Da Donetsk

La politica in Ucraina.

Re: Da Donetsk

Messaggiodi andrey il giovedì 18 giugno 2015, 16:18

mi scuso se e' una fake la cancello ma mi si e' gelato il sangue

Causa bombardamenti a Donetsk è esplosa la fabbrica-deposito dei rifiuti nucleari.
Trattandosi dei territori occupati, le autorità ucraine non dispongono delle informazioni sul livello della radiazione nella zona interessata e dintorni, ammettendo che potrebbe trattarsi di una catastrofe ecologica con le serie conseguenze.

-http://24tv.ua/news/showNews.do?u_donetsku_vibuhnuv_zavod_z_yadernimi_vidhodami&objectId=585791&tag=ukrayina
«Lottate e vincerete!»,Taras Ševčenko ai popoli soggetti al dominio imperiale di Mosca "QUANDO TRA IL PANE E LA LIBERTÀ IL POPOLO SCEGLIE IL PANE, PRIMO O POI SI PERDERÀ TUTTO, COMPRESO IL PANE" Stepan Bandera
СЛАВА УКРАЇНІ CON IL CUORE VIVA UCRAINA
Avatar utente
andrey
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 5726
Iscritto il: lunedì 7 maggio 2007, 7:59
Residenza: firenze,lviv(resistenza)
Anti-spam: 42


Re: Da Donetsk

Messaggiodi kontecagliostro il giovedì 18 giugno 2015, 16:59

La fabbrica esplosa è una fabbrica chimica. In'area di stoccaggio della stessa erano presenti anche rifiuti nucleari. Le esplosioni sino a quella di ieri in tutto sono state 3 e ci si preoccupa che sia andata distrutta anche l'area di stoccaggio.
Al momento non è possibile misurare la radiazione di fondo (ma non capisco perchè... penso basterebbe un semplice contatore).
Avatar utente
kontecagliostro
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 683
Iscritto il: giovedì 28 ottobre 2010, 14:03
Residenza: Messina - Priluki
Anti-spam: 42

Re: Da Donetsk

Messaggiodi andrey il giovedì 18 giugno 2015, 18:38

sono nei territori occupati in tempo di guerra
l'allarme su Chernobyl fu dato dai paesi scandinavi
con tutte le armi ultima "moda"che hanno i russo/separatisti
non credo hanno problemi ad avere un misuratore

le forze Ucraine non ne hanno possibilita'..
resta la spada di Damocle di un informazione su possibili plateali azioni
da addebitare alle Forze governative per giustificare una reazione forte delle forze russe

c'e'anche un video in cui si vede le forze separatiste anche palesemente con divise russe
sparare con grad ed artiglieria verso i territorio Ucraino e dalla parte opposta
simulando attacco e contrattacco...

speriamo non ci siano conferme...anzi ci sia un provata smentita sul nucleare...
«Lottate e vincerete!»,Taras Ševčenko ai popoli soggetti al dominio imperiale di Mosca "QUANDO TRA IL PANE E LA LIBERTÀ IL POPOLO SCEGLIE IL PANE, PRIMO O POI SI PERDERÀ TUTTO, COMPRESO IL PANE" Stepan Bandera
СЛАВА УКРАЇНІ CON IL CUORE VIVA UCRAINA
Avatar utente
andrey
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 5726
Iscritto il: lunedì 7 maggio 2007, 7:59
Residenza: firenze,lviv(resistenza)
Anti-spam: 42

Re: Da Donetsk

Messaggiodi peterthegreat il giovedì 18 giugno 2015, 18:44

Adesso non fasciamoci la testa ancora prima di cadere.
Anche se tutti noi no!
La radici profonde non gelano!
Avatar utente
peterthegreat
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 5643
Iscritto il: martedì 29 gennaio 2008, 18:11
Residenza: Savona
Anti-spam: 42

Re: Da Donetsk

Messaggiodi Forrest Gump il giovedì 18 giugno 2015, 19:23

Rifiuti radioattivi? No problem

Da ieri
h**p://it.euronews.com/2015/06/17/ucraina-inaugurato-sito-di-stoccaggio-unico-per-rifiuti-radioattivi/
"L'uomo saggio aspetta il momento giusto, il pazzo lo anticipa, l'imbecille lo lascia passare". (tratto dal film "Mai arrendersi")
Avatar utente
Forrest Gump
Admin
Admin
 
Messaggi: 6254
Iscritto il: sabato 5 luglio 2008, 18:04
Località: Puerto Banùs (Spain)
Residenza: Kiev Ucraina
Anti-spam: 56

Re: Da Donetsk

Messaggiodi andbod il venerdì 19 giugno 2015, 14:50

Nuove proteste a Donetsk, questa volta i manifestanti cercano di entrare nell'ODA, respinti da uomini armati, diversi gli arresti.
Avatar utente
andbod
Admin
Admin
 
Messaggi: 7188
Iscritto il: domenica 7 dicembre 2008, 1:40
Residenza: Lviv Ucraina
Anti-spam: 56

Re: Da Donetsk

Messaggiodi andbod il lunedì 29 giugno 2015, 16:18

Oggi ho avuto modo di parlare con persone appena arrivate a Lviv da Donetsk e mi hanno raccontato come si vive in città ora che praticamente la stessa non è più oggetto di scontri armati.

Intanto arrivare e/o uscire dalla città negli ultimi giorni passando dai checkpoint è praticamente impossibile visti i bombardamenti continui per cui bisogna passare dalla Russia. Qui il primo episodio "particolare" : le guardie di frontiera, del DNR senza segni di riconoscimento particolari e armate di tutto punto, non controllano praticamente chi entra nel Donbass mentre smontano quasi completamente le auto in ingresso in Russia per evitare che qualcuno porti con sè delle armi o munizioni (Putin probabilmente non vuole rischiare che i guerriglieri che manda in Ucraina decidano di creare problemi anche in Russia) e fanno moltissime domande agli uomini (pochissimi quelli che passano il confine). In Russia poche domande e controlli ma l'invito a registrarsi come "rifugiati" una volta arrivati a Rostov sul Don perchè cosi (secondo la guardia di frontiera) si aiutano i propri compaesani a dimostrare che vogliono la Russia.

A Donetsk il clima è quasi irreale: i negozi del centro sono in gran parte chiusi e barricati con tavole di legno e inferriate per evitare i saccheggi, la città è praticamente deserta (mi hanno mostrato un video del centro in pieno giorno e si vedeva passare una macchina ogni 2 minuti mentre prima era una coda continua), stesso discorso per le scuole : dove hanno loro i bambini ci sono in tutto 30-40 studenti (in tutta la scuola che ne ospitava 20 volte tanto). Il loro ospedale di zona è chiuso e i medici ricevono a casa o in alcuni ambulatori improvvisati dove sono ospitati anche i pazienti. In caso di urgenza almeno le ambulanze funzionano ma con estremo ritardo. La stragrande maggioranza della popolazione restata in città (esclusi i militari) è rappresentata da anziani.

Una paio di centri commerciali hanno riaperto ma anche questi sono quasi deserti e i prezzi sono folli rispetto a come erano prima e anche a quelli in Ucraina. Secondo loro la colpa è del DNR che aumenta a dismisura i costi per finanziare la guerra. Prezzi folli anche nei supermercati dove si trovano prodotti prevalentemente Russi (hanno confrontato il prezzo del pane, patate, acqua e sono tra le 2 e le 5 volte più cari che in Ucraina) e si può pagare in rubli o UAH (i militari pagano quasi tutti in rubli). Anche le banche sono quasi tutte chiuse, lavorano solo alcuni uffici di cambio che offrono tassi meno convenienti rispetto all'Ucraina (almeno il 10% di differenza). Bancomat e terminali delle carte di credito non funzionano praticamente in nessun negozio ma ci sono degli punti (non ufficiali) in cui si può dare la propria carta e in cambio viene dato contante con commissioni che vanno tra il 3% e il 5%.

La simbolica in città è quella dei tempi Comunisti con grandi bandiere e drappi con l'effige di Stalin e se non si porta un qualche simbolo della Russia o del DNR si rischiano problemi durante i frequenti controlli, mentre nessun problema a parlare Ucraino.

A volte in città passano tank e sistemi di artiglieria ma meno che in passato e anche molti sistemi che erano messi a fianco di case civili, ospedali e scuole sono stati tolti, non sanno se portati al fronte o spostati in altri punti.

Il coprifuoco è tutt'ora presente e se non si rispetta si rischia di finire sotto interrogatorio, qui non hanno nessun dato certo ma "voci di popolo" dicono che in quel caso i maltrattamenti sono piuttosto pesanti, quasi come quelli riservati ai soldati Ucraini.

La gente rimasta in città (secondo loro non più del 10-20%) è generalmente stufa della situazione attuale e vorrebbe che si trovasse un accordo con l'Ucraina per porre fine al conflitto. Pochi di quelli rimasti vorrebbero tornare a far parte dell'Ucraina, la maggior parte vorrebbe la Russia, seguiti da chi vorrebbero uno Stato indipendente. L'informazione è quella Russa e, nonostante quello che abbiamo spiegato noi e che hanno spiegato i loro parenti (anche loro di Donetsk ma fuggiti all'inizio del conflitto), la loro idea resta quella che la colpa del conflitto sia dei fascisti di Kyiv anche se, ora che sono a Lviv, si sono detti stupiti di non vedere le barricate in strada (come mostrato dalle TV Russe), gente che parla liberamente in Russo senza venire aggredita e Ucraini che chiedono loro notizie essere aggressivi o cercare di imporre il loro modo di pensare. In questo senso penso che se/quando riprenderanno più frequenti i rapporti con i territori occupati molto cambierà.
Avatar utente
andbod
Admin
Admin
 
Messaggi: 7188
Iscritto il: domenica 7 dicembre 2008, 1:40
Residenza: Lviv Ucraina
Anti-spam: 56

Re: Da Donetsk

Messaggiodi dreamcatcher il lunedì 29 giugno 2015, 18:29

Grazie Andbod, molto interessante!

Aggiungo solo che oggi a Donetsk c'è stato purtroppo un incidente stradale tra un mezzo militare e un'auto ed è rimasto ucciso un uomo.
Avatar utente
dreamcatcher
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 7527
Iscritto il: giovedì 1 luglio 2010, 10:38
Residenza: Como
Anti-spam: 56

Re: Da Donetsk

Messaggiodi andrey il lunedì 29 giugno 2015, 20:43

douge diacuiu andbod
«Lottate e vincerete!»,Taras Ševčenko ai popoli soggetti al dominio imperiale di Mosca "QUANDO TRA IL PANE E LA LIBERTÀ IL POPOLO SCEGLIE IL PANE, PRIMO O POI SI PERDERÀ TUTTO, COMPRESO IL PANE" Stepan Bandera
СЛАВА УКРАЇНІ CON IL CUORE VIVA UCRAINA
Avatar utente
andrey
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 5726
Iscritto il: lunedì 7 maggio 2007, 7:59
Residenza: firenze,lviv(resistenza)
Anti-spam: 42

Re: Da Donetsk

Messaggiodi dreamcatcher il giovedì 3 settembre 2015, 15:43

Da Donetsk... forse è solo propaganda, ma per qualche deficiente con la svastica in testa, c'è qualche nonna con fegato da vendere:

h**p://espreso.tv/news/2015/09/03/fotofakt_na_donechchyni_babusya_schodnya_vykhodyt_na_movchaznu_akciyu_proty_putina
Avatar utente
dreamcatcher
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 7527
Iscritto il: giovedì 1 luglio 2010, 10:38
Residenza: Como
Anti-spam: 56

Re: Da Donetsk

Messaggiodi andrey il lunedì 26 ottobre 2015, 7:03

Nel pieno centro di Donetsk i "servizi comunali" di DNR stanno rimuovendo lo stemma ucraino dai palazzi.
«Lottate e vincerete!»,Taras Ševčenko ai popoli soggetti al dominio imperiale di Mosca "QUANDO TRA IL PANE E LA LIBERTÀ IL POPOLO SCEGLIE IL PANE, PRIMO O POI SI PERDERÀ TUTTO, COMPRESO IL PANE" Stepan Bandera
СЛАВА УКРАЇНІ CON IL CUORE VIVA UCRAINA
Avatar utente
andrey
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 5726
Iscritto il: lunedì 7 maggio 2007, 7:59
Residenza: firenze,lviv(resistenza)
Anti-spam: 42

Re: Da Donetsk

Messaggiodi andrey il domenica 6 dicembre 2015, 12:02

Nella "DNR" improvvisa carenza di gas
Nella città occupata Donetsk nel pomeriggio di Sabato 5 dicembre, hanno staccato complettamente il riscaldamento e l'acqua calda. Secondo i residenti di Donetsk, Luhansk e Makeevka. Una pubblicazione separatista DAN "Donbassgaz" ha comunicato precedentemente che la cosidetta Repubblica ha trasferito le caldaie al minimo consumo di gas dovuta alla riduzione della pressione nella tubazione del gas. (Il gas nelle zone separatiste la fornisce la Russia).
«Lottate e vincerete!»,Taras Ševčenko ai popoli soggetti al dominio imperiale di Mosca "QUANDO TRA IL PANE E LA LIBERTÀ IL POPOLO SCEGLIE IL PANE, PRIMO O POI SI PERDERÀ TUTTO, COMPRESO IL PANE" Stepan Bandera
СЛАВА УКРАЇНІ CON IL CUORE VIVA UCRAINA
Avatar utente
andrey
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 5726
Iscritto il: lunedì 7 maggio 2007, 7:59
Residenza: firenze,lviv(resistenza)
Anti-spam: 42

Re: Da Donetsk

Messaggiodi andrey il domenica 26 giugno 2016, 22:55

L'autoproclamata repubblica di Donets ha deciso di "nazionalizzare" tutte le proprietà ucraine sul territorio occupato. Il così detto "consiglio del popolo" della DNR ha approvato il venerdì 24 giugno una legge con la quale ha proclamato come la proprietà della DNR tutti i beni dello Stato ucraino.
Secondo questa legge tutte le proprietà ucraine, inclusa la Ferrovia di Donbas, gli stabilimenti industriali, aziende statali e banche passano alla proprietà della DNR. Inoltre la legge stabilisce la procedura di nazionalizzazione delle industrie strategiche che si trovano sul suo territorio anche se sono di proprietà privata e non sono stati registrati presso gli organi della DNR.
Come ha spiegato una fonte nella DNR al giornale Gazeta.ru, queste misure saranno applicate a un intero elenco di proprietari delle industrie ai quali il "governo" della DNR ha applicato il divieto di entrare sul territorio della DNR. L'elenco inizia il nome dell'oligarca Renat Akhmetov; inoltre ci sono 49 altri uomini d'affari e politici di spicco del Donbas , che hanno occupato il palcoscenico politico e economico della regione negli ultimi decenni. Oltre a Akhmetov, dentro c'è il proprietario del gigante chimico "Stirol" di Horlovka Nikolay Jankovskiy e uno dei "re" della vodka ucraina, proprietario del brand "Olimp", Pavel Plimets.
La cosa curiosa è che dall'elenco di chi non può più entrare sul territorio della DNR , sono state escluse alcuni nomi molto influenti e noti fino a poco tempo fa della vita politica e economica ucraina: come il leader dei comunisti ucraini Petro SYMONENKO; oppure Jakim ZVJAHILSKIY, colui che curava il settore dell'industria di carbone , tanto da farlo chiamare "generale del carbone"; un politico , la cui carriera iniziata ancora nei tempi sovietici e continuata con successo durante tutti gli anni dell'Ucraina indipendente; e alcuni altri personaggi vicini all'ex presidente Janukovych.
-https://www.gazeta.ru/politics/2016/06/25_a_8326511.shtml

Fonte euromaidan italia
«Lottate e vincerete!»,Taras Ševčenko ai popoli soggetti al dominio imperiale di Mosca "QUANDO TRA IL PANE E LA LIBERTÀ IL POPOLO SCEGLIE IL PANE, PRIMO O POI SI PERDERÀ TUTTO, COMPRESO IL PANE" Stepan Bandera
СЛАВА УКРАЇНІ CON IL CUORE VIVA UCRAINA
Avatar utente
andrey
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 5726
Iscritto il: lunedì 7 maggio 2007, 7:59
Residenza: firenze,lviv(resistenza)
Anti-spam: 42

Re: Da Donetsk

Messaggiodi andbod il martedì 28 giugno 2016, 15:02

E' la risposta all'approvazione, da parte Ucraina, del primo pacchetto di Leggi Costituzionali che permetteranno la decentralizzazione.

Ogni volta che l'Ucraina fa un passo in avanti nell'implementare gli accordi di Minsk (spinta dalla UE e unilateralmente visto che prima avrebbero dovuto esserci le elezioni, prima la Russia avrebbe dovuto cedere il controllo dei confini e prima avrebbero dovuto smettere di sparare) dall'altra parte si risponde con un'azione che rende impossibile il dialogo e aumenta le tensioni.

Per gli oligarchi Ucraini nulla di nuovo, è da anni che rubano le infrastrutture dello Stato comprando a prezzi ridicoli, in questo caso addirittura ricevono tutto in regalo. Ovviamente la Procura Ucraina (compresa quella militare del Donbass) ben si guarda dal colpire gli interessi degli oligarchi.
Avatar utente
andbod
Admin
Admin
 
Messaggi: 7188
Iscritto il: domenica 7 dicembre 2008, 1:40
Residenza: Lviv Ucraina
Anti-spam: 56

Re: Da Donetsk

Messaggiodi andrey il venerdì 7 ottobre 2016, 0:01

Oggi gli abitanti della piccola cittadina Volnovakha, che si trova nel Donbass sotto il controllo delle forze armate ucraine, sono scesi in piazza per manifestare contro il ritiro delle truppe militari ucraine, come prevedono gli accordi di Minsk.
Secondo il piano di Minsk, i militari ucraini devono lasciare la localita Petrivske, situata a pochi chilometri da Volnovakha. In questa maniera, sostengono i cittadini, gli abitanti rimangono completamente indifesi, essendo sicuri che in poche ore Petrivske verrà ripresa dai terroristi che successivamente arriveranno anche da loro. "Noi ricordiamo Illovaysk e Debaltseve dopo il ritiro delle forze ucraine, non possiamo mettere a rischio le nostre vite!", sostengono gli abitanti che hanno mandato una lettera al Presidente Poroshenko, chiedendo di non essere abbandonati dai militari ucraini.
!http://novosti.dn.ua/news/262004-v-volnovakhe-mytynguyut-protyv-otvedenyya-vsu-ot-petrovskogo
«Lottate e vincerete!»,Taras Ševčenko ai popoli soggetti al dominio imperiale di Mosca "QUANDO TRA IL PANE E LA LIBERTÀ IL POPOLO SCEGLIE IL PANE, PRIMO O POI SI PERDERÀ TUTTO, COMPRESO IL PANE" Stepan Bandera
СЛАВА УКРАЇНІ CON IL CUORE VIVA UCRAINA
Avatar utente
andrey
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 5726
Iscritto il: lunedì 7 maggio 2007, 7:59
Residenza: firenze,lviv(resistenza)
Anti-spam: 42

PrecedenteProssimo

Torna a Attualita' politica





Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

cron