Guerra del gas

Tutti i problemi nascosti o seminascosti, tutto quello che è fuori dalla sfera della vacanza e del viaggio di piacere.

Re: Guerra del gas

Messaggiodi andrea.ua.83 il giovedì 8 giugno 2017, 8:39

andbod ha scritto:Ci sono 4 punti aperti tra Russia e Ucraina :
1) L'Ucraina accusa la Russia di aver applicato in modo errato le tariffe da parte Russa e ha richiesto 18 miliardi di USD di compensazione
2) L'Ucraina ha chiesto di dichiarare non valida la clausola da parte Russa con l'obbligo di acquistare determinate quote di gas in quanto la stessa era legata a specifiche condizioni di mercato che non si sono realizzate
3) L'Ucraina ha chiesto di confermare il diritto a rivendere il proprio gas a terzi marginalizzando mentre la Russia sostiene che questo sia possibile solo dopo essere stati autorizzati
4) La Russia è dal 2009 che non paga l'Ucraina per il transito del gas verso l'Europa, sia per il gas "tecnico" che per il trasporto vero e proprio (in realtà paga una quota ridicola)

Per i primi 3 punti l'arbitrato ha dato ragione all'Ucraina, per il quarto la discussione è ancora in corso.


In realta' la Corte Arbitrale ha solo parzialmente accolto le ragioni dell'Ucraina sul punto 1.

l'Ucraina nella domanda riconvenzionale chiedeva di a) riconoscere il prezzo del gas applicato nel periodo 2011-2015 come eccessivamente oneroso e b) applicare una tariffa minore per l'intero quadriennio.
La Corte Arbitrale ha riconosciuto il prezzo come eccessivamente oneroso solo per il periodo successivo al 2014: il prezzo per il periodo pre 2014 e' stato riconosciuto come legittimo.

andbod ha scritto: Di fatto l'Ucraina potrebbe avere in mano uno strumento molto importante per colpire sia economicamente che politicamente e questo è il motivo per cui, a mio avviso, a Stoccolma si arriverà ad una soluzione diplomatica che già ha dato ragione all'Ucraina ma che identificherà il danno con importi poco rilevanti, spero di sbagliarmi.


Con ogni probabilita' risarcimento non ci sara' perche' il debito ucraino per le forniture nel periodo 2011-2014 dovrebbe eccedere l'importo delle somme pagate e non duvute dall'Ucraina nel periodo 2014/2015...il debito ucraino secondo alcuni esperti dovrebbe essere nell'ordine di 1,5/2 miliardi di usd. Che e' certamente meglio del debito rivendicato da Gazprom nelle sue domande deliranti, ma sempre debito e'...

Piu' che preoccuparmi della soluzione diplomatica in quel di Stoccolma (gli arbitri non fanno politica internazionale, ma si occupano di diritto, leggi, regolamenti... se proprio si interessano di politica, al massimo di quella del mercato energetico), mi preoccuperei della soluzione "diplomatica" tra Mosca e Kiev e di come stiano tentando di far passare agli occhi degli ucraini per "vittoria" il possibile ritorno alle forniture da Mosca (anche se a prezzi minori di quelli del passato...). imho
Avatar utente
andrea.ua.83
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 581
Iscritto il: mercoledì 27 maggio 2015, 15:05
Residenza: Kiev
Anti-spam: 42


Re: Guerra del gas

Messaggiodi dreamcatcher il martedì 12 dicembre 2017, 16:36

anche i nostri giornali riportano la notizia dell'interruzione del flusso di gas russo verso alcuni Paesi occidentali tra cui l'Italia a causa di un'esplosione che in Austria ha di fatto danneggiato le condutture.

Nessun problema di approvvigionamento, resta da capire quanto sia importante il danno e quanto tempo di vorrà a ripristinare le forniture.
h**ps://espreso.tv/news/2017/12/12/v_avstriyi_vybukhnuv_gazovyy_khab_italiya_ugorschyna_ta_sloveniya_zalyshylysya_bez_rosiyskogo_gazu
Avatar utente
dreamcatcher
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 7558
Iscritto il: giovedì 1 luglio 2010, 10:38
Residenza: Como
Anti-spam: 56

Re: Guerra del gas

Messaggiodi andbod il venerdì 22 dicembre 2017, 18:44

L’Ucraina vince l’arbitrato contro Gazprom per un valore complessivo di 75 miliardi di usd.

Anche se non sono chiare le disposizioni esatte la Russia, che per prima si era rivolta a Stoccolma, ha già annunciato di ritenere che la decisione della corte non sia vincolante.
Avatar utente
andbod
Admin
Admin
 
Messaggi: 7188
Iscritto il: domenica 7 dicembre 2008, 1:40
Residenza: Lviv Ucraina
Anti-spam: 56

Re: Guerra del gas

Messaggiodi andbod il venerdì 2 marzo 2018, 6:32

Rese note le decisioni della Corte Arbitrale di Stoccolma: l’Ucraina non dovrà pagare il gas non acquistato da Gazprom e non dovrà pagare il costo richiesto da Gazprom per il gas tecnico necessario al transito, l’Ucraina dovrà però pagare una parte della differenza del costo del gas per gli anni passati e prepagare 5 miliardi di metri cubi di gas alla Russia per gli ultimi due anni del contratto 2018-2019.

Facendo tutte le compensazioni del caso Gazprom dovrà pagare all’Ucraina circa 4,5 miliardi di usd di cui 2,56 miliardi in contanti e il resto in credito sul gas che dovrà essere venduto a prezzi di mercato, simili a quelli Europei, già fissati a circa 300 isd per 1000 metri cubi per il 2018.

La risposta di Gazprom è stata immidiata: diminuita la pressione del gas, obbligando l’Ucraina ad utilizzare le proprie riserve per garantire il transito verso la UE e rendendo impossibile immettere nei depositi i 5 miliardi di metri cubi prepagati dall’Ucraina. Poroshenko ha ordinato di ridurre i consimi interni per gestire l’emergenza e chiesto alla UE di intervenire visto che il transito risulta essere a rischio.

Al contempo se la Russia non dovesse pagare nei termini indicati da Stoccolma, cosa che ha già annunciato che non farà, l’Ucraina chiederà di bloccare gli assets Gazprom all’estero.

La guerra del gas purtroppo porta anche all’intensificarsi degli scontri militari: tre Ucraini uccisi nelle ultime 24 ore di cui un civile.
Avatar utente
andbod
Admin
Admin
 
Messaggi: 7188
Iscritto il: domenica 7 dicembre 2008, 1:40
Residenza: Lviv Ucraina
Anti-spam: 56

Re: Guerra del gas

Messaggiodi Koros il venerdì 2 marzo 2018, 14:28

mi dispiace,
purtroppo non c'è pace per questo popolo.
Avatar utente
Koros
ESCURSIONISTA
ESCURSIONISTA
 
Messaggi: 73
Iscritto il: sabato 29 aprile 2017, 18:50
Residenza: Korosten UA
Anti-spam: 42

Re: Guerra del gas

Messaggiodi T1000 il venerdì 2 marzo 2018, 15:36

E' una questione di politica e revanscismo, purtroppo ci va di mezzo la gente comune (russi ed ucraini) che non centra nulla con le baruffe (ed interessi) della politica.
Viva l'A. e po bon!
Avatar utente
T1000
MASTER
MASTER
 
Messaggi: 886
Iscritto il: martedì 16 giugno 2015, 12:56
Residenza: Trieste e Odessa
Anti-spam: 42

Re: Guerra del gas

Messaggiodi peterthegreat il venerdì 2 marzo 2018, 16:17

Quando si perdono le cause bisogna pagare, che sia la lite del condominio o tra 2 stati.

La Germania ha onorato per intero i debiti di guerra nei confronti dell' URSS.

Quindi aprire il portafoglio e pagare o altrimenti si chiudono i rubinetti di transito.
Anche se tutti noi no!
La radici profonde non gelano!
Avatar utente
peterthegreat
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 5682
Iscritto il: martedì 29 gennaio 2008, 18:11
Residenza: Savona
Anti-spam: 42

Re: Guerra del gas

Messaggiodi Gianmarco58 il venerdì 2 marzo 2018, 18:09

Meglio chiudere i rubinetti, cosi vediamo se l'Europa si sveglia.
Gli uomini sono sanguinari, NON le Ideologie! (Peterthegreat)
Avatar utente
Gianmarco58
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 2280
Iscritto il: martedì 11 settembre 2012, 9:32
Località: Milano e Odessa
Residenza: Milano e Odessa
Anti-spam: 42

Re: Guerra del gas

Messaggiodi vittorio_guido il venerdì 2 marzo 2018, 19:45

È più facile che passi un cammello per la cruna di un ago..Che venga chiuso il gas russo......
Soltanto gli stupidi non sbagliano mai.....
Odessa Mama
Avatar utente
vittorio_guido
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 5776
Iscritto il: domenica 7 febbraio 2010, 22:09
Residenza: viareggio (Odessa vacanza)
Anti-spam: 56

Re: Guerra del gas

Messaggiodi andbod il sabato 3 marzo 2018, 5:03

La cosa davvero incredibile è che debbano soffrire gli Icraini oer garantire il transito del gas verso l’Europa.

Una UE che continua a fare gli interessi Russi, aggirare le sanzioni fornendo a Russia e Crimea tutto quello di cui ha bisogno, armi comprese.

Chiuse le scuole in gran parte del Paese e ripresi gli acquisti in reverse del gas dei Paesi del Nord via Polonia.

Certo che anche Naftogaz non è propriamente lungimirante. Se ci eravamo arrivati noi tempo fa a ipotizzare quello che sarebbe successo (mancato pagamento e diminuzione del transito per mettere in cattiva luce l’affidabilita’ Ucraina) non potevano arrivarci anche loro, sarebbe bastato aumentare di qualche settimana le riserve o forse erano già impegnati a trovare il modo per trasferire agli oligarchi di turno gran parte del “bottino”, come fatto nei giorni scorsi con il trasferimento a costo quasi zero di un giacimento verso una compagnia del gruppo di Poroshenko.

Ora l’Arbitrato di Stoccolma ha imposto alla Russia di pagare 500.000 usd per ogni giorno di ritardato pagamento e mancata fornitura all’Ucraina del gas prepagato, cifra che personalmente mi pare decisamente troppo poco per scongiurare il fatto che la Russia decida di non pagare e fare ricorso sperando in un aiutino politico da parte dei soliti noti.
Avatar utente
andbod
Admin
Admin
 
Messaggi: 7188
Iscritto il: domenica 7 dicembre 2008, 1:40
Residenza: Lviv Ucraina
Anti-spam: 56

Re: Guerra del gas

Messaggiodi andrea.ua.83 il sabato 3 marzo 2018, 12:22

andbod ha scritto:La cosa davvero incredibile è che debbano soffrire gli Icraini oer garantire il transito del gas verso l’Europa.


A mio modo di vedere, la cosa veramente incredibile e' che si sia fatto passare per vittoria ucraina un arbitrato internazionale che certamente era favorevole all'Ucraina in alcuni parti, ma non su un punto essenziale: mi riferisco, in particolare, all'obbligo pendente sull'Ucraina di comprare gas dalla Russia indipendentemente da reali forniture.

Gli interessi puramente commerciali di Naftogaz, tutelati nel giudizio e riassumibili brevemente nella formula "comprare il gas a prezzi piu' bassi, senza aver riguardo alla provenienza, russa ed europea" sono confliggenti con gli interessi degli ucraini a vedere ridotte al massimo le forniture russe (a prescindere da ogni considerazioni sul prezzo). Nell'arbitrato ha vinto Naftogaz, non gli Ucraini...

Non credo neppure che gli ucraini si stiano sacrificando per gli europei. Se gli ucraini ostacolano il transito, Naftogaz perde soldi, il bilancio ucraino entrate, l'Ucraina si dimostra paese di transito inaffidabile, il flusso di valuta diminuirebbe con effetti pesanti sul cambio. Chiudere il transito non conviene agli stessi ucraini sulla base di considerazioni che hanno poco a che fare con sacrifici ecc, ma hanno carattere molto piu' pratico.
Avatar utente
andrea.ua.83
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 581
Iscritto il: mercoledì 27 maggio 2015, 15:05
Residenza: Kiev
Anti-spam: 42

Re: Guerra del gas

Messaggiodi andrea.ua.83 il sabato 3 marzo 2018, 12:31

In finale il problema e' sempre lo stesso da 20 anni: o gli ucraini si decidono a pagare il gas secondo regole di mercato, oppure dovranno dipendere dalla Russia.
Non si puo' pensare di avere la botte piena e la moglie ubriaca, sotto forma di forniture di gas stabile all'"europea" e sussidi "alla russa". imho
Avatar utente
andrea.ua.83
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 581
Iscritto il: mercoledì 27 maggio 2015, 15:05
Residenza: Kiev
Anti-spam: 42

Re: Guerra del gas

Messaggiodi andbod il sabato 3 marzo 2018, 21:50

Non sono d’accordo sul fatto che l’Ucraina abbia perso. I punti del contendere erano molti e le richiestre di Gazprom colossali : fino a 60 miliardi di USD. L’Ucraina ha vinto su praticamente tutti i punti, ave do riconosciuto un valore del transito finalmente a prezzi di mercato, un costo del gas a prezzi di mercato (oltre 100 usd in meno rispetto a quanto richiesto dalla Russia) e una compensazione economica fondamentale per le casse di Naftogaz.

Anche il punto di dover comprare comunque forniture Russe non lo vedo come un problema fondamentale: intanto la clausola scade tra un anno e il valore è infinitamente inferiore rispetto alle richieste Russe e alle esigenze Ucraine : 5 miliardi di mq l’anno, per un totale di circa 1,5 miliardi di usd. Naftogaz compra già oggi all’estero circa 9 miliardi di metri cubi di gas all’anno, per cui di fatto dovrà comprare, almeno per il 2019 visto che per il 2018 non lo dovrà pagare, metà del gas dalla Russia.

È vero che gli interessi Ucraini sono quelli di comprare il minimo possibile di gas Russo ed è altrettanto vero che gli Ucraini debbono accettare di pagare il gas a prezzi di mercato e regole certe aiutano a rendere più chiaro il quadro complessivo.
Avatar utente
andbod
Admin
Admin
 
Messaggi: 7188
Iscritto il: domenica 7 dicembre 2008, 1:40
Residenza: Lviv Ucraina
Anti-spam: 56

Re: Guerra del gas

Messaggiodi andrea.ua.83 il domenica 4 marzo 2018, 10:25

Poroshenko nel commentare l'esito del contenzioso sul gas sulle forniture di gazprom si e' espresso nei seguenti termini:

"Ricordate come entravano nel nuovo anno negli anni scorsi? Si parlava tutto il tempo di trattative sulle forniture di gas per l'Ucraina. Tutto il tempo accusavano l'Ucraina: che rubiamo il gas, che non possiamo garantire.
Ora siamo energeticamente indipendenti. Loro (i russi )bussano: Volete forse il nostro gas?" Noi (ucraini) "no, da noi va tutto bene". Se sara' economico, se sara' onesto, non oggetto di corruzione, prego. E perche'? Per ridurre le tariffe delle nostre persone".

Ritengo che la sentenza arbitrale - oggettivamente favorevole in gran parte all'Ucraina e che vede Gazprom soccombente - se interpretata, letta e venduta alla popolazione in questi termini, facendo passare il messaggio "gas russo = minore tariffe" non rappresenti una vittoria ucraina, al contrario sia estremamente pericolosa.
Avatar utente
andrea.ua.83
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 581
Iscritto il: mercoledì 27 maggio 2015, 15:05
Residenza: Kiev
Anti-spam: 42

Re: Guerra del gas

Messaggiodi andbod il domenica 4 marzo 2018, 14:36

Grazie per la precisazione.

In questi termini sono assolutamente d’accordo: il gas Russo non solo non è più economico ma rappresenta comunque uno strumento politico.

L’indipendenza Ucraina nel settore delle forniture deve essere mantenuta e questo deve essere solo un periodo di transizione fino alla fine del pessimo contratto in essere firmato dalla Tymoshenko.

Per la popolazione non cambierà nulla e mi auguro che Naftogaz non usi i soldi dell’arbitrato per una politica popoulista in vista delle prossime elezioni. I prezzi del gas, sussidi o meno, devono diventare di mercato e gli investimenti debbono essere fatti per modernizzare non solo la rete ma anche e soprattutto il vetusto sistema di generazione dell’acqua calda e da riscaldamento e l’efficienza termica delle case.

Se oggi il consumo di gas è diminuito drasticamente rispetto agli anni scorsi è dovuto principalmente al prezzo e l’impossibilit Per molti di permetterselo, molto poco è stato fatto in termino di efficienza energetica.
Avatar utente
andbod
Admin
Admin
 
Messaggi: 7188
Iscritto il: domenica 7 dicembre 2008, 1:40
Residenza: Lviv Ucraina
Anti-spam: 56

PrecedenteProssimo

Torna a Problemi dell'Ucraina.





Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti