farmacie in ucraina

La gestione della sanità pubblica e privata.

Re: farmacie in ucraina

Messaggiodi toto il lunedì 24 novembre 2014, 14:38

Io da 20 anni avevo i funghi ai piedi e mettevo qualsiasi comprato anche in germania.
Qui ho notato una pubblicita in tv e ho comprato uno spray e vi diro che li ha abbattuti anzi sterminato!


Ma oltre a questa testimonianza vorrei aggiungere che ho la impressione che qui le cose buone ci sono perche
siamo noi che li compriamo!
In altri posti che ve li danno gratis arriva la immondizia!Tanto paga lo Stato!


Allora morale della favola!Dove e' meglio?
Avatar utente
toto
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 921
Iscritto il: sabato 21 novembre 2009, 10:43
Residenza: Nikolaev
Anti-spam: 56


Re: farmacie in ucraina

Messaggiodi vittorio_guido il lunedì 24 novembre 2014, 15:28

L'aspettativa di vita in Ucraina è tra le peggiori sulla terra,
peggiore anche di paesi come l'Iraq o il Bangladesh...
Fonte CIA World Factbook, ma se cercate su internet ne trovatre a bizzeffe.. E non si parla di uno o due anni da noi..
Ma di venti anni.........
Poi avranno i migliori callifughi della terra... Mah....
Auguri Toto :)
Soltanto gli stupidi non sbagliano mai.....
Odessa Mama
Avatar utente
vittorio_guido
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 5627
Iscritto il: domenica 7 febbraio 2010, 22:09
Residenza: viareggio (Odessa vacanza)
Anti-spam: 56

Re: farmacie in ucraina

Messaggiodi dreamcatcher il lunedì 24 novembre 2014, 15:48

Beh, chiaro che non si può valutare un Paese in base solo a ciò che viene venduto nelle farmacie.
Fatto sta che, in farmacia come in altri settori, in Ucraina probabilmente essendoci meno condizionamenti e cavilli legali, c'è la possibilità di trovare prodotti che ormai da noi sono introvabili e che risultano poi essere anche molto efficaci.
Un esempio banale, OT ma per chiarire il concetto. Gli internet point: nelle maggiori città ucraine ma anche più piccole, ci sono un mare di internet point con connessioni veloci, idem per i locali pubblici. Prezzi irrisori, ma soprattutto, zero registrazioni, richieste di documenti, archivi telematici e via dicendo. Insicuro? paradiso degli hacker? Boh, forse... ma sicuramente pratico. Fine Ot.

Probabilmente certi prodotti farmaceutici fanno riferimento ancora a conoscenze risalenti al'URSS. Erano efficaci e lo sono ancora, probabilmente oggi si storcerebbe il naso per via degli effetti collaterali, dei danni dovuto all'uso prolungato e via dicendo.
Ma appunto perchè l'aspettativa di vita è tra le peggiori sulla terra, come ricordava giustamente Vittorio, che importanza può avere l'effetto collaterale (minore, ovviamente) di un farmaco quando questo elimina il problema?

Altro aspetto da non trascurare è legato alla sanità più in generale. Abbiamo detto spesso che non sono rari gli episodi di chi si deve pagare le medicine anche mentre è ricoverato all'ospedale. In ospedale ci si va non certo per fare un checkup, o per prevenzione e profilassi... almeno non negli ospedali frequentati dalla gente comune.
La farmacia ovviamente svolge un po' il ruolo di guardia medica... se non anche di pronto soccorso.

Fino a quando tutto il sistema sanitario non sarà portato ad un livello accettabile per tutti i cittadini ucraini, non ci si potrà certo lamentare delle farmacie, dei controlli blandi o dei medicinali contraffatti (che poi credo siano una minima parte, la maggior parte sono semplicemente medicinali che forse per questioni di produzione e test in Italia non potrebbero essere commercializzati).
E' un po' come dire che i pomodori o le galline dei miei suoceri non rispondono agli standard dell'asl ... beh, sono squisiti. Altro che doc. Ovvio che poi se mi strafogo due chili di salo e annacquo il tutto con un paio di bottiglei di vodka fatta in casa, ho problemi di digestione e mal di testa. Ma mica è colpa dei pomodori!
Avatar utente
dreamcatcher
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 7390
Iscritto il: giovedì 1 luglio 2010, 10:38
Residenza: Como
Anti-spam: 56

Re: farmacie in ucraina

Messaggiodi vittorio_guido il lunedì 24 novembre 2014, 16:29

dreamcatcher ha scritto:Fino a quando tutto il sistema sanitario non sarà portato ad un livello accettabile per tutti i cittadini ucraini, non ci si potrà certo lamentare delle farmacie, dei controlli blandi o dei medicinali contraffatti (che poi credo siano una minima parte, la maggior parte sono semplicemente medicinali che forse per questioni di produzione e test in Italia non potrebbero essere commercializzati).
E' un po' come dire che i pomodori o le galline dei miei suoceri non rispondono agli standard dell'asl ... beh, sono squisiti. Altro che doc. Ovvio che poi se mi strafogo due chili di salo e annacquo il tutto con un paio di bottiglei di vodka fatta in casa, ho problemi di digestione e mal di testa. Ma mica è colpa dei pomodori!


Giusto Beppe.
Ovviamente la mia era una sortita su un punto (che però ritengo importante) sulla condizione Ucraina.
Quello della sanità in generale,come hai riportato del resto anche tu.
Non è il topic, ma se racconto del parto di mio nipote... brr... Mi vengono i brividi a pensare a come la gente è trattata lì...
Poi che dire, io in Ucraina ho scoperto di essere allergico alla Vodka, alla seconda bottiglia vomito...
Ma scherzi a parte, in farmacia mi hanno dato una pillola che in un paio d'ore ha fatto passare tutto..
Misteri della medicina in Ucraina, ma vi giuro che è andata così! :)
Soltanto gli stupidi non sbagliano mai.....
Odessa Mama
Avatar utente
vittorio_guido
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 5627
Iscritto il: domenica 7 febbraio 2010, 22:09
Residenza: viareggio (Odessa vacanza)
Anti-spam: 56

Re: farmacie in ucraina

Messaggiodi Gambado il lunedì 24 novembre 2014, 19:10

Questa estate durante le vacanze a Kiev , abbiamo dovuto portare il bambino al pronto soccorso per alcuni punti di sutura .
Siamo arrivati in ospedale , il chirurgo lo ha visitato , ci ha detto quanto voleva per operare (1000 UAH), poi ci ha fatto la lista delle cose da comprare nella farmacia dell'ospedale e cioe' : ago e filo da sutura , anestetico e altri strumenti usa e getta .

Forse in Africa sono messi meglio
Attento a quel che desideri , potrebbe avverarsi
Avatar utente
Gambado
MASTER
MASTER
 
Messaggi: 557
Iscritto il: venerdì 27 gennaio 2012, 12:43
Residenza: Piacenza e Kiev
Anti-spam: 42

Re: farmacie in ucraina

Messaggiodi vittorio_guido il martedì 25 novembre 2014, 8:38

Infatti è quello che accennavamo su io e dreamcatcher.
C'è una situazione sanitaria assurda
Soltanto gli stupidi non sbagliano mai.....
Odessa Mama
Avatar utente
vittorio_guido
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 5627
Iscritto il: domenica 7 febbraio 2010, 22:09
Residenza: viareggio (Odessa vacanza)
Anti-spam: 56

Re: farmacie in ucraina

Messaggiodi stranocaso il mercoledì 17 agosto 2016, 11:18

Buongiorno ,
mi sapreste indicare qual'è l'equivalente della nostra Tachipirina qui in Ucraina ?
grazie in anticipo :wink:
Avatar utente
stranocaso
ESPLORATORE
ESPLORATORE
 
Messaggi: 112
Iscritto il: domenica 22 maggio 2016, 21:48
Residenza: montecatini terme
Anti-spam: 42

Re: farmacie in ucraina

Messaggiodi dreamcatcher il mercoledì 17 agosto 2016, 12:13

Paratzetamol
Avatar utente
dreamcatcher
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 7390
Iscritto il: giovedì 1 luglio 2010, 10:38
Residenza: Como
Anti-spam: 56

Re: farmacie in ucraina

Messaggiodi stranocaso il mercoledì 17 agosto 2016, 14:01

ok grazie molto gentile
Avatar utente
stranocaso
ESPLORATORE
ESPLORATORE
 
Messaggi: 112
Iscritto il: domenica 22 maggio 2016, 21:48
Residenza: montecatini terme
Anti-spam: 42

Re: farmacie in ucraina

Messaggiodi francesco73 il lunedì 22 agosto 2016, 22:58

a Lviv per via del mio forte rafffreddore sono andato in farmacia per prendere qualcosa , mi hanno dato uno sprai tipo VICS al prezzo di circa 50 grivne e delle bustine da prendere per far passare il raffreddore , le bustine me ne hanno date 3 sfuse dal pacchetto (in italia non credo si possano vendere i medicinali sfusi aprendo una confezione), queste credo che le ho pagate circa 30 grivne tutte e tre .. 10 grivne ciascuna .

per l'efficacia non so perchè il pseudo vics funzionava , ma le tre bustine non mi sono servite a nulla , ora non so se era scarsa l'efficacia o se effettivamente ne avrei dovute prendere più di tre .

comunque ricordo che la mia ex di Nikolayev ogni anno che tornava dall ucraina si portava una borsa piena di medicinali (non so neanche se fosse legale) e usava solo quelli in Italia e quando abbiamo convissuto spesso li dava anche a me per malanni vari (mal di pancia, mal di testa, influenza) e sinceramente mi pare fossero efficaci .anche se a volte temevo per gli effetti collaterali . ne ho ancora qualcuno a casa , ma solo per ricordo perchè essendo scritti in russo non capisco a cosa servano e rischierei di prendere una pillola per il mal di stomaco per un mal di testa :D
Avatar utente
francesco73
ESPLORATORE
ESPLORATORE
 
Messaggi: 101
Iscritto il: lunedì 27 luglio 2015, 8:04
Residenza: Padova
Anti-spam: 42

Re: farmacie in ucraina

Messaggiodi vittorio_guido il martedì 23 agosto 2016, 0:08

Le bustine me le davano anche a me al lavoro in Florida.
Era lo stesso medicinale.
Ma va preso agli orari e nei metodi giusti....
Il giorno le 2 bustine leggere.
La notte quella 'forte'.... di solito al risveglio stavo bene..... (dovevo per forza guarire e le medicine miracolose esistono )
Mi hanno sempre detto che il raffreddore passa in 7 giorni se non prendi niente...ed in 1 settimana se prendi le medicine...
In USA e Ucraina ho scoperto che non è vero e passa in una notte.......
Ma in Italia conviene vendere farmaci per 1 settimana o mese piuttosto che far guarire la gente...
Soltanto gli stupidi non sbagliano mai.....
Odessa Mama
Avatar utente
vittorio_guido
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 5627
Iscritto il: domenica 7 febbraio 2010, 22:09
Residenza: viareggio (Odessa vacanza)
Anti-spam: 56

Re: farmacie in ucraina

Messaggiodi peterthegreat il martedì 23 agosto 2016, 14:42

Non esistono farmaci contro il raffreddore, come arriva va via da solo, non e' mai morto nessuno per uno starnuto.
Anche se tutti noi no!
La radici profonde non gelano!
Avatar utente
peterthegreat
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 5547
Iscritto il: martedì 29 gennaio 2008, 18:11
Residenza: Savona
Anti-spam: 42

Re: farmacie in ucraina

Messaggiodi francesco73 il martedì 23 agosto 2016, 14:52

Morto no .. ci mancherebbe.. fisicamente sono molto forte e so resistere bene , ma stavo rischiando di rovinarmi mezza vacanza per il raffreddore .. ma come detto sono forte e anche ammalato uscivo lo stesso :)
Avatar utente
francesco73
ESPLORATORE
ESPLORATORE
 
Messaggi: 101
Iscritto il: lunedì 27 luglio 2015, 8:04
Residenza: Padova
Anti-spam: 42

Re: farmacie in ucraina

Messaggiodi vittorio_guido il martedì 23 agosto 2016, 15:51

esistono esistono... e'la mafia farmaceutica italiana che non li vuole sul mercato... :lol:
Soltanto gli stupidi non sbagliano mai.....
Odessa Mama
Avatar utente
vittorio_guido
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 5627
Iscritto il: domenica 7 febbraio 2010, 22:09
Residenza: viareggio (Odessa vacanza)
Anti-spam: 56

Re: farmacie in ucraina

Messaggiodi dreamcatcher il venerdì 9 settembre 2016, 15:41

Questa settimana ho avuto modo di parlare un po' con mia cognata che lavora come farmacista a Izmail.
Le farmacie in città sono parecchie, anche se a suo dire quelle che hanno una regolare licenza per vendere tutti i tipi di farmaci sono molto poche.

Le ho chiesto qualche informazione sulle ricette. Mi ha detto che la prescrizione medica è obbligatoria per alcuni farmaci, ma che è prassi venderli anche senza che la ricetta venga mostrata. L'esempio specifico ero io: se ho bisogno di tachipirina me la si dà senza problema alcuno, se chiedo un farmaco per la pressione... ... la ricetta ci vorrebbe ma non fa niente. Stesso discorso per farmaci 'pesanti', ormoni e via dicendo.

Eccezioni, dove il farmacista diventa intransigente: psicofarmaci, droghe terapeutiche, medicinali ad uso ospedaliero (ad esempio per chemioterapia, o la 'pillola dei tre giorni dopo' e via dicendo).
Ovviamente, questo non significa che tutte le farmacie si comportino in questo modo: non di rado, soprattutto chi è sprovvisto di licenza regolare, vende di tutto e di più.

Ora, onestamente, non so quanto la realtà di Izmail e dintorni possa rispecchiare quella dell'intero Paese. probabilmente a Kiev o Odessa le cose stanno diversamente. Nelle realtà più piccole, i pazienti - e quindi i clienti - sono conosciuti, il che semplifica molto il lavoro del farmacista.


Qualità dei prodotti.
A sentire mia cognata, i medicinali migliori arrivano dalla germania o dalla Bulgaria. A differenza di alcuni anni fa, quando lo sponsor (o ditta farmaceutica) cercava di imporre la vendita del proprio prodotto proponendo dei vantaggi (premi) alla farmacia stessa, oggi il rappresentante di farmaci punta più a 'fidelizzare' chi lavora al banco.

In pratica, il guadagno della farmacia si basa sull'aumento del prezzo del farmaco alla vendita (in genere 3-4 volte più alto del prezzo di acquisto), mentre all'impiegato viene data una 'ricompensa' sottobanco affinchè venda il tal prodotto al posto di un altro. il 'regalo' è ovviamente nascosto al proprietario della farmacia. A sentire mia cognata, c'è chi ha perso il lavoro perchè è stato 'beccato' a incassare qualche premio :mrgreen:
Questa severità viene giustificata col fatto che il farmacista avrebbe l'obbligo di proporre sempre il farmaco migliore al cliente.
Il farmaco migliore coincide sempre col più costoso (tedesco, bulgaro).
Il farmaco più costoso fa guadagnare di più il proprietario della farmacia :mrgreen:

Vaccini.
Non se ne trovano in farmacia, come non se ne trovano negli ospedali (ne avevamo parlato tempo fa sul forum).
Miracolosamente, molte cliniche private le hanno.
Le vaccinazioni obbligatorie per i bambini sono pochissime (una o due non ricordo), anche se poi in molte scuole vengono richieste.
la mancanza di vaccini è stata giustificata da mia cognata con questa affermazione: a causa della guerra con la russia, non vengono più importati vaccini. Questi vengono prodotti solo in russia ed ovviamente ora in Ucraina dobbiamo farne a meno.

Ultima cosa: non vi sono 'detrazioni' per spese mediche in Ucraina, almeno non per la stragrande maggioranza della popolazione.
E' allo studio (ma qui sicuramente c'è chi è più informato, io riferisco ciò che mi è stato detto e come l'ho capito) una forma di assistenza sanitaria che permetterebbe ai meno abbienti di accedere alle cure di base (farmaci salvavita ad esempio) in maniera praticamente gratuita.


Dimenticavo. E' molto diffusa (o si sta diffondendo) la possibilità di acquistare farmaci su internet o telefonicamente.
Non mi riferisco ai tanti siti che già da molti anni vendono di tutto e di più via web, a prescindere dalla qualità o dalla pericolosità dei prodotti, molti dei quali con base nell'est asiatico o appunto nei Paesi dell'est; quanto piuttosto alle farmacie più all'avanguardia, che consentono di richiedere l'invio a domicilio o la prenotazione di un farmaco via web.

E' quasi scomparsa invece la capacità / possibilità per i farmacisti di produrre loro stessi dei farmaci. Il più delle volte la produzione 'casalinga' riguarda solo prodotti dietetici o estetici.
Avatar utente
dreamcatcher
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 7390
Iscritto il: giovedì 1 luglio 2010, 10:38
Residenza: Como
Anti-spam: 56

PrecedenteProssimo

Torna a Sistema sanitario ucraino





Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti