Stabilirci e lavorare in Ucraina

Come aprire una attivita' di lavoro ucraina, la burocrazia, le problematiche, i consigli, i settori di commercio...

Stabilirci e lavorare in Ucraina

Messaggiodi ruslana il giovedì 24 ottobre 2013, 14:59

Salve a tutti,la mia domanda per italiani che vivono in Ucraina . Io sono di origine Ucraina,sono nata e cresciuta in Ucraina,ma vivo in Italia da 12 anni,sono felicemente sposata e ho una bambina di 4 anni,e tutti tre stiamo cittadini italiani. Visto che cose in Italia non vanno tanto bene,il mio marito vuole trasferirsi in Ucraina per aprire una sua attività ,anche perchè noi abbiamo una casa di nostra proprietà in Ucraina. Questa storia va avanti da due anni,mio marito mi vuole sempre convincere di andare,visto che giorno per giorno qua va sempre in peggio,specialmente qua al sud ,ora sono d’accordo con lui,anche se sono consapevole che anche in Ucraina ci sono tante problemi e difficoltà. la mia paura che per mio marito sarà difficile aprire la sua attività e realizzassi in Ucraina,lui e falegname e un tecnico verniciatore ,in passato la sua famiglia aveva una grande fabbrica di mobili ,ma per sfortuna anno perso la fabbrica . Mi preoccupa anche fatto che vivere in Ucraina per mio marito sarà molto difficile e clima diverso,e mangiare e abitudini di vita,sono due paese diverse con ambienti culturali diversi. Ma e qua in Italia per noi non e a fatto facile,lavoriamo e paghiamo le tasse,per vivere rimane davvero poco. Per me non ce problema,anche se amo Italia con tutto il cuore,ma ho tutta la mia famiglia vive in Ucraina,la mia figlia ama Ucraina e miei parenti,specialmente nonni. Mia domanda è ,qualcuno di voi riuscito a realizzare in lavoro???Come vi trovate a vivere lontano da proprio paese ??? E sarà difficile ad avere permessi per lavoro e per studio per mia figlia???Grazie a tutti per vostro attenzione e vostri consigli. :heart:
Avatar utente
ruslana
TURISTA
TURISTA
 
Messaggi: 6
Iscritto il: mercoledì 23 ottobre 2013, 12:55
Residenza: Caserta
Anti-spam: 42


Re: Stabilirci e lavorare in Ucraina

Messaggiodi Ciorni.voran il giovedì 24 ottobre 2013, 15:30

Ciao...se utilizzi la ricerca del sito troverai alcune esperienze lavorative (da imprenditore) generalmente poco fortunate...con le competenze di tuo marito mi dedicherei alla produzione e vendita di casse da morto di qualità rivolta a una clientela facoltosa (non sto scherzando).Era un genere di attività che destava anche il mio interesse.In che oblast andreste a risiedere se non è un segreto?
Il Mondo alla rovescia, quello del male, della follia distruttiva e dell’assurdo è difeso e costruito da un esercito di “medici pietosi”, di anime belle allo specchio, di persone che vanno dove le porta il cuore avendo lasciato la testa a casa.
Avatar utente
Ciorni.voran
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 3331
Iscritto il: venerdì 13 novembre 2009, 23:43
Residenza: Territori di steppa
Anti-spam: 42

Re: Stabilirci e lavorare in Ucraina

Messaggiodi jcaloe il giovedì 24 ottobre 2013, 18:26

Ciao Ruslana,

il tuo proposito di trasferirti con la famiglia in Ucraina deve essere analizzato, a mio giudizio, da diversi punti di vista.

Innanzitutto diventando tu cittadina italiana hai automaticamente perso la cittadinanza ucraina, in base alle leggi ucraine vigenti, per cui, pur non avendo problemi di sorta nel soggiornare per un certo periodo in Ucraina, non hai i requisiti giuridici per poter sponsorizzare tuo marito come fuori quota.

Infatti ha il diritto di residenza in Ucraina il coniuge di cittadino ucraino, purchè siano decorsi almeno due anni dal matrimonio, ma il problema è che tu non sei più cittadina ucraina, almeno ufficialmente.

Se all'epoca della nascita di tua figlia tu eri ancora cittadina ucraina e l'hai registrata presso le autorità ucraine, lei, se non erro, è cittadina ucraina fino al compimento della maggiore età, quando dovrà scegliere quale cittadinanza mantenere, se nel frattempo la legge ucraina non viene modificata, perchè l'impedimento viene fuori dalle leggi ucraine, avendo l'Italia introdotto la cittadinanza multipla nel 1992.

In tal caso potreste avere diritto entrambi i coniugi, quali genitori di cittadina ucraina, di poter risiedere legalmente in Ucraina, perchè adesso il problema si pone anche per te.

Ma qui si va molto in dettaglio nelle leggi ucraine e forse potresti avere bisogno di un consulente.

Secondariamente c'è un problema di adattamento per tuo marito, perchè per gli italiani, sopratutto quelli del meridione d'Italia, che abbiano sempre vissuto nel territorio di nascita risulta, in base alla mia esperienza, alquanto difficile ambientarsi in Ucraina, a meno che non lo facciano in età abbastanza giovane.

Poi bisogna anche tenere conto in quale parte dell'Ucraina si va a stare, perchè un conto è vivere a Kiev oppure in un'altra grande città, un altro è andare in provincia, anche in prospettiva di educazione e crescita della figlia.

In ultimo il problema lavorativo. fare l'imprenditore, anche in piccolo, per uno straniero è molto arduo, ma fare il dipendente, a meno che non si lavori per una ditta straniera e si abbia una professionalità elevata, non presente in loco, è ancora più difficile.

Il problema è che la scelta "Ucraina", diventa una scelta affettiva perchè è la tua terra di origine, hai una casa ed affetti familiari, ma esaminando la cosa dal punto di vista razionale, visto che tuo marito ha una specifica professionalità in un buon mestiere, sarebbe meglio orientarsi verso un paese UE quali per esempio Germania o Francia.
Avatar utente
jcaloe
MASTER
MASTER
 
Messaggi: 1096
Iscritto il: martedì 22 giugno 2010, 13:10
Residenza: Kiev
Anti-spam: 42

Re: Stabilirci e lavorare in Ucraina

Messaggiodi Forrest Gump il giovedì 24 ottobre 2013, 21:40

Ciorni.voran ha scritto:..... mi dedicherei alla produzione e vendita di casse da morto di qualità rivolta a una clientela facoltosa (non sto scherzando).

Cavoli ciorni, ne sai una più' del diavolo!! :snakeman:
Scherzi a parte, o abbiamo lo stesso amico in comune, oppure va di moda.
Ne ho sentito parlare anche io, solo qualche mese fa'.

Tornando a Ruslana, mi sembra di rivedere nella tua storia tanto in comune con la mia.
Anch'io sono del sud (siciliano), anch'io sposato con una ragazza ucraina, anch'io con figli, anche noi dopo un periodo di Italia abbiamo deciso di andare a vivere in Ucraina.
Vedo solo una differenza: avevo già' avviato la mia attività' in Ucraina subito dopo il matrimonio e, dopo qualche anno in Italia, mi sono trasferito per dedicarmi ad essa a tempo pieno.

Io alla fine non ce l'ho fatta, tant'e' che oggi vivo in Spagna. E se anche non fosse stata la Spagna avrei cercato (e trovato) un altro posto.

Pero' vorrei che sia chiara una cosa: la mia e' stata una scelta.
L'Ucraina non mi piaceva e non mi piace tuttora a grosse dosi (leggasi: per viverci una vita).
Ho avuto la possibilità' di cambiare zona ed ho cambiato, ma avrei potuto continuare a vivere a Kiev, magari inghiottendo qualche rospo e tante pillole amare.

Distinguerei le due cose.
Se state cercando il posto migliore dove vivere al mondo, o anche un posto bello dove vivere: allora NO! NO! NO! (3 volte!!!) [-X [-X [-X
Se invece mi chiedi se un italiano, insoddisfatto del suo paese, puo' riuscire a vivere a lungo in Ucraina allora ti dico SI.
Con problemi e difficoltà', ma il mio e' pur sempre un SI.

E' vero, ci sono tanti ostacoli e per questo consiglierei a tuo marito di farsi il segno della croce e, soprattutto, di armarsi da tanta, tantissima pazienza e tonnellate di flessibilità' mentale.
Poi, se lui non conosce il paese e la tua cultura, devi stargli MOLTO vicino e direi che il tuo compito e' fondamentale (es. spiegare le cose, aiutarlo nell'avviare l'attività', fare da traduttrice ecc. ecc.).

Insomma andare (e restarci) non e' impossibile, ma non e' neanche una passeggiata come per esempio puo' essere per un italiano trasferirsi in Spagna.

Per il resto, se vuoi approfondire, c'e' un thread "lasciatemi sfogare" che ti aspetta :D

Io apprezzo chi si sforza di cambiare quando le cose non vanno bene, chi ci prova, chi non confonde i limiti del proprio campo visivo per i limiti del mondo.
Cambiare in peggio e' facilissimo: basta restare immobili e lasciare che la vita faccia il resto.
"L'uomo saggio aspetta il momento giusto, il pazzo lo anticipa, l'imbecille lo lascia passare". (tratto dal film "Mai arrendersi")
Avatar utente
Forrest Gump
Admin
Admin
 
Messaggi: 6837
Iscritto il: sabato 5 luglio 2008, 18:04
Località: Tra Marbella e Kiev
Residenza: Kiev Ucraina
Anti-spam: 42

Re: Stabilirci e lavorare in Ucraina

Messaggiodi toto il giovedì 24 ottobre 2013, 22:34

Vorrei rispondere e non vorrei rispondere questa giovane donna felicemente sposata.

Ma come ti possiamo aiutare se non sappiamo nulla di tuo marito?E non sappiamo nulla dove vorresti andare a vivere!

Quindi fare ipotesi di vita in Ucraina in generale e' difficile da chiarire dove e quando e vantaggioso.

Ci sono tanti che ci vivono e ci lavorano hanno una loro casa ecc.
Per quanto riguarda il permesso come gia te lo hanno scritto sono diventate difficili all'ovir chiedono tanti documenti.
Poi se sei ancora in possesso del passaporto ucraino provaci.

Qui da poco e arrivata una romana con bimba e marito ucraino,lei sta studiando insieme alla figlia che va a scuola.
Il marito lavora con un italiano nelle ristrutturazioni di case.


Se il tuo fa il falegname tu dovresti seguirlo come compagno di lavoro a causa della lingua.

Il legname lo trovi in abbondanza nella zona di Gitomyr.

Facci sapere di piu che troverai delle risposte piu azzeccate.
Avatar utente
toto
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 925
Iscritto il: sabato 21 novembre 2009, 10:43
Residenza: Nikolaev
Anti-spam: 56

Re: Stabilirci e lavorare in Ucraina

Messaggiodi Ciorni.voran il giovedì 24 ottobre 2013, 23:56

Forrest Gump ha scritto:
Ciorni.voran ha scritto:..... mi dedicherei alla produzione e vendita di casse da morto di qualità rivolta a una clientela facoltosa (non sto scherzando).

Cavoli ciorni, ne sai una più' del diavolo!! :snakeman:
Scherzi a parte, o abbiamo lo stesso amico in comune, oppure va di moda.
Ne ho sentito parlare anche io, solo qualche mese fa'.


Me lo proposero tanti anni fa...io dovevo finanziare l'impresa, fornire i macchinari e gli altri prestavano la manodopera.Il problema è che chi prestava la manodopera era ucraino...non mi sono fidato.Però è una idea che prenderei in considerazione anche oggi.Ma gli artigiani li voglio made in Italy...non vorrei finirci io nelle casse perchè un cliente facoltoso non è rimasto soddisfatto del lavoro.
Il Mondo alla rovescia, quello del male, della follia distruttiva e dell’assurdo è difeso e costruito da un esercito di “medici pietosi”, di anime belle allo specchio, di persone che vanno dove le porta il cuore avendo lasciato la testa a casa.
Avatar utente
Ciorni.voran
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 3331
Iscritto il: venerdì 13 novembre 2009, 23:43
Residenza: Territori di steppa
Anti-spam: 42

Re: Stabilirci e lavorare in Ucraina

Messaggiodi ruslana il venerdì 25 ottobre 2013, 8:37

Forrest Gump ha scritto:
Ciorni.voran ha scritto:..... mi dedicherei alla produzione e vendita di casse da morto di qualità rivolta a una clientela facoltosa (non sto scherzando).

Cavoli ciorni, ne sai una più' del diavolo!! :snakeman:
Scherzi a parte, o abbiamo lo stesso amico in comune, oppure va di moda.
Ne ho sentito parlare anche io, solo qualche mese fa'.

Tornando a Ruslana, mi sembra di rivedere nella tua storia tanto in comune con la mia.
Anch'io sono del sud (siciliano), anch'io sposato con una ragazza ucraina, anch'io con figli, anche noi dopo un periodo di Italia abbiamo deciso di andare a vivere in Ucraina.
Vedo solo una differenza: avevo già' avviato la mia attività' in Ucraina subito dopo il matrimonio e, dopo qualche anno in Italia, mi sono trasferito per dedicarmi ad essa a tempo pieno.

Io alla fine non ce l'ho fatta, tant'e' che oggi vivo in Spagna. E se anche non fosse stata la Spagna avrei cercato (e trovato) un altro posto.

Pero' vorrei che sia chiara una cosa: la mia e' stata una scelta.
L'Ucraina non mi piaceva e non mi piace tuttora a grosse dosi (leggasi: per viverci una vita).
Ho avuto la possibilità' di cambiare zona ed ho cambiato, ma avrei potuto continuare a vivere a Kiev, magari inghiottendo qualche rospo e tante pillole amare.

Distinguerei le due cose.
Se state cercando il posto migliore dove vivere al mondo, o anche un posto bello dove vivere: allora NO! NO! NO! (3 volte!!!) [-X [-X [-X
Se invece mi chiedi se un italiano, insoddisfatto del suo paese, puo' riuscire a vivere a lungo in Ucraina allora ti dico SI.
Con problemi e difficoltà', ma il mio e' pur sempre un SI.

E' vero, ci sono tanti ostacoli e per questo consiglierei a tuo marito di farsi il segno della croce e, soprattutto, di armarsi da tanta, tantissima pazienza e tonnellate di flessibilità' mentale.
Poi, se lui non conosce il paese e la tua cultura, devi stargli MOLTO vicino e direi che il tuo compito e' fondamentale (es. spiegare le cose, aiutarlo nell'avviare l'attività', fare da traduttrice ecc. ecc.).

Insomma andare (e restarci) non e' impossibile, ma non e' neanche una passeggiata come per esempio puo' essere per un italiano trasferirsi in Spagna.

Per il resto, se vuoi approfondire, c'e' un thread "lasciatemi sfogare" che ti aspetta :D

Io apprezzo chi si sforza di cambiare quando le cose non vanno bene, chi ci prova, chi non confonde i limiti del proprio campo visivo per i limiti del mondo.
Cambiare in peggio e' facilissimo: basta restare immobili e lasciare che la vita faccia il resto.



Forrest ti ringrazio tanto per la tua storia,mia suocera e siciliana e di Catania, è 10 anni fa stiamo stati in Sicilia in viaggio di nozze .Sicilia e bellissima e un miracolo di Dio,ma il sud ci offre poco per realizzarsi . Se voi sapere la mia,io da principio e contraria di andare in Ucraina,questa storia va avanti da 2 anni ,io vorrei andare in paese con economia più forte,come Svizzera ,Germania,Austria .Ma mio marito,stanco di vivere qua,della mentalità che non cambia mai sul lavoro,lui lavora da quando aveva 12 anni,e a più di 30 anni di mestiere,e non uno solo, lui si che falegname si che un tecnico verniciatore. Certamente al nord,poteva trovare un lavoro migliore,ma non vuole sentire .Non l’oso perche,ma è convinto che la sua fortuna e in Ucraina,che la staremo meglio. Come affetti famigliari qua stiamo da soli ,se abbiamo bisogno di minimo aiuto,non abbiamo da chi andare. Sua famiglia sta qua,ma come non ce fosse .
Avatar utente
ruslana
TURISTA
TURISTA
 
Messaggi: 6
Iscritto il: mercoledì 23 ottobre 2013, 12:55
Residenza: Caserta
Anti-spam: 42

Re: Stabilirci e lavorare in Ucraina

Messaggiodi ruslana il venerdì 25 ottobre 2013, 9:03

toto ha scritto:Vorrei rispondere e non vorrei rispondere questa giovane donna felicemente sposata.

Ma come ti possiamo aiutare se non sappiamo nulla di tuo marito?E non sappiamo nulla dove vorresti andare a vivere!

Quindi fare ipotesi di vita in Ucraina in generale e' difficile da chiarire dove e quando e vantaggioso.

Ci sono tanti che ci vivono e ci lavorano hanno una loro casa ecc.
Per quanto riguarda il permesso come gia te lo hanno scritto sono diventate difficili all'ovir chiedono tanti documenti.
Poi se sei ancora in possesso del passaporto ucraino provaci.

Qui da poco e arrivata una romana con bimba e marito ucraino,lei sta studiando insieme alla figlia che va a scuola.
Il marito lavora con un italiano nelle ristrutturazioni di case.


Se il tuo fa il falegname tu dovresti seguirlo come compagno di lavoro a causa della lingua.

Il legname lo trovi in abbondanza nella zona di Gitomyr.

Facci sapere di piu che troverai delle risposte piu azzeccate.



Toto,ti ringrazio ce ai risposto,che cosa voi sapere di mio marito,che a più di 30 anni di mestiere . Che e molto conosciuto qua da noi,e molti fabbriche lo chiamano risolvere problemi in verniciatura,ma nessuno offre qualcosa di buono .Mio marito per 10 anni lavorato in azienda che faceva,negozi in tutta Italia e al’estero. Tanto vero che anno fatto un negozio 12 anni fa a Kiev e uno in Odessa di Paul Shark. Ma e proprietario a messo mio marito in condizioni con mia figlia a piena nata ,che lui e costretto di cambiare. Ora lavora di una fabbrica che fa infissi
e bussole ,ma prende 4 pidocchi,che veramente,come dice lui e solo una offesa per tanti anni di suo lavoro e esperienza .Quando mio suocero aveva la fabbrica loro facevano cucine. Insomma mio marito tutto fare,per sino zanzariere ,ma non dove realizzare suo sogno . Spero che sono stata chiara di raccontare capacita di mi marito ma qua a Napoli e Caserta non ce niente da fare,quelle che anno fabbriche ti sfruttano solo per quattro pidocchi approfittando anche della crisi che sta in giro. Abbiamo perenti anche a Kiev,ma on vengo da CerKasy. Se per me,sono pronta di accompagnare mio marito passo per passo ,e aiutare in tutto,per aiutare a lui di realizzarsi finalmente
Avatar utente
ruslana
TURISTA
TURISTA
 
Messaggi: 6
Iscritto il: mercoledì 23 ottobre 2013, 12:55
Residenza: Caserta
Anti-spam: 42

Re: Stabilirci e lavorare in Ucraina

Messaggiodi ruslana il venerdì 25 ottobre 2013, 9:13

jcaloe ha scritto:Ciao Ruslana,

il tuo proposito di trasferirti con la famiglia in Ucraina deve essere analizzato, a mio giudizio, da diversi punti di vista.

Innanzitutto diventando tu cittadina italiana hai automaticamente perso la cittadinanza ucraina, in base alle leggi ucraine vigenti, per cui, pur non avendo problemi di sorta nel soggiornare per un certo periodo in Ucraina, non hai i requisiti giuridici per poter sponsorizzare tuo marito come fuori quota.

Infatti ha il diritto di residenza in Ucraina il coniuge di cittadino ucraino, purchè siano decorsi almeno due anni dal matrimonio, ma il problema è che tu non sei più cittadina ucraina, almeno ufficialmente.

Se all'epoca della nascita di tua figlia tu eri ancora cittadina ucraina e l'hai registrata presso le autorità ucraine, lei, se non erro, è cittadina ucraina fino al compimento della maggiore età, quando dovrà scegliere quale cittadinanza mantenere, se nel frattempo la legge ucraina non viene modificata, perchè l'impedimento viene fuori dalle leggi ucraine, avendo l'Italia introdotto la cittadinanza multipla nel 1992.

In tal caso potreste avere diritto entrambi i coniugi, quali genitori di cittadina ucraina, di poter risiedere legalmente in Ucraina, perchè adesso il problema si pone anche per te.

Ma qui si va molto in dettaglio nelle leggi ucraine e forse potresti avere bisogno di un consulente.

Secondariamente c'è un problema di adattamento per tuo marito, perchè per gli italiani, sopratutto quelli del meridione d'Italia, che abbiano sempre vissuto nel territorio di nascita risulta, in base alla mia esperienza, alquanto difficile ambientarsi in Ucraina, a meno che non lo facciano in età abbastanza giovane.

Poi bisogna anche tenere conto in quale parte dell'Ucraina si va a stare, perchè un conto è vivere a Kiev oppure in un'altra grande città, un altro è andare in provincia, anche in prospettiva di educazione e crescita della figlia.

In ultimo il problema lavorativo. fare l'imprenditore, anche in piccolo, per uno straniero è molto arduo, ma fare il dipendente, a meno che non si lavori per una ditta straniera e si abbia una professionalità elevata, non presente in loco, è ancora più difficile.

Il problema è che la scelta "Ucraina", diventa una scelta affettiva perchè è la tua terra di origine, hai una casa ed affetti familiari, ma esaminando la cosa dal punto di vista razionale, visto che tuo marito ha una specifica professionalità in un buon mestiere, sarebbe meglio orientarsi verso un paese UE quali per esempio Germania o Francia.



"jcaloe,grazie mille che avete risposto,se volete sapere mia,io non sono d’accordo andare in Ucraina per lavoro,io vorrei andare in un paese con economia più forte come Svizzera ,Germania,Austria. Ma mio marito non vuole sentire e convinto che solo in Ucraina può fare qualcosa. A Kiev abbiamo perenti,ma la casa abbiamo a Cerkasy . Cittadinanza italiana io da 2008,e quando nata mia figlia ero cittadina italiana
Avatar utente
ruslana
TURISTA
TURISTA
 
Messaggi: 6
Iscritto il: mercoledì 23 ottobre 2013, 12:55
Residenza: Caserta
Anti-spam: 42

Re: Stabilirci e lavorare in Ucraina

Messaggiodi ruslana il venerdì 25 ottobre 2013, 9:16

Ciorni.voran ha scritto:Ciao...se utilizzi la ricerca del sito troverai alcune esperienze lavorative (da imprenditore) generalmente poco fortunate...con le competenze di tuo marito mi dedicherei alla produzione e vendita di casse da morto di qualità rivolta a una clientela facoltosa (non sto scherzando).Era un genere di attività che destava anche il mio interesse.In che oblast andreste a risiedere se non è un segreto?



Ciorni.voran grazie che ai risposto,noi ancora non abbiamo deciso dove andiamo,abbiamo parenti a Kiev e a Cerkasy.Stiamo pensando e sperando che migliora qualcosa si che qua,si che in Ucraina.
Avatar utente
ruslana
TURISTA
TURISTA
 
Messaggi: 6
Iscritto il: mercoledì 23 ottobre 2013, 12:55
Residenza: Caserta
Anti-spam: 42

Re: Stabilirci e lavorare in Ucraina

Messaggiodi jcaloe il sabato 26 ottobre 2013, 18:20

Tutti noi abbiamo chi più chi meno una certa esperienza di vita, anche in relazione alla frequentazione ed ai legami che abbiamo con un paese complesso quale è l'Ucraina di oggi.

Abbiamo espresso i nostri punti di vista ed ognuno di noi ha dato quel piccolo contributo, che, sommato agli altri, ti può dare ulteriori elementi in grado di aiutarti in tale complicata decisione.

Voglio comunque aggiungere qualcosa di altro:

Sto pensando anche io, e non da poco tempo, di trasferirmi in Ucraina e precisamente a Kiev.

Ritengo valide tutte le ragioni che hanno spinto Forrest a lasciare l'Ucraina, in cerca di un posto migliore, ma analizzando tutti gli aspetti della questione in modo razionale e solo razionale l'Ucraina diventa una delle ultime scelte, per i motivi detti e ripetuti già tante volte.

Ma per scegliere l'Ucraina l'aspetto razionale deve essere necessariamente messo in secondo ordine.

Io sono un figlio della immigrazione italiana in Nord America ed avendo vissuto parte della mia vita in Canada (e piccola parte anche negli USA) non ho paura dei cambiamenti, anzi, ma faccio anche io delle analisi a monte:

Ho lasciato il Canada per stare accanto ai miei due figli, allora adolescenti, poichè la mia ex moglie non ne ha voluto sapere di rimanere in Canada, lei Italiana verace, e mi sono trovato invischiato nella palude italica (non voglio dire ciò nel senso dispregiativo del termine), dove tante cose mi sembrano di bassa qualità rispetto allo standard canadese, come ha detto, forse giustamente, in un suo post Peterthegreat, sono abituato male.

La mia attuale moglie, pur vivendo al momento in Italia, guarda all’Ucraina come unico posto dove potrebbe vivere meglio, dove ha i suoi affetti e le sue amicizie. Complice anche io che dal marzo 2008 ad oggi le ho consentito (e finanziato) ben 25 viaggi e soggiorni lunghi, nonché l’acquisto di un appartamento di nuova costruzione (comprato al rustico e finito da noi stessi) a Kiev.

Io stesso per il senso di adattabilità che ho sviluppato nella mia vita da zingaro sono stato in Ucraina innumerevoli volte e mi sono anche adattato alla loro mentalità, e volendo essere sempre dipendente unicamente da me stesso, ho imparato abbastanza bene la lingua russa (non ho optato per quella ucraina per ovvi motivi).

Oggi che ho un forte desiderio di un nuovo cambiamento ritengo di dover scartare il Canada perché, pur essendo cittadino di quel paese, e pertanto non avere barriere di immigrazione o di ambientamento, mi risulterebbe abbastanza oneroso.

Senza dilungarmi molto, la mia ultima casa in Toronto, che nel 2003 ho venduto $ 320.000, oggi costa circa $ 550.000.

Poiché a seguito del trasferimento non intenderei più lavorare e pertanto devo vivere di pensione e di qualche reddito da investimento, è chiaro che l’Ucraina andrebbe bene, avendo già la casa e costando la vita, seppur a Kiev, molto meno che in un paese dell’Europa occidentale o del Nord America.

Ma questo non basta e qui mi riallaccio al discorso di Forrest, ci vuole una motivazione ulteriore e questa volta irrazionale.

Sia vero o no mi sono convinto di amare l’Ucraina, di amarla con tutte le sue difficoltà, barriere, incongruenze e quant’altro per cui, se non cambio idea, appena metto le cose a posto in Italia, non volendo fuggire dai propri impegni o dalle proprie responsabilità, faccio il tentativo di vivere a Kiev, pur consapevole che, nonostante la mia versatilità, troverò tante difficoltà.

Certamente qualcuno potrebbe obiettare che, non avendo bisogno impellente di lavorare, questo passo non è poi tanto doloroso quanto quello del marito di Ruslana, il quale deve assolutamente trovare un lavoro o inventare una attività, per portare avanti la propria famiglia.

Questo è assolutamente vero perché se avessi questo problema non sceglierei l’Ucraina ma un altro paese, come ha fatto il buon Forrest.
Avatar utente
jcaloe
MASTER
MASTER
 
Messaggi: 1096
Iscritto il: martedì 22 giugno 2010, 13:10
Residenza: Kiev
Anti-spam: 42


Torna a Aprire una attivita' in Ucraina





Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

cron