Terra e Steppa (ucraina agricola)

ucraina contadina Ucraina chiamata “granaio d’Europa”, ma anche soia, girasole, mais, distese interminabili di cavoli, cipolle carote, patate.

Un piccolo viaggio fotografico nella Ucraina contadina e agricola, migliaia di ettari di terreno coltivati ma oltretutto ben coltivati.

Cominciamo dalla terra, di colore scuro sembra contenere ferro, una terra molto fertile.

Terra

Il lavoro nei campi, che sono distese interminabili, non finisce mai e la giornata di lavoro, normalmente, dura 14 ore.

lavoro nei campi

I mezzi di lavoro che appartengono alla trascorsa CCCP, ma possenti e instancabili.

lavorare la terra

Le aree non coltivate, ma sono veramente poche, hanno questo aspetto.

steppa.jpg

Ovunque campi arati e seminati

landa.jpg

Fuori dalle grandi città, nelle maggiori arterie di comunicazione, ai bordi delle strade, i prodotti della terra sono in vendita, gli acquirenti tanti, il prezzo veramente basso.

vendita.jpg

Prodotti della terra di una Ucraina agricola.

RSS feed, registratevi

28 Commenti a “Terra e Steppa (ucraina agricola)”

  1. silvia Scrive:

    tropa bella UCRAINA

  2. gianfabio Scrive:

    non vorei esere sembrato maleducato ma l’altra volta non mi sono presentato: mi chiamo Gianfabio e sono un piccolo imprenditore agricolo della Sardegna ed a vedere le immense distese di terra ucraina sarebbe proprio il caso di farci una cappatina per poter rendersi conto da vicino.

    saluti Gianfabio

  3. alibrando Scrive:

    Ciao Gianfabio

    ti consiglio di entrare nel Forum di Ucraina Viaggi e controllare di persona se esistono le possibilità di un tuo viaggio.

    http://www.ucrainaviaggi.com/forum/

    Ciao
    Alibrando

  4. Vincenzo Scrive:

    Si l’Ucraina è bella ma non bisogna dimenticare i migliaia e migliaia villaggi, lontani dalle grandi città, dove ho visto solo miseria

  5. Mario Scrive:

    Miseria…
    Io nel 2003 ho conosciuto una Principessa che era arrivata in Italia a fare la “badante” per aiutare il suo piccolo Bogdan, lei e’ ragazza madre.

    Nel 2004 a febbraio mi sono sposato in comune, lei assolutamente non voleva, molto attaccata alla sua Ucraina, ma per poter portare qui Bogdan era la sola strada e la piu’ veloce.

    A settembre del 2004 feci il mio primo viaggio in Ucraina per prendere Bogdan, vicino a Volocisk nella campagna Ucraina dove tu caro Vincenzo vedi solo miseria. Non entrai subito nella famiglia, in effetti lo capisco, non era facile vedermi come amico o marito di una figlia.

    Arrivai per portare via il loro gioiello, l’unico che avevano ma il piu’ caro.

    Passarono gli anni e arrivammo al 2008, in questi anni molto e’ cambiato, mia moglie e’ diventata cittadina Italiana per mio obbligo, ma era l’unica strada per non perderci nella burocrazia dei rinnovi e altre storie, spero pero’ che al piu’ presto la RADA approvi questa legge che permettera’ di avere la doppia Cittadinanza come ormai si parla da tempo.

    In febbraio (come nel 2004) ho sposato di nuovo la mia Principessa in Chiesa e il 25 settembre avro’ l’udienza davanti al Giudice dei minori di Torino per adottare Bodan e dare a lui il papa’ che non ha mai avuto. Come vedi Vincenzo il cerchio si e’ chiuso, ma voglio sinceramente dirti che sbagli a pensare che in quei paesi ci sia solo miseria. Li ho trovato i veri valori della vita, il sacrificio, la vera amicizia.

    Mia suocera lavora 20 ore al giorno, nessuno la aiuta e pensa che al 6 luglio di quest’anno ha dato le sue 500 grivne di pensione a noi per il compleanno di Bogdan. Io ho imparato da quando frequento Pisarivka ad amare la vita, e prima possibile andro’ a vivere in Ucraina, la mia cara Ucraina.

    La vera miseria l’abbiamo noi nel cuore qui in Italia, non ci aiutiamo piu’, guardiamo solo l’interesse economico.

    Il vile denaro ha rovinato il Mondo.

    Un bacio grande dal cuore, Mario Zanni .

  6. alibrando Scrive:

    Grazie Mario

  7. svetlana Scrive:

    sono felice che ancora c’e gente che pensa come Mario!!!
    grazie Mario

  8. Tamara Scrive:

    Ciao Mario! Sai, ho pianto dopo aver letto il tuo commento.
    Credo che sei una brava persona e la mia paesante (la tua moglie) stà bene con te.
    Non tutti italiani pernsano cosi e sono pochi uomoni chiamano la moglie la Principessa!

  9. Tamara Scrive:

    Invito i bambini Ucraini condividere con italiani le nostre fiabe tradotti in italiano (scuaste se ci sono dei errori)

  10. snizhana Scrive:

    Mario grazie 1000-6 Grande!!!

  11. Nary Scrive:

    Ciao Mario ho appena letto il tuo commento…..
    come si dice nei forum ti quoto al 100%.
    Anche io ho incontrato la mia principessa….

  12. Agostino Scrive:

    Ciao Mario.
    Sono 7 anni che vado in Ucraina, e mi piace molto.Sono fidanzato con una ragazza ucraina, una bravissima donna. Ogni anno andiamo in vacanza in ucraina, ci divertiamo tanto.
    E vero che in Ucraina ci sono tanti problemi economici,e non so come vivono con i loro stipendi di 1500 grivnia al mese, e prezzi come in Italia. Spero che loro governo faccia qualcosa per guesta povera gente. Ciao.

  13. gianfabio Scrive:

    io penso che tutte le donne siano principesse mamme e mogli e come principesse devono essere tratate, adorate sopratutto RISPETTATE

  14. antonella Scrive:

    non so quanti di voi siano onesti nel raccontare delle loro principesse ucraine,io fin’ora quelle che ho conosciuto sono bugiarde e egoiste pensano solo ad incantare gli uomini con il sesso ,e ha spennarli,e quando i soldi mancano spariscono,quest’anno con la crisi economica se ne sono viste parecchie di queste cosidette principesse tagliare la corda perhè non potevano più fare i loro comodi.
    il vero amore è quello che rimane anche quando sei in grandi difficoltà sia economiche che di salute con questo non voglio dire che tutte le ucraine sono così,però molte si presentano maltratatte dai loro mariti,laureate finte (ne conosco una che ha 18 anni è rimasta incinta,ed ci ha detto che in ucraina lavorava come ostetrica) ha me sembra una tirata per il culo per tutte le persone che hanno studiato moltissimo per arrivare alla laurea,dicono che da loro c’è la miseria ,poi scopri che al loro paese hanno la casa e il terreno per coltivare ,anche qua da noi molte famiglie vivono con il loro lavoro nei campi e devono pure pagare le tasse, loro no.
    quindi smettiamola di tenerle sul piedistallo, perchè offendiamo le persone che dedicano davvero tutta la vita alla famiglia nella gioia e nel dolore.
    quello che sono brave a fare è immbambolarvi con il sesso ,
    però ricordatevi quando gli chiedete un sacrificio ,perchè certe cose non si possono fare per probblemi economici o di salute state certi che le vostre principesse tagliano la corda.
    con simpatia
    antonella

  15. alibrando Scrive:

    Alibrando:

    Cara Antonella credo che avresti bisogno di visitare l’Ucraina e di vedere con i tuoi occhi.
    Le tue affermazioni sono completamente errate per creare statistica. Credo che dovrebbero scendere dal piedistallo tutte le donne che affermano quanto scrivi tu, parole dettate sicuramente da sentimenti molto comuni nelle donne italiane e molto rari nelle donne ucraine.

    Affermo di nuovo che, prima di scrivere, faresti bene a conoscere la realtà.

    Saluti

  16. GIULIANO Scrive:

    E’ PROPRIO VERO ,FINO A CHE NON SI CONOSCE LA REALTA’ DI CERTI POPOLI DOVE IL DENARO E L’EGOISMO E’ ANCORA ATEO,RITROVI VALORI DIMENTICATI DALLA NOSTRA SOCIETA’.CHISSA PERHE’ UOMINI CERCANO PROPRIO DONNE COSI’!…NON PER SESSO PERCHE’ PER QUESTO IN ITALIA CE N’E’ A VOLONTA’. ITALIANE PRETENZIOSE SCENDETE DAL TRONO!!!

  17. agostino B Scrive:

    Caro Mario sono molto contento che tu ai trovato una moglie come principessa ma non tu anchio c’e lo
    una grandissima e bellissma di nome NINA che TU conosci ciao Bruno

  18. Natascia Scrive:

    grazie mile alibrando. per giudicare devono propio conoscere popolo. mi sembra che antonela solo gielosa perche voi sceglete noi done ucraine apostp italiane

  19. YULIYA Scrive:

    ciao antonella sono una ragazza ucraina e vivo in italia quasi da 7 anni. sono arrivata in italia quando avevo 17 anni e di solito quando sento certe persone parlare cosi, mi rendo conto che il mondo e pieno di persone ignoranti e (nello stesso tempo ci resto male),pero poi mi consolo da sola. Xche non so quante donne italiane in soli 6anni e 10mesi possono imparare la lingua straniera senza andare a scuola e senza i genitori che a fine del mese pensano a tutte le spese. Io invece ce l’ho sto faccendo gia piu di 5anni lavoro in un negozio di parrucchiera il lunedi sto faccendo l’accademia a milano e quasi tutte le sere faccio la cameriera in un ristorante, ah si ho anche un fidanzato un RAGAZZO!!!!!!!!! ITALIANO ha 27anni (NON E NEANCHE RICO) che non ha bisogno di andare a cercare altre donne di nessuna nazionalita xche noi ucraine a diferenza voi italiane non abbiamo mai il mal di testa e non siamo mai stanche neancha dopo 16-17 ore di lavoro. Antonella spero tanto che tu possa vedere questa mail. cordiali saluti da parte mia

  20. gianfabio Scrive:

    gentile yulya ti faccio i miei complimenti sei una ragazza brava e molto intelligente e con spirito di sacrificio

    ti chiedo scusa se o scritto male il tuo nome

    saluti gianfabio

  21. mauro Scrive:

    caro mario, ogni posto ha i suoi pro e contro e le sue varie versioni…e purtroppo anche in paesi come l’ucraina sta crescendo molto il materialismo, proprio perchè quando si compra qualcosa o si fa l’elemosina non bisogna mai superare il valore esatto poichè quando il denaro arriva così tanto e facilmente nelle mani di gente normale, non povera ma non ricca, ebbene quei soldi non aiuteranno ma distruggeranno tutti i valori passati e si diventerà pronti a qualsiasi cosa per soldi, prodotti di moda ecc…siamo dei grandi attori, sappiamo recitare bene e giustificarci bene per ogni azione, anche quando ci mettiamo in vendita con tante giustificazioni da romanzo. Mi spiace per gli uomini, ma mi auguro che queste donne ritrovino se stesse, perchè solo allora il Paese potrà crescere ……la donna ucraina sarà splendida nel giorno in cui deciderà di non mettere la propria attenzione sul proprio aspetto fisico per catturare qualche uomo, ma scoprirà di essere una donna senza essere in vendita, per proclamare il suo lato femminile con arte, castità, dolcezza, senza sentirsi superiore od inferiore all’uomo, ma diversa, senza alcuno scopo che la propria gioia e lasciare all’uomo ciò che è dovuto all’uomo.
    a questo punto se gli uomini non hanno più questa beneficienza giustificata, per papparsi delle donnine con facilità, forse decideranno anche di diventare uomini, tanto più se in avanzata età e vivere una vita adeguata alla propria età rispettando al massimo la castità e gioventù delle figlie, nostre o di altri o anche coetanee….perchè questi…uomini stanno rovinando le donne ucraine come hanno fatto tempo fa con le donne italiane, apprezzando solo il loro fisico e non restando casti…è tutta una commedia…..

  22. mauro Scrive:

    dimenticavo ovviamente ci sono anche le eccezioni come al solito, ci mancherebbe altro…ma spesso la verità invece di far pensare alla gente come ci si può correggere e migliorare, fa aumentare l’ego e ci si vuol sentire ancor più superiori, ma superiori di cosa? una goccia nell’oceano cos’è se non uguale ad un altra goccia nell’oceano?

  23. antonino Scrive:

    A tutte le italiane che per ovvi motivi scaricano la loro bile sulle ukraine vorrei dire una cosa:é vero che alcuni elementi si comportano in modo opporunistico e poco leale , ma non costituiscono certo una percentuale apprezzbile tale da fare testo.Sono certo di più le italiane che mirano ad un buon partito che le metta al sicuro sopratutto in caso di divorzio, considerate le nostre leggi assurde!Anch’io dopo deludenti esperienze con donne italiane, che scusatemi ma a causa dell’eccessivo benessere hanno perso il senso della misura, ho incontrato la mia principessa anche se in privato amorevolmente la chiamo la mia “topa”.E l’ho sposata malgrado mi fossi ripromesso di non ripetere più quello che in italia consideravo un errore..Sono sempre stato disoridnato ed economicamente disattento alle mie necessità, ma Lei mi ha dato con la sua saggezza che deriva da chi ha conosciuto il bisogno e la misertia,la possibilità di mettere ordine nella mia vita e più di una volta è stata per me l’ancora di salvezza. La sua umiltà (malgrado abbia due lauree) a volte mi disarma e mi fa capire che qui in Italia abbiamo davvero perso il senso della misura.Quando andrò in pensione mi trasferirò in Ukraina .L’ho vista una sola volta ma mi è bastato capire che là la famiglia,l’amicizia e la solidarietà reciproca hanno un valore che qui è letteralmente scomparso, annegato tra i Weekend gli shopping, le crociere le discoteche le palestre e quantaltre fesserie la nostra opulenta società si è inventata come valore di vita. Auguri a voi italiane. Ne avete bisogno!

  24. tempor Scrive:

    bhe signori, sono stato in ucraina, e ho vissuto da ucraino, adeguandomi completamente al loro stile di vita, ed effettivamente c’è tanta di quella povertà nei paesi da far accapponare la pelle, dove certi valori nascosti dal consuminsmo li ritrovi senza remore, ma c’è anche da dire che se parli con un estraneo, vedi la max diffidenza, e ineducazione in loro, cosa che inversa verso chi ti conosce. Enorme differenza per stile di vita nelle graandi città, dove vedi il largo consuminsmo, e ridursi di quei valori. Per le donne, rispetto alle italiane loro hanno abbitudini diverse che le nostre avevano ben 30 anni fa, le loro 20enni sono come le nostre 35enni.
    E’ pur vero che una volta uscite dal loro guscio vogliono vivere il più possibile, ma chi non lo farebbe, specialmente se trovano il coglione di turno che con un po’ di sesso le da tutto, certo non mancano l’eccezioni.
    Ho visto che loro vivano agli estremi, o danno tutto, o prendono tutto, quelle che stanno nel mezzo saranno quelle che prima o poi ti faranno del male. Cmq per capire le cose, bisogna viverle sulla propria pelle. e come sempre ribadisco, c’è ne accorgiamo delle cose quando ci mancano veramente…
    Ah ho scritto un libro sulle donne dell’est, ne sto scrivendo un secondo proprio sull’ucraina….

  25. Nicola Scrive:

    Ho appena finito di scrivere un mio commento sulle donne ucraine, ma vi dico una cosa, l’Ucraina è una bellissima nazione, purtroppo l’ho vista sono in foto e su internet. A parte tutto chi ha la possibilità di andare, andasse e investisse, portasse la nostra cultura e la nostra tecnologia in quella bella nazione ne hanno bisogno. L’ucrina è un pozzo di investimento specialmente per noi italiani e forse capiremmo cosa vul dire iniziare dal niente e far crescere una bellissima nazione come quella. Forse nel futuro cercherò di andaree speriamo con una futura ragazza ucraina. Forza Ucraina. Nicola. btlada@tin.ii

  26. NATALIA Scrive:

    GRAZIE,MARIO.SONO NATALI,E VIVO IN ITALIA 7 ANNI.HO 54 ANNI E VENUTA QUI PER AIUTARE MIEI FIGLI INIZIARE VITA.TUTTE ANNI LAVORATO COME BADANTE E SEMPRE STATA RISPETTATA E VALUTATA ALTO.MI PIENA ORGOLIO DI NOSTRE DONNE,CHI SACRIFICANO PER SUOI FIGLI.MOLTO FATICA VIVARE SENSA CALORE TUOI CARI,PERO ,PENSO ,QUESTO NON E AMORE-E SUPERAMORE VERSO SUOI FIGLI.MI PIACEREBBE INCONTRARE PERSONA INTELIGENTE COME MARIO.PURTROPPO,CE POCI-SIETE MOLTO SUPERFICIALE…NATALI

  27. pino Scrive:

    Ucraina, un nome su una carta geografica..questo era per me…poi , come spesso accade nella vita, per caso ho conosciuto una signora ucraina, siamo diventati amici, parlando , mi racconta pezzi del suo passato…del suo presente , e anche i suoi desideri per il futuro….e ogni volta sento ammirazione nei suoi confronti…i sacrifici, le privazioni,le delusioni patite, la determinazione, la serietà,l ‘ottimismo,l’amore verso i suoi cari,quali punti di riferimento irrinunciabili..sembra l’eroina di una storia..vera.
    Per Mario che ha incontrato una donna sicuramente non molto diversa da quella che ho conosciuto io,l’appellativo di principessa, racchiude tutto quello che lui le attribuisce;in maniera analoga, credo di non sbagliare se definisco “un angelo”, la persona che ho conosciuto.
    Certamente storie simili appartengono anche ad altre donne , anche di altra nazionalità…..sono le eccezioni…loro, al contrario,io penso, sono la regola.

  28. Mario Scrive:

    Cara Natalia e Pino, ecco persone come Voi mi fanno pensare che questo mondo non è solo egoismo. Grazie per i Vostri commenti e tanti auguri per un sereno Natale. Io questo Natale visto che lavorerò sarò qui sul lago Maggiore da solo, Galyna e Bogdan per la prima volta in questi anni sono andati a Pisarivka dalla Nonna per passare questi giorni di Festa. Babuska Eugenia che ritengo essere una vero Angelo per la fatica che sopporta ogni giorno per aiutare i suoi figli e nipoti. Ho portato volentieri mia moglie e mio figlio a Zurigo, ho sentito di nuovo il mio cuore pieno di gioia vedendo Galyna con gli occhi lucidi andare verso casa. Cara Natalia per Te e per tutte le donne Ucraine che qui in Italia passeranno le Feste da sole, ricordate che qui molte persone vi vogliono bene, e sperano per Voi un futuro migliore. Zanni Mario Cannero Riviera (VB)

Lascia un Commento