Euro consentiti

Quattro chiacchiere tra amici, pettegolezzi e curiosita'. Si parla di tutto o quasi

Re: Euro consentiti

Messaggiodi andbod il martedì 7 luglio 2015, 11:51

Se si tratta di un cittadino Ucraino fiscalmente residente in Italia bisogna fare riferimento ai trattati internazionali tra Italia e Ucraina contro la doppia imposizione e se la casa è stata acquistata prima di diventare fiscalmente residenti in Italia o dopo.

Se si tratta di una casa acquistata prima di diventare fiscalmente residenti in Italia mi pare di ricordare che si paghi solo la plusvalenza in Ucraina ma è materia da commercialista Italiano.
Avatar utente
andbod
Admin
Admin
 
Messaggi: 7188
Iscritto il: domenica 7 dicembre 2008, 1:40
Residenza: Lviv Ucraina
Anti-spam: 56


Re: Euro consentiti

Messaggiodi Piè75 il martedì 7 luglio 2015, 16:19

si ma materialmente come li porto in Italia?

il cittadino ucraino deve aprirsi un conto corrente in Italia?

se si portano contanti si pagano tasse? non basta dichiararli con l'apposito modulo dell'agenzie delle dogane: DICHIARAZIONE DI TRASFERIMENTO DI DENARO CONTANTE DI IMPORTO COMPLESSIVO PARI O SUPERIORE AL
CONTROVALORE DI € 10.000 (Reg. CE/1889/2005 — Dlgs. n. 195/2008)
Avatar utente
Piè75
ESPLORATORE
ESPLORATORE
 
Messaggi: 205
Iscritto il: sabato 5 dicembre 2009, 13:48
Residenza: Lecce
Anti-spam: 56

Re: Euro consentiti

Messaggiodi andbod il martedì 7 luglio 2015, 20:54

Si conto corrente e trasferimento tramite bonifico bancario internazionale (attenzione ai limiti di trasferimento attualmente in vigore in Ucraina e ai limiti di prelievo di contanti in Italia).

I contanti sono un rischio incredibile oltre a richiedere una licenza da parte della banca centrale Ucraina (se l'importo è importante) e una dichiarazione doganale all'ingresso in UE.

Sull'invio di denaro di per sè non si pagano tasse ma ovviamente bisogna dimostrarne la provenienza (la segnalazione su quegli importi è automatica, il controllo ovviamente no ma potrebbe capitare) e, eventualmente, riportale sulla dichiarazione annuale.
Avatar utente
andbod
Admin
Admin
 
Messaggi: 7188
Iscritto il: domenica 7 dicembre 2008, 1:40
Residenza: Lviv Ucraina
Anti-spam: 56

Re: Euro consentiti

Messaggiodi Piè75 il mercoledì 8 luglio 2015, 8:02

verificherò il limite di trasferimento bancario in ucraina e come fare aprire un cc bancario ad un extracomunitario in Italia.

una cosa però c'è da dire: uno non può farsi i fatti i suoi con i soldi suoi, vale a dire che i soldi se pur lavorati e frutto di sacrifici di una vita non sono mai nostri ma di un sistema.

Uno potrebbe dire che questo è fatto apposta per fermare i soldi sporchi e mi sembra pure corretto, ma sporchi o non sporchi i soldi rimangono delle banche e di chi le governa e che dopo che li depositiamo si fanno i loro "investimenti" senza chiederci "posso".

Assurdo
Avatar utente
Piè75
ESPLORATORE
ESPLORATORE
 
Messaggi: 205
Iscritto il: sabato 5 dicembre 2009, 13:48
Residenza: Lecce
Anti-spam: 56

Re: Euro consentiti

Messaggiodi vittorio_guido il mercoledì 8 luglio 2015, 8:54

Paghi 100 euro l'anno e ti prendi una cassetta di sicurezza..
poi ci metti dentro tutti i soldi che vuoi che al momento quelli non li tocca nessuno...
Avevo tot euro sul libretto postale...
Ricevetti 20 euro di interessi e mi tolsero 34 euro di tasse per aver superato il limite dei 5000...
Li ho tolti adesso ho 4990 euro....
Questo stato toglie i soldi a chi non li ha.......
Bah scusate l'off topic
Soltanto gli stupidi non sbagliano mai.....
Odessa Mama
Avatar utente
vittorio_guido
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 5776
Iscritto il: domenica 7 febbraio 2010, 22:09
Residenza: viareggio (Odessa vacanza)
Anti-spam: 56

Re: Euro consentiti

Messaggiodi Ciorni.voran il mercoledì 8 luglio 2015, 9:09

Piè75 ha scritto:una cosa però c'è da dire: uno non può farsi i fatti i suoi con i soldi suoi, vale a dire che i soldi se pur lavorati e frutto di sacrifici di una vita non sono mai nostri ma di un sistema.

Uno potrebbe dire che questo è fatto apposta per fermare i soldi sporchi e mi sembra pure corretto, ma sporchi o non sporchi i soldi rimangono delle banche e di chi le governa e che dopo che li depositiamo si fanno i loro "investimenti" senza chiederci "posso".

Assurdo


Non c'entra niente con il riciclaggio...è uno strumento di potere per controllare le masse e di concentrazione della ricchezza nelle mani di pochi.Se io sono un oligarca russo e deposito miliardi di dollari in una banca che magari è la mia che garanzie ho che quel denaro provenga da fonti lecite?Nessuna.Il denaro non è pulito solo perchè circola attraverso il sistema bancario.Anzi, i più grandi riciclatori sono proprio le banche.Per questo poter eludere questo sistema, cosa peraltro difficilissima, è una delle più grandi soddisfazioni che un uomo possa provare nella sua vita, viene dopo la nascita dei figli e prima del sesso (per chi ancora pratica).

Se la signora è già residente credo non sia assolutamente un problema aprire un conto corrente (residenziale) in Italia, basta verificare le condizioni migliori.Se mantiene la doppia residenza e invia un bonifico da due conti (di cui uno all'estero) entrambi intestati a lei potrebbero nascere dei problemi per la parte Ucraina...è meglio verificare bene.C'è una normativa specifica per chi invia denaro all'estero in caso di trasferimento permanente della residenza...può anche darsi che i vincoli imposti dalla NBU per queste situazioni non siano applicabili e si possano inviare anche importi cospicui...è stato così per un periodo magari lo è ancora...da verificare come funziona ora e cosa bisogna fare.Prima direi che vada "definita" la posizione della signora qualora non lo sia già.

I soldi sotto il mattone non si possono tenere perchè svalutano, devono "girare" continuamente, purtroppo anche questa non è una soluzione seppur forse migliore delle banche.
Il Mondo alla rovescia, quello del male, della follia distruttiva e dell’assurdo è difeso e costruito da un esercito di “medici pietosi”, di anime belle allo specchio, di persone che vanno dove le porta il cuore avendo lasciato la testa a casa.
Avatar utente
Ciorni.voran
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 3173
Iscritto il: venerdì 13 novembre 2009, 23:43
Residenza: Territori di steppa
Anti-spam: 42

Re: Euro consentiti

Messaggiodi Forrest Gump il mercoledì 8 luglio 2015, 19:05

Piè75 ha scritto:una cosa però c'è da dire: uno non può farsi i fatti i suoi con i soldi suoi, vale a dire che i soldi se pur lavorati e frutto di sacrifici di una vita non sono mai nostri ma di un sistema.

Non farei di tutto il mondo un paese.
In Italia, dal punto di vista bancario-fiscale, non c'è assolutamente normalità e non dobbiamo cadere nell'errore di pensare che tutto il mondo sia come l'Italia.

Esempio: quando ho aiutato mia madre a trasferirsi in Spagna, lei, pensionata, ha portato con sé circa 3.000 - 4000 euro per affrontare le prime spese che un trasferimento comporta.
Basti pensare al contratto di affitto dove, oltre alla mensilità corrente, chiedono sempre almeno due mesi di caparra a garanzia.

Malgrado fosse cliente da una vita e malgrado fosse pensionata, tassata alla fonte, ufficialmente e fino all'ultimo centesimo, malgrado avesse l'accredito della sua pensione in quella filiale da 30 anni, la giovane impiegata (a me sconosciuta) ci fece una serie di domande che io - probabilmente non più abituato ai costumi italiani - trovai insopportabili.
"Per cosa li prende?", "ma non può fare un bonifico?", "ma le scattano i controlli" ecc. ecc. e mille altre stupide domande per ritirare i SUOI soldi.

Arrivati in Spagna - e parlo non di un paradiso fiscale, ma di un paese normale come tanti altri - li versò su un suo nuovo conto aperto in un'ora. Dopo una settimana trovò casa e ritirò i soldi andando in banca 30 minuti prima della firma del contratto: senza domande strane, con sorrisi a 32 denti e con la consapevolezza che quello che stava facendo non era rapinare una banca o frodare chissà quale fisco, ma un normale gesto di vita quotidiano.

Molti siti immobiliari sconsigliano l'investimento in Italia perché definiscono la nostra tassazione in generale e quella sulla casa in particolare (a proposito: aumentata del 178% in 3 anni) "predatoria" e con controlli a carattere inquisitorio.

Le tasse vanno pagate - meglio se sono giuste ed eque e se i servizi offerti in cambio sono proporzionali per qualità - ma non si possono terrorizzare i cittadini o rendere difficili o impossibili gesti normali della vita quotidiana.

Dove vivo io, su 3 persone registrate come residenti all'anagrafe, 2 sono stranieri.
Ma perché un inglese, un tedesco, un olandese, possono fare un bonifico dal loro conto in patria a quello spagnolo e comprarsi casa senza sentirsi ladri, perseguitati, truffatori, mentre un italiano onesto, come minimo deve andare 3 volte dal commercialista, 5 volte dal direttore di banca italiano e 3 da quello spagnolo e poi, neanche fosse un terrorista, dopo 48 ore, si ritrova l'esercito, i guardaboschi e le ambulanze del 112 sotto casa?

Scusate lo sfogo. Siamo ancora freschi di pagamenti di tasse e (più o meno) con le pezze dietro per la seconda parte che arriverà a brevissimo :D :mrgreen:

Qui, italiano, turco o ucraino, dai il passaporto ed il tuo indirizzo ed apri il conto in 5 minuti.
Se versi poco, nessuno ti chiederà "da dove vengono", viceversa devono arrivare da un circuito bancario (altra banca anche straniera) per giustificarne la provenienza. Una volta sul conto, li prendi come e quando vuoi.
"L'uomo saggio aspetta il momento giusto, il pazzo lo anticipa, l'imbecille lo lascia passare". (tratto dal film "Mai arrendersi")
Avatar utente
Forrest Gump
Admin
Admin
 
Messaggi: 6278
Iscritto il: sabato 5 luglio 2008, 18:04
Località: Puerto Banùs (Spain)
Residenza: Kiev Ucraina
Anti-spam: 56

Re: Euro consentiti

Messaggiodi Piè75 il mercoledì 8 luglio 2015, 20:43

una bella valigetta :ok:
Avatar utente
Piè75
ESPLORATORE
ESPLORATORE
 
Messaggi: 205
Iscritto il: sabato 5 dicembre 2009, 13:48
Residenza: Lecce
Anti-spam: 56

Re: Euro consentiti

Messaggiodi Ciorni.voran il mercoledì 8 luglio 2015, 21:29

A parte il discorso tasse...a me è capitato più volte di versare importi di poco inferiori a 10.000 euro in contanti allo sportello in Europa, non in Italia.Recentemente una impiegata "zelante" alla cassa me li ha rifiutati in assenza di un giustificativo.Ora non è chiaro perchè io possa importare nel paese fino a 10.000 euro in contanti però non li possa versare nel conto...il mio conto.Sarà una idiozia?Allora li verso "a rate" allo sportello automatico e quello va bene.Dei rompicoglioni!Chiaramente non è la banca ma le norme "antiriciclaggio"...forse si figurano che il denaro sporco giri ancora negli zaini con gli "spalloni" ma in realtà i riciclatori sono proprio loro.
Il Mondo alla rovescia, quello del male, della follia distruttiva e dell’assurdo è difeso e costruito da un esercito di “medici pietosi”, di anime belle allo specchio, di persone che vanno dove le porta il cuore avendo lasciato la testa a casa.
Avatar utente
Ciorni.voran
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 3173
Iscritto il: venerdì 13 novembre 2009, 23:43
Residenza: Territori di steppa
Anti-spam: 42

Re: Euro consentiti

Messaggiodi marranzasca475 il venerdì 5 febbraio 2016, 10:42

Grazie per le info , sono preziose .
ripropongo la domanda adesso:in che modalità sarebbe meglio portare in ucraina i soldi per comprare una casa?
grazie
Avatar utente
marranzasca475
ESPLORATORE
ESPLORATORE
 
Messaggi: 106
Iscritto il: domenica 1 maggio 2011, 16:55
Località: milano
Residenza: milano
Anti-spam: 56

Precedente

Torna a Il caffè di Ucraina Viaggi





Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti