Indipendenza Chiesa Ucraina

La politica in Ucraina.

Indipendenza Chiesa Ucraina

Messaggiodi andbod il sabato 5 gennaio 2019, 17:31

Con la consegna del Tomo la Chiesa Ucraina si unisce (dopo 1000 anni di divisioni) e da oggi diventa indipendente dal Patriarcato Russo.

La decisione di Costantinopoli è storica e un passo, a mio avviso, fondamentale verso una vera indipendenza anche culturale dell'Ucraina verso la Russia.

Molto dura la risposta Russa che minaccia addirittura uno scisma nei confronti di Costantinopoli e accusando i vertici della Chiesa Ortodossa di essere corrotti (da che pulpito verrebbe da dire visto che il Patriarcato Russo è noto per gli eccessi, la corruzione e l'uso incontrollato del denaro dei fedeli) e venduta agli USA (anche in questo caso mi viene da sorridere visto che da anni il Patriarcato di Mosca è la longa manus del Cremlino).
Avatar utente
andbod
Admin
Admin
 
Messaggi: 7232
Iscritto il: domenica 7 dicembre 2008, 1:40
Residenza: Lviv Ucraina
Anti-spam: 56


Re: Indipendenza Chiesa Ucraina

Messaggiodi Gianmarco58 il sabato 5 gennaio 2019, 18:23

Ovviamente al popolo ucraino la cosa non ha fatto piacere, ma pur di gettare benzina sul fuoco e fomentare l'odio verso la Russia si fa anche questo.
Ma attenzione, perché gli ucraini con la religione non scherzano e al momento giusto se ne ricorderanno.
W l'INTER
Avatar utente
Gianmarco58
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 2700
Iscritto il: martedì 11 settembre 2012, 9:32
Località: Milano e Odessa
Residenza: Milano e Odessa
Anti-spam: 42

Re: Indipendenza Chiesa Ucraina

Messaggiodi Franco il sabato 5 gennaio 2019, 18:47

A dire il vero il percorso verso l'autonomia e' iniziato dal 1991 e con oggi si chiude.
Se qualcuno e' interessato puo' leggere questo articolo su "stradeonline", cosi' tanto per capire un poco:
-https://www.stradeonline.it/diritto-e-liberta/3804-l-unificazione-della-chiesa-ortodossa-ucraina#
Avatar utente
Franco
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 772
Iscritto il: mercoledì 4 luglio 2007, 23:29
Località: Roma

Re: Indipendenza Chiesa Ucraina

Messaggiodi Gianmarco58 il sabato 5 gennaio 2019, 20:34

E il fatto che si chiude oggi è un caso? Non credo proprio.
W l'INTER
Avatar utente
Gianmarco58
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 2700
Iscritto il: martedì 11 settembre 2012, 9:32
Località: Milano e Odessa
Residenza: Milano e Odessa
Anti-spam: 42

Re: Indipendenza Chiesa Ucraina

Messaggiodi andbod il domenica 6 gennaio 2019, 0:47

Che al popolo Ucraino non abbia fatto piacere mi pare sia un'affermazione molto lontana dalla realtà.

Già prima della decisione di Costantinopoli solo il 10.9% degli Ucraini seguivano il Patriarcato di Mosca, in netto calo rispetto agli anni precedenti (quando erano il 12.8%), nonostante il Patriarcato di Mosca (sintomo dell'investimento non solo politico ma anche economico da parte di Mosca in Ucraina) contasse un numero di chiese superiore alla somma di tutte le altre confessioni e un numero praticamente uguale alle chiese di tutta la Russia.

L'unione di tutte le chiese Ortodosse in Ucraina rappresenta un'importante novità con molte delle divisioni che rimangono ma all'interno di un processo di evoluzione che non potrà che far bene alla società Ucraina.

Giusto per parlare di numeri tra i giovani Ucraini solo l'1% è contrario all'indipendenza della Chiesa Ucraina da quella Russa, mentre nella totalità della popolazione, compresi i territori occupati, risultano favorevoli all'indipendenza il 71% degli Ucraini, con i contrari che non raggiungono le due cifre.

Il fatto che il procedimento si sia concluso proprio oggi non è certamente un caso, nonostante una fortissima opposizione Russa che ha portato per quasi 30 anni a bloccare le richieste Ucraine : è un preciso indirizzo da parte di Costantinopoli che ribadisce l'indipendenza della chiesa dalla politica. Ricordo infatti che il patriarca Bartolomeo è un primus inter pares per cui è l'intera chiesa Ortodossa ad aver preso collegialmente questa decisione. Alla fine se si vuole trovare un "colpevole" in questa decisione è la stessa Russia che ultimamente ha alzato i toni dello scontro anche sul piano religioso chiedendo a gran voce un "diritto di veto", che non le compete, sulle questioni Ucraine, motivandolo con il fatto che rappresenta la comunità Ortodossa più importante e minacciando sia le chiese minori in Ucraina, che uno scisma.

Cosi come in politica anche nella religione ultimamente la Russia utilizza l'atteggiamento tipico del "bullo" che minaccia tutti per ottenere quello che vuole.

Se la Russia avesse tenuto lo stesso atteggiamento dei precedenti 30 anni probabilmente l'Ucraina avrebbe dovuto aspettare qualche altro decennio prima di vedere riconosciuta l'indipendenza della propria Chiesa.
Avatar utente
andbod
Admin
Admin
 
Messaggi: 7232
Iscritto il: domenica 7 dicembre 2008, 1:40
Residenza: Lviv Ucraina
Anti-spam: 56

Re: Indipendenza Chiesa Ucraina

Messaggiodi valkrav il domenica 6 gennaio 2019, 1:31

andbod ha scritto:Con la consegna del Tomo la Chiesa Ucraina si unisce (dopo 1000 anni di divisioni) e da oggi diventa indipendente dal Patriarcato Russo.

La decisione di Costantinopoli è storica e un passo, a mio avviso, fondamentale verso una vera indipendenza anche culturale dell'Ucraina verso la Russia.

Pensate ci un po' !
Non vi sembra un teatro di assurdo tutto questo?
Chi sono queli di Costantinopoli?
Chi ha dato a loro (a patriarco russo, a papa, ecc) questo diritto di decidere ?
Dio?
Solo un fatto che esiste qualsiasi tipo di ierarchia nella chiesa vuol dire che la chiesa e una specia di business,

un ipocrisia infinita, niente altro e non ha nulla di comune con la fede.
Миром правит не тайная ложа, а явная лажа
Avatar utente
valkrav
MASTER
MASTER
 
Messaggi: 941
Iscritto il: venerdì 30 dicembre 2011, 22:55
Residenza: Lucca
Anti-spam: 56

Re: Indipendenza Chiesa Ucraina

Messaggiodi andbod il domenica 6 gennaio 2019, 9:03

Qui entriamo in un discorso molto esteso e complesso che riguarda in genere la fede e la sua “amministrazione” in terra.

Personalmente, pur essendo molto lontano dalla religione, ritengo che la fede sia un qualcosa che non ha bisogno di amministrazione terrena in quanto è un fatto prettamente spirituale ma è da quando esistono le religioni monoteiste (e in parte anche prima in altre culture) che esistono apparati molto estesi “delegati” (da se stessi) ad amministrare le religioni.

Qui si inserisce il mio discorso: nella “seconda Roma” questo potere viene da sempre esercitato in maniera collegiale dai vari Patriarchi in un forma certamente più “democratica” rispetto alla Chiesa Cattolica in cui esiste un potere quasi assoluto, sebbene oggetto di una delega. Mosca, da quando la religione è diventata uno strumento diretto della politica, dopo l’ascesa di Putin, ha nei fatti in più occasioni esercitato un potere quasi assoluto nel mondo Ortodosso arrogandosi sempre più poteri, compreso quello di veto sulla indipendenza della Chiesta Ucraina che, nei fatti, ormai da moltissimi anni è compiuta. Penso che Costantinopoli (assieme a tutti gli altri Patriarchi) abbia voluto dare un segnale forte a Mosca ribadendo comunque un ruolo prioritario sulla fede rispetto alla politica (ovvio che in realtà comunqie la religione abbia anche un ruolo politico) e che il Patriarca di Mosca non può trattare il mondo ortodosso come se fosse propria esclusiva competenza.

Come per molte altre cose negli ultimi anni, gli Ucraini hanno dimostrato (almeno di facciata in realtà la situazione è ben più complessa) unità e perfino molte delle Chiese facenti parte del Patriarcato di Mosca hanno deciso di unirsi alla neonata Chiesa Ucraina.

Questo non toglie che nulla cambierà per il Patriarcato di Mosca che continuerà a professare il proprio credo in territorio Ucraino anche se ufficialmente dovrà far riferimento alla Chiesa Ucraina.
Avatar utente
andbod
Admin
Admin
 
Messaggi: 7232
Iscritto il: domenica 7 dicembre 2008, 1:40
Residenza: Lviv Ucraina
Anti-spam: 56

Re: Indipendenza Chiesa Ucraina

Messaggiodi peterthegreat il domenica 6 gennaio 2019, 16:06

Fosse per me raderei al suolo chiese, moschee e sinagoghe.
Grazie alla religione il mondo e' rimasto indietro di almeno 500 anni.
Dove son gli impiccatori degli Eroi che non scordiamo?
Dove son gli infoibatori della nostra gente sola?
Ruggirà per noi il leone, di là raglio di somaro.
Eia, carne del Quarnaro! Eja Eja Alalà
G. D'Annunzio
Avatar utente
peterthegreat
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 6402
Iscritto il: martedì 29 gennaio 2008, 18:11
Residenza: Savona
Anti-spam: 42

Re: Indipendenza Chiesa Ucraina

Messaggiodi Forrest Gump il domenica 6 gennaio 2019, 20:34

Anche io non sono molto ferrato in materia di religione.
Finora ogni passo per allontanarsi da Mosca, in qualsiasi campo, è stato pagato a durissimo prezzo.
Temo reazioni e spero solo che questa "rottura" non abbia conseguenze per il popolo ucraino.
"L'uomo saggio aspetta il momento giusto, il pazzo lo anticipa, l'imbecille lo lascia passare". (tratto dal film "Mai arrendersi")
Avatar utente
Forrest Gump
Admin
Admin
 
Messaggi: 6837
Iscritto il: sabato 5 luglio 2008, 18:04
Località: Tra Marbella e Kiev
Residenza: Kiev Ucraina
Anti-spam: 42

Re: Indipendenza Chiesa Ucraina

Messaggiodi andbod il lunedì 7 gennaio 2019, 6:21

Indubbiamente ci saranno ritorsioni da parte Russa anche perché l’impatto dell’indipendenza ecclesiastica da Mosca è certamente rilevante, togliendo a Mosca una delle armi più efficaci per mantenere il controllo sulla società Ucraina.

Difficile capire quali saranno gli strumenti che Mosca potrà utilizzare in quanto da un lato l’opzione militare su larga scala alquanto improbabile e dall’altro la Russia ha terminato gli strumenti di pressione economica con gli scambi commerciali ridotti al minimo sostenibile per Mosca.
Avatar utente
andbod
Admin
Admin
 
Messaggi: 7232
Iscritto il: domenica 7 dicembre 2008, 1:40
Residenza: Lviv Ucraina
Anti-spam: 56

Re: Indipendenza Chiesa Ucraina

Messaggiodi dreamcatcher il lunedì 7 gennaio 2019, 16:31

Fa sorridere questo accostamento tra chiesa e nomi di Stati. Dovrebbero andare tutti a confessarsi :mrgreen:

Una nota, senza voler generalizzare. Dalle parti della bessarabia per quanto ho visto, non c'è un grosso attaccamento alla religione, almeno non come viene inteso in Italia. Tanto per capirci, a messa la domenica ci andranno una decina di persone in tutto il villaggio, prevalentemente donne e prevalentemente anziane.

Le eccezioni arrivano con le feste 'importanti': come Natale e Pasqua. Lì diventano tutti credenti (in questo non vedo molte differenze con l'Italia).

L'altra eccezione degna di nota è il matrimonio. Nonostante quello che conti è lo Zags, il luogo che tutti vogliono per sposarsi è la chiesa. Lo vedo più come un gesto scaramantico che come un atto di fede, ma non sto certo a giudicare.

Con queste premesse, è chiaro che quanto accaduto negli ultimi anni all'interno della chiesa ucraina e il confronto senza esclusione di colpi col patriarcato di Mosca, lasciano il tempo che trovano.
Se pensiamo agli anatemi lanciati dal patriarca di Mosca contro l'Ucraina già cinque anni fa, viene facile immaginare quanta 'passione' e quanta 'fede' sia sbocciata.

Sono anche sicuro che in altre zone dell'Ucraina, dove ad esempio i greco-ortodossi sono tanti e sono anche praticanti, tutta la questione sia vista con altri occhi. Nelle campagne del sud, veramente, come al solito grande disinteresse.

C'è però da dire una cosa. Quei pochi che sono credenti e praticanti, sono molto legati alla tradizione e il patriarcato di Mosca indubbiamente è parte di questa tradizione.
Questa è l'unica lettura che posso dare, ad esempio, all'affermazione di Gianmarco quando dice che agli Ucraini non fa piacere lo strappo col patriarcato di Mosca.

Riguardo invece la 'dipendenza' o sudditanza nei confronti degli Stati Uniti, un fondo di verità c'è ma non certo riguardo la chiesa ortodossa: poco tempo fa è partita l'ennesima famiglia dalla campagna alla volta degli Stati Uniti, California per l'esattezza, 'invitata' da parenti che lì vivono ormai da decenni e che, come loro, appartengono alla chiesa battista.

Questi sì che in un certo senso fanno sentire il loro peso in campagna, inviando molto denaro e, tra un lavaggio del cervello e l'altro, offrendo la prospettiva di una vita migliore. Se non quella dell'aldilà, almeno quella terrena :mrgreen:
Avatar utente
dreamcatcher
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 8100
Iscritto il: giovedì 1 luglio 2010, 10:38
Residenza: Como
Anti-spam: 56

Re: Indipendenza Chiesa Ucraina

Messaggiodi markus il lunedì 7 gennaio 2019, 17:15

dreamcatcher ha scritto:Fa sorridere questo accostamento tra chiesa e nomi di Stati. Dovrebbero andare tutti a confessarsi :mrgreen:


:D qui un articolo che spiega, in modo semplice, perché in Moldavia (quindi vale anche in Bessarabia) vi sono persone che celebrano il Natale il 25 dicembre, altre l’8 gennaio.

Nulla a che fare con “una sospirata integrazione europea” semplicemente dovuto a motivi religiosi e storici legati comunque all’imperialismo russo (@ Gianmarco mi riferisco a prima della nascita dell’URSS quindi nulla di personale :lol: )

h—ps://www.moldova.org/en/moldovans-celebrate-christmas-january-7th/
Avatar utente
markus
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 2228
Iscritto il: giovedì 13 marzo 2014, 12:18
Residenza: Basarabia
Anti-spam: 42

Re: Indipendenza Chiesa Ucraina

Messaggiodi andbod il martedì 8 gennaio 2019, 16:15

Indubbiamente nell'Ovest e nel Nord del Paese la religione è molto più sentita, anche senza i momenti di celebrazione in città come Lviv o Rivne le chiese sono stracolme di persone tutto l'anno. Durante le celebrazioni vengono celebrate anche 3 o 4 omelie al giorno e ci sono lunghissime code anche fuori delle chiese.

Kyiv è una realtà a parte in quanto il mix delle confessioni è maggiormente evidente rispetto al resto del Paese.

C'è un fenomeno, solo in parte prevedibile fino ad oggi, che potrebbe cambiare la realtà attuale : sono diverse decine le chiese del Patriarcato di Mosca che, fin dal primo giorno, hanno deciso di abbandonarlo per cambiare la propria confessione. E' vero che in Ucraina sono cosi tante che è il fenomeno per ora è marginale ma la realtà potrebbe cambiare molto velocemente.

Non dimentichiamo che la chiesa in Ucraina è sempre stata non solo un centro di potere politico ma anche economico (la fede forse riesce ad arrivare al terzo posto), luogo di incontro discreto per discutere di affari (oggi in realtà si preferiscono business center o palestre esclusivi) o per conservare lontano da occhi indiscreti documenti o proprietà per cui un allontanamento più marcato dalla Russia potrebbe portare alcuni degli sponsor delle chiesi locali a "cambiare casacca".
Avatar utente
andbod
Admin
Admin
 
Messaggi: 7232
Iscritto il: domenica 7 dicembre 2008, 1:40
Residenza: Lviv Ucraina
Anti-spam: 56

Re: Indipendenza Chiesa Ucraina

Messaggiodi vittorio_guido il martedì 8 gennaio 2019, 19:55

Siamo passati dal Dio... Dio.
Al Dio denaro.
Ed in nome di quest'ultimo stiamo distruggendo il pianeta..
Allora era meglio il Dio..Dio... a quei tempi ci distruggevamo solo tra di noi.. (che non era così male alla fine... :lol: )
Tutto il resto sono ridicolaggini (secondo me) la chiesa Ucraina poteva staccarsi senza chiedere permessi.. che accadeva altrimenti? :lol:
Soltanto gli stupidi non sbagliano mai.....
Odessa Mama
Avatar utente
vittorio_guido
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 6322
Iscritto il: domenica 7 febbraio 2010, 22:09
Residenza: viareggio (Odessa vacanza)
Anti-spam: 56


Torna a Attualita' politica





Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti