Broker o agenzia di servizi

Come aprire una attivita' di lavoro ucraina, la burocrazia, le problematiche, i consigli, i settori di commercio...

Re: Broker o agenzia di servizi

Messaggiodi andbod il martedì 29 maggio 2012, 12:42

Puoi trovare l'elenco delle categorie merciologiche (piu' o meno come i codici ISTAT Italiani) a questo indirizzo : http://kved.ukrstat.gov.ua/

Per il tipo di attivita' in oggetto il codice dovrebbe essere il 46.17 (sezione G) : "Діяльність посередників у торгівлі продуктами харчування, напоями та тютюновими виробами"

In Ucraina non esistono albi per i rappresentanti e non esiste giuridicamente la figura dell'agente di commercio. Esiste solo l'intermediario di vendita che guadagna a provvigione o sulla base di un contratto.

Non esiste neppure il concetto di Camera di Commercio ed e' molto meglio affidarsi ad un'azienda esperta di consulenza fiscale/amministrativa o ad una commercialista esperta in quanto la normativa cambia praticamente ogni giorno.

E' da prestare grandissima attenzione a come viene redatto e stipulato il contratto di collaborazione tra mandante e mandatario in quanto facendolo sulla base del codice civile Italiano, quasi certamente per lo Stato Ucraino si trattera' di un mandato di stabile rappresentanza che costringera' l'azienda Italiana ad oneri aggiuntivi, quali il registrarsi in Ucraina. Spesso anche studi di avvocati blasonati in Ucraina cadono nell'errore di considerare piu' il diritto e la prassi internazionale rispetto a quella Ucraina e questo comporta dolori.

In nessun caso il contratto dovra' riportare le parole o i concetti di agente/collaboratore/parternship/joint venture/etc ma semplicemente dovra' essere un contratto di fornitura di servizi da parte di un'azienda Ucraina ad un'azienda estera.

Ricordo che senza contratto in doppia lingua Italiano/Ucraino o Inglese/Ucraino la banca Ucraina non accettera' le rimesse in arrivo dall'estero rispedendole al mittente a meno di casi di pagamenti isolati non frequenti (una, massimo due volte l'anno).

Nel caso in cui si scelga di non optare per il regime fiscale semplificato, molta attenzione sul contratto dovra' essere anche posta sui termini e le modalita' di lavoro perche' da questo dipendera' l'applicazione dell'IVA Ucraina. Come consiglio spassionato scegliete il regime semplificato e, qualora non fosse possibile per i volumi di fatturato, il regime ordinario con applicazione dell'IVA Ucraina, che non sara' scaricabile da parte dell'azienda estera. Anche se in Europa vale il principio della territorialita' e quindi l'IVA non dovrebbe essere indicati in fattura, per l'Ucraina le cose sono ben diverse e, in caso di fornitura di servizi, la mancata applicazione dell'IVA genera quasi sempre controlli e sanzioni, anche penali.
Avatar utente
andbod
Admin
Admin
 
Messaggi: 7232
Iscritto il: domenica 7 dicembre 2008, 1:40
Residenza: Lviv Ucraina
Anti-spam: 56


Re: Broker o agenzia di servizi

Messaggiodi robertolist il domenica 22 luglio 2012, 14:03

Arca 23

importare alimentari in Ucraina è quasi come importare auto in Ucraina cioè quasi impossibile.

L'alimentare è un prodotto abbastanza monopolizzato e non credo tu ci riuscirai ad entrare a meno che
come ti ha detto qualcuno non ti appoggi a qualcuno che già lo fa da anni collaborando con lui.

Ricordo che in diverse pizzerie ucraine mi è capitato di trovare Olio toscano grappe italiane e
siccome sono del settore mi piace sempre chiacchierare con i proprietari quando presenti.

Con mio grande stupore ho appreso che quella bottiglia di olio extra vergine toscane bello verde
in realta il tipo lo pagava a quasi 7 euro al litro. Un prezzo molto modesto visto che anche da noi non si scosta tanto
da questa cifra alla mia richiesta di spiegazione e dicendo al tipo se era interessato a comprare alcuni prodotti
dall'olio alle mozzarelle ai pelati il dipo mi dice :
Puoi importare pero devi vendere ad X e poi X vende a me se tu vai da x lui ti compra tutto quello che hai
olio vino etc ma al prezzo che loro stabiliscono. Sara loro premura poi rivendere ai ristoranti o alle attività che ne avranno bisogno.

Una sorta di cartello alimentare questa storiella mi è stata ripetuta in diversi posti quindi non credo sia del tutto infondata.
Comunque in bocca al lupo
Ciao
Roberto
"la falce non fa più pensare al grano.. il grano invece fa pensare ai soldi"F.B.
Avatar utente
robertolist
ESPLORATORE
ESPLORATORE
 
Messaggi: 158
Iscritto il: lunedì 18 ottobre 2010, 20:58
Località: Одесcа
Residenza: Assisi. Perugia/Одеcса
Anti-spam: 56

Precedente

Torna a Aprire una attivita' in Ucraina





Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti