Elezioni del 28 Ottobre

La politica in Ucraina.

Re: Elezioni del 28 Ottobre

Messaggiodi Luca il lunedì 29 ottobre 2012, 12:52

Ciao Andbod, tu parli di brogli, ma mai come in questa tornata elettorale la comunità internazionale ha vigilato per evitarli.

Da quello che scrivono i giornali italiani erano presenti "sul campo" tantissimi osservatori internazionali a controllare che le operazioni di voto si svolgessero regolarmente.
Avatar utente
Luca
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 1490
Iscritto il: sabato 30 maggio 2009, 19:57
Località: Chieti
Residenza: Chieti
Anti-spam: 56


Re: Elezioni del 28 Ottobre

Messaggiodi andbod il lunedì 29 ottobre 2012, 18:20

La comunita' internazionale puo' veramente ben poco nei confronti dei brogli in quanto gli osservatori possono solo riportare eventuali situazioni illegali ma non possono certo intervenire per prevenirle o bloccarle (ogni Stato e' sovrano).

Per ora non c'e' ancora stato il rapporto ufficiale da parte dell'OSCE ma e' probabile che venga indicato un ulteriore peggioramento rispetto a quanto gia' avvenuto nelle ultime due tornate elettorali, soprattutto per via dell'incarcerazione non solo dei leader dell'opposizione ma, negli ultimi giorni, di molti candidati che insidiavano nei collegi uninominali i candidati della maggioranza e l'intimidazione nei confronti della stampa.

Nel proporzionale il livello di falsificazione dovrebbe rientrare negli "standard" Ucraini secondo cui i partiti di governo (in questo caso Partito delle Regioni e Comunisti) riescono a assicurarsi il 2-3% dei voti in piu' nel sistema proporzionale.

Da quello che si puo' vedere dalle prime testimonianzie raccolte da forum e giornali indipendenti pare che soprattutto nell'uninominale che ci siano state violazioni gravi ma per averne conferma bisognera' appunto attendere il rapporto dell'OSCE.

D'altronde le vere elezioni si giocavano sui collegi uninominali, una disfatta del partito di Governo al proporzionale era piu' che prevista, forse non nelle percentuali uscite dagli exit-poll che davano all'opposizione addirittura la maggioranza assoluta al proporzionale.

A mio avviso in ogni caso da queste elezioni non esce nulla di buono per l'Ucraina : ora il Paese e' veramente spaccato in due, se non in tre : gli ultranazionalisti e Klitshko ottengono la quasi totalita' dei voti nell'Ovest (che e' andato a votare in massa) e in una parte del centro del Paese, il partito della ex-premier Tymoshenko ottiene l'egemonia al Nord e in una parte del centro, il Partito delle Regioni e i suoi alleati Comunisti quasi la totalita' dei voti all'Est.
Avatar utente
andbod
Admin
Admin
 
Messaggi: 7232
Iscritto il: domenica 7 dicembre 2008, 1:40
Residenza: Lviv Ucraina
Anti-spam: 56

Re: Elezioni del 28 Ottobre

Messaggiodi Luca il lunedì 29 ottobre 2012, 19:55

Certamente gli osservatori non possono fare nulla, ma ove denunciassero brogli diffusi, la reazione della Comunità Internazionale sarebbe molto forte questa volta e l'Ucraina si ritroverebbe ancora più isolata e non penso che questo sia l'interesse di Yanukovic e di chi lo sostiene.
Avatar utente
Luca
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 1490
Iscritto il: sabato 30 maggio 2009, 19:57
Località: Chieti
Residenza: Chieti
Anti-spam: 56

Re: Elezioni del 28 Ottobre

Messaggiodi andbod il martedì 30 ottobre 2012, 20:58

Purtroppo per l'Ucraina le prime reazioni ufficiali che stanno arrivando in queste ore sono durissime : in una dichiarazione congiunta il segretario di Stato americano Clinton e la responsabile per la politica estera Catherine Ashton, hanno sostenuto che le elezioni sono state un "fermo passo indietro per l'Ucraina" e che "i cittadini Ucraini hanno diritto a molto di piu'".

Il presidente del Parlamento Europeo ha dichiarato che : in attesa del rapporto ufficiale dell'OSCE, i report preliminari degli osservatori parlano di abuso di risorse amministrative, brogli diffusi, mancanza di trasparenza, stampa non obiettiva. Oltre a questo ha dichiarato che fino a che resteranno in carcere i leader dell'opposizione non si potra' parlare di elezioni libere.

Le reazioni potrebbero peggiorare ulteriormente nelle prossime ore (l'OSCE non si e' ancora pronunciata) in quanto arrivati al 92% circa il conteggio dei voti si e' fermato e i voti mancanti riguardano tutti collegi dove i candidati del Partito delle Regioni erano in bilico o stavano perdendo. Stanti i dati al 92% il Partito delle Regioni non avrebbe la maggioranza della Rada con soli 192 parlamentari (per la maggioranza ne sono necessari 226, considerato con il Presidente della Rada non vota in realta' 227).

Anche con gli alleati comunisti (che hanno incentrato tutta la propria campagna contro il Presidente) arriverebbero solo a 221-222 parlamentari.

Si parla di almeno 41 collegi uninominali dove si va dalla materiale sparizione delle urne, alla comparsa di urne non protocollate, fino alla clamorosa non corrispondenza dei dati riscontrati dalla Commissione Centrale con quelli riportati dagli scrutatori sui protocolli ufficiali. In altri collegi uninominali invece la corsa e' al filo dell'ultimo voto.

I partiti dell'opposizione, compresi i Comunisti (che temono che la mossa del Partito delle Regioni sia fatta per arrivare ad avere una maggioranza assoluta facendo loro perdere il ruolo e il potere di alleato), stanno in queste ore valutando se organizzare proteste per chiedere il ripetersi delle elezioni, anche se probabilmente avrebbero scarsissima partecipazione e nessun risultato.
Avatar utente
andbod
Admin
Admin
 
Messaggi: 7232
Iscritto il: domenica 7 dicembre 2008, 1:40
Residenza: Lviv Ucraina
Anti-spam: 56

Re: Elezioni del 28 Ottobre

Messaggiodi andbod il mercoledì 31 ottobre 2012, 13:51

I conteggi sono ormai praticamente finiti e questa dovrebbe essere la composizione del nuovo parlamento :

Partito delle Regioni : 188 deputati + 35 indipendenti
Batkivshchyna - 104
UDAR - 40
Comunisti - 32
Svoboda - 36
Indipendenti non in quota a nessun partito - 8

Ci sono ancora 6 posti non decisi che pero' sono in quota all'opposizione. A questo punto il Partito delle Regioni avra' assolutamente bisogno dei Comunisti per avere la maggioranza. Se i Comunisti dovessero tener fede (lo faranno difficilmente visto che di fatto sono finanziati dagli stessi oligarchi che controllano il Partito delle Regioni) la promessa elettorale di non andare piu' al Governo per l'Ucraina si aprirebbe un periodo di grande instabilita'.

In ogni caso, vista la risicata differenza tra le due coalizioni di maggioranza e opposizione, sara' molto difficile governare.

L'opposizione sta studiando eventuali contromosse in quanto ritiene che in almeno 20 collegi uninominali ci siano stati brogli plateali e senza questi avrebbe ottenuto la maggioranza non solo al proporzionale (dove ha raggiunto la maggioranza assoluta dei voti) ma anche in Parlamento. Le prossime saranno ore molto concitate e bisognera' vedere se alcuni candidati indipendenti non decideranno di cambiare casacca.
Avatar utente
andbod
Admin
Admin
 
Messaggi: 7232
Iscritto il: domenica 7 dicembre 2008, 1:40
Residenza: Lviv Ucraina
Anti-spam: 56

Re: Elezioni del 28 Ottobre

Messaggiodi andbod il giovedì 1 novembre 2012, 15:28

Con l'avanzare del conteggio e l'ufficializzarsi dei risultati scende ulteriormente il numero dei deputati del Partito delle Regioni. Attualmente, compresi gli indipendenti, il totale dei deputati non supera i 214 e restano le contestazioni in diversi collegi da parte dell'opposizione.

A questo punto, anche con il supporto dei Comunisti, sara' veramente difficile riuscire a Governare, considerato che la maggioranza totale sara' pari a solo 15 deputati e che alcuni deputati Comunisti hanno gia' dichiarato che si rifiutano categoricamente di proseguire l'alleanza con il Partito delle Regioni.
Avatar utente
andbod
Admin
Admin
 
Messaggi: 7232
Iscritto il: domenica 7 dicembre 2008, 1:40
Residenza: Lviv Ucraina
Anti-spam: 56

Re: Elezioni del 28 Ottobre

Messaggiodi andrey il giovedì 1 novembre 2012, 21:44

anche se forse non sapevo neanche cosa sperare prima dei risultati
a parte un NO a zio yano
and ti ringrazio per gli aggiornamenti
che sto' cercando di seguire qua e la' on line con qualche fatica.
quando hai novità mantienici informati :-k
sono un altra cosa visti e letti sul posto
«Lottate e vincerete!»,Taras Ševčenko ai popoli soggetti al dominio imperiale di Mosca "QUANDO TRA IL PANE E LA LIBERTÀ IL POPOLO SCEGLIE IL PANE, PRIMO O POI SI PERDERÀ TUTTO, COMPRESO IL PANE" Stepan Bandera
СЛАВА УКРАЇНІ CON IL CUORE VIVA UCRAINA
Avatar utente
andrey
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 6026
Iscritto il: lunedì 7 maggio 2007, 7:59
Residenza: firenze,lviv(resistenza)
Anti-spam: 42

Re: Elezioni del 28 Ottobre

Messaggiodi andbod il venerdì 2 novembre 2012, 20:01

I risultati ormai praticamente definitivi sono i seguenti : i partiti dell'opposizione hanno ottenuto il 50% delle preferenze, l'attuale maggioranza (Partito delle Regioni e Comunisti) il 43,18%. Il resto dei partiti non entrera' in Parlamento vista la soglia minima del 5%.

Pur essendo ormai terminato il conteggio delle schede, in alcuni distretti ci sono fortissime contestazioni. La popolazione in almeno due distretti ha "accerchiato" le sedi del conteggio seggi dove, dopo i conteggi ufficiali che davano la vittoria a rappresentanti dell'opposizione sono "miracolosamente" cambiati i risultati. Le urne con i protocolli ufficiali sono state portate via a forza da parte dei deputati della maggioranza scortati dalla polizia.

L'indignazione della Comunita' internazionale sta aumentando ulteriormente e alcuni rappresentanti politici in Canada, Stati Uniti e Germania hanno dichiarato che si aspettano che le elezioni vengano dichiarate "non democratiche". Per ora la OSCE ha rilasciato una sola dichiarazione ufficiale in cui ha indicato che queste sono state le elezioni meno libere della storia recente dell'Ucraina, difficilmente l'OSCE andra' oltre come dichiarazioni.

La stessa commissione elettorale ha rilevato brogli "mai visti" (parole del responsabile della Commissione Elettorale) : quasi un milione di votanti "ammalati" che hanno chiesto di votare da casa, migliaia di schede elettorali scomparse, intere commissioni sostituite durante il conteggio dei voti, schede "rubate" da parte di deputati e/o dalla polizia e ricomparse senza i timbri ufficiali.

Cio' premesso questi sono i risultati ormai praticamente ufficiali :
Partito delle Regioni : 187 deputati + 15 indipendenti "sicuri" che gia' facevano parte del Partito delle Regioni
Batkivshchyna - 104
UDAR - 40
Comunisti - 31
Svoboda - 37
Altri indipendenti : 36

Degli indipendenti 13 deputati probabilmente entreranno nelle file del Partito delle Regioni visto che sono degli imprenditori che lavorano nelle zone Est e che in quelle aree senza il "supporto" del Governo, fare affari e' impossibile. Anche con questi il Partito delle Regioni non raggiungerebbe comunque la maggioranza assoluta.

Almeno 15-20 deputati del partito Comunista dovranno per forza entrare nelle file del Governo per permettere un minimo di governabilita', si vedra' cosa succedera' nei prossimi giorni.
Avatar utente
andbod
Admin
Admin
 
Messaggi: 7232
Iscritto il: domenica 7 dicembre 2008, 1:40
Residenza: Lviv Ucraina
Anti-spam: 56

Re: Elezioni del 28 Ottobre

Messaggiodi andbod il giovedì 8 novembre 2012, 23:19

Il conteggio dei voti e' ormai terminato definitivamente e questi sono i risultati ufficiali per quel che riguarda il proporzionale (numero di deputati eletti) :
Partito delle Regioni : 72
Batkivshchyna - 62
UDAR - 34
Comunisti - 32
Svoboda - 25

La coalizione di opposizione puo' dunque contare, almeno nel proporzionale, su 121 deputati contro i 104 dell'attuale maggioranza.

Per il maggioritario regna la confusione piu' assoluta: ci sono 5 distretti in cui non si e' potuto arrivare ad un conteggio ufficiale per via della successiva manipolazione dei risultati. In tutti questi 5 distretti il candidato dell'opposizione veniva prima dato vincente. L'opposizione denuncia inoltre brogli in altri 8 distretti. Per l'opposizione non e' necessario riprocedere al voto ma semplicemente effettuare il conteggio dei protocolli ufficiali, con i timbri ufficiali delle Commissioni elettorali locali.

A complicare ancora di piu' la situazione la dichiarazione di oggi del Partito Comunista che non sosterra' nessuna coalizione (cosa per la verita' altamente improbabile visto che certamente il Partito delle Regioni non avrebbe la maggioranza per governare in questo caso). E' quasi sicuro che invece il gruppo di oligarchi che finanziano il Partito Comunista richieda piu' influenza all'interno del Governo e della maggioranza che si andranno a formare.

Anche con l'appoggio del Partito Comunista il compito della maggioranza appare arduo potendo contare su solo 8-10 deputati in piu' rispetto all'opposizione che potrebbero diventare la meta' qualora l'opposizione dovesse ottenere soddifazione nei prori ricorsi.
Avatar utente
andbod
Admin
Admin
 
Messaggi: 7232
Iscritto il: domenica 7 dicembre 2008, 1:40
Residenza: Lviv Ucraina
Anti-spam: 56

Re: Elezioni del 28 Ottobre

Messaggiodi andbod il venerdì 9 novembre 2012, 19:59

Intanto e' arrivato il primo report da parte dell'OSCE, decisamente impietoso nei confronti delle elezioni :
http://www.osce.org/odihr/elections/97077
Avatar utente
andbod
Admin
Admin
 
Messaggi: 7232
Iscritto il: domenica 7 dicembre 2008, 1:40
Residenza: Lviv Ucraina
Anti-spam: 56

Re: Elezioni del 28 Ottobre

Messaggiodi andbod il martedì 13 novembre 2012, 11:52

Pubblicati i risultati definitivi delle elezioni :

Partito delle Regioni : 185
Batkivshchyna - 101
UDAR - 40
Svoboda - 37
Comunisti - 32
Indipendenti : 45 (di cui 13 in quota al Partito delle Regioni)

non risultano eletti 5 deputati per impossibilita' di determinare il vincitore delle elezioni. In realta' c'erano ben 13 collegi in cui sono stati presentati dei ricorsi ma solo in 5 sono stati accettati, peraltro tutti "vinti" dall'opposizione secondo i risultati ufficiosi.

A questo punto l'unico modo che ha il Partito delle Regioni di governare e' quello di allearsi nuovamente con i Comunisti, rinnovando l'alleanza degli ultimi 4 anni. In caso negativo l'Ucraina diventera' completamente ingovernabile visto che Partito delle Regioni e opposizione hanno praticamente lo stesso numero di deputati.

La possibilita' che opposizione e Comunisti si alleino e' invece nulla, anche se sulla carta rappresenterebbe una possibile maggioranza.

L'opposizione contando circa 200 deputati potra' comunque bloccare qualsiasi tipo di riforma costituzionale.
Avatar utente
andbod
Admin
Admin
 
Messaggi: 7232
Iscritto il: domenica 7 dicembre 2008, 1:40
Residenza: Lviv Ucraina
Anti-spam: 56

Re: Elezioni del 28 Ottobre

Messaggiodi marranzasca475 il martedì 13 novembre 2012, 22:51

Ciao Andrea,
grazie per la puntualità dei tuoi aggiornamenti.
Volevo chiederti se eventualmente tu vedi la possibilità in un prossimo futuro che l'Ucraina venga divisa in est ed ovest.
Nella mia poca esperienza a Lviv ho notato molta indifferenza se non avversione da parte dei cittadini di Lviv in genere per i concittadini che vivono ad est di Kiev.
Cose ne pensi in merito?
Avatar utente
marranzasca475
ESPLORATORE
ESPLORATORE
 
Messaggi: 106
Iscritto il: domenica 1 maggio 2011, 16:55
Località: milano
Residenza: milano
Anti-spam: 56

Re: Elezioni del 28 Ottobre

Messaggiodi jcaloe il mercoledì 14 novembre 2012, 10:52

Scusate se mi inserisco nell'argomento.

Io credo che l'assetto territoriale di una nazione dipenda non solo dai desideri dei popoli che ne fanno parte ma anche dahli equilibri internazionali.

Nel caso dell'Ucraina ritengo improbabile una divisione in due parti, anche se ciò di fatto esiste già nella cultura e negli atteggiamenti, persino nella lingua in cui ci si sprime quotidianamente.

I primi a non volere questa suddivisione sono i filo russi che governano il paese. Il buon Yanukovich accetterebbe di essere un Presidente ridimensionato territorialmente e con la eventuale consequenziale prospettiva di rientrare organicamente nell'orbita russa, per poi aspirare al massimo ad essere il Sindaco di Donetsk?

Non accetterebbero tale situazione neanche gli Americani (lasciamo stare l'Europa, il cui attuale peso politico, a mio parere è prossimo allo zero), i quali vedono nell'Ucraina un elemento strategico di contrasto alle rinnovate ambizioni pseudoimperiali russe.

La stessa Russia, che con la rielezione di Putin a Presidente ha abbandonato le strategie prudenziali di Medvedev, è cauta nel procedere in tale direzione, altrimenti avrebbe usato la quesione della Crimea come grimaldello per scardinare il già fragile equilibrio ucraino.

Ritengo che anche gran parte della popolazione dell'Est, pur essendo filorussa ed avendo determinato la sconfitta delle linea politica tracciata dopo la rivoluzione arancione, non gradirebbe una annessione alla Russia, avendo già sperimentato a proprie spese il fatto di essere considerati dai Russi duri e puri cittadini di secondo rango.

Un mio amico Ucraino, di lingua e cultura russa, reduce della campagna sovietica in Aghanistan, mi raccontava che i comandanti dei reparti erano Russi ed affidavano i compiti più pericolosi e meno gratificativi ai non Russi, in particolare agli Ucraini.

Forse solo gli Ucraini dell'Ovest, anzi solo quelli di Lviv, hanno una anima antirussa ed aspirano ad uno stato indipendente non russificato.

In occasione delle mie moltepici permananze ad Uzhgorod ho constatato che in questa città la lingua russa è ampiamente usata e nessuno di guarda male se parli russo, come invece accade a Lviv.
Avatar utente
jcaloe
MASTER
MASTER
 
Messaggi: 1096
Iscritto il: martedì 22 giugno 2010, 13:10
Residenza: Kiev
Anti-spam: 42

Re: Elezioni del 28 Ottobre

Messaggiodi marranzasca475 il mercoledì 14 novembre 2012, 12:19

Si
io mi son accorto trascorrendo il mio tempo a Lviv che se parli russo la gente non ti guarda bene .
anzi ho un amico di Leopoli che vive a milano da quando aveva 14 anni ora ne ha 32 ,che è di lingua russa che mi ha detto che quando viveva a Leopoli parlando il russo era deriso e preso di mira sempre....episodi sempre ripetuti in pubblico perche era portiere di una squadra di calcio giovanile..e mi ha raccontato che ha dovuto abbondonare la squadra perché era sempre insultato ogni volta che sbagliava...solo perche parlava russo..
Inoltre (esperienza del tutto personale) conoscendo di persona il nonno della mia Lei che è un reduce dai campi di concentramento in Siberia di lingua Ucraina e che ha fatto parte dell'esercito Partigiano Ucraino durante la seconda guerra mondiale , ha un 'avversione sia per i Russi, come è ovvio che per i Polacchi che dopo la dissoluzione dell'impero Austro - Ungarico si sono riappropriati di territori che una volta erano dli lingua Ucraiana e che adesso sono territori polacchi(infatti il nonno va a trovare al cimitero i suoi genitori in polonia!)
Se guardo la Cartina delle votazioni sin dal 2004 si vede nettamente la spaccatura politica del paese...
Avatar utente
marranzasca475
ESPLORATORE
ESPLORATORE
 
Messaggi: 106
Iscritto il: domenica 1 maggio 2011, 16:55
Località: milano
Residenza: milano
Anti-spam: 56

Re: Elezioni del 28 Ottobre

Messaggiodi andbod il mercoledì 14 novembre 2012, 13:42

Aggiungo giusto due parole, poi se vogliamo andare piu' nel dettaglio, apriamo un post a parte perche' siamo fuori argomento rispetto alle elezioni (peraltro l'argomento e' stato piu' volte dibattuto nel forum) : intanto anche io ritengo che non sia possibile una divisione dell'Ucraina in due, non lo vogliono gli stessi Ucraini, da Lviv a Donetsk.

Non solo a Lviv ma anche in tutti i Carpazi e, ancora piu' che a Lviv, ad Ivano-Frankiski esiste una certa avversione nei confronti dei cittadini Russi, molto meno verso gli Ucraini dell'est o Russofoni. Questa avversione e' soprattutto tra le persone sopra i 30-40 anni e una piccola fascia di giovani ultranazionalisti.

I motivi sono da una parte storici e dall'altra sociali. Semplificando veramente molto : molti dei cittadini di Lviv sono polacchi o i figli dei polacchi deportati che da un giorno all'altro sono stati obbligati a trasferirsi dalla Polonia all'Ucraina a piedi, vedendo morire di fame o di fatica sotto i propri occhi famigliari stretti e amici. A questo si aggiunge l'Holodomor (in tempi precedenti) e il servizio militare forzato durante il quale molti Ucraini sono stati mandati in prima linea in Afghanistan e in Cecenia senza far ritorno a casa. In piu' dal punto di vista sociale molti cittadini Russi (a anche alcuni dell'est Ucraina) ritengono gli Ucrainofoni inferiori.
Avatar utente
andbod
Admin
Admin
 
Messaggi: 7232
Iscritto il: domenica 7 dicembre 2008, 1:40
Residenza: Lviv Ucraina
Anti-spam: 56

PrecedenteProssimo

Torna a Attualita' politica





Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti