Cercasi residenti a Leopoli

Come aprire una attivita' di lavoro ucraina, la burocrazia, le problematiche, i consigli, i settori di commercio...

Cercasi residenti a Leopoli

Messaggiodi Impero36 il venerdì 26 luglio 2013, 19:05

Buon giorno a tutti, riscrivo dopo molto.... causa impegni lavorativi. Dopo circa 3 anni di esperienza (turista-osservatore) in Ucraina e stanco della vita in Italia ho deciso di prendermi 90 giorni di meditazione a Leopoli.
Questa "meditazione" mi servirà per capire se l'Ucraina ha le potenzialità per l'investimento dei miei 4 soldi.
Ho consultato ed incontrato personalmente i vari direttori e responsabili della Camera di Commercio italiana per l'Ucraina e da studi personalmente commissionati ($$$) sono emerse buone possibilità di aprire una realtà imprenditoriale a Leopoli, sempre sotto l'ombrello "politico-economico" della CCIPU.
Sicuramente aprire attività in Ucraina senza l'appoggio (ombrello) di una forte organizzazione politico-economica risulterebbe da suicidio, comunque questo succede anche in Italia....
Premessa, ho avuto per molti anni attività di mia proprietà nell' EX ricco NordEst e sono edotto sulle difficoltà burocratiche, economiche etc... che si possono trovare in UA, ma il pericolo è sempre dietro l'angolo.
Vorrei cortesemente essere contattato da iscritti al forum e residenti a Leopoli per scambiare quattro chiacchiere per meglio valutare le possibilità di un trasferimento e anche per avere un riferimento in loco.
Non ho una ragazza in Ucraina e non vado per donne,da buon Veneto sono più interessato agli affari....buoni affari e poi si vedrà....
Per un contatto XXXXXXXXXXXX.
Ringrazio per la cortesia e auguro a tutti una buona giornata.
Avatar utente
Impero36
TURISTA
TURISTA
 
Messaggi: 6
Iscritto il: lunedì 31 gennaio 2011, 5:09
Residenza: Torre di Mosto
Anti-spam: 56


Re: Cercasi residenti a Leopoli

Messaggiodi Ciorni.voran il venerdì 26 luglio 2013, 19:45

Ciao,gli indirizzi di mail personali vanno scambiati in privato, per il momento te l'ho nascosto poi l'amministratore deciderà se sbloccarti i messaggi privati o pubblicare la mail.

Io non sono residente a Leopoli ma l'Ucraina presenta gli stessi caratteri in tutto il paese.Intanto che aspettiamo ti faccio due considerazioni di carattere filosofico.

1)Se l'Ucraina fosse terreno fertile per gli affari gli imprenditori italiani non si conterebbero sulle dita delle mani e dei piedi ma sarebbero migliaia

2)Il valore opportunità del denaro,ovvero quello che tu otterresti investendo il tuo denaro diversamente è altissimo per cui la tua attività economica deve rendere molto di più di quello che otterresti investendo nel mercato finanziario...con molti meno rischi... mia opinione.

3)Investimenti in Ucraina con pochi soldi non è possibile farne.A meno che tu non produci e vendi opere dell'ingegno.Se vuoi aprire attività aperte al pubblico o con beni strumentali ti infilano in una morsa da cui farai fatica a liberarti indenne.

4)la protezione in Ucraina serve solo per "poter lavorare", non garantisce nessun privilegio...è un lasciapassare punto e basta

5)Un imprenditore difficilmente può lavorare solo di capitali propri e i tassi creditizi sono ASTRONOMICI da un 20 a un 60% a seconda se si forniscono o meno garanzie.

6)Chi guadagna qua , tra i comuni mortali, lo fa sommando varie entrate tra cui l'attività produttiva spesso è quella meno redditizia...affitti + depositi + attività produttiva.

7)Fidati il giusto delle Camere di Commercio anche se questa nello specifico non la conosco e quindi non posso dirti niente di preciso.

In bocca al lupo.
Il Mondo alla rovescia, quello del male, della follia distruttiva e dell’assurdo è difeso e costruito da un esercito di “medici pietosi”, di anime belle allo specchio, di persone che vanno dove le porta il cuore avendo lasciato la testa a casa.
Avatar utente
Ciorni.voran
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 3331
Iscritto il: venerdì 13 novembre 2009, 23:43
Residenza: Territori di steppa
Anti-spam: 42

Re: Cercasi residenti a Leopoli

Messaggiodi Forrest Gump il sabato 27 luglio 2013, 9:14

Aggiungo alle sagge parole di Ciorni.Voran che hai un grossissimo vantaggio: hai fatto impresa in Italia! :mrgreen:
Tutto il resto in confronto ti sembrerà come acqua fresca.

La vera difficoltà secondo me è che devi partire da persone di fiducia e tu non hai una famiglia ucraina.
In Ucraina è molto difficile che estranei facciano qualcosa per te in cambio di niente, anzi diffida di coloro che si fanno avanti con questi buoni intenti.

Trovati una ragazza seria. Se sei sposato, trova una ragazza seria a tuo figlio, cugino, fratello.
E' il primo passo, la pietra angolare sulla quale reggerà la tua attività di fronte alle inevitabili "scosse" esterne che la metteranno a dura prova.

Come paese per investire, 10, 100, 1000 volte meglio che a casa nostra.
E non perchè l'Ucraina sia un paradiso, ma perchè il nostro paese è un inferno per l'impresa.
Basta analizzare i dati che parlano di fuga continua: dalle grandissime imprese a quelle medio piccole.
"L'uomo saggio aspetta il momento giusto, il pazzo lo anticipa, l'imbecille lo lascia passare". (tratto dal film "Mai arrendersi")
Avatar utente
Forrest Gump
Admin
Admin
 
Messaggi: 6831
Iscritto il: sabato 5 luglio 2008, 18:04
Località: Tra Marbella e Kiev
Residenza: Kiev Ucraina
Anti-spam: 42

Re: Cercasi residenti a Leopoli

Messaggiodi Ciorni.voran il sabato 27 luglio 2013, 13:17

Saggezza per saggezza vorrei ribadire un concetto.Notizia di oggi.Le imprese italiane si ritengono strozzate perchè pagano interessi sul debito in una forbice che svaria dal 4,36 al 4,85%.In Ucraina devi moltiplicare per 5 o per 10.Quante persone possono reggere lavorando solo con capitali propri nel lungo periodo?

Con 100.000 euro investiti in grivni guadagni (devi però essere residente),senza grossi rischi nella prima banca del paese 15mila grivni al mese.E se puoi capitalizzare gli interessi arrivi in breve a cifre importanti.Questa somma in Ucraina vale almeno il doppio di una equivalente retribuzione italiana poichè le spese condominiali,la tassazione sulla casa,le assicurazioni e tutte le utenze domestiche hanno costi irrisori.E queste in Italia dimezzano la retribuzione di un lavoratore dipendente che guadagna bene.Io spendo strutturalmente 300 euro al mese in due e 60 sono di sigarette purtroppo.Una microinpresa, come un negozietto di generi alimentari rionale,se ci compri i muri (consigliabile) non potrai avviarlo con meno di 100mila euro o dollari e i guadagni si aggirano sui 4/500 dollari al mese.

Con 300mila euro arrivi a 4500 euro al mese e vale il discorso come sopra.Questo significa che se fai impresa dovrai guadagnare a rigor di logica almeno il doppio o il triplo con questo tipo di investimento, 15mila euro al mese...impossibile.

Considera che l'Ucraina ha un economia sottile e il crollo del principale istituto di credito del paese,che tiene in pancia oltre la metà del risparmio privato e corporativo della nazione farà cascare direttamente o indirettamente tutte le attività produttive a causa del decadimento dello scenario macro-economico.Ma prima che succeda il governo dovrà intervenire per forza per tentare di salvarlo pena il tracollo di tutta l'economia.molto chiaramente dipende anche dal tipo di attività che si vuole intraprendere.
Il Mondo alla rovescia, quello del male, della follia distruttiva e dell’assurdo è difeso e costruito da un esercito di “medici pietosi”, di anime belle allo specchio, di persone che vanno dove le porta il cuore avendo lasciato la testa a casa.
Avatar utente
Ciorni.voran
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 3331
Iscritto il: venerdì 13 novembre 2009, 23:43
Residenza: Territori di steppa
Anti-spam: 42

Re: Cercasi residenti a Leopoli

Messaggiodi Impero36 il sabato 27 luglio 2013, 14:51

Grazie per i consigli, vedo che nel 99,9% dei casi viene sconsigliato l'investimento in Ucraina, il forum è pieno di avvertimenti ed anatemi contro gli investimenti privati, vorrei spezzare una lancia a favore dell'Ucraina, da studi effettuati da enti (pubblici e privati) e da dati economici reali possiamo dire che l'Ucraina non è il paradiso dell'imprenditore, ma nemmeno l'inferno. Chiedetevi se in Italia se è conveniente fare l'imprenditore.
Il sistema bancario è parte del FMI e di altri organismi internazionali che garantiscono i crediti ed investimenti, non a caso la BERS, la BEI e altri organismi europei stanno investendo molti milioni di euro in Ucraina in molti settori economici. Provate a cercare "fondi europei per l'ucraina", non riescono nemmeno a dare tutti soldi stanziati per mancanza di richieste ed idee, molti pensano che non esistano nemmeno tali opportunità.
Il problema dei pochi imprenditori italiani nel territorio ucraino.... in Italia l'imprenditore che non fallisce è un genio della finanza, nel mio caso sono riuscito a vendere le mie attività discretamente senza farmi male ( ma non sono un genio), oppure non chiude perchè non ha nemmeno i soldi per pagare TFR, debiti con banca,stato e varie. Altro caso (sempre più raro) vivacchia con stipendio da dipendente e ringrazia tutti i santi ogni giorno.
Altresì sino al 2012 (europei di calcio) molti non conoscevano nemmeno l'Ucraina, diciamo che la non conoscenza del paese è un bene da un lato.... infatti "più gente entra, più bestie si vedono".
Quante persone hanno avuto esperienza di business diretto in UA?....non il solito "ho amico che...", "mi hanno riferito", queste sono discorsi da bar... fare impresa è una vocazione ed un grosso rischio in tutti i paesi del mondo, non solo in Ucraina.
Io penso che non sia facile fare impresa in UA, ma in Italia, si? Qualcuno di voi è un'imprenditore? Anche se si vive in UA da 20 anni e non si hanno esperienze imprenditoriali personali non è possibile conoscere le vere problematiche del settore.

Per informazione la "Camera di Commercio italiana per l'Ucraina" è organo costituzionale italiano che collabora con l'I.C.E. ,il consolato a Kiev e tutti gli organi statali e locali ucraini ed ha una sede a Torino, Leopoli e ultimamente a Kiev.
Io penso che molte persone parlino per partito preso e senza dati reali ed aggiornati.
Per informazione non devo aprire bar, pizzerie e bazar di sorta in UA, penso che siano investimenti non proficui se non nei lunghi termini e con una buona dose di fortuna.
Ci sono settori di nicchia, per esempio i biocombustibili liquidi i o altri che sono di assoluta novità per il mercato ucraino, ma con forte richiesta in EU, non a caso il parlamento Ucraino ha legiferato in merito nei primi mesi del 2013.
Chiedete ai tedeschi,finlandesi,belgi,austriaci, svizzeri,etc.... perchè vanno ad investire in UA, l'Italia anche in questo caso è nelle retrovie...
Anche se siamo andati fuori tema.....
mi scuso per l'inserimento della mail....
ringrazio per l'attenzione e auguro una buona giornata.....
P.S. attendo risposte....
Avatar utente
Impero36
TURISTA
TURISTA
 
Messaggi: 6
Iscritto il: lunedì 31 gennaio 2011, 5:09
Residenza: Torre di Mosto
Anti-spam: 56

Re: Cercasi residenti a Leopoli

Messaggiodi andbod il sabato 27 luglio 2013, 14:59

Sono residente a Lviv ormai da abbastanza anni per conoscere in maniera abbastanza articolata la realta' Ucraina, soprattutto quella imprenditoriale visto che qui faccio questo di mestiere e, purtroppo, oltre alla mia personale esperienza piu' volte mi e' capitato di raccogliere le testimonianze dirette di Italiani che, senza esperienza sono arrivati in Ucraina pensando di trovare una realta' fertile dal punto di vista economico quanto e' fertile la sua terra.

Intendiamoci, essendo l'Ucraina un Paese di contrasti, e' valida sia la verita' di Ciorni che descrive l'Ucraina come un Paese in cui fare affari e' impossibile (in alcuni settori), sia quella di Forrest che sostiene che qui ci siano possibilita' che si trovano difficilmente altrove.

Il vero punto focale di tutto questo e' il tipo di attivita' che si vuole intraprendere e come si vuole organizzare la stessa. Mi permetto di dare alcuni consigli in questo senso :
1) Dimenticati di prendere qualsiasi prestito perche' sara' fronte solo di problemi. La regola imprenditoriale che dice che tutto cio' che e' strumentale per l'attivita' dovrebbe essere acquistato in leasing e/o con finanze di terzi in Ucraina non esiste: o si hanno capitali propri o meglio non iniziare.
2) Se pensi di intraprendere un'attivita' aperta al pubblico o che possa andare incontro agli interessi di un oligarca locale, meglio non iniziare. In Ucraina non esiste la Legge commerciale, punto. Si possono poi fare delle distinzioni ma se un'oligarca decide che la tua attivita' gli interessa, il giorno dopo troverai un nuovo proprietario e ti andra' ancora bene se non avrai problemi di incolumita' personale. Lo stesso vale se un concorrente decide che devi chiudere. Le uniche attivita' che in Ucraina, a mio avviso, hanno senso sono quelle legate alla terzializzazione di servizi (sviluppo software, data entry, call center, service contracting, staffing), dell'ingegno e, con alcuni limiti, la semi-lavorazione di merci destinate ai mercati esteri. Assolutamente da dimenticare, soprattutto a Lviv : ristorazione (piu' di un Italiano si e' trovato a cedere gratis le proprie attivita'), import e architettura/design (qui gli architetti non servono a fare progetti ma a far avere i documenti necessari ai lavori). Piu' l'attivita' non e' visibile e meglio e' perche' si eviteranno spiacevoli problemi.
3) Senza essere residenti e' molto difficile fare business. Le cose sono leggermente migliorate con la recente normativa sul lavoro ma se non si ha un permesso di lavoro non si puo' praticamente condurre nessuna attivita' : anche stringere la mano ad un potenziale cliente o partecipare ad una riunione del management della propria azienda e' illegale e comporta sanzioni importanti. Inoltre senza essere residenti si e' praticamente obbligati (altrimenti l'operativa dell'azienda sara' praticamente nulla) ad avere un direttore d'azienda Ucraino che deve essere una persona di affidabilita' assoluta visto che, privo da qualsiasi vincolo, potra' disporre dell'azienda come meglio crede. Anche utilizzando formule civilistiche complesse per limitare l'indipendenza del Direttore, lo stesso di fatto ha un grande tasso di indipendenza garantito dalla Legge.
4) Senza conoscere la lingua (Russo o Ucraino) fare affari e' veramente complesso sia perche' la burocrazia locale richiede un continuo colloquio con le istituzioni locali, sia perche' se non capisci quello che viene detto durante le conversazioni ti spenneranno in continuazione: qualsiasi persona dall'interprete, al notaio, all'avvocato, al taxi, vi applichera' tariffe pari a 3-4 volte il prezzo normale.
5) Fai attenzione a quello che le istituzioni Italiane in loco promettono, ricordandosi che non sono enti di beneficienza ma enti commerciali che vendono i propri servizi. Non commettere l'errore di considerare come "ombrello" o come "tetto" (come viene detto qui in Ucraina, usando un termine russo) un'ente Italiano. Gli Ucraini sono per natura diffidenti e abituati a creare circoli molto chiusi per il controllo del potere. Pur lavorando e trattando con stranieri non permetteranno mai ad uno straniero di far parte di questi circoli e quindi, per tanto potere posse avere un'istituzione Italiana sul territorio, sara' sempre fuori dal "giro che conta" e non potra' garantire nessuna forma di protezione o altro, magari giusto il contatto con la persona giusta che non garantisce pero' la buona riuscita di un progetto. Tempo fa c'e' stata la testimonianza diretta di un Italiano che si e' rivolto proprio allo stesso ente e poi si e' trovato con un camion di merce bloccato senza che potessero fare nulla. Questo non significa per forza che non servano a nulla ma vanno giusto bene per avere informazioni generali sul mercato e sulla realta' locale o, soprattutto il Console qui a Lviv, persona squisita, per risolvere problemi gravi quando si dovessero presentare.
6) Qualsiasi attivita' intraprenderai acquista i muri : i contratti di affitto non valgono quanto la carta su cui sono scritti e se il proprietario vede che l'attivita' va bene, raddoppiera' il canone, prendere o lasciare.

Con tutti i rischi gia' citati e ribaditi da Ciorni, gli investimenti finanziari sono certamente tra quelli che rendono maggiormente ma bisogna essere residenti, stare attentissimi a come evolve il mercato e non saranno eterni, visto che gli interessi sui depositi sono in lieve ma costante discesa.

Se cerchi sul forum troverai molte esperienze e dettagli sul cosa significare fare business in Ucraina.
Avatar utente
andbod
Admin
Admin
 
Messaggi: 7232
Iscritto il: domenica 7 dicembre 2008, 1:40
Residenza: Lviv Ucraina
Anti-spam: 56

Re: Cercasi residenti a Leopoli

Messaggiodi andbod il sabato 27 luglio 2013, 15:17

Impero36 ha scritto:non a caso la BERS, la BEI e altri organismi europei stanno investendo molti milioni di euro in Ucraina in molti settori economici. Provate a cercare "fondi europei per l'ucraina", non riescono nemmeno a dare tutti soldi stanziati per mancanza di richieste ed idee,


Gli investimenti fatti da questi enti sono generalmente appannaggio degli enti pubblici Ucraini. Per ora i fondi riservati alle aziende sono estremamente ridotti e difficili da ottenere in quanto hanno un taglio medio-alto nel settore del gas, avio, industria pesante, visto che questi enti sanno benissimo che solo questi business hanno, per ora, senso di esistere in Ucraina. Generalmente le aziende destinatarie sono si europee, ma controllate dai grandi oligarchi locali.

Impero36 ha scritto:Per informazione la "Camera di Commercio italiana per l'Ucraina" è organo costituzionale italiano che collabora con l'I.C.E. ,il consolato a Kiev e tutti gli organi statali e locali ucraini ed ha una sede a Torino, Leopoli e ultimamente a Kiev.


Purtroppo questo in Ucraina non vuol dire molto, se non nulla. Come detto nel precedente post almeno un Italiano, per la verita' due, che si sono appoggiati a questi Enti hanno avuto problemi che non sono riusciti a risolvere. Io stesso prima di iniziare la mia attivita' mi sono rivolto all'ICE che ha dato utilissimi dati ma senza l'appoggio di una "persona che conta" Ucraina non sarei andato oltre all'aprire l'azienda.
Cercare di arrivare a chi conta tramite un ente straniero ti creera' piu' problemi che altro, primo tra tutti la mancanza di vantaggio competitivo dovuto al fatto che ci sara' un intermediario di mezzo e che gli eventuali partner Ucraini sapranno di parlare con chi conosce il mercato solo sui numeri.

Impero36 ha scritto:Ci sono settori di nicchia, per esempio i biocombustibili liquidi i o altri che sono di assoluta novità per il mercato ucraino, ma con forte richiesta in EU, non a caso il parlamento Ucraino ha legiferato in merito nei primi mesi del 2013.


Questo e' sicuramente importante perche' non sono settori "tradizionali" ma bisogna fare estremamente attenzione perche' il settore dei combustibili e' controllato da un cartello di pochissime persone e andare a toccare i loro interessi puo' rappresentare un rischio. Un business in questo settore, a mio avviso, puo' avere senso solo se fatto in maniera tale da non toccare gli interessi locali.

Riguardo alle Leggi in Ucraina hanno un valore molto relativo : il fatto che una Legge esista oggi non vuole assolutamente dire che esistera' domani. Non esiste alcuna programmazione e le Leggi vengono ordinate da uno stretto gruppo di persone che le emana e suo uso e consumo. Se oggi hanno bisogno di spingere un settore, non e' detto che domani decidano invece di farlo morire, magari perche' hanno concorrenza straniera e la vogliono eliminare visto che comunque le azienda di chi conta in Ucraina sono completamente sopra alla Legge e praticamente esenti da tassazione.

Impero36 ha scritto:Chiedete ai tedeschi,finlandesi,belgi,austriaci, svizzeri,etc.... perchè vanno ad investire in UA, l'Italia anche in questo caso è nelle retrovie...


Conosco personalmente danesi (tra i primi investitori nel paese), polacchi e svizzeri che hanno investito in Ucraina. La maggior parte hanno chiuso e sono tornati nel loro Paese dopo i primi due anni di attivita'. Gli investimenti stranieri privati in Ucraina sono certamente in crescita ma molto ridotti rispetto e quelli istituzionali che la fanno da padrone (soprattutto nel 2012 quando sono stati investiti diversi miliardi di USD per gli Europei).
Gli unici settori in cui gli imprenditori stranieri, fino ad oggi, hanno fatto fortuna sono quell gia' indicati nel post precedente, il resto e' un mercato chiuso ad appannaggio dei pochi che controllano le fila del potere.
Avatar utente
andbod
Admin
Admin
 
Messaggi: 7232
Iscritto il: domenica 7 dicembre 2008, 1:40
Residenza: Lviv Ucraina
Anti-spam: 56

Re: Cercasi residenti a Leopoli

Messaggiodi Impero36 il sabato 27 luglio 2013, 15:38

Scusate, ma cosa fate Voi in Ucraina.....?!?! :?
Questo non funziona, l'altro è uno schifo, corruzione, fame e miseria.... sembra che sia un paese di arrivisti e mafiosi.... forse dovremmo fare uno stato unico tra Italia e Ucraina.
Io conosco imprenditori italiani che operano in Ucraina con i normali problemi da imprenditore.
Per informazione i fondi BERS, BEI etc.... non sono solo per determinati settori, sono fondi strutturali per le PMI e microimprese. Altri fondi sono specifici per specifici settori (energia,ricerca...etc..).
E' la solita litania italiotta, piagnistei e disfattismo.... non cambieremo mai.
Pensate io ho lavorato come dipendente pubblico per molti anni (tempo indeterminato) e mi sono licenziato perchè mi ero stancato di vivere con 1400€ con una media "lavorativa" di 36 ore settimanali.
ringrazio tutti, ma nessuno vuole incontrare il sottoscritto a Leopoli per un sano confronto e per vedere con i miei occhi cosa hanno fatto gli imprenditori italiani dopo anni di residenza fuori dal patrio suol.
...penso ben poco.... altrimenti avrei ricevuto qualche invito, tutti gli imprenditori sono orgogliosi della propria azienda e mostrarla ad un connazionale in visita sarebbe motivo di vanto....
Avatar utente
Impero36
TURISTA
TURISTA
 
Messaggi: 6
Iscritto il: lunedì 31 gennaio 2011, 5:09
Residenza: Torre di Mosto
Anti-spam: 56

Re: Cercasi residenti a Leopoli

Messaggiodi Ciorni.voran il sabato 27 luglio 2013, 16:31

Quanti pensi siano gli imprenditori italiani a Leopoli che casualmente scrivono anche su queste pagine?Hai già avuto la risposta di un imprenditore a Leopoli che già è impegnato nel mercato locale...se non ti piace prova a fare impresa qua e poi riferisci...Questo è uno dei paesi più corrotti del Mondo.Sono numeri statistici,dietro al quale si trovano solo i paesi africani e alcuni paesi del Sud America...Se fosse possibile fare impresa con successo sarebbero tutti qua e invece piano piano se ne vanno tutti.

Quasi tutte le banche europee hanno abbandonato le loro posizioni o si stanno apprestando a farlo.Commerzbank per prima (e dici poco!),Swedbank (Svezia) Erste Bank (austriaci).La Praveks (Gruppo S.Paolo) è in vendita,si vocifera anche di Unikredit.E se abbandonano colossi di questo calibro un motivo ci sarà.E considera che qua le banche guadagnano molto di più che in Europa.

Mi piacerebbe anche sapere quante microimprese italiane hanno avuto accesso ai fondi di cui parli qua in Ucraina.Poi si può fare tutto ma rimane sempre le domanda fondamentale:quanto deve guadagnare una impresa in un paese dove le banche offrono depositi dal 16 al 22% in valuta locale per avere un senso.E se anche per miracolo accedi ai finanziamenti europei cosa farai dopo che l'accesso al credito ti è completamente precluso?

Poi si tratta comunque di discorsi molto generici che dipendono dal tipo di attività che si intende svolgere...se a uno sono sufficienti un ufficio e dei computer sarà diverso da chi ha attività aperte al pubblico o deve acquistare macchinari, affittare capannoni industriali e così via...
Il Mondo alla rovescia, quello del male, della follia distruttiva e dell’assurdo è difeso e costruito da un esercito di “medici pietosi”, di anime belle allo specchio, di persone che vanno dove le porta il cuore avendo lasciato la testa a casa.
Avatar utente
Ciorni.voran
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 3331
Iscritto il: venerdì 13 novembre 2009, 23:43
Residenza: Territori di steppa
Anti-spam: 42

Re: Cercasi residenti a Leopoli

Messaggiodi Impero36 il sabato 27 luglio 2013, 16:49

Per corruzione l'Italia è paragonata al Ghana e Macedonia.....quindi.....
Per il discorso banche basti vedere il Monte dei Paschi di Siena.... quindi...
Se non si conosce il funzionamento dei fondi europei e di altri enti nazionali e regionali meglio soprassedere nel dare giudizi.... Per informazione tramite la Fi..st s.p.a. (en) allo scrivente era stato proposto un finanziamento a tasso agevolato al 2,5% con quota capitale (Fi..st s.p.a.) del 25% per importo sul progetto di 1.200.000€ .
Il progetto redatto e fatto dal sottoscritto su bio-carburanti di 2a generazione e sempre per comprendere le potenzialità della "famigerata" Ucraina è prevista l'esenzione fiscale 100% sino al 2020, esenzione dazio ed Iva sui beni importati.
Certo se uno apre la bottega all'angolo della strada difficilmente è "nel giro"....
comunque ribadisco che il sottoscritto aveva aperto la discussione per conoscere qualche "imprenditore" operante in loco anche per bere un caffè....
...mi sembra che anche i moderatori vadano fuori tema..... senza subire censura.... anche questa è Italia....
ringrazio tutti e auguro buona permanenza nel bel paese.....
Avatar utente
Impero36
TURISTA
TURISTA
 
Messaggi: 6
Iscritto il: lunedì 31 gennaio 2011, 5:09
Residenza: Torre di Mosto
Anti-spam: 56

Re: Cercasi residenti a Leopoli

Messaggiodi Ciorni.voran il sabato 27 luglio 2013, 17:24

Ma noi viviamo in Ucraina...paese che frequento da oltre 15 anni.Roba vecchia la tua...roba vecchia...conosci poco questo paese...buona fortuna...le banche non vanno via perchè fanno le truffe nei consigli di amministrazione ma perchè i grossi debitori comprano i giudici che sentenziano che un contratto di mutuo non è da considerarsi un contratto di credito ad esempio...e questo è Unikredit,la seconda banca d'Europa...non siamo io e te...e più il progetto è grosso e più rischi...tanti saluti
E non sputtanare l'Italia...troppo facile...troppo comodo adesso...perchè se oggi vai in giro a fare quello che fai lo devi non solo alle tue capacità ma ha quello che ti ha permesso di fare questo paese nel passato.Le risposte le cancello.
Il Mondo alla rovescia, quello del male, della follia distruttiva e dell’assurdo è difeso e costruito da un esercito di “medici pietosi”, di anime belle allo specchio, di persone che vanno dove le porta il cuore avendo lasciato la testa a casa.
Avatar utente
Ciorni.voran
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 3331
Iscritto il: venerdì 13 novembre 2009, 23:43
Residenza: Territori di steppa
Anti-spam: 42

Re: Cercasi residenti a Leopoli

Messaggiodi Legione il sabato 27 luglio 2013, 18:51

Dai ragazzi, è un bel forum questo, e l'argomento è interessante, non è il caso di "scaldarsi" tanto... è pieno in internet di forum-solo-insulti non facciamo diventare questo tale...
Italia e Ucraina sono entrambi paesi con pro e contro... ovviamente il tema è delicato, capisco Impero che magari sperava di trovare più sostenitori al suo progetto, ma comprendo anche tutti quelli che hanno sconsigliato il progetto proprio perchè vivendo in Ucraina da parecchio (o avendo fatto impresa in questo paese) ne vedono e vivono la quotidianità.
Per quel poco che posso dire, dalla mia esperienza, e dalle esperienze di mia moglie che è Ucraina e che è cresciuta in questo paese, la corruzione è davvero ovunque, e come dicevano, devi conoscere davvero le persone giuste (in Ucraina!), oltre alla lingua, per poter "far azienda" da straniero in Ucraina.
Ma se ci credi Impero, se senti che il tuo progetto vale, che è vincente, allora procedi, ogni storia è unica.
Buona fortuna!
Avatar utente
Legione
MASTER
MASTER
 
Messaggi: 342
Iscritto il: domenica 16 giugno 2013, 18:38
Residenza: Cuneo
Anti-spam: 42

Re: Cercasi residenti a Leopoli

Messaggiodi Ciorni.voran il sabato 27 luglio 2013, 19:44

Non ci sono insulti qua amico mio, ci mancherebbe.Sono fatti incontestabili, tu stesso lo dici.Per uno che si afferma ne vanno al tappeto centinaia qua...è bene che la gente lo sappia.Se si ritirano colossi di livello mondiale che possono spendere milioni di euro nelle battaglie legali, nonostante la redditività del business, vuol dire che ci si muove in un ambiente estremamente ostile all'impresa straniera.E' una deduzione logica.Si fa per mettere in guardia dai facili entusiasmi.Poi io gli auguro il massimo del successo possibile e sicuramente lo avrà.

Se gli imprenditori italiani non vengono qua non significa che sono delle pecore come si vuole far passare,semplicemente de-localizzano altrove dove ci sono condizioni di mercato più favorevoli e soprattutto un contesto di regole che vengono più o meno rispettate e condivise da tutti.Non bastano le sovvenzioni e le esenzioni qua...non bastano.Queste sovvenzioni,qualora arrivino le danno per progetti in settori che interessano molto ai gruppi di potere che governano (dominano) il paese e arrivare allo scontro è molto facile proporzionalmente alla dimensione dell'investimento.E tutti quelli che investono hanno aderenze perchè altrimenti non potrebbero nemmeno iniziare l'attività di impresa.

E se hai un contenzioso con questi signori vai tranquillo che la causa la perdi.E se l'impresa ha successo possono anche portartela via impunemente.Non è la prima volta che succede e non sarà l'ultima.

Queste non sono voci, per sentito dire, sono fatti verificati proprio da persone che fanno impresa in Ucraina e possono testimoniarlo,come il signore di Leopoli che ha scritto poco sopra.

Mi scuso con l'utente se ho esagerato prima, se vuole può continuare a intervenire.
Il Mondo alla rovescia, quello del male, della follia distruttiva e dell’assurdo è difeso e costruito da un esercito di “medici pietosi”, di anime belle allo specchio, di persone che vanno dove le porta il cuore avendo lasciato la testa a casa.
Avatar utente
Ciorni.voran
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 3331
Iscritto il: venerdì 13 novembre 2009, 23:43
Residenza: Territori di steppa
Anti-spam: 42

Re: Cercasi residenti a Leopoli

Messaggiodi andbod il sabato 27 luglio 2013, 21:29

Impero36 permettimi di dire che onestamente non mi pare molto costruttivo il tuo atteggiamento : qui in Ucraina e sul forum ci sono imprenditori piccoli, medi e grandi e cerchiamo esclusivamente di darti una visione corretta e completa di quella che e' la realta' Ucraina, in maniera completamente gratuita (a differenza di Enti Italiani, piu' o meno istituzionali, che prendono 15.000 Euro solo per fare un'indagine di mercato) e dandoti anche la disponibilita', se dai maggiori informazioni, a fornire notizie e normative specifiche sul settore che ti interessa.

Nessuno ha scritto o detto che in Ucraina non si puo' fare nulla, anzi che ci sono enormi possibilita', ma e' altrettanto vero che :
- solo in alcuni settori si puo' investire
- bisogna avere le conoscenze giuste e, anche con le conoscenze giuste, al cambiare del vento (e dei gruppi che comandano), cambia tutto
- bisogna conoscere la lingua e la abitudini locali e, almeno in parte, adattarsi

L'Ucraina non e' un paese di arrivisti e mafiosi ma e' un Paese in cui la corruzione e' endemica e non e' una democrazia ma una oligarchia, questo e' un dato di fatto, noto a chiunque sia qui non per fare il turista.

Hai chiesto cosa faccio in Ucraina : sviluppo software, IT staffing, telecomunicazioni, Internet, ospitality (alcuni dei settori in cui si riesce a lavorare senza essere fagocitati, visto che richiedono competenze specifiche e difficilmente trasferibili).

Se vuoi degli esempi chiari dei problemi che incontra chi investe qui, prova a contattare la JKX Oil & Gas, oppure la Banca Nazionale d'Irlanda in merito all'Ukraina mall. Non sono Italiani e ti sapranno spiegare come sia possibile che un giorno vuoi entrare nel tuo ufficio e ti trovi delle guardie private ed un nuovo direttore dell'azienda e senza nulla. Oppure prova a cercare su Internet gli episodi di raiding (quelli noti) che avvengono ogni giorno qui in Ucraina.

Impero36 ha scritto:Se non si conosce il funzionamento dei fondi europei e di altri enti nazionali e regionali meglio soprassedere nel dare giudizi.... Per informazione tramite la Fi..st s.p.a. (en) allo scrivente era stato proposto un finanziamento a tasso agevolato al 2,5% con quota capitale (Fi..st s.p.a.) del 25% per importo sul progetto di 1.200.000€ .


Conosco benissimo il funzionamento dei fondi Europei avendone ottenuti diversi per diversi settori nel corso dell'ultimo decennio sia in Italia che in Spagna, alcuni anche in collaborazione con realta' come Fiat o SGS.

Qui pero' temo tu stia confondendo i fondi Europei con dei semplici finanziamenti agevolati, erogati tramite Enti terzi (intermediari finanziari), ad aziende che vanno ad operare in alcuni mercati limitrofi della UE. Ben lieto di essere smentito ma non mi risulta che esistano fondi Europei accessibili ad aziende di diritto Ucraino, se non per il settore pubblico e per alcuni specifici progetti (come detto nel post precedente) di ampia importanza strategica e valore.

Impero36 ha scritto:Il progetto redatto e fatto dal sottoscritto su bio-carburanti di 2a generazione e sempre per comprendere le potenzialità della "famigerata" Ucraina è prevista l'esenzione fiscale 100% sino al 2020, esenzione dazio ed Iva sui beni importati.


Mi auguro sinceramente che il tuo progetto vada a buon fine ma devo per forza puntalizzare alcune cose perche' una cosa e' dire che l'Ucraina ha previsto l'esenzione al 100% fino al 2020, una cosa diversa e' che questo avvenga. Nella vita puo' accadere di tutto ma questo e' uno di quegli eventi che fanno piu' parte della sfera della fortuna che non della probabilita'.

Non lo dico con spirito di polemica ma lo dico per cercare di evitarti delle scottature e perche' conosco benissimo l'ICE e le varie istituzioni Italiane che lavorano in Ucraina e che, purtroppo, sono spesso distanti dalla realta' dei fatti perche' si basano su studi Legali e non sulla conoscenza diretta del mercato e delle persone che lo governano.

Vuoi esempi pratici ? Una delle attivita' che svolgo si occupa di IT. Il Parlamento Ucraino ha previsto, per il settore dell'IT, l'esenzione completa di contributi e IVA nel corso del 2011. Poi questa Legge e' stata, a pochi giorni dell'introduzione abrogata, per poi rivenire approvata ad Aprile 2012 e quindi abrogata dal Presidente 1 mese dopo, per poi riapparire a Gennaio 2013 sulla sola IVA e solo su alcuni software specifici.

Un'altra attivita' che seguo e' quella dell'ospitalita' : anche qui per via degli Europei di calcio avevano attivato, nel 2011, l'esenzione completa di IVA e contributi. Dal giorno dell'approvazione a oggi la Legge e' cambiata diverse volte, prima estendendo l'esenzione a tutte le strutture, poi limitandola ai 3-4 e 5 stelle, poi limitandola alla sola IVA.

In Ucraina nulla dura anni, quando le Leggi durano qualche mese e' gia' un miracolo e qui, le Leggi, cambiano a partire del giorno stesso in cui vengono cambiate, cosa che rende il fare business ancora piu' complesso.

Credo che nel tuo caso specifico tu stia parlando delle medesime Tax Holidays ma applicate al settore del biofuel, disposizione inclusa nello stesso famigerato (e cambiato piu' volte) decreto che riguarda l'art. 154.6 del Codice delle Tasse Ucraino (Legge No.2756-VI) che peraltro e' gia' oggi oggetto di discussione, visto che i grandi oligarchi Ucraini hanno completato il loro ciclo di investimenti e quindi a loro interessa relativamente.

Considera anche che tra poco piu' di un anno ci saranno le elezioni Presidenziali e se dovesse cambiare Presidente (con l'attuale che ormai e' vicino al 15% dei consensi) tutti i partiti d'opposizione hanno gia' detto di voler mettere pesantemente mano al Codice delle Tasse, in particolare per la parte che riguarda energia, materie prime e industria pesante.

Un altro consiglio che mi permetto di darti e' anche quello di informarti cosa si intende in Ucraina esattamente per esenzione fiscale perche' questa non e' assoluta, anzi e' molto relativa, compresa l'applicabilita' o meno dell'esenzione alle singole aziende perche' se e' vero che e' l'azienda a comunicare all'ufficio delle Entrate (Podatvoka) l'intenzione di aver applicata questa agevolazione, l'ufficio delle Entrate non e' obbligato ad accettare e non e' automatico il fatto che, nel caso in cui accetti, l'agevolazioni sia realmente applicabile. In caso di un controllo successivo potranno tranquillamente eliminare l'agevolazone.

Ad esempio : devi far passare un macchinario in dogana che e' ad accise pari a zero. Questo non vuol assolutamente dire che, fino a che non ti metti d'accordo con la dogana, lo stesso passera', sono due eventi distinti in quanto in Ucraina il non pagare una tassa non vuol assolutamente dire che non si paghera' nulla perche' ci sono persone che della corruzione fanno la propria fortuna. Ovviamente non tutto bloccato in dogana, ma nella maggior parte dei casi non gestiti da chi di doverre e' cosi.

Una cosa di cui sono contento e' che tu abbia trovato imprenditori di successo in Ucraina, e' vero ce ne sono e ci sono anche grandi aziende d'eccellenza che riescono a lavorare ma non mi pare che qui nessuno abbia mai detto che non ci siano, solo che per uno che resta e ha successo, ce ne sono molti di piu' che se ne vanno e che svolgere l'attivita' qui e' meglio essere ben preparati e sapere come funziona il mercato, ma mentalita' e le regole locali.

Giusto per essere ancora piu' chiari per me non e' possibile sostenere che un imprenditore in Ucraina ha le normali problematiche di un imprenditore a meno che, faccio giusto qualche esempio a braccio, non sia normale:
- pagare tra i 50 e le diverse migliaia di USD he per rinnovare (tutti gli anni) il certificato di registrazione al registro imprese (ovvimente soldi pagati all'ufficiale di turno non certo previsti dalla Legge)
- dover presentare 8 documenti (prima erano 11) per poter assumere un dipendente straniero, tra cito il certificato medico (per il quale non avere HIV, tubercolosi, epatite, fare uso di alcool o droghe e non avere malattie termnali o dell'apparato nervoso) e solo dopo aver dimostrato che nessun Ucraino e' in grado di fare il medesimo lavoro
- dover presentare un contratto e un atto di pagamento firmati e timbrati dalla controparte, tradotti da un traduttore ufficiale e certificati da un notaio per ogni fattura ricevuta/pagata dall'estero (anche da/verso quegli Stati dove i timbri non esistono)
- permettere agli ispettori delle tasse, senza nessuna decisione di nessun giudice, di mettere sotto sequestro preventivo tutti i beni e i conti delle aziende, trasferendone direttamente i fondi in caso di multe (e non ditemi che in Italia e' cosi perche' gli ispettori delle tasse Ucraini non sono quelli Italiani)
- permettere al direttore dell'azienda di disporre indipendentemente dalla disposizioni dei soci dell'azienda stessa

Basta essere consapevoli che queste cose possono accadere e che il rischio di "fregature" aumenta parallelamente alla mancata conoscenza della lingua, della cultura locale e della gerarchia locale, calcolare i valori di questa equazione nel rischio d'impresa e affidarsi a persone di cui si ha una fiducia assoluta (almeno per i ruoli di direttore e responsabile finanziario visto che di fatto saranno loro a gestire l'impresa).

Gli Italiani (e gli altri stranieri) che sono qui e hanno deciso di restarci e' indubbiamente perche' hanno il loro bel ritorno e perche' hanno trovato il giusto equilibrio ma e' importante essere consapevoli in anticipo dei rischi che esistono e organizzarsi in anticipo per avere la minore quantita' di mal di testa possibili (primo fra tutti il Direttore dell'azienda che e' un punto davvero fondamentale, oltre all'avere il "tetto" giusto a cui rivolgersi in caso di problemi), nulla di piu' e nulla di meno.

Riguardo al prendere un caffe' molto volentieri ma, permettimi la franchezza, preferirei non per parlare di business. Il forum e' un ottimo "bar" per discutere di queste cose e rispondere a domande e situazioni specifiche ma purtroppo chi investe in Ucraina, anche se avvisato in anticipo, tende ad ignorare tutti questi avvertimenti e fare di testa sua e poi tocca alla comunita' locale intervenire per risolvere problemi anche gravi.
Avatar utente
andbod
Admin
Admin
 
Messaggi: 7232
Iscritto il: domenica 7 dicembre 2008, 1:40
Residenza: Lviv Ucraina
Anti-spam: 56

Re: Cercasi residenti a Leopoli

Messaggiodi andbod il sabato 27 luglio 2013, 21:36

Ciorni.voran ha scritto:E se hai un contenzioso con questi signori vai tranquillo che la causa la perdi.E se l'impresa ha successo possono anche portartela via impunemente.Non è la prima volta che succede e non sarà l'ultima.


Questo e' un altro punto molto importante che bisogna prendere in considerazione in Ucraina. Il "prezzo" per diventare procuratore della Repubblica e' attualmente superiore ai 100.000 USD (ovviamente non e' il costo del percorso di studio) e non sono certo molti gli Ucraini che possono permettersi di pagare questa cifra.

Per arrivare nei posti piu' importanti delle Corti, quelli a cui vengono assegnati i casi che contanto, si puo' arrivare fino ad 1 milione di USD. Capirete benissimo chi paga queste cifre e quindi chi controlla integralmente il sistema giudiziario.

Queste non sono leggende metropolitane ma racconti di persone che di lavoro fanno i Procuratori a 3500 UAH al mese e girano in X6 o in Bentely.
Avatar utente
andbod
Admin
Admin
 
Messaggi: 7232
Iscritto il: domenica 7 dicembre 2008, 1:40
Residenza: Lviv Ucraina
Anti-spam: 56

Prossimo

Torna a Aprire una attivita' in Ucraina





Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti