Bivio..

Esperienze e confronti, le storie d'amore le delusioni e il carattere delle ragazze ucraine.

Re: Bivio..

Messaggiodi johannes100 il domenica 27 settembre 2009, 12:56

Luca:

+1 =D>

E mi associo ai tuoi auguri che possa risolvere ogni problema.
Perciocché l'invidioso si rallegra ed é lieto del male, e dolente d'ogni bene altrui; e per questo va sempre cercando come possa CALUNNIARE. (Domenico Cavalca, sec. XIV, 'Disciplina degli Spirituali col Trattato delle trenta stoltizie', cap. 9, pag. 69.8).
Avatar utente
johannes100
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 1328
Iscritto il: sabato 27 ottobre 2007, 11:48
Località: Roma


Re: Bivio..

Messaggiodi Luigi il domenica 27 settembre 2009, 17:59

Ciao Stem,
mi dispiace molto per te, non stai vivendo una bella situazione. La mia opinione la rapporto e valuto in base alla mia relazione con la mia Olga: abbiamo già parlato di matrimonio, sia con lei che con i genitori, ma i tempi li sceglieremo noi.

Lei vuole sposarmi entro il 2010 e io le ho risposto che non ci sono dubbi sul fatto di sposarci ma lo potremo fare solo se l'economia italiana migliorerà per quel periodo e lei mi ha detto che aspetterà anche perchè lei ha fiducia in me e sa che io voglio offrirle una vita senza rinunce.

Io la aiuto economicamente, a volte €. 150,00 a volte €. 50,00, lavora come tenente di polizia ma guadagna una miseria, sorella e madre non trovano lavoro e il padre è andato in Russia a lavorare perchè è difficile per loro arrivare a fine mese.

Per un periodo non le ho mandato soldi, circa 4 mesi e lei mi ha detto: "Non voglio che per aiutare me tu devi trovarti in difficoltà, per favore non mandarmi soldi se in questo momento sei in difficoltà economica".

La mia storia con Olga va avanti da due anni e 10 mesi. Mai nessun problema o discussione. Una relazione deve portare felicità e non crisi, delusione e dolore: il dolore inferto da una amore sbagliato è il più duro e letale.
Tutto questo resoconto per dirti che se la ragazza ti ama con il cuore non pone ultimatum, se lo fa non solo non si fida di te ma ho seri dubbi sul suo amore. Vedi Olga apprezza tutto quello che faccio per lei e mi ringrazia sempre, la tua lei non lo fa e questo non è normale. Quello che ti devi chiedere è che vita immagini di poter vivere con lei? Al cuore non si comanda ma se ascolti il cuore e fai una vita da schifo, poi sarà la vita a costringerti ad una scelta comunque dolorosa, sarà solo una questione di tempi, può andare bene e può andare male. La scelta deve essere tua ma valuta bene, quando lei ti pone condizioni del tipo "prendere o lasciare", di certo non è amore. In bocca al lupo.
Avatar utente
Luigi
ESPLORATORE
ESPLORATORE
 
Messaggi: 243
Iscritto il: giovedì 3 maggio 2007, 11:25
Località: Teramo

Re: Bivio..

Messaggiodi magma-x il domenica 27 settembre 2009, 20:51

Luigi ha scritto:[...]La scelta deve essere tua ma valuta bene, quando lei ti pone condizioni del tipo "prendere o lasciare", di certo non è amore. In bocca al lupo.


volevo scrivere esattamente la stessa cosa, ma condivido al cento per cento il tuo pensiero...e sono certo che la tua ragazza non è di nessuna grossa città ucraina, poichè, in quelle città, Cristo è stato "sfrattato"...basta farsi una passeggiata di mezz'ora nel centro, per rendersene conto...le brave ragazze ci sono in ukr, ma spesso hanno situazioni familiari difficili, o sono cresciute in ambienti "incontaminati" dal consumismo occidentale...

+1 per Luigi e in bocca al lupo anche per te!!! :wink:

p.s.: auguro a Stem una nuova vita con una ragazza italiana, perlomeno vi comprendereste...
I templari erano a guardia della verità. - Baietti
Avatar utente
magma-x
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 1504
Iscritto il: lunedì 31 dicembre 2007, 16:05
Residenza: Via Lattea
Anti-spam: 56

Re: Bivio..

Messaggiodi Luigi il lunedì 28 settembre 2009, 8:36

Grazie per L'augurio Magma,
io penso che il problema sia nostro più che loro: noi dobbiamo fare molto autocritica, essere sinceri con noi stessi
e non farci abbindolare dalla loro bellezza, fascino ed avvenenza. Con Olga, almeno per me, all'inizio c'era più che altro un'attrazione fisica notevole, soprattutto perchè è una bellissima ragazza, ma dopo un pò di tempo, conoscendola bene ho perso la testa per il suo carattere dolcissimo e molto romantico.

Le ragazze ucraine non sono tutte delle sante, la mia ragazza è di Nikolaev, sud Ucraina, circa 600.000 abitanti, non è grandissima, ma là di turisti ne ho visti parecchi data anche la vicinanza con Odessa. Molti dicono che Nikolaev sia famosa per la bellezza delle ragazze che vivono là, ma io so che in ogni parte dell'Ukraina le ragazze sono molto belle.
Ovviamente se cerchi la donna della tua vita in una città tipo Kiev e Kharkov, città prese dal turismno d'assalto, la possibilità di fare incontri sbagliati aumenta vertiginosamente, magai nei piccoli centri invece aumenta la possibilità di fare buoni incontri.

Fatta questa premessa, io sono convinto che molto dipende anche dalla ragazza: è possibile che venendo in Italia e vedendo come la donna italiana spesso e volentieri assuma un ruolo di comando all'interno della coppia, induca la ragazza ucraina a comportarsi allo stesso modo, anche se penso che in percentule la donna italiana essendo molto più emancipata possa essere molto più cenica e tremnenda.

Io ho parlato con Olga e le ho spiegato come funziona in Italia e come le ragazze italiane si comportano, lei mi ha riposto dicendo che il rispetto dei ruoli in una coppia è fondamentale e che la donna deve fare la donna ed essere orgogliosa di questo. Lei dice che non cambierà mai perchè cambiare in base al paese dove vai significa rinnegare in un certo senso la propria persoalità e le proprie radici. Forse lei un poco cambierà o forse no, non tutte le storie con queste ragazze vanno bene, io ho fatto molta autocritica e ho cercato di analizzae bene la mia situazione giorno dopo giorno, non bisogna abbandonarsi e adagiarsi sulle ali dell'amore perchè se queste ali sono di carta velina cadi per un errore di valutazione e ti fai molto male, l'importante è che ti rializi e vai avanti. In bocca a lupo a tutti augurandovi il meglio del meglio e la mia stessa fortuna e felicità.
Avatar utente
Luigi
ESPLORATORE
ESPLORATORE
 
Messaggi: 243
Iscritto il: giovedì 3 maggio 2007, 11:25
Località: Teramo

Re: Bivio..

Messaggiodi stem70 il lunedì 28 settembre 2009, 10:34

..volevo aggiungere che nn voglio giudicare nessuno, ne con il mio intervento ho voluto generalizzare. La mia è solo una constatazione, tutto quello che ho fatto e ho dato l'ho fatto con il cuore, anche solo per "sentire" un attimo di gioia della persona che amo. Sono convinto che bisogna sempre guardare il lato positivo di ogni storia, anche se a volte è difficile. Certo io non sono esente da difetti e mi prendo la mia parte di responsabilità pur rimanendo della convinzione che affrontare insieme la vita di tutti i giorni sia una cosa diversa dal trascorrere una vacanza.
Stefano
_______________________________________________
"Essere saggio e amare eccede le capacità dell'uomo."
William Shakespeare
Avatar utente
stem70
ESCURSIONISTA
ESCURSIONISTA
 
Messaggi: 64
Iscritto il: lunedì 19 novembre 2007, 17:03
Residenza: Roma - Italia
Anti-spam: 56

Re: Bivio..

Messaggiodi Luca il lunedì 28 settembre 2009, 12:14

Non credo sia corretto generalizzare.
Non penso si possa "definire" una persona solo sulla base della sua nazionalità o della sua residenza in una città piccola o grande.
Ogni Stato ha una sua storia, usi, tradizioni, che inevitabilmente caratterizzano un po' il modo di essere dei cittadini di quella nazione. Ma questo non può essere considerato un fatto nè positivo nè negativo. E' come dire di un francese che è più o meno nazionalista o di uno svizzero che è preciso.
Gli ucraini hanno probailmente un modo di pensare diverso dal nostro, che può apparirci strano tanto quanto noi possiamo sembrare strani a loro, ad un francese o ad un tedesco.
Resto dell'avviso, ma l'ho già scritto, che specie quando si vive un rapporto con una ragazza di un altro Paese bisogna sforzarsi di comprendere il suo modo di essere e di far comprendere il nostro.
Saluti.
Luca
Avatar utente
Luca
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 1456
Iscritto il: sabato 30 maggio 2009, 19:57
Località: Chieti
Residenza: Chieti
Anti-spam: 56

Re: Bivio..

Messaggiodi Forrest Gump il lunedì 28 settembre 2009, 19:48

Si, è vero, ma il presupposto di tutto sono i sentimenti.
Per superare mille difficoltà, occorre una fortissima motivazione o semplicemente essere innamorati.

Dal racconto di Stem, credo che lui ce la stia mettendo tutta, ma non sono sicuro che lei stia facendo lo stesso.
Le sono state offerte diverse possibilità, non ne ha accettata una.

E' vero che noi dobbiamo comprendere loro, ma anche essere compresi.

Quanto alla diversità tra un italiano, un francese, un svizzero ed un ucraino e via avanti, sono dell'idea (non solo astratta, ma per esperienze vissute) che la distanza con gli ucraini per cultura, tradizioni e modi di fare e di essere è di gran lunga maggiore.
"L'uomo saggio aspetta il momento giusto, il pazzo lo anticipa, l'imbecille lo lascia passare". (tratto dal film "Mai arrendersi")
Avatar utente
Forrest Gump
Admin
Admin
 
Messaggi: 6443
Iscritto il: sabato 5 luglio 2008, 18:04
Località: Tra Marbella e Kiev
Residenza: Kiev Ucraina
Anti-spam: 42

Re: Bivio..

Messaggiodi serge il venerdì 2 ottobre 2009, 15:19

se posso raccontare la mia situazione e dire che anche la mia ragazza pensa sempre al matrimonio e dico che lei a gia convissuto con un altro uomo ucraino di cui le prometteva di sposarla , ma anche dopo 3 anni che e nato il loro figlio lui non la mai portata all altare e trovava sempre scuse .
lei non ha fatto altro che lasciarlo e cercare di rifarsi una vita e credo e spero che ci stia riuscendo :D
visto che ora e con me .
anche a me preme per sposarsi ma anche se e gia stata ingannata a me a detto che un po conviverebbe ma poi pultroppo e che la distanza fa molto .
io non sto con lei da tre anni come te ma la vorrei sempre vicino e per averla ce solo il matrimonio ..
Avatar utente
serge
ESPLORATORE
ESPLORATORE
 
Messaggi: 106
Iscritto il: lunedì 28 settembre 2009, 11:15
Residenza: milano
Anti-spam: 56

Re: Bivio..

Messaggiodi RobyUA il sabato 3 ottobre 2009, 2:43

Ciao a tutti,

anche se l'argomento è stato dibattutto in lungo ed in largo,
desidero ugualmente aggiungere il mio personalissimo pensiero
al riguardo e per quanto crudo e diretto non si riferisce a
nessuna delle storie qui riportate ma solo a quanto vissuto
direttamente nei miei viaggi e permanenze più o meno lunghe
nella bella terra di Ucraina (e non credo che Cristo si sia fermato
a Chop altrimenti non si spiegherebbero tutti quei miracoli che
tentiamo ti conoscere, frequentare, sposare . . . . . . e tantomeno
si spiegherebbero i viaggi di molte persone consapevoli di
andare in una terra senza Dio . . . . . . . masochismo a parte :mrgreen: ).

Per quello che ho potuto capire, tra le tante differenze che esistono
tra la nostra cultura e quella ucraina ce n'è una che miete vittime
più di altre . . ovvero le tempistiche nel fare le cose.
Noi italiani siamo notoriamente lenti ad uscire di casa, a laurearci,
a sposarci . . . . . . insomma lenti un po in tutto, non mi sto inventando
nulla di nuovo, basta guardare le statistiche. Tutto questo è accentuato
dal fatto che in fin dei conti la situazione economica, sociale e culturale
in cui viviamo è mediamente buona (con le dovute differenze che per quanto
tali non saranno mai paragonabili alle situazioni che possiamo conoscere
frequentando le normali famiglie ucraine, non gli oligarchi !!!) quindi
il cambiamento (vedi matrimonio) non cambia più di tanto la nostra vita.

In Ucraina è l'esatto contrario, gran parte della popolazione (non in centro
a Kiev) vive uno standard di vita che per noi sarebbe insostenibile (mancanza
di lavoro adeguatamente retribuito, mancanza di certezze date dallo stato,
mancanza di assistenza sanitaria, mancanza di svaghi in città, mancanza
di illuminazione nella gran parte delle vie della città dopo una certa ora
della sera . . . . . . tutte cose che a lungo andare fanno diventare primarie
determinate esigenze che noi leggiamo come "materiali" ma che se ci pensiamo
bene e se vivessimo quelle stesse condizioni ci guarderemmo bene dal condannare).

Tutto questo che ci azzecca con le storie qui riportate ? Arrivo al sodo.
Le ragazze ucraine a 20/22 sono già donne (le nostre stentano molto ad esserlo
anche a 30) e come tali desiderose di una famiglia, di un marito che le protegga
(le protegga da una realtà quotidiana molto difficile che qui in Italia non c'è, grazie a Dio)
ed hanno capito che devono fare in fretta poichè ogni occasione mancata le fa ripiombare
nella realtà di cui sopra.

Come se non bastasse, più passano gli anni più la concorrenza (le ragazze più giovani)
diventa agguerrita se poi aggiungiamo anche un figlio da precedente relazione beh,
scusate la mia franchezza, in UA sono proprio "fuori mercato".

A peggiorare il tutto arriviamo noi stranieri, maghi con le parole che gli ucraini non sanno
utilizzare per conquistare le loro loro donne ma altrettanto bravi a sparire una volta "consumato".
Le donne ucraine hanno imparato che la maggior parte degli stranieri vuole solo una cosa
e hanno fatto tesoro di queste esperienze.

La soluzione qual'è ???

Secondo me chi vuole una donna ucraina deve imparare a pensare ucraino quindi a capire
che 3 anni di attesa per una ragazza di 25 anni sono un'eternità (rapportandosi al loro modo
di fare le cose) e quindi dal suo punto di vista è giusto mettere l'uomo davanti ad una scelta:
"o mi sposi oppure dimmi che cavolo vuoi fare poichè qui non si è capito dove stiamo andando".

Il fatto che ci si prodighi tanto a trovarle una sistemazione qui in Italia, di trovarle un lavoro
e di proporre loro un periodo di convivenza è apprezzabilissimo se letto con occhi italiani ma non
se letto con occhi ucraini poichè ciò che fa felici loro è "semplicemente" il matrimonio.
Se una ragazza (dopo adeguato periodo di frequentazione e dopo aver verificato che si sta bene
insieme) vuole il matrimonio e le si da tutto all'infuori di quello, non si può pretendere che sia felice
poichè le si nega l'unica cosa che la fa sentire anche e soprattutto sicura, protetta.

Tutto ciò che ho scritto non vuole in alcun modo essere una critica nei confronti di coloro che
in questo momento attraversano un periodo buio nelle loro relazioni con donne ucraine bensì è
la mia personalissima interpretazione dei desideri e delle ambizioni delle ragazze/donne che ho
conosciuto anche solo come amiche e che continuo a frequentare come tali.

RobyUA !!!

P.S. Non ho volutamente toccato la parte sentimentale poichè quella la do per scontata.
Ho voluto, invece, sottolineare quelle che secondo me sono importanti differenze tra la
nostra cultura/modi di fare/di pensare ed il loro.
Se a ciascun l'interno affanno si leggesse in fronte scritto,
quanti mai che l'invidia fanno, ci farebbero pietà !!!

никто не стоит спрашиваю ?
нет, я нормальный водила !
Avatar utente
RobyUA
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 986
Iscritto il: martedì 10 giugno 2008, 21:45
Località: Rimini

Re: Bivio..

Messaggiodi verdeamore il sabato 3 ottobre 2009, 6:35

Condivido l'ultimo post
Penso pero' che ogni preacuzione non sia da buttare, come per esempio matrimonio con separazione dei beni! :mrgreen:
Avatar utente
verdeamore
Banned
 
Messaggi: 17
Iscritto il: martedì 29 settembre 2009, 1:29
Residenza: ANCONA
Anti-spam: 56

Re: Bivio..

Messaggiodi magma-x il sabato 3 ottobre 2009, 10:07

Vorrei un vostro parere:

E' amore se, dopo pochi giorni (meno di due settimane) da una storia "finita", quella ragazza si trova a letto con un altro, o peggio ancora, si trova ad un passo dal matrimonio con un altro uomo?
Quella donna ha veramente amato, e veramente ama?
Questo, non farebbe del precedente, e del successivo, una "opportunità"?

La storia di cui sopra, è la mia, e, so per certo, e potrei documentare con nomi e cognomi, che non riguarda solo me, o solo ragazze di kiev, ma anche di altre città più o meno importanti (leggasi Odessa, Yuzhnoukrainsk, Ternopil, etc, etc). Più di 20 storie che hanno lo stesso deniminatore comune, documentabile; inoltre, molte di queste storie, udite udite, provengono proprio da persone che frequentano questo medesimo forum, ma che, non hanno il coraggio di raccontare.

Non che gli italiani (leggasi stranieri) che si recano in loco siano migliori: tanto per spezzare una lancia in favore delle donne ukr, so di uomini che vanno li, col solo intento di trovare una donna bionda e con gli occhi azzurri piuttosto che mora e alta con un fisico mozzafiato: qualsiasi altra donna non sarebbe all'altezza di quell'italiano (leggasi sempre straniero), come se, l'ukr fosse un supermercato, e la donna, un oggetto su un banco. Nulla importa la sfaccettutura del carattere, o la personalità: per alcune persone "l'estetica" è l'unica cosa importante. Anche questo sentito con le mie orecchie da più di una persona ed ampiamente documentabile.

Quindi, la mia conclusione è, mai mettere su un piedistallo una razza, che sia italiana o ukr, poichè, non si sa mai quel che si ha davanti...dovremmo imparare a valutare la "persona" e non "le persone".

Non si è fermato a Chop? Ripensando e rileggendo quello sopra scritto, continuo ad avere i miei dubbi...

p.s.: Perchè continuo ad andare li? Perchè voglio bene ad una ragazza del luogo, ma, se non fosse per lei, avrei già cancellato da un pezzo quella nazione dal mio personale mappamondo :lol:

Saluti 8)
I templari erano a guardia della verità. - Baietti
Avatar utente
magma-x
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 1504
Iscritto il: lunedì 31 dicembre 2007, 16:05
Residenza: Via Lattea
Anti-spam: 56

Re: Bivio..

Messaggiodi filclems il lunedì 5 ottobre 2009, 22:11

magma-x ha scritto:mai mettere su un piedistallo una razza, che sia italiana o ukr, poichè, non si sa mai quel che si ha davanti...dovremmo imparare a valutare la "persona" e non "le persone".


MILLE AUGURI A STEM.... :wink:

Quello che ho quotato sopra...lo dico e ridico sempre anche io.

Riguardo ai tempi credo proprio che sia vero, io sono felicemente sposato da 10 anni....però mia moglie quando la conobbi era appena maggiorenne e io dopo 3 mesi credo le chiesi di sposarmi [-o< , ha 27 anni ha partorito il 4° figlio :mrgreen: ...che dire...?? probabilmente ha incontrato l'uomo italiano (stallone :lol: :mrgreen: ) giusto al momento giusto.
LA TRIBU' DELLE PICCOLE DONNE
Entre nous soit dit, bonnes gens,
Pour reconnaître
Que l'on n'est pas intelligent,
Il faudrait l'être.
Avatar utente
filclems
MASTER
MASTER
 
Messaggi: 595
Iscritto il: martedì 12 giugno 2007, 22:39
Località: Gubbio

Precedente

Torna a In Ucraina per amore





Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

cron