Togliere la paternità conviene davvero?

Ricongiungimento con il figlio o la figlia maggiorenni.

Re: Togliere la paternità conviene davvero?

Messaggiodi andrey il mercoledì 22 dicembre 2010, 23:45

dreamcatcher ha scritto: quando si è accennato di questo all'avvocato, lui ha risposto che le cose vanno fatte una per volta, blablabla, ma trovare l'ex oggi sarebbe solo controproducente. A me suona stranissimo, perchè credo che in ogni caso questo signore dovrà presentarsi in tribunale, quindi andrà in qualche modo contattato.

dreamcatcher ha scritto:le è arrivata a casa una lettera di non ho ben capito quale ufficio in cui la si informa che è stato comunicato all'ex marito che deve pagare il mantenimento del figlio fino a che questi non compirà 18 anni, cioè per altri 12.


ripremeto che non ho avuto mai contenziosi in Italia o in Ucraina con avvocati
devi verificare bene cosa sta' accadendo e chi ha spedito quella lettera.

una opinione la voglio esprimere
ad occhio sembra come diceva il tuo avvocato i primi passi per dimostrare i mancati doveri di padre di questo uomo,
cosa molto diffusa in UA.........da altre parti i genitori fanno la "Guerra dei Roses" per l'affido.


tieni conto che per quello che ne so' a parte mance a destra e sinistra la professionalità e la preparazione di certe figure in UA è molto buona.
«Lottate e vincerete!»,Taras Ševčenko ai popoli soggetti al dominio imperiale di Mosca "QUANDO TRA IL PANE E LA LIBERTÀ IL POPOLO SCEGLIE IL PANE, PRIMO O POI SI PERDERÀ TUTTO, COMPRESO IL PANE" Stepan Bandera
СЛАВА УКРАЇНІ CON IL CUORE VIVA UCRAINA
Avatar utente
andrey
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 5525
Iscritto il: lunedì 7 maggio 2007, 7:59
Residenza: firenze,lviv(resistenza)
Anti-spam: 42


Re: Togliere la paternità conviene davvero?

Messaggiodi dreamcatcher il lunedì 17 gennaio 2011, 20:28

Aggiorno un po' la sistuazione, poi magari per i dettagli aspetto un momento in cui avrò più tempo per scrivere e magari dare informazioni a chi deve affrontare una situazione simile alla mia.

Prima cosa: fare una denuncia alla polizia, per cercare il marito e/o metterlo alle strette, nonchè convincerlo a pagare gli alimenti o a firmare un permesso per l'espatrio del figlio/a, è quasi una perdita di tempo. A detta di un poliziotto "nostro conoscente", prima che qualcuno si muova passerà un mare di tempo.

Nel mio caso, per fortuna, abbiamo avuto delle informazioni trmaite conoscenti comuni e nonostante l'ex della mia ragazza avesse nel frattempo cambiato anche cognome :roll: siamo riusciti a trovarlo. Con poche convincenti parole si è riusciti a poretarlo davanti a un notaio a Odessa a tempo di record e qui ha firmato un foglio in cui dichiara di autorizzare l'espatrio VERSO l'ITALIA di suo figlio.
ATTENZIONE: non c'è stata mancia o preghiera che abbia convinto il notaio a scrivere "espatrio", ha voluto che venisse specificato il Paese preciso.
Ora mi chiedo: se si decidesse di portarlo in macchina, quanti problemi avremmo alle frontiere?

Seconda cosa, a detta dello stesso notaio, NON E' PIU' POSSIBILE autorizzare un espatrio per un periodo più lungo di un anno. Figurarsi se lo si può chiedere fino alla maggiore età.
Ho litigato un po', grazie anche alle informazioni reperite su questo forum grazie a tutti voi, ma non c'è stato verso. Sembr quasi ci abbiano fatto un favore a concedere un anno. Preciso che il padre non aveva nulla in contrario... anzi se figlio e ex moglie sparissero sarebbe molto felice, scampato pericolo per gli alimenti :shock:

Ora mi metto a spulciare il forum alla ricerca di news riguardanti questo permesso,cosa e come devo fare per renderlo utilizzabile in qualche modo, in pratica traduzioni, domande ecc ecc ecc per poter far venire in Italia il bimbo almeno per qualche settimana. Visto turistico? Ricongiungimento? Boh.. sono ancora ignorante ma m'informo e poi al massimo chiedo lumi!

Ultima cosa, l'avvocato (che era presente dal notaio) ha consigliato di continuare la procedura per togliere la patria potestà. Venendo meno questa, non sarebbe più necessaria la sua 'autorizzazione all'espatrio.
Avatar utente
dreamcatcher
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 7375
Iscritto il: giovedì 1 luglio 2010, 10:38
Residenza: Como
Anti-spam: 56

Re: Togliere la paternità conviene davvero?

Messaggiodi andrey il lunedì 17 gennaio 2011, 21:42

non so' se ho capito bene le ultime info sul tuo caso.
In quanto devo aver chiaro quale è il tuo obbiettivo per poterti dare delle info o mie esperienze/conoscenze in merito.

giusto per fare punto della situazione.
Tu e la tua ragazza(non moglie giusto??)volete fare se possibile ricongiungimento definitivo con il bimbo???

Se questo è l'obbiettivo e non siete sposati
Lei deve fare il ricongiungimento previsto in prefettura come cittadina straniera e dimostrare di avere regolare pds casa con certificazione idoneità alloggio,e redditi sufficienti per due persone • € 8.024,84 per il ricongiungimento di 1 familiare a carico (reddti 2010)e altri documenti.

deve avere il permesso all'espatrio definitivo del padre firmato dal notaio tradotto e apostillato.
questo di solito vale per 6 mesi ma lo si puo' fare per 1 o 2 anni(questo meno conosciuto mia moglie per queste cose e mega brava =D> )

dreamcatcher ha scritto:Seconda cosa, a detta dello stesso notaio, NON E' PIU' POSSIBILE autorizzare un espatrio per un periodo più lungo di un anno. Figurarsi se lo si può chiedere fino alla maggiore età.


per quello che ne so' è vero riconfermo anche se corretto quato scritto precedentemente
andrey ha scritto:se non sono cambiate le cose ogni volta che la bimba entra ed esce dall'Ucraina avrà bisogno del permesso del padre fino all'età dei 16 anni.
Noi eravamo riusciti a fare un permesso valido due anni ma comunque hanno sempre una scadenza.


se pensi che il bimbo dovrà ritornare il Ucraina e avrà problemi ad ottenere nuovamente il permesso del padre l'unica alternativa è togliere la paternità
dreamcatcher ha scritto: Preciso che il padre non aveva nulla in contrario... anzi se figlio e ex moglie sparissero sarebbe molto felice, scampato pericolo per gli alimenti :shock:

se cosi' stanno le cose deve solo firmare il permesso o ogni anno o 2 o quando il bimbo torna in UA.

Scusa la precisazione ma il padre firma per autorizzare l'espatrio non per un anno ma per sempre
unico problema che lo deve fare fino all'età di 16 anni se entra ed esce dalla UA
«Lottate e vincerete!»,Taras Ševčenko ai popoli soggetti al dominio imperiale di Mosca "QUANDO TRA IL PANE E LA LIBERTÀ IL POPOLO SCEGLIE IL PANE, PRIMO O POI SI PERDERÀ TUTTO, COMPRESO IL PANE" Stepan Bandera
СЛАВА УКРАЇНІ CON IL CUORE VIVA UCRAINA
Avatar utente
andrey
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 5525
Iscritto il: lunedì 7 maggio 2007, 7:59
Residenza: firenze,lviv(resistenza)
Anti-spam: 42

Re: Togliere la paternità conviene davvero?

Messaggiodi dreamcatcher il martedì 18 gennaio 2011, 0:27

Grazie mille Andrey, precisazioni preziosissime!

Cercherò di essere più chiaro, in realtà la confusione deriva un po' dalla mia ignoranza in materia e dal fatto che i colloqui fidanzata-avvocato sono ovviamente in russo e non li capisco come vorrei.

Allora, esattamente non siamo sposati. So che per il ricongiungimento definitivo ci vogliono documenti ecc ecc che hai indicato tu, ma per ora ancora non abbiamo preso la decisione di far venire il bimbo definitivamente in Italia. In ogni caso lei non avrebbe tutti i requisiti, mi riferisco al reddito principalmente, quindi penso che la strada da percorrere, al momento giusto sarà quella del matrimonio.

Per ora ci si voleva limitare ad ospitare il bambino per qualche tempo, anche in attesa di trovare una sistemazione più stabile lei ed io, ed un lavoro meno ballerino soprattutto lei.
Il foglio firmato dal padre davanti al notaio (eventualmente posso scansionarlo, se vorrai o potrai dargli un'occhiata) dice che viene autorizzato l'espatrio verso la repubblica italiana ed ha validità un anno.
Ora, devo capire come usare correttamente questa autorizzazione. So che andrà tradotta, apostillata ecc ecc e su tutta la procedura cercherò informazioni nei prossimi giorni, prima di tutto nel forum dove credo si sia già trattato l'argomento.
Devo capire se con questa autorizzazione posso invitare io il piccolo, che tipo di visto richiedere, quanto tempo lo posso tenere in Italia ecc ecc.
Non sapevo (se ho capito bene cosa intendi dire) che l'autorizzazione ha validità un anno ma l'espatrio può essere definitivo. In pratica mi stai dicendo che se si facesse venire il bimbo in italia e non tornasse in ucraina fino a 16 anni, non ci sarebbe bisogno di altre autorizzazioni dal padre?

Per l'altro discorso, quello della buona volontà de padre a firmare anche ogni anno, non ho dubbi. Il problema è trovarlo questo padre, perchè siccome ha da guardarsi un po' le spalle per problemi personali con la giustizia, diciamo che non è facilmente reperibile. Gli si vuole togliere la patria potestà proprio per questo.

Spero di essere stato più chiaro ora, anche perchè tu stesso mi hai chiarito un po' di idee.

Esco un attimo fuori dall'argomento principale, per una precisazione su matrimonio e ricongiungimento.
Il matrimonio come soluzione ai tanti problemi burocratici non l'abbiamo preso in considerazione. Sinceramente, io l'ho anche proposto alla mia bella, soprattutto quando sembravano chiuse tutte le possibilità di ottenere un regolare PDS e non sopportavo l'idea di vederla in italia sgobbare dalla mattina alla sera con lo status di fantasma, anzi peggio. Sapere che intanto laggiù un bambino cresceva senza di lei mi dava un senso di vergogna, credimi.
In fondo il sentimento c'era (e c'è!) quindi si poteva tentare la carta matrimonio. Lei però non ha voluto, è già stata sposata una volta e se si troverà a dire sì di nuovo, sarà per scelta convinta, non per necessità o convenienza. Alla faccia di chi sventola la solita storia delle signorine dell'est che incastrano il pollo italiano.
Seconda considerazione, sul ricongiungimento.
Non siamo una coppia che naviga nell'oro, tiriamo la cinghia e facciamo del nostro meglio. Avere qui il bambino è il nostro sogno, e di certo non aspetteremo di avere un castello e una limousine per farlo venire. Però stiamo valutando varie cose, come credo sia giusto fare. Forse è solo una mia (nostra) paura, ma non vogliamo che si senta un pacchetto: oggi lì da solo, poi qui da noi, poi ancora lì, poi con noi chissà dove ecc ecc.
Vorremmo dargli un minimo di stabilità, sia a livello affettivo che pratico. Probabilmente dovrò rivedere questa decisione se mi renderò conto che intanto il tempo passa e il bimbo cresce... intanto però ce la stiamo mettendo tutta perchè di tempo ne passi ancora poco e di cose ne cambino tante.
Ci vuole un bel "in bocca al lupo!"
Avatar utente
dreamcatcher
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 7375
Iscritto il: giovedì 1 luglio 2010, 10:38
Residenza: Como
Anti-spam: 56

Re: Togliere la paternità conviene davvero?

Messaggiodi andrey il martedì 18 gennaio 2011, 15:40

la tua storia non mi meraviglia,ma conferma l'opinione che ho sulle donne ucraine,anche se il buono e cattivo si trova in tutte le culture del mondo,a prescindere da luoghi comuni.

Da quello che mi scrivi il carattere della tua compagna,mi conferma il caratterino forte e deciso delle donne Ucrainke :)
ti esprimo solo un mio parere su parte della tua bellissima storia.
dreamcatcher ha scritto:Lei però non ha voluto, è già stata sposata una volta e se si troverà a dire sì di nuovo, sarà per scelta convinta, non per necessità o convenienza. Alla faccia di chi sventola la solita storia delle signorine dell'est che incastrano il pollo italiano.


per alcune o molte donne ucraine il matrimonio è la regolarizzazione di una relazione di amore.
Fino a qualche anno fà, anzi ormai molti,
era difficilmente capibile la Convivenza che intendiamo nel nostra "cultura occidentale",
che comunque si sta diffondendo anche vicino alle mie amicizie.

Da un punto di visto di Burocrazia Immigrazione è un peso ulteriore a un insieme di ostacoli che si possono incontrare.
Sai benissimo che in caso di matrimonio moglie e i suoi figli risulterebbero tuoi familiari e avrebbero delle facilitazioni di ricongiungimento che baipasserebbero il reddito e casa nel forma.
Apprezzo e capisco la ricerca di stabilità economica e familiare che state cercando.

dreamcatcher ha scritto: l'autorizzazione ha validità un anno ma l'espatrio può essere definitivo. In pratica mi stai dicendo che se si facesse venire il bimbo in italia e non tornasse in ucraina fino a 16 anni, non ci sarebbe bisogno di altre autorizzazioni dal padre?


confermo.

Non so' se esistono forme, per il visto per turismo,di permesso del padre a tempo di ingresso uscita...provvisorio(??)
conosco solo in questi casi la prassi del ricongiungimento
PERMESSO DEL PADRE PER ESPATRIO DEFINITIVO.
VALIDITA' DOCUMENTO 6 MESI(di solito il primo ha questa scadenza)poi 1 o 2 anni questa è stato il mio cammino.
Poi anche se con qualche dubbio degli autisti del'autobus che mi doveva riportare in Italia,ma avevo gia' verificato(buona regola in burocrazia,verificare sempre le info)16 anni senza permesso del babbo.
puoi chiedere se riesci alla frontiera,con noi la milizia è stata corretta e ci ha dato informazioni giuste e precise in merito ai sedici anni.
c'è anche questa info,ma non so' per esempio che scadenza avesse il permesso del padre del caso,io la verificherei,se nel frattempo è cambiata normativa,ma...francamente sono un po' dubbioso,non sul fatto che il nostro amico abbia detto al verità, ma che sia diventata regola assoluta.
superpot ha scritto:Sul fatto di rifare ogni volta il permesso non so
anche perche noi in un anno siamo andati e tornati 2 volte con l originale e non mi hanno mai fatto problemi

nel permesso in questione c'è scritto validita'6 mesi, un 1 anno o 2???

in quanto i ragazzi in Ua, acquistano diritti decisionali dall'età di 14,vedi con chi risiedere in caso di divorzio cosi' (scritto nelle mie ultime info)
come importanti al fine dell'affidamento o della perdita di paternità
(o maternità anche se non ho mai conosciuto casi)
sono il mantenimento,alcolismo,o tossico dipendenza,abbandono,spesso lasciano i figli ai genitori materni),il penale.

il mio più sentito ni puha ni perà(in bocca al lupo)
«Lottate e vincerete!»,Taras Ševčenko ai popoli soggetti al dominio imperiale di Mosca "QUANDO TRA IL PANE E LA LIBERTÀ IL POPOLO SCEGLIE IL PANE, PRIMO O POI SI PERDERÀ TUTTO, COMPRESO IL PANE" Stepan Bandera
СЛАВА УКРАЇНІ CON IL CUORE VIVA UCRAINA
Avatar utente
andrey
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 5525
Iscritto il: lunedì 7 maggio 2007, 7:59
Residenza: firenze,lviv(resistenza)
Anti-spam: 42

Re: Togliere la paternità conviene davvero?

Messaggiodi dreamcatcher il martedì 18 gennaio 2011, 16:56

Spasibo!

Nei prossimi giorni faccio una capatina al consolato/ambasciata a Milano, vediamo se riesco ad avere altre informazioni.

Per il discorso matrimonio mi trovi perfettamente d'accordo. Pur essendo la mia ragazza una persona che ha già convissuto, superando quindi le remore culturali e soprattutto vincendo certe ritrosie all'interno della sua famiglia d'origine, ha intuito il vantaggio di regolarizzare civilmente quel sentimento che va oltre le leggi. Però l'ha fatto, o meglio lo sta facendo solo ora, quando la nostra relazione è già stabile e quando ci si scontra con assurdità o anche giuste difficoltà burocratiche.
Poi ognuno anche intorno a noi la può vedere come vuole, ma lei ha detto più volte "voglio una famiglia e un padre per il mio bambino"... non è col matrimopnio di comodo che lo avrà, ma d'altra parte se voglio anch'io crescere questo bimbo un passo lo devo pur fare o per quando potrà venire sarà maggiorenne (e io in ospizio :shock: )
Avatar utente
dreamcatcher
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 7375
Iscritto il: giovedì 1 luglio 2010, 10:38
Residenza: Como
Anti-spam: 56

Re: Togliere la paternità conviene davvero?

Messaggiodi dreamcatcher il venerdì 11 novembre 2011, 16:07

Un aggiornamento per chi avesse seguito la vicenda che ci vede impegnati nel togliere la paternità (o patria potestà...) al papà naturale del bimbo della mia bella.

Fermo restando che il padre del bambino se ne sta infischiando altamente (come ha scritto nero su bianco davanti al notaio un anno fa, del figlio non vuole saperne un bel niente), si continua ad andare a Reni dal giudice per ottenere questo benedetto documento che ci consentirebbe di cominciare le pratiche di ricongiungimento col bimbo.

Ebbene, questa è la terza seduta conclusasi con un nulla di fatto.
E' stata la volta del papà della mia ragazza, è andato a presenziare ma come successo anche a noi nelle due occasioni precedenti, l'impressione che si è avuta è che se non fosse andato non si sarebbero nemmeno preoccupati di aprire i faldoni con le cartacce.
Zero totale... tutto rinviato al 21 novembre con la "seduta definitiva".
Da quanto ho capito il giudice si è preoccupato di "contattare" chi si occupa dei diritti del bambino :shock: e di provare a rintracciare il padre naturale, ma l'esito di questi sforzi non è stato reso noto.
La novità invece è un'altra:

davanti all'offerta di un piccolo contributo per velocizzare una pratica che non ha motivo di essere svolta così a rilento, ha RIFIUTATO! #-o :shock: =D> :doubt:

La mia bella avuta la notizia non sapeva se essere più disperata, arrabbiata o sorpresa: lei non è mai stata dell'idea che in Ucraina "basta pagare", non l'ha mai fatto e stavolta s'era lasciata convincere da una frase del giudice "avete pagato un avvocato per fare questo lavoro, se non lo fa lui volete che lo faccia io gratis?", traducendola come "pagate me e sistemiamo tutto"... e ora non smette di farmi notare che le cose non stanno come si dice in giro, e questa ne è la prova lampante!
...per me ha solo beccato il giudice sbagliato... però intanto ha ragione lei...
Avatar utente
dreamcatcher
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 7375
Iscritto il: giovedì 1 luglio 2010, 10:38
Residenza: Como
Anti-spam: 56

Re: Togliere la paternità conviene davvero?

Messaggiodi pcamilla il venerdì 11 novembre 2011, 16:30

Tenete duro ancora 10 giorni ....e speriamo che si risolva
Due cose sono infinite: l’universo e la stupidità umana, ma riguardo l’universo ho ancora dei dubbi.
Albert Einstein
Avatar utente
pcamilla
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 1312
Iscritto il: giovedì 4 dicembre 2008, 22:30
Località: Savona
Residenza: Savona
Anti-spam: 56

Re: Togliere la paternità conviene davvero?

Messaggiodi Forrest Gump il venerdì 11 novembre 2011, 19:22

3 possibilità #-o :
a) mosca bianca;
b) soldi offerti male;
c) pochi soldi offerti.
Believe in yourself, focus on your goals, cut out negative people and keep moving forward
Avatar utente
Forrest Gump
Admin
Admin
 
Messaggi: 6195
Iscritto il: sabato 5 luglio 2008, 18:04
Località: Puerto Banùs (Spain)
Residenza: Kiev Ucraina
Anti-spam: 56

Re: Togliere la paternità conviene davvero?

Messaggiodi dreamcatcher il sabato 12 novembre 2011, 10:23

Forrest Gump ha scritto:3 possibilità #-o :
a) mosca bianca;
b) soldi offerti male;
c) pochi soldi offerti.



:D
Allora, pare (non essendo presente non posso mettere la mano sul fuoco) che i soldi siano stati respinti a priori, quindi senza conoscere la cifra (pari comuqnue a quella sborsata inutilmente per l'avvocato che ha intascato ed è da gennaio dell'anno scorso che non si è fatto più sentire [-X )
Delle due opzioni rimaste, opterei per la mosca bianca. Ho visto l'auto con cui si sposta questo giudice e posso assicurare che non è un'auto da giudice. Anzi, direi proprio che non è un'auto.

Però vista la rarità delle mosche bianche e non volendo credere che proprio noi l'abbiamo avvistata, richiedo a gran voce un topic interamente dedicato al tema "soldi offerti bene: :mrgreen: come snellire le procedure burocratiche"!
Avatar utente
dreamcatcher
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 7375
Iscritto il: giovedì 1 luglio 2010, 10:38
Residenza: Como
Anti-spam: 56

Re: Togliere la paternità conviene davvero?

Messaggiodi Forrest Gump il sabato 12 novembre 2011, 16:28

Sarà una mosca bianca e speriamo che queste mosche aumentino per il bene della giustizia, non solo quella delle aule di Tribunale, ma per la giustizia sociale, per l'uguaglianza dei cittadini, perchè certi diritti non possono essere calpestati dai soldi.

Per "offerti male", intendevo che nessuno prenderà mai niente se gli viene offerto davanti a testimoni o, se la persona che glieli offre, non dà sicurezza in termini di anonimato.

Sembra strano ma, se a volte i turisti di primo pelo (non parlo del tuo caso), sono le vittime designate dalla Militia per arrotondare gli stipendi, quando sono loro a richiedere di snellire la pratica, le cose cambiano.
Loro non sanno come funziona, possono creare scandali che un ucraino non farebbe mai. Meglio evitare.

In altre parole, se la Polizia va a casa del ladro è normale, ma se è il ladro a bussare a casa del poliziotto .... #-o :shock: potrebbe esserci qualcosa che non va.
Il mondo gira al contrario.
Believe in yourself, focus on your goals, cut out negative people and keep moving forward
Avatar utente
Forrest Gump
Admin
Admin
 
Messaggi: 6195
Iscritto il: sabato 5 luglio 2008, 18:04
Località: Puerto Banùs (Spain)
Residenza: Kiev Ucraina
Anti-spam: 56

Re: Togliere la paternità conviene davvero?

Messaggiodi dreamcatcher il martedì 22 novembre 2011, 8:31

Sveglia all'alba e prima cosa da fare al pc è annunciare la buona notizia:
ieri finalmente il giudice a Reni ha emesso il suo verdetto, confermando che il padre naturale del bimbo della mia bella non gode più di alcun diritto sul bambino che quindi è ufficialmente ora sotto la sola responsabilità della mamma!
Il nonno ieri è stato dal giudice e venerdì, da quanto ha detto, sarà possibile ritirare il rieshenje sudia, se si chiama così.
Altri dettagli ancora non ne conosco (ad esempio se il padre è stato informato... non l'hanno trovato fin'ora dubito che si metteranno a cercarlo adesso, anche perchè aveva messo per iscritto che del figlio non ne voleva sapere già un anno fa)... ma in ogni caso ieri sera dopo la telefonata abbiamo fatto un bel brindisi! Era ora!

Ecco, volevo solo rendere partecipe voi del forum di questo piccolo passo avanti verso una vita normale, un'iniezione di fiducia e soprattutto uno spiraglio per il bimbo di poter presto vivere con la sua mamma, dopo tanta attesa e tanti sacrifici!
Poi con calma comincerò a postare la valanga di domande per gli esperti in materia di ricongiungimenti, traduzioni, apostille zig-zag ecc ecc.
Intanto grazie mille a tutti, ogni post è stato prezioso!!!! :tanti:
Avatar utente
dreamcatcher
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 7375
Iscritto il: giovedì 1 luglio 2010, 10:38
Residenza: Como
Anti-spam: 56

Re: Togliere la paternità conviene davvero?

Messaggiodi uvdonbairo il martedì 22 novembre 2011, 11:30

Felicitazioni :D :D :D
Avatar utente
uvdonbairo
Admin
Admin
 
Messaggi: 4653
Iscritto il: martedì 29 agosto 2006, 14:02
Località: Lucca
Residenza: Lucca
Anti-spam: 56

Re: Togliere la paternità conviene davvero?

Messaggiodi Forrest Gump il martedì 22 novembre 2011, 11:49

Questa è una bella storia, il trionfo della giustizia senza compromessi, le premesse per un futuro migliore di un minorenne.
Amor omnia vincit
Believe in yourself, focus on your goals, cut out negative people and keep moving forward
Avatar utente
Forrest Gump
Admin
Admin
 
Messaggi: 6195
Iscritto il: sabato 5 luglio 2008, 18:04
Località: Puerto Banùs (Spain)
Residenza: Kiev Ucraina
Anti-spam: 56

Precedente

Torna a Ricongiungimento familiare





Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti