Euro consentiti

Quattro chiacchiere tra amici, pettegolezzi e curiosita'. Si parla di tutto o quasi

Re: Euro consentiti

Messaggiodi Robbby il venerdì 15 marzo 2013, 13:16

Grazie Arcovia... cominciamo a ragionare!!
:ok:

Sapete se c'è un limite alla somma che si può mandare via bonifico da un banca ucraina a una italiana??
Avatar utente
Robbby
VIAGGIATORE
VIAGGIATORE
 
Messaggi: 36
Iscritto il: martedì 5 marzo 2013, 19:06
Residenza: Barletta
Anti-spam: 42


Re: Euro consentiti

Messaggiodi uvdonbairo il venerdì 15 marzo 2013, 14:55

Sai che qualsiasi incasso nel conto corrente abbastanza cospicuo e comunque oltre i 1000 euro viene segnalato e quindi alla richiesta deve essere giustificato e comunque denunciato nella dichiarazione dei redditi dove si paga poi oltre il 50% allo stato?
Avatar utente
uvdonbairo
Admin
Admin
 
Messaggi: 4654
Iscritto il: martedì 29 agosto 2006, 14:02
Località: Lucca
Residenza: Lucca
Anti-spam: 56

Re: Euro consentiti

Messaggiodi Robbby il venerdì 15 marzo 2013, 15:16

In Italia, certo...
ma se il bonifico me lo fa mia moglie che ha un ottimo lavoro in Ucraina e mi mantiene??
Non è una donazione?? E non credo sia tassata.
Non è che deve essere sempre l'uomo a mantenere la moglie.......
Avatar utente
Robbby
VIAGGIATORE
VIAGGIATORE
 
Messaggi: 36
Iscritto il: martedì 5 marzo 2013, 19:06
Residenza: Barletta
Anti-spam: 42

Re: Euro consentiti

Messaggiodi uvdonbairo il venerdì 15 marzo 2013, 18:47

OT
Non voglio assolutamente entrare in una discussione fuori tema, lei deve dimostrare i suoi introiti nel suo conto corrente, sarebbe troppo facile altrimenti, mi spiace ma non ci crede nessuno, se sua moglie ha dei conti correnti post matrimonio anche se in banche ucraine sono di tutti e due quindi ci paga le tasse. Lasci perdere i bonifici sul suo conto corrente.
/OT
Avatar utente
uvdonbairo
Admin
Admin
 
Messaggi: 4654
Iscritto il: martedì 29 agosto 2006, 14:02
Località: Lucca
Residenza: Lucca
Anti-spam: 56

Re: Euro consentiti

Messaggiodi Robbby il venerdì 15 marzo 2013, 19:04

Grazie Alibrando... sai che in Italia le maglie della legge sono "elasticizzate"; cioè si allargano e stringono a seconda di chi le interpreta (in Ucraina è peggio, lo so!).
Intendevo solo dire che lo Stato Italiano non può giudicare e neanche conoscere le entrate di mia moglie, cittadina Ucraina a Kiev.

Cmq terrò in considerazione i tuoi consigli... :ok:
Avatar utente
Robbby
VIAGGIATORE
VIAGGIATORE
 
Messaggi: 36
Iscritto il: martedì 5 marzo 2013, 19:06
Residenza: Barletta
Anti-spam: 42

Re: Euro consentiti

Messaggiodi robert374 il venerdì 15 marzo 2013, 19:47

La domanda iniziale del post, se non sbaglio, era quale somma si può portare cash in Ucraina..
La risposta è 10.000E in entrata e in uscita senza dichiarazione. Se poi si vuole depositare quei soldi in banca ucraina allora bisogna segnalare la cifra che si ha con noi presso la dogana del punto di ingresso in Ucraina e consegnare il documento che si riceve alla banca ucraina, altrimenti non vengono accettati. Parlo di persona non residente come me.

Per quanto riguarda la domanda di quanto si possa spedire da Ucr/Ita con bonifico , posso dire che io nel 2011 ho rimandato in Italia 50.00 E con un solo bonifico e nel quadro Rw dichiarazione redditi 2012 ho segnalato questo movimento. Fatto sta che proprio in questi giorni parlando con un commercialista , mi è stato detto che io non ero e non sarò tenuto nel futuro a segnalare come soprascritto con quadro RW per le prossime volte che dovessi rimandare soldi in Italia.

Quindi non ho capito bene cosa diceva a tal proposito Uvdonbairo col discorso del 50% e tasse. Aggiungo però che queste somme furono da me dichiarate all’uscita ed alla luce del sole e con documentazione che attestavano che erano soldi già tassati alla fonte e derivante da lavoro da dipendente.
robert374
 

Re: Euro consentiti

Messaggiodi Robbby il sabato 16 marzo 2013, 21:32

Scusa Robert... 50,00€.?? o 50.000,00€... non credo tu abbia fatto un bonifico di 50euro!!!
E perché nella dichiarazione 2012 l'hai dichiarata nel riquadro RW?? Chi te lo ha consigliato?? O è stata una tua idea??
E comunque io e Alibrando siamo residenti UA, anche se io pago le tasse in Italia, teoricamente, come avrai letto nel forum, potremmo versare tutto il cash che vorremmo in banca...
Alibrando, giustamente, dice che dovremmo anche giustificare quel cash al rientro in Italia... altrimenti ce lo tassano!!!!
Avatar utente
Robbby
VIAGGIATORE
VIAGGIATORE
 
Messaggi: 36
Iscritto il: martedì 5 marzo 2013, 19:06
Residenza: Barletta
Anti-spam: 42

Re: Euro consentiti

Messaggiodi robert374 il sabato 16 marzo 2013, 22:05

Egr. Robby
Io ho fatto bonifico di 50.000(Cinquantamila). Dichiarare i soldi attraverso quadro Rw mi fu detto dalla mia banca a Torino 6 anni fa e poi commercialista confermò. Io assieme alla dichiarazione mandai all’ag. Entrate anche fotocopie di documentazione bancaria che attestavano la provenienza dei soldi ,come ho già spiegato. Ho fatto due dichiarazioni in uscita e solo una in entrata, ma ti ripeto ; forse non ce n’era bisogno per il ritorno.

Io posso dimostrare che ritornano meno soldi di quanti ne sono usciti e posseggo documenti che lo comprovano. Ripeto ,posso dimostrare che io non ho lavorato o fatto business in Ucraina. Comunque io ho cercato di verificare all’Ag Entrate a Pozzuoli ,ma la dirigente non mi ha saputo rispondere. Mi ha consigliato di scrivere all’Ag. Centrale provinciale. Qui sono matti ed un po’ impreparati.
robert374
 

Re: Euro consentiti

Messaggiodi andbod il domenica 17 marzo 2013, 2:29

Esistono dei limiti al trasferimento di denaro dall'Ucraina verso l'estero. In particolare e' possibile bonificare un massimo di circa USD 1800 al giorno senza disporre della documentazione necessaria che giustifichi il motivo del bonifico e, generalmente, viene richiesta una specifica licenza bancaria da parte dell'NBU qualora si superi il limite indicato.

Vi ricordo inoltre che un residente in Ucraina non puo' disporre di conti correnti all'estero senza aver prima ottenuto una licenza specifica da parte dell'NBU e sottostare alle relative regole (traduzione notariale di tutti gli estratti conto). Molte banche ritengono che, essendo vigente la comunione dei beni per la Legge Ucraina, l'invio di denaro dal conto della moglie a quello del marito residente all'estero costituiscano comunque una violazione della normativa locale, visto che, per il legislatore Ucraino, il conto estero e' come se fosse cointestato. E' vero che e' difficile controllare ma, in caso di controllo, la sanzione e' pari a l'importo complessivo di tutte le somme trasferite, quindi prestate la massima attenzione.

Riguardo al rigo RW/pagamento delle tasse in Italia bisogna fare attenzione nel senso che, di per se', trasferire denaro verso/dall'estero non configura attivita' di impresa ma se il denaro viene trasferito per poi essere investito o per l'acquisto di un immobile, o per essere depositato in banca, nel caso in cui si sia residenti in Italia, andranno dichiarate le rendite ottenute e pagate le relative tasse.
Avatar utente
andbod
Admin
Admin
 
Messaggi: 7192
Iscritto il: domenica 7 dicembre 2008, 1:40
Residenza: Lviv Ucraina
Anti-spam: 56

Re: Euro consentiti

Messaggiodi robert374 il domenica 17 marzo 2013, 2:41

Andrea, in Italia nessuno sa e riesce a sapere se i soldi traferiti in Ucraina ( parliamo di questo adesso) sono stati messi in un deposito vincolato, conto corrente o semplice cassetta di sicuraezza ,come ho fatto io. Certo se escono da Italia 100E e rientrano 200 credo, anche io, che forse ...dico forse perchè non so ,qualcuno potrebbe chiedere il perchè e per come!!
robert374
 

Re: Euro consentiti

Messaggiodi robert374 il domenica 17 marzo 2013, 2:51

Intanto io 2 anni fa attraverso banca ucraina ho spostato ben oltre 1800 $ e questo sempre sotto tutela ed aiuto di un mio amico direttore di banca che parla italiano e della direttrice della banca ucraina che non si sposta di un millimetro dalle regole che sono imposte alla sua banca e verso di me cittadino straniero non residente.
robert374
 

Re: Euro consentiti

Messaggiodi andbod il domenica 17 marzo 2013, 12:52

Le regole sui limiti giornalieri di trasferimento di denaro dall'Ucraina verso l'estero sono state introdotte dalla fine del 2008 e prevedono un limite di trasferimento pari al controvalore di 15.000 UAH. E' stato inoltre recentemente introdotto il limite di prelievo giornaliero di valuta straniera pari al controvalore di 50.000 UAH per gli stranieri non residenti. Questa regole non si applicano ad eventuali depositi in scadenza per i quali si puo' continuare a prelevare l'intera somma del deposito (anche se alcune banche fanno finta di non saperlo). Solo per i non residenti che hanno un deposito in valuta e' possibile anche bonificare l'intera somma di denaro alla scadenza del deposito stesso ma alcune banche si rifiutano di farlo in quanto la normativa non e' chiara.

Purtroppo conosco queste regole per esperienza diretta in quanto ho dovuto ottenere ben 3 diverse licenze da parte dell'NBU per poter inviare il denaro richiesto all'estero e subire la visita sia della polizia che dei servizi di sicurezza Ucraini (SBU), con tutte le conseguenze del caso, per confermare che i soldi che mandavo all'estero non fossero oggetto di riciclaggio o di attivita' illecite. Per fortuna almeno la visita della polizia e dell'SBU e' stata abrogata a partire dalla fine di Febbraio del 2013.

Riguardo invece al fatto che il fisco Italiano possa accedere ai dati bancari Ucraini attualmente e' certo che, senza una rogatoria internazionale, non possa sapere se i soldi siano stati vincolati in un deposito ma e' altrettanto certo che si violerebbe comunque una Legge Italiana, esattamente come si violerebbe una Legge Italiana ad acquistare un appartamento in Ucraina senza dichiararlo al fisco Italiano, qualora si fosse residenti in Italia.

Attenzione pero' perche' e' capitato piu' volte in passato che funzionari di banca coinvolti in inchieste, abbiano patteggiato fornendo agli inquirenti le liste dei propri clienti e le sazioni sono piuttosto pesanti (tolti i casi famosi della Svizzera e del Lussemburgo ce ne sono anche di altri paesi, Ucraina inclusa). Inoltre l'Ucraina si e' impegnata ad approvare, entro Giugno 2013, una serie di Leggi tra cui quella sulla trasparenza bancaria per cui fornira' ai vari Stati UE, la lista di tutte le transazioni superiori ai 10.000 Euro effettuati dai propri cittadini residenti.
Avatar utente
andbod
Admin
Admin
 
Messaggi: 7192
Iscritto il: domenica 7 dicembre 2008, 1:40
Residenza: Lviv Ucraina
Anti-spam: 56

Re: Euro consentiti

Messaggiodi robert374 il domenica 17 marzo 2013, 13:07

Tutto chiaro Andrea. Grazie per le informazioni. Intanto quello che io ho fatto l'ho fatto con una banca ucraina che conosce le proprie leggi. Ogni qualvolta sono andato nelle mie banche ucraine mi sono rimesso alla loro conoscenza e più di una volta mi è stato spiegato cosa potevo fare e cosa non potevo . Per quanto riguarda il resto, ne ero già a conoscenza.
robert374
 

Re: Euro consentiti

Messaggiodi robert374 il domenica 17 marzo 2013, 19:53

Volevo portare a conoscenza del forum il caso di un mio amico di Odessa, non residente in Ucraina come me e con conto in Grivna ed Euro. Stessa banca Ucraina e stessa mia banca in Italia (il che non significa molto). Oggi ci siamo sentiti per telefono!! Questa persona ha venduto un appartamento comprato in Ucraina , e non dichiarato in Italia. Al momento di essere pagato, la sua e mia banca Unicredit /Ucraina gli hanno detto che lui doveva farsi pagare in Grivna e farsi versare i soldi sul suo conto in Grivna.

Questa somma una volta arrivata sul conto è stato possibile solo cambiarla in Euro e contemporaneamente e simultaneamente versati sul suo conto in Italia. Aveva solo un’altra opzione: prelevare i soldi cash , ma solo in Grivna e tenerseli poi sotto ll materasso. Non gli era consentito comprare legalmente valuta straniera. Lui ha fatto una cosa che era una via di mezzo. Ha spedito il 70% in Italia(Euro) ed il restante l’ha prelevato cash e se li è fatti cambiare da amici ucraini.

Certo ha come segnalava Andbod ha fatto almeno un’azione illegale. Non denunciare il possesso dell’appartamento. Sono passati 3 anni e per adesso tutto bene e nessuno è andato a trovarlo. Lui continua a vivere ad Odessa come non residente. Però in Italia a lui avevano consigliato di denunciare con quadro Rw il rientro della somma ben superiore ai 50,000E… Cosa per la quale adesso a me hanno detto non ci sia obbligo. Domani torno di nuovo da questo commercialista che mi ha dato questo consiglio e approfondirò con copie di documentazione scaricata oggi su internet.
robert374
 

Re: Euro consentiti

Messaggiodi Piè75 il martedì 7 luglio 2015, 11:47

mi accodo a questo thread che risulta abbastanza in linea con ciò che vorrei semplicemente capire:
Allo stato attuale se un cittadino ucraino volesse vender casa in Ucraina e portare "legalmente" i soldi con se in Italia e trasferirsi qui quale sarebbe il miglior modo per non farsi spennare dalle tasse Italiane? Se ci sono tasse!
Avatar utente
Piè75
ESPLORATORE
ESPLORATORE
 
Messaggi: 205
Iscritto il: sabato 5 dicembre 2009, 13:48
Residenza: Lecce
Anti-spam: 56

PrecedenteProssimo

Torna a Il caffè di Ucraina Viaggi





Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti