Lettera d'invito e fideiussione bancaria

Visto di ingresso per l'Italia

Re: Lettera d'invito e fideiussione bancaria

Messaggiodi vittorio_guido il domenica 24 maggio 2015, 17:27

1-i travelcheck li DEVI fare in Ucraina.
Esistono ancora banche che li fanno.
poi volendo li cambi il giorno che ti arriva il visto.
l'ambasciata vuole che tu ucraino abbia i soldi per manteneti in italia......
per assurdo potrebbe fare le fotocopie degli euro.....
2- mia suocera alla privat bank ha ancora il conto in euro e prevela con la carta dallo stesso, ovviamente quando prevela il bancomat danno grivna.
Ma il conto è in euro e se vuole allo sportello preleva in euro. Con richiesta fatta in anticipo, ovviamente.
3- non esiste una via semplice o sicura, ad Andrey ha funzionato la fideiussione a me no ad andbod non convince.
Io la vieterei per legge. Ho un amico che si è ritrovato i soldi bloccati per un anno.....
Ripeto appena può mandala a chiedere.
facci sapere
Vittò
Soltanto gli stupidi non sbagliano mai.....
Odessa Mama
Avatar utente
vittorio_guido
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 5928
Iscritto il: domenica 7 febbraio 2010, 22:09
Residenza: viareggio (Odessa vacanza)
Anti-spam: 56


Re: Lettera d'invito e fideiussione bancaria

Messaggiodi vittorio_guido il domenica 24 maggio 2015, 17:40

Anche il bonifico da banca a banca impiega qualche giorno.
Ti conviene le poste o western o moneygram. Ma informati sulla valuta là credo che gli arrivino in grivna.
Soltanto gli stupidi non sbagliano mai.....
Odessa Mama
Avatar utente
vittorio_guido
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 5928
Iscritto il: domenica 7 febbraio 2010, 22:09
Residenza: viareggio (Odessa vacanza)
Anti-spam: 56

Re: Lettera d'invito e fideiussione bancaria

Messaggiodi andrey il domenica 24 maggio 2015, 18:02

nel 2002 la piu gettonata era la fideiussione
con la mia banca abbiamo chiarito bene
i rischi di vittorio guido ci sono
tempo e validita' 1 mese
circa 6 mesi per dare decorrenze
circa 20 gg per avere approvazione

fine periodo copertura rimborso e chiusura pratica
«Lottate e vincerete!»,Taras Ševčenko ai popoli soggetti al dominio imperiale di Mosca "QUANDO TRA IL PANE E LA LIBERTÀ IL POPOLO SCEGLIE IL PANE, PRIMO O POI SI PERDERÀ TUTTO, COMPRESO IL PANE" Stepan Bandera
СЛАВА УКРАЇНІ CON IL CUORE VIVA UCRAINA
Avatar utente
andrey
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 5875
Iscritto il: lunedì 7 maggio 2007, 7:59
Residenza: firenze,lviv(resistenza)
Anti-spam: 42

Re: Lettera d'invito e fideiussione bancaria

Messaggiodi dreamcatcher il domenica 24 maggio 2015, 23:26

Aggiungo i miei due copechi ma credo che si sia già detto tutto. Più che altro, avendo da pochissimo ottenuto il visto per i genitori della mia bella, posso dare informazioni molto recenti riguardo le carte di credito , gli euro e via dicendo.

Probabilmente alcuni anni fa la fideiussione era una strada percorribile, equivalente a quella dei travel cheques (che ricordo di aver usato per un viaggio in olanda nel 1992... :shock: ), oggi credo che non ne valga assolutamente la pena.
Non solo per un discorso esclusivamente economico, uno potrebbe anche aver soldi da buttare in burocrazia e da regalare alla banca, o avere disponibilità che gli consentono di bloccare una cifra per un determinato tempo anche lungo... e potrebbe anche avere la pazienza di stare a firmare carte e scartoffie di ogni tipo.
Credo però che sia cambiato il modo di vedere la fideiussione da parte del Consolato: anni fa quanti dall'ucraina avrebbero potuto realmente chiedere un visto per l'europa? La fideiussione era un garanzia, effettivamente.

Oggi penso si tenda a guardare più la situazione complessiva della persona che richiede il visto, come si è detto più volte il famoso 'rischio di non rientro'. Ora, immagino: studentessa, senza figli, senza lavoro, senza una casa di proprietà... invitata e mantenuta in tutto... quante probabilità ci sono che possa rimanere in Italia invece di rientrare in Ucraina? Poche? forse, ma sempre troppe rispetto a zero di una persona che ha soldi propri, lavoro, famiglia e via dicendo.

Alle garanzie personali si sommano poi quelle date da chi invita, ma limitate alla logistica a mio modo di vedere: alloggio, vitto, trasporti ecc ecc.

Altro punto: le carte di credito/debito sono ormai diffusissime. Ne hanno data una ai miei suoceri che non sapevano nemmeno come fossero fatte... vai in banca, apri un conto (metti qualche firma), aspetti una settimana dieci giorni e ti arriva la carta. Mi riferisco a un conto in euro. Come diceva Vittorio, se il conto è in euro allo sportello bancario prelevi in euro, al bancomat no. Ma... ricordiamoci che i soldi messi sulla carta sarebbero quelli che la persona dovrebbe utilizzare per pagarsi il soggiorno in Italia, quindi in Italia preleva in euro e meglio ancora, paga con la carta in Euro. Quindi zero problemi di conversione in grivne, svalutazione ecc ecc. Deve solo fallire la banca per perdere i soldi che ha messo sulla carta. Se i soldi poi sono i tuoi, usate la sua carta per i pagamenti in Italia. Ristorante, gita in battello, luna park...

Ora, qual è la somma che deve appoggiare sul conto per poter chiedere il visto? Mille euro?
Beh, mi verrebbe da dirti di prendere un bel volo per kiev e potarglieli... quei 2-3cento euro, visto che c'è di mezzo papà, al posto di regalarli alla banca li potrebbe dare a te :wink:
Vai, glieli consegni e torni... la fai felice, ti diverti tu, e sarà una gita da raccontare anche fra vent'anni... altro che moneygram :mrgreen:
Avatar utente
dreamcatcher
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 7697
Iscritto il: giovedì 1 luglio 2010, 10:38
Residenza: Como
Anti-spam: 56

Re: Lettera d'invito e fideiussione bancaria

Messaggiodi CarloDeDonno il lunedì 25 maggio 2015, 0:36

Dreamcatcher, i tuoi messaggi sono sempre molto chiari e utili.

Comunque, la somma necessaria si aggira sui 1100 euro. Purtroppo sono tornato da Kiev giusto due settimane fa, quindi devo per forza trovare un altro metodo per trasferire il denaro. Da buon studente sono adeguatamente squattrinato e il politecnico ruba la vita nei mesi antecedenti la sessione d'esami :cry:

Da quanto ho letto mi sembra di capire che:
1) devo dimenticarmi della fideiussione;
2) devo trovare il modo per mandare i soldi in Ucraina;
3) la soluzione migliore è quella di aprire un conto in euro.

Qualche altro anno così e mi verranno i capelli bianchi per tutta questa burocrazia.
Ma tengo duro!
Avatar utente
CarloDeDonno
ESCURSIONISTA
ESCURSIONISTA
 
Messaggi: 87
Iscritto il: giovedì 5 maggio 2011, 16:51
Località: Torino
Residenza: Torino
Anti-spam: 42

Re: Lettera d'invito e fideiussione bancaria

Messaggiodi andbod il lunedì 25 maggio 2015, 9:47

Mandare i soldi in Ucraina e' molto semplice :
1) con i furgoni : prendono una commissione piu' bassa ma bisogna almeno conoscerli per evitare "rischi"
2) via western union/moneygram : la commissione e' piu' alta ma ci sono spesso condizioni particolari. Si ritirano direttamente Eur o Usd in banca e si mettono sulla carta di debito
Avatar utente
andbod
Admin
Admin
 
Messaggi: 7215
Iscritto il: domenica 7 dicembre 2008, 1:40
Residenza: Lviv Ucraina
Anti-spam: 56

Re: Lettera d'invito e fideiussione bancaria

Messaggiodi CarloDeDonno il lunedì 25 maggio 2015, 12:00

Grazie mille. Grazie a dio c'è questo forum!

Un ultimo dubbio, forse stupido: posso scrivere la lettera d'invito a nome mio? Penso che una lettera da un 20enne a un'altra 20enne sia meno sospettosa che quella scritta da un 45ene. O è meglio il solito metodo di prenotare un hotel e poi cancellare la prenotazione?
Avatar utente
CarloDeDonno
ESCURSIONISTA
ESCURSIONISTA
 
Messaggi: 87
Iscritto il: giovedì 5 maggio 2011, 16:51
Località: Torino
Residenza: Torino
Anti-spam: 42

Re: Lettera d'invito e fideiussione bancaria

Messaggiodi dreamcatcher il lunedì 25 maggio 2015, 13:53

Certo, direi che devi scriverla tu la lettera d'invito!
Non vale la pena complicarsi la vita: fai la tua parte qui dall'Italia mentre lei fa la sua lì in Ucraina.
Se tutto è fatto secondo ciò che viene richiesto, stai sicuro che un eventuale rifiuto del visto potrà essere imputato solo alla reale mancanza di requisiti e allora non c'è niente da fare.

Più le cose sono lineari, meno probabilità ci sono di commettere errori.

Prepara la tua lettera d'invito (quella scritta di tuo pugno) e spiega chi stai invitando, perchè, che programmi avete... ma soprattutto compila correttamente il modello d'invito che trovi sul sito del vms, invialo corredato del tuo documento d'identità (occhio alla firma, dev'essere la stessa!), aggiungi qualche documento che testimoni dove la ospiterai (che è casa di tuo padre, ma che è anche il luogo dove vivi tu).

Da parte sua oltre al passaporto deve presentare i biglietti aerei (o le prenotazioni), la famosa carta di credito con la cifra richiesta (ricordati che la stampata del bancomat vale TRE giorni), l'assicurazione sanitaria che probabilmente stipulerà al VMS, eventuale dichiarazione del datore di lavoro, o della scuola... ma trovi tutto sul sito del vms.
Ovviamente l'anketa con le fotografie, ora l'anketa la si può compilare direttamente online.

Non serve altro. Se riterranno di concederle un visto, lo otterrà.

ps. per quanto riguarda i pullmini, sono piuttosto sicuri nel consegnare il denaro e/o i documenti che gli vengono affidati.
Ovviamente una precauzione può essere quella di dividere la somma in due o tre spedizioni diverse... e ricordati che se decidi di inviare denaro non dichiarato all'autista (come tanti fanno, nascondendolo magari tra un barattolo di nutella e uno di pelati) non paghi le commissioni ma se sparisce... sparisce :doubt:
Avatar utente
dreamcatcher
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 7697
Iscritto il: giovedì 1 luglio 2010, 10:38
Residenza: Como
Anti-spam: 56

Re: Lettera d'invito e fideiussione bancaria

Messaggiodi andrey il lunedì 25 maggio 2015, 15:35

dreamcatcher ha scritto:Altro punto: le carte di credito/debito sono ormai diffusissime. Ne hanno data una ai miei suoceri che non sapevano nemmeno come fossero fatte... vai in banca, apri un conto (metti qualche firma), aspetti una settimana dieci giorni e ti arriva la carta. Mi riferisco a un conto in euro. Come diceva Vittorio, se il conto è in euro allo sportello bancario prelevi in euro, al bancomat no. Ma... ricordiamoci che i soldi messi sulla carta sarebbero quelli che la persona dovrebbe utilizzare per pagarsi il soggiorno in Italia, quindi in Italia preleva in euro e meglio ancora, paga con la carta in Euro. Quindi zero problemi di conversione in grivne, svalutazione ecc ecc. Deve solo fallire la banca per perdere i soldi che ha messo sulla carta. Se i soldi poi sono i tuoi, usate la sua carta per i pagamenti in Italia. Ristorante, gita in battello, luna park...

Ora, qual è la somma che deve appoggiare sul conto per poter chiedere il visto? Mille euro?
Beh, mi verrebbe da dirti di prendere un bel volo per kiev e potarglieli... quei 2-3cento euro, visto che c'è di mezzo papà, al posto di regalarli alla banca li potrebbe dare a te :wink:
Vai, glieli consegni e torni... la fai felice, ti diverti tu, e sarà una gita da raccontare anche fra vent'anni... altro che moneygram :mrgreen:


quindi scusatemi sono il perennemente duro in giri di banca
verso 1075 euro meglio comunque stare sopra la cifra richiesta per il visto per un prepagata o carta di credito
se mi occorre solo per questa occasione posso riavere il miei 1075 euro con qualche commissione in Ucraina
posso spendere in italia con qualche commissione euro su euro
giusto????

il consiglio finale di dream lo sottoscrivo in :wink: pieno
«Lottate e vincerete!»,Taras Ševčenko ai popoli soggetti al dominio imperiale di Mosca "QUANDO TRA IL PANE E LA LIBERTÀ IL POPOLO SCEGLIE IL PANE, PRIMO O POI SI PERDERÀ TUTTO, COMPRESO IL PANE" Stepan Bandera
СЛАВА УКРАЇНІ CON IL CUORE VIVA UCRAINA
Avatar utente
andrey
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 5875
Iscritto il: lunedì 7 maggio 2007, 7:59
Residenza: firenze,lviv(resistenza)
Anti-spam: 42

Re: Lettera d'invito e fideiussione bancaria

Messaggiodi vittorio_guido il lunedì 25 maggio 2015, 16:20

Si ovviamente c'è da conoscere la commissione delle due banche.
Se ti trattengono cento euro l'una, devi spedire 200 euro extra esigenza visto.
quoto in toto tutto quello che dice beppe. (Dreamcatcher ndr)
Ciao
Vittò
Soltanto gli stupidi non sbagliano mai.....
Odessa Mama
Avatar utente
vittorio_guido
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 5928
Iscritto il: domenica 7 febbraio 2010, 22:09
Residenza: viareggio (Odessa vacanza)
Anti-spam: 56

Re: Lettera d'invito e fideiussione bancaria

Messaggiodi dreamcatcher il lunedì 25 maggio 2015, 17:30

nel momento i cui metti sul conto la cifra richiesta la cosa importante è che quella cifra resti fino al momento della stampa del saldo allo sportello bancomat, che va fatta come abbiamo detto NON più di tre giorni prima di presentare il documento al VMS.. La stampa del saldo va fatta in inglese, o va tradotta se viene fatta in ucraino.

Dopo aver presentato la documentazione i soldi possono essere prelevati senza aspettare l'esito della domanda di visto, ovviamente con una commissione che varia da banca a banca tenendo anche conto dell'eventuale limite di prelievo in euro.

Se la carta viene invece utilizzata in Italia, le commissioni si applicano solo sui prelievi allo sportello bancomat e sono abbastanza onerosi. A quel punto penso valga la pena di utilizzare la carta solo come mezzo di pagamento, la carta è in euro quindi non vi sono nè conversioni nè commissioni da applicare.

Poi al limite al rientro, se resta qualcosa :mrgreen: , li si preleva in Ucraina.
Un consiglio - riprendo più che altro ciò che hanno scritto Andbod e il Corvo - conviene magari attivare il servizio di internet banking in modo da poter tenere sotto controllo la spesa anche mentre si è in Italia.

Giovedì arrivano i miei suoceri, sono curioso di vedere la loro carta di debito... da quanto dicono, hanno lasciato un centinaio di euro sul conto, il resto è stato prelevato.
Avatar utente
dreamcatcher
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 7697
Iscritto il: giovedì 1 luglio 2010, 10:38
Residenza: Como
Anti-spam: 56

Re: Lettera d'invito e fideiussione bancaria

Messaggiodi CarloDeDonno il martedì 26 maggio 2015, 2:05

Wow! Grazie mille per tutte le informazioni, comunque maggior parte di tutto questo lo sapevamo. L'anno scorso abbiamo richiesto il visto per due settimane con successo :)

Comunque la situazione si è semplificata molto, la sorella della mia ragazza può prestare la somma necessaria, quindi tutta la parte pernicious relativa al denaro si può dire risolta.

ora, se scrivo la mia lettera di invito. Mi conviene dire tutta la verità? Che è la mia fidanzata, ci conosciamo da tre anni e così via? O mi conviene dire che è un'amica? Quindi poi compilo anche il modulo a nome mio?

Comunque non si smette mai di imparare. Pensavo il modulo dovesse essere per forza compilato dal proprietario dell'alloggio (o affittuario ovviamente). E non sapevo fosse buona pratica scrivere anche una lettera di proprio pugno. Grazie ancora per le informazioni!
Avatar utente
CarloDeDonno
ESCURSIONISTA
ESCURSIONISTA
 
Messaggi: 87
Iscritto il: giovedì 5 maggio 2011, 16:51
Località: Torino
Residenza: Torino
Anti-spam: 42

Re: Lettera d'invito e fideiussione bancaria

Messaggiodi vittorio_guido il martedì 26 maggio 2015, 9:46

Prova a scrivere al vms.
Ti rispondono.
io l'ho fatto con mia suocera.
e mi risposero dopo un giorno.
Vedrai se ci sono problemi già te lo diranno.

Ciao
Vittò
Soltanto gli stupidi non sbagliano mai.....
Odessa Mama
Avatar utente
vittorio_guido
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 5928
Iscritto il: domenica 7 febbraio 2010, 22:09
Residenza: viareggio (Odessa vacanza)
Anti-spam: 56

Re: Lettera d'invito e fideiussione bancaria

Messaggiodi gianfrancesco il martedì 26 maggio 2015, 11:31

salve :) :) in estate arriva la figlia di mia moglie, per la prima volta. io ho compilato e spedito solo la lettera di invito (quella scaricata da internet lei aveva ancora un vecchio modello) più fotocopia della mia carta di identità senza barrare la fideiussione perché lei ha già un visto scenghen? avendo fatto avanti e indietro con la polonia diverse volte.
la ragazza ha detto che non le occorreva altro perché è imprenditrice,(presenta la documentazione) ha carta di credito ,conto in banca,(presenta la giacenza) volo a\r.
in sostanza io\la mamma ci mettiamo l'alloggio, specifico, io ho fatto domanda specificando di essere marito di sua madre. la ragazza ha detto che è a posto così.
apro parentesi; mio nipote a cui arriva a giorni un aamica da Kiev dice che hanno stretto i giorni di permesso (non è la prima volta che viene) si sa qualche cosa?
gianbologna
Avatar utente
gianfrancesco
MASTER
MASTER
 
Messaggi: 399
Iscritto il: sabato 19 gennaio 2008, 7:13
Località: bologna\ternopil
Residenza: Bologna\ternopil
Anti-spam: 56

Re: Lettera d'invito e fideiussione bancaria

Messaggiodi andbod il martedì 26 maggio 2015, 12:59

Aggiungo una precisazione : in realtà la somma deve rimanere sulla carta non solo fino al momento dell'estratto conto in Ucraina ma fino all'ingresso in Italia in quanto la disponibilità della somma per il soggiorno deve essere dimostrabile, in caso di richiesta, anche al momento dell'ingresso in spazio Schengen. E' difficilissimo che questo avvenga ma le guardie di frontiera potrebbero richiedere di andare al bancomat e richiedere di controllare il saldo della carta.

Ricordo anche che, a differenza del prelievo, per il pagamento con carta negli eserciti convenzionati non ci sono spese bancarie di nessun tipo se la carta viene rilasciata in EUR.

Riguardo alla richiesta in merito alla riduzione dei "giorni di permesso" non mi è chiara : si vuole sapere se ora vengono concessi visti di minore durata ? Onestamente non mi risulta che ci sia stata alcuna stretta da parte del Consolato.
Avatar utente
andbod
Admin
Admin
 
Messaggi: 7215
Iscritto il: domenica 7 dicembre 2008, 1:40
Residenza: Lviv Ucraina
Anti-spam: 56

PrecedenteProssimo

Torna a Visto di ingresso





Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti