Kiev da turista, dopo la lunga residenza

Racconta i tuoi viaggi i Ucraina

Kiev da turista, dopo la lunga residenza

Messaggiodi Forrest Gump il sabato 4 settembre 2010, 21:38

Rieccomi a Kiev, in realtà non proprio da turista, ma....

..ho deciso di rimettermi in discussione ed esaminare, a mente fredda, cioè dopo due mesi dal mio trasferimento in Spagna, certi miei pregiudizi, certe mie "certezze assolute", accumulatesi nella mia testa in 3 anni e 6 mesi di residenza a Kiev.

Mettiamola così, giochiamo un pò.
Se fosse la mia "prima volta" a Kiev, mi accorgerei/mi meraviglierei/mi sembrerebbe strano o bello che:

AEREO
1) Arriviamo a Kiev, non la conosco, ma ho viaggiato una vita sugli aerei.
La prima cosa che mi colpisce è l'applauso all'atterraggio.

Era da anni che non lo sentivo.
Ovunque ero atterrato, silenzio o, tutt'al più, qualche sorriso di approvazione per la fine del lungo viaggio.
Mi ha riportato indietro a qualche lontanissimo charter, del mese di agosto di quand'ero giovane :mrgreen: .

Qualcuno sussurra: "benvenuti a Kiev", rimarcando che succede spesso o, addirittura, sempre.

2) Finito l'applauso, il vero "benvenuti a kiev, sono le ore xx.xx" dell'assistente di volo, seguito subito a ruota dalle conosciutissime indicazioni da seguire in questi casi, ripetute in ucraino ed in inglese.

"Niente cellulari fino all'apertura delle porte, restare seduti con le cinture allacciate fino all'arresto dell'aereomobile, attenzione all'apertura delle "cappelliere" perchè potrebbero cadere oggetti ecc. ecc..

Peccato che, mentre l'aereo è ancora in pista, squillino almeno 3 cellulari, i Bip Bip degli sms non si contano, il mio vicino di sedia ha già detto che "è arrivato", almeno 4 - 5 persone passeggiano liberamente nel corridoio, hanno già aperto le "cappelliere" per recuperare il loro bagaglio e vengono soronamente caz...te (si può dire??).

A differenza dell'applauso, che mi aveva ricordato qualche volo charter "di vecchia data e di altissima stagione agostana", questo devo dire, era per me, novello di Kiev, del tutto nuovo.

AEREOPORTO
a) Immigration card: avevo letto sul forum Ucrainaviaggi che sull'aereo ti danno una immigration card che devi compilare (l'ha scritto pure tale Forrest Gump).
Non me l'hanno data. Forse perchè dormivo??

Ho letto sul forum Ucrainaviaggi che, se non si riceve la "immigration card", ovvero quella carta da compilare prima del controllo passaporti, la si può ritirare all'arrivo in aereoporto.
Per fortuna che lo so, così ne prendo una e la compilo con tutti i miei dati.

Ho letto su Ucrainaviaggi che questa card è composta da due parti "quasi identiche", una da consegnare al poliziotto di frontiera, l'altra da conservare gelosamente nel passaporto, perchè dal timbro che viene posto su di essa, decorrono i 90 giorni di permanenza massima in Ucraina.

Ebbene sì, non mi mettono nessun timbro ed, anzi, mi restituiscono entrambe le "due parti" della immigration card.
Perplesso, non so se tornare indietro o meno.
Poi, al nastro del ritiro bagagli, chiedo ad un altro italiano con cui avevo scambiato qualche parola prima del "sonno" sull'aereo.

Lui non conosce Ucrainaviaggi e non sa dell'importanza di quella card, ma mi mostra che, anche a lui, niente timbro e le due parti della immigration card restituite insieme al passaporto.

Mi chiedo: distrazione reiterata dell'impiegata (eravamo nella stessa fila al controllo passaporti) o...su internet si scrive di tutto :D

Ai posteri l'ardua sentenza.
continua...
"L'uomo saggio aspetta il momento giusto, il pazzo lo anticipa, l'imbecille lo lascia passare". (tratto dal film "Mai arrendersi")
Avatar utente
Forrest Gump
Admin
Admin
 
Messaggi: 6416
Iscritto il: sabato 5 luglio 2008, 18:04
Località: Puerto Banùs (Spain)
Residenza: Kiev Ucraina
Anti-spam: 56


Re: Kiev da turista, dopo la lunga residenza

Messaggiodi pcamilla il sabato 4 settembre 2010, 22:01

Di la verità! Hai ancora la residenza a Kiev :lol:
Due cose sono infinite: l’universo e la stupidità umana, ma riguardo l’universo ho ancora dei dubbi.
Albert Einstein
Avatar utente
pcamilla
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 1312
Iscritto il: giovedì 4 dicembre 2008, 22:30
Località: Savona
Residenza: Savona
Anti-spam: 56

Re: Kiev da turista, dopo la lunga residenza

Messaggiodi Forrest Gump il sabato 4 settembre 2010, 22:07

DONNE:
scrivo solo donne, perchè ho letto molto sul forum di Ucrainaviaggi ed effettivamente, altro che Spagna :-" .

Una cosa però mi sembra degna di nota.
A Marbella, sarà per la vicinanza del mare, ma su 100 ragazze, 95 camminano con le scarpe senza tacchi.

Qui, mi sembra che sia esattamente il contrario.
Caspita, sono tutte coi tacchi.

MACCHINE:
Non è una sorpresa perchè ho letto su Ucrainaviaggi che ci sono Bentley, Lamborghini ecc. ecc.
Altro che Milano.

Era una novità annunciata. però che strano, un paese povero con tanti ricchi.

NI SNAIU:
Avevo letto sul forum (forrest gump su tutti), che era meglio non chiedere informazioni per strada, perchè il "ni Snaiu" (tradotto "non lo so"), era garantito anche in caso di conoscenza della risposta.

Ho usato le Marsciutke, ho chiesto 3 volte informazioni sulla fermata del n.107.
Per fortuna, anche se non conosco Kiev, parlicchio più che abbastanza il russo.

Sarò stato fortunato, ma mi hanno risposto tutte e tre le volte.
In realtà, ho cercato di scegliere bene il mio interlocutore, ma è andata come "non mi aspettavo".
Una ragazza, si è addirittura tolta le cuffiette (che non mi ero accorto avesse) e, pur non sapendo la risposta, ha perfino cercato di aiutarmi, chiedendomi "Dove vai?", probabilmente nel tentativo di suggerirmi qualche alternativa al n.107.

E' andata bene anche con un uomo che consegnava volantini pubblicitari (non lo sapeva veramente, ma si è guardato in giro, anche lui nel tentativo di trovare una risposta), oltre che con l'addetto al chioschetto vicino alla fermata, l'unico che che sapeva la risposta e.....me l'ha detta =D> .

Proverò ancora nei prossimi giorni, ma per ora, mi è andata decisamente meglio di forrest gump.
Tutti hanno mostrato buona volontà.
continua.....
"L'uomo saggio aspetta il momento giusto, il pazzo lo anticipa, l'imbecille lo lascia passare". (tratto dal film "Mai arrendersi")
Avatar utente
Forrest Gump
Admin
Admin
 
Messaggi: 6416
Iscritto il: sabato 5 luglio 2008, 18:04
Località: Puerto Banùs (Spain)
Residenza: Kiev Ucraina
Anti-spam: 56

Re: Kiev da turista, dopo la lunga residenza

Messaggiodi Forrest Gump il sabato 4 settembre 2010, 22:29

MARSCIUTKA (ovvero miniautobus per il trasporto pubblico di persone) e MEZZI PUBBLICI.
Mi hanno parlato bene del "servizio di trasporto pubblico" a Kiev.
C'è la metropolitana, le marsciutke (scritto come si pronuncia), gli autobus più grandi, i tram.
Sembra davvero non mancare niente.

Vediamo se funzionano così bene come dicono.

Marsciutka per arrivare alla più vicina stazione della metro.
Attesa 3 - 4 minuti.
Metro: attesa meno di un minuto.

Ho ripetuto il tutto per tornare a casa e...la sostanza non cambia, se sei fortunato la prendi al volo, altrimenti aspetti 1 - 2 minuti in più.

giudizio complessivo: Eccezionale. Davvero da 10 e lode, anzi, togliamo la lode solo perchè nelle marsiutke a volte si sta stretti (continuano a salire anche se i posti a sedere sono occupati) e sono un pò "malandate".

SALUTI:
Sono abituato a salutare ogni volta che ..compro il giornale, cambio dei soldi, entro in un locale ecc.

Oggi, entrando sulla marskiutka, mannaggia mi è scappato, :mrgreen: forrest gump l'aveva scritto sul forum "non si saluta mai", ebbene sì, ho salutato l'autista :mrgreen:

Mi hanno guardato tutti male.
Per carità, nessuno voleva uccidermi, ma TUTTI, hanno pensato: "E' un turista" :D :mrgreen:
Ma perchè non si saluta neanche quando entri dentro una portineria, quando si scambiano gli euro in grivna o si compra il biglietto della metro????

A proposito di biglietto della metro, mentro ero in fila, ho notato che, non solo nessuno saluta il cassiere, ma neanche dice ciò che vuole. Si mettono i soldi e ....basta.

Mi sono adeguato. Il biglietto costa grivne 1,70, se metti sul bancone 2 grivne ti danno un biglietto e 30 centesimi di resto, se ne metti 5 grivne, ti danno 2 biglietti ed il resto.

Io avevo 10 grivne, non ho fiatato e mi sono trovato con il corrispondente in biglietti ed il resto in centesimi.
Se parli, saluti o dici una sola parola.....sei un turista in trasferta.
continua...
"L'uomo saggio aspetta il momento giusto, il pazzo lo anticipa, l'imbecille lo lascia passare". (tratto dal film "Mai arrendersi")
Avatar utente
Forrest Gump
Admin
Admin
 
Messaggi: 6416
Iscritto il: sabato 5 luglio 2008, 18:04
Località: Puerto Banùs (Spain)
Residenza: Kiev Ucraina
Anti-spam: 56

Re: Kiev da turista, dopo la lunga residenza

Messaggiodi Forrest Gump il sabato 4 settembre 2010, 22:40

SPINTE, SCUSE E SIMILI
Mentre uscivo dalla stazione metro di Khresciatyk, mi è venuto addosso un treno.

Eufemismo per dire che, nella confusione, ho ricevuto uno spintone involontario, da uno sconosciuto.

Altra ingenuità da....turista.
Ho chiesto scusa, ma.....mi era venuto lui addosso ed è già sparito.

Non mi ha chiesto scusa e nemmeno ha sentito le mie :( .
Semplicemente mi ha ignorato ed ha proseguito oltre per la sua strada.
L'avevo letto sul forum. Al momento mi sento di confermare!!

Che strano, ho fatto scalo a Memmingen (Monaco- Germania) per arrivare a Kiev.
Uscendo dall'aereo, sono entrato in rotta di collisione con un soggetto, probabilmente era un inglese, che si è fermato almeno mezzo metro prima del "punto di impatto" e mi ha pure chiesto scusa.

Ora che ci penso, anche in Spagna, chiedono sempre "desculpa" (scusa) quando ci si pesta il piede o semplicemente ci si tocca per strada.
E' una delle prime parole che ho imparato.

Per oggi (e ieri) è tutto. Alle prossime puntate, in positivo ed in negativo che sia.
"L'uomo saggio aspetta il momento giusto, il pazzo lo anticipa, l'imbecille lo lascia passare". (tratto dal film "Mai arrendersi")
Avatar utente
Forrest Gump
Admin
Admin
 
Messaggi: 6416
Iscritto il: sabato 5 luglio 2008, 18:04
Località: Puerto Banùs (Spain)
Residenza: Kiev Ucraina
Anti-spam: 56

Re: Kiev da turista, dopo la lunga residenza

Messaggiodi Forrest Gump il sabato 4 settembre 2010, 22:55

pcamilla ha scritto:Di la verità! Hai ancora la residenza a Kiev :lol:

Si, ma in compenso, ho iscritto mia figlia all'asilo in Spagna ed il 13 settembre è il suo primo giorno di scuola :D

Io mi sa, "pa moemu" come dicono qua, che, nolente o volente, tornerò "da turista" a Kiev un pò più spesso di mia figlia, ma...è la vita e bisogna portare a casa la pagnotta :(
"L'uomo saggio aspetta il momento giusto, il pazzo lo anticipa, l'imbecille lo lascia passare". (tratto dal film "Mai arrendersi")
Avatar utente
Forrest Gump
Admin
Admin
 
Messaggi: 6416
Iscritto il: sabato 5 luglio 2008, 18:04
Località: Puerto Banùs (Spain)
Residenza: Kiev Ucraina
Anti-spam: 56

Re: Kiev da turista, dopo la lunga residenza

Messaggiodi Luca il sabato 4 settembre 2010, 23:07

Forrest ben tornato in Ucraina allora.
Per quanto riguarda l'applauso all'atterraggio, l'accensione dei cellulari e l'apertura delle cappelliere prima dell'arresto dell'aereo, dopo tanti viaggi posso affermare che sono cose che si verificano solamente quando l'aereo parte dall'Italia ed atterra in UA senza scali.
Per intenderci il volo diretto Italia (Roma o Milano) Kiev.
Tutte le volte che invece ho preso l'aereo di qualche compagnia che faceva scalo in una qualche altra capitale o città europea queste cose non si verificavano.
Tanto che sono giunto alla triste conclusione che quello descritto da te è un malvezzo nostrano.
Quanto al mancato timbro sulla immigration card è la prima volta che sento questa cosa.
Sarebbe interessante capire se si è trattato di una svista o se è cambita qualche procedura,
Saluti.
Luca
Avatar utente
Luca
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 1455
Iscritto il: sabato 30 maggio 2009, 19:57
Località: Chieti
Residenza: Chieti
Anti-spam: 56

Re: Kiev da turista, dopo la lunga residenza

Messaggiodi Forrest Gump il domenica 5 settembre 2010, 9:14

Luca ha scritto:Per quanto riguarda l'applauso all'atterraggio, l'accensione dei cellulari e l'apertura delle cappelliere prima dell'arresto dell'aereo, dopo tanti viaggi posso affermare che sono cose che si verificano solamente quando l'aereo parte dall'Italia ed atterra in UA senza scali.

Ciao Luca e grazie del benvenuto, ma....
Forrest Gump ha scritto:... ho fatto scalo a Memmingen (Monaco- Germania) per arrivare a Kiev.

:mrgreen: Come detto, racconto quel che mi è successo nel mio "primo viaggio" in Ucraina.

Rispetto la tua opinione, ma concordo solo parzialmente.
Concordo parzialmente, nel senso che, evidentemente, ti sarà capitato qualche atterraggio senza applauso e telefonini che squillano, su aerei che provenivano da altre nazioni (Italia esclusa), mentre, evidentemente, hai vissuto la mia stessa esperienza quando l'aereo proveniva dall'Italia.

Ti spiego "dove" e "perchè" non corcordo sul fatto che siano "abitudini nostrane".
E' vero, sono un novello di Kiev, ma sono da sempre un viaggiatore.
Ho davvero girato tanto, prima con la famiglia e poi, a 16 anni, da solo la prima volta in Inghilterra.

Posso dirti che da Milano a Palermo, da nord a sud Italia, non sento un applauso da anni.
Forse un'unica eccezione, una sola volta. Era una scolaresca che tornava a casa e l'età media era di 14 anni.

Non credo, in definitiva, che gli italiani c'entrino niente.
Luca ha scritto:Quanto al mancato timbro sulla immigration card è la prima volta che sento questa cosa.
Sarebbe interessante capire se si è trattato di una svista o se è cambita qualche procedura

Ti/Vi informerò presto, direi prestissimo.
Le prime due persone che mi vengono in mente sono: il mio collega/amico di Milano che atterra oggi a Borispol e...tale Alibrando :D che parte in auto domani.

Penso che il dubbio sarà sciolto presto.
"L'uomo saggio aspetta il momento giusto, il pazzo lo anticipa, l'imbecille lo lascia passare". (tratto dal film "Mai arrendersi")
Avatar utente
Forrest Gump
Admin
Admin
 
Messaggi: 6416
Iscritto il: sabato 5 luglio 2008, 18:04
Località: Puerto Banùs (Spain)
Residenza: Kiev Ucraina
Anti-spam: 56

Re: Kiev da turista, dopo la lunga residenza

Messaggiodi Kriss il domenica 5 settembre 2010, 9:31

La descrizione del ritorno è molto simpatica, anzi, bella e piena di affetto per tutti i difetti e pregi, anzi: pregi e difetti, di una città e di un costume che, credo, ormai ti senti addosso come un vestito che calza bene...
Suona molto di nostalgia. Come un "finalmente sono tornato a casa...".

Caro Luca, nonostante gli italiani abbiano la mania di comportarsi come da descrizione, ho notato che anche sulle linee aeree russe (e ukraine) la cosa è tipica.
Se prendi una linea austrica o tedesca, chissà come mai...non succede :mrgreen:
When the power of love overcomes the love of power, the world will know peace.
J.H.
Avatar utente
Kriss
ESPLORATORE
ESPLORATORE
 
Messaggi: 152
Iscritto il: giovedì 1 aprile 2010, 16:06
Residenza: mestre
Anti-spam: 56

Re: Kiev da turista, dopo la lunga residenza

Messaggiodi karayuschij il domenica 5 settembre 2010, 10:35

Ora vi dico tutta la verità!

Ieri ho avuto il grande piacere di pranzare (diciamo che era una merenda visto l'ora) con Forrest Gump.

Erano mesi che non lo vedevo con questo sorriso smagliante, da un orecchio all'altro.
Erano mesi che non lo sentivo raccontare tante cose positive. (Persino su Kiev e i suoi abitanti)
Erano mesi che non lo sentivo brontolare così poco. :D (Anzi, ieri per niente…)

•••
Mi ha fatto tanto piacere rivederti.
Если не знаешь куда идти, иди вперед
Avatar utente
karayuschij
MASTER
MASTER
 
Messaggi: 398
Iscritto il: martedì 10 febbraio 2009, 10:13
Residenza: Ukraina - Kiev
Anti-spam: 56

Re: Kiev da turista, dopo la lunga residenza

Messaggiodi Luca il domenica 5 settembre 2010, 11:44

Probabilmente allora sarò stato fortunato, perchè ogni volta che ho preso un aereo per l'estero (non solo Ua) con scalo non mi è mai capitato di sentire applausi o altro all'atterraggio.
Ah, invece, purtroppo devo dire che queste scene si verificano al momento dell'atterraggio in Italia (tranne qualche rara circostanza).
Mi fa piacere leggere che ti trovi bene in Spagna.
Ma dimmi un po' non è che dopo questa permanenza a Kiev ti torna la voglia di vivere in Ucraina?
Saluti.
Luca
Avatar utente
Luca
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 1455
Iscritto il: sabato 30 maggio 2009, 19:57
Località: Chieti
Residenza: Chieti
Anti-spam: 56

Re: Kiev da turista, dopo la lunga residenza

Messaggiodi magma-x il domenica 5 settembre 2010, 14:02

Benvenuto a Kiev...come al solito, è un piacere sentire i tuoi racconti.

Per quanto riguarda l'applauso, sulla tratta Roma-Kiev l'ho potuto apprezzare su quasi tutti i voli, sempre ad andare, ma mai a tornare...
Su un volo internazionale l'ultimo applauso l'ho sentito su un Roma-Miami...ma parliamo di più di 10 anni fa...

Infine, cosa che mi rende interessato particolarmente, è la carta di immigrazione...una grossa novità per me...

A presto e buon soggiorno 8)
I templari erano a guardia della verità. - Baietti
Avatar utente
magma-x
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 1504
Iscritto il: lunedì 31 dicembre 2007, 16:05
Residenza: Via Lattea
Anti-spam: 56

Re: Kiev da turista, dopo la lunga residenza

Messaggiodi marcoxx il domenica 5 settembre 2010, 21:41

io comunque l'applauso l'ho sentito anche su voli in cui l'Italia non veniva neanche sfiorata......
Avatar utente
marcoxx
MASTER
MASTER
 
Messaggi: 513
Iscritto il: sabato 24 aprile 2010, 1:22
Residenza: Napoli
Anti-spam: 56

Re: Kiev da turista, dopo la lunga residenza

Messaggiodi johannes100 il lunedì 6 settembre 2010, 8:38

karayuschij ha scritto:Ora vi dico tutta la verità!

Ieri ho avuto il grande piacere di pranzare (diciamo che era una merenda visto l'ora) con Forrest Gump.

Erano mesi che non lo vedevo con questo sorriso smagliante, da un orecchio all'altro.
Erano mesi che non lo sentivo raccontare tante cose positive. (Persino su Kiev e i suoi abitanti)
Erano mesi che non lo sentivo brontolare così poco. :D (Anzi, ieri per niente…)

•••
Mi ha fatto tanto piacere rivederti.


E'incredibile....adesso a Forrest da turista Kiev tutto sommato piace !!!.... :shock: .

Potenza della dolce vita sulla spiaggia di Marbella....che fa sembrare tutto bello anche ai Vecchi Brontoloni come Forrest Ottimo Massimo...:D.
Perciocché l'invidioso si rallegra ed é lieto del male, e dolente d'ogni bene altrui; e per questo va sempre cercando come possa CALUNNIARE. (Domenico Cavalca, sec. XIV, 'Disciplina degli Spirituali col Trattato delle trenta stoltizie', cap. 9, pag. 69.8).
Avatar utente
johannes100
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 1328
Iscritto il: sabato 27 ottobre 2007, 11:48
Località: Roma

Re: Kiev da turista, dopo la lunga residenza

Messaggiodi dreamcatcher il lunedì 6 settembre 2010, 11:13

Sono stato a Kiev proprio sabato perchè il mio volo di rientro per l'Italia partiva da borispol, via Riga :shock:
A dire la verità ho avuto solo poche ore per girare il centro e quindi l'idea che mi sono fatto di qusta città è sicuramente molto lontana dalla realtà. Cmq... arrivo alla stazione dei treni da odessa dopo una notte di viaggio su un espresso... cuccetta, complessivamente tutto ok.
Fila infinita per la colazione 8da buon turista, mc donalds) e per capire un po' in come e quanto tempo avrei poi potuto raggiungere borispol...
Quindi metropolitana, che mi è sembrata molto efficiente, e profondissima! Una scala mobile interminabile piena di gente in fila, sia in salita che in discesa, e nessuno che correva o spingeva per superare. Forse perchè era sabato mattina?
Arrivo in centro, tutto sorprendentemente chiuso e deserto, a aprte un paio di avvinazzati vestiti da coniglio e shrek, e altri due o tre amanti della vodka a colazione. Negozi chiusi fino alle 11, il resto solo banche, uffici, assicurazione e studi notarili. Deserta anche S.Sofia... un mare di polizia che fermava quasi tutti, tassisti principalmente.
Giudizio da primo impatto: città fredda, senza un'anima. Sicuramente moderna... ti ricordi che sei in ucraina quando vedi come guidano... ma dopo mesi passati nel caos di Odessa ti sembra perfino tranquilla. Poi va bè, quando vedi Riga con gli stessi stradoni e il limite di 50km/h rispettato da tutti, capisci cos'è la tranquillità in strada...
Se capiterà ci tornerò, ma per ora dovendo scegliere, preferisco vedere qualche altra città.

Per la "immigration card", sui voli da Bergamo - Odessa via Timisoara le hostess carpatair me l'hanno sepre fatta compilare. Una volta si erano dimenticate e quando l'hanno notato si sono alzate in pieno atterraggio per consegnarla agli stranieri a bordo.
Mi hanno sempre ritirato la prima parte (tra l'altro se ristampassero un po' il modello non sarebbe male... è quyasi illegibile) mentre la seconda me l'hanno chiesta ogni volta alla partenza insieme al passaporto. Anche l'ultima volta a Kiev, stessa procedura. L'ultima volta a Odessa all'arrivo mi hanno fatto storie perchè non ho scritto per esteso l'indirizzo della mia ragazza (campagna, c'è bisogno di indirizzo) ma solo regione di kiliya...
Avatar utente
dreamcatcher
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 7695
Iscritto il: giovedì 1 luglio 2010, 10:38
Residenza: Como
Anti-spam: 56

Prossimo

Torna a Racconti di viaggio





Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti