ELEZIONI PRESIDENZIALI 2019

La politica in Ucraina.

Re: ELEZIONI PRESIDENZIALI 2019

Messaggiodi Gianmarco58 il martedì 21 maggio 2019, 0:09

Entusiasmo, zero; fine di un periodo negativo, 10; speranza nel futuro, 3; rischio delusione, 6; soddisfazione personale, 2 (con riserva).
Mi riservo di modificare il tutto quando e se sarò libero di andare dove voglio, da Lugansk a Yalta.
W l'INTER
Avatar utente
Gianmarco58
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 2700
Iscritto il: martedì 11 settembre 2012, 9:32
Località: Milano e Odessa
Residenza: Milano e Odessa
Anti-spam: 42


Re: ELEZIONI PRESIDENZIALI 2019

Messaggiodi andrey il martedì 21 maggio 2019, 18:45

Gianmarco58 ha scritto:E adesso, spazio alla liberta!
Governo tutti a casa!



Ucraina: Poroshenko indagato per alto tradimento

(ANSA) - MOSCA, 21 MAG - L'Alto ufficio investigativo ucraino ha aperto un procedimento penale sull'incidente nello stretto di Kerch tra le imbarcazioni ucraine e russe avvenuto nel novembre del 2018 e ha iscritto l'ex presidente Petro Poroshenko nel registro degli indagati con l'ipotesi di «alto tradimento». Lo riporta ufficio stampa dell'ente, citato da Interfax. L'inchiesta è stata avviata da Andriy Portnov, ex vice capo dello staff dell'ex presidente ucraino Viktor Yanukovich. (ANSA).

L'agenzia ha confermato che le indagini riguardano gli eventi del 25 novembre 2018, quando un gruppo di navi della Marina ucraina è stato dispiegato dal Mar Nero al Mare di Azov attraverso lo Stretto di Kerch. Secondo il rapporto, Portnov ha presentato il suo «primo rapporto» sulle azioni dell'allora presidente Petro Poroshenko nel novembre 2018.

«Crediamo che sia coinvolto in alto tradimento, tentata presa di potere e abuso d'ufficio», ha scritto Portnov su Facebook motivando la richiesta di apertura dell'indagine preliminare. Secondo Portnov vanno interrogati, oltre a Poroshenko, i «membri del Consiglio nazionale ucraino per la sicurezza e la difesa, il capo dello Stato maggiore e comandante delle forze armate ucraine, il comandante della marina, e altri funzionari che potrebbero avere relazione con tali eventi». (ANSA).
«Lottate e vincerete!»,Taras Ševčenko ai popoli soggetti al dominio imperiale di Mosca "QUANDO TRA IL PANE E LA LIBERTÀ IL POPOLO SCEGLIE IL PANE, PRIMO O POI SI PERDERÀ TUTTO, COMPRESO IL PANE" Stepan Bandera
СЛАВА УКРАЇНІ CON IL CUORE VIVA UCRAINA
Avatar utente
andrey
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 6026
Iscritto il: lunedì 7 maggio 2007, 7:59
Residenza: firenze,lviv(resistenza)
Anti-spam: 42

Re: ELEZIONI PRESIDENZIALI 2019

Messaggiodi Franco il martedì 21 maggio 2019, 21:23

e' da notare che questo Andriy Portnov, ex vice capo dello staff dell'ex presidente ucraino Viktor Yanukovich, latitante in Russia fino a pochi giorno fa, e' indagato dallo scorso marzo dallo stesso ufficio 'Alto ufficio investigativo ucraino' in quanto ha aiutato i russi nell'annessione della Crimea a febbraio 2014. È stato lui a stipulare alcuni documenti legali che furono successivamente utilizzati dal "parlamento" della Crimea.
Appena arrivato ha avviato sempre allo stesso ufficio l'inchiesta che ha portato l'ufficio ad indagare sull'ex presidente Poroshenko.

Niente e' cambiato, questo ufficio investigativo deve indagare su entrambi #-o

Tra l'altro sembra che oggi in Ucraina è tornato un altro collaboratore di Yanukovych: si tratta dell'ex capo dei Servizi di Sicurezza ucraini nonché l'ex vicepremier della squadra di Yanukovych : Valeriy Knoroshkovskiy.
Tra l'altro questo signore e' stato proprietario del canale televisivo Inter e in quegli anni anni Zelenskiy è stato il produttore televisivo del canale oltre ad aver debuttato con la sua trasmissione umoristica "Il quartiere 95" .

Evviva il cambiamento =D> =D> tra non molto rivedremo anche Yanukovsky [-o<
Avatar utente
Franco
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 772
Iscritto il: mercoledì 4 luglio 2007, 23:29
Località: Roma

Re: ELEZIONI PRESIDENZIALI 2019

Messaggiodi Franco il martedì 21 maggio 2019, 21:38

Yanucovich...brutto vizio di non rileggere attentamente prima di postare :D
Avatar utente
Franco
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 772
Iscritto il: mercoledì 4 luglio 2007, 23:29
Località: Roma

Re: ELEZIONI PRESIDENZIALI 2019

Messaggiodi dreamcatcher il giovedì 23 maggio 2019, 9:46

Una riflessione, poi magari tra un paio d'anni :mrgreen: se mi ricordo torno a rileggere e vedo se ho indovinato.

Quando è stato eletto Poroshenko, tra chi ha gridato al colpo di stato e chi ci ha visto invece un enorme passo verso la democrazia, si è badato molto alla forma. In pratica: si è provato (o fatto finta) di risolvere il conflitto d'interessi su questioni come la Roshen e altre, si è chiesto (fatto finta) consenso all'estero per qualsiasi decisione da prendere, a momenti si è chiesto anche permesso a Mosca per sparare una volta entrati in guerra... formalmente tutto molto, troppo democratico. Come se Poroshenko, 'salvato' dalla furia della piazza, avesse avuto bisogno di dimostrare di essere a totale disposizione della piazza stessa, o se si preferisce, del popolo di Maidan.
Poi s'è visto: i risultati sono stati minimi, sia l'accordo con la UE e il visa free, sia le intese sottobanco con Mosca, sia il supporto reciproco governo-oligarchi sono tutti aspetti che sarebbero andati avanti per inerzia, con o senza Poroshenko.

Allo stesso modo, oggi che Poroshenko non è più presidente, dubito che qualcosa tra quelle scritte sopra, possa essere stravolta: il visa free non si perderà, l'accordo con la UE resterà, le intese con Putin, guerra inclusa, anche; il supporto degli oligarchi è addiritura messo nero su bianco, dato che Kolomoisky è lo sponsor di Zelensky.

Zelensky che è stato eletto , lui sì, a furor di popolo. Lui è l'espressione più genuina dell'ucraina post maidan, lui si propone come l'uomo, anzi il servo del popolo.
Basta questo a risparmiagli la fatica di dover apparire 'democratico'. Lo è per definizione.
Questo a mio parere è un paradosso straordinario. Kolomoisky alle sue spalle, e lui che appare 'libero', da vincoli e catene.
Tanto libero e tanto 'servo' che può sciogliere il parlamento, per esempio. Il punto non è se questo sia costituzionale o meno, non lo metto in dubbio. Mi riferisco alla facilità con cui può esercitare i poteri di presidente, alla disinvoltura con cui li mette in pratica.

Penso che l'Ucraina di oggi possa compiacersi di questo. In un certo senso, il servo del popolo appare come un uomo forte, un piccolo Putin... potrà fare come e peggio di Yanukovic (penso alla questione Saakashvili) ma senza apparire nè despota, nè arrogante... lo può fare perchè lo può fare, perchè è il presidente. E alla gente, alla maggior parte della gente, non occorre dare troppe giustificazioni.

Inoltre, buona parte dell'elettorato più giovane, se si esclude quello legato a maidan e al nord ovest del Paese, si compiace dell'ironia con cui viene affrontato il 'sistema' gestito da Poroshenko, almeno questa è l'impressione che ho io: c'è una specie di irriverenza che genera consenso, a prescindere dal dove possa portare nel lungo periodo.

E' un po' come se si avesse la sensazione che se domani Zelensky dicesse che il gas è gratis, tutti smetterebbero di pagarlo, senza pensare a quanto questo sia impossibile.

L'altra sensazione è che si intravveda il ritorno a quel sistema che tanta sicurezza infonde nella maggior parte deli Ucraini, di ritrovare dei punti di riferimento per risolvere qualsiasi problema: non che siano venuti meno negli ultimi anni, ma la pressione,anche solo psicologica, di controlli, anti-corruzione, normative nuove e sconosciute, un po' di disorientamento l'avevano portato.

A livello locale ora spunteranno tanti piccoli Zelensky, autorizzati a smantellare tutto ciò che è considerato fallimentare e a gestire personalmente i problemi dei cittadini.

Il che, se in un Paese maturo dal punto di vista democratico, è pericolosissimo, in Ucraina può funzionare. Non saprei per quanto, ma sicuramente nel breve periodo.
Avatar utente
dreamcatcher
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 8101
Iscritto il: giovedì 1 luglio 2010, 10:38
Residenza: Como
Anti-spam: 56

Re: ELEZIONI PRESIDENZIALI 2019

Messaggiodi Gianmarco58 il giovedì 23 maggio 2019, 10:21

A proposito del penultimo paragrafo scritto da Dream, riporto questa notizia:

Il sindaco della città di Odessa, Gennady Trukhanov, alla riunione del personale presso l'ufficio del sindaco ha esortato i genitori a non donare soldi per le riparazioni ea non pagare le tasse di ammissione quando si iscrivono i bambini a scuola. Questo sito riporta Odessa.online.

Secondo il sindaco, sono stati spesi oltre 400 milioni di hryvnias per riparare le scuole della città dal budget della città, quindi le scuole non hanno bisogno di ulteriori investimenti finanziari.

"I genitori suggeriscono discretamente che hanno bisogno di aiutare la scuola, fare un biglietto d'ingresso, pulire i pavimenti e dipingere le classi. Chiedo molto che non sia così! Cari genitori, in particolare genitori di prima elementare, mi appello a voi. Facciamo riparazioni nelle scuole per ridurre l'onere sul bilancio familiare. È estremamente spiacevole per me se qualcuno si offre di partecipare volontariamente a contributi. Oggi, i comitati genitoriali sono impegnati in questo, ti prego di non raccogliere ulteriori fondi, altrimenti prenderemo delle misure ", ha sottolineato Gennady Trukhanov.

Il sindaco ha raccomandato a quei genitori da cui chiedono denaro "per riparazione" di contattare la hotline del consiglio comunale 15-35 e ha affidato a Elena Buynevich, Direttore del Dipartimento di Educazione e Scienza del Consiglio Comunale di Odessa, di rispondere immediatamente a tali appelli.

ndr; Mi piace!
W l'INTER
Avatar utente
Gianmarco58
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 2700
Iscritto il: martedì 11 settembre 2012, 9:32
Località: Milano e Odessa
Residenza: Milano e Odessa
Anti-spam: 42

Re: ELEZIONI PRESIDENZIALI 2019

Messaggiodi dreamcatcher il giovedì 23 maggio 2019, 11:31

Nella scuola elementare (e media) del mio villaggio è prassi, ogni anno, raccogliere fondi per acquistare il materiale didattico. Non credo sia l'unica scuola costretta a fare questo.
Immagino che in città, a Odessa in particolare, non dovrebbero sognarsi di chiedere contributi ed immagino anche che possano funzionare le hotline e perfino gli uffici comunali. Giusto quindi rivolgersi lì, se lì si sono 'smarriti' i fondi (mentre il sindaco era di spalle, ovviamente :lol:

Però in campagna, almeno da me, dove lo Stato (da Trukhanov a Zelensky, passando per Poroshenko e compagnia) si dimentica anche di nominare i professori... eh, le collette andranno avanti ancora per molti anni.
Avatar utente
dreamcatcher
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 8101
Iscritto il: giovedì 1 luglio 2010, 10:38
Residenza: Como
Anti-spam: 56

Re: ELEZIONI PRESIDENZIALI 2019

Messaggiodi kontecagliostro il venerdì 24 maggio 2019, 19:03

Riporto il testo di una dichiarazione congiunta dei rappresentanti della società civile sui primi passi politici del presidente dell’Ucraina Volodymyr ZelenskyKyiv, 23 maggio 2019, che ho letto su stopfake, che mi sembra significicativa della delicatezza di questo momento politico in Ucraina.

