Regime visa free

Tutti i problemi nascosti o seminascosti, tutto quello che è fuori dalla sfera della vacanza e del viaggio di piacere.

Re: Regime visa free

Messaggiodi markus il domenica 14 dicembre 2014, 14:55

dreamcatcher ha scritto:Mi scuso per l'OT ma cercando un altro topic ho ritrovato questo... Vorrei solo aggiungere che non una ma ben due cugine moldave della mia bella sono venute in italia a settembre a 'sostituire' amiche di loro madre che tornavano a casa un paio di mesi.

Sono entrambe studentesse una a chsineu una in Romania ma per cinque sei settimane non hanno disdegnato un impiego come badante... Hanno imparato un po d'italiano e messo via un migliaio di euro a testa.
Il visa free è anche questo...


Ti capisco ma non mi sembra una cosa così grave. D'altronde qualche anno fà ho preso un volo Malpensa - Bucarest - Chisinau. Da Bucarest a Chisinau era seduto vicino a me un ingegnere in informatica rumeno. Mi ha detto che lavora per Orange Rumena ed andava a lavorare per 3 mesi (sarebbe meglio dire 90 giorni) per Orange Moldova e che non è la prima volta. Quindi anche le multinazionali usano il visto turistico per fare lavorare dei loro dipendenti quando in realtà non sarebbe permesso.

Nel frattempo le cose sono cambiate in Moldavia ossia nell'arco dei 90 giorni ogni 6 mesi è permesso svolgere attività professionale quindi non solo turismo.
Avatar utente
markus
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 2290
Iscritto il: giovedì 13 marzo 2014, 12:18
Residenza: Basarabia
Anti-spam: 42


Re: Regime visa free

Messaggiodi dreamcatcher il domenica 14 dicembre 2014, 23:45

sì Markus, la cosa non è così grave (se vogliamo chiudere gli occhi sul discorso legalità), poi ne posso anche essere felice perchè le cuginette hanno guadagnato qualcosa...

...il punto che volevo sottolineare è un altro: chi è già in Italia, con regolare PDS, conosce la lingua e il mestiere, resta tagliato fuori a meno di accontentarsi di lavorare per molto meno, e magari di rinunciare anche a un contratto.

Non condanno nessuno sia chiaro, è una questione di domanda-offerta, semmai il responsabile principale è lo Stato italiano che non è in grado e non vuole garantire assistenza a chi magari ha pagato tasse una vita intera...
...però fatto sta che una cosa è lavorare due mesi in nero a cinque euro all'ora senza dover pagare nè tasse nè affitto nè altro; altra cosa è doversi adeguare dopo aver sudato per un PDS, e magari aver messo le basi per un futuro in questo Paese.
Avatar utente
dreamcatcher
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 8184
Iscritto il: giovedì 1 luglio 2010, 10:38
Residenza: Como
Anti-spam: 56

Re: Regime visa free

Messaggiodi markus il lunedì 15 dicembre 2014, 11:39

Il lavoro nero è una piaga sociale in molti paesi, non solo in Italia. Che poi una studentessa lavori un mese quale badante, come detto, non lo trovo così grave e non penso che "ruba" il posto di lavoro ad un'altra persona che è in regola con i documenti. Nel caso delle badanti vi è anche la componente fiducia quindi penso che nei 2 casi che hai citato è la madre che "garantisce" per la figlia.

Qalche mese fà ho visto, su un canale tedesco, un reportage che parlava di lavoro nero in Germania. Frà l'altro hanno parlato di casi di ragazze che fanno il visto Schengen poi vanno a fare le escort, per 90 giorni, in qualche nazione UE. Quindi visto Schengen o no certe situazioni al limite della legalità o anche illegali sono comunque difficili da monitorare. In questi casi la necessità del visto non sempre riesce a fare da "filtro".

Trovo più riprovevole il caso che ho citato ossia quando una multinazionale manda un proprio dipendente a lavorare in un'altra nazione con lo statuto di turista.

Ho conosciuto due ragazze russe che hanno lavorato un paio di mesi quali animatrici per un Club vacanze che opera a livello internazionale, non ricordo dove, mi sembra Marocco. Assunte direttamente a Mosca. Mi chiedo se, e se si dove, sono state pagate le tasse ed eventuali contributi sociali.

Per quanto concerne il regime visa free prendo ad esempio la Moldavia dove lo stesso è entrato in vigore quest'anno. Regime visa free solo ed esclusivamente per turismo o visita ecc. 90 giorni su 180.

Con il passaporto tradizionale si può continuare a viaggiare in zona Schengen ma bisogna chiedere il visto, con passaporto biometrico non ci vuole più il visto. Auguro all'Ucraina di riuscire ad ottenere il regime visa free al più presto possibile, non penso che vi sarà una fuga in massa. Diventa più semplice poter viaggiare e si avrà un passaporto che permette di viaggiare senza il bisogno di visti sia in zona Schengen che nella Comunità degli Stati Indipendenti. Non male in fondo :D

Può sembrare un controsenso ma prima per i moldavi era più difficile ottenere un visto per la Romania che quello Schengen. Con l'entrata in vigore del regime visa free un moldavo può andare tranquillamente (se ha il passaporto biometrico) in Romania. Mentre prima, con visto Schengen, aveva a disposizione 3 giorni per attraversare la Romania ed entrare in zona Schengen.

Secondo le prime statistiche l'esperienza è positiva e vi sono stati pochissimi abusi (a quanto pare questi prevalentemente dovuti all'incorretta interpretazione del calcolo dei 90 giorni ogni 180). Quindi non vi è stata una fuga in massa dopo l'introduzione del regime visa free in Moldavia.
Avatar utente
markus
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 2290
Iscritto il: giovedì 13 marzo 2014, 12:18
Residenza: Basarabia
Anti-spam: 42

Re: Regime visa free

Messaggiodi claudio.r il lunedì 15 dicembre 2014, 11:50

ciao a tutti.
mi si dice che da tre giorni hanno chiuso gli aeroporti di Dnepropetrovsk, zaporozhie e karkiv..sembra per motivi di sicurezza...qualcuno ha notizie piu' dettagliate in merito???
Avatar utente
claudio.r
MASTER
MASTER
 
Messaggi: 390
Iscritto il: lunedì 1 marzo 2010, 19:26
Residenza: firenze
Anti-spam: 56

Re: Regime visa free

Messaggiodi dreamcatcher il lunedì 15 dicembre 2014, 14:12

@Claudio
c'è un topic che ne parla, dai un occhio lì ...

markus ha scritto:Trovo più riprovevole il caso che ho citato ossia quando una multinazionale manda un proprio dipendente a lavorare in un'altra nazione con lo statuto di turista.

concordo

markus ha scritto:hanno parlato di casi di ragazze che fanno il visto Schengen poi vanno a fare le escort, per 90 giorni, in qualche nazione UE. Quindi visto Schengen o no certe situazioni al limite della legalità o anche illegali sono comunque difficili da monitorare. In questi casi la necessità del visto non sempre riesce a fare da "filtro".

Concordo anche su questo. Anche se non per tutti ottenere un visto Schengen è così semplice, altrimenti non sarebbero partite così in tante senza nè visto nè possibilità di rientrare in patria dopo qualche mese...

markus ha scritto:Secondo le prime statistiche l'esperienza è positiva e vi sono stati pochissimi abusi (a quanto pare questi prevalentemente dovuti all'incorretta interpretazione del calcolo dei 90 giorni ogni 180). Quindi non vi è stata una fuga in massa dopo l'introduzione del regime visa free in Moldavia.

Ottimo... non credo nemmeno io che vi sarebbe una fuga di massa dall'ucraina... non c'è stata a ben vedee nemmeno dalla romania a suo tempo.


markus ha scritto:Che poi una studentessa lavori un mese quale badante, come detto, non lo trovo così grave e non penso che "ruba" il posto di lavoro ad un'altra persona che è in regola con i documenti. Nel caso delle badanti vi è anche la componente fiducia quindi penso che nei 2 casi che hai citato è la madre che "garantisce" per la figlia.

Questo non lo condivido se non in parte.
Vera la componente fiducia, la garanzia della madre ecc ecc, ma parlo per esperienza personale non di un anno ma di dieci anni, prima con mio padre e poi successivamente con la mia ragazza. Quindi da entrambe le posizioni.
E'innegabile che una volta creato il 'giro di fiducia' sia molto più conveniente sia dal punto di vista economico che da quello burocratico, far lavorare una persona che ha la possibilità di ritornare in patria ogni tre mesi e che ufficialmente resta in Italia per turismo.

La persona che vive stabilmente in italia ed è in possesso di tutti i documenti necessari per lavorare, incotnra difficoltà maggiori.
La mia bella è in possesso di PDS ma attualmente disoccupata. La 'garanzia' della zia, o la fiducia della persona che necessita assistenza, sono le stesse. La differenza la fa la possibilità per le cuginette di chiedere un compenso sensibilmente più basso e di poterlo intascare per intero, oltre che spenderlo in patria.

Chiaro che questo non vuol dire che tutti coloro che hanno un pds perderanno il lavoro, mi riferivo solo al fatto che fino a un anno fa le due cugine non si sarebbero mai sognate nemmeno di provare a chiederlo un visto schengen, oggi non si fanno problemi più di tanto grazie al passaporto biometrico.
Se dopo natale avranno voglia di tornare in italia a guadagnare ancora qualcosa, lo faranno con la 'garanzia' della loro madre e sempre accontentandosi di una tariffa sensibilmente più bassa noj solo di quella di mercato ma anche di quella miseria che garantisce il contratto nazionale.

E' stato così qualche anno fa per le badanti priovenienti dalla polonia prima e dalla romania poi, tanto che molte signore moldave avevano provveduto a ottenere un pasaporto romeno.

Sia chiaro, non ho niente contro... ci mancherebbe. Sempicemente riportavo un'ìesperienza personale che non può avere valore assoluto.
Avatar utente
dreamcatcher
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 8184
Iscritto il: giovedì 1 luglio 2010, 10:38
Residenza: Como
Anti-spam: 56

Re: Regime visa free

Messaggiodi markus il lunedì 15 dicembre 2014, 19:14

Comprendo quanto hai scritto. Ma ritengo che si tratta di casi isolati e comunque un mese o due non incidono sulle persone con regolare PDS che lavorano o cercano lavoro in Italia. Poi da circa un anno e mezzo a questa parte noto che vi sono sempre più moldavi che, nonostante abbiano un regolare PDS in Italia, Francia, Spagna ecc., fanno ritorno in Moldavia perchè dove vivono non trovano più lavoro.

Alcuni si lamentano dicendo che al loro posto adesso vengono assunti in nero extracomunitari clandestini provenienti da nazioni del medio oriente o africane. Se questo succede a moldavi probabilmente succede anche agli ucraini.

Comunque quello che intendevo dire è che sono a favore del regime visa free. Ovviamente è impossibile impedire qualche abuso.

Ma vedo due vantaggi. Uno è lo snellimento della burocrazia necessaria per l'ottenimento del visto Schengen ed un minor costo anche per colui che beneficia del regime visa free.

L'altro è la possibilità di esercitare un maggior controllo. Personalmente avrei reso obbligatorio il passaporto biometrico per ottenere il regime visa free. Cosa che comunque penso presto accadrà in quanto sempre più nazioni rilasciano solo quello biometrico. Con il passaporto biometrico si abbassa la possibilità di cambiare nome per poi farsi rilasciare un nuovo passaporto per rientrare in zona Schengen quando non se ne avrebbe diritto.
Avatar utente
markus
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 2290
Iscritto il: giovedì 13 marzo 2014, 12:18
Residenza: Basarabia
Anti-spam: 42

Re: Regime visa free

Messaggiodi Ciorni.voran il lunedì 15 dicembre 2014, 19:57

dreamcatcher ha scritto:Ottimo... non credo nemmeno io che vi sarebbe una fuga di massa dall'ucraina... non c'è stata a ben vedere nemmeno dalla romania a suo tempo.


Come non c'è stata?La Romania è vuota non c'è più nessuno...tant'è che qualche mese orsono erano preoccupati perchè in caso di un conflitto non saprebbero chi richiamare alle armi.
Il Mondo alla rovescia, quello del male, della follia distruttiva e dell’assurdo è difeso e costruito da un esercito di “medici pietosi”, di anime belle allo specchio, di persone che vanno dove le porta il cuore avendo lasciato la testa a casa.
Avatar utente
Ciorni.voran
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 3346
Iscritto il: venerdì 13 novembre 2009, 23:43
Residenza: Territori di steppa
Anti-spam: 42

Re: Regime visa free

Messaggiodi dreamcatcher il lunedì 15 dicembre 2014, 20:59

Hai ragione... Mi riferito al fatto che tanti lavorano all'estero ma costruiscono fior di case in patria... Fanno i pendolari..
Però hai ragione, quando hai ragione hai ragione! :wink:
Avatar utente
dreamcatcher
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 8184
Iscritto il: giovedì 1 luglio 2010, 10:38
Residenza: Como
Anti-spam: 56

Re: Regime visa free

Messaggiodi vittorio_guido il lunedì 15 dicembre 2014, 22:08

Ciorni.voran ha scritto:
dreamcatcher ha scritto:Ottimo... non credo nemmeno io che vi sarebbe una fuga di massa dall'ucraina... non c'è stata a ben vedere nemmeno dalla romania a suo tempo.


Come non c'è stata?La Romania è vuota non c'è più nessuno...tant'è che qualche mese orsono erano preoccupati perchè in caso di un conflitto non saprebbero chi richiamare alle armi.


Solo io a Viareggio ne conosco un migliaio di Rumeni e non è un numero buttato li.
tutta gente che lavora in darsena o amici ecc ecc.....se volete faccio i nomi :)
E nella lista non includo i Rom in quanto i Rumeni non li considerano loro connazionali.......
ma a pelle non credo in una invasione Ucraina.
Gli Ucraini non hanno invaso la Russia, quando potevano (non esageratamente), perché dovrebbero noi?
Troppa differenza. Così a pelle non vedo rischi reali.
Ricordatevi che gli Ucraini a differenza dei Rumeni sono convinti di essere quello che in realtà non sono.
Sventolano tutti fogli universitari per lo più comprati, sono TUTTI Manager anche chi cambia la carta nei wc......
è il wc manager....
la sorella di mio cognato parla inglese ed è MANAGER di vendite di mobili ad Odessa.....
mai scambiate due parole in inglese in tutta la sera che la abbiamo conosciuta, ho provato ma visto che faceva la vaga....
dove volete che vadano......
ps- il vecchio pietro dov'è? ;)
Soltanto gli stupidi non sbagliano mai.....
Odessa Mama
Avatar utente
vittorio_guido
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 6358
Iscritto il: domenica 7 febbraio 2010, 22:09
Residenza: viareggio (Odessa vacanza)
Anti-spam: 56

Re: Regime visa free

Messaggiodi Ciorni.voran il martedì 16 dicembre 2014, 10:23

Non occorre.Basta vedere i dati sull'immigrazione.Prima dell'ingresso nella UE la prima comunità a Bologna erano i marocchini adesso sono di gran lunga i rumeni.Da quando sono arrivati la criminalità è aumentata esponenzialmente.Un fatto incontestabile.

Tra i pendolari quelli che esercitano professioni oneste o rispettabili di case in Romania se ne possono comprare poche,forse una dopo anni di duro lavoro.Se invece fai la prostituta a 500 € al giorno in un condominio senza pagare un centesimo di tasse allora cambia la musica.E così per altre professioni molto remunerative...

Ma il problema non è il tipo di professione in se, che comunque sarebbe opportuno cercare di regolamentare invece di far finta di niente.Il problema è che il pendolarismo è una forma di "pirataggio" dei territori.Già gli stanziali sono spesso completamente avulsi dalle comunità di origine residenti figuriamoci gente che va e viene,sottrae ricchezza al paese e la esporta altrove.Spesso non pagando le tasse e non restituendo nulla ai territori.

Qualcuno ha mai visto compagnie miste di cinesi ,italiani, ucraini e marocchini andarsene in giro insieme per la città?Sono rarità assolute.Qualcuno ha mai visto un cinese assumere un italiano in una qualche azienda?Un marocchino occuparsi della tutela o della salvaguardia dell'ambiente o del territorio italiano?O delle esigenze della comunità o del quartiere o rione dove vivono che non siano le loro?In Italia c'è l'80% del patrimonio architettonico del Mondo in disfacimento...come si colloca uno del Bangladesh rispetto a questo problema?

Gli immigrati si muovono seguendo il principio dei vasi comunicanti da un posto dove il lavoro non c'è a un altro dove si presume che ci sia fino a che non si arriva a una saturazione del mercato del lavoro e si ripristina un certo equilibrio.Questo movimento è già molto forte all'interno della UE tra cittadini comunitari perchè l'UE risponde alla crisi del mercato del lavoro solo con la mobilità dei fattori produttivi.Cioè,in pratica,da incapaci e inutili quali sono non fa nulla.

Qualcuno mi sa spiegare perchè uno che fa il cameriere a Messina deve andare con il cappello in mano a elemosinare un posto di lavoro da 600 € al mese a Malta o altrove in Europa,magari a cinquant'anni dovendosi portare appresso tutta la famiglia?Oppure abbiamo pensato a un Mondo fatto solo di ingegneri, ricercatori universitari,chimici,fisici...etc etc?Nessuno meglio di un messinese può fare qualcosa per la sua gente e il suo territorio e li deve stare se questa è la sua volontà.Lo stesso vale a parti invertite.

Questa idea esasperata della mobilità a ogni costo,della società multietnica e multirazziale è una idea che fa cagare vecchia e fallimentare.C'è una società disgregata come mai si era visto prima e si continua ad andare avanti in questo modo per l'interesse di alcune categorie di persone per cui l'immigrazione è un business lucrosissimo.
Il Mondo alla rovescia, quello del male, della follia distruttiva e dell’assurdo è difeso e costruito da un esercito di “medici pietosi”, di anime belle allo specchio, di persone che vanno dove le porta il cuore avendo lasciato la testa a casa.
Avatar utente
Ciorni.voran
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 3346
Iscritto il: venerdì 13 novembre 2009, 23:43
Residenza: Territori di steppa
Anti-spam: 42

Re: Regime visa free

Messaggiodi peterthegreat il martedì 16 dicembre 2014, 12:45

vittorio_guido ha scritto:ps- il vecchio pietro dov'è? ;)


Sempre presente!!!
Dove son gli impiccatori degli Eroi che non scordiamo?
Dove son gli infoibatori della nostra gente sola?
Ruggirà per noi il leone, di là raglio di somaro.
Eia, carne del Quarnaro! Eja Eja Alalà
G. D'Annunzio
Avatar utente
peterthegreat
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 6463
Iscritto il: martedì 29 gennaio 2008, 18:11
Residenza: Savona
Anti-spam: 42

Re: Regime visa free

Messaggiodi Carlo Martini il martedì 16 dicembre 2014, 13:50

Caro Ciorni, la tua analisi della mobilità mi sembra un po’ restrittiva.

Uscire dal proprio buco ha sempre fatto bene. Una volta i militari di leva, e a occhio sia io che tu ne abbiamo avuto esperienza, venivano mandati lontano da casa per “conoscere il mondo” e capire che si difendeva un Paese e non un paesello. Ora pian piano dal Paese dobbiamo passare a qualcosa di più grande, un continente se vuoi o il mondo. Chi viene in Italia, o un nostro connazionale che vanno all’estero, che magari sogna di tornare a casa, capirà che intanto che vive in un posto lo devono tener da conto come fosse il natio. Vedrai, anche i cinesi di terza o quarta generazione, per fare un esempio, saranno così (tra l’altro, conoscevo una ragazza bolognesissima che lavorava per dei cinesi).

Certo, la mobilità non deve essere “a ogni costo”, leggi guerre ed epidemie, perché chi arriva con quelle motivazioni ha solo uno scopo: sopravvivere.

Tu sei uomo dai piedi per terra e ti sembrerò una mammoletta idealista, ma se ci chiudiamo in casa e guardiamo tutti in cagnesco dallo spioncino, un giorno potremo ricevere lo stesso trattamento. La ruota gira…
Avatar utente
Carlo Martini
ESPLORATORE
ESPLORATORE
 
Messaggi: 145
Iscritto il: martedì 18 novembre 2014, 14:01
Residenza: Bologna
Anti-spam: 42

Re: Regime visa free

Messaggiodi Forrest Gump il martedì 16 dicembre 2014, 18:51

Ciorni.voran ha scritto:Questa idea esasperata della mobilità a ogni costo,della società multietnica e multirazziale è una idea che fa cagare vecchia e fallimentare.

Sarà che sono una persona che ha già cambiato paese 3 volte e mestiere 2, sarà anche che, se non fosse per la moglie che chiede stabilità e la figlia che chiede di studiare in pace :D, seppur contentissimo di vivere dove vivo, me ne andrei domani, così per il gusto di provare nuove esperienze, ........ma la penso in maniera opposta.

Il fatto secondo me è un altro.
Secondo me in alcuni paesi - molti tra cui l'Italia - non c'è piena integrazione, lo straniero è considerato un cittadino di serie B.
Te lo dico parlando di Marbella dove, su 3 iscritti all'anagrafe ben 2 sono residenti stranieri e, se scendo adesso per strada e conto le prime 10 persone ben 7 saranno NON spagnoli.
E' vero, a Marbella ci arrivano anche i ricconi russi, ma ci sono anche tantissime badanti, camerieri ecc. ecc. e l'integrazione è assoluta, a 360 gradi.
Per farti capire mi sentirei più vulnerabile in alcune parti del mio paese che qui.

Ti spiego il mio pensiero con un esempio che riporto da altro mio post. Non voglio convincerti, rispetto le tue idee.
Immaginiamo una grande piscina a comparti stagni. Tanti comparti stagni.
In alcuni di essi l'acqua e' sporca, in altri "così' così' " ed, in altri ancora, l'acqua e' limpida.

Se togliamo la barriera che delimita una sola zona con acqua sporca, questa immediatamente si riverserà nel comparto adiacente e lo sporcherà'. Problemi in vista.

Proviamo a pensare adesso di eliminare tutte le barriere contemporaneamente. Cosa succedera'?
Nell'immediato parecchia confusione. Nel lungo periodo assolutamente niente!!

Tutta l'acqua si mischierà e non sara' piu' pulita, ma nemmeno più' sporca di prima: semplicemente omogeneamente distribuita. Nulla si crea e nulla si distrugge, tutto si trasforma.

La piscina e' il mondo che dividiamo, i comparti stagni sono gli stati ed i loro confini politici.
I comparti stagni prima o poi cadranno: e' solo una questione di tempo.
Carlo Martini ha scritto:Uscire dal proprio buco ha sempre fatto bene. Una volta i militari di leva, e a occhio sia io che tu ne abbiamo avuto esperienza, venivano mandati lontano da casa per “conoscere il mondo” e capire che si difendeva un Paese e non un paesello. Ora pian piano dal Paese dobbiamo passare a qualcosa di più grande, un continente se vuoi o il mondo.
..................un giorno potremo ricevere lo stesso trattamento. La ruota gira…

Esattamente!! :D
Siamo tutti più vicini, le distanze si sono accorciate, i popoli interagiscono di più, i costi dei trasporti (si pensi alle low cost che non esistevano) sono molto più bassi di anni fà, si fanno affari da un paese con il resto del mondo via internet.

In più, proprio perché la ruota gira, sembra che l'Europa stia andando a picco mentre altri paesi stiano risalendo molto in fretta.
Non vorrei che fra 20 - 30 anni ci ritrovassimo a dovere chiedere il visto per andare in paesi i cui popoli hanno la memoria lunga.
"L'uomo saggio aspetta il momento giusto, il pazzo lo anticipa, l'imbecille lo lascia passare". (tratto dal film "Mai arrendersi")
Avatar utente
Forrest Gump
Admin
Admin
 
Messaggi: 6938
Iscritto il: sabato 5 luglio 2008, 18:04
Località: Tra Marbella e Kiev
Residenza: Kiev Ucraina
Anti-spam: 42

Re: Regime visa free

Messaggiodi vittorio_guido il martedì 16 dicembre 2014, 19:24

L'europa affonda per colpa nostra (nostra degli europei, non nostra del forum :) )
Siamo fuori tema ma ci sarebbe da scrivere un libro....

Ci sarebbe anche da scrivere un libro sul lavoro che non c'è e degli italiano... sopratutto per capire cosa vogliono...

Forse l'ho scritto già cento volte, ma in negozio di mia cugina l'unica italiana è mia moglie :), tutte le altre hanno sempre detto che il sabato e la domenica lo vigliono libero.... si una gelateria che lavora 8 mesi l'anno sta chiusa il sabato sera e la domenica per te... Di conseguenza son tutti stranieri, la paga è uguale a quella degli italiani, ma lavorano sempre.........
L'ultima italiana assunta è stata una che era già in cinta di 3 mesi,(mia cugina non lo sapeva) appena assunta, dopo una settimana è andata in maternità.......
Non per parlare male di noi italiani, sarà che sono schifato da quello che accade in Italia special modo a Viareggio (ma Roma pure non scherza)..
ho proprio voglia di andarmene......
Ovvio che più stranieri ci sono a fare certi lavori è meno possibilità cui sono per gli italiani... che adesso sembra tornino a fare lavori abbandonati....
Fino a un paio di anni fà, ambivate tutti al lavoro in comune o in banca, ed in mare ci mandavate i marocchini (mio padre è un ex pescatore, vi assicuro che è così...)

Poi mi fermo, perchè di base sarei razzista quindi non vorrei che mi fraintendiate e crediate che sia un intellettuale di sinistra :) :)
Chiudo l'OT.

Saluti
Vittò

Anzi no, ricordo a tutti che in ogni caso, in Ucraina, noi non possiamo andare a lavorare, per legge, poi forrest e ciorni possono ricordare la legge e i cavilli
Soltanto gli stupidi non sbagliano mai.....
Odessa Mama
Avatar utente
vittorio_guido
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 6358
Iscritto il: domenica 7 febbraio 2010, 22:09
Residenza: viareggio (Odessa vacanza)
Anti-spam: 56

Re: Regime visa free

Messaggiodi Forrest Gump il martedì 16 dicembre 2014, 19:39

vittorio_guido ha scritto:Ovvio che più stranieri ci sono a fare certi lavori è meno possibilità cui sono per gli italiani...

Ovviamente è così! Però si dimentica un fattore: in un mondo globalizzato e senza confini, il flusso non è solo in entrata (stranieri in Italia), ma anche in uscita (italiani che vanno a all'estero a lavorare).

Chi non trova lavoro nel suo paese va a cercarlo all'estero. Mobilità e zero confini. Il mio sogno.

Ma riparliamo degli ucraini e dell'Ucraina che mi ha dato la possibilità di vivere e mi ha ospitato in un raro caso di emigrazione al contrario :D
"L'uomo saggio aspetta il momento giusto, il pazzo lo anticipa, l'imbecille lo lascia passare". (tratto dal film "Mai arrendersi")
Avatar utente
Forrest Gump
Admin
Admin
 
Messaggi: 6938
Iscritto il: sabato 5 luglio 2008, 18:04
Località: Tra Marbella e Kiev
Residenza: Kiev Ucraina
Anti-spam: 42

PrecedenteProssimo

Torna a Problemi dell'Ucraina.





Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti