Guerra e.......marketing...

La politica in Ucraina.

Re: Guerra e.......marketing...

Messaggiodi benny il martedì 25 agosto 2015, 11:29

andbod ha scritto:Le miniere sono state chiuse in tutto il Paese durante la crisi (i giacimenti di carbone piu' grandi del Paese si trovano ad esempio tra Lviv e Ternopil) piu' che altro per via del minor costo di acquisto sui mercati esteri. Ad esempio di fatto oggi il carbone viene usato quasi esclusivamente per consumo interno.

Il fatto che il Donbass sia diventato "una palla al piede" non e' certo dovuto alle scarse capacita' locali ma ad una politica corrotta che ha preferito coprire di incentivi le fabbriche che non innovano o addirittura non producono con costi enormi a carico dello Stato. In tutte le altre Regioni questo non e' avvenuto e le stesse si sono dovute reinventare puntando sul terziario o le tecnologie avanzate.

L'Ucraina sarebbe una grande risorsa se venissero ammodernate le tecniche estrattive ma qui la palla al piede sono gli oligarchi che preferiscono i soldi dello Stato al mercato.


Infatti stiamo parlando proprio delle stesse cose:

- Mi sono dimenticato di aggiungere che gli Operai degli Stabilimenti FIAMM (che è una multinazionale) sono in CASSAINTEGRAZIONE quindi la multinazionale sta producendo lo stesso, sfruttando il Wellfare Statale, approfittando di bassi costi dei contoterzisti ( salari più bassi, peggiori accordi sindacali e/o contrattazioni interne )... e recuperando i soldi versati coi contributi degli operai stessi...
- Questo "giochino", non so se solo in Italia o in tutta Europa, le grandi multinazionali lo fanno da anni e regolarmente ( dopo ci si chiede da dove viene il buco finanziario dello stato... bha ... #-o )
Avatar utente
benny
ESPLORATORE
ESPLORATORE
 
Messaggi: 125
Iscritto il: venerdì 23 maggio 2014, 12:31
Residenza: Bergamo
Anti-spam: 42


Re: Guerra e.......marketing...

Messaggiodi Pièveloce il giovedì 27 agosto 2015, 15:09

Ritornando al......marketing....
Il presidente dell'associazione Europea di business in Ucraina, (Tomáš Fiala) ha dichiarato, in una intervista a "Der Spiegel" che, nelle ultime elezioni, seggi del parlamento ucraino sono stati "acquistati", da imprenditori e business man ad un determinato prezzo che varia tra i 3 e i 10 mil. di $.
Tali imprenditori avrebbero acquistato seggi parlamentari per "fare lobby", quindi difendere i propri interessi nel parlamento stesso.
Ritiene inoltre che proprio Poroshenko (Yatsenyuk incluso) siano ricorsi a tale sistema, ovvero, vendendo seggi sono riusciti a finanziarsi la campagna elettorale, senza dover attingere dal proprio patrimonio.
Fonte: Der Spiegel.
....Marketing....?
La mente è come un paracadute: funziona solo se si apre.
Avatar utente
Pièveloce
ESCURSIONISTA
ESCURSIONISTA
 
Messaggi: 69
Iscritto il: giovedì 4 dicembre 2014, 18:47
Residenza: Arona, - Kharkov-
Anti-spam: 42

Re: Guerra e.......marketing...

Messaggiodi uvdonbairo il giovedì 27 agosto 2015, 15:40

Pie

tutto questo è fuori tema con il post.

/OT
Avatar utente
uvdonbairo
Admin
Admin
 
Messaggi: 4668
Iscritto il: martedì 29 agosto 2006, 14:02
Località: Lucca
Residenza: Lucca
Anti-spam: 56

Re: Guerra e.......marketing...

Messaggiodi Pièveloce il giovedì 27 agosto 2015, 21:52

uvdonbairo ha scritto:Pie

tutto questo è fuori tema con il post.

/OT


Grazie per l'avviso; dove avrei dovuto postarlo?
La mente è come un paracadute: funziona solo se si apre.
Avatar utente
Pièveloce
ESCURSIONISTA
ESCURSIONISTA
 
Messaggi: 69
Iscritto il: giovedì 4 dicembre 2014, 18:47
Residenza: Arona, - Kharkov-
Anti-spam: 42

Re: Guerra e.......marketing...

Messaggiodi Pièveloce il mercoledì 2 settembre 2015, 10:33

Ieri mattina sono uscito di buon'ora e sono andato a fare colazione in centro (sempre a Kharkov) al "1654" (per chi mi volesse incontrare, vado spesso lì). Dopo essermi rimpinzato di dolci al ciocc, mi dirigo verso l'Historychny Muzey e noto un paio di baldi giovanotti intenti a montare un baldacchino, una ... piccola tenda....con le insegne del battaglione Azov.
Mi sono seduto su una panchina ad una cinquantina di metri di distanza, per vedere le reazioni della gente che passava di lì, visto che era in una zona di transito pedonale molto sostenuto. La maggior parte della gente non prestava attenzione al baldacchino, alcuni scuotevano la testa, mentre alcuni giovani (solo loro, molto giovani) guardavano e qualcuno si fermava. Dettaglio: a chi si avvicinava interessato, uno dei due rappresentanti porgeva il saluto romano.....
Siccome volevo passare lì vicino anch'io ma senza "destare attenzione", sono tornato a casa e ho indossato una maglietta con lo stemma di una piccola bandiera Svizzera, quindi neutrale, così avrei potuto spacciarmi per cittadino svizzero.
Dopo un'oretta torno sul luogo, mi avvicino e vengo "accolto" anch'io a "mano tesa". Chiedo informazioni in inglese e subito, indispettiti, mi chiedono se sono un giornalista, notando la bandierina svizzera. Gli ho fatto presente che, da turista che sono, ero incuriosito da cosa rappresentassero e a cosa era dovuta la raccolta fondi, in quanto avrei voluto contribuire qualora fosse un ente benefico. Mi invitano ad allontanarmi, che non sono affari miei in quanto straniero.
Bene, saluto e mi allontano.
Ultimo dettaglio: quello che "accoglieva" gli interessati, aveva i capelli rasati in modo tale che sul lato destro vicino all'orecchio appariva una svastica vera e propria.
La mente è come un paracadute: funziona solo se si apre.
Avatar utente
Pièveloce
ESCURSIONISTA
ESCURSIONISTA
 
Messaggi: 69
Iscritto il: giovedì 4 dicembre 2014, 18:47
Residenza: Arona, - Kharkov-
Anti-spam: 42

Re: Guerra e.......marketing...

Messaggiodi andbod il mercoledì 2 settembre 2015, 11:09

Gli scemi purtroppo ci sono in tutto il mondo. Certo che utilizzare certi simboli e allontanare gli stranieri non aiuta la causa Ucraina. Ad esempio a Kyiv e Lviv le tende di Azov sono gestite da giovanissimi ovviamente rasati (sono militari) ma niente simbolica nazista, buona interazione anche con chi e' straniero (anche se ovviamente ci tengono a precisare che dagli stranieri non vogliono aiuto perche' l'Ucraina non vuole avere debiti con nessuno) e a Kyiv parla Russo (Azov e' una brigata i cui comandanti sono tutti Russofoni). Speriamo non se ne accorga la TV Russa, altrimenti avra' un'altra storia da ingigantire.
Avatar utente
andbod
Admin
Admin
 
Messaggi: 7232
Iscritto il: domenica 7 dicembre 2008, 1:40
Residenza: Lviv Ucraina
Anti-spam: 56

Re: Guerra e.......marketing...

Messaggiodi Gianmarco58 il mercoledì 2 settembre 2015, 11:38

Certo, andbod gli scemi ci sono in tutto il mondo, ma scemo + scemo comincia a diventare un problema e quando diventano troppi potrebbe essere troppo tardi.
W l'INTER
Avatar utente
Gianmarco58
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 2700
Iscritto il: martedì 11 settembre 2012, 9:32
Località: Milano e Odessa
Residenza: Milano e Odessa
Anti-spam: 42

Re: Guerra e.......marketing...

Messaggiodi andrey il mercoledì 2 settembre 2015, 12:13

vero, come la manifestazione neo nazista in germania con le bandiere credo della "roba"che ora c'e' a Donetsk
le svastiche e i neo nazisti russi ce ne sono a bizzeffe,
non immagini taroccate ma selfie orgogliosi....

per noi di parte Ucraina e certamente non russa,e' offensivo triste sentire racconti simili a quello sopra...
e speriamo che rimangano nell'ordine che purtroppo ci sono nel mondo
meglio se spariscono...
tra l'altro propaganda nazi e comunista e' vietata dalla legge...in Ucraina...
«Lottate e vincerete!»,Taras Ševčenko ai popoli soggetti al dominio imperiale di Mosca "QUANDO TRA IL PANE E LA LIBERTÀ IL POPOLO SCEGLIE IL PANE, PRIMO O POI SI PERDERÀ TUTTO, COMPRESO IL PANE" Stepan Bandera
СЛАВА УКРАЇНІ CON IL CUORE VIVA UCRAINA
Avatar utente
andrey
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 6026
Iscritto il: lunedì 7 maggio 2007, 7:59
Residenza: firenze,lviv(resistenza)
Anti-spam: 42

Re: Guerra e.......marketing...

Messaggiodi Ciorni.voran il giovedì 3 settembre 2015, 9:33

Prendo a pretesto questo episodio per fare un ragionamento più ampio.

E' pieno di fascisti in Galizia che sono certamente una minoranza ma si danno da fare per cercare uno spazio al Sole.Se vai sul sito "svastone" puoi comprare anche tu una bella maglietta con la faccia di Mussolini o quella del reggimento Azov.Un paio conto di farmele mandare anch'io di quelle un po' meno caraterizzate da indossare quando sono in Italia.

Se conosci poi il mio account di FB e dai un'occhiata tra gli amici troverai almeno una decina di questi terribili fascistazzi tutti di quelle zone.La gente ormai da solo la caccia ai simboli con un meccanismo riflesso modello cane di Pavlov.Generalmente sono persone molto "accoglienti" proprio per il fatto che vengono tendenzialmente ghettizzate o fungono da capro espiatorio per tutto ciò che avviene nel paese ma non si capisce come questo sia possibile visto che sono "infime" minoranze (numericamente parlando).Parimenti se non hai idee simili alle loro e sei anche straniero puoi essere respinto.Non accettare denaro da chiunque è più onorevole che fare le puttane come molti dei politici in quel paese hanno fatto fino ad ora al punto di arrivare a manipolare la costituzione con la compravendita dei parlamentari in virtù di accordi che vengono rispettati solo per piaggeria verso gli occidentali quando l'altra parte se ne guarda accuratamente dal farlo.

Quindi il saluto romano che non provoca nessuna conseguenza nella realtà viene stigmatizzato e finisce sulle "prime pagine" mentre uno che vota emendamenti alla Costituzione è uno leale che rispetta gli accordi.La Costituzione serve tra le altre cose a far si che il governo o il popolo stesso non possano sciogliere lo Stato.Per questo ci sono parti immodificabili e altre che possono essere emendate con maggioranze molto qualificate, un ampio dibattito parlamentare magari un referendum e in modo che si possa ottenere la massima espressione della volontà popolare.

Perchè la democrazia con l'imbroglio semantico tipico degli americani e dei loro alleati non è associabile direttamente con la libertà.Sono concetti differenti e nel primo caso parliamo anche di un concetto dinamico che non ha una definizione univoca nei luoghi e nel tempo.Anche i fascisti in seconda battuta erano portatori di democrazia, quella organicistica (corporativa) di derivazione anarchico-sindacalista.

Poi ci sono diritti di cittadinanza che possono essere utili alla democrazia come il multipartitismo, la possibilità di partecipare alla vita politica nelle assemblee elettive, la possibilità garantita a tutti di esprimere le proprie opinioni e tanti altri.Quindi dire democratico non democratico alla gente non significa nulla...al massimo ci saranno vari livelli di democrazia.Io paradossalmente posso essere liberissimo con Putin se diventasse improvvisamente un "illuminato" e essere "non libero" in un paese che ha un ordinamento democratico.Infatti parte del suo altissimo gradimento nella mia opinione è dovuto proprio allo scambio avvenuto in alcuni strati della popolazione della Fed. Russa tra diritti politici e benessere diffuso negli stessi.Poi si può dire che senza diritti politici una democrazia non possa esprimersi pienamente ma parliamo sempre di "livelli di democrazia".La democrazia non è un totem, un idolo o qualcosa di sacro ma un imperfetto sistema di governo che momentaneamente si è rivelato il più efficace.

Quello che invece è chiaro è che la democrazia è il "governo dei molti" dove la sovranità nella misura massima possibile deve essere affidata al popolo.Quando i meccanismi che regolano la democrazia diretta o indiretta saltano o si inceppano, vengono manipolati o sono poco chiari allora si arriva alla "democrazia autoritaria" che è peggiore della dittatura perchè nessuno è responsabile di niente.Quando finì il fascismo presero Mussolini e i suoi gerarchi e li appesero per i piedi, nelle "democrazie autoritarie" dove spesso il potere non è nazionale ma anche sovra-nazionale condizionato fortemente dalla finanza e dal capitale (nelle mani di pochi)...chi vai a prendere?Chi paga?

Ecco dove siedono i veri fascisti,non sono certo questi ragazzotti che spesso hanno anche il coraggio di andare contro corrente che non è certo facile.Chi difende la costituzione da un maldestro tentativo di cambiarla è un eroe e non certo un criminale che certamente non deve lanciare le bombe cosa che poi secondo me o è una provocazione o l'opera di un pazzo.E se è l'opera di un pazzo deve avere una responsabilità personale e non collettiva.Perchè così adesso chi parla dello stupro alla costituzione viene associato automaticamente al terrorismo.

Chiarissimo per me il tentativo di emarginare i volontari e tutte le forze critiche e antagoniste al potere che sono spesso completamente rimescolate tra di loro.Puoi benissimo trovare il volontario che simpatizza con Pravy Sektor, con Azof, con l'associazionismo,che aiuta negli ospedali poi raccoglie i soldi per le Forze Armate,vota Svoboda poi occhieggia altrove...un ambiente molto disomogeneo e interrelato.

Chiaramente ho rubato questo episodio per sparare il "sermone" non è che lo ritenessi una cosa così grave o fosse una critica al ragionamento di Piè :D
Il Mondo alla rovescia, quello del male, della follia distruttiva e dell’assurdo è difeso e costruito da un esercito di “medici pietosi”, di anime belle allo specchio, di persone che vanno dove le porta il cuore avendo lasciato la testa a casa.
Avatar utente
Ciorni.voran
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 3331
Iscritto il: venerdì 13 novembre 2009, 23:43
Residenza: Territori di steppa
Anti-spam: 42

Re: Guerra e.......marketing...

Messaggiodi dreamcatcher il giovedì 3 settembre 2015, 10:07

:tanti:
Avatar utente
dreamcatcher
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 8099
Iscritto il: giovedì 1 luglio 2010, 10:38
Residenza: Como
Anti-spam: 56

Re: Guerra e.......marketing...

Messaggiodi andrey il giovedì 3 settembre 2015, 11:47

-http://en.censor.net.ua/video_news/350322/this_is_terrorism_this_is_pure_fascism_moscow_residents_reported_military_recruiter_for_donbas_to_police

anche questa e'resistenza come al quasi solito lo si deve alle Donne

Questo è il terrorismo! E' un puro fascismo!" Con questi argomenti un gruppo di residenti di Mosca fanno sgombrare dalla polizia -abbastanza riluttante nel farlo- un gazebo dei reclutatori dei mercenari per le schiere delle repubbliche-fantoccio DNR e LNR nel Donbas.
Alcuni passanti, in maggioranza donne di mezza età, hanno cominciato a protestare contro una donna che reclutava per conto del Partito "L'altra Russia" "volontari" per "aiutare" il popolo del Donbas, distribuendo anche dei volantini che richiamavano alla "totale mobilizzazione del popolo russo" . Le coraggiose moscovite si rivolgevano ai passanti dicendo "loro vogliono mandare i nostri ragazzi a morire! questa è la propaganda di guerra proibita dalla Costituzione russa! Non basta tutti quei morti che ci sono già!". Alla fine la polizia è stata costretta a sgombrare il gazebo.
«Lottate e vincerete!»,Taras Ševčenko ai popoli soggetti al dominio imperiale di Mosca "QUANDO TRA IL PANE E LA LIBERTÀ IL POPOLO SCEGLIE IL PANE, PRIMO O POI SI PERDERÀ TUTTO, COMPRESO IL PANE" Stepan Bandera
СЛАВА УКРАЇНІ CON IL CUORE VIVA UCRAINA
Avatar utente
andrey
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 6026
Iscritto il: lunedì 7 maggio 2007, 7:59
Residenza: firenze,lviv(resistenza)
Anti-spam: 42

Re: Guerra e.......marketing...

Messaggiodi francesco73 il giovedì 3 settembre 2015, 13:46

allora ha ragione la mia ragazza quando dice che ci sono tanti militari con svastiche e che inneggiano al nazismo ..
devo però ancora ben capire da che parte stanno questi .
Tempo che non ci sia una netta divisione tra ucraini pro ucraina Europea e Ucraini filo russi .

Io ammetto che sono ancora molto ignorante sull argomento e le mie uniche informazioni provengono dalla mia compagna che è comunque di parte filo russa , ma mi pare di capire che in mezzo a questa grande divisione ci sono tantissime altre piccole frazioni tra cui anche questi nazisti che da quanto mi è stato detto sono comunque filo ucraini (inteso come Ucraina Europea)
sono sempre più basito dalla grande differenza di informazioni e come una stessa cosa viene vista e vissuta in maniera nettamente diversa dalle varie parti

non vedo assolutamente oggettività e anche io fatico a farmi una mia opinione
Avatar utente
francesco73
ESPLORATORE
ESPLORATORE
 
Messaggi: 101
Iscritto il: lunedì 27 luglio 2015, 8:04
Residenza: Padova
Anti-spam: 42

Re: Guerra e.......marketing...

Messaggiodi Pièveloce il giovedì 3 settembre 2015, 14:37

Dunque Ciorni,
il tuo 'ampio' ragionamento permette di aprire un ampio dibattito ma:
devo obiettare su un punto preciso, ovvero, quei ragazzi in quel momento rappresentano qualcosa.
Un battaglione in guerra. Tale battaglione ha come bandiera i colori ucraini e uno stemma che non ricorda certo un mazzo di fiori.
Aggiungiamo che, chi rappresenta in quel momento tale battaglione ti accoglie con il saluto romano e per giunta mostra il taglio di capelli consono al saluto.....
Non so cosa altro ci sia da aggiungere, considerando il fatto nudo e crudo.
Il fatto che qualcuno voglia acquistare in Internet o a Predappio un certo tipo di materiale, libero di farlo, ma esibire tali simboli ad un banchetto tipo quello, secondo me non ci siamo.
La mente è come un paracadute: funziona solo se si apre.
Avatar utente
Pièveloce
ESCURSIONISTA
ESCURSIONISTA
 
Messaggi: 69
Iscritto il: giovedì 4 dicembre 2014, 18:47
Residenza: Arona, - Kharkov-
Anti-spam: 42

Re: Guerra e.......marketing...

Messaggiodi Ciorni.voran il giovedì 3 settembre 2015, 15:19

Il battaglione Azov saranno si e no 1000 uomini integrati all'interno della Guardia Nazionale, quindi è tutto autorizzato simboli compresi e presumo che quelli del banchetto siano dei sostenitori che fanno la raccolta fondi.A me disturbano di più quelli che vogliono accreditarsi per forza come democratici perchè gli fa comodo e non lo sono non certo se uno si mette una polo nera o fa il saluto romano.

Ci sono tante anime come in qualsiasi paese del Mondo.Non ci sono forse gruppi neo-nazisti negli USA, in Italia, in Germania, in Polonia, in Ungheria,ovunque?In Ucraina però c'è anche il più grande centro di studi ebraici del Mondo a Dnepropetrosk, 50.000 metri quadrati con dentro musei, ristoranti, centri commerciali, sale conferenza....poi magari capita un fatto di antisemitismo nel paese più grande d'Europa e allora si legge:"Ucraina antisemita,ci sono i nazisti,bla bla bla!Quello che ha costruito quel centro,un oligarca tra i massimi esponenti europei di quella comunità è poi lo stesso che ha contribuito alla costituzione di alcuni battaglioni volontari finanziandoli e che a detta dei russi sarebbero pieni di fascisti nazisti e tagliagole di ogni sorta.Quindi ha pagato coloro che vorrebbero riaprire i forni per infilarcelo dentro...è furbo!

Chiaramente le cose non stanno in questo modo.E' che noi in Italia siamo ossessionati da queste parole e a quasi un secolo dalla fine della guerra non siamo ancora capaci di affrontare un dibattito serio per capire anche come si arrivi alla degenerazioni di certi fenomeni storici e politici.Quale sarebbe il programma politico di un nazista-europeista ucraino :) ?Uno stato totalitario all'interno della UE?Riattivare i forni crematori?Dare fuoco agli omesessuali?Ci sono gruppi di nazionalisti che si richiamano nei simboli all'estrema destra ma del resto dopo secoli di ruberie, 70 anni di socialismo reale e 20 di banditismo a vari livelli magari saranno anche stanchi.Sono pericolosi?Questo non saprei dirlo ma di sicuro non di più di quelli che siedono in parlamento e fanno le leggi.

Poi la scelta europea o non europea dovrebbe avere una verifica a livello della cittadinanza.Anche se un sondaggio dicesse che è favorevole il 98% della popolazione sarebbe opportuno chiedere alla gente cosa ne pensa attraverso gli strumenti della democrazia non come fanno qua da noi che fanno quello che vogliono, cambiano le monete aggregano gli stati e non chiedono niente a nessuno.Che democrazia è questa qua?Quindi non tutte le forze sono per la scelta europea che ritengono pericolosa per la sovranità del paese anche con delle ragioni a mio parere.Se sei "contro" l'UE non significa che sei amico di Putin e viceversa...sono posizioni rispettabili anche queste.Uno può volere la sua terra libera dal giogo di Mosca e allo stesso tempo non volere un abbraccio soffocante con gli occidentali.Il problema è che ti obbligano a fare questa scelta manichea sotto ricatto.
Il Mondo alla rovescia, quello del male, della follia distruttiva e dell’assurdo è difeso e costruito da un esercito di “medici pietosi”, di anime belle allo specchio, di persone che vanno dove le porta il cuore avendo lasciato la testa a casa.
Avatar utente
Ciorni.voran
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 3331
Iscritto il: venerdì 13 novembre 2009, 23:43
Residenza: Territori di steppa
Anti-spam: 42

Re: Guerra e.......marketing...

Messaggiodi Gianmarco58 il giovedì 3 settembre 2015, 17:16

Ritengo sia inutile aprire un seppur interessante dibattito su queste pagine anche perché, fascistoicamente parlando, non sarebbe possibile.
Comunque in Ucraina, la simbologia nazifascista, come quella comunista, è vietata per legge. Oppure no?
W l'INTER
Avatar utente
Gianmarco58
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 2700
Iscritto il: martedì 11 settembre 2012, 9:32
Località: Milano e Odessa
Residenza: Milano e Odessa
Anti-spam: 42

PrecedenteProssimo

Torna a Attualita' politica





Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti