Il pregiudizio appollaiato sulla spalla.

Esperienze e confronti, le storie d'amore le delusioni e il carattere delle ragazze ucraine.

Il pregiudizio appollaiato sulla spalla.

Messaggiodi snaupsman70 il mercoledì 24 marzo 2010, 19:23

Ciao Mi chiamo Paolo, vi scrivo la mia storia, sperando che qualcuno dei più esperti in "materia" mi possa dare qualche opinione.
Ho 39 anni e sono sempre stato un single incallito, non ho mai avuto grossi problemi ad avere una compagna, in verità non ricordo di essere stato "sfidanzato" (chissà se esiste questa parola) per più di 6 mesi da quando avevo 18 anni, però non ho mai incontrato il vero amore, quello che si spera duri per sempre... almeno fino ad ora.
Qualche tempo fa, un mio caro amico mi ha "costretto" a conoscere una donna Ucraina, perchè continuava a dirmi che dovevo "mettere la testa a posto"... e questa donna poteva servire al caso. Sul momento risi in faccia a questo amico, io con una Ucraina!!! Avevo sempre guardato con sospetto queste donne dell'est, anzi ( e ora lo dico con una punta di vergogna) ero convinto, che dietro i loro matrimoni con Italiani ci fosse solo l'interesse per la cittadinanza, i soldi etc... etc...
Poi come ho già detto "costretto" ho conosciuto lei, la mia stessa età,da 9 anni in Italia per dimenticare un marito sparito anni fa, lasciandola sola e senza soldi, bella ma con il viso segnato dai dolori e dalle fatiche di una donna sola in un paese straniero, ma la cosa che più mi ha colpito la sua dignità, la forza con la quale ha superato tutte le prove della vita, rimanendo comunque una donna spiritosa e simpatica(cosa per me fondamentale, se una donna non sa farmi ridere può essere anche bellissima ma...). Ho cominciato a frequentarla, e dopo poche settimane mi ritrovo innamorato come un ragazzino di 16 anni. Per la prima volta una donna con la quale penso di poter costruire un futuro. Tutto bene direte... invece ogni tanto sulla mia spalla ritrovo appollaiato il pregiudizio, ogni tanto per un secondo mi chiedo ma lei sta con me per amore o per interesse? premetto non ha mai chiesto o fatto niente per insinuarmi sospetti... anzi non sto ad elencare le volte che mi ha dimostrato proprio il contrario. Allora chiedo a voi esperti, capita anche a voi questo? come si combatte l'ombra del pregiudizio? Aspetto i vs commenti. Grazie Paolo
Avatar utente
snaupsman70
VIAGGIATORE
VIAGGIATORE
 
Messaggi: 46
Iscritto il: domenica 21 marzo 2010, 16:36
Residenza: Busto Arsizio
Anti-spam: 56


Re: Il pregiudizio appollaiato sulla spalla.

Messaggiodi mishka il mercoledì 24 marzo 2010, 19:35

Ciao Paolo io dei pregiudizi e delle opinioni delle altre persone non so cosa farmene, e penso che tu non hai bisogno di sentirli.
Non sei un ragazzetto e hai avuto le tue esperienze e sicuramente non hai il cuore distrutto da una pessima storia d'amore per cui sei fuggito tra le braccia di una ragazzetta ucraina; tu e lei siete adulti e vi accomuna (spero) un sentimento comune.
Si capisce se l'altra persona prova lo stesso sentimento per te dalle piccole cose e di certo non dai regali :)
Vivi serenamente questo fantastico momento e facci sapere come va.
Ciao bello
Quando sei in viaggio ricordati sempre che la strada può portarti molto più lontano di quanto la tua mente possa credere.
Avatar utente
mishka
ESPLORATORE
ESPLORATORE
 
Messaggi: 106
Iscritto il: venerdì 5 marzo 2010, 12:12
Residenza: manfredonia
Anti-spam: 56

Re: Il pregiudizio appollaiato sulla spalla.

Messaggiodi magma-x il mercoledì 24 marzo 2010, 19:53

Ciao Paolo

come si combatte il pregiudizio? Il pregiudizio non si combatte, ma si educa. Lo si educa viaggiando, conoscendo il mondo e la storia. Conoscendo i popoli e leggendo i libri.

Ma, permettimi, il tuo non è pregiudizio, è paura.
Chi ha paura ha necessita di essere rassicurato: stai sereno e non pensare a questa "cose", se non fosse per il solo fatto che lei è "mezza italiana", che possibilmente ha un lavoro e un permesso di soggiorno...pensa che lei non ha bisogno di te perchè non è più giovanissima, perchè, probabilmente, ne ha viste così tante nella sua vita che ora avrebbe bisogno di un uomo accanto, per trascorrere insieme a lui la restante parte...

La mamma di una mia amica, ha circa la tua età, anche lei ucraina, e anche lei nella stessa condizione della tua "ragazza" (diversi anni in italia, un divorzio alle spalle, figli, etc)...e anche lei sta con un indigeno delle mie parti, e credimi, vanno d'amore e d'accordo da diversi anni ormai: tralaltro lui è una persona perbene e rispettabile.

Le tue paure sarebbero fondate se lei avesse avuto 18 anni, e tu l'avessi incontrata in qualche night di kiev o di Lugano...in quel caso ti avrei consigliato di scappare...

Vivi questa storia, male che vada non ci saranno "morti", ma solo "feriti", esattamente come sarebbe potuto accadere se lei fosse stata "completamente" italiana.

Saluti 8)
I templari erano a guardia della verità. - Baietti
Avatar utente
magma-x
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 1504
Iscritto il: lunedì 31 dicembre 2007, 16:05
Residenza: Via Lattea
Anti-spam: 56

Re: Il pregiudizio appollaiato sulla spalla.

Messaggiodi Win231 il giovedì 25 marzo 2010, 0:19

Ciao Paolo,

Quoto magma-x al 1000% aggiungendo che, anche io come te ERO un single incallito anche se ho avuto un paio di convivenze.
Tra l'altro siamo pure coetanei perchè quest'anno salirò sul monte dell'Olimpo dei 40enni =D> :lol:

Ora sono sono sposato da 2 mesi (pochissimo, penserai tu e qualcun'altro) con una donna Ucraina, viviamo già in Italia e sono molto felice e soddisfatto della mia scelta.
Lei ha 30 anni.

Capisco le tue sensazioni e le tue paure (pregiudizi) chiamiamole come vogliamo; perchè pure io ero in questa situazione 1 anno fa.

Ora se sono qua in Italia con lei è perchè ho messo da parte tutto ciò.....

Auguroni di un felice futuro. :wink:

PS(e poi se ti sposi,...lei è già in Italia e non avrai tutte quelle "grane" burocratiche che ho avuto e che sto avendo tutt'ora!!!!)...si scherza ovviamente.
"To live is the rarest thing in the world. Most people exist, that is all".(Oscar Wilde)
Avatar utente
Win231
ESPLORATORE
ESPLORATORE
 
Messaggi: 299
Iscritto il: mercoledì 24 dicembre 2008, 14:33
Località: Bologna
Residenza: Bologna
Anti-spam: 56

Re: Il pregiudizio appollaiato sulla spalla.

Messaggiodi vittorio_guido il giovedì 25 marzo 2010, 1:10

Per la mia 'piccola' esperienza le donne ucraine (ma ho conosciuto anche diverse russe in USA) hanno vissuto chi più chi meno pessime esperienze familiari. E proprio per queste ragioni, matrimoni finiti con mariti o padri fuggiti chissà dove le ha fatte diventare donne dure, che non si piegano facilmente! lascia perdere pregiudizi medioevali, sono donne esemplari perchè spesso si sobbarcano lavori faticosi e famiglia, mia suocera fa 3 lavori per mantenere le figlie,(il secondo marito è scoparso.... chissà dove!).
Certo non è facile, mia madre quando gli ho detto che mi volevo sposare 8per di più con una ragazza non italiana ha preso l'aereo ed è volata in florida (fino a un paio di mesi prima non aveva neanche il passaporto) per conoscere la mia futura moglie.
comunque per fortuna non siamo tutti identici e ognuno ha la propria storia personale e il proprio carattere quindi non si uò generalizzare.
mia moglie l'ho conusciata dove lavoravamo e ancora adesso lavora, (anche se non ne avrebbe bisogno) ma sono fatte così..... Sono loro che dovrebbero aver paura visto come si comportano in linea di massima gli uomini ucraini..... Sigh rovinando tutta la categoria maschile....
Come dice mia nonna dall'alto dei suoi 88 anni: fa quello che ti dice il cuore (e fregatene di quello che ti dicono gli altri, perchè al cuore non si comanda!)
ciao
in gamba
Vittorio
Soltanto gli stupidi non sbagliano mai.....
Odessa Mama
Avatar utente
vittorio_guido
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 5778
Iscritto il: domenica 7 febbraio 2010, 22:09
Residenza: viareggio (Odessa vacanza)
Anti-spam: 56

Re: Il pregiudizio appollaiato sulla spalla.

Messaggiodi brasil421 il giovedì 25 marzo 2010, 11:41

Caro Paolo vivi la tua storia con serenità e tranquillità e non avere paura della tua stessa paura e per sorriderci su ti racconto un piccolo aneddoto che ti farà riflettere sul nostro vivere.

Lui era sul letto... ormai aveva 90 anni e una vita vissuta in tutti i suoi colori..ed era quasi arrivato al capolinea.
Gli si avvicina un ragazzo che lo assisteva da qualche mese e gli chiese "Scusami sono curioso dimmi per cortesia perchè non ti sei mai sposato nella tua vita?
Il vecchio rispose "Sai ho cercato tanto in ogni angolo del mondo la donna perfetta per me ..ma non l 'ho trovata" poi sospira , riflette.. e continua beh sincermante una donna giusta per me tempo fa l avevo anche trovata!!!
Il giovane incurisosito allora chiese "Davvero!!! Ma perchè allora non l'hai sposata???..... il vecchio annuì.... e poi rispose "Perchè caro mio anche Lei cercava l'uomo perfetto!!!"

SLADKAIA JISN

Poka
Avatar utente
brasil421
ESCURSIONISTA
ESCURSIONISTA
 
Messaggi: 76
Iscritto il: mercoledì 8 luglio 2009, 16:31
Residenza: padova
Anti-spam: 56

Re: Il pregiudizio appollaiato sulla spalla.

Messaggiodi snaupsman70 il venerdì 26 marzo 2010, 17:05

Un grazie a tutti di cuore per le vs opinioni, in particolare ringrazio Magma-X le cui parole mi hanno aperto gli occhi. Dopo aver preso a calci le mie paure/pregiudizi mi dedicherò alla mia bella Ucraina senza altri problemi. Winx 231... io i 40 li farò a Giugno... mammamia... non voglio neanche pensarci:)))
Avatar utente
snaupsman70
VIAGGIATORE
VIAGGIATORE
 
Messaggi: 46
Iscritto il: domenica 21 marzo 2010, 16:36
Residenza: Busto Arsizio
Anti-spam: 56

Re: Il pregiudizio appollaiato sulla spalla.

Messaggiodi magma-x il venerdì 26 marzo 2010, 19:03

figurati, lo si fa con piacere...

In bocca al lupo per la tua storia! 8)
I templari erano a guardia della verità. - Baietti
Avatar utente
magma-x
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 1504
Iscritto il: lunedì 31 dicembre 2007, 16:05
Residenza: Via Lattea
Anti-spam: 56

Re: Il pregiudizio appollaiato sulla spalla.

Messaggiodi Forrest Gump il mercoledì 31 marzo 2010, 19:26

magma-x ha scritto:
come si combatte il pregiudizio? Il pregiudizio non si combatte, ma si educa. Lo si educa viaggiando, conoscendo il mondo e la storia. Conoscendo i popoli e leggendo i libri.


Bravo magma, condivido ogni singola parola e le tue parole non sono valide solo per il caso in questione o solo nel campo degli affetti, ma per tutto ed in tutto.

Aggiungo solo un detto comune: "Chi meno sa, più sospetta" o se preferite: "la conoscenza è potere".
La cura contro i pregiudizi è proprio quella che hai scritto tu: viaggiare, viaggiare, viaggiare e se non lo si può fare, studiare, studiare, studiare.

Non a caso, tutti i popoli o i cittidani delle città cosmopolite, abituati ad interagire con le diverse culture sono quelli con la mente più aperta e, viceversa, i popoli ed i cittadini dei luoghi più isolati sono sempre quelli con più pregiudizi.

snaupsman70 ha scritto:Ho cominciato a frequentarla, e dopo poche settimane mi ritrovo innamorato come un ragazzino di 16 anni. Per la prima volta una donna con la quale penso di poter costruire un futuro.


La risposta sta in queste righe e nel fatto che un matrimonio non è mai un atto di razionalità al 100%, altrimenti non sarebbe un atto di amore, ma il frutto di calcoli o di probabilità.
Segui l'istinto e buona fortuna
"L'uomo saggio aspetta il momento giusto, il pazzo lo anticipa, l'imbecille lo lascia passare". (tratto dal film "Mai arrendersi")
Avatar utente
Forrest Gump
Admin
Admin
 
Messaggi: 6278
Iscritto il: sabato 5 luglio 2008, 18:04
Località: Puerto Banùs (Spain)
Residenza: Kiev Ucraina
Anti-spam: 56

Re: Il pregiudizio appollaiato sulla spalla.

Messaggiodi snaupsman70 il mercoledì 7 aprile 2010, 13:32

Piccolo aggiornamento.
Grazie alle vs opinioni, sto vivendo molto più serenamente la mia storia d'amore con la mia bella Ucraina.
Ogni giorno mi sorprendo a pensare quanto ero stupido a farmi tutti quei problemi; avere al mio fianco una donna così , sta cambiando lentamente la mia vita in meglio.
E per uno come me, sempre stato scapolo incallito, è veramente un'esperienza esaltante ... se avessi deciso di lasciarla, avrei perso una persona veramente speciale.

Un' altra cosa che mi da molto da riflettere è tutto il mondo "Ucraina in Italia" (chiamiamolo così) che sto scoprendo.
Prima per me Ucraina era: Andriy Shevchenko, Dinamo Kiev e bellissime 25enni che sposano attempati benestanti Italiani... lo so, non ci faccio una bella figura... ma ero vittima dei miei pregiudizi.

Oggi sto scoprendo tutte queste donne, venute in Italia nei modi più disparati, che si danno da fare facendo le badanti, le donne delle pulizie, le operaie in fabbrica e nonostante spesso siano laureate e specializzate, fanno questi lavori con impegno e dignità, guadagnandosi il rispetto e l'amicizia dei loro colleghi e dei loro datori di lavoro. Un esempio per tutti, una mia amica ,avvocato in Georgia (non solo Ucraine...), uno scricciolo di 42 Kg, che fa la mulettista in una ditta.

Insomma dopo queste esperienze che sto facendo, non posso fare altro che dire "Viva le donne Ucraine"
Ciao Paolo
Avatar utente
snaupsman70
VIAGGIATORE
VIAGGIATORE
 
Messaggi: 46
Iscritto il: domenica 21 marzo 2010, 16:36
Residenza: Busto Arsizio
Anti-spam: 56

Re: Il pregiudizio appollaiato sulla spalla.

Messaggiodi moris.cn il mercoledì 7 aprile 2010, 15:28

A riquardo dei rapporti con ragazze ucraine, posso dirvi che per mia esperienza e quella di altri miei amici se uno
cerca la ragazza per un rapporto serio la puo' trovare in italia dove ce ne sono molte che lavorano come badanti o altri lavori e conoscono la nostra vita e non hanno bisogno di fuggire o farsi mantenere da stranieri acettando anche anziani o avventurieri.

Mia moglie lo conosciuta che faceva la persona di servizio in una famiglia ,prima era badante ed e' lei la prima
a dirmi che molte ragazze ucraine non sono capaci di poter avere una famiglia con italiani, in quanto la giornata da loro e' spesso senza orari ( mangiare, dormire, appuntamenti ecc.) mentre noi abbiamo giustamente delle regole.

Comunque non ho nulla di personale con chi mantiene un rapporto in chiat e poi va a farsi il viaggio, sicuramente
e' piu' intrigante.
Avatar utente
moris.cn
ESPLORATORE
ESPLORATORE
 
Messaggi: 185
Iscritto il: sabato 3 aprile 2010, 11:54
Residenza: pistoia
Anti-spam: 56

Re: Il pregiudizio appollaiato sulla spalla.

Messaggiodi Kriss il giovedì 8 aprile 2010, 18:42

E' vero, il pregiudizio si combatte con la conoscenza e non sempre i libri bastano.
Viaggiare è un modo per interagire e capire la cultura degli altri.
Ho avuto modo di conoscere, in Paesi molto più poveri del nostro, persone con una enorme cultura.

Per esempio, in Russia, andare a teatro ( e credo anche in Ucraina) è normale, come per noi andare a vedere il cinepanettone di Natale.
Purtroppo, il pregiudizio è quella cosa che ti fa "sentire" come potenziale terrorista ogni persona che parli arabo.
Poi lo conosci... e ti vergogni di averlo pensato.

Bisogna accostarsi agli altri con un po' di umiltà. E' per questo che non condivido gli spacconi che
pensano di essere l'uomo più desiderato solo perchè italiano. L'uomo è singolo nel suo comportamento, di qualsiasi nazione o etnia esso sia.
Motivo per cui, le donne russe o ucraine possono essere approfittatrici, come ottime donne. Fermo restando il fatto che, io considero le donne dell'est molto in gamba, in generale.
Anche questo potrebbe essere un o stereotipo. Più positivo che negativo, ma pur sempre uno stereotipo.

Le persone bisogna conoscerle e non dimentichiamo che la valutazione è sempre data dal nostro metro personale.
Perciò, quel che può non andare bene a noi potrebbe essere perfetto per un altro...
Il quale, magari, non ha i nostri pregiudizi.

Ciò che non mi sembra corretto è affermare che le città cosmopolite siano le più aperte mentalmente.
Molte città USA sono sempre sull'orlo di qualche sommossa, perchè le varie etnie si sopportano a malapena.
Per arrivare a quell'apertura mentale auspicata da Forrest, bisogna cercare a livelli culturali piuttosto alti e
purtroppo, negli USA, il livello, è spesso basso. I livelli scolastici più elevati, sono per pochi.

Comunque, caro Paolo, sono contento che tu abbia eliminato il tuo pregiudizio, sia con la conoscenza, sia con il ragionamento. E' la dimostrazione che il pregiudizio si può tranquillamente abbattere. Basta ragionarci sopra e non chiudersi troppo. Se cominciamo ad aprirci un poco, man mano che conosciamo l'altro, saremo sempre più curiosi di conoscerlo.
Buona fortuna
When the power of love overcomes the love of power, the world will know peace.
J.H.
Avatar utente
Kriss
ESPLORATORE
ESPLORATORE
 
Messaggi: 152
Iscritto il: giovedì 1 aprile 2010, 16:06
Residenza: mestre
Anti-spam: 56


Torna a In Ucraina per amore





Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti