Attivita' imprenditoriale produttiva in Ucraina

Come aprire una attivita' di lavoro ucraina, la burocrazia, le problematiche, i consigli, i settori di commercio...

Attivita' imprenditoriale produttiva in Ucraina

Messaggiodi jcaloe il mercoledì 22 dicembre 2010, 15:44

Ho inteso aprire una nuova sezione nel forum considerato l'interesse suscitato dalla mia nota in merito alla realizzazione di una fabbrica di pellets nella parte occidentale dell'Ucraina.

Premetto che in Ucraina vi sono gia' diverse aziende operanti in tale settore, sparse in tutto il paese ma il mercato ucraino del pellets allo stato e' molto frammentato e disorganizzato.

Ho redatto, congiuntamente ad un Ucraino, un business plan dal quale risulta che le potenzialita' di guadagno sono allettanti, ma come qualsiasi modello produttivo, bisogna che i dati di input siano pienamente verificati. Senza andare sulle lunghe le condizioni primarie da rispettare sono:

1) L'approvvigionamento gratuito della materia prima (residui della lavorazione del legno) e atutt'oggi cio' e' possibile, visti anche gli esiti dei colloqui che ho avuto con grossi imprenditori boschivi operanti nell'area carpatica.
2) Il basso costo della mano d'opera ucraina, stbile per almeno per due anni, considerato che la produzione prevista (270 t/mese) richiede l'apporto di circa 10 manovalanze.
3) Il mantenimento delle attuali agevolazioni fiscali riservate alla aziende che esportano dall'Ucraina all'estero (solo il 6% di dogana e niente IVA), da verificare alla luce del nuovo codice fiscale ucraino.
4) La diffusione sempre maggiore dei biocombustibili in Europa.

Attualmente non abbiamo preso in considerazione il mercato ucraino, atteso che il prezzo del gas e' supportato da incentivi statali, che non so fino a quando le gia' esauste finanze ucraine saranno in grado di garantire.
Il mercato finale attualmente e' chiaramente l'Europa occidentale, con in testa la Germania. E' possibile anche esportare il prodotto in Italia, ma la incidenza del trasporto sul prezzo finale rende meno appetibile il mercato Italiano, sopratutto se la merce deve arrivare al sud Italia.

Posso comunque garantirti che la attuale produzione di pellets non riesce a soddisfare la richiesta, per cui il prezzo nel periodo invernale tende a salire vertiginosamente. A fronte di un costo di produzione di circa 70 Eurocent (Pellets DIN - sacchetto da 15 Kg senza il costo della impaccatura) il prezzo al consumatore raggiunge i 4,20 Euro. Va' comunque detto che vi sono i prezzi del trasporto e della commercializzazione ma il guadagno ci sarebbe.

Comunque prima di avviare il business voglio studiare piu' dettagliamente l'intera operazione. Spero di ricevere suggerimenti da chi ha piu' esperienza di me in merito al sistema "Ucraina". Salute a tutti
Avatar utente
jcaloe
MASTER
MASTER
 
Messaggi: 1033
Iscritto il: martedì 22 giugno 2010, 13:10
Residenza: Kiev
Anti-spam: 42


Re: Attivita' imprenditoriale produttiva in Ucraina

Messaggiodi alandd2001 il mercoledì 22 dicembre 2010, 20:23

I consigli piu utili sono:

- Non affidarti alla camera di commercio italo-ucraino (se vuoi in privato ti spiego perche')
- attento alle finanze con il tuo partner ucraino


Il resto gia lo trovi nel forum
Avatar utente
alandd2001
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 645
Iscritto il: mercoledì 10 giugno 2009, 9:39
Località: Hamburg
Residenza: Hamburg
Anti-spam: 42

Re: Attivita' imprenditoriale produttiva in Ucraina

Messaggiodi davide il venerdì 7 gennaio 2011, 11:17

ciao a tutti, avrei bisogno di informazioni riguardo avviare un attivita'.
se per esempio vorrei produrre salumi e formaggi tipici italiani,con i prodotti del posto , e lavorare con tutte le carte in regola,
per poi pubblicizzare il prodotto e rivenderlo,
la domanda e' questa:
se adiacente all'abitazione potrei crearci (costruire) un locale, con adiacente stalla, per la materia prima..;)
per poi chiedere permessi per svolgere la suddetta attivita', naturalmente a conduzione familiare,
quindi chiedo gentilmente se qualcuno ne possa sapere qualcosa al riguardo, e magari darmi qualche consiglio,
se potrebbe essere fattibile la cosa, e se fattibile tramite legge ucraina rendere operativo commercialmente il locale,
(stalla e laboratorio lavoro),adiacente una ventina di metri dalla casa abitativa.
p.s. la casa con piazzale si trova naturalmente in ambiente recintato, e con regolare progetto per costruire un altra struttura, stalla o dacia che sia. grazie.
davide ternopil
Avatar utente
davide
ESCURSIONISTA
ESCURSIONISTA
 
Messaggi: 66
Iscritto il: domenica 10 agosto 2008, 7:41
Località: cava dei tirreni (sa)

Re: Attivita' imprenditoriale produttiva in Ucraina

Messaggiodi vittorio_guido il venerdì 7 gennaio 2011, 13:03

Non so se è fattibile ma di sicuro i salumi e i formaggi sono diversi dai nostri...
Io un anno ho portato una forma di parmigiano reggiano che mandava un profumino...
Me la sarei mangiata sana da solo......
Credo che sia sempre là sana.... (l'ho regalata 6 anni fa:) :()
non so quanto ti convenga
Soltanto gli stupidi non sbagliano mai.....
Odessa Mama
Avatar utente
vittorio_guido
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 5678
Iscritto il: domenica 7 febbraio 2010, 22:09
Residenza: viareggio (Odessa vacanza)
Anti-spam: 56

Re: Attivita' imprenditoriale produttiva in Ucraina

Messaggiodi davide il venerdì 7 gennaio 2011, 14:20

ma sei sicuro che hanno capito che si mangi?? 6 anni...wow.. non vorrei l'abbiano presa per la ruota di un camion.. :P
davide ternopil
Avatar utente
davide
ESCURSIONISTA
ESCURSIONISTA
 
Messaggi: 66
Iscritto il: domenica 10 agosto 2008, 7:41
Località: cava dei tirreni (sa)

Re: Attivita' imprenditoriale produttiva in Ucraina

Messaggiodi andbod il venerdì 7 gennaio 2011, 15:37

L'avvio di un'attivita' di questo tipo richiede certamente il consiglio di esperti legali ed amministrativi vista la complessita' dell'appartato burocratico e fiscale Ucraini.

Non dovrebbero esistere preclusioni di fondo alla possibilita' di realizzare la stalla e il laboratorio adiacenti a casa ma esistono un serie infinita di norme sanitarie e di regolamenti (anche costruttivi) da seguire (almeno se si vogliono fare le cose in regola).

Ritengo che sia in ogni caso fondamentale valutare attentamente anche i requisiti personali di chi dovra' avviare, gestire ed eventualmente lavorare in azienda in quanto ricordo che gli stranieri che non siano residenti permanenti non possono essere direttori (in gran parte delle oblast Ucraine) dell'azienda che aprono e non possono lavorarvi (anche a titolo gratuito), se non in presenza di un permesso di lavoro (estremamente complesso da ottenere).

Valutati i requisiti personali e' anche, a mio avviso, importante valutare come distribuire e vendere questi prodotti in territorio Ucraino in quanto il mercato e' molto chiuso e quindi (a meno di non effettuare la vendita diretta ai vari bazar locali) bisogna necessariamente accordarsi con un grande gruppo che sia interessato alla distribuzione.
Avatar utente
andbod
Admin
Admin
 
Messaggi: 7169
Iscritto il: domenica 7 dicembre 2008, 1:40
Residenza: Lviv Ucraina
Anti-spam: 56

Re: Attivita' imprenditoriale produttiva in Ucraina

Messaggiodi davide il venerdì 7 gennaio 2011, 18:17

il laboratorio e stalla ancora sono da definire, l'attivita' verra' intestata ad una persona ucraina, prima di iniziare i lavori proseguiremo con gli stessi, tramite accettazione dell'a.s.l. locale. i prodotti (etichettati e timbrati con tanto di ingredienti e scadenza), verranno distribuiti in ucraina..(per il momento iniziale) tramite rappresentanti, con paga a percentuale sulle vendite. ci limiteremo a due max tre articoli che potrebbero funzionare bene in ucraina, fatti artigianalmente senza additivi chimici e conservanti. in maniera artigianale e genuina nel limite del possibile.
questo e' quanto... e' chiaro che brancoliamo nel buio, ma dopo aver tastato il terreno,e valutato tutto nei minimi dettagli, queste cose potrebbero fungere bene.
p.s. dico...potrebbero!! nel paese delle meraviglie tutto e' possibile.. :D
grz, andbod della risposta.
davide ternopil
Avatar utente
davide
ESCURSIONISTA
ESCURSIONISTA
 
Messaggi: 66
Iscritto il: domenica 10 agosto 2008, 7:41
Località: cava dei tirreni (sa)

Re: Attivita' imprenditoriale produttiva in Ucraina

Messaggiodi gianni il mercoledì 22 giugno 2011, 10:43

jcaloe ha scritto:Ho inteso aprire una nuova sezione nel forum considerato l'interesse suscitato dalla mia nota in merito alla realizzazione di una fabbrica di pellets nella parte occidentale dell'Ucraina.

Premetto che in Ucraina vi sono gia' diverse aziende operanti in tale settore, sparse in tutto il paese ma il mercato ucraino del pellets allo stato e' molto frammentato e disorganizzato.

Ho redatto, congiuntamente ad un Ucraino, un business plan dal quale risulta che le potenzialita' di guadagno sono allettanti, ma come qualsiasi modello produttivo, bisogna che i dati di input siano pienamente verificati. Senza andare sulle lunghe le condizioni primarie da rispettare sono:

1) L'approvvigionamento gratuito della materia prima (residui della lavorazione del legno) e atutt'oggi cio' e' possibile, visti anche gli esiti dei colloqui che ho avuto con grossi imprenditori boschivi operanti nell'area carpatica.
2) Il basso costo della mano d'opera ucraina, stbile per almeno per due anni, considerato che la produzione prevista (270 t/mese) richiede l'apporto di circa 10 manovalanze.
3) Il mantenimento delle attuali agevolazioni fiscali riservate alla aziende che esportano dall'Ucraina all'estero (solo il 6% di dogana e niente IVA), da verificare alla luce del nuovo codice fiscale ucraino.
4) La diffusione sempre maggiore dei biocombustibili in Europa.

Attualmente non abbiamo preso in considerazione il mercato ucraino, atteso che il prezzo del gas e' supportato da incentivi statali, che non so fino a quando le gia' esauste finanze ucraine saranno in grado di garantire.
Il mercato finale attualmente e' chiaramente l'Europa occidentale, con in testa la Germania. E' possibile anche esportare il prodotto in Italia, ma la incidenza del trasporto sul prezzo finale rende meno appetibile il mercato Italiano, sopratutto se la merce deve arrivare al sud Italia.

Posso comunque garantirti che la attuale produzione di pellets non riesce a soddisfare la richiesta, per cui il prezzo nel periodo invernale tende a salire vertiginosamente. A fronte di un costo di produzione di circa 70 Eurocent (Pellets DIN - sacchetto da 15 Kg senza il costo della impaccatura) il prezzo al consumatore raggiunge i 4,20 Euro. Va' comunque detto che vi sono i prezzi del trasporto e della commercializzazione ma il guadagno ci sarebbe.

Comunque prima di avviare il business voglio studiare piu' dettagliamente l'intera operazione. Spero di ricevere suggerimenti da chi ha piu' esperienza di me in merito al sistema "Ucraina". Salute a tutti


Ciao ma sei sicuro che produrre dagli scarti del legno come fanno quasi tutti in Ucraina sia vermanete vantaggioso, la segatura che dici ti regalano è sempre disponibile?? il trasporto come lo hai valutato nella tua analisi ? la quantità di prodotto mensile è legata alla redditività, a mio avviso con una produzione così bassa ti collochi alla pari della miriade di piccoli trasformatori presinti sul mercato ..... pensaci bene.
Avatar utente
gianni
VIAGGIATORE
VIAGGIATORE
 
Messaggi: 20
Iscritto il: martedì 21 giugno 2011, 12:36
Residenza: UCRAINA KIEV
Anti-spam: 56

Re: Attivita' imprenditoriale produttiva in Ucraina

Messaggiodi jcaloe il mercoledì 22 giugno 2011, 11:54

Ciao Gianni,

grazie del consiglio ma ho già abbandonato il progetto sul quale avevo lavorato tanto e fatto un viaggio esplorativo nell'area dei Carpazi ucraini. Le motivazioni sono molteplici .

Innanzitutto voglio dirti che la struttura dell'intervento, che tu giustamente hai definito piccola, era stata concepita inizialmente come tale per saggiare il mercato produttivo ucraino, con l'intento, essendo la catena lavorativa modulare, di raddoppiare dopo il primo anno e così via.

A metà Aprile sono andato in Ucraina per chiudere la questione ma dopo aver consegnato i documenti al commercialista per la creazione della Società mi sono tirato indietro per i seguenti semplici motivi.

La procedura amministrativa preparativa dell'attività (creazione della Società, ottenimento dei permessi necessari, sanitario, prevenzione incendi, ecologico, doganale,etc) costava circa 30.00 UAH, di cui almeno la metà in mazzette da elargire a tutti i soggetti interessati.

L'Amministratore della Società (che avrei dovuto essere io, avendo la maggioranza del 75%) doveva essere Ucraino o residente Ucraino e non potendo coinvolgere mia moglie che ha gentilmente declinato, per cui avevo preparato la documentazione per ottenere la residenza permanente essendo coniugato con cittadina Ucraina da più di due anni.

Sono andato anche a parlare con l'addetto commerciale dell’Ambasciata Italiana a Kiev, il quale mi ha riferito che per assumere la carica di AD di una Società di diritto Ucraino è sufficiente avere la ricevuta della presentazione dei documenti.

Il giorno successivo mi sono recato all'OVIR di competenza, spiegando tutta la situazione, e sono rimasto di stucco quando l'addetto alla ricezione dei documenti mi ha riferito che, essendo finalizzata la richiesta di residenza permanente ad assumere una carica lavorativa, questa doveva essere presentata non già a Kiev ma all'OVIR della città dove volevo incorporare la costituenda Società, ovvero a Stryi, oblast di Lviv.

Questo significava che avrei dovuto non solo fittare un immobile in questa città, ma anche che avrei dovuto ottenere dal proprietario una dichiarazione che mi consentiva di eleggervi la residenza, cosa fattibile ma con un notevole costo suppletivo.

Questo è il famoso "red carpet" degli anglo-sassoni.

In ultimo mi serviva un impiegato a tempo pieno per tenere i rapporti (e distribuire le mazzette) con la dogana e i vari Enti con cui interloquire.

Senza contare che avrei dovuto stare nell'area carpatica quasi 360 giorni all'anno per dirigere l'attività. Mi sono fatto due conti e ho rinunciato.
Avatar utente
jcaloe
MASTER
MASTER
 
Messaggi: 1033
Iscritto il: martedì 22 giugno 2010, 13:10
Residenza: Kiev
Anti-spam: 42

Re: Attivita' imprenditoriale produttiva in Ucraina

Messaggiodi alandd2001 il mercoledì 22 giugno 2011, 12:48

Peccato, mi sarebbe interessato aiutarti.

vabbe' ciao!
Avatar utente
alandd2001
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 645
Iscritto il: mercoledì 10 giugno 2009, 9:39
Località: Hamburg
Residenza: Hamburg
Anti-spam: 42

Re: Attivita' imprenditoriale produttiva in Ucraina

Messaggiodi Forrest Gump il mercoledì 22 giugno 2011, 20:01

Nulla di nuovo Jcaloe, solo ordinaria quotidianità.

Per me hai fatto bene a rinuciare e te lo dico da persona che è stata un bel pò in Ucraina.

Il gioco ne deve valere la candela.
Non vale la pena mettere in piedi un'organizzazione tale, con problemi inevitabili, se non è destinata ad essere "la tua vita" o "gran parte della tua vita" (leggasi: se in pratica vivi di altro e non hai profondissime motivazioni).
"L'uomo saggio aspetta il momento giusto, il pazzo lo anticipa, l'imbecille lo lascia passare". (tratto dal film "Mai arrendersi")
Avatar utente
Forrest Gump
Admin
Admin
 
Messaggi: 6221
Iscritto il: sabato 5 luglio 2008, 18:04
Località: Puerto Banùs (Spain)
Residenza: Kiev Ucraina
Anti-spam: 56

Re: Attivita' imprenditoriale produttiva in Ucraina

Messaggiodi gianni il martedì 12 luglio 2011, 10:55

CIAO A TUTTI, CERTO CHE DA TANTO OTTIMISMO INIZIALE , SI PASSA POI VELOCEMENTE AD UN PESSIMISMO CATASTROFICO, SI TRATTA DI CAPIRE UN CONCETTO DI BASE, DICIAMO UNA REGOLA PERCHE' IN UCRAINA NON STAVANO ASPETTANDO NOI PER FARE BUSINESS PERCIO' OGNI COSA HA IL SUO PREZZO E IL SUO SACRIFICIO.
NESSUNO TI REGALA NIENTE E OGNI COSA CHE FAI TI COSTA SACRIFICIO ED ANCHE UN RISCHIO SE SI VUOLE FARE REALMENTE, PER QUESTO SE SI PENSA DI ESSERE IMPRESA OCCORRE RISCHIARE E FARE DEI SACRIFICI, NON CREDETE?
GLI ITALIANI IN PASSATO HANNO SEMPRE PENSATO DI ESSERE PIU' FURBI DI TUTTI, SOPRATTUTTO ALL'ESTERO, MA I TEMPI CAMBIANO E BISOGNA ADATTARSI O MEGLIO RIVEDERE DEI VECCHI CONCETTI.
IL PELLET E' INTERESSANTE MA VA AFFRONTATO SERIAMENTE COME TUTTE LE COSE IL GUADAGNO SI PUO' FARE MA SOLO SE SI HA UN BUON PRODOTTO ( COME QUALITA') E UNA QUANTITA' COSTANTE , UN CAMION OGNI TANTO NON INTERESSA A NESSUNO...........INVECE QUI IN UCRAINA CI SONO SOLO OFFERTE DI QUESTO TIPO, COSA PUO' SIGNIFICARE SECONDO VOI ?

CIAO
Moderatore: scrivere a lettere minuscole
Avatar utente
gianni
VIAGGIATORE
VIAGGIATORE
 
Messaggi: 20
Iscritto il: martedì 21 giugno 2011, 12:36
Residenza: UCRAINA KIEV
Anti-spam: 56

Re: Attivita' imprenditoriale produttiva in Ucraina

Messaggiodi baloo il martedì 12 luglio 2011, 13:32

A proposito di pellets...

Ad agosto vado su in ucraina nell'azienda di famiglia che ho scoperto che si è dotata di una macchina fabbrica pellets che funziona a singhiozzo... utilità pari a zero. Praticamente lo regalano visto che la produzione è infima e non hanno una linea di imballaggio... Sono curioso di vedere la qualità. Per la quantità basterebbe mettere a pieno regime i macchinari, staremo a vedere.

Se qualcuno conosce qualche distributore nazionale di pellets mi faccia un fischio :D
Avatar utente
baloo
ESCURSIONISTA
ESCURSIONISTA
 
Messaggi: 59
Iscritto il: martedì 22 luglio 2008, 17:28
Località: Padova

Re: Attivita' imprenditoriale produttiva in Ucraina

Messaggiodi gianni il martedì 12 luglio 2011, 14:55

Ciao,
so che si trova molto usato ma scadente proveniente da Russia, molti comprono a pezzi e pensano di aver realizzato l'impianto, chiaramente non è così.

Ho sentito di una ditta italiana che vende impianti che lavorano direttamente il materiale umido, è impossibile se non allungando i tempi di produzione per cui attenzione anche agli italiani!!!

Mi dicono che si trovano ditte che producono impianti per il pellet in Ucraina ma ne ho solo sentito parlare, se ne siete a conoscenza fate sapere perchè interessa anche a me approfondire argomento

Grazie ciao
Avatar utente
gianni
VIAGGIATORE
VIAGGIATORE
 
Messaggi: 20
Iscritto il: martedì 21 giugno 2011, 12:36
Residenza: UCRAINA KIEV
Anti-spam: 56

Re: Attivita' imprenditoriale produttiva in Ucraina

Messaggiodi baloo il mercoledì 13 luglio 2011, 10:02

Gianni, dopo chiedo a mia cognata dove hanno comprato la linea di produzione per i pellets, ma penso in italia visto che anche l'ultimo forno l'han comprato qui come tutti gli altri macchinari.

C'è una ditta dalle parti di Mosca che ha una sede qui in italia sotto il mio ufficio, importano macchinari per la lavorazione del legno, posso chiedere anche a loro se hanno sedi in ua.

Ciao :)
Avatar utente
baloo
ESCURSIONISTA
ESCURSIONISTA
 
Messaggi: 59
Iscritto il: martedì 22 luglio 2008, 17:28
Località: Padova

Prossimo

Torna a Aprire una attivita' in Ucraina





Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

cron