nuove problematiche dovute alla guerra?

Esperienze e confronti, le storie d'amore le delusioni e il carattere delle ragazze ucraine.

nuove problematiche dovute alla guerra?

Messaggiodi claudio.r il lunedì 15 dicembre 2014, 13:02

Ciao a tutti gli amici.

ho aperto questo nuovo post per il fatto che magari anche altri possono avere i miei stessi problemi, e potrebbe essere utile uno scambio di opinioni

come sapete, ormai da sei anni ho una relazione con una ragazza di zapo..( :D e' una storia tutta particolare, che se le cose vanno in un certo modo, raccontero' nei particolari a suo tempo) dopo tutti questi anni di relazione, e studio della persona, ...siamo arrivati alla conclusione che era necessario un periodo di convivenza in italia insieme, nella vita reale fatta di lavoro..stress ecc ecc, per vedere se questo nuovo tipo di vita, e di rapporto con il sottoscritto funziona anche nel quotidiano e non solo in tempi di relax. naturalmente, per fare questo era necessario che lei si licenziasse dall'ufficio delle tasse presso cui lavora.

lei dopo tutti questi anni in cui ha viaggiato, e sempre rientrata in patria e' riuscita ad ottenere un multivisa per area shenghen di un anno...perfetto!! intanto veniva tre mesi, poi rientrava altri tre mesi e poi decidevamo il da farsi.

qui sorge il problema..un mese fa' circa, lei mi dice che causa guerra tutti i dipendenti del governo NON POSSONO LICENZIARSI. pena problemi anche di natura penale..

io, non molto convinto di questa cosa, ho chiesto un consiglio in mp ad una persona del forum che ritengo assolutamente competente in materia.e anche lui, mi confermava che non conosceva a fondo la situazione all'ufficio delle tasse , ma per quanto riguarda altri dipendenti governativi...vedi polizia, guardie di frontiera ecc ecc.. assolutamente e' cosi!!!!!! non si possono licenziare...

insomma, mi sembra di capire che se anche uno si sposasse e la moglie facesse parte di una di queste categorie, non potrebbe seguire il marito nel propio paese????

non so' se altri sono nella medesima situazione, nel caso sarebbe gradito uno scambio di esperienze, ed eventuali soluzioni.

grazie a tutti.
Avatar utente
claudio.r
MASTER
MASTER
 
Messaggi: 390
Iscritto il: lunedì 1 marzo 2010, 19:26
Residenza: firenze
Anti-spam: 56


Re: nuove problematiche dovute alla guerra?

Messaggiodi Gianmarco58 il lunedì 15 dicembre 2014, 15:28

Probabilmente sarà una decisione recente, mio figlio, poliziotto a Lugansck si è licenziato a metà luglio 2014 dopo aver deciso di trasferirsi altrove.
Aveva chiesto il trasferimento a Odessa, ma non gli è stato concesso e quindi si è licenziato senza alcun problema.
Se Maometto non va alla montagna, la montagna va da Maometto.
Avatar utente
Gianmarco58
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 2234
Iscritto il: martedì 11 settembre 2012, 9:32
Località: Milano e Odessa
Residenza: Milano e Odessa
Anti-spam: 42

Re: nuove problematiche dovute alla guerra?

Messaggiodi domedo79 il lunedì 15 dicembre 2014, 15:44

Gianmarco58 ha scritto:Probabilmente sarà una decisione recente, mio figlio, poliziotto a Lugansck si è licenziato a metà luglio 2014 dopo aver deciso di trasferirsi altrove.
Aveva chiesto il trasferimento a Odessa, ma non gli è stato concesso e quindi si è licenziato senza alcun problema.



Che dire un vero servitore della patria !

Evitiamo commenti che vadano a toccare la sfera delle scelte personali, soprattutto quando riguardano questioni delicate di cui non conosciamo nulla.
Avatar utente
domedo79
MASTER
MASTER
 
Messaggi: 720
Iscritto il: martedì 18 settembre 2012, 15:34
Residenza: pistoia
Anti-spam: 56

Re: nuove problematiche dovute alla guerra?

Messaggiodi claudio.r il lunedì 15 dicembre 2014, 15:55

non so' gian marco..questo problema me lo ha esposto circa un mese fa'...come ho scritto, ho chiesto ad un utente del forum che reputo persona indubbiamente seria e informata sulle questioni ucraine...e anche lui mi confermava questa cosa.. ( da quello che ho capito io...addirittura nemmeno sposandosi si risolve il problema,) non so'...forse ho capito male.
Avatar utente
claudio.r
MASTER
MASTER
 
Messaggi: 390
Iscritto il: lunedì 1 marzo 2010, 19:26
Residenza: firenze
Anti-spam: 56

Re: nuove problematiche dovute alla guerra?

Messaggiodi dreamcatcher il lunedì 15 dicembre 2014, 16:33

Non conosco la normativa, so per certo che una dipendente del Comune del paesello della mia bella ad agosto è partita per gli USA dove la aspettava la figlia... finalmente è riuscita ad avere il visto dopo un paio di rifiuti. D'altra parte era da sempre nel partito comunista.
Credo che abbia utilizzato il passaporto bulgaro questa volta.
Comunque era funzionaria del comune, quindi immagino che rientrasse nella categoria delle persone che non possono licenziarsi.
Avatar utente
dreamcatcher
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 7515
Iscritto il: giovedì 1 luglio 2010, 10:38
Residenza: Como
Anti-spam: 56

Re: nuove problematiche dovute alla guerra?

Messaggiodi claudio.r il lunedì 15 dicembre 2014, 16:47

Ciao deem.
Ho capito...ma il problema mio non è il visto il 4 gennaio è in italia fino al 15...ma non si risolve il problema, in quanto sono ferie dopo deve tornare al lavoro..i nostri piani erano di sare insieme almeno 3 mesi. ..
Avatar utente
claudio.r
MASTER
MASTER
 
Messaggi: 390
Iscritto il: lunedì 1 marzo 2010, 19:26
Residenza: firenze
Anti-spam: 56

Re: nuove problematiche dovute alla guerra?

Messaggiodi dreamcatcher il lunedì 15 dicembre 2014, 17:04

Sì Claudio avevo capito.
Anche la signora di cui ti parlo è andata negli USA 'a tempo indeterminato', probabilmente resterà a addirittura lì.
In Comune non lavora più (era anche insegnante a scuola).
Avatar utente
dreamcatcher
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 7515
Iscritto il: giovedì 1 luglio 2010, 10:38
Residenza: Como
Anti-spam: 56

Re: nuove problematiche dovute alla guerra?

Messaggiodi andbod il lunedì 15 dicembre 2014, 19:29

Per maggiore sicurezza ho chiesto ad un'amica procuratore della Repubblica, effettivamente ci sono restrizioni su alcune categorie di dipendenti pubblici, anche lei non sa se riguarda anche i dipendenti dell'ufficio delle tasse ma generalmente riguarda solo gli uomini che fanno parte del contingente attivo o "attivabile" nell'ATO.

Anche per questo personale dice che le possibilità che vengano applicate sanzioni penali è quasi nulla, nel caso in cui la richiesta di lasciare il posto di lavoro sia per motivi documentati, tra i quali non c'è espressamente il matrimonio ma può essere fatto valere in quanto il diritto alla famiglia è Costituzionalmente garantito.

Qualche problema in più potrebbe esserci se il contratto che ha sottoscritto è a tempo determinato : in questo caso ci si può licenziare solo ed esclusivamente alla scadenza del termine del contratto a meno di non ottenere un ordine del Giudice.

Se è vostra intenzione sposarvi a prescindere consiglia di contrarre matrimonio e quindi richiedere il visto. Una volta ottenuto, informare il proprio principale (con 2 setitmane di anticipo previste per Legge) in forma scritta che, a seguito di matrimonio, si richiede di lasciare il posto di lavoro in quanto è necessario seguire il proprio marito che, per motivi improcrastinabili, deve tornare in Italia. Se il principale si dovesse rifiutare (lo dovrà fare in forma scritta) far seguire la pratica ad un avvocato che faccia ricorso avverso in Tribunale.

Una volta fatto il ricorso (che ha tempi comunque brevi) il rischio di non poter partire è minimo, cosi come le eventuali sanzioni penali visto che c'è certamente la buona fede.
Avatar utente
andbod
Admin
Admin
 
Messaggi: 7186
Iscritto il: domenica 7 dicembre 2008, 1:40
Residenza: Lviv Ucraina
Anti-spam: 56

Re: nuove problematiche dovute alla guerra?

Messaggiodi claudio.r il martedì 16 dicembre 2014, 0:58

Grazie Andrea. Preciso come sempre!
Credo che non sia a tempo determinato in quanto sono quattto anni che lavora li. Non so'...prima era un lavoro ambito..e forse per farsi assumere ha chiesto qualche favore...che deve essere restituito...non so se mi spiego

Lei ha due appartamenti ( di famiglia, ma il padre è morto e la madre lavora in italia) insomma deve fare le cose per bene,
Non può avere problemi con quella gente.
Per quanto riguarda il matrimonio. ..ebbene una convivenza reale credo sia auspicabile prima di decisioni così importanti lasciare il proprio paese non è mai facile quando lo si fa davvero, 5..6 mesi vede, e vedo tante cose, comunque il quattro gennaio è qui vedrò di capire meglio,e di fare di conseguenza
Grazie per le risposte.
Avatar utente
claudio.r
MASTER
MASTER
 
Messaggi: 390
Iscritto il: lunedì 1 marzo 2010, 19:26
Residenza: firenze
Anti-spam: 56

Re: nuove problematiche dovute alla guerra?

Messaggiodi vittorio_guido il martedì 16 dicembre 2014, 8:43

Approvo a pieno quello che hai scritto.
La convivenza secondo me è importante per capire se si può o no vivere insieme.
Sopratutto perchè l'Ucraina e gli ucraini sono mentalmente molto diversi dall'Italia e dagli italiani,
se una non ha esperienze all'estero, giusto che tu voglia provare prima di decidere.
Mi dispiace che non possiate però andare avanti per colpa della guerra. (che spero finisca presto)
Ma una domanda, la tua lei, è sicura che non possa licenziarsi, o è il solito passa parola tra conoscenti che in Ucraina è cosa comune? Sai mi ha detto tizio che lo sapeva caio ecc ecc
Auguri
Vittò
Soltanto gli stupidi non sbagliano mai.....
Odessa Mama
Avatar utente
vittorio_guido
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 5737
Iscritto il: domenica 7 febbraio 2010, 22:09
Residenza: viareggio (Odessa vacanza)
Anti-spam: 56

Re: nuove problematiche dovute alla guerra?

Messaggiodi claudio.r il martedì 16 dicembre 2014, 14:03

ciao vittorio.

mah!! la mia impressione e' piu' che altro dovuta al fatto che chi fa quel lavoro, ( hoi hoi...agenzia delle tasse) quando inizia dei lavori di verifica, non e' semplice mollare tutto e dare le pratiche ad un altro che arriva e non ha seguito tutte le verifiche fino dall'inizio..lei non e' il capo, quelli sono sempre stati di donesck..e anche adesso c'e' una donna di li. i capi, non vogliono problemi..

mi ha detto. che il momento migliore e' quando sostituiscono il capo, in quel caso sono una decina di giorni di......diciamo cosi transizione e in quel caso ( prima che arrivi il nuovo) licenziarsi.

in ogni caso tra 15 giorni e' qui e vedro di capire meglio..magari ha gia risolto.
Avatar utente
claudio.r
MASTER
MASTER
 
Messaggi: 390
Iscritto il: lunedì 1 marzo 2010, 19:26
Residenza: firenze
Anti-spam: 56


Torna a In Ucraina per amore





Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti