il matrimonio si avvicina

Tutti i documenti e le procedure per sposarsi con un cittadino ucraino.

il matrimonio si avvicina

Messaggiodi marceff il mercoledì 13 giugno 2018, 16:46

Buongiorno a tutti,
la mia storia continua e, sebbene con ritardo rispetto a quanto programmato, il prossimo mese avrà luogo ufficialmente la mia unione. Entrambi proveniamo da vite differenti, avendo superato la mezza età, pertanto ognuno di noi due vorrebbe che i beni mobili e immobili rimangano ad esclusiva proprietà personale, per poterli lasciare ai propri figli nati da altri matrimoni.
Per quello che so, in Ucraina ci si può sposare richiedendo la separazione dei beni. Questa separazione varrebbe anche per immobili eventualmente acquistati dopo il matrimonio?
In caso di divorzio, il diritto di famiglia ucraino è comparabile nei contenuti e nelle procedure con quello italiano?
Grazie
Avatar utente
marceff
ESCURSIONISTA
ESCURSIONISTA
 
Messaggi: 71
Iscritto il: giovedì 27 aprile 2017, 21:52
Residenza: Roma - Kiev
Anti-spam: 42


Re: il matrimonio si avvicina

Messaggiodi Forrest Gump il mercoledì 13 giugno 2018, 18:49

Ci sono un paio di persone molto preparate in materia che non tarderanno a risponderti.
Da quello che so/ricordo, in Ucraina esiste la possibilità di fare il contratto pre-matrimoniale che prevede la facoltà di conservare per sé i beni comprati in precedenza e di, nel caso le cose andassero male (fai gli scongiuri :supz: ), decidere come "lasciarsi" dal punto di vista economico.
Chiamalo pure "limitare i danni" o "patti chiari e matrimonio lungo" :D

Il mio consiglio è di lasciare la diplomazia e l'eleganza da parte perchè in Ucraina - io ne sono testimone ed ho raccontato la mia storia extraterrestre sul forum - se ti vogliono "gabbare" lo fanno e lo fanno anche senza troppe difficoltà. Tutto si compra. Rendiamogli almeno la vita più difficile.

Per quanto riguarda la divisione dei beni, non so se dia la possibilità (non credo) di limitare alcune leggi parecchio vincolanti tra i coniugi. Per esempio quella sul consenso obbligatorio del coniuge in caso di vendita di un immobile acquistato in costanza di matrimonio ed indipendente dall'intestazione dello stesso.
A me quando è capitato di vendere - spesso la presenza di un coniuge risulta perfino dall'atto di acquisto - il notaio ha sempre chiesto il consenso obbligatorio di mia moglie. La ratio legis è quella di ......"non vendere e scappare col bottino su un'isola caraibica, magari accompagnati da una giovane modella ventenne, lasciando a piedi, nella fredda Ucraina, moglie e figli".

Divisione dei beni a parte, che ribadisco non so se esonera da questo vincolo dell'obbligatorietà della firma del consorte in caso di vendita di immobili, c'è una scappatoia. Al momento dell'acquisto dell'immobile, si chiede (obbliga? :D ) la gentile signora a dichiarare nell'atto, davanti al notaio, di "rinunciare ad ogni diritto sull'immobile, ivi compreso il diritto di prestare il proprio consenso nel caso di futura vendita".
"L'uomo saggio aspetta il momento giusto, il pazzo lo anticipa, l'imbecille lo lascia passare". (tratto dal film "Mai arrendersi")
Avatar utente
Forrest Gump
Admin
Admin
 
Messaggi: 6278
Iscritto il: sabato 5 luglio 2008, 18:04
Località: Puerto Banùs (Spain)
Residenza: Kiev Ucraina
Anti-spam: 56

Re: il matrimonio si avvicina

Messaggiodi grifoinside il mercoledì 13 giugno 2018, 21:05

Ti faccio gli auguri di vita serena con accanto la tua moglie Ucraina!
Ascolta il parere di chi sul sito ti puo' consigliare per tutelarti economicamente,
ma spero che rimangano fini a se stessi senza che ce ne sia un bisogno reale.
Avatar utente
grifoinside
ESPLORATORE
ESPLORATORE
 
Messaggi: 120
Iscritto il: domenica 1 ottobre 2017, 23:18
Residenza: Genova
Anti-spam: 42

Re: il matrimonio si avvicina

Messaggiodi peterthegreat il mercoledì 13 giugno 2018, 23:53

Tutto quello che e' stato acquistato prima del matrimonio in italia e' di proprietà esclusiva di uno dei coniugi anche in regime di comunione dei beni.
Chi acquista un bene in regime di separazione dei beni e' l'unico proprietario dei bene, fino alla morte, che verra' poi diviso in quota disponibile e quota legittima in percentuale in base al numero di figli e della moglie a cui spetta da 1/2 ad 1/4.
Se ti sposi in Ucraina, puoi fare la separazione dei beni in ambasciata, 2 testimoni italiani.
Visto che sicuramente avrai più da perdere tu che lei, io ti consiglio un consulto da un notaio.
Anche se tutti noi no!
La radici profonde non gelano!
Avatar utente
peterthegreat
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 5682
Iscritto il: martedì 29 gennaio 2008, 18:11
Residenza: Savona
Anti-spam: 42

Re: il matrimonio si avvicina

Messaggiodi vittorio_guido il giovedì 14 giugno 2018, 10:35

Cazzarola l'unica con il papà avvocato e 4 case l'ho trovata io?? :lol: :lol:
Fai divisione dei beni in ambasciata .
Se non ricordo male la divisione dei beni va comunicata anche in ucraina
Soltanto gli stupidi non sbagliano mai.....
Odessa Mama
Avatar utente
vittorio_guido
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 5776
Iscritto il: domenica 7 febbraio 2010, 22:09
Residenza: viareggio (Odessa vacanza)
Anti-spam: 56

Re: il matrimonio si avvicina

Messaggiodi peterthegreat il giovedì 14 giugno 2018, 12:20

In Ucraina non esiste la divisione dei bene,
come dice Francesco bisogna stipulare un contratto prematrimoniale.
Anche se tutti noi no!
La radici profonde non gelano!
Avatar utente
peterthegreat
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 5682
Iscritto il: martedì 29 gennaio 2008, 18:11
Residenza: Savona
Anti-spam: 42

Re: il matrimonio si avvicina

Messaggiodi markus il giovedì 14 giugno 2018, 12:49

Premetto che non sono un esperto però per motivi professionali mi sono confrontato 2 volte (marginalmente) con questioni ereditarie a livello internazionale. In entrambi i casi somme considerevoli e gli eredi hanno intentato cause un po'ovunque vi era la possibilità di "incassare".

Da quanto hai scritto mi sembra che entrambi avete discusso della questione e siete concordi. La separazione dei beni non risolve la questione quota legittima a favore di tua moglie o tua secondo il diritto successorio italiano.

A quanto mi risulta, per legge italiana, i coniugi non possono rinunciare alla quota legittima mediante la firma di una convenzione(che poi ci rinunciano volontariamente in caso di morte del coniuge questo altro discorso ma non è garantito).

Secondo me andrebbe valutato dove intendete risiedere, Italia, Ucraina od altra nazione e cosa prevede il diritto privato internazionale.

Io risiedo in Moldavia (quindi ho affrontato la questione avendo 2 figli dalla prima moglie e 2 dalla mia attuale compagna), non sò com'è in Ucraina ma qui funziona così. Se non vi è testamento vi sono quote legittime, in caso di testamento vale quest'ultimo e non vi sono quote legittime.

Nel tuo caso potresti eventualmente donare i beni immobili ai tuoi figli mantenendo l'usufrutto.

Come ha scritto Pietro penso sarebbe utile rivolgersi ad un notaio o avvocato che abbia esperienza, oltre che di diritto successorio, anche di quello privato internazionale.
Avatar utente
markus
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 1885
Iscritto il: giovedì 13 marzo 2014, 12:18
Residenza: Basarabia
Anti-spam: 42

Re: il matrimonio si avvicina

Messaggiodi andrea.ua.83 il giovedì 14 giugno 2018, 14:20

Riguardo a quanto scrive Forrest:

1. In Ucraina e' possibile stipulare - prima o in pendenza di matrimonio - contratto matrimoniale dinanzi a notaio. Detto contratto - diversamente a quanto accade in Italia, - non e' soggetto a registrazione in pubblici registri con la conseguenza' che il contratto produce effetto nei confronti di terzi solo se questi ultimi ne hanno conoscenza (o avrebbero dovuto averne conoscenza secondo il parametro della normale diligenza).

2. Nel caso di alienazione di bene acquisito da un solo coniuge in regime di separazione di bene, il consenso alla vendita dell'altro coniuge non e' giuridicamente necessario. Tuttavia, tenuto conto del grado di incertezza giuridica e della mancanza, sopra detta, di una forma di registrazione ufficiale delle convenzioni matrimoniali, l'acquirente ed il notaio tendono - per evitare l'insorgenza di problemi, conflitti, ecc - a richiedere il consenso in ogni caso

Il tema posto da Markus e' ovviamente complesso e merita approfondimenti.
Non potendomi soffermare si puo' pero' dire come di fatto, nel caso di beni immobili situati in Ucraina la successione e' regolata dalla legge ucraina: norma imperativa che non puo' essere derogata mediante accordo tra coniugi.
Detto cio', due considerazioni:

a) la legge ucraina offre al de cuius ampia liberta' nel disporre dell'asse ereditario, riconoscendo peraltro la possibilita' - negata in italia - di stipulare alcuni tipi di patti successori.

b) bisogna tenere presente come in Ucraina, diversamente dall'Italia, i genitori del defunto rientrano tra gli eredi di primo grado e sono assimilari al coniuge ed i figli;

c) Sul tema della legittima posto da Markus, il discorso e' un po' complicato. Nel caso di successione regolata da testamento, uan quota di legittima in realta', di fatto, esiste. Tuttavia, essa presuppone - differentemente dal caso italiano - non solo la esistenza di un rapporto di parentela tra de cuius ed eredi ma un quid pluris , cioe' un qualcosa in piu' rappresentato dallo stato di "soggetto inidoneo al lavoro" dell'erede. cosi' ad es. mediante testamento non puo' essere compressa una quota spettante a figli minorenni, coiniugi o genitori in eta' di pensione, ecc. Quota che in Ucraina e' rappresentata dal 50% della quota spettante all'erede in mancanza di testamento. Markus, sei sicuro che qualcosa di analogo non esista anche in Moldova? Sarei molto sorpreso...
Avatar utente
andrea.ua.83
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 581
Iscritto il: mercoledì 27 maggio 2015, 15:05
Residenza: Kiev
Anti-spam: 42

Re: il matrimonio si avvicina

Messaggiodi markus il giovedì 14 giugno 2018, 15:27

andrea.ua.83 ha scritto:Markus, sei sicuro che qualcosa di analogo non esista anche in Moldova? Sarei molto sorpreso...


Giusto quanto hai scritto, in caso di figli inabili al lavoro in quanto portatori di "handicap" il diritto moldavo prevede che il figlio è a carico dei genitori anche se maggiorenne, per quanto concerne genitori pensionati non mi risulta.
Avatar utente
markus
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 1885
Iscritto il: giovedì 13 marzo 2014, 12:18
Residenza: Basarabia
Anti-spam: 42

Re: il matrimonio si avvicina

Messaggiodi markus il giovedì 14 giugno 2018, 15:45

Nel senso non mi risulta che per legge i cittadini moldavi hanno doveri nei confronti dei loro genitori pensionati. Se non doveri morali, ma questo è un altro discorso.
Avatar utente
markus
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 1885
Iscritto il: giovedì 13 marzo 2014, 12:18
Residenza: Basarabia
Anti-spam: 42

Re: il matrimonio si avvicina

Messaggiodi andrea.ua.83 il giovedì 14 giugno 2018, 18:46

Non mi riferivo agli obblighi di mantimento o assistenza verso minori, invalidi o genitori, ma ai beneificiari della quota di riserva nel caso di successione regolata da testamento.

Ai sensi dell'art 1505 del codice civile moldavo beneficiano della riserva i successori di prima grado inabili al lavoro.
Articolul 1505. Rezerva succesorală
Succesorii de clasa I inapţi pentru muncă au dreptul de a moşteni, independent de conţinutul testamentului, cel puţin o doime cotă-parte din cota ce s-ar fi cuvenit fiecăruia în caz de succesiune legală (rezervă succesorală).

I genitori rientrano, al pari di figli e coniugi, nel I gruppo di eredi.

Articolul 1500. Moştenitorii legali
(1) În cazul succesiunii legale, moştenitori cu drept de cotă egală sînt:
a) de clasa I – descendenţii (fiii şi fiicele celui ce a lăsat moştenirea, la fel şi cei născuţi vii după decesul lui, precum şi cei înfiaţi), soţul supravieţuitor şi ascendenţii privilegiaţi (părinţii, înfietorii) celui ce a lăsat moştenirea;


La nozione di inabile al lavoro e' individuata dala giurisprudenza della Corte Suprema di Giustizia ed e' comprensiva di:
1) persone che hanno raggiunto il diritto a pensione per motivi di eta' (indipendentemente dalla effettiva erogazione di pensione);
2) maggiorenni con stato di invalidita' di 1,2 e 3 gruppo
3) minorenni (e maggiorenni che proseguoni gli studi sino alla laurea).

HOTĂRÎREA PLENULUICURŢII SUPREME DE JUSTIŢIE A REPUBLICII MOLDOVA
Cu privire la practica aplicării de către instanţele judecătoreştia legislaţiei la examinarea cauzelor despre succesiunenr.13 din 03.10.2005


48.
...
Sînt inapte de muncă persoanele care au atins vîrsta de pensionare pentru limita de vîrstă, invalizii de gradul 1, 2 şi 3, inclusiv invalizii din copilărie, indiferent de faptul dacă le este stabilită pensia pentru limită de vîrstă sau invaliditate, precum şi copiii pînâ la împlinirea vîrstei de 18 ani.

Incapacitatea de muncă se va dovedi prin carnetul de invaliditate, carnetul de pensionar şi certificatul de naştere pentru dovedirea minorităţii sau atingerii vîrstei de pensionare pentru limită de vîrstă. Faptul că persoana inaptă de muncă nu a fost întreţinută de către defunct, se afla în altă localitate sau ţară nu are importanţă pentru a recunoaşte persoana respectivă ca moştenitor rezervatar....

Desumerei con un ragionevole grado di certezza che I genitori del [i]de cuius[/i - al pari del coniuge superstite e dei figli - anche se non invalidi, beneficiano della riserva qualora abbiano raggiunto il requisito di eta' per beneficiare pensione di vecchiaia. Esattamente come in Ucraina.
Avatar utente
andrea.ua.83
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 581
Iscritto il: mercoledì 27 maggio 2015, 15:05
Residenza: Kiev
Anti-spam: 42

Re: il matrimonio si avvicina

Messaggiodi markus il giovedì 14 giugno 2018, 20:20

A dire il vero non ti sò rispondere con precisione, per curiosità mi studio la cosa poi ti manderò un MP in quanto, scrivendo su un Forum che tratta di Ucraina, non penso che altri utenti sono molto interessati.

Ti posso dire che non è semplice capire il diritto moldavo, anche se si conosce la lingua rumena.

Nel 2010 hanno modificato la legge sugli stranieri. A fronte delle modifiche ho contattato un’ambasciata moldava per chiedere se avevo diritto di PDS avendo allora una figlia con cittadina moldava ed ho parlato con una console. Lei gentilissima mi ha detto la legge è nuova, mi informo a Chisinau poi la richiamo.

Mi ha richiamato il giorno dopo dicendomi si, ho diritto al PDS provvisorio moldavo. Ha aggiunto devo entrare in Moldova ed entro 30 giorni recarmi all’immigrazione e fare richiesta di PDS.

Sono andato in Moldova e 2 giorni dopo all’immigrazione. Mi hanno mandato, giustamente, a quel paese. La nuova legge prevedeva si il ricongiungimento famigliare con mia figlia. Ma il diritto di chiederlo lo aveva lei e lo poteva fare, ovviamente, solo al raggiungimento della maggiore età.

Mi hanno comunque dato PDS provvisorio moldavo (ti scriverò come ci sono arrivato, comunque niente bustarelle od altro). Sul permesso, ormai rinnovato 4 volte, vi è scritto motivo del soggiorno: alte scopuri che significa altri scopi, non studio, ricongiungimento famigliare, lavoro ecc. Una specie di “spada di Damocle” ossia se vogliono mi danno il permesso altrimenti non me lo rinnovano.

Nel frattempo, circa due anni fà, la legge sugli stranieri è nuovamente cambiata. Ora avendo figlie cittadine moldave ed essendo residente da almeno 5 anni in Moldova ho diritto di chiedere permesso di soggiorno moldavo definitivo.

Divertente che avendo figlie moldave potevo chiedere la cittadinanza moldava dopo 3 anni di residenza in Moldova. Divertente per modo di dire, direi piuttosto illogico.
Avatar utente
markus
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 1885
Iscritto il: giovedì 13 marzo 2014, 12:18
Residenza: Basarabia
Anti-spam: 42

Re: il matrimonio si avvicina

Messaggiodi markus il giovedì 14 giugno 2018, 21:53

@ Andrea, come scritto valuterò la cosa e cercherò di darti risposta precisa. Ti posso dire, esperienza mia personale.

Il padre della mia compagna è morto circa 11 anni fà, aveva 3 sorelle quindi zie della mia compagna. Una delle zie della mia compagna 6 anni fà ha chiamato un notaio sul letto di morte della madre, nonna della mia compagna, e le ha fatto fare testamento a favore suo, di una sorella e della mia compagna escludendo una sorella zia della mia compagna.

Non sò come la notaia ha convalidato il testamento, la nonna della mia compagna decisamente non era più in grado di intendere e volere.

Nel frattempo, per l’eredità c’è qualche problema burocratico, una volta risolto regaleremo (la parte della mia compagna è una casetta con un po’ di terreno) ad una nipote della mia compagna.
Avatar utente
markus
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 1885
Iscritto il: giovedì 13 marzo 2014, 12:18
Residenza: Basarabia
Anti-spam: 42

Re: il matrimonio si avvicina

Messaggiodi peterthegreat il venerdì 15 giugno 2018, 7:43

Quando parlo di notaio e' sottinteso che parlo di un professionista in Italia, per garantire i tuoi interessi e dei tuoi figli.
Non certo in Ucraina dove la legge lascia il tempo che trova.
Anche se tutti noi no!
La radici profonde non gelano!
Avatar utente
peterthegreat
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 5682
Iscritto il: martedì 29 gennaio 2008, 18:11
Residenza: Savona
Anti-spam: 42

Re: il matrimonio si avvicina

Messaggiodi vittorio_guido il venerdì 15 giugno 2018, 10:48

Ovvio .
Basta vedere Forrest..... :(
Pensa ai tuoi beni italici :D
Soltanto gli stupidi non sbagliano mai.....
Odessa Mama
Avatar utente
vittorio_guido
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 5776
Iscritto il: domenica 7 febbraio 2010, 22:09
Residenza: viareggio (Odessa vacanza)
Anti-spam: 56

Prossimo

Torna a Matrimonio con cittadini ucraini.





Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti