La moglie dell'est.

Esperienze e confronti, le storie d'amore le delusioni e il carattere delle ragazze ucraine.

Re: La moglie dell'est.

Messaggiodi magma-x il venerdì 4 settembre 2009, 10:47

Servizio molto interessante, che mette in risalto aspetti reali e veritieri, ma, lasciatemelo dire, un po banale nella sua globalità...
Per essere ancora più "deciso": speculazione di gente che conosce l'ucraina, per persone che non sanno neanche dove si trovi.
I templari erano a guardia della verità. - Baietti
Avatar utente
magma-x
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 1504
Iscritto il: lunedì 31 dicembre 2007, 16:05
Residenza: Via Lattea
Anti-spam: 56


Re: La moglie dell'est.

Messaggiodi peterthegreat il venerdì 4 settembre 2009, 11:20

Ciao a tutti,
Finalmente sono riuscito a vedere il video e passatemi un commento fantozziano ".........e' una cxxxxa pazzesca!!!
Sembra che l' Ucraina sia un paese di prostitute, agenzie matrimoniali e morti di fame, concordo con Giorgio molto banale.
Questo non fa altro che rafforzare il mio pensioero sui media: Demagogico e diseducativo.

CIao Pietro
Anche se tutti noi no!
La radici profonde non gelano!
Avatar utente
peterthegreat
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 5576
Iscritto il: martedì 29 gennaio 2008, 18:11
Residenza: Savona
Anti-spam: 42

Re: La moglie dell'est.

Messaggiodi Luka il venerdì 4 settembre 2009, 12:31

uvdonbairo ha scritto: i genitori, parenti e affini di un ragazzo o di un qualsiasi uomo che hanno visto questo documentario potranno solo dire:

"non vorrai mica seriamente legarti con una ragazza come quelle?".



Infatti!!! Concordo!!!
Complimenti alla Rai (TV DI STATO) che invece di sminuire e cercare di stemperare le credenze popolari riguardo la donna dell' est, con questo servizio non ha fatto altro che farle sembrare tutte un branco di approfittrici e "facili" come non è nella realtà.
COMPLIMENTONI RAI... SONO ORGOGLIONE DI PAGARE IL CANONE...
***!!! ZIPO & ZIPA !!!***
Avatar utente
Luka
MASTER
MASTER
 
Messaggi: 477
Iscritto il: martedì 22 aprile 2008, 15:24
Località: BOLOGNA
Residenza: ITALIA
Anti-spam: 56

Re: La moglie dell'est.

Messaggiodi Felix il venerdì 4 settembre 2009, 12:49

ho visto il video ...

Opinione personale,ma mi sembra una caxxxxxata pazzesca. Troppo esagerato , in tutto ... Esistono anche persone che la pensano come quello che racconta il report , ma non penso affatto che questo sia il pensiero di tutta la popolazione Ucraina.
Avatar utente
Felix
ESPLORATORE
ESPLORATORE
 
Messaggi: 119
Iscritto il: venerdì 10 ottobre 2008, 16:51
Località: Roma

Re: La moglie dell'est.

Messaggiodi pcamilla il venerdì 4 settembre 2009, 19:29

uvdonbairo ha scritto:i genitori, parenti e affini di un ragazzo o di un qualsiasi uomo che hanno visto questo documentario potranno solo dire:

"non vorrai mica seriamente legarti con una ragazza come quelle?".


....ed infatti è quello che dicono i miei genitori , con i quali ho aperto una discussione MOLTO accesa.........ma sinceramente , la vita è mia e so prendere le mie decisioni
Due cose sono infinite: l’universo e la stupidità umana, ma riguardo l’universo ho ancora dei dubbi.
Albert Einstein
Avatar utente
pcamilla
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 1312
Iscritto il: giovedì 4 dicembre 2008, 22:30
Località: Savona
Residenza: Savona
Anti-spam: 56

Re: La moglie dell'est.

Messaggiodi stem70 il sabato 5 settembre 2009, 14:54

Finalmente ho visto anche io il filmato..

penso al contrario di alcuni di voi di cui rispetto pienamente le opinioni pur non condividendole, che il servizio sia ben realizzato e dia la possibilità di farsi un'idea ai tanti che ancora non conoscono o vogliono ignorare alcune sfaccettature dell'attuale situazione Ucraina. Nel filmato si è data la parola e la possibilità di esprimersi e di descrivere i desideri e le necessità e la vita dei giovani e degli anziani locali nel risultato di avere un equilibrata e variegata quantità di opinioni. Personalmente pur conoscendo gia' tali aspetti mi è piaciuto il contrasto messo in luce dalla vita del centro di Kiev, a quella delle periferie, della provincia e delle campagne, dove per poter mangiare ci si inventa di tutto. Vero il turismo sessuale (in cattiva luce siamo giustamente noi europei semmai), dove purtroppo avvoltoi incontrano ragazze che per pagarsi gli studi o dar da mangiare al proprio bambino arrivano a prostituirsi. La realta' è che per avere una vita dignitosa, per poter mangiare, si deve al giorno d'oggi in un paese a 2 ore d'aereo da noi mettersi nelle mani del Signore.. rischiando la propria dignità e la propria vita.
Sono convinto che se in Ucraina ci fosse il lavoro per molti giovani, se gli stipendi permettessero di vivere non ci sarebbe il turismo sessuale che vediamo oggi, ne tantomeno gli anziani dovrebbero vendersi gli asciugamani di casa. E cosi' la "legge" della domanda e dell'offerta prospera, alla luce delle istituzioni locali ed europee. Personalmente pur avendo la fidanzata a kiev, da quasi tre anni, sarei favorevole alla reintroduzione dei visti, per il solo "turismo", anche a pagamento, corredati possibilmente di una certificazione per l' HIV.
Mi auguro che presto potremo vedere un Ucraina con un welfare piu' europeo, come la Polonia, o l'Ungheria, dove
non ci sia bisogno di fuggire per vivere o di vendere la propria anima.

Un caro saluto a tutti.
Stefano
Stefano
_______________________________________________
"Essere saggio e amare eccede le capacità dell'uomo."
William Shakespeare
Avatar utente
stem70
ESCURSIONISTA
ESCURSIONISTA
 
Messaggi: 64
Iscritto il: lunedì 19 novembre 2007, 17:03
Residenza: Roma - Italia
Anti-spam: 56

Re: La moglie dell'est.

Messaggiodi pcamilla il sabato 5 settembre 2009, 16:32

Io , di contro , comunque avrei aggiunto al servizio anche la vita di persone che lavorano dignitosamente.
Sappiamo che in Italia c'è il costume "ragazza ucraina = badante o prostituta = scappare da Ucraina" , ma c'è anche gente normale , che si guadagna da vivere come chiunque altra persona al mondo.

Studiando,lavorando e pur non essendo ricchi , vivono la vita come un normale cittadino del mondo, facendo si qualche sacrificio , ma anche non facendosi mancare qualche piccolo sfizio.

Si , l'Ucraina è un paese vasto , se parliamo di percentuali , le persone "normali" sono in minoranza e come già detto rimangono solo i ricchissimi ed i poverissimi , ma essendo un argomento "caldo" e visto che buona parte degli italiani sono "razzisti" ma per ignoranza , io una piccola sfacettatura di queste persone la avrei aggiunta.

Insomma , secondo me , come è stato fatto il servizio adesso , è come buttare "benzina sul fuoco".

Turismo sessuale? Intanto anche con i visti non cambia nulla , pensa a chi va in Thailandia.
Sarebbe invece piu' logico che gli affamati di sesso si diano una regolata e si facessero un esame di coscienza .............ma questa è un altra storia.

Paolo
Due cose sono infinite: l’universo e la stupidità umana, ma riguardo l’universo ho ancora dei dubbi.
Albert Einstein
Avatar utente
pcamilla
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 1312
Iscritto il: giovedì 4 dicembre 2008, 22:30
Località: Savona
Residenza: Savona
Anti-spam: 56

Re: La moglie dell'est.

Messaggiodi Luca il sabato 5 settembre 2009, 19:38

Obbiettivamente nel servizio racconta delle verità.
Tuttavia a mio avviso pecca di eccessiva superficialità. Da, infatti, un immagine assolutamente distorta dell'Ucraina e quel che è peggio a senso unico.
Tantissime persone si recano in Ucraina cosnci di poter approfittare del proprio benessere (e dell'indigenza di gran parte della popolazione locale) per avere qualcosa che nei loro paesi di origine potrebbero tutt'al più sognare. Penso che chiunque parli (giornalisti in primis) di temi come quelli proposti nel servizio di cui si parla, dovrebbero usare un po' di buon senso. Far apparire gli ucraini come predatori e gli occidentali come poveri (e generosi) ingenuotti non mi sembra rispecchi la realtà. Un uomo di settant'anni non può realmente pensare di risultare interessante agli occhi di una ventenne, quell'uomo nella stragrande maggioranza dei casi sa molto bene a cosa va incontro.
Avatar utente
Luca
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 1440
Iscritto il: sabato 30 maggio 2009, 19:57
Località: Chieti
Residenza: Chieti
Anti-spam: 56

Re: La moglie dell'est.

Messaggiodi magma-x il lunedì 7 settembre 2009, 20:23

Ste, quello che dici tu, è sacrosanto, e lo condivido in pieno...ti quoterei in toto, ma poi Alibrando mi edita :lol:

Quello del turismo sessuale è una vergogna dei paesi "detti" civili, che, purtroppo, civili non sono.
Mi fa schifo essere concittadini di certa gente, che, con moglie e figli, peggio che andare a prostitute in ucraina, ha l'amante/fidanzata 20enne a kiev e dintorni...(non c'è l'emotion che si "vomita"???)

Tuttavia, l'ucraina non è solo questa gente, anche lavoratori, che, pur vivendo di espedienti e con pochissima voglia di lavorare, non va certo a prostituirsi...

Spesso generalizzare non va bene, anzi, mette ombre quando dovrebbe fare luce...e la RAI, a mettere ombre, è bravissima...

Saluti
I templari erano a guardia della verità. - Baietti
Avatar utente
magma-x
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 1504
Iscritto il: lunedì 31 dicembre 2007, 16:05
Residenza: Via Lattea
Anti-spam: 56

Re: La moglie dell'est.

Messaggiodi Luca il lunedì 7 settembre 2009, 21:27

Quoto Magma...
Condivido in toto il suo pensiero...
Avatar utente
Luca
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 1440
Iscritto il: sabato 30 maggio 2009, 19:57
Località: Chieti
Residenza: Chieti
Anti-spam: 56

Re: La moglie dell'est.

Messaggiodi Win231 il martedì 8 settembre 2009, 20:10

...c'è poco da dire....

Un servizio che lascia il tempo che trova!

COMPLETAMENTE INUTILE a chi usa il cervello per vivere la propria vita....
L'ho guardato esclusivamente per curiosità.......

Ciao a tutti :wink:
"To live is the rarest thing in the world. Most people exist, that is all".(Oscar Wilde)
Avatar utente
Win231
ESPLORATORE
ESPLORATORE
 
Messaggi: 299
Iscritto il: mercoledì 24 dicembre 2008, 14:33
Località: Bologna
Residenza: Bologna
Anti-spam: 56

Re: La moglie dell'est.

Messaggiodi irina zaporozhets il mercoledì 9 settembre 2009, 8:12

Pregiatissimo amico Uvdonbario ma debbo complimentarmi con lei;ma sono curioso del suo passato,sicuramente ricco di eventi pregevoli.Il documentario lo ho visto sono rimasto sorpreso per la RAI3 che avesse prodotto una situazione che vi e'in UA.Come lei sa'io vivo qui'dal 2005 e fra poco avro'la residenza permanente.Quindi e'cosi in certe specie nelle famiglie disperate,ma non nelle persone di forte moralita'le quali sono tante.Punto e basta.
Avatar utente
irina zaporozhets
Banned
 
Messaggi: 30
Iscritto il: sabato 27 giugno 2009, 12:47
Residenza: Ukraina Nikolayev
Anti-spam: 56

Re: La moglie dell'est.

Messaggiodi matthiasb23 il mercoledì 9 settembre 2009, 12:17

ciao a tutti
stamattina mi sono guardato il servizio.
Mi ha fatto riflettere un po' su come sempre per dovere di scoop, la notizia porta sempre gli estremi in evidenza, e purtroppo non rispecchi la realtà della maggioranza.
La parte che riguarda le agenzia matrimoniali , direi sia assolutamente molto reale e non estremizzata, per il resto sono d'accordo che la realtà forse e un pò forzata.

Contesto molto la parte riguardante la prostituzione, mi sembra esagerato su 8 studentesse 1 si prostituisce
mahh non lo so,anche la parte riguarda le ragazze che sono state " rapite" dalla malavita, ha portato un accento su una realtà molto ristretta che non riguarda un fenomeno così grande ed esteso.
Io vedo una realtà comunque in grande difficoltà , ma ottimista e con forza e voglia di andare avanti .

Che una donna in ukR possa trovare un uomo valido all'estero per avere una vita migliore , beh la percentuale di riuscita e alta, può riuscirci anche in ucraina , la percentuale non è delle migliori però.
Una cosa che non hanno messo in evidenza,il fatto che la demografia ha uno sbilancio tra uomini e donne molto alto, e per un uomo in ucraina le possibilità di avere un lavoro serio e ben pagato non è facile , sopratutto fuori dalle città.
Che poi anche che l'uomo ucraino non abbia voglia di lavorare , si generalizza, ce ne sono di bravi, e tanti.
il problema che non bastano per tutte le brave ragazze e vogliono avere un progetto di vita serio, con una famiglia e il proprio uomo al fianco.

In Italia , parlo di Milano, questo non è il primo pensiero per una donna, anche perchè la parola matrimonio , ormai è quasi scomparsa , prima viene il lavoro, l'indipendenza economica,farsi la propria casetta anche in affitto, comprarsi la propria macchina, viaggiare , e poi se arriva ,il proprio uomo. ma comunque se non cè , non è così importante, ce sempre tempo per una famiglia , ma poi l'uomo deve essere bello , giovane, brillante, atletico, spiritoso, e sopratutto realizzato , anche economicamente (piccoli briatore in giacca e camicia bianca) ... così le nostre ragazze arrivano a 35-40 nubili perchè il loro sogno non è così facile , anche loro fanno i conti con l'uomo italiano, molto qua.qua.ra.qua , e molte volte bello fuori ma con le tasche vuote, e ormai non piu' ragazzine, per poter avere figli o fare un famiglia, sono aride e poco disposte a qualche compromesso, molto egoiste e abituate ad una vita da single , magari anche economicamente buona, dove il massimo dei progetti di vita sono le vacanze alle maldive con l'amica del cuore,o la serata al ristorante con la compagnia di turno.

Cercano un uomo con una cultura alla pari, che possa assecondare il loro stile di vita , delle volte anche molto buono , e che possibilmente non rompa tanto le scatole e si adatti alla sua indipendenza,non certo di fondere le proprie vite. Conosco amici che sono insieme da 3- 4 anni , lui 38 anni vive a casa sua, lei 34 anche ,sono insieme ma nessuno vuole rinunciare al proprio benessere e libertà.

Questo non è un caso isolato, la normalità delle coppie a Milano hanno una convivenza a distanza, un po’ da lui , un Po’ da lei, le convivenze effettive, di solito sono date dall’ uomo che economicamente a posto ha la sua casa , normalmente è separato , e si fidanza cona la ragazza 25- 27 anni che nel calcolo globale , fa conto che un tetto con il compagno incide meno nelle finanze e gli permette di prolungare ancora il precariato sostenuto dai genitori dai tempi dell’università e che continua anche anni dopo.
Rapporti che in modo diverso si posso paragonare al matrimonio della ragazza ucraina con l’uomo di 20 anni di differenza.

Alla fine assieme all’amore, viene anche la necessità di una donna di essere sesso debole, e fare un calcolo di convenienza : economica, di sviluppo sociale , e di emancipazione. Nessuna donna del mondo ( credo) sia disposta per amore di fare una vita sotto il ponte.
Una altra cosa molto importante , che non hanno messo in evidenza è la limitazione della libertà di movimento, un ostacolo incredibilmente forte , che con l’andare degli anni sta portando sempre più frustrazione verso la popolazione dell’ucraina.
Una condizione discriminante ,e totalmente contro i diritti di un essere umano di poter decidere la propria vita, anche lasciando il proprio paese di origine per migliorare la propria condizione di vita.
Un cittadino ucraino si trova “ prigioniero” nel proprio paese , senza possibilità di trovare fortuna altrove .

In Europa l’ucraina copre un ruolo geografico forte, ma politicamente scomodo, anche se gli accordi sono per semplificare i visti, la realtà che nelle varie ambasciate a kiev , arrivano migliaia di richieste di visto al giorno, visti che il 70 % risulteranno essere non accettati, per una presunta possibilità di non ritorno della richiedente.
Per cui , se una donna , non ha figli , non ha un lavoro “ serio” non ha beni di proprietà, non ha un buon fondo economico ( soldi in banca) garanzie ecc ecc . anche con un buon invito il visto viene respinto, questo per un informale ordine dei governi, al fine di rallentare l’afflusso di gente che diventerà irregolare dopo 15 gg di permanenza. ( vedi sanatoria in italia risultato ) .

Una donna o uomo che sia ha veramente un vita agiata in ucraina , che ha requisiti (europei)
non ha grossi problemi, anche di restare in ucraina , anche perché già con uno stipendio da 1000, 1500 euro fai una vita dignitosa, non ricca , ma dignitosa.
Il problema che questo e un sogno per l’70 % della popolazione.

La storia insegna che il proibizionismo , porta la illegalità, e quando ad un popolo togli un diritto una libertà , prima o poi si ribella o comunque trova la via per avere la possibilità di avere ciò che non gli viene concesso .
Quindi ecco le agenzie matrimoniali , ecco il turismo sessuale , ecco i latin lover italiani che vanno a raccontar palle per illudere ragazze , sicuri i primi di non essere scoperti perché tanto non potranno mai vedere con i propri occhi la verità sulle cose raccontante, essendo che il visto per venire in italia non l’avranno mai.

Forse una ragazza di fronte ad un incontro casuale con lo straniero di turno, che forse potrebbe essere un buon partito ( un forse molto grande) e una agenzia matrimoniale che almeno ti tutela , molte accettano l’agenzia , delle volte è il male minore, sapendo che comunque le agenzie hanno la loro parte oscura.
Tengo a precisare che io non sono per le agenzie , e combatto coloro che vengono a Odessa in cerca di sesso free , abbindolando le ragazze con paroloni e poesie all’italiana, per poi scomparire nel nulla o ritornare ogni tanto , pretendendo l’esclusiva sulla ragazza senza dare nessuna garanzia per il futuro.

Ho conosciuto uomini sposati con famiglia, che hanno la fidanzata a Odessa e Lei non sa di essere un amante. Come ragazzi che girano l’ucraina abitualmente e hanno una fidanzata a kiev, una a donesk, una odessa, una a l’vov. Tutte queste pensando un futuro magari in italia sposate.
Come conosco una ragazza che lei di fidanzati stranieri ne ha una ventina, è il suo lavoro ormai , ma lei con gli aiutini ci ha comprato casa e ci mantiene la mamma e la figlia, una formula diversa di prostituzione, ma in generale , cosa si puo’ accusare o condannare se non ce alternativa migliore?

Un Abbraccio a tutti.
Matthias
MATTHIAS
Avatar utente
matthiasb23
VIAGGIATORE
VIAGGIATORE
 
Messaggi: 44
Iscritto il: domenica 20 gennaio 2008, 13:43
Località: MILANO

Re: La moglie dell'est.

Messaggiodi peterthegreat il mercoledì 9 settembre 2009, 13:33

Ciao,
Bravo, grande !!! Hai dato l'esetto profilo della donna e..... dell' uomo del nord-ovest del'italia, di sei dimenticato che 80%' di loro(le donne) sono in cura dallo psicologo, e prendono cariolate di antidepressivi.
Anche se tutti noi no!
La radici profonde non gelano!
Avatar utente
peterthegreat
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 5576
Iscritto il: martedì 29 gennaio 2008, 18:11
Residenza: Savona
Anti-spam: 42

Re: La moglie dell'est.

Messaggiodi magma-x il mercoledì 9 settembre 2009, 14:39

quoto pietro...come al solito :lol:

cmq sia Mattia, il tuo intervento mi è piaciuto tanto, l'ho letto volentieri, anche se lunghetto (e dire che sei stato sintetico!). Hai toccato tanti temi, e posto l'accento sulla bontà delle donne dell'est europa, ma, ahimè, quelle stesse donne hanno lati oscuri dai quali bisogna difenderci: prima fra tutti la voglia matta che hanno di scappare dal loro mondo, che fa, del primo straniero pervenuto, una possibile "passaporto". Inoltre sono molto cacolatrici e spesso opportuniste.
Chiaramente, non mi riferisco alla totalità, ma ad una parte delle donne ucraine.

Per quel che riguarda le italiane...il 90% sono come dici tu: egoiste, propense all'esteticità piuttosto che ai contenuti "tutte, cicari e piattini",tutte propense alle futulità della vita piuttosto alle cose concrete, come si dice dalle mie parti.
E' squallido, quando vai in giro per locali, vedere 40enni, con un sguardo spento, andare a "caccia" di 20enni. Queste stesse signore, sono ricchissime e spesso non sposate, che sognano il marito perfetto, ma che, invece, trascorrono le vacanze con l'amica e passano le noti con gli animatori di turno, o passando da un partner (spesso arraffone) ad un altro.

Tutto questo, è sinonimo di libertà sessuale, e, per certi versi, conquista miliare.
Ma, come in tutte le famiglie, quando la donna "non ragiona più", quella famiglia va letteralmente in malora...povera italia, insomma. Non voglio essere sessista, ma, permettemi di dirlo, una donna così non la vorrei, ve la lascio volentieri.

Nonchè gli italiani siano da meglio: che strazio vedere gli uomini italiani, che, solo 100 anni fa, questi uomini abbronzati ed il capello tinto, avrebbero chiamati "pervertiti", ma che piacciono tanto alle donne. Uomini di carta, esattamente come le storie che costruiscono con le loro compagne, esattamente come le vite che vivono.

Tuttavia, permettimi di dirlo, le italiane sono più congeniali a noi, ci capiscono meglio, e non è solo un fatto di lingua, ma anche di cultura. Una brava ragazza italiana, a parità, è meglio, per noi, di una brava ragazza ucraina.

Per concludere, prima di fare una famiglia con una donna italiana, ci penserei 1000 volte, come penserei 1000 volte prima di farlo con una donna ukraina (mi spiace ma ne ho viste, toccate e sentite tante storie per potermi fidare ciecamente, sia delle prime che delle seconde). - fine del magmapensiero -

Ritornando al discorso del "reportage", avrebbero dovuto descrivere anche le donne che, con uno stipendio da fame, guidano i treni, lavano le strade, o, ancora peggio, raccolgono patate nei paesi sperduti dell'entroterra ucraino.
Ma quello non fa notizia e, soprattutto, non interessa alle folle, che vuole sapere ciò che già conosce e si terrorizza di fronte ad una diversità.

Amo l'italia, ed è per questo che voglio scappare (parafrasando Ficarra e Picone).
Saluti
I templari erano a guardia della verità. - Baietti
Avatar utente
magma-x
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 1504
Iscritto il: lunedì 31 dicembre 2007, 16:05
Residenza: Via Lattea
Anti-spam: 56

PrecedenteProssimo

Torna a In Ucraina per amore





Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti