consiglio per il primo visto Italia

Visto di ingresso per l'Italia

Re: consiglio per il primo visto Italia

Messaggiodi Wizardone il martedì 9 giugno 2015, 19:21

io vado sempre in questura con la dichiarazione di ospitalità ogni volta che viene la mia ragazza in italia.
Per quanto riguarda tua suocera...è stata fortunata ad entrare a 88 giorni..perchè se erano 90 non sarebbe neanchè entrata in italia.
Che poi scusa io non vedo nessun tipo di visto che tutela la presenza delle suocere o genitori. C'è Familiare al seguito e rincongiungimento familare che mi sembra si applichi sempre ai coniugi, e poi c'era il vecchio " visto per familiare di cittadino UE" che ora non esiste più.
Ora incollo un testo
Si rammenta che la normativa intende per familiare il coniuge o il partner che abbia un documento che certifica il legame di parentela con il cittadino comunitario; i figli sotto i 21 anni o a carico, anche se sono solo del coniuge/partner; i genitori a carico (sia del cittadino UE che quelli del coniuge/partner); ogni altro familiare solo se risulta a carico o convive già nel paese di provenienza con il cittadino comunitario, anche nel caso in cui il familiare abbia gravi motivi di salute ed è assistito personalmente dal cittadino UE.

Il visto tipo D per motivi familiari è rilasciato, dunque, esclusivamente ai familiari stranieri che si ricongiungono con i cittadini stranieri residenti in Italia, in presenza del nulla osta al ricongiungimento familiare, ai sensi dell’art. 29 del D.Lgs. 286/98.


Il poliziotto giustamente ti ha proposto il pds perchè era l'unico modo per regolarizzare la presenza di tua suocera sul territorio.

IO sempre così ho saputo..
Avatar utente
Wizardone
ESPLORATORE
ESPLORATORE
 
Messaggi: 117
Iscritto il: giovedì 5 giugno 2014, 9:47
Località: Napoli, Kharkiv
Residenza: Napoli,Kharkiv
Anti-spam: 42


Re: consiglio per il primo visto Italia

Messaggiodi Wizardone il martedì 9 giugno 2015, 19:33

io sempre così sapevo...
Poi di solito io uso questo link per capire se può rimanere in italia o no in base alle date.
http://ec.europa.eu/dgs/home-affairs/wh ... or_en.html

é il calcolatore schengen.
Avatar utente
Wizardone
ESPLORATORE
ESPLORATORE
 
Messaggi: 117
Iscritto il: giovedì 5 giugno 2014, 9:47
Località: Napoli, Kharkiv
Residenza: Napoli,Kharkiv
Anti-spam: 42

Re: consiglio per il primo visto Italia

Messaggiodi vittorio_guido il martedì 9 giugno 2015, 19:36

Non sto parlando di vista.
non ci stiamo capendo.
io parlo di tutele, garanzie.
la comunità europea dice che l'ingresso e la permanenza di un familiare di cittadino europeo va garantita e assicurata.
Giustamente come scrivi sopra i tipi di visti e di pds sono quelli scritti da te.
perché l'Europa fa le leggi, agli stati poi appliccarle.

il poliziotto era deluso e arrabbiato.
a loro in prefettura a Lucca fanno le riunioni dicendogli che i parenti stretti di cittadini italiani hanno più diritti, vanno tutelati che non possono esser mandati via ecc ecc....ok?
ed alla domanda dei vari poliziotti: come ci dobbiamo comportare quindi? Ci sono nuovi visti leggi e pds?
La risposta è: no stiamo aspettando Roma. ....... in teoria dovrebbero. ..... ma in pratica non esiste niente a tutela.
di conseguenza ti ritrovi con un:lei ha ragione l'europa dice......
ma se l'Italia dorme e non applica leggi nuove.....
ti ritrovi con un parente che sfora i 90 giorni ma è i toccabbile...... :lol:
Soltanto gli stupidi non sbagliano mai.....
Odessa Mama
Avatar utente
vittorio_guido
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 6358
Iscritto il: domenica 7 febbraio 2010, 22:09
Residenza: viareggio (Odessa vacanza)
Anti-spam: 56

Re: consiglio per il primo visto Italia

Messaggiodi vittorio_guido il martedì 9 giugno 2015, 19:41

Ti faccio un esempio stupido?
Le quote latte....
l'europa ha dato un limite di produzione.
L'Italia non lo rispetta e giù multe.

Permanenza in italia di familare extra ue
l'europa dice che può stare 365 giorni.
L'Italia non da la possibilità di rimanere?
E te porti la questura a Bruxeles li denunci e probabilmente giu un multone all'Italia.
Per questo ai poliziotti in questura fanno riunioni ed a noi dicono che non ci son problemi e può restare quanto vuole....
a provarevlo dice mamma europa.... ;)
Soltanto gli stupidi non sbagliano mai.....
Odessa Mama
Avatar utente
vittorio_guido
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 6358
Iscritto il: domenica 7 febbraio 2010, 22:09
Residenza: viareggio (Odessa vacanza)
Anti-spam: 56

Re: consiglio per il primo visto Italia

Messaggiodi Wizardone il martedì 9 giugno 2015, 19:45

il tuo discorso è giusto...però credo che la situazione sia veramente un caso abbastanza limite. Ci sono familiari che sicuramente rimangono per massimo 90 giorni e se ne vanno...
Ma poi la questura cosa ha rilasciato a tua suocera? un documento..un qualcosa....di scritto...

ma in tutto questo...tua suocera ha sforato i 90 giorni...e di molto mi sembra di capire...come ha fatto a non beccarsi niente all'uscita alla frontiera?
COme ha fatto a dimostrare che era parente di un cittadino europeo senza niente per provarlo?
Per prassi doveva riceve una multa o peggio il divieto di entrare in italia..

Ora sono curioso di capire questa cosa.
Avatar utente
Wizardone
ESPLORATORE
ESPLORATORE
 
Messaggi: 117
Iscritto il: giovedì 5 giugno 2014, 9:47
Località: Napoli, Kharkiv
Residenza: Napoli,Kharkiv
Anti-spam: 42

Re: consiglio per il primo visto Italia

Messaggiodi vittorio_guido il martedì 9 giugno 2015, 20:51

Mia suocera ha i documenti che ha portato anche in ambasciata per provare il grado di parentela.
Ha un visto turistico multi entrata di validità 5 anni.(come vedi quindi fanno i turistici anche di lunga durata)
glielo hanno fatto proprio in virtù della parentela stretta.
Visto ottenuto Ovviamente in virtù della parentela stretta.
deve averli dietro per provare la parentela.
Entra ed esce con i pulmini e il primo confine è quello ungherese (credo) a fare il controllo.
Ma a detta sua, Vedono solo se ha il visto. Della data di ingresso e uscita non se ne curano.
Poi la multa è contestabile essendo parente......
se riesco posto la parte riguardante il famigliare Ue
Soltanto gli stupidi non sbagliano mai.....
Odessa Mama
Avatar utente
vittorio_guido
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 6358
Iscritto il: domenica 7 febbraio 2010, 22:09
Residenza: viareggio (Odessa vacanza)
Anti-spam: 56

Re: consiglio per il primo visto Italia

Messaggiodi andbod il martedì 9 giugno 2015, 22:00

Giusto per chiarimento la normativa Schengen prevede la possibilità generica di rilasciare visti turistici per soggiorni di breve durata di tipo C (soggiorno massimo consentito 90 giorni ogni 180) validi per lungo periodo (C1,C2,C5) esclusivamente a persone che forniscano le debite garanzie (parliamo di membri dei Parlamenti, Corte Costituzionale, imprenditori, persone note). Questa è la regola generale che vale per tutti i Paesi del mondo.

Esistono poi degli specifici accordi a livello internazionale con specifiche Nazioni che consentono, per alcune specifiche categorie di persone, di ottenere i visti C1, C2, C5 (o i normali visti C) se soddisfano alcune condizioni.

Oltre a questi esistono accordi specifici tra Nazioni (ad esempio : Ucraina e Polonia, Ucraina e Ungheria, Ucraina e Slovacchia, etc) che estendono, grazie a specifiche norme sulle migrazione o sul movimento locale dei Paesi aventi accordi in questo senso con la UE, la possibilità di ottenere visti C1, C2, C5.

Per fare esempi concreti la Russia ha un accordo particolare per cui i propri cittadini che vanno in vacanza in Italia e in passato hanno già ottenuto un visto Schengen hanno diritto ad ottenere un visto C2 o C5, i cittadini Ucraini che vanno a visitare dei parenti in Italia hanno diritto a un primo visto C1 e quindi C5, i cittadini Ucraini che conducono affari con l'Italia ad un C1, quindi C2, quindi C5, lo stesso i giornalisti, Procuratori, alti funzionari dello Stato, i cittadini Ucraini che hanno parenti Polacchi o Ungheresi o Polacchi hanno diritto ad un C5, chi abita vicino alle frontiere ad un C1 e quindi un C5.

Per i turisti Ucraini, a differenza dei Russi, non esiste nessun accordo particolare per i visti turistici e quindi vale la regola generale sui visti C1, C2, C5 che rende molto difficile ottenere un visto a lunga durata, questo vale purtroppo anche per i parenti stretti di cittadini UE che risiedono fuori dalla stessa. Generalmente un C1 viene rilasciato solo dopo 2-3 visti C mentre i C2 e C5 sono vere rarità.
Avatar utente
andbod
Admin
Admin
 
Messaggi: 7232
Iscritto il: domenica 7 dicembre 2008, 1:40
Residenza: Lviv Ucraina
Anti-spam: 56

Re: consiglio per il primo visto Italia

Messaggiodi Thomas il mercoledì 10 giugno 2015, 19:14

Thomas ha scritto:Primo visto per l'italia ottenuto dalla mia ragazza, richiesto per 21 giorni, il visto dura dall'8/8 al 12/9.

Mi correggo, dato che dalla felicità non ha visto il grande adesivo posto dietro il suo passaporto :lol:

C'è la richiesta di presentarsi entro 7 giorni dalla scadenza del visto presso l'ambasciata di Kiev o il VMS di Kiev o una delle sue filiali.
Per lei quindi basta andare alla filiale VMS di kharkov e farà tutto.
Avatar utente
Thomas
VIAGGIATORE
VIAGGIATORE
 
Messaggi: 32
Iscritto il: lunedì 29 settembre 2014, 14:08
Residenza: Milano
Anti-spam: 42

Precedente

Torna a Visto di ingresso





Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti