cosa devo fare?

Procedure per il riconoscimento di titoli di studio conseguiti in Ucraina e il loro valore giuridico in Italia.

cosa devo fare?

Messaggiodi oksanaoksana1 il sabato 25 settembre 2010, 18:08

mi chiamo OKSANA e vivo a roma ,ho il permesso di soggiorno ed a settimane avrò la carta d'identità.
vorrei sapere... perchè è sempre un po' confuso,l'iter burocratico.... le seguenti cose.
1) mi verrà riconosciuta in italia le mie due lauree prese all'università di Ternopil in lingua ucraina e letteratura e l'altra in lingua russa e letteratura?
e se si.... qual'è iter preciso da fare,in ucraina ed in italia,Posso incaricare qualcuno al posto mio per le pratiche in ucraina o devo personalmente tornare in ucraina in maniera obbligatoria(ho difficoltà a lasciare il piccolo lavoro che con fatica sono riuscita ad ottenere in italia)
2)volendo prendere una laurea in lingue straniere in italia , posso iscrivermi , facendo valere molti esami fatti in ucraina? più o meno l'integrazione negli studi italiani sarà corposa,in poche parole riparto quasi da capo o pensate ad una piccola integrazione?( conosco benino anche il polacco).
3)volendo lavorare nel campo turistico come guida,accompagnatrice ecc,ecc. (in fondo conosco 4 lingue+ anche discretamente il Turco parlato) mi dicono che per svolgere queste mansioni bisogna effettuare corsi specifici. quali sono ?
sono privati ?statali,? sono a numero chiuso?,così escludono immediatamente gli extra comunitari come me.E visto che mi sto rivolgendo ad un forum collegato ad una struttura turistica mi potete anche dire quali sono tutte le figure che esistono nel campo turistico oltre la guida e l'accompagnatrice?
grazie anticipato, comprendo le tante domande, ma è per questo che vi contatto!
Avatar utente
oksanaoksana1
TURISTA
TURISTA
 
Messaggi: 1
Iscritto il: sabato 25 settembre 2010, 15:54
Residenza: roma
Anti-spam: 56


Re: cosa devo fare?

Messaggiodi peterthegreat il sabato 25 settembre 2010, 19:10

Ciao,
per la questione della laurea devi andare all' Universita'
per la questione del lavoro devi andare all' ufficio di collocamento.
Dove son gli impiccatori degli Eroi che non scordiamo?
Dove son gli infoibatori della nostra gente sola?
Ruggirà per noi il leone, di là raglio di somaro.
Eia, carne del Quarnaro! Eja Eja Alalà
G. D'Annunzio
Avatar utente
peterthegreat
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 6394
Iscritto il: martedì 29 gennaio 2008, 18:11
Residenza: Savona
Anti-spam: 42

Re: cosa devo fare?

Messaggiodi Kriss il sabato 25 settembre 2010, 20:50

Ciao Oksana, quello che chiedi tu si chiama equipollenza della laurea.
Cioè la parificazione degli esami fatti in un Paese straniero rispetto ai corsi di laurea italiani.
Non so quanti esami ti possano riconoscere validi.
L'unica è, come dice Peter, andare all'università e chiedere.

Sicuramente vorranno il piano di studi e forse la traduzione specifica degli esami e del programma che hai fatto, altrimenti non capiscono se siano paragonabili ai nostri.
Può essere che ti chiedano di effettuare qualche esame integrativo per rilasciarti l'equipollenza.
Ma può anche essere che non ti chiedano niente e te la riconoscano semplicemente, perchè ci sono già degli accordi inter-universitari.

Magari le due lauree in lingue e letteratura Ucraina e Russa potrebbero essere, l'equivalente della laurea in lingua e letteratura straniera rilasciata in Italia.
In sostanza, la laurea in lingue straniere in Italia è una laurea in "lingua e letteratura straniera", che nel tuo caso, sono addirittura due, una russa e una ucraina.
A naso, non dovresti avere molte difficoltà.

Eventualmente, se in una università ti creano molti problemi, prova a rivolgerti ad un'altra.
I programmi non sono uguali per tutte.
Eventualmente contattane diverse via mail, vedrai che trovi quella giusta.

Riguardo alla guida turistica credo ci vogliano dei corsi riconosciuti dallo Stato ma non è detto che siano statali, basta che siano riconosciuti.
Probabilmente all'università sanno darti maggiori dettagli, oppure all'ente turismo.

Auguroni
When the power of love overcomes the love of power, the world will know peace.
J.H.
Avatar utente
Kriss
ESPLORATORE
ESPLORATORE
 
Messaggi: 152
Iscritto il: giovedì 1 aprile 2010, 16:06
Residenza: mestre
Anti-spam: 56

Re: cosa devo fare?

Messaggiodi karayuschij il domenica 26 settembre 2010, 8:09

Kriss ha scritto:In sostanza, la laurea in lingue straniere in Italia è una laurea in "lingua e letteratura straniera", che nel tuo caso, sono addirittura due, una russa e una ucraina.
A naso, non dovresti avere molte difficoltà.


Certo che una cittadina ucraina laureata in lingue russa e ucraina in un università ucraina ne sa sicuramente molto di più di un'italiano laureato nelle stesse lingue in Italia (anche con un bel 110 e lode…) :lol:
Non penso ti possano fare difficoltà.
Ma solo loro te lo possono dire.
Auguri

[e facci sapere]
Если не знаешь куда идти, иди вперед
Avatar utente
karayuschij
MASTER
MASTER
 
Messaggi: 398
Iscritto il: martedì 10 febbraio 2009, 10:13
Residenza: Ukraina - Kiev
Anti-spam: 56

Re: cosa devo fare?

Messaggiodi pcamilla il domenica 26 settembre 2010, 9:19

Il vero problema e' che le lauree ucraine in Italia non sono riconosciute, e' come avere carta straccia, ed inoltre per avere l'equipolenza bisogna seguire l'iter descritto da Pietro in questa sezione.
Non sempre, anzi , raramente vengono riconosciuti i titoli, con non poche difficolta'.
Un esempio semplice? Riuscire a farsi dare il programma di studio dall'universita in UA.
Due cose sono infinite: l’universo e la stupidità umana, ma riguardo l’universo ho ancora dei dubbi.
Albert Einstein
Avatar utente
pcamilla
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 1312
Iscritto il: giovedì 4 dicembre 2008, 22:30
Località: Savona
Residenza: Savona
Anti-spam: 56

Re: cosa devo fare?

Messaggiodi Kriss il domenica 26 settembre 2010, 10:43

Scusa Pcamilla, ma se fossero riconosciute, l'equipollenza sarebbe automatica.
Quando io ho chiesto di entrare al PHD di Berkeley, fatto salvo il TOEFL, non hanno fatto problemi, perchè la nostra vecchia laurea è parificata al 5 master degree.

Ma l'iter dell'equipollenza è valido anche per università che non sono riconosciute, stà alla facoltà riconoscerla o meno.

Non vorrei ricordare male, ma quando ho lavorato in una università della zona, le procedure erano più o meno quelle che ho descritto.
Può darsi che non ti riconoscano neppure un esame, ma tutte le università che hanno la facoltà di "lingue e letteratura straniera" hanno dei programmi di scambio.
Pensa che Venezia aveva e credo abbia ancora, questi programmi con la Georgia e con la Russia.
Non vorrei sbagliare ma forse anche con l'ucraina.

Tutto stà nel trovare l'università che abbia scambi con l'Ucraina. Quella con la Russia l'ho già detta e chiedere informazioni.
Vuoi che in tutta Italia non ci sia una università che abbia scambi con questo Paese?!

Non ho capito che iter abbia proposto Peter, se non quello di chiedere all'università...
Io ho solo aggiunto qualcosa che mi ricordo, in più ho suggerito di controllare quali università attuano scambi con Russi e Ucraina.
Quelle, di certo, possono dare informazioni più congeniali e sicuramente riconoscono parte degli esami, sennò a cosa servono gli scambi ?!

Tanto per capire: l'università è fonte di sapere continuo, quindi spesso sono gli studenti che propongono degli scambi con Paesi che prima non facevano parte del panorama di una determinata università.
Se sono ritenuti interessanti si praticheranno mettendo in atto dei protocolli per il riconoscimento di una serie di esami reciproci.

Inoltre, da quel che ho capito io degli studi in Ucraina, che non dovrebbero essere molto dissimili da quelli russi, il sistema di studio è simile al nostro.
When the power of love overcomes the love of power, the world will know peace.
J.H.
Avatar utente
Kriss
ESPLORATORE
ESPLORATORE
 
Messaggi: 152
Iscritto il: giovedì 1 aprile 2010, 16:06
Residenza: mestre
Anti-spam: 56

Re: cosa devo fare?

Messaggiodi peterthegreat il domenica 26 settembre 2010, 14:04

Ciao Kriss,

il sistema e' differente loro vanno a ore noi andiamo a crediti.

Le equipollenze non vengono mai riconosciute per intero, per diversi motivi, per esempio:
in Italia abbiamo 13 scolarita' mentre in Ucraina o ex urss dai 10 ai 12, addirittura quando c'e stato il passaggio qualcuno ha perso una classe, quindi per pareggiare le scolarita' mancanti vengono contanti gli anni Universitari'.

Poi c'e' il lato economico, cioe' vuoi mai che si possa riconoscere laurea subito? Per l'universita' sono solo un paio di centinaia di €, mentre se ti fai ancora 2 o 3 anni, piu' la tesi(perche' quella la devi dare per forza) nelle casse arrivano almeno 2000 €.

Poi ci sono i "baroni", che magari hanno un corso con poca gente e per paura di chiuderlo allora ti inseriscono il loro corso piu' esame logicamente.

Sono 2 anni che giriamo per l'università a farci prendere in giro tra segreterie e sportelli dello studenti.

