Decreto sicurezza Salvini

Il permesso di soggiorno e la carta di soggiorno.

Re: Decreto sicurezza Salvini

Messaggiodi pianoscarano il venerdì 21 dicembre 2018, 14:21

gianmarco58 scusa ma non capisco
Tu dici "Anche se si dovesse decidere di vivere quasi stabilmente in Ucraina,come ho fatto io, è utile mantenere le due cittadinanze diverse in modo da poterne trarre eventuali vantaggi in quanto coniuge o cittadino di uno dei due paesi."

Ma se perdi in automatico la cittadinanza in questo caso quella ucraina
mi dici come fai a mantenerla traendone vantaggio?
Metti che improvvisamente cominciassero in UA a fare i controlli incrociati
e non è che ci voglia molto ed in qualche modo a perseguire penalmente i furbetti
come la prenderesti?

La legge ucraina n 2235-III del 18/01/2001
dice esplicitamente che il cittadino/a che acquisisce
altra cittadinanza perde la propria ed ha l'obbligo di consegnare il passaporto

Io cosi farò con mia moglie quando avrà quella italiana
poi per carità ognuno è libero di agire come crede
Avatar utente
pianoscarano
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 614
Iscritto il: domenica 25 marzo 2007, 18:56
Località: viterbo
Residenza: viterbo
Anti-spam: 42


Re: Decreto sicurezza Salvini

Messaggiodi Gianmarco58 il venerdì 21 dicembre 2018, 14:59

Mi spiego meglio.
Mantenere le due cittadinanze diverse significa che noi stiamo in Ucraina , mia moglie con la sua cittadinanza ucraina e io con la mia cittadinanza italiana, col permesso di soggiorno a tempo indeterminato e con la residenza Odessita.
Il vantaggio mio di essere coniuge di cittadina ucraina (mia moglie, appunto) mi da il diritto di avere il PDS ucraino a tempo indeterminato e la residenza. Con la residenza posso, per esempio usufruire della sanità pubblica o avere determinati servizi bancari che non mi avrebbero dato se non avessi avuto la residenza, ecc. ecc.
Inoltre se dovessi aprire una mia attività oppure fare impresa o entrare in qualche società d'investimenti, potrei probabilmente avere degli incentivi in quanto cittadino straniero.
Ciò che invece non è permesso fare a cittadini stranieri, anche se con PDS illimitato e residenza, lo potrà fare tranquillamente mia moglie in qualità di cittadina ucraina.
Per quanto riguarda l'Italia, potrebbe valere quanto scritto sopra in chiave contraria.
W l'INTER
Avatar utente
Gianmarco58
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 2700
Iscritto il: martedì 11 settembre 2012, 9:32
Località: Milano e Odessa
Residenza: Milano e Odessa
Anti-spam: 42

Re: Decreto sicurezza Salvini

Messaggiodi markus il venerdì 21 dicembre 2018, 16:27

Una piccola aggiunta. Se ben capisco tua moglie non ha cittadinanza italiana (non vi è obbligo di chiederla se moglie di cittadino italiano).

Da quanto capisco lei ha PDS italiano e tu PDS ucraino. Situazione abbastanza comune. Però questa è situazione strana ossia, se prendiamo un personaggio abbastanza conosciuto (Marchionne) lui aveva la residenza in Svizzera. Badava bene a non oltrepassare 180 giorni all’anno in Italia altrimenti residente in Italia e quindi fiscalmente imponibile in Italia.

Nel vostro caso dovreste essere entrambi fiscalmente imponibili sia in Italia che in Ucraina, poi, non voglio sapere, ma suppongo tua moglie non ha reddito mentre tu si. Quindi sei soggetto ad essere imposto fiscalmente sia in Italia che in Ucraina. Avessi solo residenza in Ucraina potresti avvalerti della convenzione contro la doppia imposizione stipulata fra Italia ed Ucraina.

Da quanto hai scritto passi più tempo in Ucraina, avendo PDS ucraino dovresti iscriverti all’AIRE. Dopo però mi sembra che si perde il diritto all’assistenza sanitaria italiana.

Mi sembra una situazione diciamo “non definita” tu vedi vantaggi o svantaggi ed eventuali problemi ?

Io ho finalmente ottenuto permesso di soggiorno permanente in Moldavia, sono residente in Moldavia e da nessun’altra parte. Usufruisco, quale residente in Moldavia, delle convenzioni contro la doppia imposizione stipulate dalla Moldavia con altre nazioni (fra l’altro l’Italia). Questione assistenza sanitaria pago la polizza annua moldava ed in più un’assicurazione privata.

Domanda, vale la pena di mantenere la residenza in due nazioni ? Cosa che poi, forse, un domani potrebbe anche creare problemi.
Avatar utente
markus
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 2229
Iscritto il: giovedì 13 marzo 2014, 12:18
Residenza: Basarabia
Anti-spam: 42

Re: Decreto sicurezza Salvini

Messaggiodi pianoscarano il venerdì 21 dicembre 2018, 16:32

Gianmarco58 ok adesso è più chiaro
io mi riferivo esclusivamente alla cittadinanza
che se acquisita di altro stato fa decadere quella di origine
nel nostro caso quella ucraina dato che detto stato non ne riconosce la doppia
Avatar utente
pianoscarano
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 614
Iscritto il: domenica 25 marzo 2007, 18:56
Località: viterbo
Residenza: viterbo
Anti-spam: 42

Re: Decreto sicurezza Salvini

Messaggiodi Ciorni.voran il venerdì 21 dicembre 2018, 17:12

Un pensionato ex-inpdap, ovvero uno che ha lavorato in un ente di diritto pubblico è imponibile esclusivamente in Italia e in altri due o tre paesi tra i quali non c'è l'Ucraina.Tra l'altro essendo tassato in Italia anche se vivi li ti fanno pagare lo stesso il contributo regionale per la sanità italiana pur non usufruendone che mi sembra abbastanza ingiusto.Credo sia così perchè mia madre è un ex inpdap che sostanzialmente risiede 6 mesi all'estero.

Se Gianmarco, cosa che sono certo non succederà mai, dovesse fare un grande intervento chirurgico di quelli che costano sui 100.000 € con la sanità ucraina cosa fa?Dovrebbe appunto assicurarsi almeno per i grandi interventi in Svizzera o Israele.Ma perchè deve farlo se paga comunque la sanità italiana?

Nell'ottenere la cittadinanza italiana non vedo particolari vantaggi o svantaggi tanto quello che conta è la residenza.Dipende dalle situazioni personali di ognuno.Se uno ha chiuso completamente con quel posto tanto vale che lo faccia altrimenti fa come Gianmarco.

Per mantenere la residenza in Ucraina frequentandola poco devi comunque avere un posto dove appoggiarla che non è sempre una cosa scontatissima.Un immobile di proprietà o trovare qualcuno che non viva in affitto e si prenda la briga di ospitare te e tua moglie.E' vero che se non vivi più di 6 mesi potrebbero toglierla ma comunque è una cosa di cui tu hai permanentemente diritto come coniuge di cittadino ucraino e quindi potresti rifarla all'infinito.

Tutto sta se uno ha smesso di frequentare quel paese o comunque mantiene degli interessi.
Il Mondo alla rovescia, quello del male, della follia distruttiva e dell’assurdo è difeso e costruito da un esercito di “medici pietosi”, di anime belle allo specchio, di persone che vanno dove le porta il cuore avendo lasciato la testa a casa.
Avatar utente
Ciorni.voran
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 3331
Iscritto il: venerdì 13 novembre 2009, 23:43
Residenza: Territori di steppa
Anti-spam: 42

Re: Decreto sicurezza Salvini

Messaggiodi Gianmarco58 il venerdì 21 dicembre 2018, 17:27

Non supero mai i 182 giorni consecutivi di permanenza in Ucraina perché vado in Italia ad Aprile e Maggio per pagare le tasse e torno in Italia a fine Ottobre per i "morti" per poi rientrare in Ucraina prima di Natale.
Per il discorso sanitario "importante" vale la considerazione di Ciorni Voran.
W l'INTER
Avatar utente
Gianmarco58
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 2700
Iscritto il: martedì 11 settembre 2012, 9:32
Località: Milano e Odessa
Residenza: Milano e Odessa
Anti-spam: 42

Re: Decreto sicurezza Salvini

Messaggiodi markus il venerdì 21 dicembre 2018, 23:46

Ciorni.voran ha scritto:Nell'ottenere la cittadinanza italiana non vedo particolari vantaggi o svantaggi tanto quello che conta è la residenza.


In effetti “quello che conta è la residenza”. Diciamo domani Gianmarco intenta causa alla moglie e si reca in un tribunale italiano, la moglie intenta causa a Gianmarco in un tribunale ucraino. Quale dei due tribunali è foro competente per l’entrata in materia secondo il diritto privato internazionale visto che entrambi hanno residenza sia in Italia che in Ucraina ?
Avatar utente
markus
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 2229
Iscritto il: giovedì 13 marzo 2014, 12:18
Residenza: Basarabia
Anti-spam: 42

Re: Decreto sicurezza Salvini

Messaggiodi Ciorni.voran il sabato 22 dicembre 2018, 14:43

Non mi sembra un gran problema sinceramente.Anche se per il codice civile in italia la residenza doppia non è permessa ci sono tantissimi casi in cui tecnicamente è possibile ottenerla.Uno lo fa a suo rischio e pericolo.Tra l'altro il concetto di residenza non è univoco in ogni paese.Se per assurdo la moglie di Gianmarco dovesse fargli una causa civile non gliela fa di sicuro in Ucraina dove non prende niente.Se invece lui gli tira una bastonata in testa e la tramortisce in un raptus al giudice competente in Odessa interesserà poco se è residente anche in Italia.Gli atti gli verranno notificati dove ha la residenza o presso il suo avvocato qualora non venga fermato.

Il problema non è tanto l'attribuzione dei giudici territorialmente competenti ma è il cumulo delle prestazioni non giustificate che sono legate alla residenza quelora uno ne avesse diritto.E secondo quello delle imposizioni fiscali che per quanto riguarda l'Ucraina riguardano un numero esiguo di soggetti.C'è gente che vuole le doppie residenze per speculare, mantenere ingiustamente prestazioni che non gli spettano, usufruire di regimi fiscali agevolati.Per altri è un modo per non rendersi la vita impossibile e poter regolare meglio le proprie attività (non lavorative) quando si dividono tra più paesi.Senza residenza è quasi impossibile fare qualunque cosa.

E' l'iscrizione all'AIRE che comporta la cancellazione dalle anagrafi italiane e non semplicemente il fatto che uno abbia in tasca la residenza di uno stato straniero.Devi essere residente stabilmente in quello stato per oltre dodici mesi.Nello specifico caso di Gianmarco non si pone nemmeno il problema dell'assistenza sanitaria.Se io ottengo la residenza in uno stato estero e poi cambio idea nessuno mi obbliga ad iscrivermi all'AIRE.

Tra l'altro non so quanti paesi all'estero abbiano queste liste di proscrizione inutili che non servono a un x....x.Abbiamo dei marocchini che con dei redditi da fame ricongiungono il mondo e riempono all'inverosimile tutte le strutture sanitarie italiane, vengono qua a partorire, si fanno gratis tutte le campagne di screening che nelle regioni messe meglio sono "gratuite" e poi si premurano di togliere l'assistenza sanitaria a uno che magari ha pagato la sanità per quarant'anni e non ne ha mai usufruito.Perchè c'è questa legge idiota europea che vuole che l'assistenza sanitaria sia erogata da un unico stato.Peccato che la sanità tra questi due stati è di livello incomparabile per qualità.Rinunciare a un'assistenza sanitaria di una Lombardia, di un' Emilia o Toscana per rifugiarsi li ,soprattutto da anziani è come suicidarsi.Sei obbligato a farti una pollizza integrativa.

Una persona che lavora regolarmente in Italia "appoggiata" da un marito italiano ha pochissimi vantaggi ad avere la cittadinanza.Fino al 2002 addirittura gli stranieri avevano la liquidazione dei contributi versati.Anche adesso comunque in caso di rimpatrio conservano i diritti maturati in deroga al requisito contributivo minimo.

Non so se hai seguito la vicenda del sindaco di Lodi e della mensa per i bambini, un servizio tra l'altro non obbligatorio.Hanno linciato il sindaco mediaticamente perchè si era permessa di chiedere la certificazione dei beni posseduti all'estero dalle famiglie degli immigrati non per escluderli dalla mensa ma per assegnargli la quota da pagare relativa alla rispettiva condizione economica.Differenza tra la fascia più alta e la più bassa mi pare nemmeno 3 euro.Loro hanno detto che era impossibile produrre questa documentazione presso i loro consolati e quindi questi poveri bambini non avrebbero potuto usufruire della mensa perchè pagare qualche decina di euro in più al mese era inaffrontabile.Poi sono arrivati i buonisti in piazza, che gli hanno pagato loro la mensa, gesto lodevole che potevono continuare a fare e alla fine il solito magistrato gli ha pure dato ragione perchè era discriminatorio.

Ma saranno cazzi loro se i loro consolati non riescono a produrre la documentazione?E' discriminatorio di quelli i cui redditi vengono passati ai raggi "X", italiani e stranieri che siano e che magari per qualche centinaia di euro devono pagare la tariffa piena e vedersi affosati verso la povertà.Si deve presumere che l'immigrato è povero e quindi ha diritto a tutto senza dimostrare niente.Con questa presunzione bisogna spiegare come mai con il reddito medio ufficiale in Ucraina non vi sia un nuovo Holodomor.E comunque tutti i consigli regionali e tutte le forze politiche per quanto riguarda l'assegnazione degli alloggi popolari o già hanno norme che richiedono ai fini ISEE la certificazione degli alloggi all'estero o comunque concordano su questo punto che mi sembra anche di giustizia e di buon senso.

Io sto in un alloggio popolare che non sono tutte fogne ma talvolta anche alloggi assolutamente dignitosi e poi affitto appartamenti all'estero.E il vecchiettino, la cui situazione reddituale è scannerizzata alla perfezione deve impazzire per pagare l'affitto.Non so...

Questo per dire che gli italiani non hanno vantaggi.Questo non è un paese che tutela la sua gente.Ne all'estero ne in patria.Solo fumo e basta.
Il Mondo alla rovescia, quello del male, della follia distruttiva e dell’assurdo è difeso e costruito da un esercito di “medici pietosi”, di anime belle allo specchio, di persone che vanno dove le porta il cuore avendo lasciato la testa a casa.
Avatar utente
Ciorni.voran
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 3331
Iscritto il: venerdì 13 novembre 2009, 23:43
Residenza: Territori di steppa
Anti-spam: 42

Re: Decreto sicurezza Salvini

Messaggiodi markus il domenica 23 dicembre 2018, 17:22

Ciorni.voran ha scritto:Non mi sembra un gran problema sinceramente.Anche se per il codice civile in italia la residenza doppia non è permessa ci sono tantissimi casi in cui tecnicamente è possibile ottenerla.Uno lo fa a suo rischio e pericolo.Tra l'altro il concetto di residenza non è univoco in ogni paese.


In effetti, ad esempio proprio la Moldavia ha un cocetto di residenza molto particolare.

Concordo con la tua “radiografia” ossia quanto hai scritto.

Ho menzionato Gianmarco, niente di personale. Avrei fatto meglio a menzionare Gioarca, l’utente che ad un certo punto è stato oggetto di un’agressione con l’acido ed è finito in ospedale.

Lui ad un certo punto, molto prima di venir aggredito, aveva scritto sul Forum che l’aver preso residenza in Ucraina non è stata una buona idea.

Giusto quanto hai scritto, ognuno decide a suo rischio e pericolo.

Personalmente, quando sono venuto a risiedere in Moldavia, mi sono annunciato presso l’ambasciata. Sono in regola, l’ambasciata, in caso di bisogno mi da assistenza, sono tranquillo perché non vi possono essere sorprese (cosa che potrebbe capitare se avessi residenza anche in altra nazione).

So bene che se un domani dovessi litigare con la mia compagna e dovessi avanzare delle pretese nei confronti delle nostre due figlie minorenni lo dovrei fare in un tribunale moldavo (foro giuridico competente). Questo non mi preoccupa.
Avatar utente
markus
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 2229
Iscritto il: giovedì 13 marzo 2014, 12:18
Residenza: Basarabia
Anti-spam: 42

Re: Decreto sicurezza Salvini

Messaggiodi Ciorni.voran il domenica 23 dicembre 2018, 19:35

Certo...se uno ha una presenza costante fa benissimo.Adesso non ricordo il caso di Giorca in tutti i minimi dettagli comunque dipende molto da quanto si è attivi.Se uno è poco dinamico, non si occupa di affari e tiene un profilo basso sono posti molto tranquilli.Anzi più tranquilli che da noi.A Bologna se lasci un appartamento incostudito per molti mesi hai ottime possibilità che al ritorno lo trovi vuoto.In Ucraina toccando ferro, non succede quasi mai niente.La criminalità è più attiva dove maggiore è la ricchezza.

Quando si ha un coniuge extra-comunitario e ci sono dei figli in mezzo un certo margine di rischio va accettato.Poi le statistiche dicono che i matrimoni fara coppie miste di nazionalità sono i più solidi, vanno peggio gli italiani secondo me.
Il Mondo alla rovescia, quello del male, della follia distruttiva e dell’assurdo è difeso e costruito da un esercito di “medici pietosi”, di anime belle allo specchio, di persone che vanno dove le porta il cuore avendo lasciato la testa a casa.
Avatar utente
Ciorni.voran
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 3331
Iscritto il: venerdì 13 novembre 2009, 23:43
Residenza: Territori di steppa
Anti-spam: 42

Re: Decreto sicurezza Salvini

Messaggiodi markus il domenica 23 dicembre 2018, 21:51

Ciorni.voran ha scritto:Comunque dipende molto da quanto si è attivi.Se uno è poco dinamico, non si occupa di affari e tiene un profilo basso sono posti molto tranquilli.Anzi più tranquilli che da noi.


Qui veramente non posso fare altro che darti ragione.
Avatar utente
markus
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 2229
Iscritto il: giovedì 13 marzo 2014, 12:18
Residenza: Basarabia
Anti-spam: 42

Re: Decreto sicurezza Salvini

Messaggiodi markus il domenica 23 dicembre 2018, 22:36

Piccola rettifica. Ho ordinato un prodotto dalla Svizzera. Pacchetto (950 grammi} partito il 12,12.2018 alle 17.01 da Lugano (Svizzera). Arrivato a Zurigo aeroporto il 13.12.2018 alle 01.02 poi partito alla volta della Germania e da lì Chisinau dove il pacchetto è arrivato il 14.12.2018.

Venerdi 21 dicembre (sette giorni dopo l’arrivo del pacchetto all’aeroporto di Chisinau che dista circa 15 km. da dove abito) ho chiamato il numero informazioni e reclami della posta moldava. Ho pensato tanto non risponde nessuno. Invece no, ha risposto una signorina.

Le ho spiegato la situazione, lei mi ha detto mi dia il numero d’invio e rintraccio il pacco. Ho pensato incredibile e detto il numero d’invio.

La signorina mi ha detto il pacco è stato registrato in entrata in Moldavia il 15.12,2018 alle 09.30. Ho detto, perfetto, dov’è il mio pacco. La signorina mi ha risposto non è in Moldavia.

Le ho detto, scusi non capisco, lei mi dice che il pacco è arrivato in Moldavia e l’avete registrato (altrimenti non potreste avere il numero d’invio) poi mi dice che il pacco non si trova in Moldavia?

Ho chiesto dov’è il pacco ? Risposta ni snaio. Per un momento mi è sembrato di sognare, poi sono tornato alla realtà, mi trovo in Moldavia :D
Avatar utente
markus
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 2229
Iscritto il: giovedì 13 marzo 2014, 12:18
Residenza: Basarabia
Anti-spam: 42

Re: Decreto sicurezza Salvini

Messaggiodi Gianmarco58 il lunedì 24 dicembre 2018, 0:29

Incredibile! Anche scritto in caratteri latini,"nj snaio" colpisce sempre e ancora! :D
Qui in Ucraina c'è Novaia Pocta con la quale per ora non ho mai avuto problemi. Tra l'altro sono quelli che ritirano i pacchi dai pulmini quando arrivano in Ucraina e poi li distribuiscono per il Paese. Celerissimi.
Certo che una risposta tale in una simile circostanza è veramente disarmante,
W l'INTER
Avatar utente
Gianmarco58
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 2700
Iscritto il: martedì 11 settembre 2012, 9:32
Località: Milano e Odessa
Residenza: Milano e Odessa
Anti-spam: 42

Re: Decreto sicurezza Salvini

Messaggiodi andrey il martedì 25 dicembre 2018, 8:27

Non so se mi sono perso qualche puntata burocratica
Anche se l'Ucraina non ammette doppia cittadinanza
Occorre fare domanda per rinunciare a quella Ucraina
«Lottate e vincerete!»,Taras Ševčenko ai popoli soggetti al dominio imperiale di Mosca "QUANDO TRA IL PANE E LA LIBERTÀ IL POPOLO SCEGLIE IL PANE, PRIMO O POI SI PERDERÀ TUTTO, COMPRESO IL PANE" Stepan Bandera
СЛАВА УКРАЇНІ CON IL CUORE VIVA UCRAINA
Avatar utente
andrey
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 6026
Iscritto il: lunedì 7 maggio 2007, 7:59
Residenza: firenze,lviv(resistenza)
Anti-spam: 42

Re: Decreto sicurezza Salvini

Messaggiodi pianoscarano il martedì 25 dicembre 2018, 9:40

Avatar utente
pianoscarano
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 614
Iscritto il: domenica 25 marzo 2007, 18:56
Località: viterbo
Residenza: viterbo
Anti-spam: 42

PrecedenteProssimo

Torna a PDS e CDS





Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti