12 giugno no visa per Shengen

Quattro chiacchiere tra amici, pettegolezzi e curiosita'. Si parla di tutto o quasi

12 giugno no visa per Shengen

Messaggiodi marceff il giovedì 25 maggio 2017, 13:32

Allora sembrerebbe che da prossimo 12 giugno i cittadini ucraini possono entrare nell'area Shengen senza visto, ovviamente come turisti. Ma a fronte di questa, amo avviso, doverosa concessione, il governo ucraino cosa ha concesso per i cittadini europei? Ne sapete qualcosa?
Avatar utente
marceff
ESCURSIONISTA
ESCURSIONISTA
 
Messaggi: 71
Iscritto il: giovedì 27 aprile 2017, 21:52
Residenza: Roma - Kiev
Anti-spam: 42


Re: 12 giugno no visa per Shengen

Messaggiodi Gianmarco58 il giovedì 25 maggio 2017, 13:37

Ai cittadini europei nulla, all'Europa (FMI e compagnia bella) il xxxx.
Se Maometto non va alla montagna, la montagna va da Maometto.
Avatar utente
Gianmarco58
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 2243
Iscritto il: martedì 11 settembre 2012, 9:32
Località: Milano e Odessa
Residenza: Milano e Odessa
Anti-spam: 42

Re: 12 giugno no visa per Shengen

Messaggiodi T1000 il giovedì 25 maggio 2017, 14:02

Esatto Gianmarco58, pienamente d'accordo. Hanno svenduto il proprio popolo per 2 caramelle (scadute).
Viva l'A. e po bon!
Avatar utente
T1000
MASTER
MASTER
 
Messaggi: 880
Iscritto il: martedì 16 giugno 2015, 12:56
Residenza: Trieste e Odessa
Anti-spam: 42

Re: 12 giugno no visa per Shengen

Messaggiodi peterthegreat il giovedì 25 maggio 2017, 14:11

Svendere il popolo il visto mi sembra eccessivo, tanto chi puo' viene che non puo' resta,problemi sono altri.
Comunque W gli Ucraini

:wink: Dreamcatcher: ciao Pietro, dovere :wink:
.
Anche se tutti noi no!
La radici profonde non gelano!
Avatar utente
peterthegreat
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 5639
Iscritto il: martedì 29 gennaio 2008, 18:11
Residenza: Savona
Anti-spam: 42

Re: 12 giugno no visa per Shengen

Messaggiodi Gianmarco58 il giovedì 25 maggio 2017, 14:42

Pietro, "svendere il popolo" usato in questo contesto, significa fare delle promesse, o meglio prendere degli impegni, con altri che, per essere mantenuti devono forzatamente ripercuotersi in maniera negativa sulla vita sociale ed economica della maggior parte della popolazione.
"Lacrime e sangue" come se in Ucraina non ce ne fosse già abbastanza, e... neanche il cane muove la coda per niente!
Se Maometto non va alla montagna, la montagna va da Maometto.
Avatar utente
Gianmarco58
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 2243
Iscritto il: martedì 11 settembre 2012, 9:32
Località: Milano e Odessa
Residenza: Milano e Odessa
Anti-spam: 42

Re: 12 giugno no visa per Shengen

Messaggiodi vittorio_guido il giovedì 25 maggio 2017, 14:49

Noi entriamo ed usciamo dal paese, senza l'obbligo del visto, da un decennio (se ti sembra nulla), credo non ci serva più da 14 o 13 anni.
A noi non è costato nulla...A loro... te l'hanno scritto sopra. :evil:
Soltanto gli stupidi non sbagliano mai.....
Odessa Mama
Avatar utente
vittorio_guido
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 5742
Iscritto il: domenica 7 febbraio 2010, 22:09
Residenza: viareggio (Odessa vacanza)
Anti-spam: 56

Re: 12 giugno no visa per Shengen

Messaggiodi dreamcatcher il giovedì 25 maggio 2017, 15:10

Per come la vedo io, nessuno ha messo il cappio al collo all'Ucraina e gli ha imposto di chiedere il visa free con la UE.

E' da anni che migliaia di cittadini ucraini vengono in Europa con e senza visti, mi pare fisiologico che prima o poi si cerchi di superare una situazione anacronistica. Come in tutte le cose se decidi (prima chiedi, poi decidi) di entrare là dove sono in vigore normative differenti, per qualcosa ti devi pur adeguare.

Lacrime e sangue mi pare eccessivo. Non è tutto oro ciò che luccica, ma insomma, lacrime e sangue sono quelle versate nel donbass per esempio.
Qui si chiedeva di implementare delle modifiche (rigorosamente di facciata) in alcuni settori : economia, politica, diritti umani. Non mi pare che l'Ucraina ne sia uscita stravolta, nè mi pare che i cambiamenti vadano molto oltre la facciata.
Sotto altri aspetti, ad esempio l'informatizzazione di alcune pratiche per cercare di arginare la corruzione dilagante, non vedo cosa ci sia di male. A meno che non si ritenga 'meglio' per la gente comune avere a che fare con la corruzione per tutta l'eternità.

Direi che certi cambiamenti sono necessari per un benessere futuro, non per il visa free. Poi ognuno la legge come vuole.

Se dovessi dire che il visa free è cosa negativa, mi spiace ma non lo dico. Qualcuno di molto importante e potente non la pensa come me e si è illuso che bastassero i carri armati a fermare un processo che è del tutto naturale. S'è sbagliato, ma persevera.
Ecco... per tornare alla domanda iniziale... il prezzo del visa free più che nelle rate da pagare al FMI le vedo nelle lacrime e sangue versati e da versare per i capricci di un malato di mente.
Tolto quello, forse non servivano nemmeno i fondi del FMI.
Avatar utente
dreamcatcher
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 7525
Iscritto il: giovedì 1 luglio 2010, 10:38
Residenza: Como
Anti-spam: 56

Re: 12 giugno no visa per Shengen

Messaggiodi markus il giovedì 25 maggio 2017, 16:18

=D>

Gianmarco58 ha scritto:Ai cittadini europei nulla, all'Europa (FMI e compagnia bella) il xxxx.


In UE c'è chi approfitta della "compagnia bella" facendosi pagare sovvenzioni, rimborsi spese, pensioni ecc. assolutamente non dovute :D

Fosse per me domani l'Ucraina può entrare a far parte dell'UE, ovviamente anche la Moldova :lol:
Avatar utente
markus
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 1881
Iscritto il: giovedì 13 marzo 2014, 12:18
Residenza: Basarabia
Anti-spam: 42

Re: 12 giugno no visa per Shengen

Messaggiodi Gianmarco58 il giovedì 25 maggio 2017, 18:29

Dream sei troppo ossessionato da Putin, secondo me quando scoprirai di non poter andare in pensione prima dei novant'anni con quattro soldi, dirai che è colpa sua.
Secondo me l'Europa ha concesso il visa free e in cambio, tra le altre cose ha detto ai governanti ucraini di far finta di fare la guerra alla Russia e di non esagerare, di fare come ha fatto l'Europa stessa con le sanzioni, perché l'amicizia con la Russia serve, quella con l'Ucraina un po' meno.
Se Maometto non va alla montagna, la montagna va da Maometto.
Avatar utente
Gianmarco58
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 2243
Iscritto il: martedì 11 settembre 2012, 9:32
Località: Milano e Odessa
Residenza: Milano e Odessa
Anti-spam: 42

Re: 12 giugno no visa per Shengen

Messaggiodi jcaloe il giovedì 25 maggio 2017, 20:21

Sono d'accordo con Dreamcatcher al 100%: nessuno è ossessionato da Putin, nemmeno lui: piuttosto Putin è ossessionato da presunti nemici che accerchierebbero minacciosamente la Russia, includendo fra questi nemici anche l'Ucraina.
Il Visa Free, a mio giudizio, non è una concessione della UE all'Ucraina, ma una conquista di quest'ultima, la quale ha fatto tanto lavoro e tante riforme per arrivarvi e rappresenta anche, come ha esplicitamente affermato il Presidente Poroshenko, un ulteriore allontanamento dall'Impero Russo.

L'Ucraina, dopo circa trecento anni di dominazione russa, vuole la sua piena indipendenza e vuol far parte della famiglia europea. Chi se la sentirebbe di biasimarla per questo? Rimanere nell'orbita russa, sarebbe meglio dire sotto la dominazione russa, vorrebbe dire essere un clone della Bielorussia o del Kazakhstan paesi dove vi è un Presidente Re, immutabile, e dove l'economia è prossima allo zero, sostenuta unicamente dalle elemosine del Cremlino.
Avatar utente
jcaloe
MASTER
MASTER
 
Messaggi: 1034
Iscritto il: martedì 22 giugno 2010, 13:10
Residenza: Kiev
Anti-spam: 42

Re: 12 giugno no visa per Shengen

Messaggiodi peterthegreat il giovedì 25 maggio 2017, 22:38

L'unico vero problema adesso sono le suocere, che ti arrivano quando meno te lo aspetti.
Anche se tutti noi no!
La radici profonde non gelano!
Avatar utente
peterthegreat
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 5639
Iscritto il: martedì 29 gennaio 2008, 18:11
Residenza: Savona
Anti-spam: 42

Re: 12 giugno no visa per Shengen

Messaggiodi gios74 il venerdì 26 maggio 2017, 0:33

jcaloe ha scritto:L'Ucraina, dopo circa trecento anni di dominazione russa, vuole la sua piena indipendenza e vuol far parte della famiglia europea. Chi se la sentirebbe di biasimarla per questo? Rimanere nell'orbita russa, sarebbe meglio dire sotto la dominazione russa, vorrebbe dire essere un clone della Bielorussia o del Kazakhstan paesi dove vi è un Presidente Re, immutabile, e dove l'economia è prossima allo zero, sostenuta unicamente dalle elemosine del Cremlino.


Ma soprattutto, quale diritto ha un pazzo di decidere quello che può e quello che non può fare un'altra nazione libera ed indipendente?

peterthegreat ha scritto:L'unico vero problema adesso sono le suocere, che ti arrivano quando meno te lo aspetti.

:lol: La mia è già qui da 10 anni...altro che visa free... :mrgreen:
"Meglio aggiungere vita ai giorni, che giorni alla vita.." Rita Levi Montalcini
Meglio una fine disperata che una disperazione senza fine! Jim Morrison
Avatar utente
gios74
ESPERTO
ESPERTO
 
Messaggi: 952
Iscritto il: venerdì 14 agosto 2009, 20:06
Località: Lucca
Residenza: Reggio Calabria
Anti-spam: 42

Re: 12 giugno no visa per Shengen

Messaggiodi jcaloe il venerdì 26 maggio 2017, 4:44

Gios74 ha ragione: le suocere sono come carri armati inarrestabili: un visto per loro era solo una bazzeccola.
Avatar utente
jcaloe
MASTER
MASTER
 
Messaggi: 1034
Iscritto il: martedì 22 giugno 2010, 13:10
Residenza: Kiev
Anti-spam: 42

Re: 12 giugno no visa per Shengen

Messaggiodi dreamcatcher il venerdì 26 maggio 2017, 9:08

Gianmarco58 ha scritto:Dream sei troppo ossessionato da Putin, secondo me quando scoprirai di non poter andare in pensione prima dei novant'anni con quattro soldi, dirai che è colpa sua.

:lol:
Quando avrò novant'anni spero che zio Putin sia passato a miglior vita da un pezzo! :lol:

OT: riguardo la pensione, più che da Putin sono ossessionato dalla certezza matematica di dover lavorare tuta la vita per pagare le pensioncine di tanti, troppi, che percepiscono molto di più di quanto gli servirebbe per vivere più che dignitosamente. Se mille euro al mese bastano (secondo qualcuno) a me con l'affitto da pagare e un figlio da crescere, direi che dovrebbero essere più che sufficienti per un nonno con casa di proprietà, prestazioni sanitarie quasi sempre gratuite come i trasporti pubblici ecc ecc. Altro che Putin! /OT

Gianmarco58 ha scritto:Secondo me l'Europa ha concesso il visa free e in cambio, tra le altre cose ha detto ai governanti ucraini di far finta di fare la guerra alla Russia e di non esagerare

Detta così sembra che l'europa abbia chiesto al governo ucraino di invitare in vacanza un po' di militari russi, a condizione che si portassero dietro i carri armati.
A me pare che la guerra l'abbia iniziata Putin (sono ossessionato? :lol: ) poi sul discorso di far finta ecc ecc posso anche essere d'accordo.

jcaloe ha scritto:Il Visa Free, a mio giudizio, non è una concessione della UE all'Ucraina, ma una conquista di quest'ultima,

Esattamente.
Avatar utente
dreamcatcher
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 7525
Iscritto il: giovedì 1 luglio 2010, 10:38
Residenza: Como
Anti-spam: 56

Re: 12 giugno no visa per Shengen

Messaggiodi Ciorni.voran il venerdì 26 maggio 2017, 9:35

Il visa free di per se non significa nulla, l'importante è che la gente dopo se ne torni a casa sua cosa di cui non ho la stessa certezza granitica di molti di voi visto che i respingimenti in Italia esistono solo sulla carta e il caso moldavo non ci dice niente rispetto a quello che succederà per i motivi già spiegati altrove.Dopo è chiaro che ognuno proietta le sue aspettative personali in questa concessione del visto perché gli fa comodo.Se uno avesse la moglie senegalese direbbe che è giusto avere la reciprocità, sono cose comprensibili.Di sicuro si assisterà a un ulteriore incremento dei divorzi :D

Non si può certo dire che questo sia un processo "fisiologico".Questo è una teoria alla Obama che dice che il "progressismo" vince sempre alla fine.Ma è ovvio che tutto ciò che in qualche modo va ad allargare la sfera delle possibilità dell'individuo nel senso dell'individualismo esasperato ha gioco facile rispetto a chi propone soluzioni faticose che vanno nel senso del bene comune.E' il motivo per cui i radicali hanno vinto quasi tutte le loro battaglie.Quanto è più complicato fare politiche a favore della famiglia o a difesa della vita piuttosto che consentire all'individuo di fare tutto ciò che vuole.Oppure,in altro campo, parlare solo di misericordia dimenticando che esiste anche la giustizia e che non si può essere buoni se non si è anche giusti.Sono battaglie facili da vincere no?

Diciamo che in questi anni si è assistito a una vera e propria rieducazione di massa dei cittadini dell'UE con un bombardamento ideologico che non ha eguali, altro che Putin.Al punto che tantissima gente è convinta che la cessione della sovranità nazionale per farsi governare da stranieri sia una cosa irrinunciabile.Che l'UE abbia garantito la pace per 40 anni quando esiste solo da 25, che senza l'euro saremmo finiti,che l'Europa (piena di disoccupati) garantisce il lavoro alle generazioni future.Mio padre ha lavorato anche nella Yugoslavia di Tito, si lavorava all'estero anche allora...se uno deve fare il lavapiatti a Londra può benissimo starsene a Palermo o a Firenze o a Milano, ne guadagna la sua dignità.

E questo bombardamento ossessivo con tutti gli spauracchi propagandistici del caso, la minaccia dei russi che non esiste,il populismo, le fake news con gli hacker (sempre russi in prevalenza) che si insinuano nell'informazione e minacciano le istituzioni mondiali, una stupidaggine clamorosa.Per sconfiggere la destra in Francia hanno prefabbricato un candidato geneticamente modificato che andasse bene a tutto l'arco costituzionale dai comunisti fino agli skin head e l'hanno collocato al centro nell'area degli ignavi cioè quelli che non vogliono sentire, capire e cambiare perchè hanno paura di perdere i privilegi acquisiti e il benessere che ancora li sostiene.Quelli che in Italia per capirsi votano il PD, il nuovo "partito radicale" uscito dal lobbismo Panelliano, i servi delle tecnocrazie europee a trazione germanica.Questo dopo che avevano fatto di tutto per terrorizzare invano gli elettori del Regno Unito sui presunti rischi della Brexit.Solo che quella è la democrazia più antica del mondo e il tentativo al momento non è riuscito.

Le suocere sono le ultime persone a volersi trattenere da noi, di solito quando lo fanno è perché non possono fare altrimenti o sono rimaste vedove.Ridurre la questione alla suocera e alla badante è un modo comodo per banalizzarla.Ci sono anche i giovani che adesso possono muoversi con estrema facilità e non tutti hanno la visione poetica di viaggiare per l'Europa senza soldi come facevamo noi dopo la maturità con i genitori che magari hanno dieci appartamenti a testa alle spalle.Non è il mio caso chiaramente :D.Tantissimi furti e rapine rimangono impuniti senza che venga mai individuato il responsabile, organizzati da basisti che risiedono in Italia e messi in opera da persone che oggi sono qua e domani in Romania, in Albania o altrove nell'est europeo.Che differenza fa se hanno il passaporto biometrico?E i reati legati alla prostituzione?Già oggi è pieno di ragazze che lavorano nei locali usando il visto turistico, figuriamoci dopo che pressione ci sarà sugli strati bassi della popolazione.

La volontà del popolo ucraino non è mai stata certificata da nessuno perchè non si fanno i referendum.C'è la democrazia rappresentativa che però va bene solo quando le decisioni prese vanno in una certa direzione.Quando invece vanno in direzione contraria all'establishment che governa il pianeta si urla che è "troppo rappresentativa", che la volontà popolare viene esautorata o che ci sono stati dei brogli.Vedi il caso americano dove chi ha vinto, dipinto come un mostro, non era allineato ai poteri forti e ha già dovuto ritrattare gran parte delle promesse elettorali sotto i colpi della magistratura, della propaganda avversa e dei dissidenti del suo stesso partito.

Oppure fanno le elezioni con dei conflitti in corso dove è facilissimo creare degli stati d'animo collettivi.E addirittura vogliono far credere (riuscendoci) che i movimenti rivoluzionari abbiano il carattere della spontaneità.Io facevo 300 telefonate quando avevo vent'anni per trovare tre persone disposte a venire a un banchetto per raccogliere firme o per fare dell'attacchinaggio. Qui invece c'è una sollevazione spontanea per non pagare il dazio sulle susine o perché c'è la corruzione, come fosse un motivo sufficiente.

In realtà la gente si illude e viene illusa di decidere di qualcosa ed oggi è più povera e meno libera di prima.Si citava in un altro post la Zinkevich e i suoi meriti che sono innegabili nel soccorso e nella cura dei soldati feriti.Ma si omette sempre di dire che questi personaggi erano dei "radicali" (in senso buono questa volta),in origine era un Pravy Sektor come Spivak, il cantante lirico al cui funerale fu impedito di mostrare i simboli di questa formazione.Sono integralisti nel senso che vivono in modo integrale la loro fede, ovvero senza essere persone grigie sempre inclini al compromesso.Le formazioni "radicali" in Ucraina sono anti-UE cioè vogliono un paese con una identità forte collocato in Europa e sono generalmente di ispirazione cristiana o giudaico-cristiana.Questo da statuto.Se poi uno scrive una cosa e ne professa un'altra è un problema di coerenza sua.

Quello che tiene insieme formazioni radicali molto minoritarie e masse amorfe strumentalizzate da politiche liberal-democratiche messe in opera dalle classi dirigenti del paese, oltre a motivi opportunistici che esistono in tutte le società, è solo l'odio verso l'invasore che è stato iniettato surrettiziamente nel paese.Invasore che esercitava la sua influenza sul paese non esportando modelli culturali o con le armi ma attraverso gli affari.Questo nei tempi moderni ma è chiaro che allargando lo spettro temporale all'infinito si può sostenere qualsiasi tesi uno voglia...anche dell'Italia o di quasi tutti i paesi del mondo.

Quindi ogni passo verso l'UE in realtà è un passo indietro rispetto alle idee dei "radicali" che però vengono usati come modelli dagli altri che fondamentalmente li odiano.Perchè è del tutto ovvio che essere nell'UE significa dover necessariamente rinunciare a gran parte della propria sovranità e della propria identità.E il Visa Free e l'accordo di associazione sono l'inizio di questo processo di annullamento voluto da altri e talvolta mal interpretato dagli ucraini stessi.
Il Mondo alla rovescia, quello del male, della follia distruttiva e dell’assurdo è difeso e costruito da un esercito di “medici pietosi”, di anime belle allo specchio, di persone che vanno dove le porta il cuore avendo lasciato la testa a casa.
Avatar utente
Ciorni.voran
MODERATORE
MODERATORE
 
Messaggi: 3172
Iscritto il: venerdì 13 novembre 2009, 23:43
Residenza: Territori di steppa
Anti-spam: 42

Prossimo

Torna a Il caffè di Ucraina Viaggi





Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

cron