Per Oksana:
Le lauree di lingue e letterature non sono riconosciute per intero, devi almeno dare 2/3 degli esami, per sicurezza vai all' Uni all' ufficio mobilita' internazione e chiedi. (ti costa tra traduzioni e il resto almeno 4000,00 €).
Ti conviene fare un corso riconosciuto con diploma che e' meglio.

Per Karay:
Le persone che sono andate e sQuola con il vecchio sistema (un sistema che aveva come base le riforma gentile del 1923) hanno una preparazione invidiabile da chiunque, i problemi iniziano dopo.
Non ricordo se fosse stato Hogo o Voltaire a dire " Gli Italiani scrivono quello che vogliono, noi quello che possiamo.
W L'EMPEREUR!!!! :lol: :D
Dove son gli impiccatori degli Eroi che non scordiamo?
Dove son gli infoibatori della nostra gente sola?
Ruggirà per noi il leone, di là raglio di somaro.
Eia, carne del Quarnaro! Eja Eja Alalà
G. D'Annunzio
Avatar utente
peterthegreat
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 6394
Iscritto il: martedì 29 gennaio 2008, 18:11
Residenza: Savona
Anti-spam: 42

Re: cosa devo fare?

Messaggiodi Kriss il domenica 26 settembre 2010, 15:37

Ciao Peter,
da quanto scrivi, si capisce che il problema lo hai già provato o lo stai provando.
Io non ho detto che ti riconoscono subito la laurea, ho detto che possono anche non riconoscerti nessun esame.
Oppure qualcuno, dipende...dall'università e dai loro corsi di studio.
L'unica è chiedere a molte.

Scusa, non ho capito se la frase sulla scuola (sQuola !?) basata sul sistema Gentile è una battuta.
La mia laurea vecchia, a livello post laurea apriva molte più porte di quella nuova, almeno a livello internazionale.
Perchè i problemi iniziano dopo? Perchè non c'è legame con il sistema lavoro? Il discorso mi sfugge un po'...
Forse non lo leggo nella prospettiva giusta...

E' verissimo il discorso baroni e soldi, purtroppo.
Adesso non so quanto costi l'università italiana agli studenti, ma spero sempre che sia più conveniente fare un paio di esami.

Io, prima di arrendermi, girerei tutte le università d'Italia, comprese quelle on line.
Oppure cercherei qualche aggancio con un prof. (qualcuno di onesto ancora c'è), appassionato delle materie da lei studiate, che le dia la dritta giusta.

Sia chiaro, stò solo buttando delle idee...

Ma per la tesi, visto che sa l'italiano, non può tradursi la sua ? Sempre che in Ucraina si faccia la tesi...

Fare un corso per un diploma? Se intendi il diploma universitario, credo non esista più, si è trasformato in laurea triennale.
When the power of love overcomes the love of power, the world will know peace.
J.H.
Avatar utente
Kriss
ESPLORATORE
ESPLORATORE
 
Messaggi: 152
Iscritto il: giovedì 1 aprile 2010, 16:06
Residenza: mestre
Anti-spam: 56

Re: cosa devo fare?

Messaggiodi peterthegreat il domenica 26 settembre 2010, 17:09

Ciao Kriss,
la battuta sulla sQuola era per Karai, non per te, lo sai che i nostri cugini d'oltralpe si sentono un po' superiori. :wink: . Il vecchio sistema e' di gran lunga superiore al nuovo.(forse mi ero spiegato male)
Riguardo al diploma, parlo di un corso equivalente alla British School, un qualcosa che ti permette di poter insegnare come madrelingua.
La tesi la devi sempre fare.
Poi bisogna vedere, se lei chiede l'equipollenza come coniuge di cittadino UE, oppure con Carta di soggiorno per lavoro. Se la facolta' in cui vuole chiedere il riconoscimento e' a numero chiuso deve fare il test. Non e' cosi' semplice.
I nostri problemi non e li racconto perche' mi ci vogliono 2 giorni.
Ti dico solo che quando ritorni in posti del genere da "uomo" e a mente libera, ti rendi conto che la stragrande maggioranza di quelle persone sono degli emeriti imbecilli, i professori stanno agli studenti come gli ufficiali stavano ai soldato quando c'era il militare di leva, ese hai fatto il militare sai di cosa parlo.

Ciao Pietro.

P.S.
Ritornando all argomento, non postiamo le esperienze personali e diamo qualche consiglio, ma se una persona ha intenzioni serie di quello che deve fare va nei posti di competenze e non tempesta di domande stile Kgb.
Dove son gli impiccatori degli Eroi che non scordiamo?
Dove son gli infoibatori della nostra gente sola?
Ruggirà per noi il leone, di là raglio di somaro.
Eia, carne del Quarnaro! Eja Eja Alalà
G. D'Annunzio
Avatar utente
peterthegreat
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 6394
Iscritto il: martedì 29 gennaio 2008, 18:11
Residenza: Savona
Anti-spam: 42


Torna a Riconoscimento dei titoli di studio ucraini





Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti