Abito a Parigi e mi devo sposare in Ucraina...

Ricongiungimento con la moglie sposata in Ucraina

E' lunga l'attesa...

Messaggiodi Pegase76 il giovedì 2 aprile 2015, 9:49

Ciao,
E' da un po che non scrivo anche se leggo sovente il forum.

La nostra attesa non e' ancora finita e sinceramente mi chiedo quando finira...

Mi spiego dopo il matrimonio (23Gennaio) mia moglie ha fatto la richiesta del nuovo passaporto Ucraino con il mio cognome, glia ha preso 1 bel mese per riceverlo...

Da fine Gennaio si e' passati quindi a fine Febbraio solo per un documento !!! :(

Fine Febbraio ha quindi richiesto il passaporto Internazionale pagando per richiedere quello velocizzato (se no saremmo ancora qui a aspettarlo...).
Il 20 di marzo lo ha finalement ricevuto =D>

Ora sono dal 23 di Marzo che ha inviato i documenti all'ambasciata Italiana per legalizzarli... attenzione non parlo della trascrizione ma parlo della legalizzazione :

quella che viene chiamata “legalizzazione” (di un atto ufficiale ucraino, esclusivamente se munito di Apostille) è in realtà la “certificazione di conformità della traduzione in lingua italiana” rilasciata dall’Ambasciata d’Italia (i documenti ufficiali ucraini, muniti di Apostille, non necessitano di altra “legalizzazione”). Per comodità di linguaggio viene chiamata più semplicemente “legalizzazione”.

La trascrizione di un atto di stato civile (come il suo atto di matrimonio) ucraino presso il Comune di residenza italiano è invece operazione diversa (e successiva alla “legalizzazione”: solo un atto “legalizzato” può essere successivamente trascritto in Italia).


Ad oggi documento non ancora ricevuto da mia moglie...

Sapendo che solo una volta ricevuto potrà andare a Kiev fare la richiesta di trascrizione (chiedendo la copia ai fini di fare la richiesta del visto all'ambasciata francese).

Bah francamente sono disgustato; io che speravo poter rivedere mia moglie al massimo metà Aprile mi sembra che qui le cose vanno molto ma molto per lunghe... :(

Senza nessuna cattiveria vorrei solo precisare che lo "Step" di questa "legalizzazzione" non l'ho letto da nessuna parte qui sul forum ma ho trovato solo lo "step" della trascrizione direttamente; salvo quindi errori da parte mia sarebbe utile aggiungerlo al fine che altre persone possano ritrovarsi e non essere sorprese come sono stato io.

Concludo non capendo come mai ci si metta cosi tanto tempo... Quando penso che mia moglie deve ancora salire su fare la trascrizione richiederne una copia in lingua Inglese ai fini di andare all'ambasciata Francese per il visto ho l'impressione che ne abbiamo ancora per 2 mesi minimo.. e' uno scandalo!

Scusate lo sfogo...

Buona giornata a tutti...
Avatar utente
Pegase76
ESCURSIONISTA
ESCURSIONISTA
 
Messaggi: 50
Iscritto il: giovedì 6 novembre 2014, 22:17
Residenza: Rueil Malmaison Ile de France
Anti-spam: 42


Re: Abito a Parigi e mi devo sposare in Ucraina...

Messaggiodi Pegase76 il giovedì 2 aprile 2015, 12:33

Aggiungo solo che se si continua cosi' si fa prima a aspettare che gli Ukraini non abbiamo piu' bisogno del Visto Turistico per entrare in Europa, perché in fondo alla fine il visto del "ricongiungimento familiale" e' un Visto turistico di 3 mesi che permette una volta arrivati (sia in Italia o in un altro paese d'Europa) di poi richiedere il permesso di soggiorno...

Bah... no comment va.
Avatar utente
Pegase76
ESCURSIONISTA
ESCURSIONISTA
 
Messaggi: 50
Iscritto il: giovedì 6 novembre 2014, 22:17
Residenza: Rueil Malmaison Ile de France
Anti-spam: 42

Re: Abito a Parigi e mi devo sposare in Ucraina...

Messaggiodi dreamcatcher il giovedì 2 aprile 2015, 12:58

Ho riletto la tua vicenda e purtroppo non so aiutarti... mi metto alla ricerca di informazioni, anche se immagino che qualcun altro nel forum ben più preparato saprà darti spiegazioni.
In bocca al lupo
Avatar utente
dreamcatcher
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 7385
Iscritto il: giovedì 1 luglio 2010, 10:38
Residenza: Como
Anti-spam: 56

Re: Abito a Parigi e mi devo sposare in Ucraina...

Messaggiodi vittorio_guido il giovedì 2 aprile 2015, 16:46

Beh però quando certi problemi ve li create da soli. Come il cambio cognome e quindi documenti uCraini.....
poi c'è poco da arrabbiarsi.....
come quello contromano in autostrada che ascolta la radio e sente che c'è un folle contromano in autostrada. ...
1? Qui sono tutti contromano
io il far cambiare nome alla moglie la vedo così, voler per forsa prendere contromano un'autostrada.......
aspetta quando chiederete la cittadinanza li arriva il bello.......
in ogni caso auguri e mi rivolgo ai futuri sposi che leggono il forum.
Battete i pugni sul tavolo: ti amo ma il mio cognome non lo prendi punto e basta.
Saluti
Vittò
Soltanto gli stupidi non sbagliano mai.....
Odessa Mama
Avatar utente
vittorio_guido
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 5625
Iscritto il: domenica 7 febbraio 2010, 22:09
Residenza: viareggio (Odessa vacanza)
Anti-spam: 56

Re: Abito a Parigi e mi devo sposare in Ucraina...

Messaggiodi Pegase76 il giovedì 2 aprile 2015, 18:02

Ciao Vitto,

Per il cambio cognome piu' che andare a contromano e' non aver la patente, intendo per li che da quando ci si sposa e la moglie non deve cambiare cognome???

E si, li e' sicuramente piu' ignoranza che voler andare a controsenso quindi be in questo caso ho pagato 2 mesi di attesa per ignoranza piu' che altro...
Ma poi scusa se non avesse cambiato cognome subito avrebbe potuto farlo dopo???

Per la cittadinanza vivendo in Francia a meno che non chieda un giorno quella Francese non penso che chiederà quella Italiana, bah poi si vedra...

Mi son sfogato perché dopo l'attesa di 2 mesi (cambio nome quindi con nuovi passaporti) mi son ritrovato con questa fase di "legalizzazione" prima della fase di "trascrizione" che non ho letto da nessuna parte!

E quindi chiaramente ancora tempo da aspettare e penso tu possa capire che dopo aver di gia aspettato 2 mesi incomincio chiaramente a essere stanco...

Ecco tutto li non c'e' l'ho con nessuno in particolare... :(
Avatar utente
Pegase76
ESCURSIONISTA
ESCURSIONISTA
 
Messaggi: 50
Iscritto il: giovedì 6 novembre 2014, 22:17
Residenza: Rueil Malmaison Ile de France
Anti-spam: 42

Re: Abito a Parigi e mi devo sposare in Ucraina...

Messaggiodi dreamcatcher il giovedì 2 aprile 2015, 18:12

I tempi per avere un nuovo passaporto sono lunghi, a prescindere da quello che c'è scritto ufficialmente.
sia per la mia ragazza che per suo figlio, con le scuse più diverse sono passati almeno due mesi.

Sul cambio cognome capisco che non avendo informazioni o se preferisci, essendo inesperti, si commettono errori che poi si pagano in termini di tempo, soldi e anche arrabbiature.
Per non parlare poi del cognome dei figli, avuti magari con mariti diversi... un casino unico mi viene il mal di testa solo a pensarci.
Avatar utente
dreamcatcher
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 7385
Iscritto il: giovedì 1 luglio 2010, 10:38
Residenza: Como
Anti-spam: 56

Re: Abito a Parigi e mi devo sposare in Ucraina...

Messaggiodi Pegase76 il giovedì 2 aprile 2015, 18:37

Ma guarda Dream,
Oramai i 2 mesi son passati e i due nuovi passaporti son fatti quindi quel che e' fatto e' fatto e poi francamente mi vedevo male (anche se lo avessi saputo prima) dire à mia moglie "No non prendi il mio cognome".
A meno che chiaramente avesse potuto prenderlo una volta arrivata in Francia ma questo non lo so se si puo' fare e comunque ripeto oramai e' fatto...
E menomale che non ci stavano figli in mezzo da parte sua se no in effetti non immagino il casotto...

Ora pero' sta "legalizzazione" chiaramente prende tempo; una cosa che vorrei capire e' una volta che e' stata fatta e che mia moglie ha ricevuto indietro i suoi documenti (Atto di matrimonio con apostille, traduzione da traduttore giurato, certificazione della conformita della traduzione Italiana in questo caso la cosidetta "legalizzazione") quanto tempo gli ci vorra à mia moglie per ricevere la copia della trascrizione ai fini di andare a richiedere il visto Francese?

Sopratutto che la copia della legalizzazione deve essere in Inglese o in Francese se no chiaramente all'ambasciata Francese l'Italiano mica lo accettano...

Sia chiaro ho chiesto se mia moglie poteva di gia andare a Kiev per richiedere la trascrizione visto che tanto i documenti sono di gia da loro in questo momento (Legalizzazione in corso come detto prima) ma non ho avuto risposta e non voglio insistere per non mettermi contro l'ambasciata, son sempre stato cordiale e educato nelle mie domande ma penso che la non risposta voglia chiaramente dire :
Signore oramai deve aspettare la legalizzazione e una volta che e' pronta sua moglie potrà venire a fare la trascrizione...

Mi sbaglio ancora? Oramai non so piu' dove sono le certezze... :(
Avatar utente
Pegase76
ESCURSIONISTA
ESCURSIONISTA
 
Messaggi: 50
Iscritto il: giovedì 6 novembre 2014, 22:17
Residenza: Rueil Malmaison Ile de France
Anti-spam: 42

Re: Abito a Parigi e mi devo sposare in Ucraina...

Messaggiodi vittorio_guido il giovedì 2 aprile 2015, 20:12

Purtroppo sulla legalizzazione non so cosa dirti.

Mi 'arrabbio' sul cambio cognome perchè mi dispiace,
Perchè ci siamo passati in molti (ma nel mio caso Ucraina viaggi non esisteva ancora) e nel forum sono anni che io ripeto questa cosa, anzi che mi batto per non far cambiare cognome alla moglie...
Ma ormai i buoi son scappati
vedersi rovinare la vita per impuntature medioevali e niente più...

mia suocera ne ha cambiati tre di cognomi... ti sembra normale???
E per farla venire in Italia, una montagna di fogli per far capire che mia moglie è sua figlia... :twisted: :twisted:

Anche mia moglie fece l'errorei, e noi lavoravamo all'estero negli USA e il cambio di passaporto era un problema...
Morale? uscimmo con il vecchio passaporto con il cognome Ucraino (il nuovo passaporto neanche lo richiese)
nel frattempo fece domanda per poter avere indietro il vecchio cognome... ci volle un anno!!!
UN ANNO!!!! :twisted:
Perchè a cambiarlo dopo il matrimonio sono 5 minuti.. a riavere il tuo una vita...

Ciao
Vittò
Soltanto gli stupidi non sbagliano mai.....
Odessa Mama
Avatar utente
vittorio_guido
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 5625
Iscritto il: domenica 7 febbraio 2010, 22:09
Residenza: viareggio (Odessa vacanza)
Anti-spam: 56

Re: Abito a Parigi e mi devo sposare in Ucraina...

Messaggiodi peterthegreat il sabato 4 aprile 2015, 20:26

Non ho capito, che documenti deve fare tua moglie in ambasciata?
Anche se tutti noi no!
La radici profonde non gelano!
Avatar utente
peterthegreat
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 5545
Iscritto il: martedì 29 gennaio 2008, 18:11
Residenza: Savona
Anti-spam: 42

Re: Abito a Parigi e mi devo sposare in Ucraina...

Messaggiodi Pegase76 il domenica 5 aprile 2015, 10:48

Buongiorno Peter,

Pensavo essere stato chiaro nella mia spiegazione, ma forse come la storia e' lunga e il mio topic assai lungo posso capire che arrivati a un certo punto si legga di traverso (lo faccio pure io quando ci sono tante risposte :roll: ).

Mia moglie sta facendo la "Legalizzazione" all'ambasciata dell'atto di matrimonio Ucraino.
Atto di matrimonio Ucraino di gia legalizzato, apostillato e tradotto da un traduttore giurato nella lista dei traduttori Italiani accettati dall'ambasciata Italiana.

Ti faccio un copia incolla della risposta dell'ambasciata (se posso perché non so se si puo fare e mi scuso in anticipo se non si poteva).
Senza questa legalizzazione l'ambasciatore dice chiaramente che non si puo' fare la trascrizione e chiaramente come tutti i documenti sono di gia spediti e sono all'ambasciata attualemente, mia moglie deve aspettare che glie li ridanno indietro al fine di recarsi in ambasciata per fare la domanda di trascrizione.

quella che viene chiamata “legalizzazione” (di un atto ufficiale ucraino, esclusivamente se munito di Apostille) è in realtà la “certificazione di conformità della traduzione in lingua italiana” rilasciata dall’Ambasciata d’Italia (i documenti ufficiali ucraini, muniti di Apostille, non necessitano di altra “legalizzazione”). Per comodità di linguaggio viene chiamata più semplicemente “legalizzazione”.

La trascrizione di un atto di stato civile (come il suo atto di matrimonio) ucraino presso il Comune di residenza italiano è invece operazione diversa (e successiva alla “legalizzazione”: solo un atto “legalizzato” può essere successivamente trascritto in Italia).

Questo "passo" (Step) non l'avevo trovato ne letto qui sul Forum, intendo quello della "Legalizazzione" (cioé la conformita della traduzione in lingua Italiana dall'ambasciata che permette in seguito la trascrizione del matrimonio).
In seguito à questa risposta dell'ambasciata ho inviato una mail per chiedere (visto che i documenti sono di gia da loro) se mia moglie poteva di gia recarsi a Kiev (non abita li quindi e' come fare un Roma-Milano Milano-Roma per dare un esempio).
Purtroppo l'ambasciata non mi ha risposto, sicuramente per farmi capire che non si puo' (magari mi sbaglio ma non vedo perché non rispondermi...).

La richiesta di legalizzazione, così come la richiesta di trascrizione viene presentata a questa Cancelleria Consolare dell’Ambasciata d’Italia in Kiev (Yaroslaviv Val 32/B, nei giorni di lunedì, martedì e giovedì dalle 9.15 alle 13.15 e dalle 15 alle 17, martedì dalle 9.15 alle 13.15 e venerdì dalle 9.15 alle 11), senza necessità di fissare in anticipo un appuntamento, dai diretti interessati ovvero da persone da loro espressamente delegate: la richiesta non può essere inviata né per posta ordinaria né per posta elettronica.

Il costo di una legalizzazione può essere in genere definito solo prendendo visione del documento (o dei documenti) originali: tenga però presente che la legalizzazione dell’atto di matrimonio di un cittadino italiano e la sua trascrizione in Italia sono operazioni entrambi gratuite.


Per la riconsegna di un documento legalizzato, occorrono mediamente tra 7 e 21 giorni (i tempi variano in base alle modalità di presentazione delle domande: se la richiesta è presentata dai diretti interessati, il documento è restituito entro 7 giorni. Se l’operazione avviene attraverso un Agenzia locale, occorrono 21 giorni).

La trascrizione in Italia di qualunque atto di stato civile legalizzato avviene, come dispone la norma, nell’arco massimo di 30 giorni

Ecco spero che sia piu' chiaro adesso.

In piu' al di la di tutto questo non so se al momento della trascrizione (cioé quando mia moglie si recherà all'ambasciata), gli rilasciano subito la copia o se anche li deve ancora aspettare.
Sapendo che se gli rilasciano una copia questa deve essere in lingua Inglese perché chiaramente l'ambasciata Francese di una copia della trascrizione del matrmonio in lingua Italiana se ne fregano... A meno che accettano una traduzione legalizzata di questa copia Italiana in lingua Francese da un traduttore giurato della loro lista.

Lo so e' complicatissimo ma spero esser stato chiaro stavolta e mi scuso ma anche per me' arrivati a sti punti tutto e' diventato complicato.

Grazie per avermi letto e mi scuso per il disturbo e spero non aver fatto doppioni...

Avatar utente
Pegase76
ESCURSIONISTA
ESCURSIONISTA
 
Messaggi: 50
Iscritto il: giovedì 6 novembre 2014, 22:17
Residenza: Rueil Malmaison Ile de France
Anti-spam: 42

Re: Abito a Parigi e mi devo sposare in Ucraina...

Messaggiodi andbod il domenica 5 aprile 2015, 11:36

Scusami se faccio un passo indietro ma temo di non capire il problema : dopo il matrimonio avete fatto firmare il certificato dal responsabile provinciale dello Zags, quindi avete fatto apporre l'apostille, giusto ?

A questo punto siete andati a Kyiv e avete fatto fare la traduzione dell'atto da parte di un traduttore autorizzato da parte del Consolato e avete portato il documento per la conformità della traduzione e la successiva trascrizione in Italia, esatto ?

L'atto che avete richiesto al Consolato Italiano a Kyiv non è la legalizzazione del certificato di matrimonio ma esclusivamente una certificazione di conformità della traduzione, cosi come giustamente indicato dal Consolato e già discusso in passato nel forum. Questo vale esclusivamente nei confronti dell'Autorità Italiana e non ha valore di Legalizzazione.

Inoltre se avete presentato una singola copia questa verrà conservata agli atti del Consolato ai fini della trascrizione in Italia e non vi verrà restituita, in ogni caso nessun certificato in lingua inglese verrà rilasciata dal Consolato. L'unica cosa che potete ottenere è una copia conforme ai fini dell'ottenimento del visto turistico per l'ingresso in Italia (non esiste più visto per ricongiungimento).

Tutto ciò premesso non mi sono chiare alcune cose :
1) La Francia accetta il certificato di matrimonio con Apostille, tradotto in lingua Francese e con la successiva certificazione del Consolato Francese a Kyiv ? Se basta questo dovrete richiedere un ulteriore certificato di matrimonio dallo Zags e fare nuovamente tutta la trafila passando però dal Consolato Francese
2) E' stato abolito il visto di ricongiungimento e per la richiesta del permesso di soggiorno è ora sufficiente il visto turistico. Perchè non entrate con visto turistico in Francia e quindi presentate la copia del certificato Ucraino con apostille e traduzione certificata da parte del Consolato Francese ?

Se invece in Francia vogliono un certificato di matrimonio rilasciato da Autorità Italiana Legalizzato l'unica soluzione è quella di aspettare la trascrizione (sentite il Comune in Italia per sollecitare la pratica perchè a volte non ricevono la PEC o la perdono) e, una volta avvenuta, richiedere il Certificato di Matrimonio modello multilingue da far poi apostillare in Prefettura in Italia e quindi Legalizzare presso il Tribunale di competenza.
Avatar utente
andbod
Admin
Admin
 
Messaggi: 7163
Iscritto il: domenica 7 dicembre 2008, 1:40
Residenza: Lviv Ucraina
Anti-spam: 56

Re: Abito a Parigi e mi devo sposare in Ucraina...

Messaggiodi Pegase76 il domenica 5 aprile 2015, 11:57

Buongiorno Andbod,

Inanzitutto grazie per la correzzione piu' in alto.

Per risponderti il piu' precisamente possibile:
Mia moglie ha fatto firmare l'atto di matrimonio dal responsabile dello Zags e in seguito lo ha fatto apostillare.

In seguito (e li grosso errore da parte sua) e' passata via una agenzia locale per fare tradurre l'atto di matrimonio senza dover andare a Kiev (abita a Nikolaïev quindi non e' che sia la porta accanto) e quindi depositare il documento all'ambasciata per la conformità della traduzione.

La trascrizione non e' stata ancora fatta visto che mia moglie aspettava di ricevere indietro il documento conforme per poi presentarsi all'ambasciata...

-----------------------------------------------------------------------

L'ambasciata Francese in una mail mi ha risposto che accettano la copia della trascrizione di matrimonio dell'ambasciata Italiana come prova.

Ora quello che faccio mi impunto con mia moglie (per non dire parolaccie) e gli chiedo di rifare 2 copie legalizzate di matrimonio con apostille e di recarsi a Kiev.
Una con la traduzione Italiana e l'altra con la traduzione Francese.

Cosi proviamo le due cose perché si no qua arriviamo a Giugno senza nulla.

Cosa ne pensi?
Avatar utente
Pegase76
ESCURSIONISTA
ESCURSIONISTA
 
Messaggi: 50
Iscritto il: giovedì 6 novembre 2014, 22:17
Residenza: Rueil Malmaison Ile de France
Anti-spam: 42

Re: Abito a Parigi e mi devo sposare in Ucraina...

Messaggiodi andbod il domenica 5 aprile 2015, 14:43

Grazie per i chiarimenti! Ti faccio ancora una domanda per cercare di indirizzarti verso la soluzione piu' semplice : e' il Consolato a Kyiv ad averti detto che manderanno una ricevuta ? O e' l'agenzia ?

Da quella che e' la mia esperienza la ricevuta viene infatti rilasciata contestualmente alla presentazione dei documenti e non so se possa essere accettabile per il Consolato Francese in quanto e' un foglio in Italiano senza nessun riferimento particolare all'atto consegnato. Se pero' basta una copia del certificato di matrimonio con l'indicazione di essere stato "vidinato" dal Consolato, anche prima della trascrizione avvenuta, puoi provare a richiederla al Consolato ai fini di richiesta di visto. Personalmente l'ho ottenuta il giorno stesso in cui ho presentato i documenti, nel caso di presentazione tramite agenzia potrebbe dover essere necessario prima aspettare un paio di settimane per la vidimazione della traduzione.

Ovviamente ammesso che il Consolato Francese l'accetti.
Avatar utente
andbod
Admin
Admin
 
Messaggi: 7163
Iscritto il: domenica 7 dicembre 2008, 1:40
Residenza: Lviv Ucraina
Anti-spam: 56

Re: Abito a Parigi e mi devo sposare in Ucraina...

Messaggiodi Pegase76 il domenica 5 aprile 2015, 15:39

No grazie a te per cercare di trovare una soluzione perché qui sinceramente io non ne posso piu'.

Mi sono incavolato con mia moglie dopo la tua prima mail e' gli ho detto di rifare 2 copie di matrimonio legalizzarle apostillarle e di andare su a Kiev per conto suo e di non aspettare un ipotetico documento indietro da questa agenzia.

Questa mentalità "fanno tutto le agenzie" incomincia veramente a darmi sui nervi, aspettare per niente poi mi fa ancora di piu' arrabbiare. Se mia moglie fosse salita da sola a Kiev di gia 2 settimane fa con i documenti a fare la traduzione lassu e la legalizzazione e andare in ambasciata forse oggi non saremmo ancora qui a discutere di quello che deve fare o non fare...

Comunque allora per esser il piu' chiaro possibile (à forza mi diventa difficile anche per me) :

Mia moglie ha lasciato a questa agenzia locale, l'attto di matrimonio apostillato.
Pagando l'agenzia locale le hanno fatto legalizzare l'atto e lo hanno fatto tradurre da un traduttore giurato della lista dell'ambasciata Italiana a Kiev.
Le hanno detto cito: "Conta 10 giorni" e riceverai indietro l'atto di matrimonio originale con la legalizzazione Italiana.
Ora chiaramente stiamo parlando della cosidetta "legalizzazione" cioé lo stampo della conformità delle traduzione.

Non si parla assolutamente di trascrizione.

I 10 giorni lavorativi sono passati e non ha ancora ricevuto nessun documento indietro.
Mia moglie aspettava questo documento per salire su.
Ora io le ho scritto incaz.... che si ricomincia da zero.
Quindi che si fa rifarifare 2 certificati di matrimonio che se li fa apostillare e legalizzare e che vadi a Kiev a farli tradurre e diretta alle 2 ambasciate.

A mio umile avviso farà molto piu' veloce muovendosi il sedere che stare li a aspettare ancora e ancora indietro il documento che aveva lasciato a quest'agenzia.

Ma mia moglie e' na testa dura e visto che l'informazione arriva dal forum non ci vuole credere... e questo mi ha fatto "bip" ancora.

Ora le ho (penso) fatto capire di non darmi piu' sue notizie fino a quando non e' salita a Kiev, ad un certo momento se bisogna trattarle cosi'....

Se vuoi in Mp ti lascio il mio Skype tante volte parlando direttamente le cose ci si capisce meglio che a scriverle.

Fammi sapere.

Grazie mille comunque
Avatar utente
Pegase76
ESCURSIONISTA
ESCURSIONISTA
 
Messaggi: 50
Iscritto il: giovedì 6 novembre 2014, 22:17
Residenza: Rueil Malmaison Ile de France
Anti-spam: 42

Re: Abito a Parigi e mi devo sposare in Ucraina...

Messaggiodi peterthegreat il domenica 5 aprile 2015, 20:08

I matrimoni sono legalizzano si trascrivono.

Una volta sposati, bastava un timbro dello Zags, andare a Kiev mettere l' apostille, pagare la tassa e farlo tradurre, poi si andava in ambasciata a trascriverlo e nello stesso tempo si richiedeva il visto.
Non ci volevano piu' di 2 giorni.

Adesso secondo me per accelerare i tempi puo' ritornare alla zags dove vi siete sposati, chiedere una copia e fare come ti ho detto.

Anche io ho avuto lo stesso problema, pero' sul certificato di nascita di mia figlia, dopo un mese tramite agenzia non abbiamo risolto niente, siamo andati a Kiev e in 3 ore abbiamo fatto la trascrizione.
Anche se tutti noi no!
La radici profonde non gelano!
Avatar utente
peterthegreat
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 5545
Iscritto il: martedì 29 gennaio 2008, 18:11
Residenza: Savona
Anti-spam: 42

PrecedenteProssimo

Torna a Ricongiungimento per matrimonio





Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti