Regime visa free

Tutti i problemi nascosti o seminascosti, tutto quello che è fuori dalla sfera della vacanza e del viaggio di piacere.

Re: Regime visa free

Messaggiodi vittorio_guido il domenica 7 gennaio 2018, 22:48

Conviene continuare di la l'argomento italiani immigrati interessante lavorando negli usa ho conosciuto molti pronipoti di italiani..
Soltanto gli stupidi non sbagliano mai.....
Odessa Mama
Avatar utente
vittorio_guido
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 6322
Iscritto il: domenica 7 febbraio 2010, 22:09
Residenza: viareggio (Odessa vacanza)
Anti-spam: 56


Re: Regime visa free

Messaggiodi markus il mercoledì 10 gennaio 2018, 19:08

Rapporto, 20.12.2017, della commissione al Parlamento europeo riguardante la sospensione del meccanismo visa:

https://ec.europa.eu/home-affairs/sites ... ism_en.pdf
Avatar utente
markus
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 2228
Iscritto il: giovedì 13 marzo 2014, 12:18
Residenza: Basarabia
Anti-spam: 42

Re: Regime visa free

Messaggiodi andrey il giovedì 11 gennaio 2018, 19:18

Sono su tablet e ho difficolta a tradurre facendo una ricerca ho trovato questo riassunto domande e risposta
Spero si del solito argomento

Rapporto sulla liberalizzazione dei visti: domande e risposte2017/12/20.

Commissione europea
20 dicembre 2017

Rapporto sulla liberalizzazione dei visti: domande e risposte

Cosa presenta la Commissione oggi?

La Commissione riferisce oggi sul funzionamento del regime senza visti con i paesi dei Balcani occidentali (Albania, Bosnia-Erzegovina, ex Repubblica iugoslava di Macedonia, Montenegro e Serbia) e con i paesi del partenariato orientale (Moldova, Georgia e Ucraina). ).

La relazione di oggi è la prima valutazione completa effettuata nell'ambito del nuovo meccanismo di sospensione per gli otto paesi che beneficiano di viaggi esenti dall'obbligo del visto nell'ambito del regime di liberalizzazione dei visti.

Qual è la valutazione generale?

Tutti e otto i paesi hanno dimostrato il loro pieno impegno a soddisfare i requisiti necessari e hanno intrapreso importanti sforzi per attuare una serie di riforme di vasta portata stabilite nell'ambito dei loro processi di liberalizzazione dei visti.

La Commissione ritiene che tutti i paesi valutati continuino a rispettare i parametri di riferimento per la liberalizzazione dei visti.

Tuttavia, è necessaria un'azione immediata in una serie di settori specifici per mantenere la loro implementazione continua e sostenibile.

Per alcuni paesi è necessario ulteriore lavoro per combattere la criminalità organizzata e la corruzione e tenere sotto controllo la migrazione irregolare.

Ora è imperativo che tali riforme siano sostenute e che i paesi non facciano marcia indietro sui loro risultati.

Perché vengono valutate solo determinate aree specifiche?

Mentre la Commissione sta monitorando il continuo adempimento di tutti i parametri di riferimento per la liberalizzazione dei visti, oggi non stiamo segnalando parametri considerati stabili.

La relazione odierna si concentra su settori specifici in cui è necessario un maggiore lavoro, in particolare la migrazione irregolare, la criminalità organizzata e la lotta alla corruzione.

Parallelamente, la Commissione riferirà in dettaglio sulla più ampia situazione nel settore degli affari interni e della giustizia nel quadro delle relazioni sull'allargamento per i paesi dei Balcani occidentali e nel contesto dell'attuazione degli accordi di associazione con Moldova, Georgia e Ucraina .

Perché la relazione valuta solo 8 di tutti i paesi che hanno regimi esenti dall'obbligo del visto con l'UE?

Mentre 60 paesi in tutto il mondo beneficiano di viaggi senza visto nell'UE, in alcuni casi le decisioni sull'accesso senza visto allo spazio Schengen possono derivare da negoziati bilaterali, denominati "dialoghi sulla liberalizzazione dei visti". Si basano sui progressi compiuti dai paesi interessati nell'attuazione di importanti riforme in settori quali il rafforzamento dello stato di diritto, la lotta alla criminalità organizzata, la corruzione e l'immigrazione clandestina e il miglioramento della capacità amministrativa nel controllo delle frontiere e nella sicurezza dei documenti.

La relazione si concentra solo sui paesi che hanno completato con successo un dialogo sulla liberalizzazione dei visti: Albania, ex Repubblica jugoslava di Macedonia, Bosnia-Erzegovina, Montenegro, Serbia, Repubblica moldova, Georgia e Ucraina.

Ciò deriva dall'obbligo della Commissione di controllare il continuo adempimento dei requisiti di liberalizzazione dei visti da parte dei paesi non UE che hanno concluso con successo un dialogo sulla liberalizzazione dei visti e di riferire su tali questioni al Parlamento europeo e al Consiglio.

Risulta inoltre dalla dichiarazione della Commissione del novembre 2010 sull'istituzione di un meccanismo di follow-up dei processi di liberalizzazione dei visti per i paesi dei Balcani occidentali, che è stato ribadito nel febbraio 2017.

Perché solo alcuni paesi sono specificamente menzionati nella conclusione?

Le conclusioni della relazione evidenziano il fatto che l'Albania, la Repubblica di Moldova e l'Ucraina devono agire immediatamente per garantire progressi continui in settori specifici. Per l'Albania, le sfide della migrazione irregolare devono essere ulteriormente affrontate. La Moldova deve agire immediatamente per garantire la sostenibilità del benchmark anti-corruzione e del benchmark anti-riciclaggio. E in considerazione dei recenti sviluppi in materia di lotta alla corruzione, le autorità ucraine devono intensificare le azioni per garantire che i progressi precedentemente conseguiti in questo settore siano mantenuti e consolidati.

Quanto spesso riferisce la Commissione sul rispetto dei parametri di riferimento?

Con il nuovo meccanismo di sospensione, la Commissione deve riferire sul rispetto permanente dei parametri di riferimento per la liberalizzazione dei visti almeno una volta all'anno per un periodo di almeno sette anni dopo la data di entrata in vigore della liberalizzazione dei visti per i paesi terzi. La Commissione riferirà nuovamente al Parlamento europeo e al Consiglio sul continuo adempimento degli obblighi di liberalizzazione dei visti da parte dei paesi terzi nel 2018.

Che cosa è un requisito di liberalizzazione dei visti (benchmark)?

L'UE conduce dialoghi sulla liberalizzazione dei visti con alcuni paesi non UE per lavorare verso l'obiettivo a lungo termine di viaggiare senza visto, a condizione che esistano le condizioni per una mobilità ben gestita e sicura.

I dialoghi sulla liberalizzazione dei visti sono stati condotti con successo tra l'UE e cinque paesi dei Balcani occidentali, Albania , Bosnia-Erzegovina , ex Repubblica iugoslava di Macedonia , Montenegro e Serbia , nonché tre paesi del partenariato orientale, Ucraina , Moldova e Georgia . Hanno portato alla concessione di viaggi senza visto ai cittadini di questi paesi; per il Montenegro, la Serbia e l'ex Repubblica iugoslava di Macedonia nel dicembre 2009, per l'Albania e la Bosnia-Erzegovina alla fine del 2010, per la Moldavia nell'aprile 2014, per la Georgia nel marzo 2017 e per l'Ucraina nel giugno 2017.

Questi dialoghi sono stati costruiti sulla base delle "Roadmap di liberalizzazione dei visti" per i paesi dei Balcani occidentali e dei "Piani di azione per la liberalizzazione dei visti" (VLAP) per i paesi del partenariato orientale. Queste tabelle di marcia e piani d'azione comprendevano quattro blocchi di requisiti, denominati "parametri di riferimento" che i paesi dovevano rispettare. Hanno riguardato la sicurezza dei documenti, inclusi i dati biometrici; gestione delle frontiere, migrazione e asilo; ordine pubblico e sicurezza; e relazioni esterne e diritti fondamentali. I parametri di riferimento riguardavano sia il quadro politico e istituzionale (legislazione e pianificazione) sia l'attuazione efficace e sostenibile di questo quadro.

Durante i dialoghi sulla liberalizzazione dei visti, la Commissione ha monitorato attentamente l'attuazione delle tabelle di marcia e dei piani d'azione attraverso relazioni periodiche sui progressi compiuti. Queste relazioni sullo stato di avanzamento sono state trasmesse al Parlamento europeo e al Consiglio e sono accessibili al pubblico.

Qual è il meccanismo di sospensione rivisto dei visti?

Il meccanismo di sospensione dei visti è stato introdotto per la prima volta nell'ambito della politica UE sui visti nel 2013 per prevedere la possibilità di sospendere temporaneamente l'esenzione dal visto per i cittadini di un paese terzo per un breve periodo di tempo in caso di un aumento sostanziale della migrazione irregolare.

Nel maggio 2016, la Commissione ha proposto di rivedere le norme esistenti al fine di rafforzare ulteriormente questo meccanismo. Le nuove misure consentono all'Unione europea di reagire più rapidamente e in modo più flessibile se affrontate da una forte pressione migratoria o da un aumento dei rischi per la sicurezza interna degli Stati membri che potrebbero derivare da viaggi senza visto. Nell'ambito del meccanismo riveduto, la Commissione può ora attivare il meccanismo, mentre in precedenza solo gli Stati membri potevano farlo. Inoltre, il meccanismo riveduto ha anche introdotto l'obbligo per la Commissione di:

monitorare il continuo adempimento degli obblighi in materia di liberalizzazione dei visti che sono stati utilizzati per valutare l'opportunità di concedere il viaggio senza visto ad un paese terzo a seguito della positiva conclusione del dialogo sulla liberalizzazione dei visti; eriferire regolarmente su questo continuo adempimento al Parlamento europeo e al Consiglio, almeno una volta all'anno, per un periodo di sette anni dopo la data di entrata in vigore della liberalizzazione dei visti per quel paese terzo, e successivamente quando la Commissione lo ritiene opportuno essere necessario o su richiesta del Parlamento europeo o del Consiglio.

Il meccanismo di sospensione riveduto è stato adottato a febbraio 2017 ed è entrato in vigore il 28 marzo 2017. Oggi la Commissione pubblica la sua prima relazione sotto il nuovo obbligo di monitoraggio e comunicazione.

Quando può essere attivato il meccanismo di sospensione?

Il meccanismo di sospensione può essere attivato nelle seguenti circostanze:

un aumento sostanziale (superiore al 50%) della migrazione irregolare, comprese le persone che si trovano irregolarmente e le persone che hanno rifiutato l'ingresso alla frontiera;un aumento sostanziale (oltre il 50%) delle domande di asilo con basso tasso di riconoscimento (circa 3-4%);una diminuzione della cooperazione in materia di riammissione, in particolare in caso di un tasso di rifiuto crescente per le domande di riammissione;un maggior rischio per la sicurezza degli Stati membri, in particolare i reati gravi.

La Commissione può anche attivare il meccanismo nel caso in cui determinati requisiti non siano più soddisfatti per quanto riguarda il rispetto dei parametri di riferimento per la liberalizzazione dei visti da parte dei paesi terzi che hanno attraversato un dialogo sulla liberalizzazione dei visti.

Quali sono i prossimi passi?

La relazione illustra le azioni che devono essere intraprese dai paesi partner per garantire la sostenibilità delle riforme. La Commissione seguirà da vicino le autorità sui progressi compiuti verso l'adempimento di tali raccomandazioni.

La Commissione riferirà nuovamente al Parlamento europeo e al Consiglio sugli ulteriori sviluppi entro la fine del 2018.

 
«Lottate e vincerete!»,Taras Ševčenko ai popoli soggetti al dominio imperiale di Mosca "QUANDO TRA IL PANE E LA LIBERTÀ IL POPOLO SCEGLIE IL PANE, PRIMO O POI SI PERDERÀ TUTTO, COMPRESO IL PANE" Stepan Bandera
СЛАВА УКРАЇНІ CON IL CUORE VIVA UCRAINA
Avatar utente
andrey
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 6026
Iscritto il: lunedì 7 maggio 2007, 7:59
Residenza: firenze,lviv(resistenza)
Anti-spam: 42

Re: Regime visa free

Messaggiodi Vitaliy il martedì 6 marzo 2018, 23:23

Buonasera, ho cercato delle informazioni ma non ho trovato niente mi scuso in anticipo se sbaglio posto ma è la prima volta che scrivo anche se è tanto tempo che mi sono registrato. Qualcuno mi sa dire se un cittadino Ucraino entrato in Ungheria in auto il 19.12.2017 come turista con passaporto biometrico e parte da Malpensa in areo il 22.03.2018 rientra nei giorni che puo stare in Europa o gli fanno problemi ? Grazie
Avatar utente
Vitaliy
TURISTA
TURISTA
 
Messaggi: 6
Iscritto il: sabato 9 luglio 2016, 15:35
Residenza: Svizzera Ticino
Anti-spam: 42

Re: Regime visa free

Messaggiodi markus il mercoledì 7 marzo 2018, 11:44

Secondo me, da quanto hai scritto, si “sfora” i 90 giorni di 4 giorni. Però non sono un membro della Polizia di Frontiera.

Per stare tranquilli ti consiglierei di sottoporre la questione alle competenti autorità a Malpensa. Poi, se de caso, anticipare il rientro.
Avatar utente
markus
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 2228
Iscritto il: giovedì 13 marzo 2014, 12:18
Residenza: Basarabia
Anti-spam: 42

Re: Regime visa free

Messaggiodi vittorio_guido il mercoledì 7 marzo 2018, 13:41

Sfora di qualche giorno.
Può stare 90 giorni su un periodo di 180 giorni. (Sperando non sia stato in europa anche prima...Non so ad ottobre
Soltanto gli stupidi non sbagliano mai.....
Odessa Mama
Avatar utente
vittorio_guido
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 6322
Iscritto il: domenica 7 febbraio 2010, 22:09
Residenza: viareggio (Odessa vacanza)
Anti-spam: 56

Re: Regime visa free

Messaggiodi Vitaliy il mercoledì 7 marzo 2018, 23:46

Vi ringrazio delle vostre informazioni, per essere piu sicuri le ho fatto il biglietto per il 19 cosi sono 90 giorni giusti.
Avatar utente
Vitaliy
TURISTA
TURISTA
 
Messaggi: 6
Iscritto il: sabato 9 luglio 2016, 15:35
Residenza: Svizzera Ticino
Anti-spam: 42

Re: Regime visa free

Messaggiodi markus il giovedì 8 marzo 2018, 9:53

Ieri ho calcolato i giorni usando la mente e mi sembra che il mio calcolo è giusto. Ero “un po’ di corsa”, ho cercato adesso su internet il calcolatore giorni Schengen.

Mi indica: possible stay until 18/03/18. Quindi la data che avevi indicato inizialmente ossia 22 marzo, 19, 20, 21 22 sono 4 giorni di “overstay”

Per il calcolo dei giorni viene anche considerato “un giorno” il giorno d’entrata ed anche quello d’uscita. In questi casi (utilizzo fino al limite consentito dei 90 giorni) la cosa più semplice è rivolgersi al luogo d’uscita, nel tuo caso alla Malpensa. Un e-mail alla Polizia di Frontiera, loro e-mail di risposta poi non ci sono discussioni.
Avatar utente
markus
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 2228
Iscritto il: giovedì 13 marzo 2014, 12:18
Residenza: Basarabia
Anti-spam: 42

Re: Regime visa free

Messaggiodi dreamcatcher il giovedì 8 marzo 2018, 17:02

Confermo che ai fini del calcolo, viene contato sia il giorno di arrivo che quello di partenza, quindi il 19 marzo sarebbe il 91mo giorno.
Avatar utente
dreamcatcher
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 8099
Iscritto il: giovedì 1 luglio 2010, 10:38
Residenza: Como
Anti-spam: 56

Re: Regime visa free

Messaggiodi vittorio_guido il giovedì 8 marzo 2018, 19:05

Si calcolano anche ingresso e uscita .
Scirivi all'ufficio di frontiera.
Io scrissi mi pare, a quello di savona e mi risposero
Soltanto gli stupidi non sbagliano mai.....
Odessa Mama
Avatar utente
vittorio_guido
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 6322
Iscritto il: domenica 7 febbraio 2010, 22:09
Residenza: viareggio (Odessa vacanza)
Anti-spam: 56

Re: Regime visa free

Messaggiodi Vitaliy il giovedì 8 marzo 2018, 23:36

Le ho già fatto il biglietto per il 19 speriamo che per un giorno non gli fanno problemi.
Avatar utente
Vitaliy
TURISTA
TURISTA
 
Messaggi: 6
Iscritto il: sabato 9 luglio 2016, 15:35
Residenza: Svizzera Ticino
Anti-spam: 42

Re: Regime visa free

Messaggiodi markus il venerdì 9 marzo 2018, 12:37

Non ti sò rispondere.

Eventualmente informati se si può fare il check-in nelle 24 ore prima della partenza. Poi la ragazza fà il controllo passaporto verso le 23.00 del 18 marzo ed aspetta il volo in sala d'imbarco. Dovrebbe funzionare.
Avatar utente
markus
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 2228
Iscritto il: giovedì 13 marzo 2014, 12:18
Residenza: Basarabia
Anti-spam: 42

Re: Regime visa free

Messaggiodi dreamcatcher il venerdì 9 marzo 2018, 15:08

L'ho fatto anche io una volta :mrgreen: , non per il visa free ovviamente... ma il checkin la sera prima e poi ho comodamente pernottato in sala d'imbarco. Se non ricordo male era a Praga.
Avatar utente
dreamcatcher
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 8099
Iscritto il: giovedì 1 luglio 2010, 10:38
Residenza: Como
Anti-spam: 56

Re: Regime visa free

Messaggiodi Vitaliy il venerdì 9 marzo 2018, 23:34

Si il checkin lo faccio in internet, il volo parte alle 04.40 da Bergamo sarebbero 4 ore in piu spero che non siano cosi fiscali !
Avatar utente
Vitaliy
TURISTA
TURISTA
 
Messaggi: 6
Iscritto il: sabato 9 luglio 2016, 15:35
Residenza: Svizzera Ticino
Anti-spam: 42

Re: Regime visa free

Messaggiodi andbod il sabato 10 marzo 2018, 7:48

Il sistema ormai è computerizzato (SIS) per cui se dovesse sforare anche di un minuto rischierebbe di vedersi preclusi gli ingressi successivi in EU in caso di controllo.

Personalmente consiglio di passare ben prima della mezzanotte, onde evitare spiacevoli inconvenienti in futuro
Avatar utente
andbod
Admin
Admin
 
Messaggi: 7232
Iscritto il: domenica 7 dicembre 2008, 1:40
Residenza: Lviv Ucraina
Anti-spam: 56

PrecedenteProssimo

Torna a Problemi dell'Ucraina.





Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti