Matrimonio a Kiev, rientro in Italia e Coesione Familiare

Ricongiungimento con la moglie sposata in Ucraina

Matrimonio a Kiev, rientro in Italia e Coesione Familiare

Messaggiodi TomSmith il venerdì 17 aprile 2015, 17:29

Ciao a tutti!
Chiedo se qualcuno di voi ha esperienza sulla procedura di COESIONE FAMILIARE con minore.

Intendo sposarmi a Kiev con la mia ragazza regolarmente divorziata, la quale ha una bimba. Ho capito che una volta giunti in Italia dopo il matrimonio a Kiev, MA solo dopo aver ottenuto la Carta di Soggiorno, lei potrà avviare la pratica di RICONGIUNGIMENTO FAMILIARE per far venire su la piccola. Inizialmente pensavo si potesse fare insieme al matrimonio, ma non è così.

In questura mi hanno detto che ci vogliono fino a 2 mesi per avere la Carta di Soggiorno, e lei non può viaggiare fino a che non riceve questo documento. (potrebbe, se avesse ancora il visto turistico valido che l’Ambasciata Italiana rilascia a seguito del matrimonio,.. ma poi se i carabinieri passano a fare il controllo presenza al mio domicilio e non la trovano, possono sorgere problemi). So anche che una volta in Italia, non potrà fare più di 6 mesi/anno fuori dall’Italia.

Quindi, per evitare di:

- Far stare la bimba lontana dalla mamma dai 2 ai 3 mesi, cioè fino a che non arriva la CDS e non prepariamo i documenti (dal Nulla Osta ON-LINE, alla richiesta di RICONGIUNGIMENTO,..etc..)
- Dover tornare a Kiev al VMS e chiedere RICONGIUNGIMENTO

Forse possiamo venire tutti e tre in Italia dopo matrimonio, la mia compagna con visto garantito 100% in quanto già mia moglie (abbiamo 6 mesi di tempo per richiederlo dopo matrimonio), e per la bimba chiedere un visto turistico, sperando di ottenerlo per un tempo sufficiente a fare le pratiche in Italia. Poi una volta qui, chiediamo Carta di Soggiorno per mia moglie e avviamo pratica di COESIONE FAMILIARE per la bimba.

Quando si iniziano a chiedere le pratiche per la Carta di Soggiorno della bimba, anche se il suo visto turistico dovesse scadere, lei si può fermare in Italia attesa di riceve la Carta di Soggiorno?

Avete esperienza con questa procedura?

Grazie mille per i vostri suggerimenti,
ciao
Avatar utente
TomSmith
ESPLORATORE
ESPLORATORE
 
Messaggi: 264
Iscritto il: mercoledì 11 aprile 2012, 23:31
Residenza: Torino
Anti-spam: 56


Re: Matrimonio a Kiev, rientro in Italia e Coesione Familiare

Messaggiodi vittorio_guido il venerdì 17 aprile 2015, 21:35

c'è qualcosa nel forum
l'ex marito di tua moglie, è favorevole a far venire la bimba in italia?
ciao
Vittò
Soltanto gli stupidi non sbagliano mai.....
Odessa Mama
Avatar utente
vittorio_guido
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 5848
Iscritto il: domenica 7 febbraio 2010, 22:09
Residenza: viareggio (Odessa vacanza)
Anti-spam: 56

Re: Matrimonio a Kiev, rientro in Italia e Coesione Familiare

Messaggiodi TomSmith il venerdì 17 aprile 2015, 22:41

Ciao Vittò,

ci sono buone possibilità che il padre dia il consenso all'espatrio definito della bambina. E' stata molto dura convincerlo, ma a volte la fortuna e la perseveranza aiutano gli audaci.
Dobbiamo essere sicuri che i documenti che andremo a preparare siano perfettamente OK, che non lascino adito ad interpretazioni alcune, per poter essere accettati dal Consolato e dalle autorità Italiane. Mi riferisco specialmente a:
“Permesso del padre all'espatrio permanente e affidamento alla madre del minore”, e “Assenso all'espatrio a tempo indeterminato della madre”.
Pensavo di fare un salto a Kiev a breve, iniziare a chiedere ai traduttori ufficiali dell'Ambasciata Italiana facendomi consigliare uno studio legale che abbia già trattato questa situazione.

I due documenti "cruciali" di cui sopra, hanno - mi pare - validità di un anno da emissione.
Chiedo conferma, ma credo che una volta che la bimba è in Italia con regolare permesso (CDS anche per i minori o si chiama in modo diverso?) ci potrà stare anche sei due documenti “Permesso all'espatrio permanente e affidamento alla madre del minore da parte del padre” e “Assenso all'espatrio a tempo indeterminato della madre” sono scaduti, esatto?
Avatar utente
TomSmith
ESPLORATORE
ESPLORATORE
 
Messaggi: 264
Iscritto il: mercoledì 11 aprile 2012, 23:31
Residenza: Torino
Anti-spam: 56

Re: Matrimonio a Kiev, rientro in Italia e Coesione Familiare

Messaggiodi dreamcatcher il venerdì 17 aprile 2015, 23:59

L'assenso all'espatrio a tempo indeterminato da parte della madre è un documento che non serve in caso di richiesta di coesione in quanto la bambina può ottenerla solo se è già sul territorio italiano.

E' necessario invece nel caso in cui si richieda, tramite vms o al consolato, il visto per ricongiungimento.

In caso di domanda di coesione, i documenti della bambina (o del parente stretto residente su territorio italiano) vanno prodotti in Ucraina, tradotti e apostillati e fatti recapitare in Italia (ovviamente nel tuo caso li potete fare comodamente finchè mamma e figlia sono in Ucraina, e poi portarli con voi in Italia).

Per la coesione NON è necessario il nulla osta, servono invece tutti i documenti personali della bambina e da parte materna il titolo di soggiorno in Italia (che avrà sicuramente in quanto moglie di italiano), il reddito (fai riferimento alle tabelle ministeriali, ovviamente conta anche il reddito del marito), l'idoneità dell'alloggio (in breve i mq dell'appartamento - ma essendo tu italiano, questo documento non dovrebbe mai essere richiesto), i documenti della madre (dal passaporto al certificato di nascita, matrimonio - ex- , divorzio, eventuali cambi di cognome, tutto prodotto in ucraina e tradotto, con apostille), e il consenso dell'altro genitore.

Se la madre ha titolo di restare in Italia, NESSUNO può rispedire a casa la figlia entrata regolarmente in Italia con visto turistico ed autorizzazione dell'altro genitore (non la si può allontanare nemmeno se fosse in Italia clandestinamente, a meno di denuncia del padre con tutto ciò che consegue, sottrazione di minore e via dicendo), quindi può attendere con la madre il responso alla domanda di coesione (che non vedo per quale motivo debba essere negata).

Ho spulciato l'impossibile prima di postare, se ho scritto inesattezze vi prego di correggerle perchè sono argomenti molto delicati che coinvolgono purtroppo dei bambini che, dei cavilli burocratici dei grandi, sono solo vittime.. e purtroppo ne so qualcosa.
Avatar utente
dreamcatcher
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 7648
Iscritto il: giovedì 1 luglio 2010, 10:38
Residenza: Como
Anti-spam: 56

Re: Matrimonio a Kiev, rientro in Italia e Coesione Familiare

Messaggiodi Alessia Ermitagge il domenica 7 giugno 2015, 16:00

Penso che quando nel regolamento si legge 'è obbligatorio presentarsi nell'apposita sezione', non sia da intendersi 'lasciate il biglietto da visita sarete ricontattati al più presto'

Dai, un piccolo sforzo se davvero interessa il forum...
Avatar utente
Alessia Ermitagge
Banned
 
Messaggi: 2
Iscritto il: martedì 15 aprile 2014, 18:01
Residenza: San Vittore Olona
Anti-spam: 42

Re: Matrimonio a Kiev, rientro in Italia e Coesione Familiare

Messaggiodi andrey il lunedì 8 giugno 2015, 9:19

il permesso all'espatrio definitivo ha la validita'che viene riportata
io l'ultimo che ho fatto dopo quello di 6 mesi ed un anno e'stato di 2 anni
ovvero fino all'eta' di 16 anni il minore
per uscire dall'Ucraina avra bisogno di autorizzazione valida del padre

ma non riesci a far avere un visto turistico alla bimba
e fare coesione in Italia
sempre con le autorizzazioni del padre?

devo ristudiare un po la normativa se puo fare tutto in ambasciata
il dls 30/2007 normativa sui familiari di cittadini europei
dice che debbono richiedere con precedenza direttamente in consolato il ricongiungimento
dopo matrimonio la minore e' familiare di cittadino italiano
«Lottate e vincerete!»,Taras Ševčenko ai popoli soggetti al dominio imperiale di Mosca "QUANDO TRA IL PANE E LA LIBERTÀ IL POPOLO SCEGLIE IL PANE, PRIMO O POI SI PERDERÀ TUTTO, COMPRESO IL PANE" Stepan Bandera
СЛАВА УКРАЇНІ CON IL CUORE VIVA UCRAINA
Avatar utente
andrey
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 5793
Iscritto il: lunedì 7 maggio 2007, 7:59
Residenza: firenze,lviv(resistenza)
Anti-spam: 42

Re: Matrimonio a Kiev, rientro in Italia e Coesione Familiare

Messaggiodi andrey il lunedì 8 giugno 2015, 9:27

Art. 5.
Diritto di ingresso

1. Ferme le disposizioni relative ai controlli dei documenti di viaggio alla frontiera, il cittadino dell'Unione in possesso di documento d'identità valido per l'espatrio, secondo la legislazione dello Stato membro, ed i suoi familiari non aventi la cittadinanza di uno Stato membro, ma in possesso di un passaporto valido, sono ammessi nel territorio nazionale.

2. I familiari non aventi la cittadinanza di uno Stato membro sono assoggettati all'obbligo del visto d'ingresso, nei casi in cui e' richiesto. Il possesso della carta di soggiorno di cui all'articolo 10 in corso di validità esonera dall'obbligo di munirsi del visto.

3. I visti di cui al comma 2 sono rilasciati gratuitamente e con priorità rispetto alle altre richieste.


Art. 2.
Definizioni

1. Ai fini del presente decreto legislativo, si intende per:
    a) «cittadino dell'Unione»: qualsiasi persona avente la cittadinanza di uno Stato membro;
    b) «familiare»:
        1) il coniuge;
        2) il partner che abbia contratto con il cittadino dell'Unione un'unione registrata sulla base della legislazione di uno Stato membro, qualora la legislazione dello Stato membro ospitante equipari l'unione registrata al matrimonio e nel rispetto delle condizioni previste dalla pertinente legislazione dello Stato membro ospitante;
        3) i discendenti diretti di età inferiore a 21 anni o a carico e quelli del coniuge o partner di cui alla lettera b);
        4) gli ascendenti diretti a carico e quelli del coniuge o partner di cui alla lettera b);
    c) «Stato membro ospitante»: lo Stato membro nel quale il cittadino dell'Unione si reca al fine di esercitare il diritto di libera circolazione o di soggiorno.
leggi sotto
importante questa legge per chi ha familiari stranieri

http://www.camera.it/parlam/leggi/deleghe/07030dl.htm
«Lottate e vincerete!»,Taras Ševčenko ai popoli soggetti al dominio imperiale di Mosca "QUANDO TRA IL PANE E LA LIBERTÀ IL POPOLO SCEGLIE IL PANE, PRIMO O POI SI PERDERÀ TUTTO, COMPRESO IL PANE" Stepan Bandera
СЛАВА УКРАЇНІ CON IL CUORE VIVA UCRAINA
Avatar utente
andrey
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 5793
Iscritto il: lunedì 7 maggio 2007, 7:59
Residenza: firenze,lviv(resistenza)
Anti-spam: 42

Re: Matrimonio a Kiev, rientro in Italia e Coesione Familiare

Messaggiodi andrey il lunedì 8 giugno 2015, 9:37

cercando di essere piu chiari
spero
dopo il matrimonio anche i figli di tua moglie diventano tuoi familiari
art 2 dls 30/2007

se ti sposi in Ua
richiesta di visto per ricongiungimento per entrambi
direttamente in consolato o se Kiev e'troppo lontano tramite vms centro visti cerca vms kiev filiali
il minore ha bisogno del certificato di parentela con la mamma certificato di nascita apostillato e tradotto presso traduttore accreditato ce ne sono vicini al consolato
e permesso definitivo all'espatrio del padre
per le scadenze se la legge non e' cambiata vedi il mio post sopra
attento che ogni volta che esce da Ucraina deve averlo valido
poi passaporto o personale o con mamma

scrivo a memoria poi rivedo sono fuori casa...


La COESIONE FAMILIARE si fa quando il familiare e'gia in Italia
soliti documenti ma presentati direttamente in questura
per i familiari di cittadini Italiani
moglie,figli della moglie ecc art2
«Lottate e vincerete!»,Taras Ševčenko ai popoli soggetti al dominio imperiale di Mosca "QUANDO TRA IL PANE E LA LIBERTÀ IL POPOLO SCEGLIE IL PANE, PRIMO O POI SI PERDERÀ TUTTO, COMPRESO IL PANE" Stepan Bandera
СЛАВА УКРАЇНІ CON IL CUORE VIVA UCRAINA
Avatar utente
andrey
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 5793
Iscritto il: lunedì 7 maggio 2007, 7:59
Residenza: firenze,lviv(resistenza)
Anti-spam: 42

Re: Matrimonio a Kiev, rientro in Italia e Coesione Familiare

Messaggiodi andrey il lunedì 8 giugno 2015, 9:37

cercando di essere piu chiari
spero
dopo il matrimonio anche i figli di tua moglie diventano tuoi familiari
art 2 dls 30/2007

se ti sposi in Ua
richiesta di visto per ricongiungimento per entrambi
direttamente in consolato o se Kiev e'troppo lontano tramite vms centro visti cerca vms kiev filiali
il minore ha bisogno del certificato di parentela con la mamma certificato di nascita apostillato e tradotto presso traduttore accreditato ce ne sono vicini al consolato
e permesso definitivo all'espatrio del padre
per le scadenze se la legge non e' cambiata vedi il mio post sopra
attento che ogni volta che esce da Ucraina deve averlo valido
poi passaporto o personale o con mamma

scrivo a memoria poi rivedo sono fuori casa...


La COESIONE FAMILIARE si fa quando il familiare e'gia in Italia
soliti documenti ma presentati direttamente in questura
per i familiari di cittadini Italiani
moglie,figli della moglie ecc art2
«Lottate e vincerete!»,Taras Ševčenko ai popoli soggetti al dominio imperiale di Mosca "QUANDO TRA IL PANE E LA LIBERTÀ IL POPOLO SCEGLIE IL PANE, PRIMO O POI SI PERDERÀ TUTTO, COMPRESO IL PANE" Stepan Bandera
СЛАВА УКРАЇНІ CON IL CUORE VIVA UCRAINA
Avatar utente
andrey
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 5793
Iscritto il: lunedì 7 maggio 2007, 7:59
Residenza: firenze,lviv(resistenza)
Anti-spam: 42

Re: Matrimonio a Kiev, rientro in Italia e Coesione Familiare

Messaggiodi TomSmith il lunedì 8 giugno 2015, 12:51

grazie mille Andrey per le preziose info! Mi leggo tutto bene e poi ti rispondo, posso anticiparti che intendiamo fare proprio così: matrimonio + visti moglie e figlia + documenti per entrambi in Italia. Devo solo capire bene le richieste del "Nulla Osta ON-LINE" che pare sia necessario anche in caso di COESIONE FAMILIARE.

Andremo a prenotare lo ZAGS a inizio Luglio sperando di trovare posto per metà/fine Agosto, intanto ho scritto al Consolato di Kiev per richiedere se possibile una consulenza presso Ambasciata Italiana... non penso che ricevano senza appuntamento, a parte il Nulla Osta per prenotare lo ZAGS (che però sono sicuro al 99% non serve più, ma verificherò direttamente in loco)

ciao
grazie mille!
Avatar utente
TomSmith
ESPLORATORE
ESPLORATORE
 
Messaggi: 264
Iscritto il: mercoledì 11 aprile 2012, 23:31
Residenza: Torino
Anti-spam: 56

Re: Matrimonio a Kiev, rientro in Italia e Coesione Familiare

Messaggiodi andrey il lunedì 8 giugno 2015, 13:39

il nullaosta in prefettura
E' una procedura per familiari di cittadini extra ue io per abbreviare dico al 100%
ovvero coniugi o altro tutti cittadini extra ue

per i familiari di cittadini UE e quindi italiani
hanno dopo anni anche se in vigore dal 2007 emanato il dls 30/2007

per cui arrivati in Italia con visto
i familiari extra ue di cittadino italiano
vanno diretti in questura per avere al carta di soggiorno art 10
tutto gratuito tranne 1 bollo

per richiedere il visto vanno in consolato anche senza appuntamento
oppure se lo vogliono al centro visti dove risiedono

La Sezione Visti dell’Ambasciata d’Italia in Kiev riceve il pubblico dal lunedì al giovedì dalle 9.15 alle 13.15 e dalle 15.15 alle 16.30.
Il venerdì gli Uffici sono aperti al pubblico soltanto dalle 9.15 alle 13.15.
Le richieste di visto per Adozione, Cure Mediche e Motivi Familiari con cittadini dell’UE, che beneficiano di particolare attenzione, possono essere presentate senza necessità di appuntamento ed in qualunque momento nell’orario di apertura al pubblico.

http://www.ambkiev.esteri.it/Ambasciata ... izi/Visti/
«Lottate e vincerete!»,Taras Ševčenko ai popoli soggetti al dominio imperiale di Mosca "QUANDO TRA IL PANE E LA LIBERTÀ IL POPOLO SCEGLIE IL PANE, PRIMO O POI SI PERDERÀ TUTTO, COMPRESO IL PANE" Stepan Bandera
СЛАВА УКРАЇНІ CON IL CUORE VIVA UCRAINA
Avatar utente
andrey
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 5793
Iscritto il: lunedì 7 maggio 2007, 7:59
Residenza: firenze,lviv(resistenza)
Anti-spam: 42

Re: Matrimonio a Kiev, rientro in Italia e Coesione Familiare

Messaggiodi andrey il lunedì 8 giugno 2015, 13:49

COMUNICAZIONE CONCERNENTE IL RICONGIUNGIMENTO FAMIGLIARE CON CITTADINI UE

L’Ufficio Visti dell’Ambasciata d’Italia a Kiev ha informato il Centro Visti VMS che e’ stato abrogato l’obbligo del visto nazionale tipo D per motivi famigliari di cittadini UE indicati nell’art.2 comma 1, lettera B del DL 30/2007. Pertanto le suddette categorie potranno richiedere il rilascio del visto di breve durata fino a 90 giorni tipo C Multiplo. Sara’ a cura del famigliare del cittadino UE per i soggiorni superiori ai 3 mesi di fare richiesta alle Questure di competenza della carta di soggiorno, presentando la documentazione prevista dall’art.10 del DL 2007 ed adempiere le formalita’ amministrative d’iscrizione anagrafica presso il Comune.

filiali centr visti

Filiali

Leopoli
via Kyryla e Mefodia 1 (all’incrocio di via Grushevskogo 8 e via Kyryla e Mefodia 1, nell’ufficio di PRAVEX-BANK)

Odessa
via Pushkinska 32 (nell’ufficio “Odesskaya amministrazione regionale” di PRAVEX-BANK)

Kharkiv
via Pushkinska 68 (nell’ufficio di PRAVEX-BANK)

Dnipropetrovsk
via Artema 18 (nell’ufficio di PRAVEX-BANK)

Vinnytsia
via Gogolya 30 (nell’ufficio di PRAVEX-BANK)

Kherson
via Mayakovskogo 16-A (nell’ufficio di PRAVEX-BANK)

il NULLAOSTA NON TI OCCORRE
1. Formulario per la domanda del visto di’ingresso
2. Fotografia recente in formato tessera
3. Passaporto o altro documento di viaggio in corso di validità con scadenza superiore di almeno tre mesi a quella del visto richiesto
4. Dichiarazione resa dal cittadino della U.E. corredata da copia di un suo documento di identità con il quale richieda la presenza in Italia del familiare e che attesti il possesso dei requisiti previsti dalla legge (Modulo per richiesta di visto per Familiare al seguito)
5. Atti di stato civile o idonea documentazione amministrativa che attesti il legame di parentela
6. In caso di figli minori, consenso al rilascio del visto sottoscritto dall’altro genitore

ATTI DI STATO CIVILE SONO
certificato di matrimonio tradotto e apostillato
certificato di nascita per il figlio tradotto e apostillato

vediamo se questo riassunto ti puo' essere utile

-clicca qui RIASSUNTO VISTO
«Lottate e vincerete!»,Taras Ševčenko ai popoli soggetti al dominio imperiale di Mosca "QUANDO TRA IL PANE E LA LIBERTÀ IL POPOLO SCEGLIE IL PANE, PRIMO O POI SI PERDERÀ TUTTO, COMPRESO IL PANE" Stepan Bandera
СЛАВА УКРАЇНІ CON IL CUORE VIVA UCRAINA
Avatar utente
andrey
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 5793
Iscritto il: lunedì 7 maggio 2007, 7:59
Residenza: firenze,lviv(resistenza)
Anti-spam: 42

Re: Matrimonio a Kiev, rientro in Italia e Coesione Familiare

Messaggiodi TomSmith il lunedì 8 giugno 2015, 23:30

Ho capito che il visto per ricongiungimento per il coniuge non esiste più, mia moglie entrerà con un visto turistico e poi andrà in Questura per la carta di soggiorno.


Non mi è chiaro invece perchè sul sito del VMS, alla voce "I documenti per il visto tipo Motivi familiari”, relativo ai minorenni, il punto 2 sia proprio la richiesta del NULLA OSTA:

2. NULLA OSTA

emesso da non oltre 6 mesi dallo Sportello Unico per l’Immigrazione (SUI) presso la Prefettura della Provincia di residenza del cittadino straniero invitante.

Poi il punto 4 specifica che il minore va in Italia per un soggiorno permanente per ricongiungimento famigliare:

4. ATTO NOTARILE (in originale e copia) con l’assenso all’espatrio di genitore.

Il genitore che e’ un possessore di Nulla Osta non deve presentare l’assenso all’espatrio del minore.
L’assenso notarile all’espatrio deve essere apostillato e con traduzione legalizzata.
Deve essere specificato nell’assenso che il/la minorenne va in Italia per un soggiorno permanente per ricongiungimento famigliare.

Se invece guardo "I documenti per visti tipo Turismo, Transito" sempre per i cittadini minorenni, noto che:

il NULLA OSTA non viene richiesto

invece di "assenso all'espatrio permanente per ricongiungimento famigliare" si parla di "assenso all’espatrio del bambino per l’intero periodo del viaggio, dal genitore che NON accompagna il bambino nel viaggio".

Andrey, credo che per far venire in Italia sua figlia non basta il visto turistico.. correggimi se ho sbagliato.
grazie mille!
ciao
Avatar utente
TomSmith
ESPLORATORE
ESPLORATORE
 
Messaggi: 264
Iscritto il: mercoledì 11 aprile 2012, 23:31
Residenza: Torino
Anti-spam: 56

Re: Matrimonio a Kiev, rientro in Italia e Coesione Familiare

Messaggiodi TomSmith il lunedì 8 giugno 2015, 23:33

invece di questa tua info:

4. Dichiarazione resa dal cittadino della U.E. corredata da copia di un suo documento di identità con il quale richieda la presenza in Italia del familiare e che attesti il possesso dei requisiti previsti dalla legge (Modulo per richiesta di visto per Familiare al seguito)

non sono riuscito a trovare indicazione sul sito del VMS....
grazie,
ciao
Avatar utente
TomSmith
ESPLORATORE
ESPLORATORE
 
Messaggi: 264
Iscritto il: mercoledì 11 aprile 2012, 23:31
Residenza: Torino
Anti-spam: 56

Re: Matrimonio a Kiev, rientro in Italia e Coesione Familiare

Messaggiodi andrey il martedì 9 giugno 2015, 12:33

cerchero' di essere piu' chiaro.

ci sono 2 normative
1 per stranieri bossi fini testo unico leggi immigrazione

2 PER CITTADINI UE E LORO FAMILIARI UE E EXTRA UE decretolegislativo 30/2007

per i cittadini stranieri al 100% c'e' la bossi fini
che prevede ricongiungimento solo con figlio minore e con il NULLAOSTA in prefettura puno 1

per i familiari nel nostro caso extra ue(Ucraini)
il dls 30/2007 da delle agevolazioni
visto direttamente e con priorita' in Consolato

carta di soggiorno direttamente e gratuitamente i questura senza Kit postale obbligatorio


di solito si va a Kiev in consolato
chi non ha particolari problemi di distanza o altro senza appuntamento
ci dovrebbe essere un ufficio riservato ai nostri casi non ci dovrebbero essere code particolari
quindi sul sito vms adesso lo riguardo tralasciano la normativa per italiani/ucraini
questo l'avevo preso dal sito vms
COMUNICAZIONE CONCERNENTE IL RICONGIUNGIMENTO FAMIGLIARE CON CITTADINI UE

L’Ufficio Visti dell’Ambasciata d’Italia a Kiev ha informato il Centro Visti VMS che e’ stato abrogato l’obbligo del visto nazionale tipo D per motivi famigliari di cittadini UE indicati nell’art.2 comma 1, lettera B del DL 30/2007. Pertanto le suddette categorie potranno richiedere il rilascio del visto di breve durata fino a 90 giorni tipo C Multiplo. Sara’ a cura del famigliare del cittadino UE per i soggiorni superiori ai 3 mesi di fare richiesta alle Questure di competenza della carta di soggiorno, presentando la documentazione prevista dall’art.10 del DL 2007 ed adempiere le formalita’ amministrative d’iscrizione anagrafica presso il Comune.

(niente nullaosta)

ti consiglio anche perche'in qualche ufficio in italia possono non conoscere o non applicare il dls 30/2007

di leggerlo e imparare almeno le parti principali

art 2 chi sono i familiari
art 10 la carta di soggiorno
e art 5 per il momento ma un letta a tutto non fa male
«Lottate e vincerete!»,Taras Ševčenko ai popoli soggetti al dominio imperiale di Mosca "QUANDO TRA IL PANE E LA LIBERTÀ IL POPOLO SCEGLIE IL PANE, PRIMO O POI SI PERDERÀ TUTTO, COMPRESO IL PANE" Stepan Bandera
СЛАВА УКРАЇНІ CON IL CUORE VIVA UCRAINA
Avatar utente
andrey
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 5793
Iscritto il: lunedì 7 maggio 2007, 7:59
Residenza: firenze,lviv(resistenza)
Anti-spam: 42

Prossimo

Torna a Ricongiungimento per matrimonio





Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

cron