Negli ultimi cinque anni, noi i sottoscrittori, membri delle organizzazioni della società civile, abbiamo difeso attivamente la sovranità e gli interessi nazionali dell’Ucraina nello spazio di informazione globale contrastando la guerra di informazione russa. Ciascuna delle nostre organizzazioni lavora in un suo campo specifico per rafforzare la società civile e aiutare a costruire istituzioni statali di alta qualità aperte alla comunicazione e al dialogo con i nostri cittadini, responsabili della riforma del nostro paese e renderlo più stabile e sicuro di fronte alle minacce e alle nuove sfide.

I nostri principi e le nostre posizioni rimangono invariate. La nostra missione è proteggere i valori per cui gli ucraini hanno combattuto durante la Rivoluzione della dignità, libertà e dignità, indipendenza dell’Ucraina e protezione dello stato ucraino, un sistema di governo democratico, patriottismo, coraggio, responsabilità e onestà come qualità fondamentali di tutti i cittadini ucraini.

Rimaniamo politicamente neutrali, ma siamo profondamente preoccupati per le prime decisioni esecutive prese dal neoeletto Presidente che sfortunatamente dimostrano una completa mancanza di comprensione delle minacce e delle sfide che il nostro paese deve affrontare. Siamo fortemente in disaccordo con l’intenzione del Presidente di nominare membri del regime dell’ex presidente Viktor Yanukovych in posizioni chiave del governo, una decisione che contraddice i principi della lustrazione, così come la nomina di persone prive di competenze e individui che condividono interessi commerciali con il presidente Volodymyr Zelenskyi. Visto il dolore e le difficoltà che il nostro paese ha sofferto negli ultimi anni, misure così miopi sono destinate ad avere effetti negativi sulla società … e le conseguenze potrebbero essere devastanti.

Come attivisti della società civile, presentiamo una lista di “linee rosse da non attraversare”. Se il Presidente dovesse superarle, tali azioni porteranno inevitabilmente all’instabilità politica nel nostro paese e al deterioramento delle relazioni internazionali:

Problemi di sicurezza:

indire un referendum sul formato dei negoziati da utilizzare con la Federazione russa e sui principi per una soluzione pacifica
condurre negoziati separati, senza la partecipazione dei partner occidentali dell’Ucraina, con la Federazione Russa, i membri delle autorità di occupazione e i loro gruppi armati e le bande nei territori temporaneamente occupati di Donetsk e Luhansk Oblast, Crimea e Sebastopoli
soddisfare i requisiti dell’ultimatum richiesti dallo stato aggressore o raggiungere un compromesso con il Cremlino al costo di fare concessioni a scapito degli interessi nazionali, della sovranità nazionale, dell’integrità territoriale e dell’ordine e delle politiche interne ed estere indipendenti dell’Ucraina
inibire l’attuazione delle politiche di sicurezza e difesa delineate nel Bollettino strategico della difesa dell’Ucraina
Problemi di politica estera:

ritardare, sabotare o respingere il corso strategico per l’adesione all’UE e alla NATO; ridurre il dialogo politico e distruggere i meccanismi istituzionali bilaterali per la cooperazione con i partner europei ed euro-atlantici
avviare qualsiasi azione che possa contribuire alla riduzione o alla revoca di sanzioni nei confronti dello Stato aggressore da parte dei partner internazionali dell’Ucraina
rivedere tutte le azioni volte a sostenere la solidarietà internazionale per l’Ucraina, ripristinando la nostra integrità territoriale, garantendo la sicurezza e proteggendo i diritti di tutte le persone che hanno sofferto dell’aggressione russa
Problemi economici:

estendere il trattamento preferenziale agli oligarchi: in particolare, facilitando il ritorno della Pryvatbank nazionalizzata ai suoi ex proprietari o garantendo “compensazioni” agli stessi proprietari, nonché accomodando posizioni di monopolio di gruppi finanziari e industriali nel settore energetico
attuare politiche contro gli accordi esistenti con l’FMI e altri partner stranieri che contribuiscono a promuovere la stabilità macroeconomica dell’Ucraina
avviare una sostanziale ridistribuzione della ricchezza nell’interesse di gruppi specifici
esercitare pressioni sui regolatori (Comitato anti-monopoli dell’Ucraina, Commissione nazionale per il regolamento statale in materia di energia e servizi pubblici, Consiglio nazionale televisivo e di radiodiffusione) utilizzandoli nell’interesse di partiti o gruppi politici, anziché sostenere le riforme per rafforzare e aumentare la loro indipendenza
Identità nazionale: lingua, istruzione, cultura

tentare di rivedere la legge sulla lingua
tentare di rivedere la legge sull’istruzione
tentare di rivedere la legge sulla de-comunistizzazione e la condanna dei crimini totalitari del passato
attuare qualsiasi azione volta a minare o screditare la Chiesa ortodossa dell’Ucraina o sostenere la Chiesa ortodossa russa in Ucraina
Politica dei media e dell’informazione

usare i media (in particolare, canali TV 1 + 1 e canali TV controllati dagli oligarchi) per promuovere il nuovo governo
ripristinare i social network russi e i canali televisivi russi in Ucraina
Funzionamento del governo

eliminare le dichiarazioni elettroniche per i dipendenti pubblici e il sistema di appalti pubblici di Prozorro
lanciare una campagna di persecuzioni politicamente motivate di membri del precedente governo
riabilitare / incoraggiare il ritorno alla politica dei membri del regime dell’ex presidente Viktor Yanukovych e di individui che hanno sostenuto le “leggi dittatoriali” del 16 gennaio 2014
permettere al Servo del Popolo di formare una coalizione con politici che sono stati membri fondatori del Partito delle Regioni e del Blocco di opposizione nel nuovo parlamento e / o altri partiti che promuovono la riconciliazione con la Russia attraverso la consegna o le concessioni della sovranità ucraina e integrità territoriale
ignorare il dialogo con la società civile
inibire le riforme chiave: amministrativa, territoriale, medica, educativa, bancaria.
ritardare o sabotare le riforme anticorruzione e giudiziarie
Attraverso un dialogo costruttivo e una pronta critica del governo, abbiamo sempre cercato di rafforzare la voce dell’Ucraina nel mondo e abbiamo lavorato duramente per ottenere il sostegno dei nostri partner internazionali.

Se il Presidente attraversa queste linee rosse, indicherà che non ricerca un reale cambiamento democratico e non desidera istituire un governo più onesto e responsabile, anche se ha promesso di farlo durante il periodo elettorale.

I sottoscrittori :

Ukraine Crisis Media Center

Danylo Lubkivskyi, Deputy Minister for Foreign Affairs of Ukraine (2014)

Institute of Mass Information

Center for Civic Initiatives-CEHRIN

Center for Economic Strategy

NGO Detector Media

NGO Internews-Ukraine

NGO Ukrainian Prism

Center for Global Studies Strategy XXI

Foreign Policy Council Ukrainian Prism i8

Euromaidan Press

Texty.org.ua

Steering Committee of the Ukrainian National Platform for the Eastern Partnership Civil Society Forum

StopFake

NGO “CentreUA”

Valery Pekar, Vice-President of Ukrainian Union of Industrialists and Entrepreneurs

Information Portal “Stop Corruption”

Yevgen Stepanenko, head of the Public Theater, leading the program “War and Peace”

Yuriy Makarov, writer, member of the Board of Public TV Company

NGO “Stop Corruption”

Independent Media Union of Ukraine

Irma Vitovska, Honored Artist of Ukraine, actress of theater and cinema, activist

Union of Writers of Ukraine

Charity Foundation “Vostok-SOS”

Associations of Middle East Studies

Society of Support of Ukraine, Latvia
NGO “DEJURE Foundation”
NGO “Ukrainian Democracy”
NGO “Revival of the East”
Eugene Magda, Director of the Institute of World Politics
Center for Analysis and Strategies
NGO “METHODOLOGY CENTER FOR PARTICIPANTS, DISABLED PERSONS, VETERANS AND VOLUNTEERS ATO”
NGO “Association for Democratic Development”
NGO “Active Citizen Position”
Gallery of Modern Art TriptychArt
NGO “Visionaries”
Ukrainian University, Washington, USA
International Foundation for Leadership, Washington, USA
Wires of the Ukrainian-Center Forces of Ukraine and the Diaspora
Kharkiv Independent Media Group “Nakipilo”
UNCD – Ukrainian-Norwegian Center for Democracy
Charity Foundation “Happy Family”
Myroslav Marynovich, a former political prisoner, a member of the Nestor group
NGO “Center for Social Activity” Result ”
Crimean House
NGO “Ukrainian World”
NGO UA Group
Michel Tereshchenko, Glukhiv City Mayor
East European Development Institute
NGO “Crisis media center” Seversky Donets ”
NGO “Donetsk Institute for Social Research and Political Analysis”
Information Rights Center “Edelweiss”
GO “AGAINST CORRUPTION”
Volodymyr Kryzhanivskyy is Vice-President of the Association of People’s Deputies of Ukraine, a senior and plenipotentiary ambassador of Ukraine
NGO “Humanitarian College”
International Charitable Foundation “Hospital Maidan”.
Institute of Civil Liberties
Institute of World Policy
NGO “ANTI-CORRUPTION” MAYDAN-WEST ”
Charitable Foundation “Academy of Modern Art, Realism and Creative Industries”
NGO “Warta Law”
NGO “Intelligent Ukraine”
NGO “Initiative group” Together! ”
NGO “Ecological Space of Ukraine”
Ukrainian Catholic University
NGO “All-Ukrainian Patriotic Association” Volunteer Movement of Ukraine ”
Tatyana Vergeles, editor in chief IA ZIK
“Information Resistance Group” (NGO “Center for Military and Political Studies”)

NGO “Historical Truth”

Olena Tereshchenko, Association of NGOs “KYIV VICE”

International volunteer community InformNapalm

Greencubator
Avatar utente
kontecagliostro
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 687
Iscritto il: giovedì 28 ottobre 2010, 14:03
Residenza: Messina - Priluki
Anti-spam: 42

Re: ELEZIONI PRESIDENZIALI 2019

Messaggiodi Gianmarco58 il venerdì 24 maggio 2019, 22:02

E questi sarebbero, come scritto, politicanente neutrali? Alla faccia del bicarbonato di sodio!
Allora non sanno cos'è la politica.
W l'INTER
Avatar utente
Gianmarco58
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 2700
Iscritto il: martedì 11 settembre 2012, 9:32
Località: Milano e Odessa
Residenza: Milano e Odessa
Anti-spam: 42

Re: ELEZIONI PRESIDENZIALI 2019

Messaggiodi andrey il sabato 25 maggio 2019, 22:10

Ci sono dei Pilastri in ogni Democrazia che non possono essere oltrepassati
Di solito le dittature senza un freno iniziano

Voglio aggiungere un aggiornamento
Sullo stato d'accusa di Poroshenko


Si chiedeva di mettere in stato d'accusa per alto tradimento per l'ex presidente Poroshenko per la vicenda dello stretto di Kerch .... Il tribunale delle Nazioni Unite ha ordinato alla Federazione Russa di restituire i marinai e le navi catturati all'Ucraina. Inoltre, la corte ha respinto la versione russa di un'operazione militare provocatoria dell'Ucraina.
Mentre il nuovo presidente resta a guardare
«Lottate e vincerete!»,Taras Ševčenko ai popoli soggetti al dominio imperiale di Mosca "QUANDO TRA IL PANE E LA LIBERTÀ IL POPOLO SCEGLIE IL PANE, PRIMO O POI SI PERDERÀ TUTTO, COMPRESO IL PANE" Stepan Bandera
СЛАВА УКРАЇНІ CON IL CUORE VIVA UCRAINA
Avatar utente
andrey
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 6026
Iscritto il: lunedì 7 maggio 2007, 7:59
Residenza: firenze,lviv(resistenza)
Anti-spam: 42

Re: ELEZIONI PRESIDENZIALI 2019

Messaggiodi andrey il sabato 25 maggio 2019, 22:32

Il Tribunale internazionale del diritto del mare delle NU decreta che la Russia deve immediatamente rilasciare il 24 marinai ucraini e le navi sequestrate. E' un'importante vittoria della diplomazia ucraina!
"Il Tribunale internazionale per il diritto del mare ha ordinato ... le seguenti misure: la Russia deve immediatamente liberare le navi militari ucraine - " Berdyansk", "Nikopol "e "Yani Kapu "- e restituirle alla custodia dell'Ucraina ... Deve immediatamente liberare 24 marinai e permettere loro di tornare in Ucraina, " ha letto la sentenza il giudice Jin-Hyun Paik, presidente del tribunale, scrive il corrispondente dell'agenzia Ukrinform.
19 giudici hanno votato a favore della decisione. Solo un giudice ha votato contro: il russo Kolodkin.
Come ha scritto su Facebook il Vice ministro degli Esteri ucraino, Olena Zerkal, "l'ordine del tribunale è un chiaro segnale per la Russia che non può violare il diritto internazionale con impunità". Olena Zerkal rappresenta l'Ucraina davanti all'ITLOS.
Secondo Zerkal, la detenzione di tre navi da guerra e 24 marinai a bordo è una grave violazione dell'immunità di cui godono le navi da guerra in conformità con la Convenzione delle Nazioni Unite sul diritto del mare e il diritto internazionale generale.Ci aspettiamo che la Russia si adegui rapidamente e pienamente all'ordine del Tribunale", ha detto Zerkal.
E' una indubbia vincita della squadra dei diplomatici ucraini e della ferma e decisa politica dell'ex presidente Petro Poroshenko nel considerare la Russia come un Paese-aggressore e agire di conseguenza.
C'è da aggiungere che la decisione del Tribunale internazionale smentisce pienamente le accuse interne ucraine di una presunta responsabilità del Presidente Poroschenko dell'incidente nello stretto di Kerch.

-https://www.ukrinform.net/rubric-polytics/2708008-itlos-orders-immediate-release-of-captured-ukrainian-sailors.html
«Lottate e vincerete!»,Taras Ševčenko ai popoli soggetti al dominio imperiale di Mosca "QUANDO TRA IL PANE E LA LIBERTÀ IL POPOLO SCEGLIE IL PANE, PRIMO O POI SI PERDERÀ TUTTO, COMPRESO IL PANE" Stepan Bandera
СЛАВА УКРАЇНІ CON IL CUORE VIVA UCRAINA
Avatar utente
andrey
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 6026
Iscritto il: lunedì 7 maggio 2007, 7:59
Residenza: firenze,lviv(resistenza)
Anti-spam: 42

Re: ELEZIONI PRESIDENZIALI 2019

Messaggiodi andrey il martedì 28 maggio 2019, 10:33

Il presidente Zelenskiy in qualità di Capo supremo delle Forze Armate ucraine ieri ha fatto la sua prima visita al fronte nella regione di Lugansk, visitando i villaggi Schastya e Stanitsa Luganska dove attualmente si trovano le posizioni dei militari ucraini.
~https://www.obozrevatel.com/ukr/politics/zelenskij-vidpravivsya-do-bijtsiv-zsu-na-donbas-fotoreportazh-z-peredovoi.htm

Una certa impressione vedere Zed inprima linea
Speriamo assuma utili info sul campo
«Lottate e vincerete!»,Taras Ševčenko ai popoli soggetti al dominio imperiale di Mosca "QUANDO TRA IL PANE E LA LIBERTÀ IL POPOLO SCEGLIE IL PANE, PRIMO O POI SI PERDERÀ TUTTO, COMPRESO IL PANE" Stepan Bandera
СЛАВА УКРАЇНІ CON IL CUORE VIVA UCRAINA
Avatar utente
andrey
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 6026
Iscritto il: lunedì 7 maggio 2007, 7:59
Residenza: firenze,lviv(resistenza)
Anti-spam: 42

Re: ELEZIONI PRESIDENZIALI 2019

Messaggiodi Forrest Gump il martedì 28 maggio 2019, 11:29

andrey ha scritto:Il Tribunale internazionale del diritto del mare delle NU decreta che la Russia deve immediatamente rilasciare il 24 marinai ucraini e le navi sequestrate. E' un'importante vittoria della diplomazia ucraina!
"Il Tribunale internazionale per il diritto del mare ha ordinato ... le seguenti misure: la Russia deve immediatamente liberare le navi militari ucraine - " Berdyansk", "Nikopol "e "Yani Kapu "- e restituirle alla custodia dell'Ucraina ... Deve immediatamente liberare 24 marinai e permettere loro di tornare in Ucraina, " ha letto la sentenza il giudice Jin-Hyun Paik, presidente del tribunale, scrive il corrispondente dell'agenzia Ukrinform.

Andrey, tutto questo è terribilmente romantico!
Implicazioni pratiche? #-o 8-[
"L'uomo saggio aspetta il momento giusto, il pazzo lo anticipa, l'imbecille lo lascia passare". (tratto dal film "Mai arrendersi")
Avatar utente
Forrest Gump
Admin
Admin
 
Messaggi: 6845
Iscritto il: sabato 5 luglio 2008, 18:04
Località: Tra Marbella e Kiev
Residenza: Kiev Ucraina
Anti-spam: 42

Re: ELEZIONI PRESIDENZIALI 2019

Messaggiodi andrey il martedì 28 maggio 2019, 14:03

Per ora abbiamo ancora un sostegno giudiziario quando dovuto
E politico...vediamo con il nuovo parlamento Ue per fortuna nei grandi numeri
I partiti filo putin sovranisti o come li si vuol definire sono piu' piccoli che in altre parti d'europa

Ma sicuramente qualche allentamento nei confronti di putin potrebbe avvenire
Mi sembra di aver letto che vova verra' presto in italia =D>
«Lottate e vincerete!»,Taras Ševčenko ai popoli soggetti al dominio imperiale di Mosca "QUANDO TRA IL PANE E LA LIBERTÀ IL POPOLO SCEGLIE IL PANE, PRIMO O POI SI PERDERÀ TUTTO, COMPRESO IL PANE" Stepan Bandera
СЛАВА УКРАЇНІ CON IL CUORE VIVA UCRAINA
Avatar utente
andrey
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 6026
Iscritto il: lunedì 7 maggio 2007, 7:59
Residenza: firenze,lviv(resistenza)
Anti-spam: 42

Re: ELEZIONI PRESIDENZIALI 2019

Messaggiodi peterthegreat il martedì 28 maggio 2019, 14:31

La lega e' l'unico partito tra i "sovranisti" con quello polacco ad aver vinto le elezioni con netto distacco, in Europa non sono riusciti a sfondare nemmeno il 15%.
A conti fatti, dovrebbero prendere meno del 20% dei seggi in parlamento.
Dove son gli impiccatori degli Eroi che non scordiamo?
Dove son gli infoibatori della nostra gente sola?
Ruggirà per noi il leone, di là raglio di somaro.
Eia, carne del Quarnaro! Eja Eja Alalà
G. D'Annunzio
Avatar utente
peterthegreat
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 6406
Iscritto il: martedì 29 gennaio 2008, 18:11
Residenza: Savona
Anti-spam: 42

PrecedenteProssimo

Torna a Attualita' politica





Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

cron