Kiev da turista, dopo la lunga residenza

Racconta i tuoi viaggi i Ucraina

Re: Kiev da turista, dopo la lunga residenza

Messaggiodi dreamcatcher il mercoledì 8 maggio 2013, 10:27

Eh Forrest, cosa non fai alle vecchiette!!! :lol: :lol: :lol:

La storia del tabasco poi è straordinaria... a me invece è capitato di vedere un tizio seduto a un bar, se non sbaglio proprio in Kreshatik, che dopo aver ordinato da bere ha infilato la mano nel taschino della giacca e ne ha estratto un paio di uova sode, consumate senza batter ciglio sotto il timido sole di settembre. Chissà se gliele hanno aggiunte nel conto! #-o
Avatar utente
dreamcatcher
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 7648
Iscritto il: giovedì 1 luglio 2010, 10:38
Residenza: Como
Anti-spam: 56


Re: Kiev da turista, dopo la lunga residenza

Messaggiodi Forrest Gump il lunedì 22 luglio 2019, 9:15

Aggiorno questo vecchio thread con le ultime impressioni.
No, non mancavo dal 2013, data dell'ultimo messaggio. Sono venuto a Kiev spessissimo in questi anni, ma questa volta mi fermerò per 2 - 3 mesi consecutivi; un arco di tempo abbastanza lungo per capire se è cambiato qualcosa.
In realtà non faccio nemmeno il turista come dice il titolo del thread, ma sono qui per lavoro. Un bel pò di cose si sono accumulate ed ho deciso di approfittare dell'estate, quando il tempo è più clemente, per risolverle.

Inizio proprio da qui. Per chi, come me, è metereoptatico, cioè se c'è buio e freddo starebbe a casa tutto il giorno e, viceversa, se il sole tramonta tardi e la temperatura è compresa tra i 22 ed i 30 gradi, a casa non ci starebbe mai, l'estate ucraina è perfetta.

Ma andiamo a noi.
Come ho avuto modo di scrivere in altra parte del forum, le prime, immediate, impressioni che hai quando entri in Ucraina sono due:

1) Poco importa se stai pensando ad altro, al lavoro, all'appuntamento di domani, a come arrivare in quella parte della città, ecc......passerà una ragazza, anzi per rendere giustizia dovrei dire "passerà una modella" e tu per un attimo smetterai di fare quello che stavi facendo o di pensare a quello a cui stati pensando. :D
E' un pò come quando passa una Ferrari nuova e fiammante. Poco importa che tu non abbia la minima intenzione (o chance :D ) di comprartela e poco importa che tu non abbia neanche la minima intenzione di comprarti una qualsiasi altra auto. Ti giri, qualsiasi cosa tu stia facendo. Qui le Ferrari sono 10, 100, 1000 volte più frequenti che in tutte le altre parti.

2) Il tempo scorre più veloce. Il che, se nella vita può essere, e spesso è, sinonimo di volatilità, negli "affari" è qualcosa di estremamente positivo perché non devi aspettare un "si" od un "no" per settimane.
Quando stai lavorando, che sia una risposta positiva che ti fà raggiungere l'obiettivo o negativa che ti consente di riorganizzarti in altra maniera, la velocità è sinonimo di efficienza. Punto !
Se sai bene cosa vuoi, sei deciso. Ed a me piace la gente decisa ed odio i perditempo.
Un solo esempio: crisi del settore immobiliare in Italia e, per ragioni diverse, identica crisi in Ucraina. In Italia ho messo in vendita un immobile da un anno. Il prezzo è stato ribassato ed è assolutamente adeguato al mercato, l'immobile non è un immobile difficile ed anche la location è in piena città: ancora nessuno l'ha comprato. Si pensa, si ripensa, si tratta, si ritratta, si fà tattica e controtattica. Qui, una negoziazione può durare 24/48 ore al massimo.

Passando ad altro.
L'aria mi sembra meno tesa, non so se usare il termine più occidentale, ma sicuramente più aperta ai turisti ed allo straniero. Te ne accorgi perchè negli anni 2000 quando la Militia vedeva un turista passeggiare, ti metteva gli occhi addosso e tu lo "sentivi". Spesso ti fermavano per un controllo e se non avrei con te il passaporto erano guai o $$$$.
Anche la gente per strada era seria, direi quasi incavolata nera già di prima mattina. Adesso noto poliziotti incuranti del tuo passaggio a poca distanza, qualche sorriso in più e qualche locale che perfino scherza per strada.
Ieri per es. ho incontrato due buontemponi. Incorcio il primo che passa, mi stringe la mano e mi dice "Ciao, come va? Ti auguro un buongiorno" e prosegue oltre per la sua strada. Proprio mentre cercavo di capire chi fosse e dove lo avevo conosciuto, arriva a distanza di 10 metri il secondo. Punta su di me col sorriso a distanza e la mano protesa avanti nel classico gesto di chi ti vuole stringere la mano. Mi dice anche lui: "ti auguro un giorni fantastico". Al che rispondo "Вам тоже" (anche a te). Gente allegra per strada. Non so se erano di buon umore perchè anche loro meteoropatici come me, ma forse qualcosa sta cambiando nel peso specifico dell'aria che si respira.

Un'altra novità positiva per me, che amo il mare ed il relax, è stata la valorizzazione di un tratto pedonale chiuso al traffico sulla riva del fiume Dniepr.
No, non siamo sul lungofiume di Obolon - per gli stessi motivi da me considerato il posto più bello di Kiev, quello dove puoi finalmente rilassarti - siamo esattamente di fronte alla stazione metro "Postova Plosca" (scritto come si pronuncia). All'uscita dalla metro, basta alzare lo sguardo verso il Mc. Donald's e scendere.
Era un'area abbandonata o quasi, con l'unico motivo di interesse rappresentato dal molo dove partivano i battelli che facevano i giri sul fiume per i turisti o per i festaioli. Zona completamente recuperata.
Atmosfera da puerto deportivo o paseo marítimo andaluso, relax assoluto, sdraio con vista fiume, cuscinoni enormi dove sdraiarsi sorseggiando un cocktail o fumando il "kalian". E poi musica, bar di ogni genere e tipo.... dai burger allo shaslik, passando per l'immancabile sushi ed infiniti cocktails, ivi compreso il nostro Aperol sprits. Sullo sfondo i battelli che circumnavigano il fiume. Mi piace ed, a giudicare dall'affluenza della gioventù, deve piacere a molti.
Assolutamente consigliato all'ora dell'aperitivo.
"L'uomo saggio aspetta il momento giusto, il pazzo lo anticipa, l'imbecille lo lascia passare". (tratto dal film "Mai arrendersi")
Avatar utente
Forrest Gump
Admin
Admin
 
Messaggi: 6373
Iscritto il: sabato 5 luglio 2008, 18:04
Località: Puerto Banùs (Spain)
Residenza: Kiev Ucraina
Anti-spam: 56

Re: Kiev da turista, dopo la lunga residenza

Messaggiodi dreamcatcher il lunedì 22 luglio 2019, 17:28

Riguardo l'ultima parte di quanto hai scritto, la mia bella ha raccontato più o meno la stessa cosa di izmail: passeggiata lungo il danubio ripulita, ristrutturata, migliorata sotto molti aspetti, e tanta gente a godersi dei momenti di relax.

Ottima cosa direi.
Avatar utente
dreamcatcher
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 7648
Iscritto il: giovedì 1 luglio 2010, 10:38
Residenza: Como
Anti-spam: 56

Re: Kiev da turista, dopo la lunga residenza

Messaggiodi peterthegreat il martedì 23 luglio 2019, 23:43

Negli ultimi 5 anni hanno fatto grandi cose a Kiev.
Sei stato al belvedere, dietro a San Michele?
Anche se tutti noi no!
La radici profonde non gelano!
Avatar utente
peterthegreat
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 5743
Iscritto il: martedì 29 gennaio 2008, 18:11
Residenza: Savona
Anti-spam: 42

Re: Kiev da turista, dopo la lunga residenza

Messaggiodi Forrest Gump il mercoledì 24 luglio 2019, 7:20

Ci passerò. Purtroppo quando sono qui il tempo libero è molto limitato.

A proposito di belvedere, segnalo in fondo a Khreshatik, lato opposto al mercato di Bessarabka, poco prima delle strada che scende per Podol, la passeggiata che porta al gigantesco arco che era stato costruito per rappresentare l'unione tra l'Ucraina e la Russia. Su quell'arco molto alto, qualcuno è riuscito (non so come) a salire e disegnare o forse incollare una crepa, usando il segno simile a quello del fulmine. Ma, al di là della nota folkloristica, poco dopo questo arco è stato costruito un enorme ponte pedonale sospeso in aria che consente di ammirare dall'alto (parecchio alto) il fiume e che congiunge questa parte con la vicina collinetta dove c'è un grande giardino che scende fino a Podol.
Sul ponte sono presenti anche alcune parti di pavimento in vetro che consentono ai passanti che non soffrono di vertigini la vista sul traffico sottostante. Presente anche la pista ciclabile. Consigliato per una passeggiata.
Sotto il ponte, c'è proprio quell'area di cui parlavo sopra con le sdraio, la gente che prende il sole, bar, musica, ecc. che consiglio di frequentare all'ora dell'aperitivo, piuttosto che di giorno.

Si, in generale trovo tante cose cambiate in meglio. Certo, ogni tanto qualcuno ti lascia uno scaldabagno rotto sul pianerottolo davanti la porta di casa ed i giorni passano fino a quando non capisci che se non lo toglierai tu, nessuno se ne preoccuperà, ma la cosa che più mi ha colpito in positivo in queste settimane è l'aria che tira. Non è quella pesante, direi militare, da ultimo avamposto a difesa dall'imminente invasione nemica e neanche tesa come quando "senti" che sei di fronte ad un equilibrio tanto precario quanto temporaneo e ti aspetti che, in qualsiasi momento, può rompersi.
Non ho ancora capito se questa è una mia sensazione, se attribuirlo all'estate o se è veramente cambiato qualcosa. #-o
"L'uomo saggio aspetta il momento giusto, il pazzo lo anticipa, l'imbecille lo lascia passare". (tratto dal film "Mai arrendersi")
Avatar utente
Forrest Gump
Admin
Admin
 
Messaggi: 6373
Iscritto il: sabato 5 luglio 2008, 18:04
Località: Puerto Banùs (Spain)
Residenza: Kiev Ucraina
Anti-spam: 56

Re: Kiev da turista, dopo la lunga residenza

Messaggiodi dreamcatcher il mercoledì 24 luglio 2019, 15:45

Non sono stato a kIev di recente, ma negli ultimi viaggi in Ucraina ho avuto la stessa sensazione, soprattutto in dogana. C'è molta differenza rispetto a una decina d'anni fa, quando la polizia di frontiera sembrava pronta a mandarti in Siberia solo con lo sguardo.

Penso che la gente in generale abbia oggi più svaghi, abbia realmente la possibilità di realizzare qualcosa per sè. Non tutti, ma molti di più di qualche anno fa. E questo incide sull'umore e sui rapporti con le altre persone, a mio parere.
Avatar utente
dreamcatcher
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 7648
Iscritto il: giovedì 1 luglio 2010, 10:38
Residenza: Como
Anti-spam: 56

Re: Kiev da turista, dopo la lunga residenza

Messaggiodi Koros il giovedì 25 luglio 2019, 14:39

buongiorno a tutti,
qualcuno di voi è mai stato a Hidropark, la spiaggia di Kiev?
io ci sono stato a settembre , a me è piaciuta; da vedere l'area attrezzata per il culturismo, molto particolare forse unica al mondo.
Penso che in questo periodo sia spettacolare, da capogiro.
Avatar utente
Koros
ESCURSIONISTA
ESCURSIONISTA
 
Messaggi: 91
Iscritto il: sabato 29 aprile 2017, 18:50
Residenza: Korosten UA
Anti-spam: 42

Re: Kiev da turista, dopo la lunga residenza

Messaggiodi Forrest Gump il giovedì 25 luglio 2019, 20:28

Si, io ci sono andato tantissime volte. Nel 2000 ho anche fatto il mio primo ed ultimo bagno nel Dnipro :mrgreen:
Conosco anche l'area attrezzata per i culturisti, ai tempi c'era anche un club abbastanza chic per l'area, generalmente considerata nazional-popolare, dove si entrava pagando un ingresso e c'era perfino una piscinetta ed un bar privato. Poi, qualche anno fà ho sentito che era stato bruciato e non credo ci sia più. Ma non vado da un paio di anni.

In generale la zona Hidropark offre il vantaggio di poterci arrivare con la metro, tanti ristorantini, bar a basso/medio costo che fanno lo shaslik, la spiaggia e tanta vita.

L'ultima volta che ci sono stato era sera. Anche la sera ci sono dei ristoranti che ad un certo punto si animano con musica (spesso anche dal vivo) e diventano quasi discoteche. Lo scenario però cambia radicalmente rispetto al giorno.
In generale, la sera è considerato dai locali un posto periferico e non troppo sicuro. Per carità, non succede nulla, ma ci sono tanti più ubriachi che in altri posti, favoriti dai prezzi generalmente bassi dell'area.

Di giorno invece è una normale, tranquilla, spiaggia.
"L'uomo saggio aspetta il momento giusto, il pazzo lo anticipa, l'imbecille lo lascia passare". (tratto dal film "Mai arrendersi")
Avatar utente
Forrest Gump
Admin
Admin
 
Messaggi: 6373
Iscritto il: sabato 5 luglio 2008, 18:04
Località: Puerto Banùs (Spain)
Residenza: Kiev Ucraina
Anti-spam: 56

Re: Kiev da turista, dopo la lunga residenza

Messaggiodi Forrest Gump il mercoledì 7 agosto 2019, 8:02

Abbiamo detto di quanto sia caro fare la spesa a Kiev.
Fatta la premessa, devo dire che rispetto a 10 anni fa, quando la varietà dei prodotti "europei" o comunque di qualità scarseggiava, adesso la situazione è completamente cambiata.

Dopo oltre un mese di astinenza da cibo italiano, una decina di pizze da Napulè, un centinaio di sushi che qui trovi anche se entri in un negozio di mobili :D ed una dozzina di Kotlet Po-Kiyvsky, ieri avevo nostalgia del nostro caro cibo italiano. Perso il mio "Faro" che ho trovato chiuso, ho deciso di passare al supermercato per trovare qualcosa da portare a casa..

Tra il supermercato del Mandarin Plaza ed il Silpo del Gulliver, cioè i 2 centralissimi che si trovano in Basseyna ciascuno dentro il suo centro commerciale, l'imbarazzo della scelta è davvero enorme. Ho trovato salame felino, salame Beretta, di cinghiale, col finocchietto, prosciutto di Parma, ricotta, mozzarella di bufala, burrata, provolone Auricchio, biscotti Grisbì, perfino tanti "prosecchi", ecc. ecc. ecc. tutti prodotti che a Marbella non trovi sul banco, ma devi procurarti facendo qualche km o qualche telefonata ad un amico rappresentante di prodotti italiani per i ristoranti :D

Italia a parte, la qualità dei prodotti e soprattutto la varietà (ci sono tutte le principali marche tedesche, spagnole, inglesi,) è migliorata tantissimo. Il pane, che presumibilmente sarà surgelato, al supermercato del Gulliver offre una quarantina di varietà comprese la nostra ciabatta, la baguette francese, il pane integrale, di grano saraceno, ecc. ed è spesso caldo e quindi buono. Anche i dolci mi hanno sorpreso. C'è un bancone dedicato al "porta a casa" con croissant di vario tipo, un'altro dedicato esclusivamente a torte e pasticcini di vario tipo ed una terza vetrina con bar annesso per chi vuole consumare in loco. Ne ho provate di torte da portare a casa e da quella al cioccolato a quella con crema e mirtilli, fragole, perfino i Babá giganteschi con cioccolato, sono tutte (forse surgelate, altrimenti il pasticciere è un genio) di discreta qualità e gusto. Posso dire anche in questo caso che a Marbella dove la pasticceria non eccelle, non esiste una simile varietà. A differenza dei prodotti italiani o esteri che sono molto cari, i prezzi dei dolci sono abbordabilissimi, direi economici.

C'è anche una sezione che chiamerei "cibo da asporto" che ho trovato molto utile ed usato spessissimo con insalate, carne, "blinciki", pollo allo spiedo o cucinato in vari modi, vareniki, contorni di verdura vari e tanta altra roba.
Cibo prevalentemente ucraino ed ottima soluzione per chi, come me, la sera è stanco e non vuole andare al ristorante e non ha neanche troppa voglia di cucinare. In questo caso, i prezzi sono davvero bassissimi, nel senso che non credo spendereste di meno se cucinaste a casa vostra. In realtà erano così bassi da non potermi dare una spiegazione. Spìegazione che poi è arrivata quando ho letto un cartello che diceva che dalle ore 20 e fino al mattino (il supermercato è aperto 24 ore) c'è uno sconto del 30% :D .
"L'uomo saggio aspetta il momento giusto, il pazzo lo anticipa, l'imbecille lo lascia passare". (tratto dal film "Mai arrendersi")
Avatar utente
Forrest Gump
Admin
Admin
 
Messaggi: 6373
Iscritto il: sabato 5 luglio 2008, 18:04
Località: Puerto Banùs (Spain)
Residenza: Kiev Ucraina
Anti-spam: 56

Re: Kiev da turista, dopo la lunga residenza

Messaggiodi Guido il giovedì 8 agosto 2019, 21:48

Forrest Gump ha scritto:Abbiamo detto di quanto sia caro fare la spesa a Kiev.
Fatta la premessa, devo dire che rispetto a 10 anni fa, quando la varietà dei prodotti "europei" o comunque di qualità scarseggiava, adesso la situazione è completamente cambiata.

Dopo oltre un mese di astinenza da cibo italiano, una decina di pizze da Napulè, un centinaio di sushi che qui trovi anche se entri in un negozio di mobili :D ed una dozzina di Kotlet Po-Kiyvsky, ieri avevo nostalgia del nostro caro cibo italiano. Perso il mio "Faro" che ho trovato chiuso, ho deciso di passare al supermercato per trovare qualcosa da portare a casa..

Tra il supermercato del Mandarin Plaza ed il Silpo del Gulliver, cioè i 2 centralissimi che si trovano in Basseyna ciascuno dentro il suo centro commerciale, l'imbarazzo della scelta è davvero enorme. Ho trovato salame felino, salame Beretta, di cinghiale, col finocchietto, prosciutto di Parma, ricotta, mozzarella di bufala, burrata, provolone Auricchio, biscotti Grisbì, perfino tanti "prosecchi", ecc. ecc. ecc. tutti prodotti che a Marbella non trovi sul banco, ma devi procurarti facendo qualche km o qualche telefonata ad un amico rappresentante di prodotti italiani per i ristoranti :D

Italia a parte, la qualità dei prodotti e soprattutto la varietà (ci sono tutte le principali marche tedesche, spagnole, inglesi,) è migliorata tantissimo. Il pane, che presumibilmente sarà surgelato, al supermercato del Gulliver offre una quarantina di varietà comprese la nostra ciabatta, la baguette francese, il pane integrale, di grano saraceno, ecc. ed è spesso caldo e quindi buono. Anche i dolci mi hanno sorpreso. C'è un bancone dedicato al "porta a casa" con croissant di vario tipo, un'altro dedicato esclusivamente a torte e pasticcini di vario tipo ed una terza vetrina con bar annesso per chi vuole consumare in loco. Ne ho provate di torte da portare a casa e da quella al cioccolato a quella con crema e mirtilli, fragole, perfino i Babá giganteschi con cioccolato, sono tutte (forse surgelate, altrimenti il pasticciere è un genio) di discreta qualità e gusto. Posso dire anche in questo caso che a Marbella dove la pasticceria non eccelle, non esiste una simile varietà. A differenza dei prodotti italiani o esteri che sono molto cari, i prezzi dei dolci sono abbordabilissimi, direi economici.

C'è anche una sezione che chiamerei "cibo da asporto" che ho trovato molto utile ed usato spessissimo con insalate, carne, "blinciki", pollo allo spiedo o cucinato in vari modi, vareniki, contorni di verdura vari e tanta altra roba.
Cibo prevalentemente ucraino ed ottima soluzione per chi, come me, la sera è stanco e non vuole andare al ristorante e non ha neanche troppa voglia di cucinare. In questo caso, i prezzi sono davvero bassissimi, nel senso che non credo spendereste di meno se cucinaste a casa vostra. In realtà erano così bassi da non potermi dare una spiegazione. Spìegazione che poi è arrivata quando ho letto un cartello che diceva che dalle ore 20 e fino al mattino (il supermercato è aperto 24 ore) c'è uno sconto del 30% :D .


Al Le Silpo o a quello al Gulliver fanno lo sconto la sera? Magari una sera passo che anch'io non ho voglia di cucinare ahah. L'unico ristorante italiano che è rimasto quindi si chiama Il Faro? Magari ci porto degli amici
Avatar utente
Guido
ESCURSIONISTA
ESCURSIONISTA
 
Messaggi: 69
Iscritto il: giovedì 5 ottobre 2017, 18:44
Località: Milano / Zurich
Residenza: Milano / Zurich
Anti-spam: 42

Re: Kiev da turista, dopo la lunga residenza

Messaggiodi Forrest Gump il venerdì 9 agosto 2019, 7:32

No Guido, non è esattamente così.
Al supermercato del Gulliver non fanno sconti.
Lo sconto del 30% lo fanno SOLO sul "cibo già cucinato e da asporto" e solo dopo le 20.
Per tutti gli altri prodotti da banco non cambia nulla.

C'è un enorme bancone con tante insalate, carne, pollo in tante salse, pesce, contorni, ecc. ecc. cucina internazionale con forte accento ucraino. Io lavoro fino a tardi, la sera sono stanco e non ho voglia di stare ancora fuori o peggio di perdere ore ai fornelli. La definirei un'ottima alternativa al Mc Donald's :D (stessi prezzi, ma qualità e varietà decisamente superiori) per chi ha fretta di mangiare e buttarsi sul divano. Se invece si parla di cena seria allora parliamo di tutt'altra cosa.

Al Mandarin Plaza che io sappia non ci sono sconti e, fra l'altro, di cibo già cucinato dopo le 21 ne ho trovato ben poco. Tutto probabilmente venduto. I prodotti qui sono un pò diversi, ma anche qui c'è davvero tanta scelta.......perfino la burrata o la ricotta fresca :D se si vuole restare in tema Italia.

Per quanto riguarda "Il Faro", non portare nessuno perchè lo hanno chiuso. Era il mio punto di riferimento per la cucina italiana anche per la sua location in pieno centro dove solitamente vivo/lavoro. Un pò come il Napulè per la pizza.
Sicuramente di ristoranti italiani ne avranno aperti di nuovi ed, in verità, tanti li ho notati pure io. Ma non mi fido. Magari chiedo in questi giorni ad un amico che vive qui. Sarà quasi un mese e mezzo che non mangio un piatto di spaghetti serio.

Un ultima cosa che ho notato. Dopo l'invasione del sushi, ormai datata una decina di anni fà, a Kiev sembra essere arrivata la moda dell' Aperol Spritz. Lo trovi praticamente nella metà dei bar del centro.
"L'uomo saggio aspetta il momento giusto, il pazzo lo anticipa, l'imbecille lo lascia passare". (tratto dal film "Mai arrendersi")
Avatar utente
Forrest Gump
Admin
Admin
 
Messaggi: 6373
Iscritto il: sabato 5 luglio 2008, 18:04
Località: Puerto Banùs (Spain)
Residenza: Kiev Ucraina
Anti-spam: 56

Re: Kiev da turista, dopo la lunga residenza

Messaggiodi Guido il venerdì 9 agosto 2019, 17:17

Forrest Gump ha scritto:No Guido, non è esattamente così.
Al supermercato del Gulliver non fanno sconti.
Lo sconto del 30% lo fanno SOLO sul "cibo già cucinato e da asporto" e solo dopo le 20.
Per tutti gli altri prodotti da banco non cambia nulla.

C'è un enorme bancone con tante insalate, carne, pollo in tante salse, pesce, contorni, ecc. ecc. cucina internazionale con forte accento ucraino. Io lavoro fino a tardi, la sera sono stanco e non ho voglia di stare ancora fuori o peggio di perdere ore ai fornelli. La definirei un'ottima alternativa al Mc Donald's :D (stessi prezzi, ma qualità e varietà decisamente superiori) per chi ha fretta di mangiare e buttarsi sul divano. Se invece si parla di cena seria allora parliamo di tutt'altra cosa.

Al Mandarin Plaza che io sappia non ci sono sconti e, fra l'altro, di cibo già cucinato dopo le 21 ne ho trovato ben poco. Tutto probabilmente venduto. I prodotti qui sono un pò diversi, ma anche qui c'è davvero tanta scelta.......perfino la burrata o la ricotta fresca :D se si vuole restare in tema Italia.

Per quanto riguarda "Il Faro", non portare nessuno perchè lo hanno chiuso. Era il mio punto di riferimento per la cucina italiana anche per la sua location in pieno centro dove solitamente vivo/lavoro. Un pò come il Napulè per la pizza.
Sicuramente di ristoranti italiani ne avranno aperti di nuovi ed, in verità, tanti li ho notati pure io. Ma non mi fido. Magari chiedo in questi giorni ad un amico che vive qui. Sarà quasi un mese e mezzo che non mangio un piatto di spaghetti serio.

Un ultima cosa che ho notato. Dopo l'invasione del sushi, ormai datata una decina di anni fà, a Kiev sembra essere arrivata la moda dell' Aperol Spritz. Lo trovi praticamente nella metà dei bar del centro.


Ok grazie mille per le informazioni!
Sí il Sushi è ovunque ma onestamente non mi fido molto, l'ho preso soltanto all'ultimo piano dello Zum dove i prezzi sono come a Milano, altrimenti avrei un po di preoccupazioni.
Non che mi interessi tanto a me il ristorante italiano, ma la mia amica che studia italiano era curiosa se mi fosse piaciuto mangiare italiano da qualche parte qua per avere un metro di giudizio affidabile. Solo che non so quanto possa essere affidabile io :mrgreen:
Avatar utente
Guido
ESCURSIONISTA
ESCURSIONISTA
 
Messaggi: 69
Iscritto il: giovedì 5 ottobre 2017, 18:44
Località: Milano / Zurich
Residenza: Milano / Zurich
Anti-spam: 42

Re: Kiev da turista, dopo la lunga residenza

Messaggiodi Forrest Gump il sabato 10 agosto 2019, 8:49

Guido ha scritto: Sí il Sushi è ovunque ma onestamente non mi fido molto, l'ho preso soltanto all'ultimo piano dello Zum dove i prezzi sono come a Milano

Sai che sarai la terza persona che mi parla di questo ristorante all'ultimo piano dello Zum?
Guido ha scritto: Non che mi interessi tanto a me il ristorante italiano, ma la mia amica che studia italiano

Anch'io a Kiev non vado in cerca di cucina spagnola e quando sono in Spagna di quella ucraina. Ti capisco.
Purtroppo io in Italia ci metto piede una settimana all'anno quando va bene. E prendo tanti kg :mrgreen:
"L'uomo saggio aspetta il momento giusto, il pazzo lo anticipa, l'imbecille lo lascia passare". (tratto dal film "Mai arrendersi")
Avatar utente
Forrest Gump
Admin
Admin
 
Messaggi: 6373
Iscritto il: sabato 5 luglio 2008, 18:04
Località: Puerto Banùs (Spain)
Residenza: Kiev Ucraina
Anti-spam: 56

Re: Kiev da turista, dopo la lunga residenza

Messaggiodi Guido il sabato 10 agosto 2019, 11:20

Forrest Gump ha scritto:
Guido ha scritto: Sí il Sushi è ovunque ma onestamente non mi fido molto, l'ho preso soltanto all'ultimo piano dello Zum dove i prezzi sono come a Milano

Sai che sarai la terza persona che mi parla di questo ristorante all'ultimo piano dello Zum?
Guido ha scritto: Non che mi interessi tanto a me il ristorante italiano, ma la mia amica che studia italiano

Anch'io a Kiev non vado in cerca di cucina spagnola e quando sono in Spagna di quella ucraina. Ti capisco.
Purtroppo io in Italia ci metto piede una settimana all'anno quando va bene. E prendo tanti kg :mrgreen:

Se ci passi a pranzo in settimana, potremmo incontrarci. Ho la scuola di lingua a Reytarska e nella pausa pranzo o quando finisco la mattina le lezioni a volte faccio un salto lì!
Avatar utente
Guido
ESCURSIONISTA
ESCURSIONISTA
 
Messaggi: 69
Iscritto il: giovedì 5 ottobre 2017, 18:44
Località: Milano / Zurich
Residenza: Milano / Zurich
Anti-spam: 42

Re: Kiev da turista, dopo la lunga residenza

Messaggiodi Gianmarco58 il sabato 10 agosto 2019, 12:46

Ciao Guido, posso chiederti che lingua stai studiando?
Gli uomini sono sanguinari, NON le Ideologie! (Peterthegreat)
Avatar utente
Gianmarco58
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 2345
Iscritto il: martedì 11 settembre 2012, 9:32
Località: Milano e Odessa
Residenza: Milano e Odessa
Anti-spam: 42

PrecedenteProssimo

Torna a Racconti di viaggio





Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti