Legge sulle minoranze linguistiche

La politica in Ucraina.

Legge sulle minoranze linguistiche

Messaggiodi andbod il mercoledì 4 luglio 2012, 11:49

Ieri e' stata approvata a sorpresa (e contro i regolamenti del Parlamento) la Legge sulle minoranze linguistiche, definita da molti (UE compresa) come una Legge che di fatto serve esclusivamente a rendere la lingua Russa seconda lingua di Stato in Ucraina, mentre non tutela assolutamente le vere minoranze linguistiche.

A seguito di questa decisione si sono appena dimessi lo speaker del parlamento Lytvyn e il presidente del parlamento stesso Tomenko, mentre alcune migliaia di persone si sono riversate in piazza a Kyiv. Manifestazioni anaologhe stanno avvenendo soprattutto nell'Ovest e nel centro del paese. Molteplici le testimonianze di autobus e singole persone che stanno cercando di raggiungere la capitale per manifestare ma vengono identificate e bloccate dalla polizia.

Sempre nella capitale la polizia ha caricato i manifestanti, anche usando gas lacrimogeno contro i parlamentari in corteo tra i quali il famoso pugile Klitchko.

Pare che la leadership Ucraina abbia aspettato la fine degli Europei per alzare i toni dello scontro politico. Molti commentatori politici sostengono che questo sia un disperato tentativo da parte del Partito delle Regioni per riuscire a riconquistare almeno qualche voto nell'est del paese o comunque per creare tensioni tali nel paese da costringere a rimandare le elezioni in nome dell'unita' nazionale o peggio.

Gli ultimi sondaggi danno il Partito delle Regioni, recentemente fusosi con tutti gli altri partiti di governo, in caduta libera dal precedente 40% (aggredato delle forze di governo) a circa il 22%, contro il 27% del partito della Timoshenko, il 10% del partito di Klitchko (che ha gia' detto che e' favorevole ad un'alleanza con la Timoshenko) e il 5% di Svoboda e altrettanto dei comunisti. Tutti gli altri partiti non arriverebbero alla soglia del 5%.

Mentre la corte Europea per i diritti umani condanna l'arresto dell'ex ministro degli interni Lutsenko come illegale e lo dichiara detenuto politico, la cancelliera tedesca Merkel dichiara sospeso l'accordo di eliminazione dei visti per i cittadini Ucraini, l'Ucraina alza i toni dello scontro approvando la Legge sulle minoranze linguistiche (fortemente avversata nell'edizione attuale da parte della UE) e manda a dire a Bruxelles che, nonostante gli accordi in essere, non ritiene accettabile la deliberazione della Corte Europea per i diritti umani e quindi non liberera' Lutsenko.

Il rischio dell'Ucraina e' quello di ritrovarsi in una situazione ancora peggiore della Bielorussia e di rimanere tagliata fuori sia dall'Europa che dalla Russia, che ultimamente e' sempre piu' insofferente per via delle scorribande del Governo Ucraino anche ai danni di imprese Russe operanti in Ucraina e per le aspirazioni Ucraine di estrarre gas sul suo suolo e importare gas liquido dal medio oriente, andando quindi ad applicare le normali tariffe di mercato per il transito del gas russo verso l'Europa.
Avatar utente
andbod
Admin
Admin
 
Messaggi: 7232
Iscritto il: domenica 7 dicembre 2008, 1:40
Residenza: Lviv Ucraina
Anti-spam: 56


Re: Legge sulle minoranze linguistiche

Messaggiodi andbod il mercoledì 4 luglio 2012, 12:00

Pare che la polizia abbia fatto irruzione dentro la "Ukrainian House", dove il Presidente Yanykovich doveva tenere una conferenza stampa e dove si trovavano esponenti e parlamentari dell'opposizione, mandando all'ospedale diversi parlamentari e giornalisti.

La conferenza stampa di Yanykovich e' stata rimandata mentre la polizia ha negato di aver fatto irruzione, cosa che invece sembra confermata dai diversi servizi giornalistici che stanno andando in onda.

Allo stato attuale la polizia si e' posizionata attorno alla sala conferenze "circondata" da un paio di migliaia di manifestanti all'esterno.
Avatar utente
andbod
Admin
Admin
 
Messaggi: 7232
Iscritto il: domenica 7 dicembre 2008, 1:40
Residenza: Lviv Ucraina
Anti-spam: 56

Re: Legge sulle minoranze linguistiche

Messaggiodi Oleksandr Dovzhenko il mercoledì 4 luglio 2012, 16:57

Stamattina ho visto i manifestanti di fronte all'Amministrazione del Presidente, ma ho solo visto un numero stimato intorno ai 100 manifestanti con bandiere dell'Ucraina, ma niente urla o pugni o schiaffi... Alle 16.00 circa sono tornato in zona e stavano sempre lì... boh...

Magari queste cose in Ucraina le fanno in silenzio...
Avatar utente
Oleksandr Dovzhenko
ESCURSIONISTA
ESCURSIONISTA
 
Messaggi: 68
Iscritto il: mercoledì 30 maggio 2012, 16:16
Residenza: Kiev
Anti-spam: 56

Re: Legge sulle minoranze linguistiche

Messaggiodi peterthegreat il mercoledì 4 luglio 2012, 17:08

Ma quali sarebbero le minoranze linguistiche?
Dove son gli impiccatori degli Eroi che non scordiamo?
Dove son gli infoibatori della nostra gente sola?
Ruggirà per noi il leone, di là raglio di somaro.
Eia, carne del Quarnaro! Eja Eja Alalà
G. D'Annunzio
Avatar utente
peterthegreat
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 6402
Iscritto il: martedì 29 gennaio 2008, 18:11
Residenza: Savona
Anti-spam: 42

Re: Legge sulle minoranze linguistiche

Messaggiodi Forrest Gump il mercoledì 4 luglio 2012, 17:47

andbod ha scritto:Sempre nella capitale la polizia ha caricato i manifestanti.....

......Mentre la corte Europea per i diritti umani condanna l'arresto dell'ex ministro degli interni Lutsenko come illegale e lo dichiara detenuto politico, la cancelliera tedesca Merkel dichiara sospeso l'accordo di eliminazione dei visti per i cittadini Ucraini, l'Ucraina.......manda a dire a Bruxelles che, nonostante gli accordi in essere, non ritiene accettabile la deliberazione della Corte Europea per i diritti umani e quindi non liberera' Lutsenko.

Il rischio dell'Ucraina e' quello di ritrovarsi in una situazione ancora peggiore della Bielorussia.......

andbod ha scritto:Pare che la polizia abbia fatto irruzione dentro la "Ukrainian House"....... mandando all'ospedale diversi parlamentari e giornalisti.

........... la polizia ha negato di aver fatto irruzione, cosa che invece sembra confermata dai diversi servizi giornalistici che stanno andando in onda.

Anche il nostro Monti, dopo avere assistito a Kiev alla partita Italia/Spagna, dedica in diretta Rai, alcuni minuti all'Ucraina.

Il tono è molto freddo, ben lontano dall'usuale diplomazia in occasione di visite o incontri di capi di stato e/o rappresentanti di governo, dove si parla sempre di amicizia, buoni rapporti ecc.
A Kiev, Monti parla dell'incontro con Yanukovic come di un "breve colloquio di circostanza", sottolineando la necessità di progressi dell'Ucraina nel campo dei diritti e dei processi e di richiamo ad un dovere di civiltà europea.

Ecco il link (per chi vuole andare al sodo e saltare commenti sulla partita, andare al minuto 2 direttamente):
http://www.youtube.com/watch?v=iKAZTzlzZ_w
"L'uomo saggio aspetta il momento giusto, il pazzo lo anticipa, l'imbecille lo lascia passare". (tratto dal film "Mai arrendersi")
Avatar utente
Forrest Gump
Admin
Admin
 
Messaggi: 6835
Iscritto il: sabato 5 luglio 2008, 18:04
Località: Tra Marbella e Kiev
Residenza: Kiev Ucraina
Anti-spam: 42

Re: Legge sulle minoranze linguistiche

Messaggiodi andbod il mercoledì 4 luglio 2012, 17:55

Le "minoranze linguistiche" previste dal decreto sono diverse, giusto a titolo di esempio cito le piu' importanti : Russo, Polacco, Yiddish, Rumeno.

Ogni oblast dove almeno il 10% della popolazione provenga da un'etnia che parla lingua non Ucraina potra' decidere di rendere uno o piu' linguaggi regionali, lingue ufficiali.

Questa nuova norma, inizialmente supportata anche dalla UE, e' stata nel corso del tempo modificata, aggiungendo di fatto delle componenti che rischiano di rendere la lingua Ucraina una lingua morta, oltre a rischiare di creare una forte spaccatura culturale tra Est e Ovest del paese.

In particolare i pubblici ufficiali non avranno piu' l'obbligo (per la verita' mai rispettato) di conoscere la lingua madre Ucraina, le scuole potranno insegnare anche solo una lingua secondaria, eliminando l'Ucraino, le decisioni delle Corti e le Leggi locali potranno anche essere scritte in una lingua che non sia l'Ucraino, di fatto facendo sprofondare ancora piu' nel caos un paese in cui gia' oggi c'e' assoluta confusione sulle normative a volte scritte con errori grammaticali, di sintassi, etc.

Gli scontri non sono avvenuti di fronte all'Amministrazione Presidenziale ma di fronte all'Ukrainian House, che e' in sostanza il centro Congressi di Kyiv, dove doveva parlare il Presidente.
Avatar utente
andbod
Admin
Admin
 
Messaggi: 7232
Iscritto il: domenica 7 dicembre 2008, 1:40
Residenza: Lviv Ucraina
Anti-spam: 56

Re: Legge sulle minoranze linguistiche

Messaggiodi Oleksandr Dovzhenko il giovedì 5 luglio 2012, 8:51

Fondamentalmente credo che questa legge sia fatta per ridare dignità linguistica al russo, lingua madre di praticamente metà dell'Ucraina.

Io non ci vedo niente di male, tanto più che gli stessi manifestanti (presenti anche davanti all'amministrazione presidenziale) conversano tra loro in russo!!!

Andbod, capisco che a Leopoli siano preoccupati, tanto più che la storia della lingua è roba vecchia di secoli, ma non mi preoccuperei più di tanto: dalle vostre parti continueranno a parlare ucraino, mentre nella capitale e nelle zone orientali della nazione continueranno a parlare russo come sempre. L'Ucraina ha problemi ben più seri di questi, che secondo me sono solo uno specchio per le allodole...

D'altronde, se per ipotesi mia madre e mio padre fossero ucraini russofoni, e così come la stessa condizione la vivessero altri milioni di persone, perchè diavolo dovrebbero costringermi a parlare una lingua che in fondo non sento mia? In Alto Adige per esempio vige la regola delle due lingue (italiano-tedesco), e vivono tutti tranquillamente...

Questa è la mia modestissima opinione, per carità: aspetto repliche in merito! :)

Пока пока!
Avatar utente
Oleksandr Dovzhenko
ESCURSIONISTA
ESCURSIONISTA
 
Messaggi: 68
Iscritto il: mercoledì 30 maggio 2012, 16:16
Residenza: Kiev
Anti-spam: 56

Re: Legge sulle minoranze linguistiche

Messaggiodi kontecagliostro il giovedì 5 luglio 2012, 9:13

andbod ha scritto:Andbod, capisco che a Leopoli siano preoccupati, tanto più che la storia della lingua è roba vecchia di secoli, ma non mi preoccuperei più di tanto: dalle vostre parti continueranno a parlare ucraino, mentre nella capitale e nelle zone orientali della nazione continueranno a parlare russo come sempre. L'Ucraina ha problemi ben più seri di questi, che secondo me sono solo uno specchio per le allodole...



Andbod ha scritto:In particolare i pubblici ufficiali non avranno piu' l'obbligo (per la verita' mai rispettato) di conoscere la lingua madre Ucraina, le scuole potranno insegnare anche solo una lingua secondaria, eliminando l'Ucraino, le decisioni delle Corti e le Leggi locali potranno anche essere scritte in una lingua che non sia l'Ucraino, di fatto facendo sprofondare ancora piu' nel caos un paese in cui gia' oggi c'e' assoluta confusione sulle normative a volte scritte con errori grammaticali, di sintassi, etc.


Il problema fondamentale è che per la certezza del diritto un atto pubblico deve essere conoscibile ed accessibile a chiunque abbia interesse a farlo. Non è ammissibile che ognuno faccia come gli pare. Bilinguismo, come nel caso dell'Alto Adige o della Val d'Aosta, significa che un atto (o una indicazione etc.) va redatto in due lingue, che si insegnao due lingue, che un dipendente pubblico parla entrambe le lingue.

La stessa Comunità Europea redige gli atti ufficiali (vedasi GUCE) in tutte le lingue dei 27 paesi membri.

La storia stessa dell'Unità d'Italia insegna che si crea una Nazione quando ci si dota di una lingua principale ufficiale, tutelando le minoranze con il bilinguismo.

Il caso dell'Ucraina a me pare molto differente e molto preoccupante per il potenziale impatto di divisione tra le diverse anime del Paese.
Avatar utente
kontecagliostro
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 687
Iscritto il: giovedì 28 ottobre 2010, 14:03
Residenza: Messina - Priluki
Anti-spam: 42

Re: Legge sulle minoranze linguistiche

Messaggiodi beppino il giovedì 5 luglio 2012, 10:43

Nel caso dell'unità d'italia si è scelto l'italiano, lingua parlata - o meglio, scritta - da una minoranza colta (la stessa che ha voluto l'unità). Adesso si discute di fare le lezioni universitarie in inglese #-o . E dire che a Barcellona sono orgogliosi di farle in catalano :lol: .

Rispetto al polacco, il rumeno e lo yiddish il russo lo capiscono tutti tanto che ci sono media nazionali in questa lingua (dal punto di vista del numero di potenziali fruitori è la scelta più azzeccata).
Credo (è un impressione) addirittura che siano molti di più gli "ucrainofoni" che capiscono il russo che i "russofoni" che capiscono l'ucraino, per quanto possano assomigliarsi le due lingue (che non conosco).

Il vero problema a mio parere è che la questione è avvelenata dall'astio tra est e ovest, nazionalismo ucraino e russo, partito al governo e opposizione che emerge ogni qual volta che si entra in argomento.
Tempo fa avevo aperto un post sul' "campanilismo" in ucraina, è stato chiuso in breve tempo per la violenza delle polemiche scaturite (ed erano italiani a scrivere). L'unica conclusiona a cui sono arrivato è che le diverse componenti del paese sono abbastanza omogenee tra loro e non vedono di buon occhio le altre.

Una soluzione per tutti, volendo, la si trova sempre, magari non la più razionale, non la più efficiente, non la più intelligente, ma la si trova. Il difficile sta nel volerlo.
Avatar utente
beppino
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 947
Iscritto il: lunedì 22 novembre 2010, 13:51
Residenza: bergamo - italia
Anti-spam: 56

Re: Legge sulle minoranze linguistiche

Messaggiodi Oleksandr Dovzhenko il giovedì 5 luglio 2012, 12:22

Premesso che mi piacerebbe davvero tanto che in tutto il mondo si parlasse una sola lingua (non chiamatela "globalizzazione", per favore, ma "passo in avanti dell'umanità"), si eliminerebbero tutte queste problematiche idiote sulla lingua, roba da '800, che ha portato alla nascita di movimenti altrettanto idioti come il nazionalismo, il fascismo, il nazismo e le dittature varie del XX secolo...

Concordo con Beppino: pare che nessuno voglia trovare una soluzione a questa questione. A questo punto potrei anche fare l'avvocato del diavolo e chiedere: "ma perchè la lingua ufficiale dell'Ucraina deve essere l'ucraino?" Che facciano un bel referendum, allora: non sono certo che l'ucraino la spunterebbe tanto facilmente come avvenuto tempo fa in Lettonia...

Пока пока! :)
Avatar utente
Oleksandr Dovzhenko
ESCURSIONISTA
ESCURSIONISTA
 
Messaggi: 68
Iscritto il: mercoledì 30 maggio 2012, 16:16
Residenza: Kiev
Anti-spam: 56

Re: Legge sulle minoranze linguistiche

Messaggiodi Oioioi il giovedì 5 luglio 2012, 16:14

Sembra che anche voi italiani siete divisi tra, diciamo, ucrainofili e russofili :) Probabilmente dipende dalla lingua imparata o dalla lingua parlata da moglie...

Che dire... Ci sono milioni di persone che parlano ucraino quindi non c'e' nulla da temere, dal punto di vista filologico lingua ucraina ha tutti i presupposti per sopravvivere, non ho alcun dubbio. Pero' secondo me tutto questo bilinguismo non finirà bene, prima o poi Ucraina sara' divisa lungo linee linguistiche. Ma chissa', forse questa sara' una soluzione ottima. Se tutto andra' pacificamente, perche' no?
Avatar utente
Oioioi
ESPLORATORE
ESPLORATORE
 
Messaggi: 113
Iscritto il: martedì 22 maggio 2012, 1:14
Residenza: Uzhhorod
Anti-spam: 56

Re: Legge sulle minoranze linguistiche

Messaggiodi magma-x il giovedì 5 luglio 2012, 18:03

Io, in tutta onesta, sono favorevole al russo. E stata una lingua ufficiale, e decisamente diffusa nel mondo e in ucraina. Gli ucraini vedono film in russo, telegiornali in russo, leggono libri e riviste in russo, e quindi non riesco a capire cosa puo cambiare questa legge.

Dal punto di vista politico, poi, l'ucraina (come saggiamente faceva notare Pietro), e una sorta di regione della russia (basti notare come il 1 ministro ucraino parli benissimo il russo, e meno bene l'ucraino - a detta degli ucraini), senza contare che molti deputati siano filorussi.

La mia perplessita sta nel fatto che chi parla in russo o ucraino, lo fa in maniera impropria, depurando e violentando l'una o l'altra lingua.
Questo e dimostrato dal fatto che, per definire le lingue dell' ex URSS (il russo compreso) si ricorra spesso al termine Suržik (суржик). Quindi, se la storia ci insegna qualcosa, questa potrebbe prendere il sopravvento su le altre due.

Per quel che riguarda l'ucraina, invece, la vera divisione non e linguistica, ma culturale: basti parlare con un occidentale e con un orientale, e la differenza balzera subito agli occhi...sembra proprio che il vero confine si il DNEPR...
I templari erano a guardia della verità. - Baietti
Avatar utente
magma-x
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 1504
Iscritto il: lunedì 31 dicembre 2007, 16:05
Residenza: Via Lattea
Anti-spam: 56

Re: Legge sulle minoranze linguistiche

Messaggiodi Oioioi il giovedì 5 luglio 2012, 18:48

magma-x ha scritto:la vera divisione non e linguistica, ma culturale


Penso che tutto sia connesso.

magma-x ha scritto:sembra proprio che il vero confine si il DNEPR...


No, non proprio.

Elezioni del Presidente 1994

Immagine

Elezioni del Presidente 2004

Immagine

Elezioni del Presidente 2010

Immagine

La percentuale di persone che considerano ucraino come lingua madre

Immagine

La percentuale di persone che vogliono dare al russo lo status di lingua ufficiale

Immagine
Avatar utente
Oioioi
ESPLORATORE
ESPLORATORE
 
Messaggi: 113
Iscritto il: martedì 22 maggio 2012, 1:14
Residenza: Uzhhorod
Anti-spam: 56

Re: Legge sulle minoranze linguistiche

Messaggiodi andbod il giovedì 5 luglio 2012, 19:57

Personalmente non ritengo affatto che tutelare le minoranze linguistiche sia un errore, anzi e' sicuramente una risorsa.

Il problema in Ucraina pero' e' ben diverso e, una volta tanto, l'ha bene individuato la commissione Europea o meglio lo aveva individuato tempo fa ma ora tace e non commenta per evitare di irritare la Russia : se al Russo venisse dato lo stato di seconda lingua nazionale (che e' ben diverso da quello di minoranza linguistica tutelata), cosi come prevede in modo chiaro ed evidente il decreto approvato, la nazione Ucraina (che scrivo volutamente con la n minuscola non ritenendo ancora l'Ucraina una naziona compiuta) non vedra' mai la luce e si creera' il rischio concreto di spinte secessioniste.

Un conto e' infatti sostenere, a mio avviso giustamente, che una minoranza possa parlare la propria lingua, che questa lingua venga tutelata e che si possa imparare a scuola, che venga usata nelle sentenze, nelle multe, nelle bollette, insomma nella vita di tutti i giorni in parallelo alla lingua nazionale. Ben diverso e' invece sostenere che una lingua non nazionale possa essere utilizzata in sostituzione della lingua nazionale in atti pubblici, persino nelle Leggi e ancora peggio il fatto che ad una lingua venga dato uno status particolare, persino superiore alla lingua nazionale, mentre le altre lingue "minori" non godano di analoghi privilegi.

Sinceramente non volevo pero' scatenare un dibattito sulla Legge in se, ma attirare l'attenzione sul ben piu' grave utilizzo strumentale di una cosa delicata come il tema della lingua nazionale per interessi propagandistici e elettorali e l'ulteriore tentativo (gia' visto piu' volte negli ultimi mesi) di creare tensioni e spaccare in due l'Ucraina, oltre che l'ulteriore peggioramento della situazione nel settore del rispetto dei diritti umani e dell'opposizione politica.
Avatar utente
andbod
Admin
Admin
 
Messaggi: 7232
Iscritto il: domenica 7 dicembre 2008, 1:40
Residenza: Lviv Ucraina
Anti-spam: 56

Re: Legge sulle minoranze linguistiche

Messaggiodi Oioioi il giovedì 5 luglio 2012, 20:02

Rus' di Kiev XI

Immagine

Il Granducato di Lituania 1386-1434

Immagine

La guerra civile 1918

Immagine
Avatar utente
Oioioi
ESPLORATORE
ESPLORATORE
 
Messaggi: 113
Iscritto il: martedì 22 maggio 2012, 1:14
Residenza: Uzhhorod
Anti-spam: 56

Prossimo

Torna a Attualita' politica





Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti