Bivio..

Esperienze e confronti, le storie d'amore le delusioni e il carattere delle ragazze ucraine.

Bivio..

Messaggiodi stem70 il mercoledì 23 settembre 2009, 19:36

Dopo tre anni la mia storia sembra essere al tramonto.. Tira e molla, lascia e prendi, litigi e riappacificazioni, dopo le mie proposte di convivenza (quattro o cinque negli ultimi due anni) e di un lavoro decente categoricamente da lei rifiutate, dopo essermi privato di cose essenziali anche per me (scelte volute e credute che rifarei), per starle accanto anche solo un attimo, dopo l'ennesima vacanza insieme, dopo tutto questo lei non mi cerca piu' e mi sento dire che non verrebbe da me mai senza prima un matrimonio. Ma io non sento il suo amore, che per me è la cosa fondamentale.. come puo' una donna che nn ti cerca piu' e ti parla come "un caro amico".. come puo' venire il matrimonio dopo queste cose..?
Vi assicuro che ho dato l'anima per questa ragazza e la amo ancora.. ma la sensazione è quella di arrampicarsi su una parete di una montagna molto scivolosa..e cadere sempre e non arrivare mai alla cima.. Penso che la vita di tutti i giorni non è come quella di essere in vacanza..la vita di tutti i giorni, sotto lo stesso tetto è diversa..e bisogna avere il coraggio di superare le difficolta' che ci sono.. insieme.. E' possibile che nella testa di una ragazza ucraina, un uomo che la ama e che vorrebbe convivere con lei (non all' infinito)..venga visto come una persona.."poco seria e poco responsabile"..?
Chi di voi è gia' passato in questi lidi, come ha affrontato la questione..?
Attendo le vostre risposte.. e i vostri commenti..
Stefano
_______________________________________________
"Essere saggio e amare eccede le capacità dell'uomo."
William Shakespeare
Avatar utente
stem70
ESCURSIONISTA
ESCURSIONISTA
 
Messaggi: 64
Iscritto il: lunedì 19 novembre 2007, 17:03
Residenza: Roma - Italia
Anti-spam: 56


Re: Bivio..

Messaggiodi fabri il mercoledì 23 settembre 2009, 20:48

ciao stem,

mi dispiace molto per te, e devo dire che la mia situazione ha qualcosa di simile. Per lei una "convivenza in ferie" è un periodo piu che sufficiente per maturare la decisione di un matrimonio,e mi ha posto qualcosa di simile a un ultimatum... :?
Da parte sua capisco l' insofferenza nel vedersi ogni tre mesi, non poter contare su di me ogni volta che ne ha bisogno...ma per me è difficile considerare già da sposare una donna che, seppur conoscendoci bene in tutto e per tutto, ho visto solo 50 giorni, ...è una cosa che desidero, ma non ora.
La considerazione sulla mancanza di serietà l' ho subita anch'io, ma è figlia di una diversa cultura e tradizione, con cui ho sempre cercato di confrontarmi per arrivare a un punto d' incontro....anche se devo ammettere che lei è molto più cocciuta di me :)

Sto tentando la via del visto turistico un po piu lungo per provare una seppur breve convivenza nella "vita di tutti i giorni", anche per me fondamentale. Vedremo [-o<

Se fossi in te non mollerei, anche se in tre anni avrai valutato con testa e cuore i pro e i contro più e più volte...

Intanto ti faccio un grosso in bocca al lupo!

ciao
Avatar utente
fabri
MASTER
MASTER
 
Messaggi: 343
Iscritto il: lunedì 1 settembre 2008, 13:06
Località: BOLZANO

Re: Bivio..

Messaggiodi Win231 il mercoledì 23 settembre 2009, 20:53

Ciao Stem,

Non fa mai piacere leggere queste cose, e anche se non ti conosco di persona devo dirti che mi dispiace molto.

Detto ciò "azzardo" un commento, ma non conoscendo (ovviamente) la tua relazione nei dettagli, posso solamente portarti questa esperienza:....mio fratello anni fa ebbe una bellissima relazione di convivenza, erano entrambi innamorati ed in armonia l'un l'altro; lei più volte le chiese il matrimonio.....mio fratello temporeggiò e dopo un pò di tempo LEI lo lasciò.

Ora non so se l'esempio "calza" con la tua relazione, ma voglio scriverti questo:

Credo che in tutte le relazioni esistano dei "tempi" e dei "passaggi, cambiamenti" molto precisi, i quali se vengono posticipati o non affrontati "possono" dividere una coppia.....ANCHE SE SI AMANO ALLA FOLLIA.
Dici che siete insieme da 3 anni....quali sono le "garanzie" o mancanze che vorresti da lei per la quale non vuoi sposarla?!
Se allo stato attuale delle cose NON vuoi decidere per il matrimonio un motivo ci sarà...mi sbaglio forse?
Magari lei ha le stesse tue paure....non lo so.
Forse lei pensa (ingenuamente) che se tu la sposi, magari non la lascerai mai!

Ho fatto delle considerazioni, ripeto non essendo al tuo posto è difficile darti dei pareri.

La mia situazione è completamente un altra! :? , noi PRIMA ci sposiamo, e poi VEDREMO come andrà!
Faccio presente che ho avuto 3 convivenze andate a "rotoli" in questi ultimi 10 anni.....magari, adesso che mi sposo SENZA convivere va meglio!! :badgrin: :mrgreen:

Non so se ti sono stato utile.....facci sapere di più.

Buona serata :ok: e...in gamba!
"To live is the rarest thing in the world. Most people exist, that is all".(Oscar Wilde)
Avatar utente
Win231
ESPLORATORE
ESPLORATORE
 
Messaggi: 299
Iscritto il: mercoledì 24 dicembre 2008, 14:33
Località: Bologna
Residenza: Bologna
Anti-spam: 56

Re: Bivio..

Messaggiodi pcamilla il mercoledì 23 settembre 2009, 21:39

Quoto Win per quello che ha scritto , è stato il mio medesimo pensiero.
Forse dopo 3 anni , puo' avere una visione di te " questo non mi ama abbastanza da sposarmi dopo 3 anni " oppure "ho aspettato 3 anni e non mi vuole sposare" ecc ecc........
Devi metterti anche nel suo punto di vista.

Anche io come Win conosco molte persone che dopo anni di convivenza alla richiesta di matrimonio si sono lasciati ........ sai , "aspettiamo a sposarci" " certo! ma dopo 3 anni cosa ti devo dimostrare ancora? " ......

Non puoi essere SUO, rimane quel certo senso di "libertà" , che non da sicurezza a una donna , e le donne ucraina cercano in un uomo SICUREZZA, e non parlo di denaro , ma di senso della famiglia........ TU SEI IL SUO UOMO! negare il matrimonio puo' fraintendere che tu , un giorno o l'altro , ti cerchi un altra persona.

Come vedi le vedute possono essere diverse.

Ciao

Paolo

PS: non ti abbattere! la vita riserva sempre anche piacevoli sorprese
Due cose sono infinite: l’universo e la stupidità umana, ma riguardo l’universo ho ancora dei dubbi.
Albert Einstein
Avatar utente
pcamilla
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 1312
Iscritto il: giovedì 4 dicembre 2008, 22:30
Località: Savona
Residenza: Savona
Anti-spam: 56

Re: Bivio..

Messaggiodi gerri46 il mercoledì 23 settembre 2009, 22:38

Ciao Stem,
probabilmente il mio parere è da prendere " con le pinze " però, a mio avviso, se le hai chiesto più volte di venire a convivere con te e se le hai anche trovato un lavoro ( tra l'altro scartato a priori ) teoricamente dovrebbe apprezzare questi tuoi sforzi e soprattutto, da quanto ho letto, dovrebbe apprezzare quelle che sono state negli anni le tue rinunce.
Molte volte noi uomini facciamo delle cose e ci priviamo di cose che non sempre sono apprezzate dal gentil sesso e questo è molto lacerante.
Hai descritto la vostra come una storia molto travagliata in questi tre anni ma sei sicuro che sia la donna giusta per te ?
Ricorda che il matrimonio è una cosa seria e soprattutto pensa alle conseguenze in caso di dissidi, tu scrivi che non senti più il suo amore ed allora per me scusa la superficilità " il giocattolo si è rotto ".
Pensa bene alle tue prossime mosse ! ! !
Avatar utente
gerri46
VIAGGIATORE
VIAGGIATORE
 
Messaggi: 27
Iscritto il: mercoledì 22 luglio 2009, 13:22
Residenza: torino
Anti-spam: 56

Re: Bivio..

Messaggiodi stem70 il giovedì 24 settembre 2009, 10:26

Grazie ragazzi..siete tutti molto discreti e gentili.. è vero anche le convivenze possono non andare bene.. ma alzarsi la mattina tutti e due e andare a lavorare, vedersi tutti i giorni non è come essere in vacanza una settimana o due.. ho provato a renderla felice..ma non sempre ci sono riuscito..e spesso non mi sono sentito apprezzato in cio' che potevo offrire..nonostante non navigassi nell'oro..ma se un uomo che si toglie "il pane dalla bocca" per la propria donna non viene apprezzato, come fa a sposarsi..? Un matrimonio puo' dare la sicurezza ad una donna ma non puo' essere la risoluzione di tutti i problemi..dall'altro canto capisco anche che non si puo' costruire un rapporto vedendosi una settimana ogni tre o quattro mesi.. volevo farle fare un visto di lavoro per un anno, ma ha rifiutato anche quello..
Stefano
_______________________________________________
"Essere saggio e amare eccede le capacità dell'uomo."
William Shakespeare
Avatar utente
stem70
ESCURSIONISTA
ESCURSIONISTA
 
Messaggi: 64
Iscritto il: lunedì 19 novembre 2007, 17:03
Residenza: Roma - Italia
Anti-spam: 56

Re: Bivio..

Messaggiodi Forrest Gump il giovedì 24 settembre 2009, 10:43

Riporto testualmente cosa ho scritto in altra parte del forum riguardo alle differenze culturali nell'approccio al matrimonio tra l'Italia e l'Ucraina:

Il matrimonio in Ucraina è qualcosa di importante, come in Italia, ma a differenza che da noi (siamo i più rigidi in Europa e nel mondo) non è qualcosa di irrimediabile.
Quindi ci si sposa e dopo tre giorni si può divorziare (senza passare per la separazione) e dopo quattro risposarsi.
Qual'è il problema???? Il rischio LORO è minimo.

In Italia, chi sbaglia paga ed a caro prezzo.
Prima la separazione, ottenuta la quale, devono passare per legge minimo tre anni per chiedere il divorzio (non per otttenerlo) e non sto a parlare di assegni di mantenimento o altro.

Facendo due conti , loro a rifarsi una vita ci stanno 3 giorni, noi almeno 4 -5 anni.
Sposarsi dopo 10 giorni senza essersi mai visti?? Ecco perchè può essere...... superficiale


Questo per spiegare perchè loro pensano sempre: "o matrimonio o si sta solo perdendo tempo".

stem70 ha scritto: dopo tutto questo lei non mi cerca piu' ......(omississ).... Ma io non sento il suo amore, che per me è la cosa fondamentale.. come puo' una donna che nn ti cerca piu' e ti parla come "un caro amico".. come puo' venire il matrimonio dopo queste cose..?
........(omississ)... la sensazione è quella di arrampicarsi su una parete di una montagna molto scivolosa..e cadere sempre e non arrivare mai alla cima.. (omississ)..e bisogna avere il coraggio di superare le difficolta' che ci sono.. insieme.. ...


Stem, con tutta franchezza, rileggendo quello che tu stesso hai scritto, per me ci sono due possibilità:
- Ti ama e tutto questo è il frutto di una sua tattica per fare pressione sul matrimonio;

- non è la ragazza ideale per te.
Sull'altare, come davanti al funzionario del comune, il tuo cuore deve battere forte e la tua mente per quanto offuscata dalle emozioni possa essere, deve pensare, senza dubbio alcuno, che anche il suo stia facendo lo stesso all'unisono.
Tu hai detto: "non sento il suo amore". Per me il discorso è chiuso :( :mrgreen: e non mi fa piacere dirtelo
"L'uomo saggio aspetta il momento giusto, il pazzo lo anticipa, l'imbecille lo lascia passare". (tratto dal film "Mai arrendersi")
Avatar utente
Forrest Gump
Admin
Admin
 
Messaggi: 6416
Iscritto il: sabato 5 luglio 2008, 18:04
Località: Puerto Banùs (Spain)
Residenza: Kiev Ucraina
Anti-spam: 56

Re: Bivio..

Messaggiodi magma-x il giovedì 24 settembre 2009, 11:11

Ste, lo sai perchè ne abbiamo parlato migliaia di volte, e, purtroppo, condivido quel che tu dici così come condivido il parere di Francesco.

Si ci sposa per amore, ma da quelle parti, il matrimonio con i sentimenti, non ha nulla a che vedere.
Io conosco la tua storia, e posso affermare che in qualsiasi posto al mondo, in qualunque cultura, una donna che ama non mette barriere e per stare col suo uomo farebbe di tutto. Questo è quanto.

Non giustifichiamo sempre le donne ucraine: il matrimonio senza amore è un banale mercemonio. Stefano ha trovato la soluzione, invece lei ha solo messo ostacoli e barriere, e come lei lo fanno tutte le donne ukr (o almeno tutte quelle che conosco io).

Ascoltami, meglio che sia andata così.

p.s.: perchè è venuta in vacanza con te, pur sapendo la tua "opinione" sul matrimonio? [la domanda è retorica, ovviamente]

Cristo, si è fermato a Chop
I templari erano a guardia della verità. - Baietti
Avatar utente
magma-x
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 1504
Iscritto il: lunedì 31 dicembre 2007, 16:05
Residenza: Via Lattea
Anti-spam: 56

Re: Bivio..

Messaggiodi lampo il giovedì 24 settembre 2009, 15:47

Sten,io ti racconto la mia,conosciuti nel 97,dopo innumerevoli "vacanze" almeno 6 volte l'anno,periodi di convivenza di almeno 5 giorni al mese,aver rifiutato di venire in Italia quando ancora aprire un visto Shenghen,non era un problema,e poi si rimaneva quie poi alla prima sanatoria ci si regolarizzava,nel 2004 se non veniva in Italia,se noi non formavamo una famiglia,cosa mi hai preso per una donna da vacanza,noi ci amiamo,e tante altre menate,prendo la decisione di portarla qua,per convivere e formare una famiglia.Portarla qua è stata una cosa degna di James Bond,arrivati qua,li 25 luglio ,dopo 3 mesi di innenarrabili ROTTURE DI ..........improvvisamente una sera piangente :badgrin: :badgrin: :badgrin: mi annuncia che lei torna a casa che la sua anima è prigioniera 8-[ 8-[ faccio notare che mi ero separato,per lei,indebitato con un bel mutuo per la casa,le storie quando finiscono finiscono,la risposta.per loro sciogliere un legame è come ridere per noi una cicatrice per tutta la vita!!! Magma è vero Cristo si è fermato a Cop,riprenderà mai il cammino verso est???
Avatar utente
lampo
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 1211
Iscritto il: venerdì 16 gennaio 2009, 14:51
Residenza: rimini
Anti-spam: 56

Re: Bivio..

Messaggiodi stem70 il giovedì 24 settembre 2009, 16:50

Grazie lampo della testimonianza.. noi italiani spesso sottovalutiamo le differenze culturali..quando ci innamoriamo siamo aperti e con il cuore in mano.. ma a volte purtroppo l'amore e il cuore da soli non bastano.. la realtà in Italia è spesso diversa da quella sognata o auspicata dalle ragazze est europee, le aspettative non sempre sono le stesse di cio' che si incontra..non è una colpa.. ma il non adattarsi o non volersi adattare a nuove situazioni (parlo delle ragazze) è spesso causa del non vedere la sinergia nella coppia..ma la propria individualita'..che a volte sfocia nell'egoismo.. questo almeno ho notato nella mia breve esperienza..noi siamo molto piu' disposti a trovare un percorso (nella coppia) di riavvicinamento..mentre per loro è piu' naturale cambiare strada..
purtroppo le storie che nn vanno bene non si raccontano molto facilmente..eppure sono quelle che ci aiuterebbero meglio a capire una cultura diversa dalla nostra..
Stefano
_______________________________________________
"Essere saggio e amare eccede le capacità dell'uomo."
William Shakespeare
Avatar utente
stem70
ESCURSIONISTA
ESCURSIONISTA
 
Messaggi: 64
Iscritto il: lunedì 19 novembre 2007, 17:03
Residenza: Roma - Italia
Anti-spam: 56

Re: Bivio..

Messaggiodi pcamilla il giovedì 24 settembre 2009, 20:39

Comunque , storie che non vanno bene , ci sono qua e la ......... purtroppo la cosa cosa fondamentale , e cioè l'amore , lo si capisce subito , se i sacrifici non esistono da entrambe le parti.
Due cose sono infinite: l’universo e la stupidità umana, ma riguardo l’universo ho ancora dei dubbi.
Albert Einstein
Avatar utente
pcamilla
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 1312
Iscritto il: giovedì 4 dicembre 2008, 22:30
Località: Savona
Residenza: Savona
Anti-spam: 56

Re: Bivio..

Messaggiodi Forrest Gump il venerdì 25 settembre 2009, 9:34

stem70 ha scritto: purtroppo le storie che nn vanno bene non si raccontano molto facilmente..eppure sono quelle che ci aiuterebbero meglio a capire una cultura diversa dalla nostra..


Bravo Stem per averla raccontata, delle esperienze negative ne faremo tesoro tutti.

stem70 ha scritto:..noi siamo molto piu' disposti a trovare un percorso (nella coppia) di riavvicinamento..mentre per loro è piu' naturale cambiare strada..


Non ne farei una questione di razza o di nazionalità, piuttosto di profondità di sentimenti all'interno della coppia.


Ad alcuni per cancellare una vita ci vuole un attimo, ad altri per cancellare un attimo, a volte, occorre una vita.
(jim Morrison)
"L'uomo saggio aspetta il momento giusto, il pazzo lo anticipa, l'imbecille lo lascia passare". (tratto dal film "Mai arrendersi")
Avatar utente
Forrest Gump
Admin
Admin
 
Messaggi: 6416
Iscritto il: sabato 5 luglio 2008, 18:04
Località: Puerto Banùs (Spain)
Residenza: Kiev Ucraina
Anti-spam: 56

Re: Bivio..

Messaggiodi johannes100 il sabato 26 settembre 2009, 11:58

Mi associo alle parole di Forrest, non c'entra nulla la nazionalità ed è sempre sbagliato generalizzare.

I vostri problemi esistono nella vostra logica di coppia che è diversa da qualsiasi altra.

Guardati da quelli che per una storia andata male credono di aver capito tutto delle donne di quel paese.

Considerazione generale e non riferita alla storia in questione: si leggono sempre storie di uomini delusi che hanno dato di tutto e di più - a parte che non si da per poi rinfacciare...se uno ha dato è perchè se lo sentiva e lo ha fatto perchè era suo piacere farlo - sarei molto curioso di sentire anche l'altra campana.
Perciocché l'invidioso si rallegra ed é lieto del male, e dolente d'ogni bene altrui; e per questo va sempre cercando come possa CALUNNIARE. (Domenico Cavalca, sec. XIV, 'Disciplina degli Spirituali col Trattato delle trenta stoltizie', cap. 9, pag. 69.8).
Avatar utente
johannes100
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 1328
Iscritto il: sabato 27 ottobre 2007, 11:48
Località: Roma

Re: Bivio..

Messaggiodi illupobora il sabato 26 settembre 2009, 12:34

Sarebbe bello avere una statistica di quanti matrimoni durano fra un italiano e una ucraina o russa
Poiche' come ho gia' scritto, contatto le persone di lingua russa,per mio conto i divorzi non sono inferiori al 50%
:cry: :cry:
Avatar utente
illupobora
VIAGGIATORE
VIAGGIATORE
 
Messaggi: 29
Iscritto il: venerdì 28 dicembre 2007, 19:21
Località: Biella
Residenza: biella
Anti-spam: 56

Re: Bivio..

Messaggiodi Luca il sabato 26 settembre 2009, 22:28

Ciao Stem
non conosco la tua storia e, dunque, non posso entrare nel merito, ma vorrei fare comunque qualche considerazione di carattere generale.
Una qualunque storia a distanza comporta di per se difficolta molto maggiori di una relazione con una persona "vicina".
Queste difficoltà poi si amplificano quando lui e lei sono di nazionalità differenti ed hanno usanze, modi di pensare, di vivere differenti.
Questa secondo me è una premessa obbligata da cui partire per poter capire.
La teoria in base alla quale essendo in Ucraina i divorzi più "facili" ci si sposa più a cuor leggero è corretta solo su di un piano teorico.
Un divorzio rappresenta un fallimento, che, a prescindere dalla tempistica porta strascichi dentro. E questo a prescindere dalla nazionalità.
Se non ho capito male Stem ha chiesto diverse volte alla sua compagna di venire a vivere in Italia.
Certo l'Italia è un Paese più ricco dell'Ucraina, magari ci sono più opportunità, ma probabilmente bisognerebbe mettersi un po' più nei panni della persona a cui si chiede di fare questo tipo di scelta.
Una scelta che comporta l'abbandono dei propri affetti, dei luoghi cari, dei riferimenti, in sostanza del proprio modo di vivere.
Sono ancora una volta d'accordo con Forrest. Non bisogna generalizzare. Non è vero, a mio avviso che Cristo si è fermato a Chop. Credo che una storia con una ragazza di Chop o di Budapest piuttosto che di Praga comporterebbe gli stessi problemi di una relazione con una ragazza di Kiev o di un'altra città ucraina.
Per concludere comunque, dato che, da quello che dice, la storia di Stem non si è ancora conclusa, io gli auguro di cuore di poter risolvere ogni problema.
Saluti.
Luca
Avatar utente
Luca
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 1455
Iscritto il: sabato 30 maggio 2009, 19:57
Località: Chieti
Residenza: Chieti
Anti-spam: 56

Prossimo

Torna a In Ucraina per amore





Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti