Adattamento in Italia

Esperienze e confronti, le storie d'amore le delusioni e il carattere delle ragazze ucraine.

Adattamento in Italia

Messaggiodi max_10 il lunedì 17 febbraio 2014, 21:36

ciao a tutti,
volevo farvi una domanda, magari banale ma che mi incuriosisce molto.

Moltissimi di voi avranno ottenuto un visto e speso settimane o mesi qua in Italia con la vostra ragazza; come è stato il vostro atteggiamento di fronte ai suoi primi problemi di adattamento?
Avatar utente
max_10
VIAGGIATORE
VIAGGIATORE
 
Messaggi: 18
Iscritto il: mercoledì 30 ottobre 2013, 21:03
Residenza: Milano
Anti-spam: 42


Re: Adattamento in Italia

Messaggiodi domedo79 il lunedì 17 febbraio 2014, 22:09

Ci sarebbe molto da dire ..ma fondamentalmente se vi e la volonta di vivere qua l adattamento non e` difficile . Poi i casi possono differire tra loro da molti fattori..vedi eta ,precedente situazione sociale...etc etc
Avatar utente
domedo79
MASTER
MASTER
 
Messaggi: 720
Iscritto il: martedì 18 settembre 2012, 15:34
Residenza: pistoia
Anti-spam: 56

Re: Adattamento in Italia

Messaggiodi franco3000 il sabato 1 marzo 2014, 23:15

Ciao,
finchè lei era sempre a casa,non era ancora innamorata,quando ha cominciato a vedermi solo la domenica,tutto quello che non le piaceva le è piaciuto.
Portafoglio chiuso e se lei spende i soldi per te è ok.
La mia mi fa la spesa anche se è via tutta settimana.


Ci vuole tempo,la mia ha impiegato 3 anni per cambiare un pò.

Si adattano eccome ma ci vuole pazienza.

Il prossimo passo che devo fare è farla venire in ferie,non è abituata....
Avatar utente
franco3000
ESCURSIONISTA
ESCURSIONISTA
 
Messaggi: 71
Iscritto il: domenica 3 marzo 2013, 14:46
Residenza: cantù
Anti-spam: 42

Re: Adattamento in Italia

Messaggiodi Vjktorio il giovedì 4 dicembre 2014, 14:48

La mia compagna, dopo 4 anni di convivenza, non si è adattata, ed è tornata a vivere nel suo paese. Tempo e soldi per farle imparare un po' d'italiano buttati al vento, tutto il giorno in casa a guardare tv russa ed a parlare solo in russo via skype e telefonini vari coi familiari. Il prossimo p.d.s. sarebbe stato quello a lungo termine con la prova d'italiano, ed ancora a parlare un inglese stracciato con molte incomprensioni derivanti dall'uso casalingo (per capirci, quando proprio non ce la facevamo ad intenderci nemmeno in inglese che parlava terra terra, parlavamo da una stanza all'altra coi computer) di traduttori online del menga. Affiancamento di un'altra ragazza russa che in 6 mesi di convivenza col marito italiano già parla sia italiano che dialetto (!!!), macché: con questa parlava, ma in russo!
E poi patriottismo filo-sovietico a morire (è del sud-est). Amore spassionato per i suoi familiari da chiedermi di rientrare due, tre volte all'anno (anche là, quindi, esistono i "mammoni", in questo caso donna)!.
Alla fine ho colto l'occasione di un rimpatrio temporaneo e l'ho fatto diventare definitivo. Pax.
Subito tornato alla carica (ormai amo quel paese e le sue tradizioni! :) ), adesso penso d'aver trovato quella che fa al caso mio. Autonomamente, e indipendente economicamente, sta facendo tutto lei per potermi raggiungere: nel frattempo frequenta un corso accelerato d'italiano. Insomma: tutta un'altra storia.
Saluti

Vittorio B.
Avatar utente
Vjktorio
ESCURSIONISTA
ESCURSIONISTA
 
Messaggi: 90
Iscritto il: lunedì 23 novembre 2009, 18:40
Residenza: BRINDISI
Anti-spam: 56

Re: Adattamento in Italia

Messaggiodi vittorio_guido il giovedì 4 dicembre 2014, 19:45

Mio omonimo

Scusami e non ti offendere, ma ai impiegato 4 anni a capire che non faceva per lei l'Italia??? :evil:

Ognuno reagisce e si integra in base al proprio carattere, per carità, ma bisogna avere anche voglia di imparare e rimanere.
Io litigo a giornate con la mia, perchè vorrei che insegnasse il russo ai bimbi, ma niente... Italiano e anche qualche parola di dialetto.....
E' più facile che parli in russo io con i bimbi che viceversa!

Comunque AUGURI per la tua ricerca.
Poi che vuoi, ti sei preso una Odessita.... :)
La prossima cercala di Lviv :)
Ciao
Vittò
Soltanto gli stupidi non sbagliano mai.....
Odessa Mama
Avatar utente
vittorio_guido
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 5830
Iscritto il: domenica 7 febbraio 2010, 22:09
Residenza: viareggio (Odessa vacanza)
Anti-spam: 56

Re: Adattamento in Italia

Messaggiodi Forrest Gump il giovedì 4 dicembre 2014, 21:34

Il rapporto strettissimo mamma/figlia di cui parli è una marcata loro caratteristica e non un caso isolato.
"L'uomo saggio aspetta il momento giusto, il pazzo lo anticipa, l'imbecille lo lascia passare". (tratto dal film "Mai arrendersi")
Avatar utente
Forrest Gump
Admin
Admin
 
Messaggi: 6326
Iscritto il: sabato 5 luglio 2008, 18:04
Località: Puerto Banùs (Spain)
Residenza: Kiev Ucraina
Anti-spam: 56

Re: Adattamento in Italia

Messaggiodi vittorio_guido il giovedì 4 dicembre 2014, 23:11

Vero c'è un forte legame madre figlia.
l'ho notato anche io.
Sarà dovuto al tipo di vita in Ucraina. Dove l'uomo là è quello che è. ...... :(
Soltanto gli stupidi non sbagliano mai.....
Odessa Mama
Avatar utente
vittorio_guido
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 5830
Iscritto il: domenica 7 febbraio 2010, 22:09
Residenza: viareggio (Odessa vacanza)
Anti-spam: 56

Re: Adattamento in Italia

Messaggiodi Antonio79 il venerdì 5 dicembre 2014, 10:21

Anche mia moglie è molto legata con la madre ed in genere con la sua famiglia ma non ha avuto alcun tipo di adattamento.
Fin dai primi mesi quando ci siamo conosciuti a Chisinau nel 2008 ha iniziato da autodidatta ad imparare l'italiano per cui quando è venuta per la prima volta a Palermo a Dicembre 2009 parlava già discretamente...quando ci si è trasferita a Giugno 2011 dopo il matrimonio si è subito adattata..specialmente con la cucina siciliana :D adesso quando andiamo in Moldava i parenti e gli amici pur parlando in rumeno o russo le dicono che comunque mantiene una cadenza italiosiciliana :shock:
Avatar utente
Antonio79
VIAGGIATORE
VIAGGIATORE
 
Messaggi: 35
Iscritto il: lunedì 1 dicembre 2014, 19:17
Residenza: Palermo
Anti-spam: 42

Re: Adattamento in Italia

Messaggiodi Pièveloce il venerdì 5 dicembre 2014, 13:36

Cari nuovi amici,
(sono un nuovo iscritto al forum...)
ho riscontrato nei vostri messaggi le stesse sensazioni da me percepite con la mia amata:

sentimenti di patriottismo filo- sovietico (..è di Kharkov)
forte legame con la madre, ma è altrettanto vero che sua mamma si preoccupa per me, perché qui, a Kharkov, a parte loro, non conosco nessuno, e adesso starò qui due mesi.....
Forte senso del dovere, è molto attaccata al suo lavoro.
Lentamente mi sta introducendo presso i suoi amici-che, ma c'è sempre lo scoglio della lingua, pochi di loro conoscono un inglese accettabile. Fortunatamente con lei non ho questo problema !

Ciao!!!
Avatar utente
Pièveloce
ESCURSIONISTA
ESCURSIONISTA
 
Messaggi: 69
Iscritto il: giovedì 4 dicembre 2014, 18:47
Residenza: Arona, - Kharkov-
Anti-spam: 42

Re: Adattamento in Italia

Messaggiodi Pegase76 il venerdì 5 dicembre 2014, 17:59

Ciao,

Approvo anchio il legame con la Madre (dice che e' come se fosse la sua migliore amica :roll: ) anche se sembra saper far la differenza tra Mamma e Amica e sopratutto fare le sue scelte.

Il lavoro con il senso del dovere certo... secondo me lavorano comme delle dannate :(

Di politica se ne parla poco e niente, mi dice che non le piace parlare di politica e che queste news evita di guardarle per non rattristarsi troppo e visto quello che sta accandendo la capisco benissimo.

Ma per tornare all'adattamento secondo me e' difficile dire perché ci sono molti fattori in gioco di cui uno di questi e' la persona stessa.
Intendo la ragazza che viene a vivere con te e la sua capacité di adattarsi a una nuova vita.

La migliore soluzione e' cercare di dargli il piu' d'informazioni possibili su quello che le aspetta, dare i dettagli, cercare anche corsi d'Italiano (nel mio caso Francese) e ma sopratutto tanta presenza all'inizio e amore al fine che cominci a sentirsi a suo agio.

Almeno credo sia una buona soluzione...
Avatar utente
Pegase76
ESCURSIONISTA
ESCURSIONISTA
 
Messaggi: 50
Iscritto il: giovedì 6 novembre 2014, 22:17
Residenza: Rueil Malmaison Ile de France
Anti-spam: 42

Re: Adattamento in Italia

Messaggiodi Luigi il mercoledì 18 marzo 2015, 9:23

Ma, che dirvi? Per lo meno la mia è filo ucraina e dice che le ragazze russe sono molto diverse dalle ragazze
ucraine, intende come carattere e punti di vista.

Lei dice che l'addattamento non è un problema, ossia lei sostiene che se si ama il proprio uomo la donna lo deve
seguire ovunque. Io a volte le ho chiesto: ma preferisci che viviamo in Ucraina o in Italia? Lei mi risponde
sempre: "Guarda Luigi, per me il posto non è importante, va bene anche al polo nord, basta che stiamo insieme".

Sembra convinta, ha ancora molte difficoltà con la lingua italiana, le sta insegnando una mia amica ucraina che
ha vissuto e lavorato molti anni in Italia, l'unico problema è che ha poco tempo, lei è un tenente di polizia a
Nikolaev, fortuna che parla un poco di inglese, ma non abbiamo comunque problemi a capirci, però lei è molto
intenzionata a imparare l'italiano, perchè dice: "In Italia si parla l'italiano, non il russo". =D> :D

Lei dice che vuole venire in Italia per avere una famiglia con me, penso che farò il grande passo a fine marzo
2016. Ciao a Tutti.
Avatar utente
Luigi
ESPLORATORE
ESPLORATORE
 
Messaggi: 243
Iscritto il: giovedì 3 maggio 2007, 11:25
Località: Teramo

Re: Adattamento in Italia

Messaggiodi Forrest Gump il mercoledì 18 marzo 2015, 10:40

Ho sentito negli ultimi tempi di tantissimi giovani che lasciano l'Ucraina.

Purtroppo l'ultima crisi e gli ultimi eventi hanno portato tantissimo sconforto che si è aggiunto al malcontento già presente in passato per la situazione di base non idilliaca.

Tanti sono andati all'estero per scappare alla chiamata alle armi, altri per amore, altri per qualsiasi cosa dia stabilità e serenità. Parlando ieri con una badante che conosco molto bene, mi sono accorto anche del pessimismo per il futuro che impera negli ucraini dopo gli ultimi avvenimenti politici e finanziari.

Io le dicevo che, in fondo in questi giorni non si stava sparando e che forse si arrivava quantomeno a congelare il conflitto e lei, proprio come se non mi sentisse, mi elencava gli arrivi in Spagna dal suo paesino dell'ultima settimana.
La gente vuole solo stare in pace, con un salario che le consenta di vivere onestamente, senza bombe, senza i prezzi che fanno impazziti +10% un giorno e -10% il giorno dopo, senza invasori ed invasi. :mrgreen:
"L'uomo saggio aspetta il momento giusto, il pazzo lo anticipa, l'imbecille lo lascia passare". (tratto dal film "Mai arrendersi")
Avatar utente
Forrest Gump
Admin
Admin
 
Messaggi: 6326
Iscritto il: sabato 5 luglio 2008, 18:04
Località: Puerto Banùs (Spain)
Residenza: Kiev Ucraina
Anti-spam: 56

Re: Adattamento in Italia

Messaggiodi giuseppe2000 il mercoledì 24 febbraio 2016, 1:05

Ciao,
la mia ha imparato l'italiano vedendo la tv o meglio ascoltando la tv.
Per le ferie,stesso problema ma ho risolto facendomi le ferie da solo e portando lei una settimana non tanto lontano dato che non vuole.
va beh,bisogna adattarsi


Vjktorio ha scritto:La mia compagna, dopo 4 anni di convivenza, non si è adattata, ed è tornata a vivere nel suo paese. Tempo e soldi per farle imparare un po' d'italiano buttati al vento, tutto il giorno in casa a guardare tv russa ed a parlare solo in russo via skype e telefonini vari coi familiari. Il prossimo p.d.s. sarebbe stato quello a lungo termine con la prova d'italiano, ed ancora a parlare un inglese stracciato con molte incomprensioni derivanti dall'uso casalingo (per capirci, quando proprio non ce la facevamo ad intenderci nemmeno in inglese che parlava terra terra, parlavamo da una stanza all'altra coi computer) di traduttori online del menga. Affiancamento di un'altra ragazza russa che in 6 mesi di convivenza col marito italiano già parla sia italiano che dialetto (!!!), macché: con questa parlava, ma in russo!
E poi patriottismo filo-sovietico a morire (è del sud-est). Amore spassionato per i suoi familiari da chiedermi di rientrare due, tre volte all'anno (anche là, quindi, esistono i "mammoni", in questo caso donna)!.
Alla fine ho colto l'occasione di un rimpatrio temporaneo e l'ho fatto diventare definitivo. Pax.
Subito tornato alla carica (ormai amo quel paese e le sue tradizioni! :) ), adesso penso d'aver trovato quella che fa al caso mio. Autonomamente, e indipendente economicamente, sta facendo tutto lei per potermi raggiungere: nel frattempo frequenta un corso accelerato d'italiano. Insomma: tutta un'altra storia.
Saluti

Vittorio B.
Avatar utente
giuseppe2000
ESPLORATORE
ESPLORATORE
 
Messaggi: 100
Iscritto il: domenica 29 novembre 2015, 22:09
Residenza: meda
Anti-spam: 42

Re: Adattamento in Italia

Messaggiodi Mauroest il domenica 10 aprile 2016, 23:02

rapporti madre/figlia strettissimi, l'italiano lo imparano se significa sopravvivenza oppure continuano a parlare il russo, regali regalini ad amiche parenti fino al quarto grado, ricerca della vita agiata e dei film russi ecc ecc
Avatar utente
Mauroest
MASTER
MASTER
 
Messaggi: 391
Iscritto il: lunedì 19 aprile 2010, 9:44
Residenza: trieste-Ві́нниця
Anti-spam: 42

Re: Adattamento in Italia

Messaggiodi vittorio_guido il lunedì 11 aprile 2016, 10:27

Ho proprio avuto fortuna o sfortuna,da un estremo all'altro....
Io cerco i film in russo e lei non li vuol vedere....
:lol:
E la cosa non mi piace perché vorrei che i bimbi imparassero il russo...... :evil:
Invece..... :evil:
Soltanto gli stupidi non sbagliano mai.....
Odessa Mama
Avatar utente
vittorio_guido
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 5830
Iscritto il: domenica 7 febbraio 2010, 22:09
Residenza: viareggio (Odessa vacanza)
Anti-spam: 56

Prossimo

Torna a In Ucraina per amore





Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti