comprare auto in ucraina

Quattro chiacchiere tra amici, pettegolezzi e curiosita'. Si parla di tutto o quasi

comprare auto in ucraina

Messaggiodi flydream il martedì 9 agosto 2011, 9:19

ciao a tutti,
Vorrei comprare una Lada 2106 del 2006 e vorrei sapere un po' di informazioni. Se io decidessi di comprare auto in ucraina e intestarla a mia moglie che è di cittadinanza ucraina ma residente in italia,
- è difficoltosa e molto burocratica la prassi di passaggio di proprietà?
- posso mantenere l'immatricolazione ucraina visto che mia moglie è ucraina anche se è residente in italia? in questo modo eviterei spese di reimmatricolazione, bolli, bollini blu, collaudi vari ecc.
- posso poi eventualmente pagare l'assicurazione in italia con una nostra compagnia di assicurazione?
grazie :wink:
Avatar utente
flydream
ESPLORATORE
ESPLORATORE
 
Messaggi: 291
Iscritto il: venerdì 15 gennaio 2010, 12:08
Residenza: genova
Anti-spam: 56


Re: comprare auto in ucraina

Messaggiodi Forrest Gump il martedì 9 agosto 2011, 10:30

flydream ha scritto: è difficoltosa e molto burocratica la prassi di passaggio di proprietà?

Ho venduto la mia macchina prima della partenza da Kiev in 3 minuti. Facilissimo!!
Al mercato dell'auto di Kiev, che si tiene sabato e domenica, ci saranno centinaia di negozietti, roulotte ecc. che fanno solo questo.
Ovviamene si può andare da un qualsiasi notaio anche in città.
flydream ha scritto: posso mantenere l'immatricolazione ucraina visto che mia moglie è ucraina anche se è residente in italia?

Dove vuoi portare l'auto??
Se la porti in Italia, non è possibile mantenere la targa ucraina, a maggior ragione se tua moglie è residente in Italia.

Ti rispondo per analogia.
Dove vivo in Spagna, 2/3 della popolazione è straniera e si vedono targhe inglesi, tedesche ecc. ecc.
Ebbene, c'è uno speciale reparto della Polizia che ha il compito di individuare se la macchina è di un turista o di uno straniero residente.
Se la persona è residente anche di fatto, nel senso che trascorre 180 giorni in Spagna anche se non ha mai cambiato la residenza ufficiale, scatta la multa seguita dall'obbligo di targare "spagnolo" e di pagare la tassa di circolazione spagnola.

Se invece la vuoi tenere in Ucraina, credo che tua moglie debba avere quantomeno un domicilio in Ucraina (per es. a casa della madre) dove fare pervenire multe ecc. ecc.
flydream ha scritto: posso poi eventualmente pagare l'assicurazione in italia con una nostra compagnia di assicurazione?

Credo che l'assicurazione segua la targa.
Quindi targa ucraina, assicurazione ucraina, targa italiana, assicurazione italiana.
Da questo punto di vista, non avere premura di assicurare "italiano" se non nè hai l'obbligo, perchè in Italia le polizze costano circa 20 volte di più.
"L'uomo saggio aspetta il momento giusto, il pazzo lo anticipa, l'imbecille lo lascia passare". (tratto dal film "Mai arrendersi")
Avatar utente
Forrest Gump
Admin
Admin
 
Messaggi: 6201
Iscritto il: sabato 5 luglio 2008, 18:04
Località: Puerto Banùs (Spain)
Residenza: Kiev Ucraina
Anti-spam: 56

Re: comprare auto in ucraina

Messaggiodi moris.cn il martedì 9 agosto 2011, 10:58

se vuoi portare l'auto in italia e tenerla targata ucraina so per certo che basta che la intesti a una persona
ucraina (madre,padre o altre) e fai fare una procura per usarla in italiano o la fai tradurre.
per l'assicurazioe la devi pagare in ucraina con una assicurazione che ti rilasci la carta verde.
Avatar utente
moris.cn
ESPLORATORE
ESPLORATORE
 
Messaggi: 184
Iscritto il: sabato 3 aprile 2010, 11:54
Residenza: pistoia
Anti-spam: 56

Re: comprare auto in ucraina

Messaggiodi flydream il martedì 9 agosto 2011, 11:35

grazie a tutti per le esaurienti risposte :)
Avatar utente
flydream
ESPLORATORE
ESPLORATORE
 
Messaggi: 291
Iscritto il: venerdì 15 gennaio 2010, 12:08
Residenza: genova
Anti-spam: 56

Re: comprare auto in ucraina

Messaggiodi RomaLviv il martedì 16 ottobre 2018, 6:33

Rispolvero questo argomento sempre di attualità.

Voglio comprare una macchina in Polonia, portarla in Italia e girarci con targa polacca, mi hanno detto che é possibile, qualcuno ha esperienze da raccontare?
E quando pensi che sia finita e' proprio allora che comincia la salita.
Avatar utente
RomaLviv
MASTER
MASTER
 
Messaggi: 927
Iscritto il: sabato 15 novembre 2014, 18:00
Residenza: Roma
Anti-spam: 42

Re: comprare auto in ucraina

Messaggiodi peterthegreat il martedì 16 ottobre 2018, 14:11

CODICE DELLA STRADA:

I veicoli immatricolati in paesi diversi dall’Italia e di proprietà di cittadini residenti in Italia (anche con nazionalità diversa da quella italiana) possono circolare nel nostro Paese al massimo per un anno. Dopo un anno, i veicoli con targa straniera devono essere immatricolati nuovamente con targa italiana.

Il proprietario di un veicolo con targa straniera non è residente in Italia, ma in un qualsiasi Paese della Comunità europea: se il suo veicolo è immatricolato nello stesso Stato di residenza, la circolazione è permessa in Italia ed in tutta la Comunità Europea senza limiti temporali.

Se il proprietario di un veicolo con targa straniera risiede in un Paese extra-europeo, il veicolo può circolare in Italia per non più di sei mesi
Anche se tutti noi no!
La radici profonde non gelano!
Avatar utente
peterthegreat
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 5547
Iscritto il: martedì 29 gennaio 2008, 18:11
Residenza: Savona
Anti-spam: 42

Re: comprare auto in ucraina

Messaggiodi valkrav il martedì 16 ottobre 2018, 14:15

e se alla guida non e proprietario?
Миром правит не тайная ложа, а явная лажа
Avatar utente
valkrav
MASTER
MASTER
 
Messaggi: 835
Iscritto il: venerdì 30 dicembre 2011, 22:55
Residenza: Lucca
Anti-spam: 56

Re: comprare auto in ucraina

Messaggiodi markus il martedì 16 ottobre 2018, 15:24

Corretto quanto ha scritto Pietro, puoi acquistare una macchina in Polonia e portarla in Italia però entro un anno, se sei residente in Italia (indipendentemente dalla tua nazionalità), devi immatricolare il veicolo in Italia. Non so se, non essendo residente in Polonia, viene rilasciata targa polacca (dubito e se cosi fosse ci vuole un residente in Polonia, procura e possibili problemi in caso di “casini”).

Questo vale se acquisti un veicolo in UE o nazioni AELS, è una questione doganale.

Diverso se acquisti un veicolo in una nazione extra-comunitaria (non necessariamente Ucraina, puoi acquistare ad esempio una Jeep negli USA). Li al momento dell’entrata in Italia va chiesta l’autorizzazione della GdF. Ovviamente poi la macchina andrà sdoganata ed immatricolata in Italia.

Personalmente sono residente in Moldavia, ho (queste sono le regole) patente moldava ed ho acquistato una macchina in Moldavia quindi targhe moldave. Sono tranquillo perché so di essere “assolutamente in regola”. Per tranquillità mia ho copertura casco totale valida in tutta l’UE poi, visto che non è inclusa, quando vado in UE faccio la carta verde.

P.S. se una persona residente in Italia viene fermata alla guida di un veicolo con targhe extracomunitarie senza avere l’autorizzazione della GdF vi è multa e fermo amministrativo (sequestro del veicolo).
Avatar utente
markus
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 1828
Iscritto il: giovedì 13 marzo 2014, 12:18
Residenza: Basarabia
Anti-spam: 42

Re: comprare auto in ucraina

Messaggiodi dreamcatcher il martedì 16 ottobre 2018, 15:42

Scusate, aggiungo i miei due copechi che derivano però da esperienza personale, proprio per quanto riguarda la polonia.

Auto polacca intestata a cittadino polacco residente in polonia e guidata in Italia da cittadina polacca (ma questo importa poco) residente in Italia (questo invece è importante).

L'auto può essere guidata solo se l'utilizzatore è in possesso di delega del proprietario. Non so se, come mi è stato detto, occorra dimostrare il legame che si ha col proprietario (famigliare, datore di lavoro ecc ecc), sinceramente ne dubito.

Però resta il fatto che l'auto con targa polacca, assicurazione polacca (come si legge in ciò che ha riportato Pietro) e proprietario residente in Polonia, possa circolare in italia senza limiti di tempo.
Non essendo il proprietario fisicamente in Italia (altrimenti risulterebbe residente), l'utilizzatore dell'auto è autorizzato a circolare con targa polacca poichè in possesso di delega del proprietario.
Immagino che la delega vada prodotta anche in lingua italiana o quantomeno in inglese.
Avatar utente
dreamcatcher
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 7390
Iscritto il: giovedì 1 luglio 2010, 10:38
Residenza: Como
Anti-spam: 56

Re: comprare auto in ucraina

Messaggiodi Franco il martedì 16 ottobre 2018, 15:52

C'e' un boom in Italia di autoveicoli con targa straniera che circolano regolarmente. Credo che questa sia per una falla nella legislazione, mi spiego: potendo circolare senza limiti in EU e' difficile dimostrare che l'auto straniera sia in Italia da piu' di un anno, non essendoci piu' timbri che ne attestano l'entrata, a meno che non si prendono una sfilza di multe in Italia nell'arco di un anno.
Avatar utente
Franco
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 755
Iscritto il: mercoledì 4 luglio 2007, 23:29
Località: Roma

Re: comprare auto in ucraina

Messaggiodi dreamcatcher il martedì 16 ottobre 2018, 16:03

A proposito di quanto scritto da Franco, riporto questo documento:

h**p://www.asaps.it/downloads/files/2015_03_31-Quesito%20del%2025_03_2015-QUESITI%20VEICOLI%20STRANIERI.pdf
Avatar utente
dreamcatcher
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 7390
Iscritto il: giovedì 1 luglio 2010, 10:38
Residenza: Como
Anti-spam: 56

Re: comprare auto in ucraina

Messaggiodi markus il martedì 16 ottobre 2018, 16:09

Scusatemi, rileggendo mi sono accorto di essermi espresso male. Il veicolo deve avere targa della nazione nella quale “risiede” abitualmente.

La questione doganale si riferisce a veicoli con targhe extracomunitarie che si trovano in zona UE o nazioni AELS.

Ossia posso recarmi in UE con il mio veicolo con targhe moldave “per vacanze”. Dovessi decidere, ad esempio, di prendere residenza in Spagna avrò un anno di tempo per immatricolare la mia auto in Spagna.

@ Dream, di recente ho visto il caso di un cittadino rumeno regolarmente residente in Italia. Fermato 3 volte in Italia alla guida di un’auto con targa rumena intestata alla madre (che fra l’altro non ha patente).

Denuncia dei Carabinieri, il giudice, a seguito di ricorso, ha convalidato la multa e confermato il sequestro del veicolo. sembra che la patente del romeno è falsa quindi nei confronti della madre vi è il reato di “incauto affidamento” (ovviamente del veicolo della quale lei risulta essere proprietaria, questo mi sembra normale non si può affidare il proprio veicolo ad uno che non ha la patente).

Mio suggerimento personale fare le cose in regola e non prestare la macchina a nessuno, finché tutto va bene tutto tranquillo. Se capitano problemi dopo sono problemi.

A proposito, mi sembra che in Italia si può prestare la macchina a parente od amico al massimo per 30 giorni, dopo di che o ci vuole un contratto di comodato d’uso oppure l’iscrizione di chi è il conducente abituale presso la motorizzazione.
Avatar utente
markus
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 1828
Iscritto il: giovedì 13 marzo 2014, 12:18
Residenza: Basarabia
Anti-spam: 42

Re: comprare auto in ucraina

Messaggiodi peterthegreat il martedì 16 ottobre 2018, 16:16

DAL GIORNALE AUTOMOTO



Tutti turisti in visita nel Belpaese?

Qualche dubbio è lecito nutrirlo, visto che a girare con vetture con targhe rumene, ungheresi, bulgare o di altri Paesi europei, è più facile evitare di incorrere in sanzioni o controlli fiscali, oltre a godere di tariffe assicurative assolutamente risibili rispetto alle nostre.

E così, anche grazie alla quasi certezza d’impunità dovuta a controlli quasi inesistenti, si moltiplicano i “furbetti“ che pur avendo residenza in Italia guidano auto con targa straniera.

Ma la legge, giustamente, prevede che residenza e targa del veicolo posseduto debbano coincidere, concedendo, come previsto dall’art. 32 comma del Codice della Strada che "autoveicoli, motoveicoli e rimorchi immatricolati in uno Stato estero (...) sono ammessi a circolare in Italia per la durata massima di un anno, in base al certificato di immatricolazione dello Stato di origine”; oltre il limite dei dodici mesi scatta l’obbligo di reimmatricolazione del veicolo, la cui inosservanza può essere punita con sanzioni da 84 a 335 euro.

Per far scattare una multa per mancata reimmatricolazione con targa italiana di un veicolo straniero basta essere trovati al volante dello stesso mezzo per tre volte, in un periodo di tempo superiore ai sei mesi.

Una condizione che trova conferma nella sentenza 265 dello scorso 20 dicembre emessa da un Giudice di Pace di Pavullo nel Frignano, in provincia di Modena, con la quale un automobilista comunitario, stabilmente residente in Italia, si è visto confermare la sanzione inflittagli dai Carabinieri per mancata reimmatricolazione di un'auto rumena intestata alla madre (a sua volta priva di patente di guida, ca va sans dire…), su cui era stato trovato al volante per tre volte nell'arco di dieci anni.

Il giudice, inoltre, non ha ritenuto valida l’obiezione presentata dal conducente che il veicolo aveva superato nel gennaio dello scorso anno la revisione in Romania.

La macchina, una Volkswagen Passat, è stata anche sottoposta a fermo amministrativo per incauto affidamento da parte del proprietario, visto che al momento del controllo il guidatore aveva mostrato una patente rumena che gli uomini dell'Arma hanno identificato come falsa, condizione che ha fatto scattare l’ulteriore provvedimento a suo carico.



Attenzione perche' adesso stanno dando un giro di vite.
Anche se tutti noi no!
La radici profonde non gelano!
Avatar utente
peterthegreat
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 5547
Iscritto il: martedì 29 gennaio 2008, 18:11
Residenza: Savona
Anti-spam: 42

Re: comprare auto in ucraina

Messaggiodi dreamcatcher il martedì 16 ottobre 2018, 16:20

markus ha scritto:@ Dream, di recente ho visto il caso di un cittadino rumeno regolarmente residente in Italia. Fermato 3 volte in Italia alla guida di un’auto con targa rumena intestata alla madre (che fra l’altro non ha patente).


Sicuramente è una questione complicata, però senza volerti contraddire , bisogna capire se l'auto fosse solo intestata alla madre o la madre avesse concesso l'utilizzo dell'auto al figlio residente in italia con tanto di delega a condurre (cosa che giustamente, da qualche tempo è necessaria anche tra italiani, se si utilizza un'auto non propria, o nel caso di stesso nucleo famigliare, occorre dimostrare appunto il legame e la stessa residenza).

Inoltre, anche qui parlo per esperienza personale, nulla vieta di comprare un'auto o di intestare un'auto a persona sprovvista di patente. Questa cosa l'ho contestata perfino alla mia ex compagnia assicurativa.
In pratica, mio padre oltre che essere proprietario dell'auto, era intestatario della RC, pur essendo malato di SLa e quindi impossibilitato a guidare.

Nel caso riportato da Markus, c'è anche la questione della patente falsa del ragazzo rumeno, che tra l'altro essendo residente in italia da più di un anno (suppongo) avrebbe dovuto chiederne la conversione.
Il problema non sta tanto quindi nella targa rumena, ma nella guida senza patente di un veicolo non proprio. Mi pare ovvio che scatti il sequestro del mezzo.

Nel caso invece di cittadino residente in italia munito di delega a condurre un'auto con targa straniera intestata a persona non residente in Italia, il problema principale riguarda l'assicurazione, perchè questa potrebbe coprire i danni provocati dall'intestatario ma non dall'effettivo guidatore.
E questo è pressoché impossibile da scoprire in un'assicurazione redatta in polacco. Chiaramente in caso di responsabilità in un sinistro, il guidatore dovrebbe poi risarcire i danni di tasca propria ma con molta probabilità si dichiarerebbe impossibilitato a farlo.
Avatar utente
dreamcatcher
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 7390
Iscritto il: giovedì 1 luglio 2010, 10:38
Residenza: Como
Anti-spam: 56

Re: comprare auto in ucraina

Messaggiodi dreamcatcher il martedì 16 ottobre 2018, 16:30

peterthegreat ha scritto:Una condizione che trova conferma nella sentenza 265 dello scorso 20 dicembre emessa da un Giudice di Pace di Pavullo nel Frignano, in provincia di Modena, con la quale un automobilista comunitario, stabilmente residente in Italia, si è visto confermare la sanzione inflittagli dai Carabinieri per mancata reimmatricolazione di un'auto rumena intestata alla madre (a sua volta priva di patente di guida, ca va sans dire…), su cui era stato trovato al volante per tre volte nell'arco di dieci anni.


Anche qui non si parla di delega.

Non fraintendetemi, non voglio fare l'avvocato del diavolo per tanti che tra l'altro non mi stanno particolarmente simpatici (alla fine le auto con targa straniera intestate a gente che vive all'estero sono esenti dal pagamento di qualsiasi infrazione, e via dicendo), ma voglio rimarcare il fatto che molto è a discrezione di chi interpreta la legge.

Come detto, conosco una signora polacca residente in Italia da moltissimi anni (credo che abbia la carta di soggiorno a tempo indeterminato da un bel po') che circola con auto targata polonia. E' stata fermata varie volte, ha sempre mostrato patente (polacca, perchè in formato europeo e conseguita prima di essersi trasferita in Italia), libretto di circolazione, delega a condurre (auto intestata alla sorella), assicurazione (polacca) e carta verde, che ora non serve più.

Dubito che in tanti anni non abbia incontrato anche un solo pubblico ufficiale che non abbia provato a contestarle qualche irregolarità.
Avatar utente
dreamcatcher
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 7390
Iscritto il: giovedì 1 luglio 2010, 10:38
Residenza: Como
Anti-spam: 56

Prossimo

Torna a Il caffè di Ucraina Viaggi





Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti