi spiace notare che alcuni sono in netto contrasto con il mio operato.

Purtroppo chi crea un forum e lo gestisce si trova spesso ma non volentieri in queste situazioni, non sono il primo e neppure l'ultimo.

Le polemiche sono effettivamente fuori luogo e mai dovrebbero essere presenti in un post, credo di seguire delle linee giuste e continuerò a portarle avanti.

Il compromesso accontenta alcuni e scontenta altri, per questo preferisco evitarlo, è fuorviante per il progetto e piano piano ne genera una cattiva riuscita.

Quindi lascio questo post, completamente fuori tema, per alcuni giorni, con il serio intento di far capire che intendo proseguire con le mie idee per dare al forum quello che ho pensato di dare dall'inizio.

Non chiedo a nessuno di condividerle ma chi vuole partecipare attivamente deve accettarle, qualsiasi altra polemica, flame, attacchi personali comporteranno l'esclusione dal forum.

Saluti
Avatar utente
uvdonbairo
Admin
Admin
 
Messaggi: 4672
Iscritto il: martedì 29 agosto 2006, 14:02
Località: Lucca
Residenza: Lucca
Anti-spam: 56

Messaggiodi filclems il martedì 15 luglio 2008, 10:48

Grazie! a me basta vedere che c'è spazio per discutere e non censura.
LA TRIBU' DELLE PICCOLE DONNE
Entre nous soit dit, bonnes gens,
Pour reconnaître
Que l'on n'est pas intelligent,
Il faudrait l'être.
Avatar utente
filclems
MASTER
MASTER
 
Messaggi: 595
Iscritto il: martedì 12 giugno 2007, 22:39
Località: Gubbio

Messaggiodi viaggiatore il martedì 15 luglio 2008, 12:48

....O con me o contro di me!....

Fil purtroppo molte volte la verità fa male.
Avatar utente
viaggiatore
MASTER
MASTER
 
Messaggi: 332
Iscritto il: venerdì 25 maggio 2007, 23:37
Località: italia

Messaggiodi maxim0403 il martedì 22 luglio 2008, 22:04

Riguardo all'ingresso dell'Ucraina nella Nato, credo ci debba essere un referendum della popolazione e forse vincerà il fronte del No. Io me lo auguro con tutto il cuore. Mi auguro anche che al popolo ucraino sia data la possibilità di decidere se entrare in Ue oppure no (sempre che i banchieri d'europa decidano che i requisiti siano conformi); possibilità che non è stata data alla nostra democratica e civilissima Italia.
In Ucraina probabilmente hanno abolito la pena di morte 4-5 anni fa (leggo ma non ne sono a conoscenza)....bene, con il trattato di Lisbona ( grazie ancora Irlanda ) la volevano ripristinare in Europa, mentre negli USA non è mai stata abolita...nemmeno la tortura evidentemente. Quella dei "diritti umani" al pari della "democrazia" è diventata una parola di cui si fa uso e consumo a seconda di come viene comodo
Io mi auguro un 'Ucraina vicina alla Russia ed entrambe vicine all'Europa.
Avatar utente
maxim0403
ESPLORATORE
ESPLORATORE
 
Messaggi: 137
Iscritto il: mercoledì 13 giugno 2007, 8:43
Località: Milano
Residenza: Milano
Anti-spam: 56

Messaggiodi johannes100 il mercoledì 23 luglio 2008, 22:47

La Nato è un'alleanza militare la cui, eventuale, partecipazione come decisione spetta ai governi degli stati che richiedono ed a quelli che devono accettare o meno. Non può essere decisa tramite un referendum.

Altra cosa è l'entrata nell'Unione Europea, che dovrebbe, se ci fosse una vera democrazia nel nostro continente, essere decisa SOLO tramite referendum, di modo che la volontà popolare fosse rispettata.
Perciocché l'invidioso si rallegra ed é lieto del male, e dolente d'ogni bene altrui; e per questo va sempre cercando come possa CALUNNIARE. (Domenico Cavalca, sec. XIV, 'Disciplina degli Spirituali col Trattato delle trenta stoltizie', cap. 9, pag. 69.8).
Avatar utente
johannes100
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 1328
Iscritto il: sabato 27 ottobre 2007, 11:48
Località: Roma

Messaggiodi maxim0403 il giovedì 24 luglio 2008, 16:15

Di fatto avviene come dici tu ma non esiste una norma che vieti il referendum su questioni di politica militare e internazionale. Dopotutto si tratta di un alleanza militare che ha un certo valore nella politica internazionale dei paesi che ne fanno parte.
Avatar utente
maxim0403
ESPLORATORE
ESPLORATORE
 
Messaggi: 137
Iscritto il: mercoledì 13 giugno 2007, 8:43
Località: Milano
Residenza: Milano
Anti-spam: 56

Messaggiodi itel il giovedì 24 luglio 2008, 22:46

:oops: Ci mancherebbe anche che l'Ucraina entrasse nella NATO!!!! Sarebbe la fine dell'equilibrio che vige tuttora tra Russia ed Europa!!Credetemi sarebbe l'inizio di tempi veramente difficili tra Russia e USA e EU!!La storia insegna,ragazzi,.....
Itel
Avatar utente
itel
ESPLORATORE
ESPLORATORE
 
Messaggi: 152
Iscritto il: lunedì 17 marzo 2008, 14:44
Località: Pordenone

Messaggiodi Forrest Gump il martedì 26 agosto 2008, 20:50

[quote="maxim0403"]
Quella dei "diritti umani" al pari della "democrazia" è diventata una parola di cui si fa uso e consumo a seconda di come viene comodo
Io mi auguro un 'Ucraina vicina alla Russia ed entrambe vicine all'Europa.


26 Agosto 2008. La Russia riconosce unilateralmente e formalmente le due repubbliche separatiste dell'Ossezia del Sud e dell'Abkhazia, in spregio alle leggi, alla comunità internazionale ed alla territorialità dello Stato georgiano.
Altro che democrazia, altro che diritti umani, altro che Europa.
Solo muscoli. Quando si dice la legge del più potente e.....basta!

Qualche tempo fà, in questa stessa sezione del forum, a proposito delle differenze tra il mondo "occidentale" e l'Ucraina ho iniziato a parlare di democrazia e diritti civili.
Cercavo, allora come oggi, di spiegare che non sono la tecnologia o i beni di lusso che mancano a Kiev, ma determinate garanzie della persona.
Non è facile da spiegare, ma l'aria che si respira da queste parti è un pò diversa.
Certe garanzie della persona ci sono o no, nelle grandi, come nelle piccole cose di ogni giorno.
Avatar utente
Forrest Gump
Admin
Admin
 
Messaggi: 6954
Iscritto il: sabato 5 luglio 2008, 18:04
Località: Tra Marbella e Kiev
Residenza: Kiev Ucraina
Anti-spam: 42

Messaggiodi johannes100 il mercoledì 27 agosto 2008, 8:40

Mi permetto di osservare solo che la Russia ha fatto né piú né meno quello che hanno fatto gli USA e l'EU con il Kossovo pochi mesi fa...in spregio alle leggi, alla comunitá internazionale dell'est e della territorialitá dello stato Serbo.

Giá allora giornalisti ed esperti di politica internazionale avevano ipotizzato il pericolo che questo fatto rappresentasse un precedente pericoloso che avrebbe potuto essere imitato in altre aree problematiche dell'Europa dell'est...e giá si menzionavano Ossezia, Abhkazia, Cecenia ed altre zone.

Nella loro cecitá gli USA continuano ad attuare politiche che gli danno un vantaggio politico nell'immediato, ma non riescono a capire che ad azione corrisponde reazione e non é detto che a nel medio-lungo periodo i vantaggi ottenuti rimangano o che il gioco valesse la candela.

Per quanto riguarda il discorso della libertá e dei diritti civili in Ucraina non ho niente da obiettare, nelle Repubbliche dell'ex-Urss la libertá di pensiero non é ancora al livello europeo...peró in Ucraina non hanno leggi che imbavagliano la libertá di stampa e di pensiero, come invece hanno fatto in Russia recentemente.
Perciocché l'invidioso si rallegra ed é lieto del male, e dolente d'ogni bene altrui; e per questo va sempre cercando come possa CALUNNIARE. (Domenico Cavalca, sec. XIV, 'Disciplina degli Spirituali col Trattato delle trenta stoltizie', cap. 9, pag. 69.8).
Avatar utente
johannes100
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 1328
Iscritto il: sabato 27 ottobre 2007, 11:48
Località: Roma

Messaggiodi bertolidario il mercoledì 27 agosto 2008, 10:41

...Ho sentito dire:
Non può esserci libertà senza giustizia,e nemmeno può esserci giustizia senza libertà.
Bisognerebbe conoscere la vera libertà e la vera giustizia che Dio ci ha insegnato,e che nel cuore dell'uomo è oppressa dalla fame e dalla sete di mondo...
Se prese alla lettera queste parole,renderebbero il mondo una grande famiglia,e le differenze linguistiche e culturali,brillerebbero come i colori dell'arcobaleno,in armonia nel cielo;a testimonianza che l'essere umano è stato creato per Amare(accogliere e donarsi);da qui nasce la Libertà e la Giustizia.
Un pensiero bello,da coltivare nel proprio cuore.
Saluti :D
Dario.
Avatar utente
bertolidario
ESPLORATORE
ESPLORATORE
 
Messaggi: 173
Iscritto il: giovedì 19 luglio 2007, 14:30
Località: Udine

Messaggiodi maxim0403 il mercoledì 27 agosto 2008, 10:47

Forrest Gump ha scritto:
maxim0403 ha scritto:Quella dei "diritti umani" al pari della "democrazia" è diventata una parola di cui si fa uso e consumo a seconda di come viene comodo
Io mi auguro un 'Ucraina vicina alla Russia ed entrambe vicine all'Europa.


26 Agosto 2008. La Russia riconosce unilateralmente e formalmente le due repubbliche separatiste dell'Ossezia del Sud e dell'Abkhazia, in spregio alle leggi, alla comunità internazionale ed alla territorialità dello Stato georgiano.
Altro che democrazia, altro che diritti umani, altro che Europa.
Solo muscoli. Quando si dice la legge del più potente e.....basta!

Qualche tempo fà, in questa stessa sezione del forum, a proposito delle differenze tra il mondo "occidentale" e l'Ucraina ho iniziato a parlare di democrazia e diritti civili.
Cercavo, allora come oggi, di spiegare che non sono la tecnologia o i beni di lusso che mancano a Kiev, ma determinate garanzie della persona.
Non è facile da spiegare, ma l'aria che si respira da queste parti è un pò diversa.
Certe garanzie della persona ci sono o no, nelle grandi, come nelle piccole cose di ogni giorno.


************************************************************
Invece io mi riferivo proprio alle questioni di politica internazionale e la notizia che tu hai riportato in data 26 agosto è l'esempio perfetto dell'ipocrisia ed arroganza del cosidetto occidente. Ti potrei scrivere più di un motivo per cui la Russia ha fatto bene a mostrare i muscoli ma andrei fuori tema.
Avatar utente
maxim0403
ESPLORATORE
ESPLORATORE
 
Messaggi: 137
Iscritto il: mercoledì 13 giugno 2007, 8:43
Località: Milano
Residenza: Milano
Anti-spam: 56

Messaggiodi maxim0403 il mercoledì 27 agosto 2008, 10:59

Tornando al tema del topic....qualcuno mi potrebbe spiegare il vantaggio che ne potrebbe trarre l'Ucraina entrando nella Unione Europea? In termini di democrazia, preso atto dell'insignificanza del parlamento europeo, non vedo vantaggi. Diritti umani? Ricordiamoci che in Romania sono stati scoperti dei campi di prigionia americani in cui probabilmente si praticava la tortura
Non sono un esperto di economia e non conosco la situazione dei paesi della cosidetta nuova europa ma per noi della vecchia europa la politica di Bruxelles è stata deleteria, siamo alla completa mercè della Banca Centrale, la quale, è giusto ricordarlo, è un ente privato.
A me questa Europa non piace e agli ucraini non la auguro
Avatar utente
maxim0403
ESPLORATORE
ESPLORATORE
 
Messaggi: 137
Iscritto il: mercoledì 13 giugno 2007, 8:43
Località: Milano
Residenza: Milano
Anti-spam: 56

Messaggiodi johannes100 il mercoledì 27 agosto 2008, 15:02

Ne avrebbe i vantaggi che hanno tutte le nazioni deboli che usufruiscono dell'ombrello protettivo dell'euro e dei finanziamenti comunitari.

Se l'Italia non fosse riuscita ad entrare nell'euro, e per un certo periodo di tempo non é stata una cosa scontata, se avessimo mantenuto la lira, con l'andamento dell'economia mondiale avremmo un'inflazione a doppia cifra e ci saremmo pericolosamente avvicinati all'Albania piú che all'Europa.

Ci sono stati, a causa della brutta congiuntura mondiale, gli aumenti che sappiamo...prendiamo i mutui per esempio...sono amumentati benché contratti in euro..cioé la moneta piú forte adesso al mondo...ci pensate se fossero stati ancora in lire...in una moneta debole, appartenente ad un paese debole...in una situazione di tempesta economica come quella che stiamo vivendo ??

Avere la moneta piú forte garantisce una stabilitá economica maggiore rispetto da una moneta solo nazionale.

Per un paese come l'Ucraina carente nelle infrastrutture l'entrata nella EU significherebbe investimenti enormi con fondi comunitari, non scordiamoci che chi mette i soldi nella EU sono la Francia e la Germania, il resto delle nazioni ne trae molti piú benefici dei contributi che versa.

Oltretutto per entrare nell'EU vengono richiesti parametri economici chiari e trasparenti, livelli di libertá di stampa e rispetto dei diritti umani effettivamente di livello europeo....sarebbe l'incentivo giusto per una modernizzazione e maggior democratizzazione del paese.
Perciocché l'invidioso si rallegra ed é lieto del male, e dolente d'ogni bene altrui; e per questo va sempre cercando come possa CALUNNIARE. (Domenico Cavalca, sec. XIV, 'Disciplina degli Spirituali col Trattato delle trenta stoltizie', cap. 9, pag. 69.8).
Avatar utente
johannes100
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 1328
Iscritto il: sabato 27 ottobre 2007, 11:48
Località: Roma

Precedente

Torna a Attualita' politica





Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti