Macchina con targa italiana in Ucraina

Tutti i problemi nascosti o seminascosti, tutto quello che è fuori dalla sfera della vacanza e del viaggio di piacere.

Re: Macchina con targa italiana in Ucraina

Messaggiodi markus il giovedì 14 maggio 2015, 20:55

Giusto sono fuori tema in quanto non mi interessa portare una macchina con targhe italiane in Ucraina.

Leggendo quanto ha scritto jcaloe ho notato "visto di lunga durata". Ho chiesto 6 anni fà all'Ambasciata ucraina a Roma se vi era la possibilità di ottenere un visto che permettesse di risiedere in Ucraina per più di 90 giorni senza dover fare il permesso di soggiorno ucraino. Mi hanno detto di no.

Ho pensato che forse nel frattempo qualche cosa è cambiato (frà l'altro ho cercato nel Forum ma non ho trovato niente).

Mi scuso di avere posto la domanda. Chiederò all'Ambasciata ucraina qui a Chisinau.
Avatar utente
markus
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 2231
Iscritto il: giovedì 13 marzo 2014, 12:18
Residenza: Basarabia
Anti-spam: 42


Re: Macchina con targa italiana in Ucraina

Messaggiodi Orion il mercoledì 30 settembre 2015, 17:56

Salve a tutti. Finalmente mi sono trasferito in Ucraina, da due giorni, e sto preparando la documentazione per il permesso di soggiorno provvisorio che poi mi servira per ottenere la residenza definitiva. Questa volta io e mia moglie siamo venuti in automobile (che intendiamo tenere con noi in Ucraina, beninteso), acquistata circa cinque anni fa. Come sempre ho letto i precedenti messaggi per trovare una risposta su questo tema, ma qualcosa mi sfugge ancora.

Vorrei ottenere la targa ucraina, possibilmente in tempi brevi: quale procedura devo attuare? Seconda domanda: la mia assicurazione italiana scade il 17 novembre 2015: cosa devo fare per avere da quella data una assicurazione in Ucraina (ammesso che sia possibile, considerando i tempi tecnici?). E ancora: sono tenuto a pagare qualche tassa doganale?

Grazie sin da ora per le eventuali risposte!
Avatar utente
Orion
ESPLORATORE
ESPLORATORE
 
Messaggi: 165
Iscritto il: sabato 30 luglio 2011, 19:25
Residenza: Lvivska Oblast - Ucraina
Anti-spam: 42

Re: Macchina con targa italiana in Ucraina

Messaggiodi uvdonbairo il mercoledì 30 settembre 2015, 18:36

Ma hai letto tutto questo post? a me sembra di no. Sono 4 pagine da 15 post cad. Leggi tutto per bene e assimila quanto scrivono.
Grazie
Avatar utente
uvdonbairo
Admin
Admin
 
Messaggi: 4668
Iscritto il: martedì 29 agosto 2006, 14:02
Località: Lucca
Residenza: Lucca
Anti-spam: 56

Re: Macchina con targa italiana in Ucraina

Messaggiodi Dniper il sabato 21 aprile 2018, 12:43

in questi giorni ho letto tantissimo nel forum,ma non riesco ancora a darmi una risposta
Sono in procinto di andare a vivere per un po’ in Ucraina, ho un prepensionamento e quind8 per i prossimi 2 anni dovrà fare un po’ in Italia è un po’ in Ucraina.....per il problema di soggiorno risolto, in quanto ho moglie Ucraina da tanti anni e sto facendo i documenti per un permesso di soggiorno lungo,il mio problema grosso è l’auto non voglio targarla UA quindi se ho letto bene sarò costretto ha uscire dall’Ucraina ogni 2 mesi per poi rientrare subito dopo..se è ancora così sono fortunato ho il confine moldavo a 30 km
Se avete altre dritte conferme ho smentite sono ben accetti consigli
Avatar utente
Dniper
VIAGGIATORE
VIAGGIATORE
 
Messaggi: 13
Iscritto il: sabato 7 aprile 2018, 10:32
Residenza: Milano
Anti-spam: 42

Re: Macchina con targa italiana in Ucraina

Messaggiodi Barry il sabato 21 aprile 2018, 15:36

No, se prendi la residenza e fai la posvidka hai tempo mi pare solo 15 giorni (da verificare, forse non ricordo bene i termini) e devi fare obbligatoriamente la targa Ucraina.
Tra l'altro la regola dei 60 giorni pare che non esista più. Sono entrato ai primi di aprile ed ho chiesto di sapere quanto può stare la mia macchina in Ucraina. Risposta della dogana un anno.
Avatar utente
Barry
MASTER
MASTER
 
Messaggi: 517
Iscritto il: lunedì 28 luglio 2008, 9:36
Località: Poltava
Residenza: Savona
Anti-spam: 42

Re: Macchina con targa italiana in Ucraina

Messaggiodi Dniper il sabato 21 aprile 2018, 16:52

Non non devo fare la residenza...quella deve rimanere in Italia,devo fare un permesso di soggiorno così posso entrare e uscire dall’Ucraina tutte le volte che voglio senza contare i 90 giorni
Tipo vado a maggio e ritorno in Italia a settembre,sbrigo le mie cose e ritorno in Ucraina ancora per 3/4 mesi per poi poter ritornare in Italia,e così via per i prossimi 2 anni,così facendo trasloco a poco a poco tutte le mie cose in Ucraina
Poi tra 2/3 anni faccio la residenza e mi trasferisco in modo definitivo in Ucraina
Avatar utente
Dniper
VIAGGIATORE
VIAGGIATORE
 
Messaggi: 13
Iscritto il: sabato 7 aprile 2018, 10:32
Residenza: Milano
Anti-spam: 42

Re: Macchina con targa italiana in Ucraina

Messaggiodi tonycop il sabato 21 aprile 2018, 19:13

Barry ha scritto:No, se prendi la residenza e fai la posvidka hai tempo mi pare solo 15 giorni (da verificare, forse non ricordo bene i termini) e devi fare obbligatoriamente la targa Ucraina.
Tra l'altro la regola dei 60 giorni pare che non esista più. Sono entrato ai primi di aprile ed ho chiesto di sapere quanto può stare la mia macchina in Ucraina. Risposta della dogana un anno.


quindi ora si puo' tenere l'auto in ucraina per 1 anno??? bellissima notizia..... =D> =D> =D> =D> =D>
Avatar utente
tonycop
VIAGGIATORE
VIAGGIATORE
 
Messaggi: 15
Iscritto il: giovedì 18 luglio 2013, 11:28
Residenza: gravellona lomellina
Anti-spam: 42

Re: Macchina con targa italiana in Ucraina

Messaggiodi Barry il sabato 21 aprile 2018, 20:28

Onestamente non so se si possa avere la posvidka senza poi cambiare targa.
Lascio la parola a chi è più esperto.
La macchina italiana può stare un anno ma la deve riportare fuori chi l'ha fatta entrare mi hanno detto.
Avatar utente
Barry
MASTER
MASTER
 
Messaggi: 517
Iscritto il: lunedì 28 luglio 2008, 9:36
Località: Poltava
Residenza: Savona
Anti-spam: 42

Re: Macchina con targa italiana in Ucraina

Messaggiodi peterthegreat il sabato 21 aprile 2018, 21:00

Fai prima a comprarti una macchina li, la intesti a tua moglie e fai la delega a condurre.
Dove son gli impiccatori degli Eroi che non scordiamo?
Dove son gli infoibatori della nostra gente sola?
Ruggirà per noi il leone, di là raglio di somaro.
Eia, carne del Quarnaro! Eja Eja Alalà
G. D'Annunzio
Avatar utente
peterthegreat
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 6406
Iscritto il: martedì 29 gennaio 2008, 18:11
Residenza: Savona
Anti-spam: 42

Re: Macchina con targa italiana in Ucraina

Messaggiodi jcaloe il domenica 22 aprile 2018, 9:05

Constato che, nonostante l'argomento, sia stato trattato tantissime volte, impera ancora una enorme confusione.
Dniper ha scritto:
Non non devo fare la residenza...quella deve rimanere in Italia,devo fare un permesso di soggiorno così posso entrare e uscire dall’Ucraina tutte le volte che voglio senza contare i 90 giorni


Permesso di soggiorno e residenza sono due cose identiche, con la sola differenza che il primo è riferito all'Ucraina, significando che una volta ottenuto, si ha la residenza legale in Ucraina e non si è più soggetti alla regola di permanenza massima 90/180 giorni, mentre la residenza in Italia si può mantenere allo stesso tempo, a meno che non si decida di iscriversi all'AIRE, avendo però la posvidka definitiva (libretto verde), ed in tal caso non si è più residenti in Italia.

Una volta ottenuta la posvidka definitiva si hanno 60 giorni di tempo per immatricolare l'auto con targa italiana in Ucraina, senza pagare l'esoso dazio doganale, altrimenti dovuto. Ma qui insorge un grosso problema, dovuto al fatto che, a decorrere dal Luglio 2014, i PRA italiani non effettuano più la cancellazione per esportazione, se non previa preliminare immatricolazione della autovettura in altro paese.

Ciò va bene per i paesi comunitari, ma non per l'Ucraina, in cui la immatricolazione deve essere preceduta dalla cancellazione della targa straniera della autovettura. Alla sezione consolare della ambasciata italiana di Kiev mi hanno riferito, a suo tempo, che sono consapevoli di questo enorme problema, per cui, quando ci si avvale di effettuare la operazione di cancellazione presso di loro, inviano la pratica al PRA di competenza, con l'annotazione che la preliminare immatricolazione estera della autovettura non è consentita dalle autorità ucraine.

Risultato: il più delle volte il PRA nega la cancellazione, ed una sola volta la ha concessa: informazione diretta fornita dal funzionario della cancelleria consolare: insomma un terno al lotto.

Inoltre le autovetture con targa estera possono circolare in Ucraina un anno dal loro ultimo ingresso, ed in caso di uscita e rientro, anche in giornata, comincia a decorrere nuovamente l'anno di possibile permanenza. La storia dei 60 giorni probabilmente la avevano implementata in passato le autorità di polizia ucraine per allargare i campo delle potenziali estorsioni a danno degli stranieri sulle strade, in epoca in cui la pratica era molto diffusa.

Ma se si ottiene la posvidka definitiva da parte dell'intestatario dell'auto con targa estera, la stessa può circolare liberamente in Ucraina al massimo dieci giorni, cinque se si utilizza lo stesso varco di frontiera in entrata ed uscita, pena multe salatissime.

Altresì va tenuto conto che l'ottenere il permesso di soggiorno definitivo ucraino consente di non pagare il dazio doganale di importazione della automobile, fermo restante che si è comunque soggetti alle restrizioni tecniche di immatricolazione, fra cui, ritengo la più importante, non è permesso immatricolare autovetture che non siano almeno Euro 5.

Detto ciò ritengo molto difficile ed improbabile riuscire ad immatricolare una auto con targa italiana in Ucraina, ancorché possibile in teoria. Cosa si deve fare allora? Vedo solo due soluzioni:
La prima, tenere la macchina per sempre in Ucraina, andando a far parte dell'ormai numerosissimo drappello di automobili che circolano illegalmente in Ucraina (si stimano che siano circa 500.000, soprattutto con targhe polacche e lituane), per le quali da più parti si invoca una sorta di sanatoria. Infatti le compagnie di assicurazione ucraine ormai assicurano sul territorio ucraino anche auto con targa estera, e molte di queste vengono utilizzate anche ufficialmente come taxi.

Chiaramente non bisogna uscire più dall'Ucraina con queste automobili, altrimenti in frontiera ci sarebbero multe da capogiro. La seconda variante, sbarazzarsi dell'auto con targa italiana, o vendendola in UE, oppure rottamandola e comprandone una in Ucraina, cosa che ho fatto io, essendo un fautore della legalità ed avendone la possibilità, ma chiaramente la cosa non è economicamente indolore.

Spero di essere stato abbastanza esaustivo.
Avatar utente
jcaloe
MASTER
MASTER
 
Messaggi: 1097
Iscritto il: martedì 22 giugno 2010, 13:10
Residenza: Kiev
Anti-spam: 42

Precedente

Torna a Problemi dell'Ucraina.





Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

cron