partire o non partire?

Esperienze e confronti, le storie d'amore le delusioni e il carattere delle ragazze ucraine.

Re: partire o non partire?

Messaggiodi Gianmarco58 il venerdì 23 febbraio 2018, 22:26

Perfetto Forrest, farei anch'io come hai detto tu, soprattutto per la moralità del tutto.
Se Maometto non va alla montagna, la montagna va da Maometto.
Avatar utente
Gianmarco58
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 2244
Iscritto il: martedì 11 settembre 2012, 9:32
Località: Milano e Odessa
Residenza: Milano e Odessa
Anti-spam: 42


Re: partire o non partire?

Messaggiodi vittorio_guido il sabato 24 febbraio 2018, 0:01

Concordo con quanto scritto sopra.
;)
Soltanto gli stupidi non sbagliano mai.....
Odessa Mama
Avatar utente
vittorio_guido
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 5742
Iscritto il: domenica 7 febbraio 2010, 22:09
Residenza: viareggio (Odessa vacanza)
Anti-spam: 56

Re: partire o non partire?

Messaggiodi Ciorni.voran il sabato 24 febbraio 2018, 0:32

Non parlerei di moralità in questa fase.Una ragazza che conosci in una chat in prima battuta è quasi sempre una che ti vuole usare.Non viene con te perchè si trova bene in tua compagnia ma fa un tentativo di dare una risposta ad alcune sue istanze personali anche legittime.Al massimo sarà incuriosita o potrà immaginare che puoi essere il costruttore del suo nido ma per fisiologia una donna si innamora solo nella frequentazione di una persona.Qui parliamo sostanzialmente di estranei.

Io posso andare ad un appuntamento con una ragazza solo per farci sesso e poi farmela piacere e sposarmela.Oppure posso presentarmi con le migliori intenzioni del mondo e poi liquidarla perchè la semplice sua presenza mi disgusta.E viceversa per la parte femminile ovviamente.Sono invalutabili queste cose prima.

"à la guerre comme à la guerre".Le donne nel mondo che ho conosciuto io bisogna sedurle.Adesso magari si tratta di inoltrare una richiesta scritta per procura onde evitare di essere denunciati per stalking e violenza di genere. Preferivo il vecchio mondo dove gli uomini erano virili e capaci anche di strategia per arrivare a conquistare i favori della donna desiderata.E questo forse è ancora il posto giusto.Anche perchè le donne qui sono molto scaltre, più femminili e non sono vittime.E' molto facile che sia lui la vittima che casca nella rete.

Il non voler dormire con un uomo è più una posa che una reale paura.Un voler in qualche modo apparire rispettabile .Invitare uno sconosciuto a casa propria e andarsi magari ad infrattare in un campo invece è molto diverso.Se ci sai fare ad arrivare a marzo l'avrai rassicurata tranquillamente e verrà.Ma farà di tutto per non avere subito rapporti sessuali.Per lo stesso motivo di sopra.Sono comportamenti standard stereotipati.Una donna non può concedersi a tutti ma solo al costruttore del nido.In realtà poi si prendono delle gran fregature e qui sta l'abilità del seduttore.

Sono abituate a corteggiatori estremamente "aggressivi" e determinati che non si danno per vinti facilmente.Mi è capitato in alcune occasioni di studiare le loro performance in alcuni locali.

Venti euro al giorno per trenta significa 600 € in più solo per dormire e non lo farà mai.Non lo farei nemmeno io sinceramente con il rischio di non stringere niente.Non mi sentirei per questo immorale o male intenzionato.
Il Mondo alla rovescia, quello del male, della follia distruttiva e dell’assurdo è difeso e costruito da un esercito di “medici pietosi”, di anime belle allo specchio, di persone che vanno dove le porta il cuore avendo lasciato la testa a casa.
Avatar utente
Ciorni.voran
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 3172
Iscritto il: venerdì 13 novembre 2009, 23:43
Residenza: Territori di steppa
Anti-spam: 42

Re: partire o non partire?

Messaggiodi markus il sabato 24 febbraio 2018, 1:58

Forrest Gump ha scritto:A me è capitata 20 anni fà la stessa identica cosa con una ragazza di San Pietroburgo, che però avevo conosciuto per qualche ora l'ultima sera prima della mia partenza dalla Russia. Ci siamo sentiti per mesi ed abbiamo programmato una vacanza insieme. Arrivati nel posto X, le ho prenotato per la prima sera una stanza separata nello stesso hotel. Cosa molto molto apprezzata. A dire il vero non credo sarebbe venuta senza quella condizione.
Poi......dalla seconda sera dormivano insieme, ma questo è un altro discorso. A mio parere, non si può saltare questa tappa obbligata.


Nessuna polemica da parte mia, solo e semplice curiosità riguardante il concetto di ognuno di noi della moralità. Da quanto leggo mi sembra che per te la prima notte non si può scopare, mentre la seconda si.

A me è capitato, senza volere assolutamente niente ossia solo l'oblio quindi non pensare a niente e nemmeno sognare, di svegliarmi il giorno dopo con a fianco una massa di capelli biondi senza nemmeno sapere come si chiama la ragazza.

Tempi, diciamo piacevoli ma anche deleteri e direi, oggi, fortunatamente passati. Un periodo da immorale :D
Avatar utente
markus
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 1881
Iscritto il: giovedì 13 marzo 2014, 12:18
Residenza: Basarabia
Anti-spam: 42

Re: partire o non partire?

Messaggiodi markus il sabato 24 febbraio 2018, 3:14

@ Gianmarco, non riesco a dormire e mi stò chiedendo una cosa.

Perchè, secondo te, se il marito tradisce la moglie o viceversa in russo si dice che ê andato/a a sinistra ossia “na leva” ?

Sarebbe più logico “na prava” :D
Avatar utente
markus
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 1881
Iscritto il: giovedì 13 marzo 2014, 12:18
Residenza: Basarabia
Anti-spam: 42

Re: partire o non partire?

Messaggiodi Ciorni.voran il sabato 24 febbraio 2018, 8:45

Hai ragione.La morale dipende dal sistema di riferimento che ognuno ha.Se uno pensasse al sesso solo in relazione all'atto riproduttivo e scopa per puro piacere è immorale.Se lo vede "absolutum" cioè appunto come atto che in se procura piacere e che può essere agito indipendentemente dal fine riproduttivo (o fuori dal matrimonio) allora è immorale.Ovviamente sotto questi precetti vi sono anche "norme igieniche" che servono a ordinare la società perchè non precipiti nel caos.

Se uno i "paletti" li sposta dove vuole invece non sarà mai immorale, può giustificare ogni azione.Scopare "a vista" o dopo un giorno o due che differenza fa?Sono solo retaggi di convenzioni del passato.Il non voler essere giudicata come una poco di buono e cose simili.In realtà invita uno molto probabilmente per soddisfare bisogni materiali, quindi già molto più immorale se vogliamo.
Il Mondo alla rovescia, quello del male, della follia distruttiva e dell’assurdo è difeso e costruito da un esercito di “medici pietosi”, di anime belle allo specchio, di persone che vanno dove le porta il cuore avendo lasciato la testa a casa.
Avatar utente
Ciorni.voran
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 3172
Iscritto il: venerdì 13 novembre 2009, 23:43
Residenza: Territori di steppa
Anti-spam: 42

Re: partire o non partire?

Messaggiodi vittorio_guido il sabato 24 febbraio 2018, 9:48

Sono le donne che pongono il problema... (di tutto il pianeta)
Ma il problema lo pongono quando vogliono creare il nido.
Come spiegava ciorni sopra.
Se il nido non interessa....te la danno la prima sera la seconda ed anche la terza.
Single sposate o fidanzate.
Le sposate sono quelle che ti fai prima, le single e le fidanzate il nido ancora non ce l'hanno e l'istinto è sempre lo stesso.... :lol:
Non sono idee mie campate in aria...
Ho lavorato 6 anni su navi da crociera........
Mai mandare la moglie / fidanzata da sola con amiche in vacanza... :lol: :lol:
Soltanto gli stupidi non sbagliano mai.....
Odessa Mama
Avatar utente
vittorio_guido
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 5742
Iscritto il: domenica 7 febbraio 2010, 22:09
Residenza: viareggio (Odessa vacanza)
Anti-spam: 56

Re: partire o non partire?

Messaggiodi dreamcatcher il sabato 24 febbraio 2018, 10:22

Arrivare a Izmail da odessa anche senza conoscere una parola di russo non è poi così difficile. Tanto per fare un esempio, esci dall'aeroporto con un foglio con su scritto "autobus Izmail". Tutti quelli che ti sono saltati addosso spacciandosi per tassisti ti porteranno alla stazione dei bus. Non so se sia immorale, ma funziona al 100%. :lol:

Concordo con quanto scritto da Forrest:

Forrest Gump ha scritto:La morale della favola è quindi:
- Vengo per te, ma me la cavo anche senza di te. Punto 1
- Tu hai la tua stanza, poi se son rose fioriranno. Punto 2


@Markus:
markus ha scritto:Perchè, secondo te, se il marito tradisce la moglie o viceversa in russo si dice che ê andato/a a sinistra ossia “na leva” ?

Mi sono sempre chiesto perchè un omosessuale in russo è chiamato anche Голубой, ovvero blu.
Da quando sono nato ho associato il blu al maschietto e il rosa alla femminuccia...
Avatar utente
dreamcatcher
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 7527
Iscritto il: giovedì 1 luglio 2010, 10:38
Residenza: Como
Anti-spam: 56

Re: partire o non partire?

Messaggiodi Ciorni.voran il sabato 24 febbraio 2018, 10:59

Perchè secondo un'antica tradizione russa i neonati venivano fasciati con un pannolino blu.Prima versione.

Fa riferimento al sangue blu dei nobili, ritenendo che questa inclinazione si sia sviluppata originariamente in quegli ambienti.
"Sotto cultura gay nella Russia pre-rivoluzionaria.Vi lascio questa perla da un noto sito lgbt ucraino così non dite che sono un reazionario ma sono per l'accoglienza (armata) -https://arzamas.academy/materials/635 "Seconda versione.

Espressione proveniente da Parigi, dove una volta c'era un quartiere gay, chiamato blu.Terza versione.

Un numero di ricercatori ha avanzato l'ipotesi che la "marcatura blu" dei gay arrivasse nella lingua russa dal gergo criminale americano. Nelle carceri americane all'inizio del XX secolo, gli omosessuali erano chiamati "nastro blu". In qualche modo, non si sa come, il termine arrivò nelle prigioni sovietiche negli anni '30 tronco della parola "nastro" Poi negli anni 70 in URSS è diventata parte del "mainstream".Quarta versione

Alcuni linguisti credono che i gay siano stati prima chiamati colombi, e col passare del tempo, l '"uccello" si è semplicemente trasformato in "colore".Se volete approfondire altro bel sitarazzo gay russo tutto per voi -http://www.gay.ru/style/slang/pochemu-v-rossii-geev.html
Il Mondo alla rovescia, quello del male, della follia distruttiva e dell’assurdo è difeso e costruito da un esercito di “medici pietosi”, di anime belle allo specchio, di persone che vanno dove le porta il cuore avendo lasciato la testa a casa.
Avatar utente
Ciorni.voran
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 3172
Iscritto il: venerdì 13 novembre 2009, 23:43
Residenza: Territori di steppa
Anti-spam: 42

Re: partire o non partire?

Messaggiodi LP88 il sabato 24 febbraio 2018, 11:36

Grazie a tutti per i consigli...
Sinceramente mi piace molto idea del Sig. Forrest... 2 camere separate proverò a parlarne con la ragazza..
ma questo implica prenotare solo quando sono la (metti che non si presenta all aeroporto)...
comunque è una buona idea spero le piaccia....
piccolo off topic x Forrest... anche io anno scorso sono stato a San Pietroburgo, mi è piaciuta molto come città, ma ero insieme alla mia ex.... come ex ragazzo già .... :?

col senno di poi ho sbagliato con la ragazza a chiedere se aveva bisogno... purtroppo molte ragazze che si conoscono in chat parlano x money... se dici che non li hai o non le li dai 99 volte su 100 non ti parlano piu... mi sono sentito in colpa quando ha continuato a chattare nei giorni successivi.... :cry:
Avatar utente
LP88
ESCURSIONISTA
ESCURSIONISTA
 
Messaggi: 83
Iscritto il: martedì 13 febbraio 2018, 8:24
Residenza: bologna
Anti-spam: 42

Re: partire o non partire?

Messaggiodi Ciorni.voran il sabato 24 febbraio 2018, 12:38

Invece di prenotare degli alberghi potresti comprare dei biglietti dello stadio o passare il tempo andando avanti e indietro sui tram nelle ore di punta così in mezzo alla folla si sentirà tranquilla che non gli metti le mani addosso... al massimo rubano a te il portafoglio. :) Forrest ha scritto "venti anni fa " e "per la prima sera".Quindi un tatticismo.A lui non fotteva niente della moralità della ragazza.Se alla seconda sera decide di dormire da sola sei fregato...la devi scacciare.Se hai il fegato di farlo tutto bene...ma non ci giurerei da come scrivi.

Allora proponi piuttosto un appartamento con due camere.Capisci che la presenza fisica di due persone nello stesso luogo che non sia lo stesso letto non significa nulla.Con quelle premesse è inutile che ti muovi perchè facilmente rimarrai deluso secondo me.A quel punto è meglio spendere poco.A me è capitato un paio di volte ( tra tanti successi :D ) di trovarmi a dormire con delle ragazze nello stesso letto e di non riuscire a vincerne le resistenze in nessun modo nonostante ripetuti assalti con la baionetta in canna.Alla mattina mi sentivo come un reduce della battaglia di El-Alamein.

La donna di "defaul" offre questo tipo di resistenze.Tu sei un uomo e devi vincerle.Già il fatto che chiedi a una donna se ha bisogno di soldi ti squalifica non poco perchè un uomo sa già ciò di cui ha bisogno una donna, non deve chiedere.Nel mio vecchio mondo funzionava così.E alle donne per cui vale la pena combattere per conquistarle questo atteggiamento piace.Una che incontri in una chat non puoi pretendere che sia completamente disinteressata altrimenti gli uomini se li cerca nel suo cortile.Può essere curiosità, interesse, tante cose ma non sentimenti per cui uno debba tradire o sentirsi tradito.In prima battuta arrivano gli istinti.Quando uno vede una bella ragazza non pensa certo "ci farei tre figli", ha tutte altre mire.
Il Mondo alla rovescia, quello del male, della follia distruttiva e dell’assurdo è difeso e costruito da un esercito di “medici pietosi”, di anime belle allo specchio, di persone che vanno dove le porta il cuore avendo lasciato la testa a casa.
Avatar utente
Ciorni.voran
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 3172
Iscritto il: venerdì 13 novembre 2009, 23:43
Residenza: Territori di steppa
Anti-spam: 42

Re: partire o non partire?

Messaggiodi Gianmarco58 il sabato 24 febbraio 2018, 13:22

La spiegazione che mi ha dato mia moglie per il tradimento "na lieva" è la seguente: andare "na prava" è sinonimo di "pravilna" (giusto, corretto, in questo caso con la donna legittima), ovviamente se agisci in maniera illegittima vai dalla parte opposta, "na lieva", appunto.
So che non è molto scientifico ma tant'è.
Se Maometto non va alla montagna, la montagna va da Maometto.
Avatar utente
Gianmarco58
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 2244
Iscritto il: martedì 11 settembre 2012, 9:32
Località: Milano e Odessa
Residenza: Milano e Odessa
Anti-spam: 42

Re: partire o non partire?

Messaggiodi Gianmarco58 il sabato 24 febbraio 2018, 13:33

Parlare di "moralità e immoralità" mi fa sentire troppo vecchio, per non dire "bacchettone".
Per cercare di restare giovane, almeno di mentalità, cerco di capire il perché dei comportamenti umani che cambiano con il progredire dei tempi.
E quindi anche l'approccio con il gentil sesso è cambiato anche se il fine di genere è sempre lo stesso da ambo le parti.
Non mi sento di biasimare nessuno anche perché alla base dei comportamenti di ognuno c'è l'educazione che ha ricevuto e il contesto sociale in cui ha vissuto.
Non mi sono mai chiesto se quello che faccio è giusto o sbagliato perché questo lo lascio dire agli altri, però alla base della mia esistenza c'è il provare, nell'incertezza sul da farsi, a mettermi nei panni degli altri.
Se Maometto non va alla montagna, la montagna va da Maometto.
Avatar utente
Gianmarco58
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 2244
Iscritto il: martedì 11 settembre 2012, 9:32
Località: Milano e Odessa
Residenza: Milano e Odessa
Anti-spam: 42

Re: partire o non partire?

Messaggiodi markus il sabato 24 febbraio 2018, 15:04

Gianmarco58 ha scritto:La spiegazione che mi ha dato mia moglie per il tradimento "na lieva" è la seguente: andare "na prava" è sinonimo di "pravilna" (giusto, corretto, in questo caso con la donna legittima), ovviamente se agisci in maniera illegittima vai dalla parte opposta, "na lieva", appunto.


Può sembrare strano che uno alle 3 del mattino pensa a certe cose. Non sò perchè la scorsa notte non riuscivo a dormire, poi, un'associazione di pensiero legato ai post, moralità, rapporti sessuali, matrimonio ecc. mi ha portato a pormi la domanda. Poi l'ho posta a te, in modo un po' scherzoso.

Direi che la risposta di tua moglie è logica, non ci avrei pensato. Da qui direi che chi stà a sinistra è dalla parte del torto. Chi stà al centro "dà un colpo al cerchio ed alla botte" mentre chi stà a destra, per forza, è dalla parte del giusto :lol:

Penso che hai capito che stò scherzando :D (per il resto effettivamente prava / pravilna ci stà)
Avatar utente
markus
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 1881
Iscritto il: giovedì 13 marzo 2014, 12:18
Residenza: Basarabia
Anti-spam: 42

Re: partire o non partire?

Messaggiodi Forrest Gump il sabato 24 febbraio 2018, 15:42

markus ha scritto:Nessuna polemica da parte mia, solo e semplice curiosità riguardante il concetto di ognuno di noi della moralità. Da quanto leggo mi sembra che per te la prima notte non si può scopare, mentre la seconda si.

No, Markus, per me lo si può fare anche senza dirsi il nome. Ma parliamo dei casi normali. Nella normalità, una ragazza normale, dopo un'ora che ha stretto la mano ad uno sconosciuto non entra in una stanza d'albergo per ritrovarsi a dividerne il letto.

E' chiaro che ci sarà simpatia tra i 2, altrimenti non parlerebbero di incontri di persona, ed è anche normale che se LP88 andrà ad Odessa per 4 - 5 - 7 giorni, il tempo stringe e questo lo sanno entrambi i contendenti.
Non ricordo la distanza in auto tra l'aeroporto di Odessa ed il centro, poniamo sia di 30 minuti. Con tutta la simpatia reciproca del mondo, dalla stretta di mano in aeroporto a ritrovarsi mezz'ora dopo in camera matrimoniale di hotel sempre che parliamo di normalità - ce ne vuole.

Mio modesto parere. :D
"L'uomo saggio aspetta il momento giusto, il pazzo lo anticipa, l'imbecille lo lascia passare". (tratto dal film "Mai arrendersi")
Avatar utente
Forrest Gump
Admin
Admin
 
Messaggi: 6254
Iscritto il: sabato 5 luglio 2008, 18:04
Località: Puerto Banùs (Spain)
Residenza: Kiev Ucraina
Anti-spam: 56

PrecedenteProssimo

Torna a In Ucraina per amore





Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

cron