Elezioni Parlamentari 2014

La politica in Ucraina.

Re: Elezioni Parlamentari 2014

Messaggiodi andbod il domenica 26 ottobre 2014, 21:45

Purtroppo il dato sulla scarsa affluenza è dovuto anche a due fattori : in Crimea e in un terzo del Donbass non si è votato e c'era grande paura di attentati o provocazioni. Queste considerazioni non tolgono che, come sempre, l'Ovest e il Nord votano molto di più dell'Est e del Sud.

Riguardo ai rifugiati hanno votato regolarmente, grazie alla procedura (devo dire discretamente semplice) chiunque ha potuto votare fuori dal proprio comune di residenza semplicemente presentando il proprio passaporto ad un ufficio preposto.
Avatar utente
andbod
Admin
Admin
 
Messaggi: 7232
Iscritto il: domenica 7 dicembre 2008, 1:40
Residenza: Lviv Ucraina
Anti-spam: 56


Re: Elezioni Parlamentari 2014

Messaggiodi TomSmith il domenica 26 ottobre 2014, 22:14

Ciao, sono a Kiev, oggi ero in giro per il centro. Tutto tranquillo, c`era un'esposizione di auto d'epoca a Maidan, inoltre evoluzioni con moto da trial e acrobatiche su Krishiatik. Freddo al mattino, -4, al pomeriggio molto meno.
Detto questo, chi gentilmente mi spiega le differenze macro tra il partito del Presidente e quello del primo ministro Yatseniuk? Grazie
Avatar utente
TomSmith
ESPLORATORE
ESPLORATORE
 
Messaggi: 264
Iscritto il: mercoledì 11 aprile 2012, 23:31
Residenza: Torino
Anti-spam: 56

Re: Elezioni Parlamentari 2014

Messaggiodi andbod il domenica 26 ottobre 2014, 22:29

Il numero ufficiale dei votanti è pari al 52,96%, considerato che in genere il numero dei votanti per le Parlamentari si attesta attorno al 55-58%, direi che l'affluenza non è stata poi cosi bassa.

La composizione del nuovo Parlamento potrebbe essere per oltre il 90% filo-Europea, probabilmente di più dei reali sentimenti all'interno della popolazione.

Secondo gli exit-poll sarebbe praticamente certa l'elezione a Parlamentare di Yarosh, Presidente di Pravu Sektor.

Riugardo alle differenze tra il partito del Presidente e del Primo Ministro, a livello programmatico sono sostanzialmente basate sul rapporto tra Russia e Ucraina e sullo status del Donbass : per il Presidente i rapporti con la Russia devono andare verso la normalizzazione e il Donbass deve avere un'ampia indipendenza, per il Primo Ministro uscente l'Ucraina deve chiudere tutti i rapporti con la Russia e non riconoscere alcuna autonomia alle zone occupate fino a che non torneranno sotto il controllo di Kyiv.
Avatar utente
andbod
Admin
Admin
 
Messaggi: 7232
Iscritto il: domenica 7 dicembre 2008, 1:40
Residenza: Lviv Ucraina
Anti-spam: 56

Re: Elezioni Parlamentari 2014

Messaggiodi andrey il lunedì 27 ottobre 2014, 7:09

Alle 20:00 ore di Kyiv in Ucraina sono stati chiusi seggi elettorali. Di 295 circoscrizioni le elezioni si sono svolte in 190; non sono stati aperti quasi la metà dei seggi nelle regioni di Donetck e di Luhansk e 12 della Crimea:
All’estero sono stati aperti 112 seggi in 72 Paesi.
L’affluenza alle elezioni parlamentari del 2014 è circa il 53% degli elettori, più bassa delle elezioni presidenziali del 25 maggio.
Gli elettori più attivi rimangono gli abitanti delle regioni occidentali, il meno attivi quelli del Sud ucraina e delle zone del Donbas.
fonte: il sito della Commissione elettorale centrale dell’Ucraina.

GLI UCRAINI HANNO DATO IL MANDATO DI FIDUCIA ALLE FORZE POLITICHE CHE ATTUALMENTE STANNO GOVERNANDO IN UCRAINA. "BATKIVSCHYNA" LI SOSTERA' "
Yulia Timoschenko, il leader del partito "Batkivschyna" fa questa dichiarazione subito dopo i primi dati degli exit-poll e ribadisce che il suo partito collaborerà con il Blocco Poroshenko e con il partito del Primo ministro Arseniy Yatsenjuk "Narodniy Front".
"Con queste elezioni il popolo ucraino ha dato il mandato di governare a due forze politiche attualmente al potere : il partito del Presidente "Blocco Poroshenko" e al partito del Primo ministro "Narodniy Front. Il partito "Batkivschyna" aiuterà con tutte le sue risorse quella forza che è stata scelta dal popolo ucraino" - ha dichiarato la Timoschenko.
Secondo gli esiti degli exit poll il partito "Batkivschyna" ha preso circa il 5,6% dei voti ma come alcuni dei suoi rappresentanti sperano che alla fine dello spoglio i numeri salgano.
«Lottate e vincerete!»,Taras Ševčenko ai popoli soggetti al dominio imperiale di Mosca "QUANDO TRA IL PANE E LA LIBERTÀ IL POPOLO SCEGLIE IL PANE, PRIMO O POI SI PERDERÀ TUTTO, COMPRESO IL PANE" Stepan Bandera
СЛАВА УКРАЇНІ CON IL CUORE VIVA UCRAINA
Avatar utente
andrey
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 6026
Iscritto il: lunedì 7 maggio 2007, 7:59
Residenza: firenze,lviv(resistenza)
Anti-spam: 42

Re: Elezioni Parlamentari 2014

Messaggiodi Ciorni.voran il lunedì 27 ottobre 2014, 10:05

Quando Yushenko vinse le elezioni presidenziali cominciarono ad aprire numerose sezioni di Nasha Ukraina.Al turno elettorale successivo non rimase più nulla.Due mesi fa il "Partito radicale" secondo i sondaggi aveva il 23% dei consensi, primo partito della nazione, oggi sono stati ridotti a meno di un terzo a seguito di una serie di scandali che hanno colpito il loro leader e alcuni sodali del partito con le accuse più infamanti.Per le tempistiche con cui sono uscite queste accuse pare ovvio che siano state fatte girare ad arte per minare una forza che cominciava ad infastidire i poteri forti del paese.

Purtroppo nei partiti che non sono altro che un rassemblement attorno a un leader è sufficiente colpire questo leader per far crollare il partito ma perchè un partito sia radicato nella società servono due cose: la volontà di farlo e il tempo.Un partito non può essere l'espressione di una persona sola e non può ridursi a un quarto solo perchè i soliti giornalisti prezzolati di cui l'Ucraina è strapiena "aprono il fuoco" su tizio o caio.A me le sorti del "PRL" interessano poco ma è interessante capire le tendenze rispetto a quello che accade.E le conclusioni sono queste:

La prima è che abbiamo una società civile culturalmente e politicamente impreparata, fortemente influenzabile e che cambia i suoi orientamenti dal giorno alla notte.Che abbiano votato in massa per partiti nazionalisti e filo-europei non significa nulla, ci mancherebbe anche che non fosse così.Tra l'altro un paese in guerra non è riuscito nemmeno ad eliminare l'opposizione filo-russa dal parlamento come se nel parlamento inglese durante la seconda guerra mondiale fossero stati presenti esponenti del Partito Nazista Tedesco o di quello Fascista italiano, un paradosso no?Almeno queste forze hanno l'intelligenza tattica di mettere al centro del programma due questioni fondamentali:indicizzazione dei salari e riforma delle pensioni.

La seconda è che il blocco di potere si mantiene saldo al suo posto e fa entrare le forze realmente espressione della società civile solo marginalmente e in funzione subordinata.Servono solo per garantire la credibilità rispetto ai ladri.Vincono i partiti di governo foraggiati dalle oligarchie al potere.C'è poco da rallegrarsi.Vediamo se ci sarà una terza Maidan oppure riusciranno a neutralizzare in qualche modo queste forze che nella mia previsione verranno lentamente marginalizzate.

Mentre aspettiamo che inventino qualche cosa per eliminarlo fisicamente o politicamente le mie felicitazioni per l'elezione del comandante Yarosh al parlamento nazionale che si appresta ad organizzare la guerriglia partigiana nei territori occupati dal nemico.
Il Mondo alla rovescia, quello del male, della follia distruttiva e dell’assurdo è difeso e costruito da un esercito di “medici pietosi”, di anime belle allo specchio, di persone che vanno dove le porta il cuore avendo lasciato la testa a casa.
Avatar utente
Ciorni.voran
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 3331
Iscritto il: venerdì 13 novembre 2009, 23:43
Residenza: Territori di steppa
Anti-spam: 42

Re: Elezioni Parlamentari 2014

Messaggiodi Luca il lunedì 27 ottobre 2014, 10:33

I primi dati che iniziano ad arrivare, riferiti alle schede scrutinate e non agli exit poll, mostrano risultati abbastanza clamorosi se si consideravano i sondaggi degli ultimi giorni.

Il partito del presidente Poroschenko dato da tutti rilevamenti prima forza del Paese con oltre il 30% è attualmente al secondo posto dietro il partito del premier Yatzeniuk.

Non paiono superare la soglia di sbarramento i partiti nzaionalisti di Svoboda e Pravu Sektor (e se questo dovesse essere confermato, ritrengo sia una grande prova di maturità degli elettori ucraini).

Potrebbe superare la soglia di sbarramento il partito della Tymoschenko, ma è ancora presto per esprmersi.
Molto ridimenzionata dalle urne la formazione di Lyashko, al contrario fa un vero e proprio exploit il partito del sindaco di Lvov.

Quello che, tuttavia, va rimarcato oggettivamente è il quasi 10% raggiunto dai filorussi, abbastanza clamoroso se si considera che la Crimea non ha votato e nel Donbass si è espresso appena il 25% degli aventi diritto.

Con una vittoria di Yatzeniuk (se confermata) il governo ucraino virerebbe certamente su posizioni più marcatamente antirusse.
Avatar utente
Luca
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 1490
Iscritto il: sabato 30 maggio 2009, 19:57
Località: Chieti
Residenza: Chieti
Anti-spam: 56

Re: Elezioni Parlamentari 2014

Messaggiodi andbod il lunedì 27 ottobre 2014, 10:56

Un altro dato non secondario è che il "Partito delle Regioni", anche se con un nuovo nome e con alcune facce nuove, continua ad essere il primo partito a Donetsk, Lugansk, Kharkiv, Zaporizhi e perfino Dnipropetrosk. E' vero che è stato ridimensionato notevolmente ma mentre nel resto del Paese è praticamente scomparso, in queste Regioni continua ad avere un terzo/quarto degli elettori.

Resta in bilico la posizione di Svoboda che secondo le proiezioni (non gli exit-poll) sarebbe in una forchetta a cavallo del 5%, mentre continua la lotta tra i due principali partiti che hanno già annunciato la disponibilità a creare una coalizione che potrebbe raggiungere la maggioranza Costituzionale.
Avatar utente
andbod
Admin
Admin
 
Messaggi: 7232
Iscritto il: domenica 7 dicembre 2008, 1:40
Residenza: Lviv Ucraina
Anti-spam: 56

Re: Elezioni Parlamentari 2014

Messaggiodi Ciorni.voran il lunedì 27 ottobre 2014, 11:37

Se vogliamo un trasferimento di poteri da "A" a "B", pur ritenendo che "A" sia migliore di "B" credo che questi risultati elettorali siano adeguati.Se si cerca un cambiamento "vero" credo invece che siamo molto lontani dal realizzarlo.Due mesi fa avevamo una forza quasi "extra-parlamentare" (un solo deputato) che raccoglieva oltre il 20% dei consensi catalizzando anche molti di quelli delle persone più attivamente e concretamente impegnati nel cambiamento.Al di la del fatto che il suo leader fosse un perverso,avesse un appartamento di lusso o favorisse l'amico "x" o "y" questa era una novità.

Se si personalizza la politica non si può andare da nessuna parte perché chi arriva nelle segrete stanze del potere in linea di massima si corrompe.Poi le tempistiche sono sospette...Liashko entra in conflitto con Kolomiosky e da li comincia il suo ridimensionamento politico.Quindi qual'è la considerazione da fare?...che la gente vota un leader non un partito,una persona e non delle idee o un programma.Come in Italia del resto ma in modo ancora più evidente.Il consenso in Ucraina è estremamente volatine e condizionabile, non c'è nessuna maturità politica nelle masse prese complessivamente.

Questi oligarchi hanno depredato il popolo ucraino dopo che lo aveva fatto il comunismo per 70anni per altri venti e passa.Hanno responsabilità enormi che vanno oltre quelle di possedere un appartamento di lusso o aver favorito un amico o le inclinazioni sessuali da dimostrare (anche se l'espressione del viso non gioca a suo favore) :) .Enormemente superiori.Chiaro che sono tutti comportamenti deprecabili ma se vogliamo trovare un uomo integerrimo che si occupi di politica in Ucraina dovremmo aspettare altri cent'anni.Qui sostituiamo i rossi ai neri come fosse una normale alternanza in un normale paese.

C'è sempre questo paradosso di voler fare guerre e rivoluzioni in maniera democratica.Se da un lato si possono evitare guai seri dall'altro la gente non riesce a cogliere la portata di quello che avviene.Basta guardare il dato dell'astensione che è a livello dei paesi "sazi" occidentali...quasi la metà delle persone non vota.A Odessa non si arriva al 40%,nella Transcarpazia si fa fatica ad arrivare al 45,a Kiev al 55.Nelle regioni interessate dagli scontri si passa di poco il 30 ma li è anche comprensibile.C'è uno scollamento enorme tra la politica e le masse, come da noi, solo che li ci sono regioni occupate e un nemico che ti invade.

Svoboda paga giustamente la sua "nullità", chi non partecipa e si astiene è giusto che poi non venga premiato dagli elettori.Spero non superi lo sbarramento.Ritengo invece quello del "Pravo Sektor" un discreto successo considerando i connotati di questa forza politica che ricordiamoci è un partito solo da pochi mesi.Qui invece la coerenza è stata premiata e prende il voto di qualche centinaio di migliaia di elettori che spesso sono elettori "dinamici" che non si limitano a guardare i fatti in tv.

Poi bisogna prendere finalmente atto che nelle regioni dell' est che risultano occupate non tutti ci amano e che comunque il Partito delle Regioni ha la sua base di consenso e non erano tutti voti clientelari come si sosteneva.Questo rende tutto molto complicato da gestire.
Il Mondo alla rovescia, quello del male, della follia distruttiva e dell’assurdo è difeso e costruito da un esercito di “medici pietosi”, di anime belle allo specchio, di persone che vanno dove le porta il cuore avendo lasciato la testa a casa.
Avatar utente
Ciorni.voran
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 3331
Iscritto il: venerdì 13 novembre 2009, 23:43
Residenza: Territori di steppa
Anti-spam: 42

Re: Elezioni Parlamentari 2014

Messaggiodi Luca il lunedì 27 ottobre 2014, 11:47

Vediamo quali saranno i risultati finali, certo che il voto al surrogato del Partito delle Regioni non aiuta.

E' davvero un peccato che la politica ucraina non abbia saputo offrire ai tanti elettori in qualche modo legati alla Russia un soggetto politico nuovo e più credibile del vecchio partito di Yanukovich.
Avatar utente
Luca
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 1490
Iscritto il: sabato 30 maggio 2009, 19:57
Località: Chieti
Residenza: Chieti
Anti-spam: 56

Re: Elezioni Parlamentari 2014

Messaggiodi dreamcatcher il lunedì 27 ottobre 2014, 11:49

Personalmente condivido moltissimo l'analisi di Ciorni.

Inoltre non mi pare che le urne abbiano dato risultati 'sorprendenti', piuttosto stanno confermando quello che diciamo un po' tutti da molti mesi e che poi, per un motivo o per l'altro, sembriamo dimenticare.

-il Paese è fondamentalmente spaccato in due: una parte sull'onda di Maidan o di un desiderio di cambiamento e di avvicinamento all'europa, rifiuta 'il vecchio' e si rivolge 'al nuovo', facendo finta anche di non vedere ciò che è riciclato... (d'altra parte non si può pretendere di avere al 50% uno saltato fuori dal nulla, immacolato e paladino del cambiamento);
l'altra parte del Paese è più ancorata alla realtà locale, meno portata a idealizzare chissà quali cambiamenti, sia per indole propria, sia per necessità, sia perchè la politica dell'attuale governo ha lancoiato segnali quanto meno confusi verso l'est e il sud del Paese.

-L'espremismo politico è molto limitato, praticamente insignificante se paragonato alla propaganda e al blabla che ne viene fatto intorno.

-il 'vecchiume', ovvero chi ha pensato di vivere di rendita senza cambiare di una virgola la propria immagine (nemmeno si sono presi la briga di inventare qualcosa per prendere per i fondelli gli elettori), ha perso voti e visibilità. D'altra parte credo che mai come stavolta i media, internet prima di tutto, hanno giocato un ruolo fondamentale... e gente come la Tymoshenko non li ha saputi sfruttare.

-Il voto a Yatseniuk è una richiesta di una politica più decisa e più chiara, sia nell'avvicinamento all'europa, sia nella guerra interna in Ucraina. Allo stesso modo il voto al partito delle regioni è una richiesta molto chiara di lasciare le cose come stanno, dato che 'il nuovo', al di là dello spauracchio fascista, in molte zone del Paese ha lasciato a desiderare.

Azzardo l'ipotesi che se si fosse votato anche in Crimea, nel donbass (libero) e via dicendo, la politica di Poroshenko avrebbe avuto una bocciatura ancora più evidente. Non voglio dire che stia sbagliando tutto, anzi... ma semplicemente che per avere successo in zone di conflitto (politico o militare fa poca differenza), bisogna imporsi. Si troverà molta opposizione, ma si offrirà anche un'alternativa concreta... ora come ora, in Crimea come nel Donbass che motivo avrebbe uno, anche scontento dell'occupazione russa, per votare l'attuale governo di Kiev?

Stesso discorso per la scarsa affluenza alle urne. Prendo Odessa, che è quella che conosco meglio. E' stata toccata dalla guerra? In modo molto marginale. Toccata da Maidan? Idem, solo di striscio. Poroshenko ha portato, ha aggiunto qualche miglioramento alla vita dei cittadini di Odessa? Non penso proprio. Certo, non tutti se ne sono stati a casa, molti hanno votato. Ma forse , a parte la Tymoshenko che già era stata cancellata dalla vita politica del Paese - e l'euroa ancora non se n'è accorta - il resto è cambiato molto poco.
Avatar utente
dreamcatcher
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 8099
Iscritto il: giovedì 1 luglio 2010, 10:38
Residenza: Como
Anti-spam: 56

Re: Elezioni Parlamentari 2014

Messaggiodi andbod il lunedì 27 ottobre 2014, 12:03

Per chi vuole vedere i dati in tempo reale : http:/www.cvk.gov.ua/pls/vnd2014/wp300pt001f01=910.html
Avatar utente
andbod
Admin
Admin
 
Messaggi: 7232
Iscritto il: domenica 7 dicembre 2008, 1:40
Residenza: Lviv Ucraina
Anti-spam: 56

Re: Elezioni Parlamentari 2014

Messaggiodi peterthegreat il lunedì 27 ottobre 2014, 12:23

E' sempre il solito discorso, che vale in tutti i paese semi-liberi, non si puo' pretendere in un cambiamento radicale se anche cambiando i nomi ai partiti, i politici sono sempre gli stessi.
Meglio avere gente come Yarosh che riciclati come la Timochenko.
Dove son gli impiccatori degli Eroi che non scordiamo?
Dove son gli infoibatori della nostra gente sola?
Ruggirà per noi il leone, di là raglio di somaro.
Eia, carne del Quarnaro! Eja Eja Alalà
G. D'Annunzio
Avatar utente
peterthegreat
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 6402
Iscritto il: martedì 29 gennaio 2008, 18:11
Residenza: Savona
Anti-spam: 42

Re: Elezioni Parlamentari 2014

Messaggiodi Ciorni.voran il lunedì 27 ottobre 2014, 12:43

Ti "laikerei" ma non è possibile :) .La vita degli strati bassi della popolazione non solo non è migliorata ma è cambiato in peggio.Questo è matematico.Con l'inflazione al 20% e i salari fermi non puoi stare meglio di sicuro.

Io ho un individuo malato di un tumore che però è ancora operabile.Cosa faccio?Gli somministro le cure palliative,lo curo con le erbe o provo ad operarlo pur sapendo che un intervento chirurgico è sempre distruttivo?Questa è la questione.

Mandare al fronte a morire la gente solo per avvallare un cambio di regime, anche se migliore chiaramente, non mi sembra una buona soluzione.Meglio tenersi quello che c'era prima, almeno non moriva quasi nessuno per "motivi politici".Il cambiamento deve essere "radicale" e "incontrovertibile", senza compromessi.E ti devi scontrare verso chi lo rifiuta.

Invece i compromessi sono continui...ancora ci sono questi individui coinvolti senza dubbio alcuno con il precedente regime che vanno in giro a fare campagna elettorale per il paese e male male che gli vada si prendono un cazzotto in un occhio da uno che magari è un provocatore pagato da loro.Adesso te li ritrovi in parlamento e magari alle prossime elezioni riprendono il sopravvento, niente di più facile visto che hanno lo sponsor buono (e vendicativo)che non vede l'ora di rientrare in grande stile.In guerra alcune libertà democratiche devono essere sospese, c'è poco da fare.

C'è anche una debolezza intrinseca parliamoci chiaro.I residuati del vecchio regime non vengono soppressi perchè non c'è la forza di farlo in molte regioni.

Poi ripeto, le forze dinamiche della società civile è mia opinione che si tenti sempre di marginalizzarle, forniscono la carne da cannone e poi piano piano vengono eliminate...quando queste diventano significative aprono il cassetto e tirano fuori qualche dossier impolverato che sta li pronto da mesi.Il killeraggio degli avversari politici eredità sovietica è tipico di questi paesi.E le cose non cambiano mai.Bisognerebbe fare anche la "lustrazione" dei giornalisti.Se ti fai l'appartamento di lusso sei un reietto, se ti arricchisci dal nulla vendendo semi di cioccolato fino a diventare uno degli uomini più ricchi del Mondo è perfetto.Adesso vediamo cosa "lustrano" questi qua che ci sarà da ridere (amaramente) visto che dovrebbero cominciare da se stessi.
Il Mondo alla rovescia, quello del male, della follia distruttiva e dell’assurdo è difeso e costruito da un esercito di “medici pietosi”, di anime belle allo specchio, di persone che vanno dove le porta il cuore avendo lasciato la testa a casa.
Avatar utente
Ciorni.voran
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 3331
Iscritto il: venerdì 13 novembre 2009, 23:43
Residenza: Territori di steppa
Anti-spam: 42

Re: Elezioni Parlamentari 2014

Messaggiodi andrey il lunedì 27 ottobre 2014, 13:35

AGGIORNAMENTI SUI RISULTATI DELLE ELEZIONI PARLAMENTARI DEL 26 OTTOBRE
Alle ore 11:00 del 27 ottobre la Commissione centrale elettorale ha contato il 38,01% dei protocolli delle commissioni elettorali.
I risultati sono seguenti:
“Narodniy Front “ [Fronte popolare] - il 21,6%
Blocco di Poroshenko - 21,52
Samopomich - il 11,3%
Blocco di opposizione di Boiko [l’ex partito delle regioni] - il 9,7%
Partito radicale di Oleh Ljashko - il 7,43%
Batkischyna - il 5,74%
Svoboda - 4,66%
Partito Comunista - il 3,91%
Pravij Sektor - 2,8%
la soglia di sbarramento è di 5%.

C'è una preoccupante crescità della percentuale del Blocco di Opposizione, un partito che esprime senza nascondersi molto la quinta colonna del Cremlino e dell’ex presidente deposto Yanukovich, che attualmente è al 10 % e se il dato rimarà così avrà 31 deputati nella Rada.
«Lottate e vincerete!»,Taras Ševčenko ai popoli soggetti al dominio imperiale di Mosca "QUANDO TRA IL PANE E LA LIBERTÀ IL POPOLO SCEGLIE IL PANE, PRIMO O POI SI PERDERÀ TUTTO, COMPRESO IL PANE" Stepan Bandera
СЛАВА УКРАЇНІ CON IL CUORE VIVA UCRAINA
Avatar utente
andrey
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 6026
Iscritto il: lunedì 7 maggio 2007, 7:59
Residenza: firenze,lviv(resistenza)
Anti-spam: 42

Re: Elezioni Parlamentari 2014

Messaggiodi vittorio_guido il lunedì 27 ottobre 2014, 14:02

Secondo me in zone come Odessa, la gente non vota, perché non crede più in niente, ma sopratutto vede in tutti i politici, una manica di pochi di buono pronti a fregarli.
Sulle altre zone del paese non so......
Wow la Julya..... Altrimenti i giornali nostri di che parlano?
La Tymoshenko per noi è come Albano per loro.....
Soltanto gli stupidi non sbagliano mai.....
Odessa Mama
Avatar utente
vittorio_guido
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 6322
Iscritto il: domenica 7 febbraio 2010, 22:09
Residenza: viareggio (Odessa vacanza)
Anti-spam: 56

PrecedenteProssimo

Torna a Attualita' politica





Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti